Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Ottobre 2008

GINO DEROSAS E’ ANCORA SINDACO!

continua…

Pubblico, come faccio ogni tanto, un commento-dedica di Blog’s bar (una mia lettrice) al Sindaco Gino Derosas e ai suoi FEDELI Assessori. Per fare ciò cita una poesia – constatazione di Madre Teresa di Calcutta che di uomini, saggezza, bontà e altruismo se ne intendeva "UN PO".

continua…

Renato Soru, prima di volare a Roma da Veltroni per la manifestazione del PD visita (fuori protocollo) Irgoli e con il sindaco Giovanni Porcu fa un giro per il paese. «Signor sindaco se non le creo problemi domani mattina prima di volare a Roma per la manifestazione del Pd passo al suo paese per una chiacchierata». http://www.ferienwohnungen-sardinien.info/images/umgebung/irgoli.jpg
Con questa telefonata Renato Soru  venerdì sera ha telefonato al sindaco  Porcu per avvertirlo che sabato mattina scorso (25 Ottobre)sarebbe passato a visitare il paese.
Uomo puntuale, il Presidente Soruaccompagnato solo dal suo segretario, alle 9.15 era nel palazzo comunale di Irgoli per rendersi conto di persona dei vari problemi del paese e dopo un incontro con tutta la giunta comunale è salito in macchina con il sindaco Porcu  per fare un giro ricognitivo in paese e fuori  nel suo territorio.
Renato Soru ha visitato i locali del centro di aggregazione sociale di Sa Lantia e la scuola materna e ha voluto conoscere dagli amministratori locali i progetti e le esigenze di un comunità che vuole scrollarsi di dosso la nomea di paese del malessere per riprendere la corsa della crescita e lo sviluppo.
«Senza benessere socio economico è inutile fare la guerra alla delinquenza – aveva accusato Giovanni Porcu domenica scorsa al santuario del Rimedio di Orosei durante la manifestazione per la Pace organizzata dalla chiesa baroniese».
«Alle forze dell’ordine chiediamo risultati sul fronte investigativo – aveva detto Porcu – ma dai politici attendiamo interventi legislativi capaci di sostenere la domanda di crescita e di sviluppo del territorio».
http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/economia/soru-unita/soru-unita/stor_12949671_14010.jpgRenato Soru,  sicuramente informato dai suoi uomini in periferia , ha voluto onorare l’appello  del  sindaco Porcu venendo di persona a vedere e a sentire  ascoltando con grande attenzione il progetto che l’amministrazione Porcu culla sin al suo insediamento: la realizzazione ad Irgoli e in tutta la bassa Baronia del primo distretto agro-industriale dell’isola dimostrando grosso interesse all’idea.
Ma il presidente della Regione è andato anche oltre  asserendo di essere convinto della necessità di realizzare ad Irgoli, in ottica intercomunale, un vero e proprio campus ludico didattico per i bambini delle scuole primarie progetti capaci di dare a medio e lungo termine risposte concrete alle richieste di aiuto che provengono da un territorio dilaniato da crimini atroci. Poi, prima di partire prendere a Olbia l’aereo che lo avrebbe portato a Roma alla manifestazione del PD
Prima di lasciare il paese, poco dopo mezzogiorno, Renato Soru ha voluto fermarsi un attimo nella piazza del paese a scambiare due battute in limba con gli anziani.
(articolo  rielaborato: fonte Nuova Sardegna)  

Ricevo e pubblico questo importantissimo messaggio di Gino Nanni assessore e vice-sindaco nella Giunta Derosas, sulla crisi comunale di Orosei e a due giorni dall’epilogo-bivio  che porterà Orosei o al rinnovo (ci auguriamo) con rimpasto della attuale giunta dimissionaria o… all’ingresso del Commissario Regionale!
(Una mia foto: Gino Nanni nella veste di ecologista e ambientalista)
TESTO INTEGRALE DEL MESSAGGIO 
"Credo sia arrivato il momento di rompere ogni indugio,rispetto alla crisi che ha investito il nostro comune.
Rompere gli indugi perché l’opinione pubblica deve sapere!
Ne ha pieno diritto e noi il dovere di informarla. Intanto affermo che non condivido il modo di far politica dei “dissidenti”,e sostengo con lealtà l’operato del Sindaco Gino Derosas.
Per quel che mi riguarda, e dopo avere appreso dalla stampa che la crisi di Giunta, aperta tre mesi fa dal vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Chicchi Porcu, e non da altri, motivate a suo dire dalla poca trasparenza dell’operato del sindaco,
devo proprio chiarire

che non di asserita mancanza di trasparenza si è trattato, ma bensì di altro, considerato il gioco al rilancio imposto via via da chi ha aperto la crisi con la pretesa di quattro assessorati, e non di passi  indietro e maggiore moderazione come dovuto, come si auspicava nell’interesse di tutti.
Non mi resta, per rispetto dell’Istituzione Comune e dei cittadini, che hanno riposto fiducia in noi, ed in me, ma anche per evitare l’affronto alla nostra comunità nuovamente con l’arrivo del commissario, che dichiarare la mia disponibilità a fare un passo indietro, riponendo, come ho già fatto, il mio mandato di assessore nelle mani del Sindaco.
La continuità dell’attività amministrativa e la dignità del nostro Comune, si tutelano anche rinunciando a pretese spropositate e scomposte, si difendono facendo passi ndietro, e non anteponendo interessi personali a quelli più nobili dell’intera cittadinanza di Orosei.
Gino Nanni – assessore e Vice Sindaco


Nella raccolta differenziata dei rifiuti l’Associazione dei Comuni di Irgoli, Galtellì, Onifai e Loculi è già al 64,99 % nell’ultimo trimeste. Segnale molto incoraggiante che la dice tutta sul senso civico della stragrande maggioranza dei cittadini della Baronia-Valle del Cedrino.

continua…

Un amico turista molto preocupato dalle brutte notizie da lui lette su Orosei sulla stampa nazionale e in internet mi  ha inviato questa attenta considerazione su questo momento Horribilis del suo "futuro amato paese" di cui innamoratissimo Momento Horribilis fatto di attentati  ma anche di vuoto amministrativo conseguente alle dimissioni del Sindaco Gino Derosas che lui conosce personalmente e apprezza tantissimo.
 Ama  Orosei a tal punto che dopo la pensione intende trasferisi quì  dove ha una una casetta dove trascorre con la sua famiglia  "rilassanti vacanze-come dice lui".
Ma gli atti delinquenziali che spero siano finiti lo hanno preoccupato a tal punto che mi ha telefonato per sapere cosa stava succedendo.
Gli ho raccontato per telefono in modo sintetico i fatti e, conoscendo le persone compresi gli amministratori, l’indole pacifica del paese ed essendo persona di enorm cultura che scrive anche su giornali, è rimasto attonito e incredulo.
Dopo la telefonata -alcuni giorni dopo- mi ha spedito questa analisi-considerazione che giudico di ottimo livello e dove fa un’analisi e…dice la sua volta al bene del paese che stra…ama e che reputo valga  essere pubblicata e su cui si può commentare!
_____________________________
"Introduco (quì sotto) queste mie foto emblematiche appena scattate nello stupendo stagno della Marina dove vecchi e nuovi pescatori rientrano dalla fatica dellla pesca iniziata di notte  e portata avanti con molta fatica.
Questi pescatori le reti le buttano nel mare da secoli per per sostentare ancora oggi le proprie famiglie e questa visone idilliaca, rilasssante, solare rappresenta ancora la vera essenza morale di un paese laborioso e fatto di gente pacifica che si spacca la schiena in quattro per condurre una vita almeno dignitosa.
Rappresenta la Orosei antica? NO, speriamo che rappresenti anche quella del futuro dove gli Oroseini uniti nella condanna dei recenti e vili atti dolosi e  traghettino il paese, una volta tanto tutti nella barca della solidarietà e rispetto, verso i lidi della normalità!"
IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA
(inviatami dall’amico turista)
Credo non possano esserci dubbi:
Orosei si sta facendo molto male da sé, con inspiegabile insistenza e senza poterne ricavare qualche vantaggio pubblico o privato per nessuno.

Dico questo dal mio punto di vista "esterno" (esterno solo per il momento: il mio prossimo futuro è ad Orosei) e non ho alcun timore di confessare che non sono al corrente dei fatti quotidiani spiccioli, dei pettegolezzi, né dei più dettagliati ed ultimi problemi. Mi tengo informato per quanto posso, perché lo voglio, perché lo ritengo un mio dovere di futuro oroseino.

So bene che un Commissario Prefettizio – anche se sulla carta possiede ampi poteri istituzionali – non risolve mai alcunché salvo l’ordinaria amministrazione dovuta per ufficio, che basta a malapena alla sopravvivenza del paese, perché egli non è un "Deus ex machina", un superuomo inarrestabile ed informato in dettaglio su tutto e tutti, al di sopra di cose e persone.
So invece che la popolazione di Orosei si era posta obiettivi dignitosi, ambiziosi e precisi: ad esempio, quello di migliorare ed ampliare la viabilità messa in crisi dall’attività industriale e dal turismo, salvaguardando un ponte che è monumento nazionale e costruendone un altro.
Non entro nel merito degli altri numerosi e lodevoli progetti, per non ripetere notizie risapute: mi limito a rimarcare che non esisteva certo unanimità, per quanto riguarda le priorità, i modi ed i tempi di realizzazione, nel rispetto della piena libertà dialettica che la Democrazia offre sempre ad opposte fazioni. 
….Ma chi è perfetto, in fondo?
La popolazione di Orosei aveva votato i singoli consiglieri comunali della Giunta Comunale delegando le singole persone che ciascuno riteneva più adatte a sostenere le proprie aspirazioni e necessità, delegandole a rappresentarlo. Perché ad Orosei – a differenza di quanto accade nelle metropoli - grazie a Dio si può votare ancora la persona, invece che l’astrazione di un simbolo di partito, talvolta senz’anima e troppo spesso senza testa. 
E quella persona che si vota, la si conosce in pregi e difetti, nel bene e nel male, da anni: spesso si è diviso un buon tratto di vita insieme, si è mangiato sale insieme e si è gioito, insieme.
Ora, i fatti sono sotto gli occhi e sulla bocca di tutto il paese deluso, compaiono sui blog insoddisfatti  di Orosei e della Baronia, sono inchiostro freddo sui quotidiani ed una macchia bruciante sulla coscienza di qualcuno…
Perché, in paese, le persone sono ancora persone: possiedono occhi che devono potersi incrociare senza abbassarsi per la vergogna di un gesto o di una omissione, bocche che devono potere parlare liberamente ed esprimere pareri anche taglienti, orecchie per udire i commenti negativi (e grazie a Dio, talvolta anche positivi). 
…Ognuno si fa una fama ed un nome, che peseranno sul suo futuro e di cui potrà lagnarsi solo con se stesso…
 
Orosei è ancora un piccolo paese, ma fatto da gente laboriosa, che vuole crescere in salute e benessere e proprio per questo non affiderà mai più – voglio fermamente credere – a persone inadeguate al compito la propria rappresentanza in Comune.
Se Orosei desidera proseguire lungo un cammino che sia proficuo per tutti i suoi figli, senza escludere alcuno, salvaguardando in piena pace, giustizia e democrazia il bene comune, non permetterà – attraverso i suoi rappresentanti attuali – che si giunga alla vergogna di far arrivare un Commissario Prefettizio.
Questo è il mio auspicio ed augurio, con tutto il cuore.
 (Uno innamoratissimo di Orosei:mail firmata)

E’ morto Don Salvatore Mereu parroco della antica  chiesa del Rosario del quartiere di Santu Predu a Nuoro.  Non piange solo Nuoro e Orgosolo (suo paese natale ), ma anche Orosei dove Don Salvatore (per gli amici Don Tore  o Tore) è stato viceparroco  della chiesa parrocchiale di S.Giacomo. (A destra: Don Mereu in una foto del 1981 con il vescovo durante le Cresime a Orosei)

continua…

QUESTO POST TRATTO DA UN INTERESSANTE  COMMENTO DI UNA LETTRICE PUO’ DIVENTARE UN FORUM PER DISCUETRE SU GALTELLI’. Il commento contiene  proposte, econsiderazioni ed è bonariamente ma realisticamente provocatorio .Esso è, secondo il mio modesto parere, UNA PIATTAFORMA ABBASTANZA COMPLETA su cui introdurre I VS. COMMENTI! …Mi piace l’idea della PAZZIA APOLITICA! Se tutte le pazzie fossero come questa e si potessero realizzare ci troveremo senza dubbio PIU’ GIUSTO E dignitoso!

continua…


L’Associazione Enorosei in collaborazione con la Slow Food di Nuoro organizza un Master of Food inerente  l’olio extravergine di oliva e in cncomitanza con il periodo della raccolta di questo succoso frutto che è l’oliva e conseguente apertura dei frantoi per la sua macinazione. 

continua…

L’articolo (che pubblico quì sotto) di Fontanesi, che ringrazio  per aver parlato dei Blog , evidenzia il ruolo sempre più importante ,incisivo di questo strumento di comunicazione, di interazione in tempo reale e di scambio  di massa che spesso nasce per sfizio personale (come il mio) ma che poi i lettori lo fanno diventare sempre più importante.
Nei blog, stando a casa davanti ad un computer è possibile commentare su vari argomenti e, in questo periodo purtroppo, sul momento delicato che sta attraversando Orosei e che ha attraversato Irgoli. Si fa molta solidarietà e nei post ma sopratutto nei commenti si esprimono critiche anche forti ma , si spera, al solo fine di concorrere  a far rendere più chiari alcuni avvenimenti suggerendo modi e metodi per risolverli o solamente dissentendo o approvando i vari fatti o operati…ovviamente degli uomini.
(dalla Nuova Sardegna di qualche giorno fa)

Un momento di satira garbata credo possa servire a stemperare gli animi e produrre un sorriso  liberatorio per chi ha il senso dell’autoironia , virtù dei forti. 

continua…

Gino Derosas: "Nell’edilizia ho sempre scelto la trasparenza! -poi aggiunge- Continuo a chiedermi come mai seicento sentenze, alcune esecutive già dagli anni Ottanta, siano rimaste in un cassetto per tanto tempo"

continua…

Gli architetti Antonello Dessena, Salvatore Dessena (di Orosei) e Gianni Filindeu (di Nuoro) sono i vincitori del concorso internazionale di idee bandito dalla "Marmi Elmo" e "Marmi di Orosei" per la progettazione della nuova area produttiva e degli uffici del gruppo oroseino
La commissione, composta da due ingegneri e un architetto, ha stabilito che il miglior progetto è appunto il loro Una bella soddifazione dei due architetti oroseini che ieri venerdì 10 ottobre, insieme a Gianni Filindeu ( già progettista dell’ampliamento del Museo MAN di Nuoro) sono stati premiati   nella sala consliliare del Comune per il loro “Marble Miscellaneus Debris” che si è aggiudicato il primo premio del valore di 6mila euro.

Il secondo premio (4mila euro) è andato all’architetto Sandra Cancellu di Nuoro che ha presentato un progetto dal titolo “Composizione di Prismi” mentre terzo (2mila euro) si piazzato il progetto dal titolo “Vivere il Marmo” del gruppo di lavoro guidato dall’architetto Filippo Manca di Olbia.
Particolarmente degno di menzione il progetto dal titolo “Solido Liquido Aeriforme”, presentato dal gruppo di lavoro capitanato dall’ingegnere Dario Canciani di Tortona, in provincia di Alessandria. Il Concorso Internazionale di Idee, aperto a tutti i professionisti under 46 ha avuto per oggetto la progettazione della nuova area produttiva e degli uffici di proprietà del gruppo lapideo “Marmi Orosei” ubicati nel distretto industriale del marmo di Orosei in località Oroe .
Il Concorso aveva come scopo l’acquisizione di una proposta complessiva di progetto che portasse alla caratterizzazione del luogo, realizzando con il pieno rispetto dell’ambiente l’obiettivo di allestire un sito produttivo funzionale, esteticamente gradevole e concepito nel pieno rispetto dello strumento urbanistico vigente.
La superficie complessiva dell’area interessata all’intervento, sulla quale è attualmente localizzata la discarica, è pari a 25mila metri quadrati che saranno così destinati: 10 mila all’area uffici, 5mila all’area produttiva e 10mila all’area di stoccaggio esterno.

Gli elaborati di tutti i partecipanti sono esposti nella sala consiliare  del Comune di Orosei e potranno essere visionati dal pubblico per alcuni giorni.
 (da un articolo della Nuova Sardegna)
 
FILOSOFIA E OBIETTIVO DELL’INTERVENTO
L’obiettivo  e la filosofia di questa idea progettuale del "Marble Miscellaneus Debris , oltre a quello di consentire alla "Marmi Elmo" e "Marmi Orosei" di avere uno spazio moderno e qualificato ove espletare le vare fasi di lavoro amministrativo e avere una vetrina-immagine ne mondo adeguata ai rapporti inteernazionali di questo comparto, sono quelli di recuperare in  modo compatibile una superficie destinata a discarica posta la centro delle Cave di Marmo trasformandola da elemento di devastante impatto  in un’area di sedime di una struttura parallelepipeda  prevista a immagine e somiglianza dei bloccchi di marmo, in cui sono state previsiti aree produttive,Uffici, sale espositive, sale congressi, zone di socializzazione, spazi verdi e spazi d’acqua e all’esterno nella sovrastuttura  destinata a terrazza percorsi, camminamenti e belvedere in un mix di varie quote e ancora piscine d’acqua in un voluto internto di ricordare il vicino e visibile mare e  consentire la  visione delle spiagge, pinete ammirabili da una altezza che consente di spaziare ed ammirare un buon tratto oroseino del Golfo di Orosei. Un progetto, una idea decisamente sintonica con l’ambiente naturale e lavorativo circostante da cui ha colto in modo straordinario la sintesi dell’a sua essenza.
(Marco Camedda)
—————————–
Le foto- rendering inerenti il progetto sono state gentilmente fornite dai Vincitori del 1° premio
Don  Bacchitta (Parroco di Orosei) mi ha consegnato questo manifesto pregando che TUTTI in Baronia partecipino a questa manifestazione pr la pace che si terrà a Orosei nel Santuario della Madonna del Rimedio!
"Dobbiamo dare- afferma Don Bacchitta- un segnale forte  di solidarietà contro chi vuole destabilizzare  e far sprofondare  nel baratro i nostri paesi per chè ricresca  la speranza in un futuro migliore"!
parteciperà anche il paese di Dorgali con Cala Gonone che porternno la solidarietà alla  Baronia con i loro Parroci, Sindaco, e rappresentanti delle scuole scolastici e delle associazioni.

Ci sono cose per cui sono disposto a morire, ma non ce n’è nessuna per cui sarei disposto ad uccidere!    
-Per praticare la non-violenza, bisogna essere intrepidi e avere un coraggio a tutta prova.Mahatma Gandhi
-Non ho nulla di nuovo da insegnare al mondo. La verita’ e la non violenza sono antiche come le montagne.
-Tu e io non siamo che una cosa sola. Non posso farti del male senza ferirmi.
 -Apprendere che nella battaglia della vita si puo’ facilmente vincere l’odio con l’amore, la menzogna con la verita’, la violenza con l’abnegazione dovrebbe essere un elemento fondamentale nell’educazione di un bambino.

-Occhio per occhio.. e il mondo diventa cieco.

continua…

 

continua…

BASTA!…SIAMO STUFI!
NON NE POSSIAMO  PIU’!!!
*********

Le parole ormai non bastano piu’,servono i fatti e le denunce di chi sa per assicurare alla giustizia questi attentatori alla reputazione del paese e di tutti gli oroseini onesti. E bisogna farlo in fretta…prima che sia troppo tardi!

continua…