Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Aprile 2009

Conto alla rovescia per il concertone del Primo Maggio. Mancano ormai solo tre giorni alla grande kermesse di piazza San Giovanni organizzata dai sindacati nel giorno della festa dei lavoratori.

continua…

  ( Antonello Cosseddu scomparso circa due anni fa)
Dodici campioni dello sport italiano provenienti dalle più disparate discipline agonistiche si affronteranno per 5 ore in una sfida mozzafiato cimentandosi in acrobatici passaggi su ponti tibetani, scalate su roccia,gare di moto quad e di mountain bike, orienteering e altri sport off road. 
 Il tutto ripreso dalla telecamere di Sky Tv
che trasmetteranno in diretta le fasi salienti dell’evento. Uno show mediatico di forte appeal e da grande share che esalterà le meraviglie ambientali e paesaggistiche di una location incantevole: il Monte Tuttavista.

 
Sono questi gli ingredienti base di XTerra http://www.actionpress.it/pic/xterra09.jpgAdventure 2009
che
a GALTELLÌ si svolgerà  il 7 giugno.
Si tratta di uno degli eventi collaterali di XTerra Italy 2009, tappa italiana del campionato del mondo di Triathlon off road che per il terzo anno consecutivo si svolgerà nell’oasi naturalistica di Biderosa a OROSEI dal 24 al 31 maggio.
Una manifestazione che quest’anno per la prima volta uscirà dai confini dell’oasi naturalistica oroseina per invadere con una serie di appuntamenti collaterali tutto il territorio della Valle del Cedrino.
Uno di questi, vera novità e attrazione dell’appuntamento, sarà appunto XTerra Adventure,
una sorta di reality show sportivo con protagonisti di assoluto valore che garantiscono un grande spettacolo e un ottimo veicolo pubblicitario per il sito che farà da scenario all’emozionante disfida.
Dodici campioni come
i canottieri Simone Raineri e Possano Galtarossa, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Pechino nel 4 di coppia, il campione Rally italiano 2008 Renato Travaglia, il primatista mondiale sul chilometro lanciato su sci Simone Origone, il mitico sciatore della valanga azzurra degli anni novanta Poter Rugaiddier e l’attuale campione di sci alpino Werner Heel, e ancora l’olimpionica di tuffi dal trampolino Francesca Dellapè e i capitani delle nazionali italiane di Hokey su ghiaccio e di Rugby. 
Atleti che per un giorno si trasformeranno in iron-men duttili e pronti ad ogni acrobazia per conquistare il primo trofeo di una gara che gli organizzatori dell’evento, la Island Group di Nuoro di Sandro Salerno (nella foto di due anni fa in primo piano a destra)pronti a scommettere che diventerà un appuntamento fisso delle prossime edizioni di XTerra.
Una manifestazione sulla quale anche gli amministratori dell’Unione dei  Comuni Valle de Cedrino puntano molto per la promozione di un territorio che ha tutti i requisiti diventare una grande palestra a cielo aperta tutto l’anno.
(Fonte La nuova-A. Fontanesi)

Con l’estate alle porte e il freddo alle spalle l’influenza "messicana" è, al massimo, una bomba a orologeria da disinnescare prima dell’inverno.
Per ora, la febbre suina non spaventa,
ma la Regione si prepara comunque ad attuare il piano di prevenzione allo studio del ministero del Lavoro e della Salute. «Adotteremo le stesse misure decise nel caso dell’aviaria», annuncia Tonino Dessì, medico e capo di gabinetto dell’assessore Antonello Liori.
«Nessuna sottovalutazione
- precisa – ma anche nessuna preoccupazione,
perché il tempo gioca a nostro favore. Col caldo la diffusione sarà molto rara e, se non si riuscirà ad arginarla prima, da noi i picchi influenzali si manifestano a febbraio».
Questioni climatiche a parte, si confida sul trattamento farmacologico, sia terapeutico che preventivo. I virus degli ultimi anni erano più comuni dell’H1N1, lo stesso della spagnola che provocò milioni di vittime tra il 1918 e il ’20. «Nel frattempo, è cambiato il virus e, soprattutto, -sottolinea il medico – sono ben diversi gli strumenti a disposizione per affrontarlo. Non dimentichiamoci che alla fine della prima guerra mondiale non esistevano né antibiotici né antivirali».
IL VIRUS H1N1 non è compreso tra quelli che l’Organizzazione mondiale della sanità definisce virus canaglia , i temutissimi Aviaria H1N5 (l’ultimo nato), Ebola, Marburg, Lassa e Hiv, ovvero Aids. «Per questi non si è riusciti a mettere a punto un vaccino che sarà invece pronto tra qualche mese per la febbre suina.
Nel frattempo disponiamo di efficacissimi antivirali»,
rassicura Dessì. In ogni caso il piano ministeriale verrà scrupolosamente rispettato anche nell’Isola.
La rete dei controlli copre le frontiere, i porti e gli aeroporti. Non che sia proprio a maglie strettissime.
Per quanto riguarda le merci, in questo caso le carni o i capi vivi, tra veterinari (150), tecnici e altro personale, in tutta l’Italia gli addetti sono 286.
I controlli sanitari sulle persone,
scattano solo in presenza di sintomi manifestati a bordo dei mezzi di trasporto. Sugli aerei, ad esempio, è il comandate a informare le autorità sanitarie.

Nello scalo di arrivo, la persona sospettata di aver contratto il virus viene prelevata e accompagnata in ospedale per essere ricoverata in isolamento in un reparto di malattie infettive. «In questa fase non avrebbero alcun senso test sierologici di massa, se non per chi proviene dal Messico», osserva Dessì.
FRONTE ALIMENTARE
Sul fronte alimentare, tutti concordano sul rischio zero.
«Si tratta di un’influenza umana, ci ha fatto sapere il Ministero, escludendo qualsiasi timore sul fronte animale. Inoltre, da più di dieci l’Italia non importa suini dal Messico e dagli Stati Uniti», spiega Salvatore Farina, veterinario della Regione.
«Il passaggio da uomo ad animale è teoricamente possibile ma da noi concretamente quasi impossibile.
Pertanto, è bene ribadirlo, a magiare carne di maiale
non si corre alcun pericolo di contagio.
Innanzitutto perché i capi vengono visitati prima della macellazione e poi perché il virus non sopravvive, se non per poco tempo, nelle carni dell’animale morto. Se si aggiunge la cottura, il rischio è inesistente».
Dato che i porci non hanno le ali,
le vie di contagio sono pressoché inesistenti.
Ciò diversamente dal caso dell’Aviaria di cui gli uccelli migratori potevano essere potenziali vettori.
Non si giustificano, quindi, le preoccupazioni
di quanti si stanno astenendo dall’acquistare braciole e salsicce. Un scelta insensata che rischia di provocare danni economici consistenti alle aziende sarde del settore.
Lo ricorda il consigliere regionale dei Riformatori Franco Meloni in una lettera inviata all’assessore Antonello Liori.
«Nella nostra regione – scrive Meloni – sono attivi rigidi e accurati meccanismi di controllo da parte dei servizi di medicina veterinaria della aziende sanitarie locali che assicurano la massima garanzia di salute animale dei capi avviati al commercio e alla macellazione».
Di qui la richiesta di rassicurazioni per i consumatori
(fonte; Unione Sarda)

Una bandiera dei quattro mori per tutte le sedi istituzionali del paese. Questo il regalo che farà oggi il Comune di Orosei in occasione de Sa die de sa Sardigna, giornata celebrativa che ricorda l’insurrezione popolare del 28 aprile 1794 che determinò l’espulsione dei Piemontesi e del Viceré Balbiano da Cagliari e da tutta l’isola.

«In occasione di questa ricorrenza che rappresenta una data storica per il popolo sardo, abbiamo deciso di donare una bandiera della Sardegna ad una decina luoghi istituzionali che ne erano sprovvisti - spiega lassessore alla Cultura Silvano Camedda promotore dell’iniziativa - Un atto simbolico per esaltare il valore di questa festa e rendere giusto onore ad una impresa che fu la scintilla dei primi moti indipendentisti sardi guidati da Giovanni Maria ANGIOY».
A beneficiare del regalo identitario saranno tutte le scuole del paese nonché la caserma della Polizia Stradale  e la stazione dei Carabinieri che così, al fianco del tricolore, potranno issare sui rispettivi pennoni anche la bandiera dei quattro mori.
«Si tratta di una iniziativa di alto valore simbolico
-è il commento di Silvano Camedda che proprio pochi giorni ha ufficializzato l’adesione al movimento Rossomori dopo un lungo trascorso in Sardigna Natzione - in quanto quella bandiera rappresenta ideali mai come oggi attuali e il punto d’unione del popolo Sardo".
(Fonte: La Nuova- A.Fontanesi)
«La cooptazione di giovani, talvolta giovanissime, signore di indubbia avvenenza ma con un background che difficilmente può giustificare la loro presenza in un’assemblea elettiva come la Camera dei deputati o anche in ruoli di maggiore responsabilità» non è il modo per risolvere «il problema della carente presenza femminile nei luoghi della politica».
Farefuturoweb, periodico on line della Fondazione Farefuturo presieduta da Gianfranco Fini, critica le ipotesi circolate in merito ad alcune candidature al femminile in vista delle elezioni Europee.
I nomi dati quasi per certi sono quelli di Barbara Matera (ex annunciatrice Rai) e Camilla Ferranti (ex tronista di Uomini e donne e protagonista di Incantesimo).
Non dovrebbero invece trovare spazio, a meno di sorprese dell’ultima ora, Eleonora Gaggioli (già attrice in Elisa di Rivombrosa) e Angela Sozio («la rossa» che partecipò all’edizione numero tre del Grande Fratello). L’articolo “Donne in politica: il velinismo non serve” di Sofia Ventura critica questa «specificità tutta nostrana»: «Che nella politica italiana vi sia la necessità di dare spazio a una nuova generazione non vi è dubbio ma è questo, ci chiediamo, il modo?».
Le accuse al Pdl, neanche velate, sono forti:
«Siamo di fronte a un modo di fare politica con il corpo delle donne. Assistiamo a una dirigenza di partito che fa uso dei bei volti e dei bei corpi di persone che con la politica non hanno molto a che fare, allo scopo di proiettare una (falsa) immagine di freschezza e rinnovamento».
In merito alla partecipazione femminile alla politica,
l’autrice mette in rilievo «il comportamento poco virtuoso dell’Italia, anche se dei piccoli passi avanti sono stati fatti», la bassa percentuale di donne elette e la scarsa partecipazione femminile, a volte limitata a «ministeri di scarsa rilevanza, solitamente senza portafoglio, oppure ministeri tradizionalmente femminili, come l’istruzione».
Fini, in serata, ha gettato acqua sul fuoco delle polemiche con una nota:
«Il Web Magazine della Fondazione FareFuturo non ha certo necessità di concordare con me ogni suo quotidiano intervento. È una condizione di libertà e di fiducia che può però portare, come nel caso delle candidature femminili per le prossime elezioni Europee, a valutazioni comprensibili ma eccessive, e pertanto non totalmente condivisibili».

Marzo 2009 = 73,20%
Un grandissimo risultato frutto della civiltà degli abitanti di Orosei
che pur lamentandoci staimo "rischiando di battere " se continua così,
dei record regionali e …forse anche nazionali!
Un grande esempio di civiltà pur negli inizi sofferti e borbottati!
Ma, pur non ammettendoilo apertamente ci teniamo a fare sempre bella figura.
Attendo con speranza  che il dato venga commentato dall’Assessore
Agostino Mameli e , se non chiedo troppo dalla stessa Medigas.
Magari dando dei paragoni con altre realtà sarde e della penisola per
vedere dove siamo "piazzati" in classifica.
Marco Camedda

Stranezze della politica: alle prossime Europee, il partito con più sardi in lista sarà forse la Lega Nord. Il Carroccio, che da qualche mese ha avviato lo sbarco nell’Isola, dovrebbe presentare nella circoscrizione insulare un elenco composto da cinque candidati siciliani e tre sardi (gli altri partiti si limitano a uno o due).
Si fanno i nomi di Mauro Morlè , pescatore dell’Isola rossa, e di Massimiliano Piu , commerciante di Tortolì: la terza sarebbe una donna di Carbonia.
Di fronte alla calata delle camicie verdi, non ci sarà invece una risposta indipendentista: il Partito sardo d’Azione, come al solito, non partecipa alle Europee, anche perché sarebbe impossibile raccogliere le firme necessarie su tutto il territorio nazionale.
Stessa scelta ovviamente da parte di Sardigna natzione indipendentzia, che nel consiglio nazionale tenuto due giorni fa a Oristano ha stabilito di impegnarsi nella campagna per l’astensionismo.
Il movimento di Bustianu Cumpostu conferma inoltre la scelta dell’Unidade indipendentista, la formazione che alle Regionali ha riunito Sni a diversi movimenti dell’area che rifiuta l’accordo coi partiti italiani.
(Fonte:Unione Sarda)

Chiuse le adesioni al VI* Concorso dei Vini Rossi  contadini  della Provincia di Nuoro! "Abbiamo raggiunto le 190 adesioni-spiega Toto Farris-in un concorso che appassiona sempre di più i piccoli produttori, che cercano nella loro minima produzione un certo riscontro del loro nettare, e che vogliono tentare di competere con i vini del paese di Mamoiada, che quasi come tutti le edizioni si conquistano la piazza d’onore" 

Sempre maggiore la partecipazione di nuovi Comuni della Provincia di Nuoro, che hanno dato la loro adesione a questo VI° concorso, che vede di anno in anno allungare la lista dei produttori di paesi che si danno battaglia con il loro vino contadino.

continua…

Venerdì 23 scorso ricevo una telefonata al numero del mio studio e una voce sconosciuta ma visibilemte commossa chiede di parlare con me. Gli rispondo che ero io e, ancora più commosso, aggiunge:
"Marco, son Bainzu,il tuo amico lettore,
il padre di Alice"!

Il tuffo al cuore è venuto allora anche a me e sono stato pervaso da una gioia che solo questi meravigliosi momenti sanno dare!

continua…

  incontro con LEONARDO MELIS  che presenta il suo libro
"Shardana, i Calcolatori del Tempo"
presso la 
Biblioteca Comunale di Monserrato
Mercoledì/29/04 ore 17.00 a  Casa Foddis

Ricevo e pubblico il testo integrale di questo comunicato stampa inviatomi da Silvano Camedda  assessore alla cultura e promozione turistica del comune di Orosei

continua…

L’Associazione volontaria di pronto soccorso A.V.S. di Galtellì informa che sono aperte le iscrizioni per l’undicesimo Festival Canoro Estate Galtellinese che si svolgerà nel mese di Agosto presso il "Parco Malicas".
 
Il "Parco Malicas" visto dal Colle di S.Caterina
Il Festival sarà articolato in due sezioni:

-Categoria giovani (bambini 6-10 anni e ragazzi 11-16);
-Categoria adulti (da 17 anni in su).
Tutti coloro che intendessero iscriversi possono contattare l’organizzazione ai seguenti numeri telefonici:
cell: 347 8244195347 8244197
telefono-fax: 0784 90685.
Le iscrizioni dovranno essere perfezionate
entro il prossimo 25 maggio.
L’intera manifestazione è organizzata dall’A.V.S. di GALTELLÌ, la parte tecnica è affidata a Mario MONNE.
Tutto l’introito
sarà devoluto in beneficenza.

 

continua…

 

continua…

"La Resistenza, come il Risorgimento, è uno dei valori fondanti della nostra Nazione e rimanda alla libertà che viene prima delle leggi e dello Stato". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel discorso pronunciato a Onna in Abruzzo in occasione del 25 Aprile, riconosce nella lotta partigiana uno dei valori fondativi della democrazia italiana.

continua…

Sono in tre, Orosei’s Weblog, Valle del Cedrino e Nonsolobaronia e registrano tanti commenti e interventi. Si segnalano anche disservizi e gli amministratori rispondono alle critiche e osservazioni.

continua…

Le problematiche della Biblioteca comunale, ma sopratutto il suo potenziamento e la sua valorizzazione, sono state esaminate ieri mattina dalla giunta municipale riunita in seduta.
In attesa che la struttura ora ospitata nei locali dell’ex mercato civico in via san Francesco venga trasferita nel complesso della casa Rettorale di Su Probanu, sono state definite e finanziate importanti innovazioni che nel breve e medio termine porteranno alla completa informatizzazione del servizio con notevoli vantaggi sotto l’aspetto logistico e della qualità.
La prima novità riguarda però il nome della biblioteca comunale
che andrà on line con la denominazione “Grazia Deledda”.
Il nuovo sito della biblioteca oroseina sarà un portale dinamico dotato di database con possibilità di iscrizione on line e conseguente ritiro della tessera reale.
Ogni utente sarà registrato con user id e password e potrà consultare i titoli attraverso un catalogo aggiornato in tempo reale.
Sarà possibile inoltre, scaricare, laddove i diritti d’autore lo permettano, diversi titoli in formato pdf stampabile ed e-book.
Un pratico carrello della spesa consentirà di prenotare il titolo per il successivo ritiro. Infine verrà allestita una sezione dedicata alle recensioni dei lettori, ognuno dei quali avrà uno storico dei titoli letti.
«Questo progetto-

- spiega l’assessore alla Cultura Silvano Camedda – andrà a regime in due tempi: entro un paio di mesi contiamo di mettere in rete il sito e successivamente, in maniera graduale, si procederà alla catalogazione informatizzata degli oltre 14 mila testi attualmente in disposizione della biblioteca».
Un progetto che per ora gode di una copertura finanziaria
di 10 mila euro da fondi di Bilancio suscettibili però di incremento.
«Entro quest’anno – aggiunge inoltre Camedda – daremo nuovo impulso ai progetti per la promozione della lettura, e verranno organizzate presentazioni periodiche di nuove nuoveuscite assieme agli autori e reading musicali».
Ultimo argomento affrontato dalla giunta, ma non per importanza, la questione del personale:
«Dopo aver regolarizzato la figura del responsabile – dichiara nel merito l’assessore alla Cultura – la risoluzione delle carenze di organico sono al vaglio della giunta e verranno risolte a brevissimo attraverso figure esterne o con la mobilità di personale interno».
(Fonte: la Nuova-Angelo Fontanesi)

Venerdì 24 Aprile ,con inizo alle 19,00, nella bella sede della Porta del Parco Grazia Deledda è in programma il terzo appuntamento della rassegna letteraria ideata e coordinata da Natalino Piras (foto sotto) per conto dell’amministrazione e biblioteca comunale

continua…

I suggestivi canti del coro di Galtellì hanno animato, domenica scorsa, la messa nel carcere nuorese di Badu ‘e carros. Sessanta i detenuti che hanno assistito alla funzione che si è tenuta a sezioni riunite (in genere, infatti, sono separate), evento che – con l’opportuna autorizzazione rilasciata dal Ministero – si verifica solamente a Pasqua e a Natale.

continua…

 

continua…

Gino Derosas non ci sta e risponde:«Il turismo è il settore più importante dell’economia di Orosei e per tale motivo va supportato e sostenuto. Come si può affermare che questa amministrazione non tiene in conto questo settore?». Il sindaco Derosas  respinge così le accuse che gli sono state mosse venerdì scorso dagli operatori del settore in occasione dell’incontro all’Hotel Maria Rosaria che gli contestavano le tariffe dei rifiuti troppo alte alla strada per Sos Alinos ancora impraticabile.

continua…

Trentaseimila euro da fondi del bilancio comunale e altre risorse attingibili dal fondo di 40 mila euro stanziato dall’Unione dei Comuni Valle del Cedrino. È questo il “salvadanaio” al quale possono sperare di attingere le associazioni culturali irgolesi che aspirano ad organizzare eventi e manifestazioni per l’anno in corso.

continua…

La pubblicità turistica di Siniscola e Orosei esce dalle tipografie, sale sugli aerei della Ryanair e decolla in tutta Europa. E questo nel senso letterale del termine, visto che dal 15 maggio al 15 giugno, le riviste di bordo di tutti i voli  Rayanair avranno due pagine dedicate ai principali centri della Baronia.

continua…

"Cartelle esattoriali da pagare, viabilità e ricostruzione del ponte Sa Minda", crollato durante l’alluvione dell’autunno scorso. Sono questi gli argomenti sui quali si è dibattuto venerdì scorso, in occasione di un incontro tenutosi all’Hotel Maria Rosaria di Orosei, tra una quindicina di operatori turistici locali e i rappresentanti delle principali associazioni di categoria:
Luigi Crisponi, presidente dell’Ascom e della Federalberghi; Gabriele Deplano, presidente della sezione Turismo di Confindustria, e Antonio Mele, dell’Apan Sardegna.
Il dato principale emerso dal vertice è la constatazione di un totale abbandono della categoria da parte dell’amministrazione comunale riguardo alla risoluzione delle problematiche più urgenti di un territorio che porta ancora i segni tangibili lasciati dall’ondata di piena.
«Ci rendiamo conto -sostiene l’albergatore Piero Loi – che il Comune possa non avere i fondi necessari per ripristinare la situazione, ma crediamo che sin dal principio non sia stata adottata una linea politica razionale». er l’avvio dei lavori di ricostruzione del ponte Sa Minda si è aspettato l’inizio della stagione turistica.
«Da subito si poteva ovviare al problema con una struttura provvisoria e rimandare la ricostruzione definitiva all’autunno prossimo -prosegue Loi -. Le strade che momentaneamente collegano Orosei alle frazioni di Cala Liberotto e Sos Alinos, nonostante si stia eseguendo la manutenzione ordinaria, sono inadeguate e di difficile accesso».
Gli operatori turistici oroseini si dicono oberati da un’esagerata
pressione fiscale rispetto agli effettivi guadagni.

In particolare, la tassa sui rifiuti risulta pesante da assolvere, a causa dell’aliquota applicata a Orosei, superiore di circa il 40 per cento rispetto alla percentuale imposta da altri comuni isolani a vocazione turistica. «Come associazioni di categoria - afferma Crisponi – metteremo in atto un’azione congiunta per sollecitare l’amministrazione affinché riduca l’imposta, specialmente durante periodi non lavorativi e si faccia di tutto per non compromettere una stagione già a rischio».
(tratto da Unione Sarda-Sonia Meloni)

"Sorpreso e rammaricato"! Così si dice il sindaco Gino Derosas per le accuse che gli imprenditori turistici oroseini hanno espresso nei confronti dell’amministrazione comunale durante un incontro di settore tenutosi venerdì scorso alla presenza dei vertici di Ascom, Confindustria e Apan.

continua…

Cagliari 2-Napoli 0
Jedà al 5°subito e…
 al 92° Lazzari!

 

continua…

1.900.000 euro: E’ questo l’importo stanziato dalla Unione Europea per il progetto ITERR COST  al quale hanno fin’ora aderito 25 comuni della Sardegna di cui tre. GALTELLI’, ottana e Orostelli. in Provincia di Nuoro.
 Questo finanziamento è finalizzato per attrezzare e promuovere
un itinerario turistico culturale che seguendo il file rouge lasciato a cavalo dell’anno mille sino al quattordicesimo secolo dall’architettura romanica, colleghi le province toscane di Pisa e Lucca, la Sardegna e la Corsica.
Illustrati ieri mattina nella sala consiliare del Municipio di GALTELLÌ.http://www.comune.santagiusta.or.it/santagiusta/export/sites/default/www/Sinistra/Comune/Immagini/sindaco.jpg
Gli obiettivi a medio e lungo termine e le iniziative già programmate sono state  Oltre al padrone di casa Renzo SORO erano presenti il primo cittadino di Santa Giusta (ente capofila) Antonello Figus (foto a sinistra) con la dottoressa Marisa Deias, curatrice del progetto, e i sindaci di Orotelli, Orune, Cargeghe. Porto Torres, Norbello e Milis. 
Le caratteristiche storielle e architettoniche sulle quali si impernia Iterr Cost sono state dottamente spiegate dal professor Roberto Coroneo (foto sotto a destra), Preside della Facoltà di Lettere e Filosofìa dell’Università di Cagliari e membro del comitato scientifico dell’itinerario romanico. http://profile.ak.facebook.com/object3/1722/11/n91278095436_6413.jpg
Un patrimonio che in Sardegna
raggiunge un assolutovalore storico e artistico, 
secondo solo a quello rappresentato dalle vestigia nuragiche.
Un potenziale attrattivo che Iterr Cost si prefigge di valorizzare e promuovere con una capillare propaganda mediatica identificata da un apposito marchio e supportata da un potale web comune per tutte le trebmacro regioni dell’Alto Tirreno inserite nel progetto.
Prevista la stampa di depliant e pieghevoli dei siti monitorati
che verranno distribuiti in tutti i porti e gli aeroporti del bacino del Mediterraneo, l’installazione di apposita cartellonistica, la promozione di una serie di workshop e la partecipazione alle più importanti fiere del turismo culturale.
Iterr Cost ha come fondamentali partemship tutti gli enti istituzionali coinvolti: dalle Regioni alle Provincie sino ai Comuni senza tralasciare la Soprintendenza, l’Università e l’istituzione Ecclesiale, proprietaria di fatto del patrimonio romanico di più alto valore rappresentato dalle splendide basiliche e cattedrali.
Obiettivo insito di Iterr Cost è quello di
diventare volano di sviluppoe di promozione di tutte le peculiari eccellenze dei territori aderenti.

La giornata di ieri si è conclusa con la visita alla antica sede vescovile di San Pietro di GALTELLÌ, risalante al XII secolo (foto sotto) e impreziosita da una serie di affreschi parietali accostabili per scuola, bellezza e valore a quelli della SS Trinità di Saccargia. (Fonte: La Nuova)

 COSA E’  IL PROGETTO "ITERR COST"
Finanziato il progetto Itinerari e rete del Romanico in Sardegna.  Il finanziamento ha un budget di un milione e 900mila euro dei fondi europei per la cultura, riguarda lo studio, la tutela e la valorizzazione, quale risorsa turistica, dei monumenti romanici situati in Corsica, Sardegna e Toscana.
L’acronimo del programma europeo, Iterr-Cost, sta, appunto, per “Itinerari e rete del romanico in Corsica, Sardegna e Toscana”. Per quanto riguarda la Sardegna, è stata costituita una rete di venticinque comuni di cui è capofila Santa Giusta..
“In Sardegna – si legge nel programma – l’architettura romanica assume una particolare rilevanza. Le chiese che conservano strutture significative e forme romaniche originarie sono oltre 150. Il target di riferimento è di 50 comuni.
Si tratta di un patrimonio non conosciuto, che non è valorizzato, né considerato quale risorsa economica”.
(Dal sito del Comune di Dolianocva)
 
CONOSCEVI "ITERR COST"?
…Cosa ne pensi? 
 
 

 ”Io contesto che Franceschini possa imporre al presidente del Consiglio di partecipare con lui alla manifestazione per il 25 aprile a Milano, dico che quella non e’ una vera celebrazione del 25 aprile. E percio’ Berlusconi farebbe bene a non andarci.

continua…

Dopo mesi di lavoro è riaffiorato nella sua bellezza primordiale la tomba dei giganti di Su Picante uno dei siti archeologici che, a detta degli esperti, è tra i più interessanti di Siniscola e monumento nuragico del 1800 a. C., situato in località di Jorgu Uffrattu in un’area che dista appena 800 metri dalla provinciale che da capo Comino porta ad Irgoli, è tornato alla luce nella sua interezza.
Dopo lunghi e pazienti scavi effettuati dalla Soprintendenza, l’antica camera funeraria è stata restituita integra, così come era stata realizzata dai nuragici.

continua…