Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Gennaio 2011

Un caratteristico arco vicino al Museo Guiso (foto camedda)

Un caratteristico arco vicino al Museo Guiso (foto camedda)

Una mia foto  in notturna di  un caratteristico e antico incastro di archi a tutto sesto e rampanti,  esempio di architettura povera ma ricca di pregio   ed eleganza  davanti ad un portico di accesso ad un vecchio cortile comune dove ancora abitano diverse famiglie in pieno centro storico e a due passi da antichi palazzi, dal Museo Guiso, dalla Chiesa di Sas Animas e da Piazza del Popolo fulcro e salotto del paese.

Il secondo arco rampante anteriore risulta solaio di supporto di un vano scala interno che il costruttore “di allora” è riuscito a trasformare in pregevole particolare architettonico esterno che insieme agli altri fa di questo gioco di archi, evidenziato da una delicata e soffusa  illuminazione con faretti incastrati nel pavimento e nelle volte, un particolare fotografatissimo e caratteristico.

L’attento e pregevole restauro della casa che si assona alla pavimentazione in lastre di basalto  e acciottolato sono sapienti interventi che hanno abbellito il centro storico restituendolo al suo ruolo primario di centro  creativo della vita attiva e pulsante del paese.

Questa è la strada maestra per far rivivere i centri storici, recuperandoli e facendoli diventare punto di riferimento di attenta osservazione itinerante, di vita quotidiana e attrazione per chi turista vuole vivere le emozioni che solo essi , all’interno del paese, sanno dare insieme alle chiese e monumenti e ai luoghi di cultura di cui Orosei è ricca.

Marco Camedda


ALESSANDRO MATRI  (foto da internet)

ALESSANDRO MATRI (foto da internet)

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato con la societa’ Cagliari Calcio S.p.A. i seguenti accordi: acquisto a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alessandro Matri a fronte di un corrispettivo di 2,5 milioni di euro da versare nel corso del corrente esercizio. Il contratto prevede inoltre la facoltà per la Juventus di esercitare, al termine della stagione sportiva 2010/2011, il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore a fronte di un corrispettivo di 15,5 euro milioni, pagabile in tre esercizi – si legge nella nota del club bianconero – risoluzione a favore del Cagliari dell’accordo di partecipazione in essere relativo al diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lorenzo Ariaudo. Il corrispettivo per la risoluzione è stato fissato in 2,5 euro milioni pagabili nell’esercizio; l’operazione genera una plusvalenza di circa 2,5 milioni di euro sull’esercizio 2010/2011″.

(Parte di un articolo di RaiNews24 di oggi)

OROSEI: I primi rimborsi per l'alluvione arrivano tra mille contestazioniNel sito internet del Comune di Orosei è stato pubblicato il bando per la gara d’appalto per l’affidamento dei servizi di progettazione, preliminare, definitiva ed esecutiva delle opere di sistemazione idrogeologica a protezione dell’abitato finanziate dalla Regione con uno stanziamento complessivodi oltre un milione di euro.

Le offerte devono essere presentate entro mezzogiorno del prossimo otto febbraio prossimo. Poi, una volta individuati i vincitori, la parola passerà ai tecnici che dovranno studiare le soluzioni progettuali più idonee per risolvere definitivamente le emergenze emerse drammaticamente a Orosei anche nell’ultima alluvione di due anni fa. Da allora bastano poche ore di pioggia per allarmare molte famiglie e mobilitare la Protezione civile. Anche l’acquazzone dello scorso ottobre ha provocato diversi allagamenti di strade, abitazioni, cantine, edifici scolastici e lo scoppio delle reti fognarie e dei tombini.

( UNIONE SARDA-da r.stampa Prov.Nu-sonia meloni )-foto camedda

Obbligo invio variazioni per gestori impianto autostrade

prezzi-benzinaROMA, 30 GEN – Nuovo passo avanti nella trasparenza dei prezzi dei carburanti. A partire da martedi’ primo febbraio, i gestori degli impianti di benzina, presenti sulla rete autostradale, avranno l’obbligo di comunicare al ministero dello Sviluppo economico i prezzi praticati con cadenza settimanale. I listini aggiornati saranno pubblicati su www.osservatorioprezzi.it, dove tutti gli automobilisti potranno confrontarli. Le novita’ sono previste dal decreto di ottobre scorso che attua una legge del 2009.

(Fonte.ANSA.IT) foto da internet

CAGLIARI-BARIVittoria importantissima, molto sofferta e combattuta del Cagliari, che batte 2-1 il Bari al Sant’Elia.

Nei primi dodici minuti filava tutto liscio e i rossoblu si sono trovati sul 2-0 grazie a un SuperMatri, che segna una doppietta da favola (8°-12°).  Ma il fronte si capovolge e il Bari accorcia al 14° con un tiro di Okaka. Ed è 2-1. Il seguito vede il Bari sempre  in avanti ma il Cagliari abbassa le saracinesche chiudendo tutti gli spazi. La partita vede anche due rigori parati (uno per parte). Il primo al 40° a favore  del Bari. Tira Rudolf e Agazzi para. Nel finale Acquafresca si fa parare un rigore da Gillet, portiere del Bari.

Il Cagliari va a 29 punti, è nono in classifica e a + nove punti sulla terzultima. Le prossime partite: a Genova mercoledì notte, e sabato al Sant’Elia con la Juventus. Anch’essa in notturna!

forzacagliariMarco Camedda

manifesto

"SPORT":L'anteprima delle notizie sportive in Baronia.Fanum Orosei – Macomer nel calcio e Baronia Volley – Pvn Nuoro nella pallavolo rappresentano gli appuntamenti clou del fine settimana sportivo nella Valle del Cedrino.

Una formazione della Fanum Orosei nel campionato 2008-2009

Una formazione della Fanum Orosei nel campionato 2009-2010

CALCIO

I calciatori del tecnico oroseino Franco Saporito hanno l’ennesima occasione di fare un salto verso la zona primato in un campionato all’insegna dell’equilibrio dove ci sono solo 10 punti di differenza tra prima e ultima . Attesa per la sfida tra il bomber dell’anno scorso Argiolas e quello del presente, Spina. Appuntamento domenica alle h.15 al P. Nanni dove e’ atteso un numeroso pubblico.

PALLAVOLO

Grossa affluenza di pubblico attesa anche nella Palestra comunale di Galtelli domenica alle h.18 dove i pallavolisti della squadra di “Galtelli-Orosei” sfidano la corazzata Pvn Nuoro , capolista incontrastata tra le cui fila militano molti ex della Mi.An. di serie C. I ragazzi del tecnico laziale David Animobono, al momento ottimamente terzi e in zona play off, sognano il colpaccio .

CALCIO

Torniamo al calcio e al Tuttavista Galtelli che rivitalizzato e rilanciato in zona salvezza dal tecnico nuorese Gianni Sechi con le ultime due vittorie consecutive viaggia domani a Oniferi a cercare almeno un punto. Cerca di portare a conclusione il campionato l’Irgolese che domani alle 15 ospita il forte Ollolai. Per gli irgolesi l’obiettivo deve essere fare esperienza e preparare i suoi giovani per il prossimo campionato di terza.

una formazione del Tuttavista nel campionato 2009-2010

una formazione del Tuttavista nel campionato 2009-2010

PALLAVOLO

Paola Nonne, allenatrice della Sirio

Paola Nonne, allenatrice della Sirio

Tore Sannai: allenatore della VBC

Allenatore della VBC

Ancora volley con le ragazze della Sirio Orosei che dopo la sconfitta nel match clou di Macomer ospitano il Gonone (domenica 17,30 via Verdi) e sperano in un passo falso a Bolotana delle macomeresi stesse anche se solo un miracolo togliera’ alla squadra del Marghine la vittoria finale. Vittoria del girone gia acquisita dalle ragazze della coach nuorese Paola Nonne in Under 18 femminile che chiudera’ il 31 ospitando il Silanus alle h.19. In under 16 le stesse ragazze della Sirio dopo la vittoria sul Gavoi per 3 a 0 ospitano domattina alle 10,30 in via Verdi l’Arzana mentre nell’Under 14 la capolista Mi.An Galtelli ha vinto per 3 a 0 con le cugine oroseine della Vbc e la Sirio perde 3 a 0 a Dorgali. In questo campionato primo posto ancora per le ragazze di Galtelli.In prima divisione maschile sconfitta interna (1-3) per la Vbc del tecnico oroseino Tore Sannai che stasera alle 18 gioca a Oristano con la San Paolo mentre in seconda femminile si gioca stasera alle 19 a Galtelli l’incontro tra la Mi.An e il Volley Irgoli, prima classificata delle baroniesi.

PALLACANESTRO

logo-pallacanestro-orosei

(foto camedda)

Allenatore Pallacanestro Orosei (foto camedda)

Ancora ferma l’Under 13 del Baronia Basket Irgoli che il 6 febbraio alle h.10,30 ospitera’ la Dinamo Sassari ,regina del basket sardo e squadra che ricorda la grande impresa dello scorso anno della societa’ irgolese per lo storico play off disputato dagli Under 17 (quest’anno non presenti) quando sulla panchina irgolese sedeva il tecnico nuorese Sebastiano Tondo, ora nello staff tecnico della Pallacanestro Orosei del presidente Massimo Gallus.

TENNIS

Rimaniamo a Irgoli col tennis e con la vittoria a tavolino del Sardinia che domattina doveva chiudere in bellezza il campionato invernale di 1^ serie per salutare gli appassionati della Valle con i colpi spettacolari di Manuel Mazzella. Ora i dorgalesi, primi con la Torres, devono sperare in una vittoria del Tc Cagliari sulla Torres per arrivare agli spareggi primato.

Buon fine settimana a tutti

SPORT

monica corimbimanSi apre il sipario sulla sesta edizione di Teatro anch’io, rassegna ideata da Monica Corimbi del centro di produzione e formazione teatrale Bocheteatro per coinvolgere i bambini. Per loro uno spettacolo alla settimana a partire dal 6 febbraio, ogni domenica, fino al 13 marzo, con inizio alle 18.

Per il secondo anno consecutivo le rappresentazioni si terranno nella sede della compagnia, in via Congiu Pes, nel tentativo di creare un teatro stabile per ragazzi. Agli spettacoli saranno affiancati eventi paralleli, quali i laboratori di animazione alla lettura, di drammatizzazione e di manipolazione. Il prologo alla rassegna sarà l’iniziativa “Fiabe al museo”, in programma da oggi a domenica al Man.

( Fonte:UNIONE SARDA-m.b.d.g. )

aiutano i medici con loro fiuto

pastore tedesco

Grazie alle loro capacità olfattive, i cani possono essere alla base di test affidabili per l’individuazione precoce di un cancro alla prostata. E’ la scoperta fatta da un gruppo di medici francesi. Da qualche tempo, un’equipe di medici e esperti biochimici, guidata da Olivier Cussenot, professore di urologia oncologica dell’ospedale Tenon di Parigi, ha sperimentato questo metodo che dà un responso positivo nel 91% dei casi.

Cussenot e la sua équipe hanno fatto ricorso a un cane per migliorare i test biochimici di laboratorio per l’identificazione del tumore. Il cane, un pastore belga, che già veniva addestrato ad individuare esplosivi, stupefacenti, o persone sepolte dalle valanghe, ora si sta esercitando a riconoscere l’urina.

Cussenot ha spiegato che un esemplare di pastore belga, formato a Orleans dall’aviazione militare francese, è già in grado di individuare il cancro alla prostata. Un secondo è in fase di addestramento.

Secondo uno studio dello stesso Cussenot, il margine di successo degli amici a quattro zampe nel depistaggio del cancro alla prostata è del 91%. “Una percentuale superiore a quella di qualsiasi altro test”, assicura il medico.

(Fonte:TGCOM)

1996-COMPOSIZIONE CON CHIESE DI OROSEI1996-COMPOSIZIONE CON CHIESE DI OROSEI

Un mio dipinto in acrilico su pannello in medium-densit dim. 180×80 che rappresenta una composizione che ho eseguito prendendo spunto da parte delle tantissime chiese di cui Orosei è ricca. Fa parte della mia collezione privata

Marco Camedda

UNA ANTICA CASA IN CENTRO STORICO

GALTELLI': UNA BELLA E ANTICA CASA IN CENTRO STORICO (foto camedda)

Il sindaco di Galtellì Soro:

offriamo i valori della tradizione

Provincia diNuoro:StemmaGALTELLI’-Il bando indetto dalla Provincia di Nuoro per la realizzazione di un grande albergo diffuso che veda protagoniste tutte le 52 comunità che ne fanno parte suscita interesse e discussione. L’idea ammalia specialmente i centri non costieri, quelli tagliati fuori dal turismo balneare.

Ma c’è chi, come Renzo Soro, sindaco di Galtellì e capogruppo Pd in consiglio provinciale, forte anche dell’esperienza del suo «paese pilota» del turismo alternativo, pone degli imprescindibili spunti di riflessione. «L’idea può rappresentare una iniziativa di valore elevato solo se è accompagnata da una politica di trasformazione di ogni singola realtà in tante piccole “Comunità Ospitali”, in grado di realizzare un sistema turistico-culturale che attragga persone interessate anche a conoscere lo stile di vita, le tradizioni e le risorse del luogo». Un sistema già collaudato da altre piccole realtà della penisola che costituiscono il nucleo forte dell’Associazione borghi autentici d’Italia di cui Galtellì fa parte.

SINDACO DI GALTELLI' E CONSIGLIERE PROVINCIALE

SINDACO DI GALTELLI' E CONSIGLIERE PROVINCIALE

«I nostri Comuni - dice Soro – hanno i requisiti necessari per realizzare, attraverso il riutilizzo del patrimonio edilizio, un sistema di accoglienza basato sull’ospitalità autentica, in grado di offrire specialità enogastronomiche, aspetti ambientali incontaminati, feste e sagre popolari, prodotti del territorio genuini. È necessario però che le singole comunità e le amministrazioni che le governano inizino a pensare che il primo elemento di attrazione turistica è quello di dare qualità ai nostri borghi». La “modernità” insomma talvolta non paga: «l’antica casa del contadino, considerata spesso come un vecchio immobile da ricostruire ex novo per dare maggiore spazio alle moderne esigenze abitative, oggi può essere invece riutilizzata per la creazione di unità ricettive di qualità, per offrire al visitatore una vacanza alternativa al villaggio costiero». «Il percorso non sarà breve – conclude Soro – ma far partecipare i nostri ospiti alla vita della comunità e far scoprire loro gli stili di vita del territorio sono l’unica ricetta per vincere la scommessa».

(Fonte:La Nuova-da rass.stampa Prov.Nu)

logo_anno_europeo_volontariatoAnno europeo delle attività di volontariato

che promuovono la cittadinanza attiva

Il 2011 è l’Anno europeo delle attività di volontariato che promuovono la cittadinanza attiva, scelta promossa dalle organizzazioni di volontariato, di Terzo settore e della società civile e fatta propria dal Consiglio dell’Unione europea con la Decisione del 27 novembre 2009 (GU UE L17 del 22 gennaio 2010).

Come riportato nella stessa Decisione, infatti,“il volontariato è una delle dimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia, nella quale assumono forma concreta valori europei quali la solidarietà e la non discriminazione e in tal senso contribuirà allo sviluppo armonioso delle società europee”.

L’Anno europeo nasce dalla volontà di incoraggiare e sostenere – in particolare attraverso lo scambio di esperienze e di buone pratiche – gli sforzi della Comunità, degli Stati membri, delle autorità locali e regionali per creare nella società civile condizioni favorevoli al volontariato nell’Unione europea. Inoltre, fra i principali obiettivi vi è quello di aumentare la visibilità e quindi la conoscenza delle attività di volontariato nell’UE e delle iniziative realizzate dai soggetti del Terzo Settore, ponendo al centro la comunità – creatrice di legami sociali – e il territorio, quali ambiti in cui si accrescono relazioni solidali e partecipative, concretizzando in questo modo il modello sociale proposto dal “Libro Bianco. La vita buona nella società attiva”.

In Italia, la preparazione del 2011 è iniziata nel 2007. Il gruppo di lavoro “Volontariato Europeo e Internazionale a confronto” dell’Osservatorio Nazionale per il Volontariato – costituitosi nel 1997 – ha contribuito alla condivisione e alla costruzione del Piano Nazionale Italia 2011 dell’Organismo Nazionale di Coordinamento.

L’Osservatorio Nazionale del Volontariato, nella seduta del 21 dicembre 2009, ha deliberato l’avvio dei lavori partecipando direttamente alla preparazione dell’Anno Europeo del Volontariato 2011, assumendo come documento di base il Manifesto del volontariato per l’Europa già adottato dall’Assemblea Nazionale del Volontariato tenutasi a Roma il 4 e 5 dicembre 2009.

(Tratto da: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)

Il caseggiato  della Scuola elementare in una foto prima dellla posa delle protezioni dai crolliolli

Il caseggiato della Scuola elementare in una foto prima della posa delle protezioni dai crolli

Il sindaco assicura: «Sicurezza entro il prossimo anno»

Esattamente un anno fa un pezzo di cornicione si era staccato dal sottotetto della scuola elementare crollando pesantemente al suolo, e solo per miracolo non ci furono feriti tra i bambini, insegnanti e genitori che sostavano nei pressi.

Da quel giorno i due ingressi dell’istituto sono protetti da impalcature in tubi innocenti con tavoloni in legno e parte del suo cortile e transennato con reti metalliche per impedirne l’accesso. Intanto pezzi di intonaco continuano a staccarsi dalle pareti e le condizioni dell’edificio proseguono a deteriorarsi, senza contare che gran parte dei cortili primi usati come luogo di ricreazione continuano ad essere off limits per gli alunni. All’interno poi le cose non vanno poi tanto meglio, specie nell’ala più vecchia di un caseggiato che ha più di sessantanni e che dimostra tutta la sua età. Disagi che si assommano ai pericoli e che dopo dodici mesi sono ancora li, intonsi, nonostante la gravità della situazione.

Il sindaco di Orosei Gino Derosas

Il sindaco di Orosei Gino Derosas

«La messa in sicurezza dell’edificio e la sua ristrutturazione sono tra le priorità in agenda di questa amministrazione – garantisce però il sindaco Gino Derosas - e mi auguro che già dall’inizio della prossima stagione scolastica almeno i problemi inerenti sicurezza siano definitivamente risolti». In effetti il Comune con fondi di bilancio ha stanziato a suo tempo ben 500 mila euro per i lavori sull’edificio. Interventi che non riguardano solo i muri esterni e i cornicioni della scuola ma tutte le criticità segnalate dalla commissione ministeriale che dopo il crollo di pezzi di cornicione dello scorso anno svolse una accurato sopralluogo nell’edificio scolastico.

Ma ancora niente è stato fatto. «Il progetto preliminare dell’intervento è stato approvato dalla giunta una decina di giorni fa – spiega sempre il sindaco – ora siamo in attesa del definitivo e quindi dell’esecutivo. Io rimango fiducioso del fatto che entro breve si potrà procedere al bando di gara per l’affidamento dei lavori e che quindi alla fine della prossima estate almeno la parte più impellente dell’intervento, quello che riguarda la totale messa in sicurezza della scuola, sia portata a termine». Per il momento comunque, e per tutto l’anno scolastico in corso, transenne e impalcature continueranno a sovrastare i portoni di ingresso e a delimitare parti del cortile e dei marciapiedi interni. Sempre con la speranza che la situazioni non peggiori e che l’iter per la progettazione e l’esecuzione dei lavori proceda nella forma più celere possibile.

(Fonte:La Nuova-da rass.stampa Prov.Nu-a.fontanesi)

Nasce a Oristano, ammessi 11 laureati italiani e stranieri

archeologia-subacqueaIl rettore dell’Universita’ di Sassari, Attilio Mastino, ha inaugurato ufficialmente a Oristano la prima Scuola italiana di specializzazione post lauream in Archeologia subacquea e dei paesaggi costieri.

Undici i laureati ammessi, tra italiani e stranieri, che conseguiranno il diploma a settembre 2012. Previste diverse collaborazioni con le universita’ di Tunisi e Barcellona, della Tuscia, Bari, Pisa e Palermo. Tra i progetti, una campagna di scavi nei fondali della citta’ tunisina di Nabeul.

La Scuola si candida come punto di riferimento per l’archeologia subacquea nel Mediterraneo.

(Fonte:ANSA.it)-foto da internet

Il PUC DI OROSEI TORNA IN CONSIGLIO

PER LA SECONDA ADOZIONE

OROSEI:Unna foto panoramica scattata da Gollai

E’ iniziato il conto alla rovescia per la seconda presentazione del Puc in consiglio comunale quando verranno illustrate,discusse e votate le osservazioni presentate al piano dai cittadini.

L'architetto SANDRO ROGGIO

L'architetto SANDRO ROGGIO

Avantieri si sono infatti conclusi tutti i passaggi tecnici e burocratici previsti dopo il luglio scorso il piano urbanistico comunale  redatto dall’ufficio di piano presieduto dall’architetto Sandro Roggio, fu adottato in prima istanza.

Avantieri mattina il progetto è staato esaminato dagli uffici tecnici della Provincia per quanto riguarda gli aspetti della relazione abientale (l’ente intermedio ha infatti competenza specifica in materia) mentre in serata è saltata per mancanza di partecipanti l’ultima riunione di commissione Puc convocata per discutere e stabilire il calendario della presentazione in consiglio.

Ma per il presidente della commissione Puc, il consigliere di maggioranza Salvatore Dessena,ormai i tempi sono maturi perchè il Puc ritorni in aula.

SALVATORE DESSENA

SALVATORE DESSENA (Presidente commissione Puc)

Il lavoro è stato definito,-spiega Dessena-nella riunione di commissione convocata per avantieri avremo voluto stilare consensualmente il calendario dei lavori e il metodo di votazione delle osservazioni al piano ma purtroppo non è stato possibile farlo per l’assenza dei molti componenti. Comunque entro domani e martedì stabiliremo le date per la convocazione del consiglio e quindi porteremo il Puc in aula in seconda adozione. Del resto ci sono già state diverse riunioni di commissione e tutti i componenti sono al corrente del lavoro svolto e delle osservazioni presentate.

Siamo agli sgoccioli insomma, con tutta probabilità il Puc tornerà in alula tra la fine del mese e la prima settimana di febbraio. E sarà probabilmente una maratona consiliare perchè sono state più di un centinaio le osservazioni presentate dai cittadini.

Ma almeno la metà sono state accolte-anticipa Dessena- e di quelle respinte in gran parte erano irricevibili in quanto non accoglibili non tanto e solo dal nostro progetto ma da leggi subordinati di carattere regionale, nazionale e addirittura comunitarie.”

Pochi giorni ancora insomma per capire se Orosei,dopo decenni, potrà contare su un nuovo piano di sviluppo del territorio.

(Fonte:La Nuova-a.fontanesi)-foto camedda

Scelta dall’Anci Nazionale

in rappresentanza della Sardegna

GALTELLI':Ingresso dalla SP25 con vista della bretella di ingresso con traffico vietato a mezzi pesanti

GALTELLI':Ingresso dalla SP25 con vista del paese e Monte Tuttavista

Scelta dall’Anci Nazionale in rappresentanza della Sardegna Galtellì sarà protagonista di una  puntata della prossima serie di Geo&Geo,il programma televisivo di Rai3, che ha deciso di dedicare una spazio settimanale per promuovere paesi e borghi italiani che negli ultimi anni si sono distinti per la promozione del proprio territorio attraverso la valorizzazione dei beni identitari.

GALTELLI': scorcio in notturna  del centro storico

GALTELLI': scorcio in notturna del portale di ingresso alla Chiesa di S. Pietro

La scelta del paese caro a Grazia Deledda è stata fatta dall’Anci anche in virtù del fatto che Galtellì fa parte dell’associazione Res Tipica, è socio di Borghi Autentici d’Italia ed è stato insignito della bandiera arancione del Touring Club.

GALTELLI': Chiesa di  S.Pietro

GALTELLI': Chiesa e campanile di S.Pietro

Così a seguito dell’assessore al  Turismo Giovanni Santo Porcu, la settimana prossima partiranno alla volta degli studi Rai a Roma, una guida turistica,un’artigiana ed una cuoca anci(tutti aderenti al Giovanni Santo Porcu Centro commerciale naturale Borgo Ospitale) che presenteranno i “Tesori di Galte”.

Piatto forte della puntata (che verrà registrata e quindi trasmessa a inizio febbraio) sarà “sa minestra chin ambidda”, pietanza tipica della Settimana Santa galtellinese, tramandata da ormai oltre quattro secoli che viene preparata dalle Confraternite per la Coena domini del giovedì santo.geoegeo

In mostra anche la manifattura di tappeti realizzati al telaio, la preparazione di stuoie e di canestri in canna e le bellezze paesaggistiche del Monte Tuttavista.

Non mancheranno gli spunti di collegamento con l’itinerario del pParco letterario Deledda. Una vetrina promozionale di 10 minuti su una seguitissima trasmissione Rai a costo zero per un paese che, forse più di tutti in Sardegna, si sta distinguendo nel mercato del turismo alternativo non costiero

GALTELLI': 2 gennaio (ore 19,00) -chiesa del SS.Crocifisso concerto dei "griff trio".

GALTELLI': scorcio del centro storico

GALTELLI': scorcio del centro storico

I ruderi del Castello rinforzati e ben restaurati da un recente intervento

I ruderi del Castello rinforzati e ben restaurati da un recente intervento

sa preta istampata

SA PRETA ISTAMPATA sul Monte Tuttavista (foto da internet)

(Fonte:La Nuova-angelo fontanesi)-foto camedda

"SPORT":L'anteprima delle notizie sportive in Baronia.CALCIO

logo fanum oroseilogo tuttavistaA Santulussurgiu per la prova di maturita. La Fanum Orosei dopo il successo casalingo di domenica con la Lulese ha l’occasione di continuare la sua scalata alla vetta del girone C della 1^ cat. affrontando il Monterra in un campionato che non esprime una leader, motivo per il quale i ragazzi del bravo tecnico oroseino Franco Saporito possono provare a raggiungere la vetta.

Si rilancia in zona salvezza il Tuttavista Galtelli con la nuova guida tecnica del nuorese Gianni Sechi nella 2^ cat. girone F .Con il successo di San Teodoro in casa dell’Azzani i galtellinesi raggiungono quota 14 e domani ospitano il Biasi’ di Padru per mettere altro fieno in cascina. logo irgolese-calcio

Trasferta a Budoni per l’Irgolese di Podda, sfortunata nell’ultima sconfitta di misura a Dorgali che continua comunque il campionato per far fare esperienza ai suoi giovanissimi.

logo mian volleyVOLLEY

Grande vittoria nel volley di D maschile per il Baronia (Mi.An-Sirio) sulla diretta concorrente Borore e domani alle 17,30 i ragazzi del tecnico laziale David Animobono vanno a Sorgono a continuare a inseguire le posizioni di vertice del loro gia positivo campionato.

logo sirioIn 1^ div. femminile sconfitta ieri nel big match di Macomer per 3 a 1 per le ragazze della Sirio Orosei che la settimana precedente avevano battuto il Bolotana. L’ottimo campionato per le ragazze della coach nuorese Paola Nonne continua e il primo posto rimane l’obiettivo.

Nella stessa categoria maschile ottimo successo a Tortoli per 3 a 2 per i ragazzi della Vbc Orosei del tecnico oroseino Tore Sannai con una squadra composta da giovanissimi di ottima prospettiva chelogo Vbc stasera (via Verdi 17,30) ospitano l’Aurora di Villaurbana alla ricerca del bis.

Nella 2^ div. femminile stop interno del Volley Irgoli,2 a 3 col Borore per una squadra che quest’anno, con calcio e basket in ombra, e’ quella che da piu soddisfazioni nel panorama sportivo irgolese col suo quinto posto in classifica davanti alle cugine Vbc e Mi.An. Nella stessa categoria rinvio per Vbc –Mi.An.

In Under 18 femminile si disputa mercoledì 26 alle 19 a Bitti l’unico incontro che puo’ dare qualche fastidio alla corazzata Sirio Orosei , gia vincitrice virtuale del suo girone Fermi i campionati inferiori per la disputa del Torneo delle Province a Oristano domattina a partire dalle h.10.

Le ragazze della provincia di Nuoro del selezionatore Alessio Aresu schierano tra le altre le oroseine della Sirio Anita Comida e Giada Graziani e la galtellinese Elena Sanfilippo.

BASKET

Nel basket under 13 riposa il Baronia Irgoli , sconfitto domenica scorsa in casa dalla Pall. Nuoro per 38 a 66 mentre nel tennis il Sardinia (societa’ dorgalese che disputa le sue partite a Irgoli) gioca a Cagliari domattina con Le Saline sperando ancora in un passo falso della Torres e nella vittoria del campionato invernale dopo aver deliziato gli appassionati della Valle del Cedrino con le giocate del suo talento Manuel Mazzella.

Buon fine settimana a tutti.

SPORT

…vincitori a Grosseto del premio Gaber

Le scuole elementari e medie di Siniscola hanno vinto il primo premio della sezione dedicata al teatro del concorso nazionale “Libertà e partecipazione”, dedicato a Giorgio Gaber, che si è tenuto a Grosseto.

siniscola-panoramaPer lunghi mesi i piccoli protagonisti di quella fantastica esperienza che era stata organizzata dal Teatro stabile della città della toscana e dalla fondazione Giorgio Gaber, hanno atteso con ansia il verdetto della giuria che avrebbe dovuto premiare le migliori rappresentazioni teatrali ammesse alla fase finale del prestigioso concorso. Ad accedervi erano state solo le scuole finaliste delle fasi regionali.

libertà_è_partecipazione_gaber_2A rappresentare la Sardegna è stato selezionato il lavoro

dei bambini delle scuole di via Pellico e di Sa Sedda.

Rispettivamente 6 alunni delle medie e altri 13 delle elementari. A loro era spettato l’arduo compito di mettersi alla prova sfidando le altre rappresentative regionali che erano entrate in finale. Ebbene, qualche giorno prima di Natale, alla direzione didattica del capoluogo baroniese è arrivata da Grosseto la tanto attesa comunicazione del responso finale del concorso. I bambini di Siniscola hanno vinto il primo premio della sezione a cui avevano partecipato.

I diciannove protagonisti che hanno preso parte al concorso avevano messo in scena una rappresentazione incentrata sulle tematiche legate all’infanzia negata e alla povertà sociale. Lo spettacolo intitolato “Eshbal, i figli dei leoni”, tratto dai libri “Le bacchette di Lula” e “La scuola nemica” del famoso scrittore siniscolese, Albino Bernardini, alla fine ha catturato l’attenzione dei giurati di Grosseto, conquistando il primo posto.

(Fonte:Unione Sarda.it :FABRIZIO UNGREDDA)-foto da internet

giorgio-gaber1

La Libertà (testo)

(Giorgio Gaber)

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato

che ha di fronte solamente la natura

e cammina dentro un bosco

con la gioia di inseguire un’avventura.

Sempre libero e vitale

fa l’amore come fosse un animale

incosciente come un uomo

compiaciuto della propria libertà.


La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come un uomo che ha bisogno

di spaziare con la propria fantasia

e che trova questo spazio

solamente nella sua democrazia.

Che ha il diritto di votare

e che passa la sua vita a delegare

e nel farsi comandare

ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche avere un’opinione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.


[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come l’uomo più evoluto

che si innalza con la propria intelligenza

e che sfida la natura

con la forza incontrastata della scienza

con addosso l’entusiasmo

di spaziare senza limiti nel cosmo

e convinto che la forza del pensiero

sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche un gesto o un’invenzione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.


[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato

che ha di fronte solamente la natura

e cammina dentro un bosco

con la gioia di inseguire un’avventura.

Sempre libero e vitale

fa l’amore come fosse un animale

incosciente come un uomo

compiaciuto della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come un uomo che ha bisogno

di spaziare con la propria fantasia

e che trova questo spazio

solamente nella sua democrazia.

Che ha il diritto di votare

e che passa la sua vita a delegare

e nel farsi comandare

ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche avere un’opinione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come l’uomo più evoluto

che si innalza con la propria intelligenza

e che sfida la natura

con la forza incontrastata della scienza

con addosso l’entusiasmo

di spaziare senza limiti nel cosmo

e convinto che la forza del pensiero

sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche un gesto o un’invenzione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

desiderataE’ per me un piacere pubblicare questa Poesia o Prosa particolare che ho “scoperto” sul “Corriere dell’Avis di Torino” ma che si può trovare in internet dove si legge sia stato trovato nella antica  chiesa di San Paolo a Baltimora e che risalga al 1692.  Ma si legge anche (sempre sulla rete) che sia stata scritta da Max Ehrmann, poeta dell’Indiana  e che sia stata registrata alla Libreria del Congresso nel 1927.

Comunque, qualunque  sia l’esatta provenienza di questo Brano “Desiderata “(come si legge nella rete)  e che nel corriere sopracitato intitolano Se vuoi vivere felice , lo reputo  molto bello e  concentrato di saggezza e di consigli che val la pena di leggere e…seguire per un vivere migliore. Conscio che da questa lettura se recepita e praticati anche in parte i consigli, non si può che uscirne accresciuti. E lo dico per primo a me stesso! (Marco Camedda)-foto da internet


DESIDERATA (se vuoi vivere felice)


lettera_Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta,

e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio.

*Finché è possibile senza doverti abbassare,

sii in buoni rapporti con tutte le persone.

*Di’ la verità con calma e chiarezza;

e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti;

anche loro hanno una storia da raccontare.

*Evita le persone volgari ed aggressive;

esse opprimono  lo spirito.

*Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere

in te orgoglio e acredine, perché sempre ci saranno

persone più in basso o più in alto di te.

*Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti.

Conserva l’interesse per il tuo lavoro, per quanto umile;

è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del  tempo.

*Sii prudente nei tuoi affari, perché il mondo è pieno di  tranelli.

Ma ciò non acciechi la tua capacità di  distinguere la virtù;

molte persone lottano per grandi  ideali,

e dovunque la vita è piena di eroismo.

*Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti

e  neppure sii cinico riguardo all’amore;

poiché a dispetto  di tutte le aridità e disillusioni

esso è perenne come  l’erba.

*Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano  dall’età,

lasciando con un sorriso sereno le cose della  giovinezza.

*Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro  l’improvvisa sfortuna. Ma non tormentarti con  l’immaginazione.

Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.

Al di là di una disciplina morale, sii tranquillo con te stesso.

Tu sei figlio dell’universo, non meno degli alberi e delle stelle;

tu hai diritto ad essere qui.

E che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l’universo ti si stia

schiudendo come dovrebbe.

*Perciò sii in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca,

e qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni,

conserva la pace con la tua anima

pur nella rumorosa confusione della vita.

*Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti,

è ancora un mondo stupendo.

*Fai attenzione. Cerca di essere felice.

soldiRicerca Censis e Commercialisti,

per 81% il carico fiscale è troppo alto

Le imposte “più indigeste” per i contribuenti italiani sono: il canone rai (per il 47,3%), il bollo auto (14,5%), l’Ici (12,7%), la tassa sulla nettezza urbana (12,1%) e l’Irpef (11,6%).

E’ quanto emerge dalla ricerca Censis-Commercialisti, realizzata su un campione di 1.000 contribuenti, sul rapporto degli italiani con il sistema fiscale.

La grande maggioranza degli italiani giudica elevato il carico fiscale. La pensa così l’81% dei contribuenti. La ricerca mostra che per il 36% degli italiani il Fisco è “ingiusto”.

Per sei italiani su 10 l’evasione fiscale negli ultimi tre anni è aumentata. Per il 44,4% degli intervistati, rileva la ricerca, l’evasione è “il principale problema del fisco”.

PER 42% TASSE AUMENTERANNO- Il federalismo non è percepito dai contribuenti italiani come una occasione di vantaggio per la pressione fiscale. “Il 42,5% dei contribuenti pensa che il carico fiscale complessivo tenderà ad aumentare”, sottolinea la ricerca di Censis-Commercialisti. “Anche in fatto di complessità del sistema fiscale – si legge nello studio – gli italiani non sembrano credere ai benefici di una riforma federalista: per il 35,1% degli intervistati la complessità tenderà infatti ad aumentare”.

(fonte:ANSA.it)

Manifesto-P.ZZALE-COMUNE

==============

per  informazioni  telefonare al:

3929851141

N° di telefono ufficiale  della Sezione AVIS

“Sandro Monne” di Orosei.

(Il Direttivo Avis-Orosei)

unicef

Gesto beneaugurale dell’amministrazione. La bambola dell’Unicef contribuirà alla vaccinazione dei bambini

A Galtellì:17 marzo incontro in comune tra Abbanoa e i Comuni della valle del cedrino in rivolta.Come ormai consuetudine, nei giorni scorsi l’amministrazione comunale ha consegnato ai tutti i nati nel 2010 una pigotta e una pianta di leccio. Un gesto dal duplice nobile significato visto che le bambole in pezza donate ai nuovi e nuove galtellinesi sono le pigotte che l’amministrazione ha acquistato dall’Unicef aderendo così all’iniziativa «per ogni bambino nato, un bambino salvato» e aiutando in questo modo i bambini meno fortunati attraverso la fornitura di vaccini contro le malattie infantili.

(foto da sito Unicef)

(foto da sito Unicef)

La pigotta Unicef simboleggia così un simpatico gesto di benvenuto e nello stesso tempo un concreto atto di solidarietà verso i più deboli.

La pianta di leccio rappresenta invece la volontà dell’amministrazione di promuovere sempre più tra la popolazione una coscienza ambientalista ed ecologica.leccio «Se quantifichiamo le piante consegnate negli ultimi anni – commenta il sindaco Soro - con l’iniziativa “una pianta per ogni nato” anche Galtellì ha contribuito a realizzare una piccola foresta per combattere la desertificazione in atto in molte parti del mondo». La pianta di leccio verrà consegnata da un incaricato del Comune ai genitori dei neonati che dovranno poi provvedere a metterla a dimora e a seguirne la crescita, sensibilizzando in tal modo bambini e adulti all’importanza della salvaguardia del patrimonio ambientale del paese.

(Fonte:La Nuova-da rass.stampa Prov.Nu-a.fontanesi)-foto da internet

ORDINE DEL GIORNO

Via dall’Afghanistan, subito!

CAGLIARI: Il Consiglio Regionale ha approvato un ordine del giorno nel quale si chiede il ritiro delle truppe impegnate nella missione militare.

Il Consiglio ha anche «valutato insostenibile l’ulteriore prosieguo della missione con il tributo di sangue che i nostri giovani hanno già pagato e continuerebbero pesantemente a pagare». Nell’ordine del giorno vengono anche ricordati tutti i sette militari sardi morti dal 2000 ad oggi nelle missioni militari all’estero: oltre a Sanna, Samuele Utzeri, Silvio Olla, Alessandro Pibiri, Matteo Mureddu, Mauro Gigli e Gianmarco Manca. Il documento, proposto da Psd’Az, Udc, Idv, Pd, Comunisti-Sinistra Sarda-Rosso Mori e Mpa, è stato approvato all’unanimità e ora verrà inviato al governo nazionale dal governatore Ugo Cappellacci.

luca_sannaIn apertura di seduta il presidente del Consiglio Claudia Lombardo ha commemorato il caporal maggiore Luca Sanna, «morto per difendere i valori della democrazia e per contrastare il terrorismo internazionale. Il consiglio regionale si stringe intorno alla famiglia, alla giovane moglie, ai genitori e alla sorella. Gli rendiamo omaggio e lo ringraziamo per la professionalità e per l’alto valore dei principi che lo hanno spinto a servire la patria. L’abnegazione che ha contraddistinto la sua vita professionale sarà ricordata per sempre da tutti i sardi.

I lavori del Consiglio sono stati sospesi per 5 minuti in segno di lutto.

(Fonte:LaNuova-da rass.stampa Prov.Nu) foto da internet

Beni culturali, contestati i piani del ministero

Nella programmazione del prossimo triennio il Nuorese starà fuori dalla spartizione della dotazione finanziaria destinata alle opere di salvaguardia recupero e valorizzazione dei patrimoni storico culturali messa in campo dal Ministero dei beni culturali.

SINDACO DI GALTELLI' E CONSIGLIERE PROVINCIALE

SINDACO DI GALTELLI' E CONSIGLIERE PROVINCIALE

Da questo elenco infatti la provincia di Nuoro risulta totalmente esclusa. La denuncia e l’allarme arrivano dal sindaco di Galtellì, nonchè consigliere di maggioranza della Provincia (Pd), Renzo Soro. «Tutto questo – sottolinea il primo cittadino galtellinese – nonostante mi risulti che gli uffici della soprintendenza dei beni culturali di Sassari abbiano inoltrato specifiche richieste per interventi urgenti in diversi comuni del Nuorese: come Desulo, Dorgali, Bitti, Lodè, Orgosolo, Galtellì e altri. Dagli atti pubblicati si evince invece che diversi interventi sono programmati nelle cosiddette aree forti della Sardegna (Cagliari e Sassari in primis ndc) ma a Nuoro e al Nuorese neanche le briciole».

Una discriminazione che Renzo Soro definisce definisce «intollerabile alla luce anche delle importanti testimonianze storiche e artistiche che hanno necessità di urgenti interventi di recupero e restauro».

Da qui il suo appello alla Regione:

«Confido che almeno nella programmazione regionale venga sanata questa palese discriminazione di un territorio che sembra privo di rappresentati in seno al parlamento italiano. Il nostro territorio, per le note difficoltà economiche che sta vivendo da troppo tempo, potrà infatti invertire la rotta soprattutto promuovendo altri modelli di sviluppo, Uno tra i più importanti è appunto quello che passa attraverso il recupero di beni culturali. Il mio paese, ma non solo – spiega Soro – sono esempi dove la valorizzazione del patrimonio storico e artistico sta comportando una evoluzione culturale, sociale ed economica». Insomma, se il parlamento (con deputati e senatori nuoresi inclusi) non ci pensa, allora che sia la Regione a farsi sentire.

(Fonte:La Nuova-da rass.stampa Prov.Nu-a.fontanesi)

ALLUVIONE A OROSEI (foto camedda)

ALLUVIONE A OROSEI (foto camedda)

Il Comune ha bandito la gara per l’affidamento della progettazione preliminare dell’intervento per la sistemazione idrogeologica a protezione dell’abitato con finanziamento regionale dopo l’alluvione del 2008.

L’importo complessivo è di un milione di euro di cui circa 632 mila e 400 a base d’asta copriranno l’opera in bando. Intervento individuato come prioritario dall’ufficio tecnico comunale è il completamento della messa in sicurezza del ciglione di Gollai e la nuova canalizzazione delle acque piovane del rione alto. Il tempo previsto per l’espletamento dell’incarico (95 mila euro) è di 30 giorni per il progetto preliminare, 45 per il definitivo e altri 30 per l’esecutivo.

Il termine di presentazione delle offerte è per le 12 dell’8 febbraio.

(Fonte:LaNuova-da rass.stampa Prov.Nu-a.fontanesi.)

“Per molti l’Africa non è il posto giusto dove nascere, le mamme partoriscono in condizioni inadeguate e i bambini hanno il futuro segnato”:

africa

lo ricorda World Friends lanciando la seconda fase della campagna “Nati nel posto giusto“. Con una donazione di 10 euro effettuata su www.world-friends.it si raccolgono fondi per sostenere il Reparto Maternità del Neema Hospital di Nairobi,Kenya, che aprirà il prossimo febbraio. Circa 2500 donne,ogni anno, saranno assistite prima, durante e dopo il parto da personale qualificato. I neonati saranno visitati periodicamente sino al termine del ciclo vaccinale.

Info su:

http//www.world-friends.it

(Fonte:Televideo.Rai.it -17/01/2011)-foto da internet

Ma il sindaco rifiuta il ruolo di agnello sacrificale per il paese

Scuola-elementare Il ridimensionamento scolastico deciso dal governo, che dall’anno prossimo dovrebbe entrare a regime nell’isola con tagli di direzioni e plessi scolastici, in provincia potrebbe «evitato» con un unico sacrificio: il taglio di una direzione didattica ad Orosei.

Qui, al posto delle attuali direzioni, che accorpano elementari e scuole dell’infanzia, e presidenza della scuola media inferiore, si creerebbe un unico istituto comprensivo. Questo almeno, interpretando le linee guida della Regione sul disegno ministeriale di riordino scolastico. Linee guida che in sostanza consentirebbero di salvare lo statu quo esistente praticamente in tutti i comprensori della provincia economizzando solo dove, come nel caso di Orosei, esistono situazioni scolastiche accorpabili forse più per motivi logistici che per interesse didattico.

Una soluzione che comunque consentirebbe di congelare per almeno altri due anni diverse altre situazioni a rischio, soprattutto per la carenza di iscritti e alunni frequentanti, in piccoli centri. Tra questi soprattutto i casi di Torpè e Posada. A fare da «agnello sacrificale», insomma mettendo posto i conti provinciali perchè risulterebbe appunto l’unico paese del Nuorese a rischio taglio, rimarrebbe solo Orosei. Ed è proprio qui, nella sede dell’Unione dei Comuni Valle de Cedrino, che ieri mattina l’assessore provinciale Giovanna Ticca ha discusso dell’ipotesi con i sindaci del distretto della Baronia (da Siniscola a Ororei passando per i paesi della Valle del Cedrino più Lodè, Torpè e Posada) e gli attuali direttori didattici e dirigenti delle scuole di primo grado del territorio.

Il sindaco di Orosei Gino Derosas

Il sindaco di Orosei Gino Derosas

Comprensibile l’imbarazzo del padrone di casa, il sindaco di Orosei Gino Derosas, chiamato davanti ad una platea così interessata ad esprimere un parere su un progetto che danneggerebbe solo il suo paese.

«Non voglio passare per chi difende il proprio campanile a prescindere – è stato alla fine il suo commento – ma certo non posso dirmi nè contento nè d’accordo con questa ipotesi formulata dalla Regione. La mia posizione rimane quella espressa congiuntamente con gli altri colleghi nella precedente riunione sull’argomento: noi chiediamo il mantenimento dell’attuale status quo in tutta la provincia. Poi se da altri piani di deciderà diversamente noi non potremmo che prenderne atto. Ma di certo non sarà con il nostro benestare e ognuno si assumerà le propria responsabilità politiche».

Orosei insomma non si taglia le mani da sola e chiede alla Provincia di continuare con il fronte comune le rivendicazioni verso la Regione nel campo delle autonomie scolastiche.

(Fonte:La Nuova-da rass.stampa Prov.Nu-a.fontanesi)-foto camedda

forzacagliari

CAGLIARI 3 – PALERMO 1

Seconda vittoria consecutiva  e convincente

del Cagliari che batte  3-1 il Palermo.

DONADONI allenatore del Cagliari

ROBERTO DONADONI allenatore del Cagliari

I rossoblu progrediscono che si dimostrano tenaci, freschi, compatti e brillanti atleticamente, sono riusciti a surclassare un Palermo insidioso soltanto nella prima parte del primo tempo. Ottimo  Nenè che prende il ruolo di Cossu. Padroni del campo Biondini e Nainggolan. Una difesa saracinesca esclusa l’occasione del goal del Palermo segnato da Pastore.  Un collettivo mai domo e sempre arrembante.

Apre le marcature Matri nel primo tempo e ad inizio ripresa, il raddoppio su autorete di Nocerino che spediva alle spalle di Sirigu. Poi  Pastore con un gran tiro supera Agazzi. Chiude le segnature Biondini che con un tiro da fuori, deviato da Andelkovic, finiva in rete.

I rossoblu sono ora  a quota 26

Matri sale a 9 goals

Il Cagliari è 9° in classifica

Marco Camedda

asilo-gollai

Encomiabile  iniziativa quella della Leva 1980 che chiusa la  festa per  i trent’anni, con le somme rimaste dalla loro gestione dei festeggiamenti, ha donato alle ore 11 di sabato 15 gennaio scorso tanti giocattoli al dirigente didattico Pietro Floris per i bambini della scuola materna di Gollai.

giocattoloQuesto bel gesto apprezzato da tutti  per primi i bambini della scuola materna di Via Kennedy ha lasciato soddisfatto ovviamente il dirigente Pietro Floris che ha commentato «È un gesto civico notevole». I ragazzi della Leva 80 in effetti i soldi residui che sono rimasti dalle spese per le loro varie inizative e feste di un anno  hanno preferito devolverli in questo nobile modo  acquistando i giocattoli e regalandoli  ai  i bimbi.

A mio modesto parere un’iniziativa certamente da copiare e ripetere altre volte!

Marco Camedda

(Informazioni tratte da un’articolo dell’Unione Sarda-so. me. )

"MURTU" (STRIZZATO)

"MURTU" (STRIZZATO)

Studio Cgia, i piu’ ‘esosi’ cinque comuni del Lazio

Le tasse locali pesano su ciascun italiano per 1.233 euro e i Comuni capoluogo piu’ ”essi”, secondo una ricerca della Cgia di Mestre, sono quelli laziali, che occupano i primi cinque posti della classifica nazionale riferita al 2010. Al top della graduatoria Rieti, con una pressione tributaria locale pro capite pari a 1.934 euro; seguono Latina, con 1.899 euro e Frosinone, con 1.823 euro. A seguire Viterbo, con 1.803 euro e Roma, con 1.758 euro.

Fonte:  (ANSA) – VENEZIA, 15 GEN (vignetta da internet)