Grande partecipazione ai seminari

che hanno animato il paese nel weekend

La tutela delle minoranze unisce ricercatori, studenti ed esperti 

Si è rivelato un successo l’evento EuroNetLang (European network of language minorities), diretto a promuovere la cooperazione tra comuni europei sul tema delle minoranze linguistiche.

Orosei è stata la prima piattaforma di riferimento dove esperti operatori linguistici e culturali di diversi comuni europei hanno condiviso esperienze, buone pratiche, idee progettuali e di valorizzazione delle lingue minoritarie e hanno fornito modelli replicabili in ambito europeo.

La manifestazione si è svolta all’insegna dell’intercultura con seminari, workshop, dibattiti e laboratori culturali di cui sono stati protagonisti amministratori locali, operatori ed esperti linguistici, scuole, associazioni e cittadini. Inutile sottolineare che l’entusiasmo era al top tra organizzatori, ospiti e in genere nel mondo culturale oroseino.

Ovviamente il Comune ritiene EuroNetLang un vero e proprio fiore all’occhiello. «Siamo rimasti tutti molto soddisfatti», spiega l’assessore comunale alla Cultura Daniela Contu. «L’ente capofila del progetto, la Legautonomie, e il Comune di Orosei hanno curato in ogni minimo dettaglio l’evento che ha positivamente colpito i partner, italiani e stranieri. Prezioso il contributo delle associazioni che hanno creato una meravigliosa cornice artistica e folkloristica».

A Orosei si è conclusa la prima tappa del progetto per il quale sono previsti altri tre appuntamenti, uno in Italia e due in altri Stati dell’Unione europea. Il centro della Baronia e la sua amministrazione comunale sono dunque partecipi di un evento a livello continentale e depositari di un’esperienza assai importante.

(DA: L’Unione Sarda- Agostina Dessena- 30 ott 2012)