Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Giugno 2013

Al sicuro dalla paura, al sicuro dalla violenza”

è il tema dell’incontro organizzato alla Biblioteca Satta per il 2 luglio, ore 18.30, dall’associazione Rete rosa e dal consorzio Satta.

Introduce la scrittrice Michela Murgia. Intervengono Barbara Spinelli, avvocato ed esponente dei Giuristi democratici, la giornalista del Manifesto Luisa Betti e Luisanna Porcu, presidente di Rete Rosa di Nuoro e socia dell’associazione nazionale Dire, coinvolta nell’organizzazione.

Si parlerà di femminicidio e dei centri antiviolenza a sostegno delle donne.

**DA:L’Unione Sarda-28 giu 2013**

Il MAN_Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, comunica che il 30 giugno, ultima domenica del mese, l’entrata al museo sarà gratuita.

Sarà possibile visitare le mostre:

-L’INVENZIONE DELLA SARDEGNA-

(Pittura dalle collezioni del MAN e del Mus’A_1900-1950)

-LA BIBLIOTECA FANTASTICA-

Si ricorda inoltre che per tutto il periodo estivo il MAN

seguirà il seguente orario di apertura al pubblico:

dal martedì alla domenica

 10:00/13:0015:00/20:00

DOMENICA 30 GIUGNO:

>> ENTRATA GRATUITA <<

**DA: comunicato Museo Man-28 giu 2013**

Seicento ore per formare 15 giovani disoccupati e inserirli nel settore lapideo di Orosei che continua a crescere nonostante la pesante crisi economica.

L’iniziativa è della Provincia. «Nell’ambito del piano annuale di formazione professionale – spiega il presidente della commissione Lavoro, Renzo Soro – era stato programmato un corso di formazione per disoccupati e inoccupati finalizzato a formare giovani da inserire come addetti alla trasformazione di blocchi di materiali lapidei.

Una opportunità importante per i giovani del territorio che potranno più facilmente trovare sbocco occupativo in un settore che grazie alle alte capacità manageriali degli imprenditori garantisce un livello occupazionale tra i più significativi dell’Isola».

Le domande vanno inviate entro il 23 luglio alla Scuola edile nuorese, via Donatori di sangue 6/8 a Nuoro.

**DA: L’Unione Sarda-28 giu 2013**

>Scheda di adesione<

**DA: sito istituzionale Comune di Loculi**

Sotto: La Biblioteca Comunale di Galtellì (NU)

GALTELLÌ: l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda-ago 2010)

GALTELLÌ: l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda-ago 2010)

La biblioteca comunale “Don G. Cosseddu”

a partire da giovedì 27 giugno 2013 sino al 31 agosto 2013

effettuerà il seguente orario di apertura :

LUNEDÌ, GIOVEDÌ, VENERDÌ: ore 9.00-13.00

MARTEDÌ: ore 15.30-19.30

MERCOLEDÌ: 9.00-13.00/ 15.30-19.30

============

**DA: sito istituzionale Comune di Galtellì-25 giu 2013**

 Il progetto voluto dall’assessore all’Ambiente Luca Lapia coinvolge un centinaio di cittadini, in oltre venticinque macro aree distribuite nei vari quartieri.

Commercianti e cittadini in sinergia con l’amministrazione si stanno prendendo cura degli spazi verdi mettendo a dimora piante e fiori.

GLI INTERVENTI Adottate dai privati tutte le fioriere del corso Garibaldi, ma anche gli spazi verdi di piazza San Giovanni e di via Pertini nella periferia cittadina. All’opera anche i dipendenti della Prefettura che in via Deffenu si occupano di alcuni spazi verdi. «Si tratta di un percorso partito nei mesi scorsi con il dialogo con gli abitanti delle varie aree della città che si sta rivelando decisamente fruttuoso – dice Lapia – è un esempio concreto di partecipazione attiva che sta responsabilizzando tanti operatori uniti dal comune obiettivo della valorizzazione delle aree dove vivono e lavorano in un’ottica di decoro urbano e di riappropriazione degli spazi».

COSTO ZERO L’intervento ha ancora più valore e importanza in questa fase di risorse scarse o davvero limitate da parte dell’amministrazione comunale che si è trovata così a chiedere aiuto ai cittadini facendo leva sul loro buon senso e sullo spirito di servizio. In pratica il Comune mette a disposizione l’acqua per innaffiare gli spazi, al resto ci pensa la gente.

I PROTAGONISTI Per notare uno dei tanti esempi virtuosi basta andare nella zona di piazza Italia, all’angolo con via Ballero. Il titolare del distributore di benzina, Antioco Murru, ha trasformato pochi metri quadri in un vero giardino mettendo a dimora piante endemiche e aromatiche e piccoli alberi da frutto. «Per me è stato solo un piacere potermi curare di questo spazio che si trova accanto al mio luogo di lavoro», dice il titolare del distributore dal pollice verde, noto in città con il nome di “Barcellona”. «È rilassante e gratificante tenerlo in ordine e inoltre restituisce decoro e bellezza a uno spazio che altrimenti sarebbe diventato una discarica o qualcosa di simile».

**DA: L’Unione Sarda-Luca Urgu-26 giu 2013**

UNA MIA NOTA:

Ho sempre pensato e detto che copiare o rifarsi ad un brutto esempio non si deve MAI fare! Ma quando i nostri comportamenti e azioni si rifanno ad esempi come quello descritto dal bravo giornalista di quest’articolo e attuati dai sensibili cittadini fra cui  il sig. Antioco Murru i quali hanno adottato e/o creato uno spazio verde di fronte alla propria attività e/o abitazione, anche chi legge si rilassa e viene gratificato da questo atto  di civiltà e altruismo.

Ci guadagna prima di tutto chi, da volontario, lo mette in essere e poi tutto l’ambiente che lo circonda fino a trovare il prossimo spazio verde , curato da un altra o gruppo di persone che restituiscono decoro a Nuoro e comunque a qualunque città dove questa azione viene perpetuata.  Credo che chiunque di noi debba curare il verde privato e pubblico adiacente alla propria abitazione e/o attività ottenendo il risultato di  esaserne gratificato e rendere il paese o città più a misura d’uomo e dimostrando un grande esempio di educazione civica.

Con i tempi che stiamo attraversando una ventata di serenità nell’osservare questo arredo urbano, peraltro a costo zero per l’amministrazione comunale,  non può che far bene alla vista e allo spirito e, anche se solo per un momento, ci allontana dai pensieri preoccupati che in questo periodo prolificano.

SENZA DUBBIO…

UN ESEMPIO DA IMITARE

…ANCHE DA SUBITO!

Un caro saluto,

Marco Camedda

 

Saranno i detenuti di Badu e’ Carros

i protagonisti dello spettacolo teatrale che si terrà domani, 27 giugno alle 18,00, nel carcere nuorese.

Grazie ad un progetto realizzato dal servizio Operatori di Strada dell’assessorato ai Servizi Sociali insieme alla direzione di Badu ‘e Carros e ai responsabili dell’area trattamentale, i detenuti dell’area “sicurezza 3” metteranno in scena la trilogia del consenso di Harold Pinter: un modo per rafforzare e costruire attraverso la forma di comunicazione del teatro, un legame continuo fra il mondo esterno e quello interno al carcere.

Da gennaio scorso l’Operatore di Strada Pietro Era, regista della rappresentazione, ha lavorato all’interno della struttura carceraria con i detenuti, introducendoli al mondo del teatro e trasformandoli in attori.

La rappresentazione di domani sarà il culmine di un percorso educativo realizzato in collaborazione tra il Comune di Nuoro, la direzione del Carcere e l’area trattamentale.

**DA: comunicato Comune di Nuoro- 26 giu 2013**

La Asl assisterà le donne

vittima di violenza e stalking.

Vincitrice di un concorso indetto dal dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, l’azienda sanitaria nuorese ha istituito un gruppo di lavoro che ha seguito un corso di formazione ad hoc e formulato un protocollo operativo.

Venticinque operatori, tra sanitari e rappresentanti delle forze dell’ordine (polizia e carabinieri), ora sono in grado di gestire con cognizione di causa la prima assistenza di carattere sanitario, l’ascolto della vittima, l’individuazione di fattori a rischio e lo studio della normativa vigente e delle procedure necessarie alla presa in carico in ambito socio-sanitario e di primo soccorso.

L’iniziativa sarà presentata domani a partire dalle 9 nell’auditorium della Biblioteca Satta, in occasione del convegno sul tema “La Asl di Nuoro: una squadra sensibile alla violenza di genere”.

Il responsabile scientifico dell’evento è il medico Stefano Sau, direttore dell’unità operativa di Pronto soccorso dell’ospedale San Francesco di Nuoro e del Dipartimento emergenza urgenza: quest’ultimo è la porta di accesso ai servizi sanitari e costituisce un punto fondamentale per osservare i fenomeni di violenza in genere (donne, minori, anziani), in un ambiente riservato, alla presenza di professionalità specifiche in particolare della figura dello psicologo.

Proprio dal Pronto soccorso comincerà dunque il percorso di assistenza e cura alle donne vittime di violenza, un fenomeno ancora in parte sommerso ma che anche nel Nuorese assume i connotati di una vera e propria emergenza sociale.

**DA: L’Unione Sarda-25 giu 2013**

Istat: solo 2500 abitanti in più nel 2012

(In Italia 59,6 mln di residenti)

I residenti sardi sono aumentati dello 0,2% (contro una media nazionale del +0,5%) portandosi al 31 dicembre dell’anno appena trascorso a 1.640.379 residenti, distribuiti in 710.828 famiglie e 844 residenze.

VECCHIO SARDO:una mia grafica (china su cartoncino) del 1983

Sono i dati contenuti nel bilancio demografico regionale pubblicato dall’Istat e relativo al 2012, da gennaio a dicembre. Rielaborato per noi dal Centro Studi L’Unione Sarda, che in un report dedicato fotografa la situazione provincia per provincia.

I DATI – Il saldo positivo è legato esclusivamente ai movimenti migratori internazionali considerato che il saldo naturale è negativo mentre è positivo il saldo migratorio estero. Questo dato indica, spiega il Centro Studi, che la nostra terra non è molto attrattiva: il tasso migratorio totale è di 3,5 nuovi iscritti nelle anagrafi comunali ogni mille abitanti, poco più della metà del valore rilevato mediamente in Italia (6,2) e se si considerano solo i movimenti migratori interni (tra regioni italiane) si osserva un tasso negativo, il che significa che sono più i sardi che si trasferiscono fuori regione degli italiani che scelgono di risiedere nell’Isola.

Anche il tasso migratorio estero seppur positivo è decisamente inferiore a quello medio nazionale, rispettivamente 1,7 per la Sardegna e 4,1 per l’Italia, mentre nel Lazio si arriva a 8,1.

I TASSI DEMOGRAFICI – I tassi demografici riferiscono, per la Sardegna, di una limitata propensione a fare figli, il tasso di natalità è infatti di 7,6 nascite ogni 1000 residenti contro una media nazionale di 9. Solo la Liguria e il Molise hanno dei tassi di natalità inferiori al nostro (7,4 nati ogni mille residenti per entrambi).

MA NELL’ISOLA SI MUORE MENO – Anche il tasso di mortalità è inferiore alla media nazionale, indice di longevità della popolazione: 9,5 decessi ogni mille abitanti, a fronte di una media italiana di 10,3.

In Trentino, Campania e Puglia il tasso di mortalità è inferiore al nostro.

**DA: L’Unione Sarda.it-25 giu 2013**

“Un nuovo, importante passo avanti verso la realizzazione del nuovo palazzetto dello sport, un’opera importante per la città e per il territorio attesa da tempo che sta imboccando una strada decisa verso il suo compimento”.

Così ha dichiarato l’assessore Leonardo Moro, che non nasconde la soddisfazione per le novità sul “progetto Palazzetto dello Sport”.

Sul suo tavolo, su quello del collega ai Lavori Pubblici Angelo Serusi e del sindaco Alessandro Bianchi, è arrivata la lettera del Coni nazionale, chiamato ad esprimersi sul progetto: parere positivo. “Un via libera che permette di proseguire nell’iter di realizzazione del nuovo Palazzetto, il cui appalto-concorso è stato aggiudicato nel dicembre del 2012.”

L’assessore Serusi spiega. “È certamente un progetto complesso, sia per la natura dell’opera che per la sua rilevanza ma gli uffici del settore Lavori Pubblici stanno lavorando con velocità ed efficacia, in continuo contatto con tutti i soggetti che a vario titolo hanno competenza sull’iter. I 9.000.000 di euro del finanziamento – conclude Serusi – doteranno il Nuorese di una struttura moderna e funzionale per diverse attività sportive, a servizio non solo della città capoluogo, ma di tutto il territorio provinciale con quale è indispensabile e doveroso proseguire nei rapporti di collaborazione reciproca, rafforzando i legami a difesa di interessi e aspettative comuni” .

IL PROGETTO:

Gli ottomila metri quadri del nuovo Palazzetto di Sa Tanca e S ‘Ena, potranno ospitare circa 2000 persone per manifestazione sportive di diverso tipo, eventi culturali, concerti e spettacoli. Inoltre ci sarà un centro di medicina sportiva, due palestre attrezzate, alcuni locali commerciali e un punto di ristoro. La piazza antistante l’ingresso potrà essere utilizzata come spazio espositivo per eventi di carattere particolare. L’amministrazione ha voluto realizzare una struttura capace di soddisfare non solo le esigenze della città di Nuoro ma quelle del territorio. Dal punto di vista energetico, il nuovo palazzetto – il cui progetto preliminare è stato realizzato da settore Lavori Pubblici del Comune – utilizzerà i pannelli fotovoltaici e un impianto di microeolico.

**DA: comunicato del Comune di Nuoro-20 giu 2013**

ASSOCIATA AL FESTIVA CANORO
SI TERRA’ UNA LOTTERIA

Da 9 anni, l’Associazione volontari Croce Bianca di Orosei organizza il Festival Canoro che nel 2013 arriva alla 9° edizione e finalizzato alla raccolta fondi da destinare come segue:

- alle spese di gestione (acquisto e manutenzione mezzi-carburante- materiale medico-sanitario- assicurazione soci e mezzi) che la nostra associazione deve quotidianamente sostenere per rendere sempre più efficace e capillare il nostro servizio che consiste nel trasporto per visite, ricoveri, rientri ospedalieri di pazienti impossibilitati al trasporto in auto e nel supporto sanitario nelle manifestazioni sportive, religiose, musicali che si svolgono nell’arco dell’anno a Orosei;

- all’acquisto di mezzi di protezione civile che saranno destinati nelle emergenze idrogeologiche e nel salvamento a mare.

Il festival, che si terrà il 14 agosto in piazza del Popolo, sarà preceduto dalla vendita dei biglietti di una lotteria.

Chi intende partecipare al Festival può  iscriversi presso la nostra sede il martedì dalle ore 20 in poi oppure possono chiamare o inviare un messaggio ai seguenti numeri:

PER MOTIVI LEGATI ALLA PREPARAZIONE

DEI PARTECIPANTI LE  ADESIONI DEVONO PERVENIRE

ENTRO IL 20 LUGLIO!

Toni: 3409198806

Pina: 3335759983

Croce Bianca: 3493032474

 

**DA: comunicato Croce Bianca-Protezione Civile-13 giu 2013**

(copertina provvisoria-la definitiva è in allestimento)

Come ho promesso ogni tanto introduco come post un commento ricevuto da parte di cari lettrici o  lettori e , in questo caso da  Annamaria  (da poco  lettrice affezionata del blog) che scrive una sua considerazione, che ho letto e riletto con piacere, sul fenomeno-piaga sociale del bullismo alimentato da  un uso negativo che ” i bulli” fanno della rete internet e…nonsolo!

Annamaria ha descritto in modo sintetico ed esaustivo come lei vede le radici e radicamento del bullismo in una analisi realistica in cui non mancano i riferimenti a dotti filosofi e scrittori del passato come Socrate, Seneca. Voltaire e De Amicis. Ma non mancano i “consigli” su come evitare che nasca o si propaghi questa piaga deleteria menzionando i ruoli di famiglia, scuola e società.

Marco Camedda

Testo integrale del Commento

“Dedico questo breve commento all’owner, Marco Camedda, che con tanto amore e dedizione, si interessa al sociale ed alla sua terra.

A proposito di bullismo e dintorni…

Bullismo “…generalizzato, frutto di una società malata alle radici, una sorta di male di vivere! Pesante eredità di…famiglia, scuola, realtà sociali, spesso dai contorni indefiniti, figlie dell’era computerizzata…Internet, il grande fratello!

In un’analisi…antropologica, psicologica, genetica e religiosa e mi piace insistere su una…distinzione tra imbecilli superficiali e imbecilli profondi: scelta ineluttabile, non esistono gli uni senza gli altri! Aggiungo pure che…la più pericolosa sorta di stupidità è spesso un’acuta intelligenza, che esce dagli schemi…difficile dunque distinguere quindi… la follia dalla pseudo pazzia, sinderesi, ovvero controllo di sé o coscienza e distinzione tra Bene e Male.

E’ dimostrato che in molti, non ne percepiscono la differenza, Bene e Male si compenetrano, diventano banalità…infatti si parla di…banalità del male! Labirinto psicologico, metamorfosi kafkiana di difficile soluzione! E si diventa vittime sacrificali…di ogni tipo di intolleranza: religiosa, politica, sociale…semplicemente umana! Nota vittima dell’intolleranza, nell’antichità, fu Socrate, accusato di educare i giovani, con massime contrarie al governo e alla religione, tanto che si diede la morte con la cicuta. Fu poi rivalutato e gli si dedicò un tempio, a ricordo di ogni forma di intolleranza! Oggi, impera la cultura della violenza verbale, politica, quotidiana…sulla strada come nella scuola, in famiglia come in televisione! Con Internet che diventa per eccellenza , se mal usato, il Cattivo Maestro!

Diventa impellente “ri-costruire” una Persona, nell’essenza e nei “fondamentali” morali, libera fisicamente, psicologicamente ed intellettualmente ed allo stesso tempo guidata da mani sagge, autorevoli, che sono…i pilastri della società: famiglia, scuola che permetteranno di entrare in una…società civile .Le pagelle di 70anni fa, non secoli, portavano una voce di valutazione.” Educazione morale, civile e fisica”. Dai fondamentali…al “senso” morale, religioso, al “senso” dell’ambiente e rispetto per la natura…che se mancano decretano il vuoto dell’anima e fallimento! Sono altresì necessari…esempi costruttivi…senza i quali si avranno solo cattivi cittadini! Riassumendo: la prima educazione avviene in famiglia con amore, rispetto, dialogo, qualche salutare ceffone e qualche castigo…persuasione e carisma…anche solo di un genitore…di questi tempi…troppi sono i figli di separati!

Stesso modus operandi prosegue nella scuola, sulle basi create in famiglia: non si può addebitare alla scuola, ciò che manca nella famiglia! Il docente deve partire, in primis, dall’amore per l’insegnamento…e per i ragazzi, un insegnante capace, saprà trasferire la sua …umanità, nel rispetto delle regole… diversamente non ci sarà nessun percorso di crescita! Semplice regola della psicologia. Altra chiave di volta…incentivare la creatività, l’ingegnosità, il talento. Non importa quale, non importa se sarà…un buon muratore o un buon chirurgo, ma avrà scelto la sua strada…secondo il suo istinto. Insegnare la tolleranza…oggi in particolare…gli allievi sono in contatto, come mai, con diverse culture, religioni …quindi possono diversificarsi, confrontarsi, farsi opinioni personali.

Anche se…Voltaire, pur avendo scritto un “Trattato sulla tolleranza”…e sono d’accordo con lui, si chiede se…la tolleranza…sia sempre cosa giusta! e, vengo alle battute finali ( finalmente…) riprendiamoci il senso….del pudore perduto e il “senso” della religiosità perduta, il senso del Bello, del Brutto…tutte queste mancanze…portano a…devianze! De Amicis scriveva… l’educazione di un popolo si giudica anche dal comportamento che un popolo usa per la strada…GRANDE…..Esopo scriveva….” Non si possono biasimare i fanciulli pigri, quando a renderli tali è l’educazione dei genitori.”

E…finisco con una frase a me cara….rivolta ai docenti, di Seneca: “ Gli uomini mentre insegnano, imparano.” Ergo…insegnano al meglio!

…Annamaria

NUORO: Zona industriale di Pratosardo

NUORO: Zona industriale di Pratosardo (foto camedda-aprile 2010)

Martedì 25 giugno 2013 alle ore 10.30

Seminario di animazione bando – Progetti di Filiera e di Sviluppo Locale, presso il CESP – Borgo dei Mestieri a Pratosardo. Saranno presenti i responsabili del Centro Regionale di Programmazione e del Bic Sardegna.

In collaborazione tra la Regione Sardegna e l’Amministrazione comunale di Nuoro si terrà martedì 25 giugno 2013, a partire dalle ore 10.30, presso la sede del C.E.S.P. – Borgo dei Mestieri (lotto 21, Prato Sardo), il Seminario di Animazione Locale per la presentazione del Bando Progetti di Filiera e di Sviluppo Locale per l’Area di Crisi “Sardegna Centrale”.

Saranno presenti i funzionari del Centro Regionale di Programmazione e del Bic Sardegna che illustreranno il bando PFSL e le modalità di partecipazione e risponderanno alle domande delle imprese interessate.

E’ fortemente auspicata la partecipazione di tutti gli operatori di Prato Sardo, di tutte le imprese attive e di nuova costituzione operanti nei 50 Comuni interessati al bando e delle Associazioni di Categoria.

Per favorire una adeguata informazione e supporto il comune di Nuoro ha attivato presso il Centro Servizi Europa di Via Manzoni, 83 a Nuoro, uno Sportello ad hoc che opera tutti i giorni, sabato e domenica esclusi, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, e nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-24 giu 2013**

 Martedì 25 giugno 2013, alle ore 18:30,

nel giardino del Museo Deleddiano.

Martedì 25 giugno 2013, alle ore 18:30, nel giardino del Museo Deleddiano/Casa Natale di Grazia Deledda a Nuoro, si terrà il seminario sull’economia della creatività, FARE CULTURA A NUORO.

Dibatteranno sul tema: Sandro Bianchi (sindaco di Nuoro), Agostino Cicalo’ (presidente della Camera di Commercio), Antonello Cuccu (Ilisso Edizioni), Domenico D’Orsogna (direttore Deca master), Lorenzo Giusti (direttore museo Man), Franco Mannoni (Fondazione Banco di Sardegna), Giancarlo Porcu (Casa editrice Il Maestrale), Maria Giovanna Serusi (Isola delle storie), Bruno Murgia (presidente dell’ISRE) e Paolo Piquereddu (direttore dell’ISRE).

Museo Deleddiano/Casa Natale di Grazia Deledda

via Grazia Deledda, 42 – Nuoro Tel. 0784 / 258088

INFO:

Istituto Superiore Regionale Etnografico

Via Papandrea, 6 Nuoro

Tel. 0784 242900 0784 / 242951

**DA:comunicato ISRE-24 giu 2013**

L’assessore all’Ambiente Luca Lapia rende noto che nei i giorni 24, 25 e 26 Giugno nella via Deffenu, Piazza Indipendenza ed in Piazza Italia verranno operati degli interventi sulle alberature per la lotta alla cocciniglia nidularia pulvinata, insetto che può condurre alla morte dei lecci infestati.

Tale intervento nasce dalla collaborazione con la Università di Sassari, Dipartimento di Agraria e con il Corso di Scienze Forestali di Nuoro, in particolare con il prof. Pietro Luciano e si rende operativo grazie all’interessamento e all’intervento del Servizio Disinfestazione del settore Ambiente della Provincia di Nuoro e la Polizia Municipale, a cui rivolgo un sentito ringraziamento per il fattivo contributo e per la disponibilità.

L’intervento si realizzerà secondo il seguente calendario

• 24 Giugno 2013: tratto da Piazza Melis a Via Deffenu 93 (entrambi i lati della strada);

• 25 Giugno 2013: tratto da Via Deffenu 91 a Via Deffenu 31 (entrambi i lati della strada);

• 26 Giugno 2013: tratto da Via Deffenu 27 a Via Deffenu 1 (entrambi i lati della strada) e Piazza Indipendenza (parte prospiciente la via Deffenu) e comporterà l’irrorazione di tronchi e chiome dei lecci per mezzo di naspi e atomizzatori con olio minerale bianco fortemente diluito in acqua. Verrà ripetuto nelle date del 15, 16 e 17 Luglio sempre secondo le stesse modalità e secondo lo stesso calendario.

Si chiede pertanto comprensione per i disagi che potrebbero creare i divieti di sosta nelle vie sopra elencate e la collaborazione dei cittadini affinché le operazioni possano essere condotte nella maniera più veloce ed efficace possibile. I prodotti utilizzati, ammessi anche in agricoltura biologica, presentano bassissima tossicità; si chiede comunque di tenere le finestre chiuse e possibilmente non stendere panni nella fascia oraria fra le 7 e le 9.30 in cui sarà al lavoro il personale del Centro Provinciale Antinsetti della Provincia

**DA: comunicato Comune di Nuoro-22 giu 2013**

Il Servizio Pubblica Istruzione

del Comune di Nuoro comunica che:

il giorno 24.06.2013 saranno aperti i termini per la presentazione delle domande per usufruire del servizio scuolabus e degli abbonamenti A.T.P. per l’anno scolastico 2013/2014.

Il termine di presentazione delle domande, che devono essere redatte sull’apposito modulo, scadrà il 24/07/2013.

I moduli di domanda saranno disponibili all’ingresso del Palazzo Civico c/o la guardia giurata e sul sito Internet del Comune di Nuoro www.comune.nuoro.it

Per informazioni contattare l’Ufficio P.I.:

Tel. 0784-216721 /216841

-Sig.ra Salvatora Moledda – Sig.ra Graziella Mula

**DA: comunicato Comune di Nuoro-22 giu 2013**

L’INIZIATIVA,DEDICATA AI BAMBINI E AI GIOVANI

(6-30 ANNI) CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

CLICCA QUI’ SOTTO:

www.diabetesporttraining.it

Il 30 Giugno 2013-0re 21,30:

presentazione del primo evento del 2013 che è la proiezione del film ‘Una Questione d’Onore‘ del 1965 del regista Luigi Zampa, con Ugo Tognazzi, che ai nostri concittadini farà piacere rivedere, visto che è stato ambientato a Orosei.

Ricordiamo che chi voglia visitare il ‘Museo’ spontaneo CasaSoddu lo può fare tutte le sere dalle 18 alle 21:30 e su prenotazione telefonando a questi numeri: 329 7923022 o 347 4016467; nel Museo è stata aggiunta una sezione dedicata alle dee madri sarde e mediterranee inoltre è stata riprodotta la stele della Tomba di Giganti S’Ena eThomes a grandezza naturale.

**DA: comunicato Casa Soddu-21 giu 2013**

Il sindaco Alessandro Bianchi ha firmato una ordinanza con la quale dal 22/06/2013 al 15/10/2013, nella fascia oraria dalle ore 21.00 alle ore 06.00 dell’indomani, è vietato, al di fuori dei locali e delle superfici esterne di somministrazione regolarmente autorizzati, il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in aree pubbliche, quali strade, giardini, piazze e scalinate compresi nel perimetro della città delimitato da piazza Sardegna, via Trieste, via Ballero, Via La Solitudine, viale Ciusa, via Aspromonte, Piazza Asproni, piazza S. Maria della Neve, via Alagon, piazza Palestro, via D’Annunzio, Via Mons.Melas, Via Catte, Piazza Veneto, via Montale, Via Puglie, via M. Libertà, via Sardegna.

Clicca sotto:

-Testo ordinanza integrale (pdf)

-mappa col perimetro dell’area interessata (jpg)

=====================

**DA: comunicato Comune di Nuoro del 21 giu 2013**

 

**DA: comunicato ASL3-Nuoro-20 giu 2013**

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

1)-Premessa

la società sportiva “ A.M.O” Atletica Marina Orosei,in collaborazione con la FIDAL  comitato regionale sardo, organizza per il giorno 23 Giugno 2013 una manifestazione  podistica di corsa su strada da svolgersi nelle vie cittadine , denominata 9° Trofeo Bruno Nanni.

La gara si svolgerà su un circuito cittadino di metri 1600 da ripetersi 7 volte per gli uomini e 4 volte per le donne per un totale rispettivamente di mt 11200 e mt 6400.

Alla gara competitiva possono partecipare:

•Gli atleti delle categorie esordienti A-B-C Ragazzi , cadetti/e e allievi/e,juniores,promesse,seniores,amatori e master uomini e donna in base ai  regolamenti Fidal

• tutti coloro che non essendo tesserati FIDAL, sono tesserati con un ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e siano in possesso del certificato  medico di idoneità all’attività agonistica.

•Coloro che, anche se non in possesso di una tessera Fidal o non sono tesserati con un  ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, possono partecipare alla “gara  non competitiva”.

L’organizzazione declina ogni responsabilità

per quanto possa accadere ai partecipanti e accompagnatori.

2)Programma tecnico

Ore 17,00 Ritrovo giurie e atleti in piazza Sas Animas ad Orosei.

Ore 18,00 Partenza gara settore giovanile.

3)Per le premiazioni

-esordienti/e ragazzi/e cadetti/e verranno premiati/e i primi tre di categoria  maschile e femminile.

-Per le categorie: assoluti , (J-P-S) classifica unica saranno premiati i primi tre Uomini e Donne.

-Amatori,Master saranno premiati i primi tre per ogni fascia d’età

I premi consistono in:prodotti locali,trofei o altri premi offerti dagli sponsor.

A termine della gara sarà offerto il rinfresco a tutti i partecipanti:

Gli accompagnatori potranno partecipare al rinfresco con una quota di 6.00 Euro.

TUTTI I PARTECIPANTI RICEVERANNO UNA MAGLIETTA RICORDO

l’organizzazione declina ogni responsabilità per quanto possa accadere

ai partecipanti e accompagnatori alla manifestazione

Il Presidente:

Tonino Contu

==================================

**DA: comunicato AMO del 21 giu 2013**

2013-BOZZA PER RITRATTO DI FRANCESCO CIUSA

china su cartoncino dim 21×30

Cari saluti,

Marco Camedda

STAGIONE ALL’INSEGNA DELL’ALTALENA

Equatore e Atlantico fanno a pugni

Sara’ un’estate all’insegna dell’altalena: ondate di caldo torrido, come quella di questi giorni, si alterneranno a flussi di aria piu’ fresca, carica di nuvole e pioggia.

E’ la previsione del climatologo Giampiero Maracchi, direttore dell’Istituto di Biometereologia del Cnr di Firenze, che non si stupisce del grande caldo di questi giorni: “Sono anni che l’anticiclone dalla Libia ha sostituito quello delle Azzorre, che caratterizzava l’estate fino ai primi anni 2000.

Ora l’aria che arriva e’ quella caldissima dell’Equatore, che prima si fermava al Nordafrica e ora riesce a superare il Mediterraneo, arrivando talvolta persino a Mosca. Risultato: caldo dai 35 ai 40 gradi. E di ondate cosi’ ce ne saranno diverse durante l’estate”.

Ondate che saranno intervallate da “flussi di aria fredda dall’Atlantico, che porteranno pioggia. E’ un clima estremo, diverso da quello di venti anni fa, a cui purtroppo ci dobbiamo abituare”, spiega il climatologo. “Per di piu’ – aggiunge Maracchi – l’aria calda del deserto quando arriva da noi ha passato il Mediterraneo, quindi si e’ caricata anche di umidita’”.

**DA: TelevideoRai.it-18 giu 2013**

Musica e cinema: primo ciak a fine estate per

È partito il nuovo progetto cinematografico di Fabrizio Ferraro “Figure musicali in fuga” che nasce dall’incontro artistico con i musicisti Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura e il noto produttore musicale della ECM Manfred Eicher.

Una squadra che tutta insieme si misurerà con l’adattamento in chiave jazz e contemporanea delle fughe di Johann Sebastian Bach, esplorandone dimensione sonora e visiva. Dalle riprese, previste per la fine dell’estate, nascerà un disco a quattro mani con Paolo Fresu alla tromba e al flicorno e Daniele di Bonaventura al bandoneon e al clavicordo.

Il disco sarà prodotto dalla storica casa discografica tedesca ECM, fondata nel 1969 da Eicher, produttore tra gli altri di Keith Jarrett, Jan Garbarek, Chick Corea, Pat Metheny. L’intento di Ferraro è quello di reinterpretare, con il progetto che sta per partire, in chiave contemporanea una fuga di Bach, cercando di mettere in contatto la tradizione musicale barocca con la musica jazz. «Sto cercando di fare un film non sulla musica, ma nella musica, finalmente nel corpo musicale. La musica qui non sarà subalterna alle immagini, ma sarà la vera protagonista – spiega il regista –.

Il modo di suonare di Daniele di Bonaventura e Paolo Fresu ci pone immediatamente dinanzi ad una vera architettura del fare musica. Credo che il film possa mostrare insieme l’essenza della visione e della musica, quindi un paesaggio che si costruisce nel momento in cui si ascolta e si vede. Dalla fuga di Bach, dalla sua trascrizione e dal suo tradimento ha origine la scrittura del film».

Figure musicali in fuga sarà girato a Fermo nelle Marche, a Parigi e a Lugano, nella sala di incisione dell’auditorium della Radio Televisione Svizzera Italiana, dove ci sarà l’incontro dei tre protagonisti. Il film è prodotto da Run to me film in collaborazione con il Comune di Fermo, la Fondazione Marche Cinema Multimedia – Marche Film Commission e con il sostegno del programma “Media” dell’Unione Europea.

**DA: La Nuova-17 giu 2013**

Per mercoledì 26 giugno

dalle ore 16,30 alle ore 17,30

L’Assessore ai Servizi alla Persona invita tutti i Genitori che hanno i propri piccoli accolti alla frequenza dei nidi d’infanzia a partecipare all’incontro che si terrà , nella Sala convegni presso il Centro Polifunzionale in via Brigata Sassari.

Nell’incontro si avrà modo di presentare il Servizio educativo per i bambini e le bambine ed avere uno scambio in merito alla pubblicazione della graduatoria per la frequenza dei nidi comunali.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-19 giu 2013**

Il Parlamento europeo riconosce che è un handicap:

nuovi indirizzi sugli aiuti di Stato

L’Europa riconosce che l’insularità è un handicap e per la Sardegna si aprono nuovi scenari: la Regione potrà beneficiare di aiuti di Stato più generosi.

Questo il succo del documento del Parlamento europeo votato ieri mattina (6 giorni fa per chi legge-ndr) a Strasburgo: l’atto formale che detta una serie di indirizzi alla Commissione europea contiene un emendamento già proposto in commissione dall’europarlamentare sarda del Pd Francesca Barracciu. «Ho atteso con una certa ansia il pronunciamento», ha spiegato, «perché non era affatto scontato che il Parlamento confermasse il sì della commissione competente». Vale a dire il riconoscimento dell’insularità per la Sardegna, certificato dall’indirizzo che le Isole d’Europa devono essere beneficiarie degli aiuti di Stato.

«L’inserimento», ha spiegato la Barracciu, «tra i territori beneficiari di tale modalità di aiuti di Stato non è, infatti, automatico». Motivo: i regolamenti attuali prevedono che gli aiuti siano destinati alle regioni definite “meno sviluppate” con Pil inferiore al 75% della media Ue mentre la Sardegna, come è noto, appartiene alla categoria delle Regioni in transizione avendo un Pil superiore al 75% e inferiore al 90%.

Con il documento approvato dal Parlamento Europeo «si indirizza invece la Commissione Europea a includere da subito la Sardegna e le altre Regioni insulari, in quanto insulari, tra i beneficiari degli aiuti vitali per le imprese sottraendole così alla discrezionalità dei rispettivi Stati membri».

Altri due indirizzi importantissimi «raccomandano, per questo stesso motivo, l’innalzamento per i territori insulari dei massimali stabiliti dagli aiuti in regime di “de minimis”, per i settori dell’agricoltura, della pesca e dei trasporti. La misura è giustificata dalla necessità di sostenere le azioni delle isole nel recupero dei livelli di competitività rispetto alle regioni continentali».

«Il risultato», conclude Barracciu, «segna un punto decisivo in una battaglia per nulla semplice e fondamentale per il futuro della nostra regione e per accorciare le distanze tra i territori e le economie del nostro Paese»

Sul voto è intervenuto anche l’europarlamentare Giommaria Uggias (Idv): «Ho ritenuto doveroso richiamare l’attenzione sulla situazione delle regioni ultraperiferiche e scarsamente popolate così come delle regioni insulari. In presenza di tali circostanze gli aiuti di Stato devono infatti costituire un’adeguata compensazione per tenere conto della loro insularità, della distanza, delle difficoltà geografiche e climatiche. Dopo il voto di ieri auspico che il Consiglio regionale tenga conto degli importanti orientamenti adottati da Strasburgo, nell’interesse dei territori particolarmente svantaggiati per ragioni geografiche, come purtroppo accade per la Sardegna».

**DA: L’Unione Sarda- 13 giu 2013**