Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Luglio 2013

Storia improbabile di un’Isola che non c’è

Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena

Mercoledì 31 Luglio 2013 ore 21:00

Castello di Pontes in Località Pontes - Galtellì (NU)

 ARTISTI

Gianluca Medas – voce narrante

Andrea Congia – chitarra classica

L’Amministrazione Comunale di Galtellì e L’Associazione Figli d’Arte Medas vi aspettano oggi, Mercoledì 31 Luglio a Galtellì (NU) per l’appuntamento finale di due Storie della nostra Isola, la prima delle quali raccontata il 24 Luglio scorso sempre presso il caratteristico scorcio del Castello di Pontes,

L’incontro con i grandi e piccoli avvenimenti della nostra Terra si rinnoverà Mercoledì 31 Luglio 2013, quando ad essere rievocate presso il Castello di Pontes saranno le gesta (eroiche e non!) del Popolo sardo: un viaggio tra verità e fantasia per raccontare la Storia Improbabile di un’Isola che non c’è (ore 21:00).

Gli Artisti

Gianluca Medas

Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.

Andrea Congia

Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.

**DA: comunicato dei Figli d’Arte Medas-21 lug 2013**

UNA BREVE NOTA DEL SINDACO DI GALTELLI’

“Mi preme evidenziare il successo della prima serata del 24 luglio  scorso svoltasi nello splendido scenario dei resti ristrutturati del Castello di Pontes e pensata e voluta in occasione del centenario della pubblicazione del romanzo Canne al Vento di Grazia Deledda. 

Quello di stasera sarà il secondo e ultimo spettacolo che vedrà attori, narratori e musicisti i Figli d’Arte Medas che interpreteranno  un viaggio tra verità e fantasia che racconta la “Storia improbanile di un’Isola che non c’è”. Lo scenario notturno creerà suggestioni che si affiancheranno alle voci narranti dei bravi Figli d’arte Medas che si sono fatti molto apprezzare nella prima serata del 24 luglio.

Evidenzio la partecipazione del Centro Commerciale Naturale (Ccn), che a fine serata nel piazzale sottostante di ingresso preparerà dei piatti e del Coro Voches e Ammentos di Galtellì, guidato dal maestro Paolo Puggioni, che ci allieteranno con le loro voci in un contesto magico in notturna. E come la volta scorsa interpreteranno brani del loro vasto repertorio (di  cui alcuni frutto di profonde ricerche etnico-musicali)  cantando anche in amalgama con la voce narrante di Gianluca Medas e con la chitarra di Andrea Congia in un contesto sintonico, ammirato lo scorso 24 luglio, che ha suscitato non poche emozioni nel pubblico che ascoltava in silenzio.

Un silenzio reso ancora più profondo dall’atmosfera della notte magica che i resti del Castello di Pontes offre a chi lo visita e sopratutto esalta queste voci corali in queste uniche notti d’estate.

GALTELLI': IL CORO "VOCHES E AMMENTOS (foto da internet)

Giovanni Santo Porcu” 

 Orosei sotto le stelle vuol riabbracciare Irene

Mille persone in piazza, tra moda e musica. Orosei sotto le stelle affida a una notte di festa la speranza di riabbracciare Irene Cristinzio, la ex insegnante scomparsa nel nulla da tre settimane. Il messaggio è stato affidato a una giovane donna di Orosei, Cosetta Loddo.

«Voglio e vogliamo rivolgere un pensiero profondo», ha detto la signora, «un pensiero anche commosso ma pieno di speranza alla nostra cara concittadina Irene che manca dalla sua famiglia, manca dalla nostra comunità da ormai 17 giorni; le ricerche intense di tutti, delle forze dell’ordine in primis non hanno dato al momento risultati positivi. Noi però non desistiamo nella speranza di ritrovarla sana e salva. Noi rimaniamo fiduciosi che Irene ritorni presto a casa. Irene, professoressa Cristinzio Nanni, ci manchi. Manchi a tutti noi. Non perdiamo l’attenzione, diamo una mano tutti affinché si riesca a trovare la signora Irene».

Sul fronte delle ricerche, però, non si registrano purtroppo novità. E sugli sviluppi delle indagini il riserbo resta assoluto.

**DA: L’Unione Sarda-30 lug 2013**

**DA: comunicato di Impresa Sociale Nuovi Scenari-23 lug 2013**

GIORNATA CONTRO IL FUMO A OLIENA

Giovedì 1 agosto, dalle ore 9:15 alle 13:00 nel Market SIGMA di via Ing. M. Galiani, dalle ore 14:30 alle 17:30 nel Market Conad di via Mannironi e dalle 17:45 alle 20:00 nel Market Conad di viale Italia, sarà possibile sottoporsi alle prove per la misurazione del monossido di carbonio e ai test capaci di misurare il livello di dipendenza da nicotina.

Gli operatori sanitari del Ser.D. (Servizio Dipendenze patologiche) dell’ASL di Nuoro saranno a disposizione per fornire tutte le informazioni sui rischi e sui danni provocati alla salute dal fumo, e per distribuire opuscoli informativi.

La partecipazione è volontaria e aperta a tutti.

**DA: comunicato Asl3-Nuoro-30 lug 2013**

Poi l’annuncio: prossima Gmg a Cracovia

La spiaggia non c’è più: tutto esaurito

per la messa conclusiva della Gmg

Circa 3 milioni di persone, di più che ai capodanno quando tutta Rio si riversa su Copacabana. Poi l’annuncio di Francesco: appuntamento a Cracovia per la Gmg 2016.

“Cari giovani, siate veri “atleti di Cristo”! Giocate nella sua squadra!“. E’ il twitter che Papa Francesco ha mandato oggi, ultimo giorno della Gmg di Rio de Janeiro. Poi l’ennesimo bagno di folla. Un oceano di giovani.

Circa 3 milioni di persone, di più che ai capodanno quando tutta Rio si riversa su Copacabana. Tra la prima parte della veglia di ieri sera, e la messa di oggi, il Papa insieme ai ragazzi della Giornata mondiale della gioventù hanno battuto ogni record. Sulla spiaggia più famosa dell’America Latina non si era mai vista tanta gente. Stamani presto Copacabana si è svegliata nello stesso modo in cui è “andata a dormire” ieri notte: un infinito serpentone di sacchi a pelo, zainetti, materassini, tende e teli di ogni tipo coprivano la spiaggia, quasi senza soluzione di continuità.

Poi la messa, ultimo abbraccio di questa gmg. “Qual è lo strumento migliore per evangelizzare i giovani?. Un altro giovane. Questa è la strada da percorrere“. Lo ha detto il Papa nella omelia delle messa conclusiva, a Capocabana, davanti a una folla che alcuni organizzatori stimano in tre milioni.

Con papa Bergoglio celebrano circa 60 cardinali, 1.500 vescovi e 11.000 sacerdoti.

Andate, senza paura, per servire“, così il Papa ha sintetizzato il messaggio delle letture bibliche di oggi, chiedendo ai ragazzi di essere missionari, senza paura, raccogliendo il mandato della missione continentale promossa dai vescovi dell’America latina. Il mandato alla missione, ha spiegato, “non nasce dalla volontà di dominio o di potere, ma dalla forza dell’amore” e “Gesù non ci tratta da schiavi, ma da uomini liberi, da amici, da fratelli; non solo ci invia, ma ci accompagna“. Invitando ancora i ragazzi a andare nelle “periferie esistenziali”, ha chiesto loro di mettere a disposizione la loro energia e creatività. Il profeta Geremia, ha ricordato, era un ragazzo di 19 anni, eppure ha ascoltato la chiamata.

Quando affrontiamo insieme le sfide – ha detto il Papa – allora siamo forti, scopriamo risorse che non sapevamo di avere”. Il Papa ha poi chiesto ai giovani di portare il Vangelo “per sradicare e demolire il male e la violenza; per distruggere e abbattere le barriere dell’ egoismo, dell’intolleranza e dell’odio; per edificare un mondo nuovo. Gesù Cristo conta su di voi, La Chiesa conta su di voi, il Papa conta su di voi. Andate e fate discepoli tutti i popoli”.

**DA: L’Unione Sarda.it- 28 lug 2013**

**DA: comunicato Asl3-Nuoro-23 lug 2013**

L’assessorato al Commercio ricorda che il giorno 31 luglio 2013 alle ore 13.00 scade la presentazione delle offerte per la concessione di tre box in piazza Mameli.

Il canone di concessione è pari a 187 euro oltre IVA. La concessione del box con decorrenza dalla data di stipula del contratto, avrà la durata di dodici anni 12. Sono ammessi a partecipare coloro che risultino in possesso dei requisiti morali per il commercio nel settore alimentare e non alimentare, previsti dall’art. 71 del D.lgs 59/2010.

L’impresa individuale o societaria, a pena di esclusione dovrà attestare di essere in regola con il pagamento dei tributi comunali. Successivamente alla approvazione della graduatoria, i fabbricati saranno assegnati provvisoriamente agli aventi diritto. L’assegnazione provvisoria costituirà titolo per la presentazione della DUAAP. Il fabbricato sarà assegnato, in via definitiva, solo successivamente all’ottenimento del titolo abilitativo.

**DA: Comune di Nuoro- 24 lug 2013**

**DA: comunicato Comune di Galtellì**

Il Comune di Nuoro ricorda a tutti gli interessati che il prossimo 2 agosto scadranno i termini per la presentazione delle domande per la graduatoria del conferimento di incarico di “Nonni Vigile”.

Le domande di ammissione debitamente sottoscritte – da redigersi in carta semplice nell’apposito modulo al bando allegato o da ritirarsi presso il Comando dei Vigili Urbani – dovranno essere fatte pervenire al Protocollo Generale dell’Ente e indirizzate al Comando di Polizia Municipale Via Lamarmora 171 – 08100 Nuoro entro il giorno 02/08/2013.

Per eventuali chiarimenti ed informazioni gli interessati potranno rivolgersi al Settore Polizia Municipale via Lamarmora 171 – Nuoro tel. 0784/216940.

Il bando integrale è scaricabile dal sito internet del comune di Nuoro: www.comune.nuoro.it sezione: bandi di concorso.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-26 lug 2013**

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-2010)

**DA: comunicato Comune di Loculi-Nu**

COMUNICATO

“Condivido la preoccupazione dei giornalisti della Nuova Sardegna e ci sentiamo al loro fianco per una battaglia che riguarda tutta la Sardegna”.

Il sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi interviene sulla protesta dei giornalisti della Nuova, in sciopero per contestare la decisione di incorporare l’Editoriale La Nuova Sardegna S.pa. nel gruppo di controllo Finegil – l’Espresso che, a detta degli stessi redattori della Nuova trasferirebbe la testa, il cuore e il portafoglio del giornale a Roma.

“Lo Stato arretra, le aziende chiudono e investono altrove, gli Enti Locali hanno sempre meno margini di intervento.

A questo preoccupante quadro, che la stessa Nuova Sardegna ha più volte contribuito a raccontare e a denunciare, si aggiunge oggi il trasferimento del “cuore e della testa” di una azienda editoriale dalla forte identità sarda, con 120 anni di storia di autonomia e di indipendenza.

Auspico che le logiche del mercato, alla luce della particolarità della Sardegna e della delicatezza del ruolo dell’informazione nell’Isola, non prevalgano anche questa volta.”

**DA: comunicato Comune di Nuoro-26 lug 2013**

CINEFORUM “IN DAINTRO ‘E SA CORTE”

A CasaSoddu, in via Roma 1-Orosei  sono previste due serate di proiezioni e programmate per sabato 27 e lunedì 29 luglio

Quì di seguito  le locandine:

Per  Sabato 27 verranno proiettati tre cortometraggi: 

-”Panas” di Marco Antonio Pani

Un antico mito della tradizione popolare sarda nato dal dramma delle giovani donne morte di parto insieme al nascituro, le quali restavano sospese tra la vita e la morte accovacciate sulle rive dei fiumi a lavar panni e vesti che non sarebbero mai state indossate dai loro figli.

-”Deu ci sia” di Gianluigi Tarditi

Ispirato a sa Femina Agabbadora, figura misteriosa e mitica che veniva chiamata per metter fine alla vita di un malato; la storia è incentrata sul dramma di una famiglia costretta ad affrontare la morte imminente e soprattutto le sofferenze per la malattia di una persona cara.

-”Inventata da un dio distratto” di Marilisa Piga e Nico di Tarsia

Monografia sull’artista sarda Maria Lai, nata in Sardegna nel 1913 a Ulassai e morta recentemente; è una lunga intervista monologo nella quale l’artista si racconta, oltre iconfini della realtà e della storia, della natura e dell’arte, partendo dalla sua esperienza personale per valicare i confini isolani e raggiungere con la propria arte la fama mondiale, influenzando il modo di fare arte delle generazioni sarde a venire.

Per  lunedì 29 verrà proiettato il documentario-fiction

-”Ma la Spagna non era cattolica?” di Peter Marcias

Il film getta uno sguardo coraggioso sulla realtà italiana e pone quesiti importanti sui diritti sociali e civili delle coppie gay, invitando ad una riflessione, critica ma sempre pacata e ben argomentata, sulla laicità dello Stato e l’indubbia influenza del vaticano.

L’associazione CasaSoddu fa presente che le proiezioni avranno inizio alle ore 21 circa (al primo buio);

L’ingresso è libero e gratuito,

come lo è stato del resto anche nel 2012.

Il Cineforum “In daintro ‘e sa Corte” viene svolto in collaborazione con la Cineteca Umanitaria Sarda e ha goduto nel 2012 del contributo finanziario della Fondazione Banco di Sardegna.

Il Presidente

Giuseppe Soddu

**DA: comunicato Casa Soddu-24.07.2013**

 ”Canne al Vento” di Grazia Deledda

Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena

Mercoledì 24 Luglio 2013 ore 21:00

Castello di Pontes in Località Pontes - Galtellì (NU)

Gianluca Medas – voce narrante

Andrea Congia – chitarra classica

L’Associazione Figli d’Arte Medas e l’Amministrazione Comunale di Galtellì vi aspettano gli ultimi due Mercoledì del mese di Luglio a Galtellì (NU) per un doppio appuntamento con le Storie della nostra Isola, raccontate presso il caratteristico scorcio del Castello di Pontes.

Mercoledì 24 Luglio 2013 Galtellì si riempirà delle storie, delle vite, delle rinunce, dei desideri e pentimenti custoditi negli animi delle tre sorelle Pintor, protagoniste del romanzo Canne al Vento e del racconto che di esso proporrà Gianluca Medas, accompagnato dalla Musica dal vivo di Andrea Congia. Alle ore 21:00 inizierà così un viaggio attraverso la fragilità umana nel quale saremo guidati dalla sapiente penna di Grazia Deledda (Premio Nobel per la Letteratura), chiamati a riscoprire credenze e tabù della nostra terra attraverso le righe di un romanzo che, pubblicato nel 1913, compie quest’anno cent’anni di vita.

I ruderi del Castello rinforzati e ristrutturati da recenti lavori di restauro

Il Castello di Pontes (Località Pontes - Galtellì, NU) accoglierà quanti vorranno avvicinarsi a questo mondo in cui religione, superstizione e favola si mescolano e rincorrono, in un articolato groviglio di passioni e convenzioni che pulsa per il desiderio d’essere raccontato. Un’occasione per trascorrere il proprio tempo assieme, lasciandosi carezzare dalla gentile prosa di Grazia Deledda: un invito a cogliere l’opportunità di riscoprirsi e confrontarsi con uno dei testi più delicati della letteratura sarda, cullati dalle parole di Gianluca Medas e ammaliati dalle note della Chitarra di Andrea Congia.

Grazia Deledda (in ua mia china del 1999 )

L’incontro con i grandi e piccoli avvenimenti della nostra Terra si rinnoverà Mercoledì 31 Luglio 2013, quando ad essere rievocate presso il Castello di Pontes saranno le gesta (eroiche e non!) del Popolo sardo: un viaggio tra verità e fantasia per raccontare la Storia Improbabile di un’Isola che non c’è (ore 21:00).

L’Autrice

Grazia Deledda (Nuoro 1871 – Roma 1936)

Proveniente da una famiglia benestante, dopo la scuola elementare, Grazia Deledda prosegue gli studi da autodidatta. Proprio a causa della breve educazione regolare e della giovanile propensione per la letteratura d’appendice, durante tutta la sua precoce e fortunata carriera, la Scrittrice e Traduttrice sarda è da molti giudicata rozza ed illetterata. La vasta produzione letteraria la conduce nel 1926 a ricevere il Premio Nobel per la letteratura, per aver compreso e ben rappresentato gli umani problemi della sua Isola natia.

Gli Artisti

Gianluca Medas

Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.

Andrea Congia

Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.

**DA: comunicato dei Figli d’Arte Medas-21 lug 2013**

UNA BREVE NOTA DEL SINDACO DI GALTELLI’

“Mi preme evidenziare la prima serata del 24/07 con appuntamento al Castello di Pontes pensata e voluta in occasione del centenario della pubblicazione del romanzo Canne al Vento di Grazia Deledda che Gianluca Medas narrerà nella cornice dei resti restaurati.

Evidenzio la partecipazione del Centro Commerciale Naturale (Ccn), che a fine serata nel piazzale sottostante di ingresso preparerà dei piatti e del Coro Voches e Ammentos che ci allieteranno con le loro voci  in un contesto magico in notturna…

Giovanni Santo Porcu”

IL CORO "VOCHES E AMMENTOS di GALTELLI' (foto da internet)

L’Associazione Culturale Madriche è lieta di InvitarVi all’inaugurazione della mostra di Marco Useli, giovedi 25 luglio alle ore 19.00 , nel giardino di villa Ticca a Calagonone..

Vi aspettiamo !

Contropaesaggio prossimo

Esiste un paesaggio. Ed esiste un contropaesaggio che non è il suo contrario, ma il suo complemento.

Esiste un paesaggio. Ed esiste un contropaesaggio che lo usa come matrice.

Esiste un paesaggio che richiede uno sforzo dello sguardo per essere visto. Ed esiste un contropaesaggio creato da uno sforzo per divenire visibile.

Esiste un contropaesaggio anche perché l’uomo rimane escluso, al di qua dello sguardo.

E se esiste, l’uomo, esiste come matrice d’interventi artificiali aggregati al paesaggio e derisi dal contropaesaggio.

Il contropaesaggio è prossimo in quanto futuro, venturo, successivo, compresso nell’incombenza di un tempo a venire.

È prossimo in quanto vicino, tangibile, trasposizione di una porzione di terra concretamente esistente appena oltre l’incidenza dello sguardo che osserva la pittura.

È prossimo nel senso bestiale di gravido, fecondato, pronto a riprodursi, intento a creare un suo simile stravolto da azioni di dilavamento, consunzione, erosione, deformazione, concrezione.

È l’elemento liquido dell’esistenza, il temporaleggiare della natura che ricrea sé stessa attraverso la trasformazione, ciò che fa di paesaggio e contropaesaggio sinonimi imperfetti del passaggio e del contro-passato.

Biografia

Marco Useli (Nuoro 1983)

Pittore, laureato all’Accademia di belle arti di Firenze nel 2007, dopo un’esperienza biennale a Londra, nel 2009 si stabilisce a Milano.

Finalista in rassegne di primo piano quali il Premio Combat Livorno, il Premio Marina di Ravenna e il Next Generation 2011 di Milano, dal 2005 ha avviato un’intensa attività espositiva con mostre personali e collettive in diverse città italiane tra cui Firenze, Nuoro, Ferrara, Bologna, Livorno, Ravenna, Roma, Cagliari e Milano.

Nel 2013 ha preso parte al laboratorio di sperimentazione sulle tecniche incisorie “Geometria del segno” presso Casa Falconieri.

La sua tecnica pittorica si contraddistingue per l’uso di rulli di varie dimensioni per mezzo dei quali modula ritmi, forme e fasi di logoramento di corpose macchie di colore.

Attualmente vive e lavora nel capoluogo lombardo dove frequenta un master in “progettazione contemporanea con la pietra” presso il politecnico.

 **DA: comunicato Associazione Culturale Madriche-24 lug 2013**

CITTADELLA SANITARA: la sede della ASL vista da Via S.Satta

^^DA: comunicato ASL3-Nuoro-23 lug 2013**

PROGRAMMA

20 luglio- Replica laboratorio teatrale di Bruno Venturi ”Custa es s’ora”.

22 luglio- Teatro associaz.teatrale Ilos,Cappuccetto arrubbiu,ore 21.00 presso sagrato chiesa San Nicola

26 luglio-Caccia al tesoro con l’associazione vola vola maria

27 luglio- ” I migliori anni”- Ass.vola vola maria

1°agosto- Spettacolo teatrale con ass. Ilos ”Contos de idda mea” (vedi locandina),1°spettacolo ore 19.30 in piazza

2°spettacolo ore 20.30 presso p.zza Sant’Antioco.

2/3/4 agosto Festa Sant’Antioco

10 agosto-sagra della salsiccia/serata musicale con gruppi locali (leva san Nicola)

11 agosto-cinema proiezione film ”Benvenuto presidente” presso anfiteatro comunale.

14 agosto- Sardegna canta in piazza ”Speciale organetto”,Sagra del maialetto e stand eno-gastronomici

18 agosto-cinema film ”Re della terra selvaggia”

25 agosto-cinema,film ”Il grande e potente Oz”

**DA: sito istituzionale Comune di Irgoli**

**DA: comunicato Comune di Bitti- 23 luglio 2013**

Lunedì 22 luglio in Piazza “Sas Animas”

(foto in BN: m.camedda)

 Si concretizza il progetto che vede

cinque associazioni insieme e che realizza

un ponte di assistenza alla lotta al diabete.

TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

DEL PRESIDENTE ANTONIO FARRIS

“In data 4 luglio 2013 , cinque associazioni sarde che si occupano della tutela di bambini, giovani e adulti con diabete, AGDIA Onlus Nuoro, con sede a Orosei, ANIAD Sardegna, con sede a Oristano, Diabete Zero Onlus, con sede a Cagliari, Diabete Iglesias Onlus, con sede a Iglesias e Vela Diabetica, con sede a Cagliari, si sono unite in un’unica federazione con denominazione Federazione Diabete Sardegna.

La particolare condizione della Sardegna, che insieme alla Finlandia la vede prima al mondo per numero di casi di diabete infanto-giovanile, nella fascia d’età 0-14 anni, oltre che al consistente e continuo aumento del diabete dell’adulto, ha visto proliferare la nascita di diverse associazioni che si occupano del problema. Il fenomeno, seppure dettato da buoni propositi e dalla volontà di venire incontro alle esigenze delle persone affette da diabete, molto spesso, oltre che una dispersione di forze e di idee, si è dimostrato un ostacolo nei rapporti con le istituzioni.

Alla gravità della situazione del diabete in generale, dichiarata nel Piano Sanitario Regionale, oltre che in quello Nazionale, in Sardegna non corrisponde un elevato livello di assistenza, con profonde differenze tra una provincia e l’altra e tra una ASL e l’altra.

Partendo da questi presupposti, le nostre cinque associazioni, che al loro interno racchiudono tutte le varie ipotesi di iscritti e le varie esigenze delle persone con diabete, dal bambino al giovane, dall’adulto allo sportivo, unendo le forze intendono portare avanti con una chiara e forte unità d’intenti le richieste e le esigenze della maggior parte ei diabetici, mettendo a confronto le varie realtà della Sardegna, con lo scopo di riuscire a diventare interlocutori credibili delle istituzioni.

La Federazione è aperta alla eventuale partecipazione di altre associazioni che abbiano i requisiti previsti nello statuto della stessa e che, con il loro ingresso sicuramente daranno più forza a un’organizzazione che dovrà impegnarsi tanto per difendere i diritti dei diabetici sardi e in qualche caso, battersi per aiutare le persone che a causa dei gravi disagi che deve affrontare periodicamente per accedere alle cure, talvolta vede compromesso il diritto alle stesse.

Antonio Farris

Presidente “Federazione Diabete Sardegna”

Una segnalazione arrivata da Oristano alimenta la speranza di trovare viva Irene Cristinzio, la ex insegnante di 64 anni scomparsa a Orosei giovedì 11 luglio.

Una donna dice di averla vista in città e ha prontamente informato le forze dell’ordine.

La notizia è ovviamente arrivata ai familiari della donna che rinnovano l’invito a fornire ulteriori particolari utili a rintracciare Irene. Intanto a Orosei la mobilitazione di vigili del fuoco, volontari del soccorso, a tutti i livelli, e cittadini continua.

Fin dal giorno della scomparsa, un esercito di trecento persone sta setacciando il paese, le campagne e tutta la Baronia. Gli investigatori – le indagini sono coordinate dal comandante della compagnia di Siniscola, capitano Andrea Senes – non escludono alcuna ipotesi, prima fra tutte quella che Irene Cristinzio abbia deciso di allontanarsi volontariamente da Orosei.

Se fosse vero, tutto ciò legittimerebbe ancor più la speranza di trovare viva la ex insegnante.

**DA: L’Unione Sarda-20 lug 2013**

 

Domenica 21 luglio 1983

nel piazzale di  Sant’Antonio Abate

Agosto 2009: Sagra del maialetto arrosto nel piazzale di S.Antonio Abate

(foto: m.camedda-2009)

RITRATTO DI EMILIO LUSSU (UNA MIA GRAFICA A CHINA DEL 1999)

Ricevo dal Sistema Museale di Armungia (CA) questa gradita mail che, non posso nasconderlo, mi ha fatto molto piacere. Ricordo solo  che questa mia grafica, di cui autorizzo volentieri la esposizione della copia, come da firma è del 1999. Al gentilissimo Alberto Cabboi e a tutto lo staff del Sistema Museale ricambio i cordiali saluti e formulo l’augurio di un grande successo dell’inizativa.

Marco Camedda

Gentile Marco Camedda,

le scrivo in merito alla mostra che il Museo Emilio e Joyce Lussu inaugurerà nei primi giorni del mese di Agosto, dedicata ai lavori degli illustratori che hanno partecipato al concorso “Emilio Lussu: la vita e il pensiero”.  Nell’intento di rendere la mostra più ricca, il nostro proposito é quello di esporre anche disegni ed illustrazioni fuori concorso, ed alcuni ritratti di Emilio Lussu, tra cui uno realizzato da Pinuccio Sciola nel 1981.

In questo contesto, d’accordo con il curatore dell’evento Sandro Dessì, saremmo veramente lieti di poter esporre anche il ritratto di Emilio Lussu da lei realizzato nel 1991; o, qualora ne avesse piacere e possibilità, un nuovo ritratto o illustrazione realizzati per l’occasione.

Cordiali saluti.

Alberto Cabboi

Sistema Museale di Armungia.

**DA: mail del Sistema Museale di Armungia-18 lug 2013**

ALLA LAVAGNA ARTISTI:

CRISTIANO PALA

Venerdì 26 Luglio 2013 presso la Biblioteca Comunale di Villa Verde si svolgerà l’appuntamento con “Alla Lavagna Artisti”.

Una vecchia lavagna dell’ex scuola elementare di Villa Verde, ora nella Biblioteca Comunale, è il medium per la realizzazione di una performance artistica la cui cifra connotante è l’effimero.

Una volta al mese, l’attività è organizzata da Biblioteca Comunale, dall’amministrazione Comunale e dalla locale Pro Loco, da più di tre anni a questa parte, un’artista è chiamato alla lavagna per disegnare con i gessetti un’opera, che il mese successivo sarà cancellata da un altro artista, che ne creerà una nuova.

L’effimero è temperato dal ricordo dell’opera, che è stato affidato, sin dall’esordio di Lavagna Artisti, alla fotografia.

L’artista che si cimenterà Venerdì 26 Luglio sarà Cristiano Pala.

Il 34° lavoro sulla Lavagna inizierà alle 15.00 per poi concludere alle 19.00 con la presentazione della lavagna a cura dell’artista.

Per informazioni:

bibliovillaverde@tiscali.it 0783939269.

BREVE NOTA SU CRISTIANO PALA:

Vive e lavora a Terralba. Laureato in lettere, si è ritrovato per necessità, ma anche per passione, a fare un mestiere che poco ha a che fare con la sua formazione: il graphic designer.

Nonostante utilizzi ormai, quasi esclusivamente strumenti digitali come mouse, tastiera e tavoletta grafica, non disdegna, talvolta, il buon vecchio disegno a mano libera.

**DA: Biblioteca Gramsciana-Ales-18 lug 2013**

I familiari ancora in preda a

interrogativi angoscianti

Si infittisce il mistero sulla scomparsa della professoressa di Orosei Irene Cristinzio.

A quasi una settimana dalla sua sparizione le ipotesi in campo al vaglio degli inquirenti rimangono sempre le stesse: allontanamento volontario o un improvviso malore. Nessuna notizia di reato nel fascicolo aperto dal sostituto procuratore Andrea Schirra, che continua comunque a vagliare le ipotesi più disparate, anche se fino a questo momento non ci si discosta da quella iniziale.

Intanto, la vicenda della sessantaquattrenne di origine molisane sbarca sul programma Rai “Chi l’ha visto?”. La foto della ex insegnante compare già nel sito della trasmissione così come la descrizione fisica e i dettagli su come era vestita al momento della sua uscita di casa giovedì scorso.

Intanto, il cognato della donna, Mario Nanni, scrive nel suo blog: «Sono giorni lunghissimi, attimi di attesa senza fine, speranze che si aggrappano come cimeli della vita. La sensazione forte è che lei, Irene vive tra di noi che soltanto un buio calato improvvisamente e inspiegabilmente diventato spesso, non ci permette di fenderlo, di attraversarlo, di riaprirlo anche con lo sguardo, al dialogo», dice Nanni, che si pone una serie di interrogativi sulla sua scomparsa.

Domande lecite che si fanno un po’ tutti con comprensibile ed inevitabile angoscia per il tempo che scorre inesorabile e per l’assenza di qualsiasi notizia o messaggio che riconduca alla donna, moglie e madre di tre figli.

**DA: L’Unione Sarda-l.u.-18 lug 013**

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-giu 2010)

**DA: comunicato Comune di Loculi (Nu)-12 lug 2013**

 

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Bitti invita tutta la popolazione Venerdì 19 Luglio 0re 18.30 presso Complesso Nuragico Romanzesu Bitti per il reading letterario tratto dall’antologia “Campo delle Storie“.

**DA: comunicato Comune di Bitti-17 lug 2013**

Delegazione europea visita

la vecchia struttura di Capo Comino

Il recupero del vecchio faro di Punta Artora, a Capo Comino, ha colpito positivamente la delegazione della commissione europea che ieri pomeriggio ha fatto visita al comune di Siniscola.

Venti parlamentari hanno potuto toccare con mano il risultato di un ambizioso progetto finanziato dall’Unione europea con circa un milione e 150 mila euro: oggi restituisce alla gente uno dei siti più suggestivi della storia recente della Sardenga.

La finalità del recupero del vecchio stabile, che anticamente fungeva da punto di riferimento per le imbarcazioni che solcavano i mari della Baronia ma che durante le due guerre mondiali era stato usato dall’esercito italiano anche come avamposto per la difesa aerea e navale, è quello di creare un centro di divulgazione scientifica. A colpire anche l’esecuzione dell’intervento che è stato realizzato in piena armonia con il paesaggio circostante e con l’utilizzo di materie prime provenienti dall’ambiente locale, come il granito.

«L’opera così come è stata realizzata – dice con una punta di orgoglio il sindaco Rocco Celentano – è stata dichiarata di grande eccellenza a livello continentale». Il vecchio faro a breve diventerà un centro interdisciplinare in cui, oltre alle attività di divulgazione, si dovranno promuovere incontri, dibattiti e lezioni magistrali sui temi riguardanti l’astronomia, le scienze, l’ambiente e le energie alternative.

L’amministrazione comunale di Siniscola ha concesso il sito a un’associazione di Nuoro che opera nel campo delle ricerche scientifiche.

La visita dei parlamentari europei è stata anche un’occasione di confronto dedicato alla gravissima crisi e alle esigenze di ripresa dell’economia del territorio. «Ho chiesto alla delegazione una maggiore attenzione da parte della commissione europea verso le problematiche che interessano la nostra terra – aggiunge Celentano – e in particolare la programmazione di nuovi interventi che consentano alla nostra economia di tirarsi fuori dalla pesante recessione in cui è scivolata».

**DA: L’Unione Sarda- f. u.-17 lug 2013**