Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Luglio 2014

NUMERI VINCENTI

Lotteria Santu Jacu 2014_LevaOttantabattoro

OROSEI: CHIESA DI S.GIACOMO (prospiciente la omonima Piazza dedicata al S.Patrono)

i numeri vincenti, estratti per la Lotteria di

San Giacomo 2014 della Leva 1984.

Per informazioni : +39 347 197 7489 .

 si porgono i più cordiali saluti.

La Leva 84.

(DA. comunicato Leva 84 Orosei-29 Luglio 2014)

DUE BARCHE NEL MARE.

Il mare è piatto,

leggermente increspato

da una leggera brezza,

frastagliato di luce da un sole

che sta per tramontare

e vuole lasciare nell’acqua

i suoi cristalli splendenti.

Che man mano si spegneranno

cedendo spazio alla penombra

e poi al buio della notte.

Rotto dalle tenui luci di terra.

Nel mare due barche

si lasciano cullare

in un leggero rollio

dalla tenue brezza.

Sembra giochino tra loro

scostandosi ed incontrandosi,

pavoneggiandosi ,

mostrando le loro sponde,

quasi civettuole creature

consce di essere osservate.

Quardarle mi rasserena

e mi diverte fotografarle

come fossero modelle.

E mentre dondolano

sembrano appagate

di tanta ammirazione!

Marco Camedda

 

DISINFESTAZIONE ALBERI

L’assessorato all’Ambiente guidato da Luca Lapia rende noto che nei prossimi giorni (30,31 Luglio e 1,4 Agosto) nella via Deffenu, Piazza Italia, via Costituzione verranno operati degli interventi sulle alberature per la lotta alla cocciniglia nidularia pulvinata, insetto che può condurre alla morte dei lecci infestati.

Tale intervento nasce dalla collaborazione con la Università di Sassari, Dipartimento di Agraria e con il Corso di Scienze Forestali di Nuoro, in particolare con il prof. Pietro Luciano e si rende operativo grazie all’interessamento e all’intervento del Servizio Disinfestazione del settore Ambiente della Provincia di Nuoro e la Polizia Municipale, a cui rivolgo un sentito ringraziamento per il fattivo contributo e per la disponibilità.

L’intervento si realizzerà secondo il seguente calendario

  • · 30 Luglio 2014: Via Costituzione dal civico 55 all’intersezione con la via Aosta (entrambi i lati della strada);
  • · 31 Luglio 2014: Via Costituzione dal civico 55 all’intersezione con la via della Resistenza (entrambi i lati della strada);
  • · 01 Agosto 2014: via Deffenu nel tratto compreso fra le vie Roma e Dante (entrambi i lati della strada);
  • · 04 Agosto 2014: Via Deffenu nel tratto compreso fra le vie Dante e Veneto (entrambi i lati della strada);

e comporterà l’irrorazione di tronchi e chiome dei lecci per mezzo di naspi e atomizzatori con olio minerale bianco fortemente diluito in acqua.

Si chiede pertanto comprensione per i disagi che potrebbero creare i divieti di sosta nelle vie sopra elencate e la collaborazione dei cittadini affinché le operazioni possano essere condotte nella maniera più veloce ed efficace possibile.

I prodotti utilizzati, ammessi anche in agricoltura biologica, presentano bassissima tossicità; si chiede comunque di tenere le finestre chiuse e possibilmente non stendere panni nella fascia oraria fra le 7 e le 9.30 in cui sarà al lavoro il personale del Centro Provinciale Antinsetti della Provincia.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-29 Luglio 2014)-foto da internet

BOCHETEATRO: "ILPIANETA FAI DA TE"

Mercoledì 30 Luglio 2014 alle ore 20:00

c/o Teatrino della Parrocchia Beata Maria Gabriella /

sito in Via Biasi n. 10 a Nuoro

(Ingresso € 4,00)

La Compagnia Bocheteatro ,

in collaborazione con la Parrocchia Beata Maria Gabriella e l’Ass. Giochiamoci la Città di Nuoro,

presenta

“Il Pianeta Fai Da Te”

di Monica Corimbi e Giovanni Carroni

con Monica Corimbi e Monica Farina

Musiche: Stefano Ferrari

Luci: Gian Luca Usala

costumi: Gianna Secchi

Regia di Giovanni Carroni

Sul palcoscenico un mucchio di rifiuti ed un astronave, appena arrivata sulla terra da un pianeta sconosciuto,

con due strani extraterrestri: Immon e Dizia che rimangono sconcertati dal modo in cui gli umani maltrattano il loro bellissimo pianeta,

ridotto a un’immensa pattumiera piena di rifiuti di ogni tipo e , a tratti, con un’aria irrespirabile.

Immon e Dizia lanciano l’allarme e cercheranno a modo loro di far capire ai bambini l’importanza di difendere il pianeta terra,

per poter vivere in un mondo pulito; sarà proprio una bambina che, con in loro aiuto, riuscirà a sconfiggere il terribile Mister Smog.

Lo spettacolo affronta in modo creativo e giocoso un tema così delicato e urgente come quello dell’educazione ecologica.

Sollecitando e sensibilizzando i bambini a un comportamento più rispettoso dell’ambiente in cui vivono, partendo dai gesti della loro quotidianità,

fino a toccare i grandi e insoluti problemi dell’inquinamento industriale, dello spreco dell’acqua, la raccolta differenziata dei rifiuti etc.

E’ proprio grazie a dei materiali di riciclo nascono anche i 2 Muppets Immon e Dizia, protagonisti dello spettacolo,

che interagiscono con le attrici Monica Corimbi e Monica Farina, e tutti i materiali usati : scene, costumi e oggetti vari.

Il teatro dunque per amplificare i sensi dei bambini e catturare la loro attenzione per un tema così importante come quello ambientale, in un contesto di educazione e apprendimento sereno e produttivo; attraverso l’esempio ludico e gioioso del teatro e dei suoi personaggi, che propongono ai bambini corretti modelli di comportamento

Giovanni Carroni

(DA: comunicati Bocheteatro – 21 e 28 Luglio 2014)

La conferenza stampa

di presentazione di

Autunno in Barbagia 2014,

si terrà il 5 agosto alle ore 10.00 a Cagliari presso la sede dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio.

(DA: comunicato Camera di Commercio Nuoro-28 Luglio 2014)

IL 77% DEI SARDI AMA QUELLA DEL RUBINETTO

L’acqua a km zero, direttamente a casa, e scelta abitualmente, da più della meta degli abitanti: il 54% dichiara di berla sempre o quasi mentre, il 15,2% la utilizza occasionalmente e l’8,2% la usa raramente.

I principali motivi per cui la preferiscono alla cugina in bottiglia sono la comodità (24%) seguito dal minor costo (21,8%) e dal gusto (21,6%). E’ questo il risultato di un’indagine condotta in Sardegna da Aqua Italia (associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, federata ad Anima – Confindustria).

La maggior parte dei sardi gradisce l’acqua che sgorga direttamente dal rubinetto.

Il 25,6% degli intervistati dichiara di avere almeno un dispositivo di trattamento dell’acqua nella propria abitazione. Al primo posto si trovano le caraffe filtranti, scelte dal 16,3% degli intervistati seguite con un certo scarto dai sistemi di filtraggio per l’eliminazione del cloro o altre sostanze che si attestano al 6,1%. Nel dettaglio, il 19,7% di chi possiede un sistema di trattamento dell’acqua ha sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.

(DA: L’Unione Sarda- 25 giugno 2014)

UN MIO DESIDERIO?

(ma pensando di esprimere quello di tanti…)

Marco Camedda

SERVIZIO SCUOLABUS

Il Comune di Nuoro comunica che dal giorno 28/07/2014 sono aperti i termini per la presentazione delle domande per usufruire del servizio scuolabus e degli abbonamenti annuali A.T.P. per l’anno scolastico 2014/2015.

Il termine di presentazione delle domande,

che devono essere redatte sull’apposito modulo, scade alle ore 12,00 del 05/09/2014.

I moduli di domanda si trovano all’ingresso del Palazzo Civico c/o la guardia giurata e sul sito Internet del Comune di Nuoro www.comune.nuoro.it

Per informazioni contattare l’Ufficio P.I. – Tel. 0784-216721 /216841 Sig.ra Salvatora Moledda – Sig.ra Graziella Mula

Comunichiamo che Casasoddu, associazione di promozione sociale, lunedì 28 luglio p.v. alle ore 21:30 circa, ospiterà Sandra Davis Lakeman, autrice del libro:

“Sardegna, the Spirit of an Ancient Island.”

Saluti, Giuseppe Soddu


28 luglio a Casasoddu Orosei

Sandra Davis Lakeman

“Sardegna, the Spirit of an Ancient Island”

The Art and Architecture of the Pre-Nuragic and Nuragic Cultures

Martha Pulina intervisterà l’autrice.

Un incipit all’americana esordirebbe con questo slogan: “Non troverete un altro libro come questo sugli scaffali delle librerie”.

L’arte e l’architettura delle culture Pre-nuragiche e Nuragiche sono state fotografate con sottile maestria e questa pubblicazione ne contiene sia tutti gli esempi dell’arte, dal bronzo alla ceramica ed alla pietra, sia tutti i vari esempi dell’architettura: il Nuraghe, le fontane e i pozzi sacri, le forme d’arte per la funeraria e i luoghi del rituale. Il libro e la relativa mostra sono organizzati in queste sezioni ed il Centro Giovanni Lilliu di Barumini, che la ospita, sarà aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 fino al 30 agosto 2014.

1- Il libro è stato concepito nel 2000 con l’idea di aiutare la Sardegna ad informare dei suoi meravigliosi tesori archeologici quanti vivono fuori di essa. L’intento era di realizzare immagini in grado di incoraggiare i viaggiatori a visitare l’isola per vedere i siti di persona, fornendo così un aiuto non solo alla divulgazione culturale ma anche allo sviluppo economico.

2- La Cultura Occidentale, e di conseguenza gli Archeologi, si sono tradizionalmente basati e concentrati sui resti della classicità greca del Mediterraneo e non sull’organico sviluppo dal pre-nuragico al nuragico.

3- Il paesaggio dell’isola, l’inseparabile unione del suo mare e della sua terra, non può essere superato da qualsiasi altra area del Mediterraneo per la sua bellezza, per l’impatto della cultura locale e per i suoi resti archeologici.

4- Il Megalitismo, la più antica forma di architettura sacra, è rappresentato al suo meglio nelle culture neolitiche Pre-nuragica e Nuragica dell’età del bronzo [coprendo un periodo che va presumibilmente dal 6.000 ca. al 238 A.C.].

5- Il clima sardo di inverni freddi ed estati asciutte è tipico del Mediterraneo, tuttavia la vita è come era la terraferma decenni fa. È stato detto che un viaggiatore può esperire di vivere nel passato, dato che la Sardegna è una “società al di fuori di ogni tempo” [Mattone] e rinvia suggestivamente ad un lontano passato.

6- Questa fotografia è un eccezionale tentativo di esprimere ciò che cercano gli archeologi, “l’immateriale” delle civiltà del passato, i sistemi di credenze e la struttura del loro ethos, la morale e l’etica. Per studiare la “coscienza umana”, specialmente religione e credenze, come si può colmare il divario tra il materiale e l’immateriale con i soli resti di artefatti, architettura, cocci e cibo?

Questa fotografia mostra i siti archeologici con la luce naturale, interpretandoli come erano migliaia di anni fa in modo che, in sostanza, i siti sono rappresentati come erano all’epoca in cui vivevano i Nuragici, e i manufatti artistici sono circondati da colore e luce per renderli vivi.

L’Architettura era tanto ambientazione per i rituali mitici e mistici di sciamani, o medium spirituali, che collegavano il mondo materiale ai regni spirituali con poesia, musica e danza, quanto datrice [L. Kahn] di quegli ambienti evocativi che sviluppavano un ordine sacro della cultura.

Questa fotografia è un tentativo di prolungare la vita dei Nuragici, dato che “una società dura molto più a lungo della vita dei suoi singoli membri”. [Brian Fagan]

Questa fotografia potrebbe costituire un nuovo modo di interpretare il passato come l’uso della Luce Naturale, in un certo senso, esprime lo spirito dei Nuragici, il popolo nuragico. Cattura certamente il loro credo nel costruire in sensibilità e simbiosi all’interno della natura.

7- Citazione dal libro:

Nel complesso la coesione, la chiarezza e la maturità dell’arte e della progettazione architettonica sono emblematici di una comune cultura operosa, formalizzata e attiva, in cui le qualità estetiche sono state valutate sinonimo di procreazione, di riparo e di sopravvivenza.

8- La pubblicazione è frutto di 15 anni di lavoro con 8 viaggi in Sardegna. E’ stata anche sovvenzionata nel 2000 dalla Graham Foundation for Advanced Studies in Fine Arts, Chicago, Illinois, Stati Uniti.

Sandra Lakeman

Emeritius Professor of Archtiecture

sandralakeman@gmail.com

39-345-870-1630

Centro Giovannin Lilliu, Barumini: Open 10:00 – 20:00/ 7 Giugno-30 Agosto

(DA: comunicato Ass.Culturale CasaSoddu-24 Luglio 2014)

Si allega la nota stampa del presidente Bornioli sull’impatto nella provincia di Nuoro della crisi economica e delle riforme nazionali e regionali in atto.

NOTA DEL PRESIDENTE ROBERTO BORNIOLI

“Nuoro è tra le province italiane che ha subito i contraccolpi più duri dalla crisi economica degli ultimi sette anni. Lo hanno confermato di recente anche i dati elaborati dal Sole 24 ore che, in base alle performance di dieci indicatori chiave, ha posizionato Nuoro al quinto posto nella classifica nazionale dei territori più in difficoltà, quello che dal 2007 al 2013 ha sofferto più gravemente l’impatto della crisi. Tra gli indicatori preoccupa in particolare il calo del Pil: quello medio pro capite è arretrato in provincia di Nuoro del 5% in sette anni.

Crollano anche le immatricolazioni auto (–76,2%), la spesa farmaceutica (–37,6%) e l’acquisto di beni durevoli (–22,5%). Con le incertezze sul futuro cresce la propensione al risparmio (+124,7%) mentre cala l’importo medio dei prestiti (–12%).

Il progressivo impoverimento del Nuorese è sotto gli occhi di tutti e i segnali di ripresa ancora non si intravedono. Anzi, gli effetti della crisi non sono ancora del tutto visibili e potrebbero essere accentuati dal progressivo smantellamento dei servizi pubblici.

I casi della Motorizzazione a Nuoro e del carcere a Macomer sono infatti soltanto la punta dell’iceberg che potrebbe abbattersi a breve sul nostro territorio. Per questo siamo al fianco dei sindaci che in prima linea fanno appello allo Stato affinché non arretri, perché ogni passo di ritirata è un colpo mortale per un territorio già in declino.

Oltre alla Provincia, e prima ancora la Banca d’Italia, il Nuorese rischia di perdere per effetto delle riforme la Prefettura, la Camera di commercio, la Dpl, l’Inps, l’Inail e altri servizi fondamentali per le imprese e per tutto il centro Sardegna.

I segnali del ridimensionamento sono già visibili:

pensiamo per esempio che Dpl e Inail hanno già oggi un direttore multisede che lavora a Nuoro un giorno a settimana. A ciò si aggiunga il rischio chiusura paventato per ospedali, scuole e uffici giudiziari e le forti difficoltà in cui operano enti come l’Università e centri culturali come il Man e la Satta, costretti a elemosinare le risorse di anno in anno. Perciò occorre che le forze politiche e le istituzioni si mobilitino impegnandosi a difendere i servizi esistenti, evitando che i processi di accorpamento continuino ai danni della nostra provincia.

La sensazione è che chi ci governa non abbia la giusta percezione dello stato di profondo malessere e dei preoccupanti processi di spopolamento in atto nel Nuorese.

Perché il premier Renzi, oltre che andare nel Sulcis e a Olbia come dichiarato, non viene anche nella nostra provincia, per toccare con mano il disagio del territorio?

Confindustria è favorevole alle riforme ma esse non devono penalizzare territori già deboli, contribuendo ad accentuarne gli squilibri. Il rischio concreto è che, se non opportunamente governati, le razionalizzazioni ipotizzate da Stato e Regione possano mettere all’angolo ancora di più il centro Sardegna, e che la situazione, anziché migliorare, peggiori sensibilmente a scapito di imprese e famiglie.

Per questo, nel nostro Progetto per la Sardegna centrale, abbiamo proposto la necessità di un decentramento che avvii un’inversione di tendenza da concretizzarsi per esempio con il trasferimento a Nuoro della Direzione del Corpo forestale e la realizzazione della Scuola forestale.

(DA: comunicato e foto Confindustria Sardegna Centrale-18 Luglio 2014)

“FESTIVAL DOMUSDETEATRO

Ilos de istiu 2014 XVIIIª Edizione”

è in programma

dal 24 Luglio al 1 Agosto 2014

in collaborazione con i Comuni di

LULA – BITTI – POSADA

 

(DA: comunicato Comune di Bitti-23 Luglio 2014)

ECOlonie SUL MONTE ORTOBENE

l’Amministrazione comunale ha organizzato per la stagione estiva in corso, l’Ortobene Summer Camp: dopo più di trent’anni ripartono le colonie estive per ragazzi e ragazze al Monte Ortobene, che con il CEAS Nuoro e Alternaura diventano ECOlonie.

Per domani 24 Luglio, a partire dalle ore 10, 30, l’amministrazione invita i giornalisti ad una visita nel centro di Solotti dove sono in corso le attività dei bambini e dei ragazzi. Sarà possibile documentare l’attività svolta dai partecipanti ai campi estivi.

Il sindaco Alessandro Bianchi, l’assessore all’Ambiente Luca Lapia e il responsabili del Ceas di Nuoro illustreranno l’iniziativa.

L’appuntamento è per le ore 10,30

presso l’ex colonia di Solotti sul monte Ortobene

(DA: comunicato Comune di Nuoro-23 Luglio 2014)

La Direzione del Distretto Sanitario

di Siniscola comunica che:

Venerdì 25 Luglio p.v. il Poliambulatorio di Orosei e gli altri servizi afferenti saranno chiusi in occasione della Festa del Santo Patrono, San Giacomo.

(DA. comunicato Asl3 Nuoro-23 Luglio 2014)

Si trasmette in allegato il documento promosso dal sindaco Alessandro Bianchi e firmato da moltissimi sindaci del territorio per chiedere un incontro al ministro Maurizio Lupi per discutere del rischio chiusura della motorizzazione civile di Nuoro.

-All’attenzione del Ministro Per le Infrastrutture

On.Le Maurizio Lupi

-Al presidente della Regione Sardegna

On.le Francesco Pigliaru.

-Agli Organi di Stampa

I sindaci della Provincia di Nuoro e dell’Ogliastra e il presidente della Provincia di Nuoro esprimono la loro forte preoccupazione per la situazione di grave disagio dell’Ufficio Motorizzazione Civile di Nuoro, da tempo al centro di un processo di forte ridimensionamento che appare come il preludio di una sua chiusura definitiva. Le diverse segnalazioni di amministratori e sindacati, compresa la lettera inviata al Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi nell’aprile scorso rimasta inascoltata, non hanno sortito alcun intervento da parte del Governo.

Apprendiamo che la direzione generale territoriale Centro–Nord e Sardegna – Ufficio Motorizzazione Civile di Nuoro” ha sospeso il turno degli esami presso le sedi private e ha annullato le sedute di guida già programmate presso Nuoro e presso le sedi esterne a partire dal primo luglio, a seguito del periodo di assenza per malattia degli unici due esaminatori abilitati all’effettuazione degli esami. Siamo di fronte all’ennesimo taglio di un servizio importante per tutto il territorio, che segue quelli già effettuati in altri importante settori pubblici.

Gli amministratori del Nuorese non possono accettare di vedere i propri cittadini privati di servizi essenziali che, tra l’altro, caratterizzano fortemente la nostra economia. È chiaro quindi che i disagi di oggi vengono da una progressiva volontà di smantellare i presidi pubblici che, negli anni, hanno garantito occupazione al territorio: l’organico complessivo della motorizzazione di Nuoro è passato dalle 26 unità del 2006 alle 9 attuali, di cui due in procinto di essere collocate in quiescenza.

Auspichiamo con forza un intervento immediato per garantire il corretto svolgimento degli esami nei mesi estivi, e nel contempo, denunciamo l’evidente volontà di arrivare ad una chiusura della motorizzazione del Centro–Sardegna, infliggendo un ulteriore duro colpo alla fragile situazione economica dei nostri Comuni, confermando la volontà dello Stato di ritirarsi dalle zone interne.

Come rappresentanti delle comunità localichiediamo al Ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi un incontro urgente utile a far chiarezza sulle reali intenzioni del Governo in merito al presente e al futuro della Motorizzazione Civile di Nuoro.

Ft.o Alessandro Bianchi Sindaco di Nuoro
F.to Costantino Tidu Presidente della Provincia di Nuoro
Ft.o Tonino Ladu Sindaco di Olzai
Ft.o Giovanni Porcu Sindaco di Irgoli
Ft.o Rocco Celentano Sindaco di Siniscola
F.to Roberto Tola Sindaco di Posada
F.to Giuseppe Ciccolini Sindaco di Bitti
F.to Giovanni Porcu Sindaco di Galtellì
F.to Dionigi Deledda Sindaco di Orgosolo
F.to Luigi Morittu Sindaco di Silanus
F.to Tore Ghisu Sindaco di Borore
Ft. Gigi Littaru Sindaco di Desulo
F.to Antonella Dalu Sindaco di Torpè
F.to Francesco Caggiari Sindaco di Bortigali
F.to Nannino Marteddu Sindaco di Orotelli
F.to Giovanni Porcu Sindaco di Gavoi
F.to Daniela Satgia Sindaco di Onifai
F.to Michele Deserra Sindaco di Orune
F.to Francesco Manconi Sindaco di Bolotana
F.to Giovanni Mossa Sindaco di Osidda
F.to Stefano Coinu Sindaco di Fonni
F.to Antonio Onorato Succu Sindaco di Macomer
F.to Gianpaolo Marras Sindaco di Ottana
F.to Franco Mula Sindaco di Orosei
F.to Bruno Curreli Sindaco di Tiana
F.to Franco Pinna Sindaco di Orani
F.to Graziano Deiana Sindaco di Mamoiada
F.to Rinaldo Arangino Sindaco di Belvì
F.to Cristina Sedda Sindaco di Ovodda
F.to Angelo Carta Sindaco di Dorgali
F.to Marcella Chirra Sindaco di Lei
F.to Davide Ferreli Sindaco di Lanusei

(DA: comunicato Comune di Nuoro-19 Luglio 2014)

Continua la rassegna di cinema per bambini / ragazzi “E…State al cinema” organizzata presso la Biblioteca Comunale.

Il film sarà proiettato Mercoledì 23 Luglio.

(DA: comunicato Comune di Bitti-18 Luglio 2014)

CASA SODDU:

Associazione di Promozione Sociale

CasaSoddu, domani  lunedì 21 Luglio, sarà impegnata in una conferenza dal titolo: “l’Europa occidentale nella Preistoria, Buon sangue non mente, della quale il relatore sarà Marcello Cabriolu, studioso di Preistoria e Protostoria della Sardegna.

Inoltre nella stessa giornata, solo lunedì 21, dal mattino alla sera, l’artista orafo Manolo, esporrà i propri pezzi, tutti unici e creati a mano, facenti parte del Popolo dei Forchiani.

Sia la conferenza delle 20:45, che la mostra aperta e visitabile tutto il giorno, saranno ad ingresso libero e gratuito.

Saluti

Giuseppe Soddu

(CasaSoddu)

IN CORSO A  PORTO CERVO

LA MOSTRA D’ARTE  DI ALFONSO SILBA

artista di origine avellinese

e sardo-oroseino di adozione

L’ARTE DI COSTANTINO NIVOLA A OROSEI

DAL 19 LUGLIO AL 31 AGOSTO

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

Venerdì 19 Luglio – ore 18,30

SEDE ESPOSITIVA “L’ORMEGGIO”

ADIACENTE AL” MUSEO GUISO”

LABORATORI DIDATTICI GRATUITI

PER 20 PARTECIPANTI DAI 7 AI 13 ANNI

Mostra a cura del Comune di Orosei con la collaborazione

di collezionisti privati e della Pro-Loco di Orosei

COSTANTINO NIVOLA

sardo di Orani,

scultore di fama internazionale.

>> UNA MOSTRA DA NON PERDERE! <<

 

(DA: comunicato Assessorato alla Cultura Comune di Orosei-10 Luglio 2014)

IL DECAOLOGO “SALVA NONNI”

CONTRO I RISCHI DEL CALDO!

 Se il meteo è ancora inclemente con i vacanzieri di tutta Italia, l’estate inizia comunque a farsi sentire con le prime vere ondate di calore.

E, come ogni anno, la priorità è la tutela delle persone più fragili, che più di tutti rischiano per le conseguenze del troppo caldo. Per questo motivo FederAnziani, la federazione della terza età, diffonde un appello e un decalogo con le regole fondamentali per prevenire i danni dell’afa e consentire ai ‘nonni’ di trascorrere un’estate in sicurezza.

“Dobbiamo prevenire i tanti pericoli che le temperature estive recano alla salute degli anziani – afferma Roberto Messina, Presidente FederAnziani -Troppo spesso, purtroppo, leggerezza e superficialità possono costare caro in questa stagione, e non vogliamo che anche quest’anno si ripeta il triste bollettino di vittime fra gli over 65 a cui siamo drammaticamente abituati”.

E allora ecco un vademecum valido per tutta l’estate,

con dieci semplici regole per prevenire i rischi delle alte temperature:

  • 1) Evitare di uscire nelle ore più calde della giornata, ovvero dalle 12 alle 17.
  • 2) Arieggiare l’ambiente dove si vive, anche utilizzando un ventilatore, facendo attenzione a non esporsi alla ventilazione diretta.
  • 3) Bere molti liquidi, almeno un litro e mezzo al giorno, per reintegrare le perdite quotidiane di sali minerali. Evitare invece bevande alcoliche, gassate, troppo zuccherate e troppo fredde e non eccedere con caffè o the.
  • 4) Consumare pasti leggeri preferendo pasta, frutta, verdura, gelati alla frutta ed evitate cibi grassi e piccanti.
  • 5) Tenere il capo riparato dal sole.
  • 6) Attenzione a non esporsi al sole in modo prolungato. Se, in seguito ad un’eccessiva esposizione, dovesse insorgere mal di testa, è importante fare impacchi con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea.
  • 7) E’ opportuno indossare abiti leggeri, non aderenti, di colore chiaro e tessuti naturali perché le fibre sintetiche ostacolano il passaggio dell’aria.
  • 8 ) Non interrompere le terapie mediche, né sostituire i farmaci che si assumono abitualmente, di propria iniziativa. Per ogni eventuale modifica delle cure che si stanno seguendo, consultare sempre il medico.
  • 9) Non restate all’interno di automobili parcheggiate al sole.
  • 10) Se possibile, è consigliabile andare in vacanza in località collinari o termali.

Infine, ricorda Messina,

“l’undicesimo punto di questo decalogo è rivolto a familiari, amici, figli, nipoti e vicini di casa dei nostri insostituibili ‘nonni’: non lasciateli soli! Aiutateli per le necessità quotidiane: un invito che vale sempre, ma ancora di più in questi momenti critici, in cui questi ‘nonni’ non possono uscire di casa per gran parte della giornata. Dategli una mano a vivere un’estate serena, bussate alla loro porta ogni tanto per sapere se hanno bisogno di qualcosa, assicuratevi che seguano le regole fondamentali del nostro decalogo contro il caldo. E se vi è possibile – conclude Messina – portateli in vacanza con voi o aiutateli ad andarci“.

(DA: Adnkronos Salute-17 Luglio 2014)-foto da internet

SPETTACOLO TEATRALE

*Sceneggiatura e Regia: Lucio Mundula*

Una foto e un commento del caro amico Lucio Mundula

sul lavoro teatrale “Una Storia Sbagliata”:

“Perchè il teatro?

Come ex-sequestrato ho sempre pensato fosse quasi un dovere raccontare la mia storia per far si che gli altri conoscano la (o le) verità sui rapimenti a scopo di estorsione in Sardegna. Ci sono altri sequestrati che sono sicuramente molto più bravi di me nel fare questo, sono preparati, conoscono documenti e numeri.

Io ho trovato questa strada. Il teatro riesce a coinvolgere emotivamente, è un mezzo dirompente. ti proietta emotivamente all’interno delle vicende.

Il risultato mi è sembrato confortante: Il pubblico reagisce, si commuove, piange. Questo volevo ottenere.

Caro Marco, grazie per avermi contattato,

Lucio Mundula”

INGRESSO AD OFFERTA LIBERA

Il ricavato sarà devoluto all’Associazione Sarda

Genitori Oncoematologia Pediatrica

>>> VI ASPETTIAMO! <<<

(DA: comunicato Comune di Orosei-11 Luglio 2014) -foto: G.Fronteddu

VENTI MILIONI DI EURO PER

DEPURATORI E RETI FOGNARIE

Abbanoa ha aggiudicato nove maxi-appalti in zone a rischio ambientale. Gli impianti esistenti, ormai vecchi e inadeguati al carico di lavoro, erano stati acquisiti dal Gestore unico, che ha provveduto alla progettazione degli interventi di rinnovamento e potenziamento.

I lavori riguarderanno l’ampliamento e il potenziamento del depuratore consortile di Sorso, al quale saranno convogliati i reflui del litorale di Platamona, per un importo 1,992 milioni di euro; il depuratore consortile di Tortolì-Arbatax, al servizio anche dei Comuni vicini, con 3,150 mln; impianto di depurazione di Is Arenas (Cagliari) al servizio di tutta l’area vasta del capoluogo, con 1,308 mln; impianto di depurazione di San Teodoro, al servizio anche delle numerose località turistiche della zona, con 1,876 mln.

Inoltre previsti l’adeguamento degli schemi fognari-depurativi dei centri attorno al lago Omodeo, per circa 848 mila euro; completamento dell’impianto di depurazione urbano di Olbia con 1,786 mln; nuovo depuratore consortile di Bosa con 1,962 mln; collettori fognari che collegheranno il nuovo depuratore consortile di Bosa con i centri vicini con 3,110 mln; depuratore di Ilbono e nuovo collettore fognario di Elini con 1,205 mln.

Complessivamente l’investimento è di oltre 17 milioni di euro più iva, pari a circa venti milioni.

All’inizio dell’anno, invece, è stata aggiudicata la gara per il nuovo depuratore di Badesi e relativi collettori fognari al servizio delle località vicine con 3,887 mln, mentre a questi appalti si aggiungeranno a breve le aggiudicazioni per altri due interventi in fase di gara: il collettore fognario per la fascia costiera di Quartu, fra Capitana e Terra Mala, importo a base di gara di 7,369 mln; il nuovo depuratore di Sos Alinos e i collettori fognari per le località costiere di Orosei-Cala Liberotto con 6,672 milioni di euro.

Ingresso a Sos Alinos: ponte sull'omonimo Rio

Infine altri due appalti sono in attesa delle autorizzazioni: i nuovi collettori fognari a Iglesias, il cui progetto è stato presentato all’Autorità d’Ambito per il via libera definitivo, e il nuovo depuratore consortile di Sant’Antioco.

(DA: L’Unione Sarda.it-16 luglio 2014)

Presentazione del:

‘Il sistema informativo Territoriale del Comune di Orosei:

per i professionisti i cittadini e le imprese’

Tutti i professionisti, i cittadini e le imprese, sono invitati al seminario formativode ‘Il sistema informativo Territoriale del Comune di Orosei’ che si terrà Lunedi 21Luglio 2014 a Orosei presso l’aula consiliare alle ore 15.30.

(DA: sito istituzionale Comune di Orosei)

(DA: comunicato Comune di Galtellì-17 Luglio 2014)

CONTRATTO D’AREA DI OTTANA

Incontro per un esame sulla rimodulazione delle risorse

e la verifica delle problematiche nel sito industriale.

Il Responsabile Unico del Contratto d’Area, Presidente della Provincia di Nuoro, Costantino Tidu, ha incontrato questa mattina in Provincia il Comitato Promotore (Cigl, Cisl e Confindustria) e le Aziende inserite nel Contratto d’Area per un esame della situazione attuale ed un confronto sull’utilizzo delle risorse disponibili, pari a 1 milione e mezzo circa, per realizzare infrastrutture nel sito industriale.

In particolare, nel corso della riunione, è emersa la necessità prioritaria, unanimemente condivisa dalle aziende presenti, di dotare il sito industriale, attualmente privo, delle infrastrutture telematiche Adsl o banda larga, al fine di garantire le minime condizioni di competitività delle aziende.

Ulteriori interventi, compatibili con l’esiguità delle risorse a disposizione, potranno essere il rifacimento o il completamento delle opere viarie, mentre si è condiviso che sarà decisivo il ruolo che deve esercitare il Consorzio Industriale Provinciale nella erogazione e gestione dei servizi ordinari, a partire dalla manutenzione e pulizia delle strade, l’illuminazione e la depurazione dell’area.

A tal proposito, già dalla prossima settimana, il Responsabile Unico del Contratto d’Area Costantino Tidu convocherà in audizione il Consorzio Industriale Provinciale per fare il punto della situazione sulle infrastrutture a carico del Consorzio e finanziate dal Contratto d’Area che devono essere ancora completate.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-16 Luglio 2014)

L’assessorato alla Cultura del Comune di Bitti

propone, a cura dell’Associazione Ilos di Lula, un laboratorio-spettacolo dal titolo “Labirinti Sensibili” condotto da Patricia Savastano Ambasciatrice Cultura Governo Argentina.

(DA: comunicato Comune di Bitti-16 luglio 2014)

(DA: comunicato del Museo Tribu-15 luglio 2014)

Il  presidente Roberto Bornioli:

“è il deserto telematico”

“Gli investimenti per le infrastrutture digitali a banda larga e ultra-larga non sono più rinviabili e su questo occorre accelerare”.

L’ha sottolineato nei giorni scorsi a Venezia il premier Renzi presentando l’Agenda digitale tra gli obiettivi strategici del semestre europeo. E lo hanno indicato come esigenza prioritaria le nostre imprese che tutti i giorni toccano con mano i problemi derivanti da linee adsl poco performanti e in alcuni casi inesistenti.

Le priorità sono state indicate con chiarezza dai nostri imprenditori che intervistati da Confindustria hanno segnalato in testa ai fabbisogni più urgenti, al primo posto, il cablaggio in fibra ottica e a seguire la copertura GSM delle zone d’ombra e il potenziamento delle linee adsl.

Nelle aree industriali di Bolotana, Orosei, Siniscola e Tossilo, e in diverse aree PIP comunali della provincia, la situazione è fortemente critica.

Mentre le nostre imprese faticano a dotarsi di una connessione a 2 MB al secondo, la maggior parte dei competitor europei dispongono di linee che viaggiano a 30 MB al secondo. In queste condizioni è difficile essere competitivi. Queste carenze sono state confermate anche dall’Istituto Tagliacarne che – fissando a 100 la media nazionale e assegnando alla Sardegna un indice pari a 44,85 – piazza la provincia di Nuoro agli ultimi posti in Italia per infrastrutture telematiche e telefoniche assegnandogli un indice pari a 21,21.

Il paradosso è che mentre nell’isola, secondo le statistiche, soltanto il 2,4% della popolazione è privo di internet veloce, in diverse aree industriali della Sardegna centrale operano aziende importanti che ne sono prive.

Uno dei casi eclatanti è quello di Antica Fornace Villa di Chiesa che da 14 anni attende l’attivazione della banda larga, la cui assenza causa all’impresa non pochi problemi nei rapporti con i fornitori e la casa madre. Si stima che per consentire all’azienda l’accesso alla banda larga basterebbe un investimento di 450mila euro. La mancanza di internet veloce è una situazione che ha dell’incredibile per un’impresa, produttrice di guarnizioni in gomma, leader nell’isola per fatturato, con 132 dipendenti a tempo indeterminato e 1750 clienti in tutto il mondo.

Un’azienda gioiello il cui titolare è stato chiamato per una testimonianza alla presentazione del rapporto Crenos, a riconoscimento dell’eccellenza dell’azienda sul panorama regionale.

Nonostante le gravi criticità tra cui l’assenza di internet veloce, l’impresa sta avviando un investimento importante che porterà all’ampliamento della filiera e al forte incremento dei dipendenti. Il personale, tutto altamente qualificato, è giovane, motivato e fortemente attaccato all’azienda in cui il tasso di assenteismo si ferma alla soglia fisiologica del 2%.

Come altre aziende nel centro Sardegna, Antica Fornace è un’azienda modello che ha ottenuto negli anni diverse certificazioni a conferma delle ottime performance raggiunte non solo nell’organizzazione aziendale ma anche sul fronte della sicurezza e della qualità del prodotto.

Per questo come Confindustria chiediamo da tempo una soluzione rapida e definitiva delle numerose criticità, perché non possiamo compromettere la competitività di un patrimonio così prezioso, in termini di competenze e professionalità.

La recente visita dell’assessore regionale all’Industria e l’interessamento della Giunta rappresentano certamente un segnale in questo senso.

(DA: comunicato Confindustria Sardegna Centrale-11 Luglio 2014)

INCONTRO CON I LAVORATORI

DELLA CARTONSARDA (OTTANA)

 Il Presidente della Provincia di Nuoro, Costantino Tidu, Responsabile Unico del Contratto d’Area, ha ricevuto nella mattinata di giovedì  scorso10 Luglio, negli uffici della Provincia, un’ampia delegazione di lavoratori della Cartonsarda che hanno esposto la drammatica situazione produttiva ed occupazionale e hanno chiesto l’intervento della Provincia per trovare una soluzione al problema. Il presidente Tidu ha  dichiarato  “Siamo al fianco dei lavoratori. Chiederemo subito un incontro urgente con l’assessore Regionale al Lavoro“.

All’incontro di giovedì scorso hanno partecipato gli Assessori provinciali all’Industria Paolo Porcu e al Lavoro Claudia Simula e i rappresentanti sindacali Mario Biancu per la Cigl e Francesco Zedda, rappresentante aziendale della Cisl. È stato Natalio Brau, responsabile del personale dell’azienda Cartonsarda, a spiegare la situazione dei 55 lavoratori dell’azienda, inserita nel Contratto d’Area di Ottana, che dal mese di gennaio non ricevono l’assegno della cassa integrazione in deroga.  Dal primo giugno – ha sottolineato – sarebbe dovuta partire la cassa integrazione straordinaria in sostituzione di quella in deroga, di competenza regionale, ma il provvedimento è ancora al vaglio degli uffici del Ministero del Lavoro.

Nel frattempo, i lavoratori non potranno usufruire neppure dell’anticipazione dell’assegno mensile da parte dell’Inps perché la convenzione con la Regione è scaduta. In questo quadro di incertezza c’è il rischio concreto che i cassintegrati dell’ex azienda cartaria del gruppo Parodi di Genova, che ha chiuso i battenti nel 2008, rimangano senza copertura economica ancora per diversi mesi.

A tal proposito il Presidente Costantino Tidu ha assicurato ai lavoratori il massimo interessamento da parte della Provincia per trovare una soluzione concreta al problema.“Tra qualche giorno convocheremo tutte le aziende del Contratto d’Area per fare il punto della situazione – ha dichiarato Costantino Tidu – è necessario lavorare congiuntamente con i sindacati per dare una risposta concreta ed efficace al mondo dei disoccupati e dei cassintegrati. La nostra priorità assoluta sono i lavoratori e già stamattina faremo partire la convocazione per un incontro urgente con l’Assessore regionale al Lavoro, alla presenza dei sindacati e di una delegazione di lavoratori.

La vertenza Cartonsarda deve infatti essere trasferita al tavolo regionale al quale chiederemo una soluzione di continuità ed il tempestivo pagamento delle mensilità arretrate. Siamo al fianco dei lavoratori – ha ribadito il Presidente Tidu – e, se sarà necessario, porteremo avanti una mobilitazione ancora più forte affinché venga sbloccata una situazione che dura ormai da troppo tempo”.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-10 Luglio 2014)

La Gestione Commissariale

a seguito delle consultazioni periodiche con le associazioni dei Consumatori, ha stabilito le modifiche da apportare alla Carta del servizio idrico integrato, concordate con il Gestore unico Abbanoa S.p.A., riguardanti la fatturazione dei consumi.

Al fine di migliorare i servizi per il consumatore, con la D.C.S. n.19 del 9 luglio scorso è stato approvato un primo aggiornamento della Carta, con la condivisione del Gestore e delle Associazioni.

Da subito il Gestore provvederà pertanto all’emissione di due fatture semestrali, ciascuna pagabile in tre rate, calcolate in base ai consumi rilevati dalla società a seguito di due cicli di letture eseguite in campo.

L’avvio delle nuove modalità di fatturazione sarà accompagnato dalla comunicazione, da parte di Abbanoa S.p.A., del programma operativo che riporta le date certe di effettuazione delle letture e della emissione delle fatture, a ciascuna amministrazione comunale interessata dalla gestione unica del servizio.

La stessa deliberazione commissariale del 9 luglio fissa i criteri per la definizione delle scadenze di pagamenti rateali e nel caso dell’opzione di pagamento in un’unica soluzione.

Un’ulteriore novità riguarda i criteri per la rilevazione dei consumi anomali.

In particolare, ove i consumi registrati siano risultati superiori a tre volte lo storico, la fattura sarà ritenuta anomala e sottoposta a verifica. Fino a conclusione dell’istruttoria all’utente sarà chiesto il pagamento, a titolo di acconto, dell’importo valutato in base alla media dei consumi storici registrati.

Il Gestore, a garanzia e tutela del rapporto con l’utenza, provvederà in questi casi alla pronta segnalazione al titolare del contratto dei consumi anomali registrati.

(DA: comunicato Aato-15 luglio 2014)

IL TRAGUARDO E’ SALVARE LA VITA

Venerdì 18 luglio p.v.,alle ore 18.00, presso la Sala Conferenze del Presidio Ospedaliero San Francesco di Nuoro, si svolgerà l’iniziativa dal titolo “Il traguardo è salvare una vita”.

Si tratta di un incontro informativo, organizzato dal Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Nuoro, per sensibilizzare le associazioni sportive cittadine a sposare la cultura della donazione del sangue.

L’incontro sarà tenuto dalla Dott.ssa Adriana Ibba e dalla Coordinatrice Infermieristica Nicoletta Nufris.

Il Centro Trasfusionale del P.O. San Francesco di Nuoro è costantemente impegnato nella sensibilizzazione alla donazione del sangue, soprattutto nella fascia di età 18/24.

Il mondo dello sport, essendo uno dei principali contesti di aggregazione, rappresenta la possibilità di un forte rinnovamento e ampliamento degli iscritti.

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-14 Luglio 2014)

Numeri in crescita per il complesso nuragico

e per il museo della civiltà contadina

«Dopo due anni, il 2011 e il 2012, di calo generale di visitatori, nel 2013 abbiamo assistito ad un graduale ma costante trend di crescita, interrotto solamente negli ultimi mesi dell’anno a causa dei disagi causati dal ciclone Cleopatra».

Snocciolano numeri confortanti i soci della Cooperativa Istelai di Bitti, costituita nel 1999 e che dal 2001 opera nella gestione integrata dei sistemi archeo-museali.

Nove ragazzi, di cui sei donne (un archeologo, sei guide e due manutentori) che con 260 ore settimanali, tra tempo pieno e part time, gestiscono il sito archeologico di Romanzesu, il museo della Civiltà Contadina -gestito anche a titolo di volontariato dal 2001 al 2004- e quello multimediale del Canto a Tenore dal 2005.

Tra il complesso nuragico e i due musei circa 10 mila visitatori all’anno, che costituiscono un prezioso introito non solo per il Comune di Bitti e la Cooperativa Istelai, ma anche per l’intero indotto che ci si sviluppa intorno.

«Prestiamo molta attenzione nella pianificazione del nostro lavoro a valorizzare e includere nei pacchetti turistici anche le eccellenze locali – affermano i soci della cooperativa – dall’artigianato alla produzione alimentare, in un ottica di ampliamento del turismo eno-gastronomico, un settore dove la domanda è in forte, costante crescita».

La società cooperativa, finanziata con contributi triennali dall’assessorato regionale ai Beni culturali, porta avanti inoltre da alcuni anni una serie di studi e attività per la salvaguardia e il recupero delle tradizioni culturali di Bitti, per la valorizzazione del suo patrimonio naturalistico, storico e religioso. Organizza, con particolare attenzione alle istituzioni scolastiche, pacchetti turistici durante i quali si possono visitare, accompagnati da personale altamente qualificato.

Degno d’interesse e curiosità è anche il percorso religioso, che si snoda attraverso la visita guidata nelle chiese paesane e campestri. Bitti è uno dei paesi più ricchi di edifici di culto e santuari della Sardegna; nei secoli ne sono stati edificati ben trentacinque.

Ancora, richiama l’attenzione dei turisti il percorso artigianale, dove è possibile visitare le varie botteghe e laboratori, ceramica, ferro battuto, legno, tessitura.

(DA: La Nuova Sardegna-Paqujto Farina-7 Luglio 2014)