Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Ottobre 2015

(DA: sito istituzionale Comune di Loculi)

 TEMI DI PORTATA STRATEGICA

per il futuro del territorio e delle imprese

Nota stampa del presidente Bornioli

sulla riforma degli enti locali

RIFORMA ENTI LOCALI.

Temi di portata strategica per il futuro del territorio e delle imprese

Occorre puntare sul decentramento

“La riforma degli Enti Locali avrà conseguenze strategiche non soltanto a livello istituzionale ma anche sull’economia e sulle imprese. Dietro i tecnicismi, infatti si nascondono questioni concrete che hanno un impatto diretto sulla vita quotidiana dei cittadini e delle imprese. Per esempio, da chi saranno gestiti i servizi e le funzioni oggi in capo alla Provincia, che ha competenza in materia di ambiente, formazione, lavoro, scuole e strade? Oggi è la Provincia che rilascia alle aziende l’Autorizzazione Integrata Ambientale. Chi avrà questa competenza dopo la riforma?

Dalle autorizzazioni ambientali alla gestione dei musei al personale delle Province, la riforma dei nuovi enti di governo del territorio lascia molti punti in sospeso e non chiarisce quale sarà il ruolo della Sardegna centrale nel quadro del sistema Sardegna. Ciò a scapito soprattutto delle zone interne, già colpite da una grave crisi demografica e che con la riforma rischiano di diventare la terra di nessuno: si stima che entro il 2020 lo spopolamento porterà un calo del reddito delle famiglie del 15% e un ulteriore calo delle imprese, oggi per il 70% insediate sulle coste.

La riforma comporterà un’ulteriore perdita di rappresentanza politica del Nuorese e dell’Ogliastra già orfani delle Province. La Sardegna centrale verrà spezzettata in tante piccole Unioni di Comuni, enti deboli che non avranno le competenze tecniche e la forza necessaria per rappresentare e governare un vasto territorio il cui futuro invece sarà sempre più legato alla capacità di fare sistema. Un ente come la città metropolitana per esempio avrà la possibilità di intercettare i fondi europei, le Unioni dei Comuni avranno la stessa capacità progettuale e organizzativa?

Se non opportunamente gestite le riforme ipotizzate rischiano di mettere all’angolo tutta la Sardegna centrale, la quale parcellizzata in micro Enti e privata di soggetti di governo unitari, verrebbe ulteriormente emarginata. Inoltre, occorre considerare che la riforma degli enti locali servirà da base per la riforma delle Asl, e il nuovo assetto istituzionale potrebbe condizionare anche la permanenza di molti altri presidi pubblici nel territorio.

All’interno della contrapposizione tra Cagliari, che avrà la sua area metropolitana, e Sassari che dà battaglia per ottenerla, nessuno si occupa della Sardegna centrale, un territorio già molto debole e che così rischia di sparire completamente. Per uscire dall’impasse occorre trovare una formula valida per tutta la Sardegna. Suscita interesse l’ipotesi della Provincia Tirrenica nell’ottica di un riequilibrio territoriale che eviti un eccessivo accentramento delle competenze e dei servizi verso le aree più forti. Inoltre, per la Sardegna centrale e le sue zone interne occorre puntare sul decentramento, formula che potrebbe essere replicata su tutto il territorio regionale.

Come Confindustria proponiamo da tempo per esempio il trasferimento a Nuoro dell’Assessorato regionale all’Ambiente e della Direzione del Corpo forestale e della Scuola forestale. Questi temi saranno al centro del convegno che la nostra Associazione sta organizzando venerdì prossimo 6 novembre a Nuoro. È necessario infatti che anche il nostro territorio prenda posizione e avanzi le proprie rivendicazioni e proposte in modo unitario”.

Nuoro, 30 ottobre 2015

(DA: comunicato Confindustria NU/OG.-30 Ottobre 2015)

 

A BRUNELLA E TALAVA’

Il S.I.A.N. (Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) dell’ASL di Nuoro – Distretto Sanitario di Siniscola – comunica che, a seguito delle analisi di verifica, i campioni di acqua prelevati in data 26 ottobre nella rete idrica della frazione di Brunella (comune di Torpè) sono risultati fuori norma per i parametri microbiologici.

Pertanto l’acqua non è idonea per l’uso potabile e alimentare, né per lavare la frutta e la verdura, e neanche per il lavaggio dei denti.

Le medesime restrizioni sono estese anche alla frazione di Talavà, che è servita dalla stessa rete idrica.

Il S.I.A.N. di Siniscola ha provveduto immediatamente a informare il sindaco del comune di Torpè. Il Servizio dell’ASL ha, inoltre, comunicato ad Abbanoa S.p.A. di individuare la causa dei parametri fuori norma, eliminarla, effettuare le dovute verifiche e relazionare allo stesso servizio dell’ASL.

(DA: comunicato Asl3-Nuoro-30 Ottobre 2015)

GRANDE SUCCESSO PER LA GIORNATA

DEDICATA ALLE DIPENDENZE AL FEMMINILE

Bilancio giornata “Dipendenze al Femminile” 29 ottobre, evento svoltosi con successo giovedì 29 ottobre presso la hall dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.

Grande adesione di pubblico, giovedì 29 ottobre, alla giornata dedicata alla sensibilizzazione e informazione sulle dipendenze al femminile (alcol, fumo, cibo, GAP), organizzata nell’ambito delle iniziative promosse per il mese di ottobre da Onda, l’Osservatorio nazionale per la salute della donna, che coinvolge tutti gli ospedali con il “Bollino rosa” (riconoscimento assegnato ai nosocomi che offrono servizi dedicati alla prevenzione e cura delle principali patologie femminili).

L’equipe del Ser.D (Servizio per le Dipendenze) ha partecipato in forze nella hall del San Francesco – dalle 9.00 alle 18.00 – con uno stand che ha avuto il non facile compito di sensibilizzare il target femminile (dai 14 anni in su) alle varie dipendenze.

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-30 Ottobre 2015)

 

INCONTRO

con la cittadinanza per illustrare il bando

regionale 2015 legge regionale 29/1998

sui criteri di ammissione ai finanziamenti

per recupero di fabbricati in Centro Storico 

 

Mercoledì 4 Novembre 2015 – ore 17,30

L’incontro si terrà in sala consiliare per illustrare ai cittadini interessati i criteri di ammissione ai finanziamenti di cui alla Legge Regionale N°29 del 13 ottobre 1998.

La L.R. 29/1998 è inerente la “Tutela e valorizzazione dei Centri Storici della Sardegna – BANDO 2015 – Finanziamento di Programmi Integrati e Piani di Riqualificazione Urbana” per interventi di Recupero Primario di fabbricati ricadenti nel Centro Storico “centro matrice” (centro di antica e prima formazione).

 

“Siamo proprio come le canne al vento, donna Ester mia.

Ecco perché! Siamo canne, e la sorte è il vento.”

(una frase tratta da Canne al Vento di Grazia Deledda)

disegno e foto di

Marco Camedda

 

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei- 30 Ottobre 2015)

GIORNATA INFORMATIVA:

prevenzione e difesa dal

Punteruolo Rosso delle palme

Orosei, 03 NOVEMBRE 2015, ore 10,00

presso sala a consiliare Comune di Orosei si terrà una giornata informativa in merito alla prevenzione e difesa dal Punteruolo Rosso delle palme

 

(Da. sito sito istituzionale Comune di Orosei)

(DA: sito istituzionale Comune di Or

“Halloween o Peti cocone”

Laboratorio sul culto dei morti in Sardegna e nel Mondo

DA Sito istuzionale Comune di Galtellì)

 

 

MAN: MUSEO D’ARTE

Paul Klee: “Mondi Animati”

Eugenia Vanni: “Il vero colore del cielo”

Opening 30 ottobre ore 19

 

Paul Klee: 30 ottobre 2015 – 14 febbraio 2016

“Mondi animati”

A cura di Pietro Bellasi e Guido Magnaguagno

Coordinamento scientifico: Raffaella Resch

L’iniziale disorientamento di fronte alla natura si spiega con ciò, che si comincia con lo scorgerne soltanto le ultime ramificazioni, senza risalire alla radice. Una volta però che uno se ne sia reso conto, può riconoscere anche nella più lontana fogliolina la manifestazione dell’unica legge che regola il tutto e trarne vantaggio” (Paul Klee, Diari, n. 536).

Dopo la mostra dedicata al rapporto tra l’opera di Alberto Giacometti e la statuaria arcaica, il MAN_Museo d’Arte della Provincia di Nuoro prosegue la propria programmazione rivolta ad analizzare aspetti poco indagati della produzione dei più importanti artisti del XX secolo con una mostra dedicata a Paul Klee (1879-1940).

Inedito in Sardegna, Klee è uno degli autori più complessi e originali del secolo scorso. Con questa rassegna, realizzata dal Museo MAN con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Provincia di Nuoro e della Fondazione Banco di Sardegna, con il patrocinio dell’Ambasciata di Svizzera in Italia, curata da Pietro Bellasi e Guido Magnaguagno, con il coordinamento scientifico di Raffaella Resch, si intende esplorare un elemento fondamentale nell’opera dell’artista, ovvero la percezione della presenza di un principio vitale, generativo, insito nella materia delle cose.

In senso specifico Klee non ha mai parlato di “animismo”, tuttavia la sua opera appare permeata di uno spirito animato avvertito in tutta la realtà materiale ed evocato dall’azione creativa dell’artista. “Creatura superiore” (Diari, n. 660), l’artista, attraverso il proprio sguardo vivificatore, porta alla luce l’elemento generatore presente nei diversi mondi che popolano il cosmo, nascosto sotto la superficie delle cose. Che siano uomini, bambini, animali, oggetti, paesaggi o architetture, i mondi di Klee obbediscono tutti alla medesima legge della natura, che l’artista indaga e imita.

Un unico principio vitale governa l’intero ordine naturale, dalle cose grandi a quelle infinitesimamente piccole. Questo principio sembra palesarsi in molte opere dell’artista, in particolare nei disegni e negli acquarelli degli anni Venti e Trenta. Opere come Feigenbaum (Fico), del 1929, o Im Park (Nel parco), del 1940, presenti in questa mostra, o ancora l’importante dipinto Wohin? (Dove?) del 1920, proveniente dalle collezioni della Città di Locarno, esposto nel 1937 all’interno della mostra “Arte degenerata”, organizzata dal regime nazionalsocialista tedesco.

La rappresentazione del mondo animale offre una serie di parabole, di favole morali, dove l’animale è innalzato al ruolo di essere umano, nei suoi vizi e nelle sue virtù. Ecco che nel disegno Tierfreundschaft (Amicizia tra animali) del 1923, ad esempio, un cane e un gatto si accompagnano bonariamente in una tranquilla passeggiata, incarnando il senso di amicizia che può nascere tra due esseri umani.

Lo studio delle opere architettoniche rivela l’interesse di Klee verso la percezione della forma e la comprensione dell’elemento organico, vivo, dentro di essa, evidente in alcuni acquarelli come Americanisch – Japanisch (Americano – giapponese), realizzato nel 1918, dove a svettanti palazzi stilizzati è affiancata l’icona dell’occhio. “Una volta che si è compreso l’elemento numerico del concetto di organismo”, scrive Klee, “lo studio della natura procede più spedito e con maggiore esattezza” (Diari 536).

Ma il principio generativo insito in tutte le cose è ravvisabile soprattutto in quelle opere che, in maniera dichiarata, evocano o imitano il mondo dell’infanzia, come in Hier der bestellte Wagen! – Ecco la carretta richiesta, del 1935, ma anche nel finissimo dipinto Getrübtes – Turbato, del 1934, proveniente dalle collezioni della GAM di Torino, o ancora in quei lavori dove le figure sono rappresentate con tratti semplici, stilizzati, alla maniera dei bambini, come nel dipinto Gebärde eines Antlitzes (Espressioni di un volto), del 1939, proveniente dalla collezione del Museo del Territorio Biellese.

Forme di vita organiche e spiriti della materia animano i diversi soggetti presenti nelle opere di Klee. Un’immagine che sembra trovare una sintesi formale in un’opera come Figurale Blätter (Foglie figurate), un lavoro del 1938 dove alcune figure antropomorfe, come piccoli feti, vivono rannicchiate all’interno di foglie–incubatrici.

Artista immerso nello spirito del suo tempo, dove si avvicendano eclatanti scoperte scientifiche, Klee recepisce gli sconvolgimenti provocati dalle teorie della relatività e della fisica quantistica, così come le evoluzione degli studi psicoanalitici, rielaborandoli in maniera indipendente all’interno di una visione magico-fenomenica dell’universo.

L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo pubblicato da Magonza Editore con saggi di Pietro Bellasi, Guido Magnaguagno e Raffaella Resch, oltre alla riproduzione completa delle opere in mostra e un apparato bio-bibliografico.

Pietro Bellasi è uno studioso di antropologia dell’arte, ha insegnato all’Università di Bologna e alla Sorbona, è curatore di diverse mostre e cataloghi, tra le quali “Giacometti e l’arcaico”, Nuoro 2014; “Corpo, automi e robot”, Lugano 2010, “I Giacometti. La valle e il mondo”, Milano e Mannheim, 2000-2001; “Un diavolo per capello”, Bologna 2005; Tinguely e Munari, La Spezia, 1994

Guido Magnaguagno, storico dell’arte svizzero; è stato vicedirettore del Kunsthaus di Zurigo e per lunghi anni direttore del Museo Tinguely di Basilea. Ha curato numerose mostre di arte contemporanea ed è esperto di elvetica.

Raffaella Resch ha organizzato e coordinato numerose mostre e cataloghi presso la Fondazione Antonio Mazzotta. Attualmente collabora con diverse istituzioni e artisti come free lance.

Eugenia Vanni

Il Vero Colore Del Cielo

MAN, Museo d’Arte Provincia di Nuoro

23 ottobre 2015 – 14 febbraio 2016

Inaugurazione: 30 ottobre 2015

(DA: comunicato del Museo Man di Nuoro-21 Ottobre 2015)

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-28 Ottobre 2015)

Bocheteatro:

“La Sardegna dei Teatri 2015″

Prende avvio presso la Sala Bocheteatro in Nuoro, il Teatro Comunale di Dorgali e la Sala Consiliare di Irgoli

la 13ª Edizione de “La Sardegna dei Teatri 2015”, organizzata dalla compagnia Bocheteatro di Nuoro.

La Sardegna dei Teatri”si articolerà da Ottobre a Dicembre 2015 in un cartellone denso di proposte selezionate fra le realtà più significative del teatro contemporaneo sardo e della penisola.

Ritratto di Emilio Lussu (una mia grafica)

In primo piano lo spettacolo “Bachisio Spanu, l’ epopea di un contadino sardo alla guerra”, produzione Bocheteatro, spettacolo dedicato al centenario della Grande Guerra, per la regia di Marco Parodi.

è un fante della Brigata Sassari, un contadino pastore analfabeta della Sardegna che è al tempo stesso uno storico che espone, con i suoi poveri mezzi, in una lingua semplice, la terribile cronaca della Grande Guerra, riprendendo i temi affrontati da Emilio Lussu nel suo “Un anno sull’altipiano”, compresi quelli dell’ammutinamento e della inutile decimazione della Brigata, un sacrificio che ancora oggi chiede delle risposte.

Verrà proposto

venerdì 30 Ottobre 2015 alle ore 21:00 presso il Teatro Comunale di Dorgali,

e il 04 Novembre a Irgoli alle ore 18:00 presso la Sala Consiliare del Comune.

Venerdì 06 Novembre ore 21:00 presso la Sala Bocheteatro sita in Via Congiu Pes n.6 a Nuoro, un’altra produzione di Bocheteatro dedicata al grande artista oranese Costantino Nivola, dal titolo “Su Muru Prinzu – il muro incinto” – Lo spettacolo è un adattamento drammaturgico curato da Paolo Puppa, interpretato e diretto da Giovanni Carroni, regista e interprete, tratto dall’opera autobiografica  “Memorie di Orani” di Costantino Nivola, con le musiche originali composte dal maestro Battista Giordano.

Il copione intende ripercorrere simbolicamente l’esistenza straordinaria di questo grande inventore di forme antiche e moderne, vissuto ai bordi di varie culture.

Muratore bambino in tempo di fascismo, partito con la sua valigia di cartone dalla nativa Orani, prima Monza, poi a Parigi e New York.

Venerdì 13 Novembre- ore 21:00 – Sala Bocheteatro- Via Congiu Pes n.6 –Nuoro, “Dodici parole buone”della compagnia Antas Teatro e Laboratorio di Altamira.

Il regista ha composto lo spettacolo mimetizzando le proprie parole tra quelle fraterne di Vincenzo Van Gogh e Salvatore Cambosu (splendido, triste e misconosciuto poeta sardo, conterraneo dell’attore in scena)  dando luogo alla corrispondenza di un disadattato dolcissimo e strampalato con un fratello immaginario. Aveva poi amalgamato le tre voci in un impasto di cui oggi non sarebbe più in grado di dire chi abbia scritto che cosa,  ma nel quale inseguiva una certa risonanza politica dello straniamento linguistico. Aveva la rischiosa pretesa di costruire tutto lo spettacolo su un fiume di parole, buone da ascoltare e perfino da ripensare….

Venerdì 20 Novembre- ore 21:00 -Sala Bocheteatro- Via Congiu Pes n.6 –Nuoro, – Lo straordinario spettacolo del Teatro delle Albe di Ravenna “Amore e anarchia” – Storia avventurosa e affascinante di Maria Luisa Minguzzi e Francesco Pezzi,  cresciuti nella Ravenna di fine Ottocento attraversata, come il resto del Paese, da sconvolgimenti politici e umani: le imprese garibaldine, l’ideale repubblicano, la caduta del governo dei papi, l’Unità d’Italia.

Giovanissimi si innamorano e si infiammano, senza possibilità di ripensamento, per l’ideale anarchico che guiderà le scelte e i pensieri di tutta la loro vita.

Venerdì 27 Novembre- ore 21:00- Sala Bocheteatro- Via Congiu Pes n.6 –Nuoro -Compagnia Il Crogiuolo “La mia ragazza dall’occhio nero”.

Il Crogiuolo propone ancora una volta una storia scomoda, di dissenso ideologico. Sempre con la drammaturgia e la regia di Virginia Martini lo spettacolo prende spunto dal bellissimo romanzo “Il comunista”,  scritto nel 1964 da Guido Morselli e nel quale l’autore ricompone uno strato di realtà, un agglomerato di psicologie, di modi di vita, di affinità e di conflitti all’ombra di via delle Botteghe  Oscure, nel Partito Comunista Italiano.

La Rassegna si chiude con un’altra produzione di Bocheteatro “ArRaund Casteddu” dai racconti di Sergio Atzeni, del quale ricorre il ventennale dalla morte.

Venerdì 04 Dicembre ore 21:00- Sala Bocheteatro- Via Congiu Pes n.6 – Nuoro. Lo spettacolo punta direttamente al Sergio Atzeni scrittore/affabulatore, raccontatore di storie,  con l’amore per la provocazione e l’ironia, a tratti tenera e gioiosa, a tratti cupa e tagliente.

Tanti materiali dal sapore spesso autobiografico, fatti di ricordi, letture, riflessioni, osservazioni della realtà cruda e poetica della sua Cagliari.

Cordialmente

Associazione Culturale Bocheteatro

Telefono: +39 0784.203060 / +39 338.7529106 / +39 333.4983408

Email: info.bocheteatro@gmail.com / Sito web: www.bocheteatro.it

(DA: comunicato Bocheteatro Nuoro-28 Ottobre 2015)

AVVISO PUBBLICO

(Legge Regionale n°29 del 13 ottobre 1998)

“Tutela e valorizzazione dei Centri Storici della Sardegna – BANDO 2015 – Finanziamento di  Programmi Integrati e Piani di Riqualificazione Urbana”

Manifestazione d’interesse per interventi di Recupero Primario di fabbricati ricadenti nel Centro Storico “centro matrice” (centro di antica e prima formazione)

(DA: sito Istituzionale Comune di Galtellì)

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-26 ottobre 2015)

Progetto Coni -Pallacanestro Orosei

PROGETTO CONI RAGAZZI

La società Pallacanestro Orosei ha aderito per l’anno sportivo 2015/16, al Progetto CONI Ragazzi.

Il Progetto prevede l’erogazione del servizio di attività sportiva pomeridiana, offerto gratuitamente a bambini di età compresa tra i 5 ed i 13 anni, appartenenti a famiglie residenti o domiciliate in aree disagiate o a rischio sociale, in possesso dei requisiti di seguito indicati:

• anno di nascita compreso tra il 2002 e il 2010;

• domicilio o residenza nel comune di Orosei ;

• dichiarazione ISEE attestante il reddito familiare;

La domanda di candidatura potrà essere compilata e presentata in due modi:

- on-line, utilizzando il form disponibile nel sito web www.coniragazzi.it;

- in formato cartaceo, direttamente alla Pallacanestro Orosei, compilando il modulo a vostra disposizione presso la palestra di via Verdi a Orosei nei giorni Lun 18-20, mart e giov 16,30-18,30, ven 17-19;

Termini per la richiesta: scadenza il 9 novembre 2015.

Potete contattarci per qualsiasi informazione:

mail: pallacanestro.orosei@tiscali.it

telefono: 3495592405 Graziella

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-26 ottobre 2015)

“Le imprese GustoSardegna raccontano Expo”

Mercoledì 28 ottobre ore 10

c/o Sala Conferenze Confindustria?-Nuoro

CONFERENZA STAMPA

I cibi del “mangiar sano” alla conquista di nuovi mercati

Quali opportunità per l’export dell’agroalimentare sardo?

Domani alle 10 nella sede di Confindustria a Nuoro è in programma una conferenza stampa dove gli imprenditori della rete d’imprese Gusto Sardegna racconteranno quali sono le opportunità per l’export dell’agroalimentare sardo, a partire dall’esperienza dell’Expo Milano 2015.

Nel corso della conferenza stampa saranno presentati i risultati e le iniziative nate dall’evento che la rete GustoSardegna ha organizzato all’Expo, dagli incontri b2b con importanti buyer europei e statunitensi alla cena con i prodotti GustoSardegna firmata da Roberta Petza, accompagnato dal Gastronauta di Radio24 Davide Paolini e dal presidente della rivista specializzata Passione Gourmet Alberto Cauzzi.

Nel corso della conferenza stampa saranno presentati anche dati aggiornati sull’export dell’agroalimentare a livello regionale e provinciale.

(DA: comunicato Confindustria NU-OG-28 Ottobre 2015)

CONVEGNO ENTI LOCALI

Venerdì 23 ottobre alle ore 16,00

nel salone della Camera di Commercio in via Papandrea,

si terrà un incontro organizzato dal Comune di Nuoro che vedrà la presenza, oltre che del sindaco della città Andrea Soddu, degli amministratori dei territori del Nuorese, della Gallura e dell’Ogliastra, nonché i parlamentari e i consiglieri regionali.

Il convegno sarà introdotto dal sindaco di Nuoro Andrea Soddu, che cercherà di interpretare lo spirito con il quale gli amministratori di questi territori stanno vivendo la definizione della riforma in discussione nel Consiglio Regionale.

È previsto l’intervento del costituzionalista Omar Chessa dell’Università di Sassari, che descriverà il contenuto delle proposte in essere nella commissione del Consiglio Regionale.

Le conclusioni saranno affidate all’Assessore Cristiano Erriu, quale titolare dell’Assessorato Regionale agli EE.LL.

La riforma, sull’onda della omologa proposta nazionale contenuta nella “riforma Del Rio”, si basa sul “superamento” del livello di governo provinciale a favore delle singole aggregazioni comunali.Gli effetti risultano tutti da definire, in ordine all’individuazione dei soggetti che saranno chiamati a svolgere le funzioni amministrative e politiche prima affidate alle province.

Questa situazione, sul piano normativo e su quello politico, fa sì che il momento che si sta vivendo sia fecondo di confronto e dibattito come da tempo non succedeva su questo tema determinante per la vita politica ed amministrativa e per la stessa autonomia delle nostre comunità locali.

L’incontro sarà un’occasione importante,

per fare luce sulle prospettive e sulle conseguenze della riforma.

Il coinvolgimento delle comunità dell’Ogliastra e della Gallura, ha l’obiettivo preciso di far si che diventi un importante momento di condivisione.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-22 Ottobre 2015)

New York, 10 Septembre 1955 © Vivian MaierMaloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Successo per la tata con la Rolleiflex…

…Aspettando un genio dell’avanguardia:

il 30 si inaugura la mostra di Paul Klee di Paolo Curreli

Ha chiuso il 18 Ottobre la mostra “Vivian Maier Street Photographer”, inaugurata in anteprima nazionale il 10 luglio, facendo registrare un nuovo record per il museo Man.

VIVIAN MAIER- Street Photographer

Sans titre, 1954 © Vivian MaierMaloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

«La mostra che in assoluto ha avuto più visitatori di sempre – puntualizza il direttore Lorenzo Giusti – siamo convinti che al conteggio finale di lunedì potremo contare e superare le 30mila presenze».

Notevole interesse anche per i fotomontaggi spiazzanti di Thomas Hirschhorn che ha trasformato la “project room” del museo in un ambiente provocatorio, carico di suggestioni e di contrasti visivi. Un grande risultato, la mostra della Maier e la proiezione del documentario “Alla ricerca di Vivian Maier” di Maloof, che il Man ha festeggiato ieri con una degustazione di vini nel Centro Vetrina della Strada del Vino Cannonau, e oggi con ingresso e visite guidate gratuite e, alle 17.30, e con l’ultima delle conversazione pubbliche dedicate alla street photographer americana, dal titolo “Rolleiflex-Leica”.

New York, NY, Septembre 1953© Vivian MaierMaloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Chiusura con un successo e nuova pagina, il 30 ottobre,

con un grande nome dell’arte del secolo scorso; Paul Klee.

Il Man continua il dialogo tra le avanguardie storiche – la galassia di Arp e Giacometti e l’arcaico – degli anni scorsi, e il movimento artistico contemporaneo con protagonisti viventi di oggi. Prosegue, infatti, l’attività di Remo Salvadori con “Continuo infinito presente, un’importante figura della transavanguardia, che dalla fine degli anni ’90 propone la condivisione dei processi realizzativi delle sue opere.

Il museo rimarca una strategia legata non solo al progetto espositivo ma all’allargamento della partecipazione, anche con il laboratorio di Eugenia Vanni “Il vero colore del cielo” dal 23 al 14 novembre. Il dialogo tra le avanguardie storiche e il contemporaneo è un altro punto di forza del Man.

Lorenzo Giusti, Direttore del MAN

«Paul Klee, come Arp e Giacometti, sono espressioni di uno stesso spirito – dice Lorenzo Giusti–. Tre tra i più grandi innovatori del Novecento. Era un mio desiderio personale realizzare una mostra su Paul Klee. Sono circa cinquanta opere estremamente significative, i “Mondi animati” a cui facciamo riferimento nel titolo sono il segno del principio animista dell’artista tedesco, nel suo lavoro tutto è vivo mai morto, appare evidente un principio germinativo che permea la natura animata e inanimata». Uno spirito che si coglie, in tutta la ricerca del pittore tedesco.

«La relazione tra micro e macro cosmo, tra umano e animale, tra animato e inanimato viene esplorata dall’artista, tutto germoglia come nelle figure antropoforme o le foglie che al loro interno contengono figure umane e feti – spiega il direttore Giusti– . Paul Klee percepisce in maniera intuitiva le rivoluzioni che avvengono contemporaneamente in campo scientifico, come quelle della fisica e della psicanalisi».

L’innamoramento per il colore diventa una vertigine creativa per Paul Klee nel suo viaggi nel Mediterraneo verso la Tunisia del 1914. «Un’esperienza formativa, un cambiamento decisivo verso sfumature e colori più intensi. Durante quel viaggio il pittore costeggia la Sardegna – racconta Giusti – e annota nel suo diario la mattina del 7 aprile 1914 “I colori dell’acqua e dell’atmosfera sono oggi ancora più intensi di ieri. Sono più ardenti e un po’ più cupi”».

(DA: La Nuova Sardegna-18 Ottobre 2015)

Il sindaco Andrea Soddu

prende ancora una volta posizione contro la chiusura dell’ente camerale voluta dal governo centrale.

TESTO DELLA NOTA STAMPA

La questione della Camera di Commercio ci fa capire, ancora una volta, che a Roma non vi è sensibilità verso le esigenze reali dei territori e in particolar modo rispetto a quelli più periferici come il nostro”.

Si pone innanzitutto, l’esigenza di valutare quelli che sono  gli aspetti normativi: perché se è vero che la legge 124 del 2015 assegna al governo la facoltà di ridurre il numero delle Camere di Commercio che devono essere risditte dalle attuali 105 a 60 sulla base di un numero minimo di imprese iscritte, è altrettanto vero che l’articolo 1, comma 3, della legge 7 aprile 2014 stabilisce la deroga alle soglie dimensionali minime  per le provincie montane di territori insulari che risultano privi di adeguati collegamenti pubblici stradali e ferroviari.

Nuoro rientra nei criteri per usufruire della deroga, un accorpamento ad altre sedi creerebbe un disagio non solo ai lavoratori, ma anche agli utenti che non potrebbero usufruire in maniera adeguata dei servizi che oggi vengono erogati.

Dagli aspetti normativi a quelli politici, che inevitabilmente si intersecano con quelli economici e sociali: chiudere la Camera di Commercio equivale a privare la città di Nuoro e il territorio, di un punto di riferimento fondamentale per quei settori che sono le principali chiavi di sviluppo come il turismo, le tradizioni e l’enogastronomia. L’impegno dell’ente camerale in questo senso è fondamentale, la rassegna “Autunno in Barbagia” con i suoi grandi numeri ne è la testimonianza più evidente.

Il ruolo della Camera di Commercio nelle numerose iniziative mirate a chi si avvicina al mondo dell’imprenditorialità e a sostegno dell’innovazione per le imprese esistenti è importante.

I dati del bilancio Camerale, peraltro presentano un quadro decisamente positivo e raccontano di un ente gestito con le logiche economiche necessarie per ottimizzarne il funzionamento e qualificarne ulteriormente i servizi alle imprese.

Attenzione e sensibilità da parte del Governo centrale diventano quindi un’esigenza vera, al fine di contribuire con l’impegno che le realtà locali vanno mettendo in campo quotidianamente, al fine di poter conseguire un riscatto ed una crescita sociale e d economica anche delle aree interne della Sardegna”.

Il Sindaco di Nuoro

Andrea Soddu

(DA: comunicato Comune di Nuoro 21 ottobre 2015)

(DA: sito istituzionale Comune di Galtellì)

Con delibera di giunta del 19/10/2015,

si concretizza la realizzazione

della scuola forestale a Nuoro.

Sono stati  proficui i diversi  incontri tenutisi a Cagliari tra Sindaco Soddu, l’assessore ai lavori pubblici Belloi  e l’assessore regionale  Paolo Maninchedda, la Regione ha deliberato il finanziamento di 9 milioni e 600mila euro per la realizzazione della struttura che ospiterà il polo regionale forestale a “Su Pinu”.

La Scuola Forestale sarà un luogo di formazione fondamentale per il nostro territorio, con ricadute socio economiche rilevanti per tutta la Sardegna ed in particolare per le zone centrali.

Si tratta di un progetto che prevede il coinvolgimento attivo dell’università, con riferimento particolare alla sede nuorese di scienze ambientali, per la formazione del personale, e per la valorizzazione del territorio con una intensa attività di ricerca e progettazione volti a tutelare e potenziare l’importante patrimonio ambientale del territorio.

Tale attività prevede anche la creazione di spazi polifunzionali a tutte quelle attività e organizzazioni che si occupano di tutela e protezione ambientale; in modo particolare intendiamo promuovere al suo interno, la realizzazione della scuola di Protezione Civile, che prevede al suo interno le sinergie necessarie per dare al  polo nuorese il ruolo guida a livello nazionale ed internazionale.

Dopo la predisposizione del bando a carattere internazionale , così come previsto dal progetto, concluderemo l’aggiudicazione dei lavori entro il 01 novembre 2016.

E’ stato altresì deliberato nella seduta di ieri, l’ intervento di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’anfiteatro comunale “Fabrizio De Andrè” ,  contiamo di restituire alla città questo spazio fondamentale per lo svolgimento di importanti  manifestazioni ed attività culturali nel minor tempo possibile.

Si tratta di un intervento consistente che prevede un importo di 1.5 milioni di euro, volto alla mitigazione del rischio idrogeologico e al potenziamento e miglioramento delle strutture già esistenti.

Altri due interventi importanti per la nostra città, sono stati finanziati dalla RAS per la mitigazione del rischio frana e saranno realizzati in breve tempo nel quartiere di Monte Jaca e in viale Costituzione, nello specifico verranno consolidati due muraglioni lesionati nelle recenti alluvioni.

In merito a quanto sopra, l’assessore Belloi rilascia la seguente dichiarazione:  “Si tratta di interventi molto importanti per la città di Nuoro, forse già pensati da qualcun altro, ai quali noi stiamo dando risposte concrete.”

(DA: comunicato Comune di Nuoro-20 ottobre 2015)

«Abbiamo un disperato bisogno di esistere»

a rischio una struttura con 80 anni di storia

Appello del commissario straordinario Vannina Mulas alla giunta regionale nel quadro della riforma delle autonomie locali:  “Il problema non riguarda solo i 17 lavoratori ma il territorio”

«Abbiamo un disperato bisogno di esistere», dice Vannina Mulas, commissario straordinario del Consorzio per la pubblica lettura. Lo fa all’indomani del convegno di Confindustria sulla crisi del Nuorese, parafrasando lo slogan degli imprenditori («Abbiamo un disperato bisogno di crescere»).

Un appello pubblico, quello del commissario, affinché venga superata la situazione di precarietà del consorzio con interventi che ne garantiscano la stabilità economica e di programmazione. «Il grido di allarme – scrive Vannina Mulas – é dovuto alla grave situazione finanziaria e istituzionale del Consorzio che, ormai da troppo tempo priva di sbocco, è purtroppo giunta al capolinea anche relativamente alla riforma delle Autonomie Locali in discussione in Consiglio Regionale».

È a rischio il posto di lavoro dei diciassette dipendenti che da anni assicurano i servizi bibliotecari e culturali al territorio e soprattutto alla città di Nuoro, avverte il commissario straordinario, poiché l’attuale forma giuridica del Consorzio appare in discussione.

(DA: La Nuova Sardegna-15 ottobre 2015)

 

Festa del Cristo del Tuttavista

18 Ottobre 2015

 

Domani a Galtellì si celebrerà la Festa religiosa del Cristo del Tuttavista la cui effigie è rappresentata da una imponente statua Bronzea dello scultore spagnolo Angel Manrique Terron, alta complessivamente circa 11 metri e collocata sulla cima del Monte sacro ai Galtellinesi.

E’ dal 2001, anno della posa della statua su una delle cime più alte del Tuttavista, che si celebra questo importante appuntamento che rappresenta un incomparabile connubio tra fede e natura che il Monte, a cui piedi sorge Galtellì, riesce a regalare. Anche quest’anno parteciperanno, come ogni anno le due antiche confraternite di “Santa Rughe” e di “Sas Animas”.

Il programma degli avvenimenti (come descritto nella soprastante locandina) prevede l’inizio alle ore 10,00 con il ritrovo nel piazzale del parcheggio sulla cima del Monte dove confluiranno i fedeli e pellegrini. Alle 10,30 si farà la Via Lucis, percorso che va dal parcheggio sulla sommità del monte fino ai piedi del Cristo del Tuttavista. In testa il sacerdote Don Ruggero, i fedeli, il Comitato Los Milagros, le confraternite del paese, i rappresentanti amministrativi e civili, quelli dell’associazionismo ecclesiale e del mondo sociale civile. Segue alle 11,00 la Santa Messa che verrà celebrata dal vice-parroco Don Mula in un incomparabile scenario ai piedi della statua del Cristo sul Monte Tuttavista. Poi, alle 12,30 un salutare e conviviale rinfresco nell’area del parcheggio sopramenzionato, sperando in una bella giornata di sole.

(Foto originali del Cristo: dell’amico Vincenzo Gallus…che ringrazio)

Marco Camedda

 

 

ISRE: presentazione del libro

“NESSUNA CROCE MANCA”

del giornalista Angelo Mellone

“Nessuna croce manca” è il titolo del nuovo libro del giornalista e scrittore Angelo Mellone che verrà presentato a Nuoro mercoledì 21 ottobre, alle 18.30, nella sala della biblioteca dell’Isre in via Papandrea, 6.

Attraverso le vicende dei protagonisti, l’autore racconta l’educazione sentimentale e politica di una generazione, quella che dalla fine degli anni Ottanta fino alla fine della cosiddetta Seconda Repubblica, ha vissuto tra sconfitte e aspettative disilluse.

L’incontro, a cui oltre l’autore, parteciperanno il presidente e il direttore dell’Isre, Bruno Murgia e Cristiana Collu, sarà l’occasione per parlare delle vicende del particolare periodo storico in maniera trasversale e aperta con i giornalisti Umberto Aime (notista politico de La Nuova Sardegna) e Roberto Casu (vice direttore de L’Unione Sarda). Inoltre ci saranno testimonianze dirette attraverso gli interventi dei consiglieri regionali Paolo Truzzu, dei Fratelli d’Italia, e Roberto Deriu, del Partito democratico.

INFO:

Istituto Superiore Regionale Etnografico

Via Papandrea, 6 Nuoro-Tel. 0784 242900

 E- mail: promozione@isresardegna.org

 www.isresardegna.it

(DA: comunicato Isre Nuoro-16 Ottobre 2015)

Visioni primordiali

 

Istanti primordiali di pura serenità

frangenti istintivi di rilassante oblio

istanti senza tempo che rimembrano

la gioiosa percezione di visioni eterne.

Che sugellano l’intensa speranza

di carpire ogni giorno che passa

la sana esistenza di naturali desideri

forieri di istanti di puro distacco.

Da un tempo che pur passa veloce

senza smarrire mai l’attimo fuggente

del valore della pura giovinezza dell’Animo

che vive nello nostro corpo che incede.

Visioni primordiali di pura gioia

di attimi senza tempo che si susseguono

nell0 Spirito senza limiti e confini, eterno.

Marco Camedda

La mia foto si intitola “Tramonto in su Gollei”

ISRE CINEMA, nuovo corso:

 

Largo ai Giovani


E’ disponibile sul sito dell’Isre (www.isresardegna.it) il bando per la nuova edizione del concorso AViSa, Antropologia Visuale in Sardegna.

La grande novità di questa ottava edizione riguarda il limite di età richiesto per l’ammissione: da under 40 si passa a under 30, rafforzando così lo spirito che da sempre sostiene questa iniziativa dell’ ISRE: l’apertura di credito nei confronti dei giovani talenti e la loro valorizzazione. Questo cambiamento rappresenta un concreto segnale di attenzione per quei filmmakers realmente giovani e che hanno poche opportunità di realizzare i propri progetti.

Ma è anche il segnale di un nuovo corso per tutte le attività dell’Istituto riguardanti la produzione e la promozione e che andranno sotto la dicitura ISRE CINEMA.

Tra queste, AViSa occupa da sempre una posizione di assoluto rilievo con l’intenzione di indagare soprattutto gli aspetti della realtà contemporanea della nostra Isola anche sotto forma di fiction.

Scarica il bando e lo schema di domanda:

Bando [file .pdf] –

Schema di domanda [file .rtf]

INFO:

Istituto Superiore Regionale Etnografico

Via Papandrea, 6 Nuoro-Tel. 0784 242900

E- mail: promozione@isresardegna.org

(DA: comunicato ISRE-CINEMA-16 Ottobre 2015)

Conferenza Stampa

Venerdì 16 ottobre alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Comune di Nuoro si terrà la conferenza stampa di presentazione della campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro paese promossa dalla Protezione Civile.

La campagna, dal titolo “Io non rischio“, si terrà nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 ottobre e vedrà impegnati, per quanto riguarda la nostra città, i volontari della Protezione Civile nuorese che terranno un punto informativo in piazza Vittorio Emanuele.

(DA: Comunicato Comune di Nuoro-13 Ottobre 2015)

PREMIO INTERNAZIONALE

GRAZIA DELEDDA

Galtellì onora il nobel sardo per la letteratura con il “Galtellì Literary Prize”, dal 19 al 24 ottobre il centro della Baronia ospiterà e farà conoscere i luoghi del narrato ai finalisti.

Il paese di “Canne al vento”, immortalato dalla penna della scrittrice nuorese, rende omaggio a Grazia Deledda con il primo premio letterario internazionale in Sardegna.

Grazia Deledda in una mia grafica del 1999

L’idea nata lo scorso autunno, dopo la visita dell’università di Hong Kong, ha portato l’amministrazione comunale di Galtellì a sviluppare il Galtellì Literary Prize con la collaborazione di Beyond Thirty Nine di Hong Kong e dell’associazione locale “Azovios – amici di Grazia Deledda”.

Dal 19 al 24 ottobre il borgo di “Galte” ospiterà giurati e finalisti; una cinque giorni, quella alla porta, che animerà il centro della Baronia con visite guidate, escursioni e momenti di studio e confronto sui temi deleddiani.

Circa duecento gli scritti arrivati da ventidue nazioni e esaminati dalla giuria internazionale presieduta dalla saggista Neria De Giovanni, critico letterario e una delle più grandi esperte della Deledda. A sostenere la De Giovanni nella scelta del vincitore fra i sette finalisti ci sono altri grandi nomi del panorama culturale mondiale: Evan Fallemberg, autore americano noto per i suoi lavori di traduzione di libri, drammi e commedie, Mark Polizzotti, scrittore inglese che ha tradotto oltre quaranta libri di grandi autori francesi (come Gustave Flaubert, Marguerite Duras e André Breton), attualmente direttore del dipartimento editoriale e dei programmi di pubblicazione del Metropolitan Museum of Art di New York, e Victoria Redel, scrittrice newyorkese autrice di quattro libri di fiction e tre raccolte di poesie.

Tra i sette finalisti: Eliana Ramage, Sarah Van Arsdale, Oliver Shamlou con concorrono con lo scritto in lingua inglese; Simone Porceddu, Giuseppe Secchi, Enzo Valiante con lo scritto in italiano e Maria Nieddu con uno scritto in sardo.

Sabato 24 ottobre, presso la biblioteca comunale di Galtellì, la giuria proclamerà il vincitore del Primo Premio Internazionale Grazia Deledda; un primo appuntamento destinato a ripetersi negli anni.

“Per noi- afferma il Sindaco Giovanni Santo Porcu- è un primo importantissimo approccio al processo di valorizzazione della scrittrice sarda, con l’intento di riportarla al palcoscenico culturale di livello e promuoverla al pari di altri scrittori italiani, in Italia e nel mondo visto che “Il canne al vento”, ambientato nella sua Galte è stato tradotto in quasi 40 lingue. Grazie al circuito dei Parchi Letterari d’Italia e alla Dante, in cui siamo presenti ormai da anni, si fa, allarghiamo i confini con una manifestazione di livello internazionale che ci permette, una valorizzazione e promozione culturale della Comunità, che oltre a valorizzare la Deledda ci permette, come in questo caso, di collaborare con le più prestigiose Università di Hong Kong, intercettando un flusso turistico, destagionalizzato, di qualità, molto attento e curioso di scoprire il nostro territorio”.

Galtellì Literary Prize, il programma dettagliato:

Lunedì 19: ore 17: benvenuto istituzionale del Sindaco e del Consiglio comunale; Ciriaco Offeddu introduce la Sardegna, il premio, la giuria e i finalisti; per gli ospiti aperitivo di benvenuto c/o Casa Asara con accompagnamento musicale di un coro locale

Galtellì: Cortile interno della Porta del Parco Deleddiano (foto: M.Camedda)

Martedì 20: visita alla città natale della Deledda con visita alla casa della scrittrice e al Monte Ortobene; nel pomeriggio (16.30) incontro letterario “Una vita in parole:tre variazioni sul tema”, discussione aperta con Victoria Redel, Mark Polizzotti e Evan Fallenberg.

Mercoledì 21: visita guidata al Parco Letterario Grazia Deledda e al Monte Tuttavista; nel pomeriggio (16.30) incontro letterario: “10 parole in inglese, italiano e sardo”- presentazione dei finalisti.

Giovedì 22: visita a Bitti (sito archeologico di su romanzesu, museo del canto a tenore e della civiltà contadina); nel pomeriggio (16.30) incontro letterario: “Persi e ritrovati”, traducendo, discussione aperta con Mark Polizzotti e Evan Fallemberg.

Venerdì 23: visita al museo etnografico “sa domo ‘e sos Marras”; nel pomeriggio (16.30 c/o nella casa-studio “Domo Nostra” del pittore Zizzu Pirisi Spanu) incontro letterario: “attraversando i generi e le frontiere” discussione aperta con Victoria Redel e Sharmistha Mohanty, in serata intrattenimento musicale con cori locali.

Sabato 24: ore 10.00 c/o la biblioteca comunale presentazione di Neria De Giovanni, proclamazione del vincitore, cerimonia istituzionale alla presenza delle Autorità e lettura dei manoscritti premiati.

(DA: comunicato Comune di Galtellì-15 Ottobre 2015)

(DA: comunicato Croce Bianca-Protezione Civile Orosei-14 Ottobre 2015)

Ordinanza anti vetro modificata

Ordinanza n.137 bis 14 ottobre2015

Ordinanza n.137 bis del 14 ottobre 2015 sulla vendita e il consumo di bevande in contenitori di vetro, aggiornata con qualche modifica rispetto alla precedente.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-14 ottobre 2015)