Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Archivio per Agosto 2016

Acqua non potabile a Orune e Osidda

Il S.I.A.N. (Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) dell’Azienda Sanitaria Locale di Nuoro comunica che, a seguito delle analisi di verifica – presso il laboratorio A.R.P.A.S. (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Sardegna) di Sassari – i campioni di acqua prelevati in data 22 agosto nelle reti idriche dei comuni di Orune e Osidda sono risultati non conformi per i parametri ( Alluminio e Ferro (Orune) e Alluminio (Osidda).

Tali parametri fuori norma indicano processi di potabilizzazione in corso. Pertanto l’acqua non è idonea al consumo diretto, né per la preparazione di alimenti in cui costituisca la componente principale

Il S.I.A.N. ha provveduto immediatamente a informare i sindaci dei comuni interessati. Il Servizio dell’ASL ha, inoltre, comunicato ad Abbanoa S.p.A. di individuare la causa dei parametri fuori norma, eliminarla, effettuare le dovute verifiche e relazionare allo stesso servizio.

(DA comunicato Asl3 Nuoro-26 Agosto 2016)

Nuoro si prepara al grande evento della

Notte Bianca.

Venerdì 2 settembre, grazie alla collaborazione tra il Comune di Nuoro e i commercianti di Via Lamarmora, Corso Garibaldi e Via Roma, il centro della città si animerà di musica ed eventi mirati ad attrarre i tanti turisti e a dare nuova spinta alle attività produttive.

La grande novità dell’edizione 2016 è quella del cosiddetto “Sbaracco: verrà concessa ai commercianti la possibilità di esporre fuori dalle proprie attività articoli e prodotti in offerta o a prezzo conveniente. Una formula, quella pensata dall’assessore Seddone, dalle associazioni di categoria e dai rappresentanti dei commercianti, che punta a valorizzare attività come negozi di abbigliamento, accessori e articoli da regalo che nelle precedenti edizioni giocavano un ruolo secondario rispetto a bar, ristoranti e punti ristoro.

“Come amministrazione” spiega l’assessore alle attività produttive e turismo Marcello Seddone “esprimiamo grande soddisfazione per il dialogo e lo spirito di collaborazione che è emerso negli incontri con i commercianti e le associazioni di categoria. Incontri che generano buone idee da mettere in campo al fine di raggiungere l’obiettivo comune di una buona riuscita di una manifestazione che è diventata un appuntamento fisso dell’estate nuorese. Auspichiamo di intercettare i grandi numeri delle presenze turistiche in Sardegna che anche per il mese di settembre si annunciano numerose, e di sfruttare la scia di eventi come la sfilata delle maschere di sabato scorso e la due giorni di festeggiamenti in onore del Redentore che sono sicuro che attireranno in città numerosi visitatori. La Notte Bianca è l’occasione per divertirsi tutti insieme fino a tardi e fare acquisti utili e convenienti ma anche un buon pretesto per approfittare della grande offerta musicale e culturale che la città offre.”

La Notte Bianca avrà inizio alle ore 20,

per le adesioni si deve fare riferimento all’avviso postato sul sito istituzionale del Comune di Nuoro, il termine è fissato per il 29 agosto.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-23 Agosto 2016)

Riunione per manifestazione

“Autunno in Barbagia 2016″

Si comunica che l’Amministrazione Comunale ha programmato per il giorno Lunedì 29 Agosto alle ore 19.30, presso l’aula consiliare, la riunione conclusiva per la manifestazione “Autunno In Barbagia” che avrà luogo a Bitti il 2, 3, 4 settembre 2016

È necessaria la partecipazione di tutti gli interessati

per l’importanza delle comunicazioni che verranno date.

(DA:comunicato Comune di Bitti-24 Agosto 2016)

(DA: Camera di Commercio NU/OG)

L’assessorato ai servizi sociali

del Comune di Nuoro,

in collaborazione con i comuni del Plus promuove la “Carta Sia” (Sostegno Inclusione Attiva) varata dall’INPS, attraverso la quale sarà possibile ottenere un contributo economico da 80 a 400 euro mensili per 12 mesi.

A partire dal 2 settembre tutte le famiglie, con figli minorenni o con figli disabili e donne in stato di gravidanza accertata da almeno 5 mesi (certificata da struttura pubblica), non beneficiari di altri sostegni economici rilevanti, con ISEE Minori o con ISEE ordinario uguale o inferiore ai 3.000,00 euro, potranno fare richiesta presso lo sportello sociale del Comune di Nuoro presentando gli appositi moduli che sono scaricabili dal sito istituzionale.

Per usufruire del beneficio occorre essere cittadini italiani, comunitari o cittadini stranieri con permesso di soggiorno e residente in Italia da almeno 2 anni. Oltre al contributo economico i beneficiari avranno la possibilità di accedere a servizi sociali, educativi, di formazione e inserimento nel mondo del lavoro.

Le domande saranno valutate, oltre che sul pieno rispetto dei requisiti, in ordine cronologico in base alla data di presentazione della richiesta fino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione dalla regione.

Per maggiori informazioni

è stato attivato un numero di telefono apposito 389 0087090, attivo dalle 8 alle 20 e l’indirizzo mail info@cartasia.info, presso il comune di Nuoro è disponibile la signora Elena Mingioni dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 12. Il suo ufficio si trova presso il piano terra del Palazzo Civico di via Dante.

Per l’assessore Valeria Romagna, la Carta Sia “è un’importante possibilità che daremo a numerose famiglie con figli minorenni o disabili o con bambini in arrivo, per vivere al meglio e con meno patemi una fase della vita dove occorrono indubbiamente maggiori entrate economiche. Il comune si è prontamente attivato per attivare lo sportello richieste per il 2 settembre di modo da velocizzare i processi burocratici che porteranno all’erogazione del contributo. Ringrazio l’INPS , il PLUS e la struttura del mio assessorato per il lavoro svolto”

(DA: comunicato Comune di Nuoro-23 Agosto 2016)

Presentazione libro

“Camminiamo Insieme”

di Guido Dorascenzi

Orosei: Giovedì 25 Agosto 2016

 a Su Probanu- (antica Casa Rettorale)

Guido Dorascenzi è uno scrittore un po fuori dagli schemi tradizionali per quanto riguarda la sua formazione,è un libero professionista,un creativo,nel suo lavoro di progettista e costruttore ha realizzato opere che si sono distinte per originalità e bellezza.

In campo letterario ha scritto diversi libri ottenendo lusinghieri riconoscimenti. Recentemente il suo ultimo romanzo è stato premiato in Campidoglio a Roma per essersi classificato al secondo posto su seicento partecipanti .

(DA: comunicato di Andalia-23 Agosto 2016)

celebrazioni-deleddiane-2016-1

Il Distretto Culturale-Atene della Sardegna

ricorda i prossimi appuntamenti per le

CELEBRAZIONI DELEDDIANE a GALTELLI’

Prosegue il ricco calendario di appuntamenti nell’ambito delle Celebrazioni Deleddiane e l’Amministrazione Comunale di Galtellì vi invita a seguire i prossimi eventi:

23 AGOSTO ore 20.30 (oggi)

“A 80 dalla morte e a 90 dal Nobel”: Poesia e musica nell’opera di Grazia Deledda. Sono previsti gli interventi di Dolores Turchi e Neria De Giovanni, coordina Luciano Piras.

All’iniziativa partecipa il Coro Voches e Ammentos de Garteddi diretto dal maestro Giuseppe Altea.

24 AGOSTO ore 20.30

Il “Fascino e Mistero del Castello di Pontes” è una manifestazione notturna all’insegna del teatro di ispirazione deleddiana ai piedi del Castello. Uno spettacolo curato dalla Compagnia Bocheteatro che vedrà come protagonisti gli attori galtellinesi.

Il prossimo appuntamento sarà il 31 agosto, ore 20.30 Galtellì.

25 AGOSTO ore 20.30

L’ultimo appuntamento della rassegna “Viaggi emozionali nei luoghi del narrato di Galte” è in programma giovedì 25 agosto, alle ore 20.30. Si tratta di un teatro itinerante di ispirazione deleddiana per le vie del centro storico.

Regia: “Compagnia Bocheteatro” con 40 bambini narranti.

(DA: Associazione Distretto Culturale del nuorese – Atene della Sardegna

Sabato 27 Agosto a partire dalle ore 20.00

La Leva ’87 vi aspetta con l’ultimo appuntamento dell’estate presso il campetto delle scuole elementari: la sagra del vitello arrosto.

La serata sarà animata dalla bella musica del nuovo gruppo emergente “I saluti” di Siniscola.. tanti gadget e belle sorprese vi aspettano..

Non mancate!

(DA: profilo Facebook Leva ’87 Orosei)

(Tratto da Facebook)

(Tratto da Facebook)

INTERRUZIONE LINEE TELEFONICHE ASL: 22 AGOSTO

L’Azienda Sanitaria di Nuoro comunica che, a causa dei lavori di potenziamento delle linee telefoniche e dati (fonia, fax, intranet ed internet) da parte del gestore Telecom Italia, lunedì 22 agosto, dalle ore 14 alle ore 18 circa, potrebbero verificarsi temporanee interruzioni nei collegamenti telefonici diretti dalle utenze esterne verso i Presidi Ospedalieri San Francesco e Cesare Zonchello, nonché verso il Poliambulatorio di via Alessandro Manzoni e gli altri Servizi Distrettuali della città.

L’Azienda si scusa in anticipo per gli eventuali disagi.

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-19 Agosto 2016)

 

10 Settembre 2016 – Porto Taverna-Olbia

(Da: profilo Facebook della Polisportiva Sirio Orosei)

Scrive il Sindaco

Giovanni Santo Porcu

“Perseguono le attività culturali, promosse dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco e Antonio Rojch presso casa Marras. Dopo Prof. Pittau, la mostra di Giuseppe Disi, domani sera è il turno del docu-film Le Vie del Sacro.

Galtellì: Museo Etnografico "Sa domo de Sos Marras" (Casa dei Marras)

Realizzato dal giornalista Antonio Rojch, il filmato ripercorre alcuni dei più importanti luoghi “sacri” della Sardegna: da Galtellì a Saccargia, passando per Suelli, Gesturi, Laconi, Mandas e Porto Torres.

Insomma un’altro importante appuntamento

a cui vi invito a partecipare”.

(Commento da: Facebook)

1974 – OROSEI, VERSO SAS ANIMAS”

Dipinto ad olio su tela  dim 70×100 cm.

Una opera che ho regalato all’amico Totoreddu Dessena, sarto e zio di mia moglie. Lui, quando aveva la sartoria (in cui ha lavorato mia moglie)  ubicata in Via Nazionale, di fronte alla tabaccheria Savanella-Paliotti, lo teneva esposto lì, in bella mostra. Un regalo fatto col cuore ad una persona gentile ed sempre sorridente che se lo meritava.

…Non vedo l’ora di potermi rimettere a dipingere!

Sto organizzando la postazione  nel mio scantinato e…sto per ricominciare!

Un caro saluto a tutti gli amici che mi seguono,

Marco Camedda

(Tratto da Facebook)

1988 – LA CREAZIONE DEL MONDO

Dipinto ad acquerello dim 70×100 cm.

Una opera di mia proprietà che ho eseguito in occasione di un in una mostra-concorso collettiva che si è tenuta nel 1988 nei locali della chiesa sconsacrata del Santuario di Su Remediu ad Orosei. Il quadro nacque da un abbinamento dipinto-poesia quest’ultima di Tziu Zaneddu Canu a titolo “Chi este si non est Deus chi ha fattu…! (Chi è se non è Dio che ha fatto…!)”.

Questo concorso, come in seguito quelli di Sos Sinnos, ha notevolmente influenzato la mia pittura dandomi lo spunto per dipinti molto più compositivi e fatti di incastri e visoni del reale.

Non vinsi alcun premio e mi riportai a casa il quadro ringraziando il Cielo di non aver vinto. Ora, incorniciato è esposto in casa insieme a tanti altri miei dipinti a cui siamo affezionati.

Non vedo l’ora di potermi rimettere a dipingere…ci sono molto vicino!

Un caro saluto a tutti gli amici che mi seguono

Marco Camedda

Sabato 20 Agosto a partire dalle ore 20.00

vi aspettiamo nella spiaggia della Marina di Orosei (Fronte Peppe’s Bar) per divertirvi e ballare con noi fino all’indomani..

Nel corso della serata si esibiranno i Jamila, gruppo di giovani ragazzi con musica reggae e a seguire The Simon’s duo per farci ballare fino all’alba… Il pezzo forte della serata sarà lo Schiuma Party..

Oltre cocktail, birra fresca, bibite e digestivi anche gustosissimi panini..

Noi ci saremo…e voi??

“Leva 1987″

(Tratto da: Facebook-profilo Leva 1987-Orosei)

Autunno in Barbagia

2 Settembre-18 Dicembre 2016

La XVI edizione parla in limba:

 

Dal 2 settembre al 18 dicembre, tutti i fine settimana, i paesi del cuore della Sardegna apriranno le porte a turisti e visitatori: al via la 16esima edizione di Autunno in Barbagia, iniziativa progettata e promossa dalla Camera di Commercio di Nuoro e dalla Azienda Speciale Aspen.

Saranno 28 le amministrazioni comunali che si occuperanno di organizzare tanti eventi dedicati ad arte, storia, folklore, artigianato ed enogastronomia, in vetrina nelle tipiche “corti” delle antiche dimore isolane.

Agostino Cicalò, Presidente Camera di Commercio di Nuoro – “Ant a bastare chimbe sensos pro connòschere su coro de sa Sardigna?”: quest’anno Autunno in Barbagia parla “in limba”, con una visual dedicata ai 5 sensi, al profumo del mosto, alle note dei cori e dei tenores, alla morbidezza delle colline ricche di vigneti, al gusto della ricotta delicata, in una cornice naturalistica e archeologica unica al mondo.

Nonostante i tagli al diritto annuale, e l’incerta situazione normativa che riguarda le Camere di commercio d’Italia, continuiamo a investire su un progetto capace di restituire, moltiplicandole, le risorse che riceviamo dalle stesse imprese. Anche quest’anno abbiamo realizzato un’intensa campagna di comunicazione, dalla produzione dei materiali tradizionali – cartellonistica, locandine, spot radio e tv, riviste dei vettori aerei e navali, riviste di settore – ad una comunicazione sempre più “social”.

“L’edizione 2015 ci ha regalato tante soddisfazioni –afferma Vincenzo Cannas, Presidente dell’Aspen di Nuoro- siamo arrivati a circa 450mila visitatori, sardi, dal resto d’Italia e dall’estero, con una crescita del 10% rispetto al 2014, il coinvolgimento di più di 1.500 imprese e circa 8 milioni di vendite dirette. L’obiettivo che ci siamo posti per questa nuova edizione, insieme alle amministrazioni comunali, è quello di attrarre un numero sempre maggiore di visitatori presentando prodotti di alta qualità, all’insegna della tradizione”.

Anche i partner del circuito hanno preso parte alla presentazione:

Francesco Morandi, Assessore regionale del turismo, artigianato e commercio

“Una manifestazione importantissima e strutturata che sconfina dall’estate e finisce in inverno, un vero esempio di come si può costruire un evento attrattivo nelle zone interne nei periodi di spalla.

La Sardegna ha molti prodotti turistici da proporre in ogni stagione, svariate sono le motivazioni di viaggio e tanti i temi da promuovere per 12 mesi all’anno – ha continuato Morandi – per questo puntiamo con decisione su eventi che funzionano come quello organizzato dalla Camera di Commercio di Nuoro, dall’Aspen e da ben ventotto comunità locali, all’interno di una programmazione e di una strategia coordinata a livello regionale”. I tradizionali appuntamenti con l’accoglienza delle zone interne dell’isola inizieranno il primo fine settimana di settembre a Bitti per concludersi il 16 dicembre a Orune. “Autunno in Barbagia rappresenta anche uno straordinario vantaggio dal punto di vista economico – ha concluso l’assessore – che renderà visibile una Sardegna meno conosciuta ma carica di tradizioni e identità, caratteri fondamentali della qualità della vita nell’isola ricercati dai turisti di tutto il mondo”.

Roberto Cugia, Responsabile Pianificazione Marketing Banco di Sardegna

Come ormai è tradizione, il Banco di Sardegna è partner di Autunno in Barbagia. In questa edizione, oltre agli info point sui principali prodotti e servizi, come mutui, prestiti personali e finanziamenti per il settore agrario, il principale istituto di credito dell’isola offrirà alle imprese partecipanti, a condizioni particolarmente favorevoli e con canone gratuito per i primi sei mesi, i Pos con modalità Gprs in grado di ricevere i pagamenti a mezzo bancomat e carta di credito. Inoltre, sarà emessa una carta prepagata dedicata all’evento da offrire gratuitamente ai partecipanti. Infine, il Banco organizzerà alcune tavole rotonde dedicate alle principali tematiche economiche del territorio.

Cristiana Mura, Tiscali

Il valore aggiunto della nostra partecipazione ad Autunno in Barbagia è la collaborazione tra due realtà sarde, in particolare abbiamo cercato di contribuire nelle attività di comunicazione, sia a livello locale che nazionale e speriamo di replicare il successo degli anni scorsi e rinnovare anche nel futuro questa bella collaborazione.

Roberto Patrizi, Tirrenia e Moby

Crediamo molto in questi eventi e anche quest’anno abbiamo accolto l’invito a fornire il nostro supporto alla promozione del territorio. In particolare abbiamo previsto nel nostro sito una sezione dedicata agli eventi che ospita il calendario di Autunno in Barbagia e stiamo pensando di proporre delle tariffe particolari per le diverse tappe autunnali.

Eugenio Cossu, Grimaldi

Con Autunno in Barbagia scopriamo territori bellissimi e inaspettati: i visitatori possono vivere le tradizioni dei piccoli centri dell’interno dell’Isola, entusiasmandosi. Partecipiamo sempre con interesse a queste iniziative orientate alla destagionalizzazione, impegnandoci nel nostro settore

(DA: comunicato Camera Commercio NU/OG- 3 Agosto 2016)

PREMESSA

Ricevo dall’amico Tommaso Esca e pubblico volentieri, perchè lo ritengo doveroso per “non dimenticare”, questo comunicato che mi ha inviato alcune settimane fa per ricordare i quarant’anni passati dal 26 Luglio 1976 data della scomparsa in Argentina di un oroseino, Giovanni Antonio Chisu, desaparecido in Argentina durante il periodo in cui era al potere il Generale Vileda.

Marco Camedda

…PER NON DIMENTICARE!

Decorrono quest’anno i 40 anni dall’occupazione violenta del potere dei militari del Generale Vileda in Argentina , iniziata il 24.03.1976.

Ricordare serve a tutti noi e soprattutto alle nuove generazioni che non hanno conosciuto quel tremendo periodo storico di grandi malvagità in quel paese latino americano, così lontano e così vicino all’Italia.

Quel tragico colpo di Stato, calpestò la debole democrazia Argentina e diede inizio ad una oscura e tragica dittatura militare. Una ferita profonda di oppressione e violenza cieca e di odio tra fratelli che portò alla scomparsa e alla morte di oltre 30.000 giovani, bambini e adulti di ogni ceto sociale, desaparecidos.

Ricordare quindi, non per cercare vendette, ma per la verità e giustizia, diritto di ogni popolo per potersi riconciliare e perdonare.

Si è sempre parlato poco dei complici di quella dittatura, come ci ricorda questi giorni il premio Nobel per la pace 1980, l’argentino Adolfo Perez Esquivel, ove “ ove civili e grandi imprese nazionali e transnazionali aiutarono il regime dittatoriale”. Molte industrie segnalavano alle autorità militari sindacalisti aziendali e operai che protestavano.

Franca Chisu sorella di Giovanni Antonio

Con quel clima , il 26 luglio 1976 scompare, mentre si reca al proprio posto di lavoro, a Buenos Aires, un giovane sardo, studente universitario e lavoratore di 26 anni di Orosei, Giovanni Antonio Chisu e con lui, il fratellastro minorenne Benjamin.

Giovanni Antonio, giovane sindacalista, stava per completare gli studi in Ingegneria elettronica e lavorava presso una grossa azienda elettrica di un imprenditore italiano. La madre Lorenza Caboni di Bottida-Sassari, per tutto il resto della sua vita testimonierà in Plazza de Majo , manifestando contro questo atroce crimine contro i figli, insieme a tantissime mamme distrutte dallo stesso dolore.

La sorella di Giovanni Antonio e Benjamin, Franca Chisu, che vive in Argentina , ricorda ancora oggi quei tragici fatti e queste dolorose perdite, in cerca di un valido perchè.

Martino Mastinu-Tresnuraghes

In quel periodo storico, il grande paese sud-americano, era in piena crisi economica,politica e sociale. Dal quel giorno tragico di 40 anni fa, non si saprà più nulla di loro, come di altri due sardi di Tresnuraghes , i cugini Marras e Martino Mastino desaparecidos scomparsi tragicamente.

I militari al potere anziché combattere le angherie e i soprusi dei potenti sui più deboli, lanciarono una battaglia prima denigratoria e poi violenta contro chiunque combatteva le ingiustizie nelle città, nelle scuole e università, nei luoghi di lavoro e nelle comunità..

E’ probabile che anche questi giovani sardi, emigrati con le loro famiglie in Argentina, abbiano pagato il loro impegno sociale, con un rapido e violento processo a senso unico, in una delle caserme lager della capitale . Presumibilmente assassinati violentemente o caricati con altri incolpevoli disperati in qualche aereo militare con destinazione il Mar della Plata. L’Oceano, forse è stata la loro ultima tragica dimora.

In questo triste anniversario ricordiamo questi giovani sardi “disterraos e ispertos in terra anzena de Argentina”, per il solo fatto di aver difeso e aiutato le persone più deboli che vivevano vicino a loro..

Tommaso Esca

OSPEDALE SAN FRANCESCO:

Cardiologia al top in Italia

È in corso di pubblicazione, sul Volume 17 del “Giornale italiano di Cardiologia”, il nuovo documento di Consenso di tutte le Società Scientifiche Italiane coinvolte sulle indicazioni, la selezione dei pazienti e la formazione degli operatori per la chiusura percutanea dell’auricola sinistra. Il testo sarà sottomesso per la pubblicazione allo European Heart Journal (EHJ).

Al documento – che è strategico per garantire l’adeguamento della pratica clinica aritmologica alle più avanzate conoscenze scientifiche ha dato un importante contributo l’Unità Operativa Complessa di  Cardiologia dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.

Il Direttore dell’Unità Operativa di Cardiologia, Dott. Gavino Casu, coadiuvato dall’intera equipe, è il capofila tra i responsabili dei 20 centri specialistici più importanti a livello nazionale che hanno elaborato le linee guida sulla chiusura percutanea dell’auricola sinistra. È una tecnica che viene praticata per eliminare o ridurre il rischio di ictus per chi soffre di fibrillazione atriale e non può assumere farmaci anticoagulanti.

In due anni l’equipe guidata da Casu – composta anche dai cardiologi Pierluigi Merella, Elia Carai e Paolo Pischedda e dall’equipe infermieristica di Cardiologia Interventistica e UTIC – ha già effettuato, nella nuova Sala di Elettrofisiologia dell’Ospedale di Nuoro, 35 chiusure di auricola.

La complessa procedura è praticata in Italia da pochi centri altamente qualificati. Da oggi chi soffre di fibrillazione atriale e non può assumere farmaci anticoagulanti può trovare a Nuoro una valida arma contro il rischio di incorrere in embolie cerebrali, quindi, in ictus ischemici.

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-2 Agosto 2016)

Spettacolo “Viaggi Emozionali”

17 Agosto 2016

a Galtellì con Bocheteatro

La Compagnia Bocheteatro di Nuoro con il contributo del Comune di Galtellì, in collaborazione con la Pro Loco Galtelli presenta

“Viaggi Emozionali,

da testi di Grazia Deledda”

A Galtellì, primo appuntamento dei “Viaggi Emozionali – da opere di Grazia Deledda”, mercoledì 17 Agosto alle ore 20:30, presso il Belvedere della Chiesa di San Pietro, a cura della Compagnia Bocheteatro di Nuoro, con il Contributo del Comune di Galtellì e la collaborazione della Pro Loco, il gruppo laboratoriale degli adulti diretti da Giovanni Carroni, che ha curato anche la regia e l’adattamento drammaturgico del romanzo, presenta “Canne al vento”.

GALTELLI': una foto notturna del paese scattata da S.Pietro, antica cattedrale e sede vescovile. (foto: M.Camedda)

Lo spettacolo teatrale sarà replicato presso la chiesa Romanico/Pisana di San Pietro, ambientazione privilegiata per uno dei “Viaggi emozionali” più esclusivi, attraverso il tempo e le sensazioni rievocate dai luoghi descritti in Canne al Vento, il romanzo capolavoro di Grazia Deledda.

Casa Dame Pintor dove Grazia Deledda ambientò Canne al Vento

In uno scenario di incomparabile bellezza e suggestione, all’ ombra del monte Tuttavista, l’antica Galte rivive per un giorno le commoventi e affascinanti vicissitudini di Efix e delle dame Pintor, la cui casa si conserva ancora nel centro storico del paese; ed è proprio in questa casa che la Deledda ha tratto ispirazione per il suo romanzo, durante un suo soggiorno ai primi del secolo con la sorella Nicolina.

I personaggi sono creature esposte alla dure leggi di una realtà molto povera, ostile, lontana da quel continente della rivoluzione industriale. Protagonisti, sempre tesi tra peccato e rimorso, fra impulso sentimentale e il rispetto delle regole e della legge: il fedele servo Efix, le tre dame Pintor, il nipote di queste ultime Giacinto, e ancora Grixenda, Don Predu, Pottoi e tanti altri personaggi.

Particolare magia è data dalla riproposizione delle atmosfere lunari descritte nell’ opera, quando “il popolo misterioso dei folletti, delle fate e degli spiriti erranti” anima il trascorrere della notte al “sospiro delle canne” lungo il fiume Cedrino.

Il teatro dunque, oltre che come strumento per difendere quel patrimonio culturale, identitario e sociale che contraddistingue questo bellissimo paese della Baronia, valorizzando e recuperando al contempo il patrimonio inestimabile e unico del centro storico, quale strumento per far conoscere la scrittrice nuorese Grazia Deledda e le sue opere, ai tanti turisti che ogni anno vengono ad assistere alla manifestazione.

Cordialmente

Associazione Culturale Bocheteatro

(DA: comunicato Bocheteatro-16 Agosto 2016)

E, po cantu disizamus, in cumpannia de sos chi istimamus

e chin salute e in allegria!

E, per quanto desideriamo,  in compagnia di chi stimiamo 

e con salute e in allegria!

Buon Ferragosto,

Marco Camedda 

Organizzato dalla  ASCMO

(Associazione Socio-Culturale di Musica Orosei)

(DA: comunicato Associazione ASCMO-13 Agosto 2016)

FESTA NELL’ANTICO  BORGO DI GALTE

Oggi sabato 13 Agosto

-XVIª Edizione-

Torna puntuale l’atteso appuntamento con la “Festa nell’antico borgo di Galte”; sabato 13 agosto la XVI edizione della manifestazione promossa dall’amministrazione comunale di Galtellì con la fattiva collaborazione di associazioni e imprese locali.

Sarà il rintocco delle campane, previsto per le 21.00, a dare l’avvio alla serata in cui rivivere gli antichi saperi e sapori delle tradizione. Lungo le vie del centro storico piazze e cortili storici ospiteranno esposizioni artigianali tappeti sardi fatti a mano, lavorazioni in oro, intrecci di canne e giunchi e degustazioni e lavorazioni di prodotti tipici locali come pane, formaggi, dolci e vino.

Percorrendo l’acciottolato del borgo medievale, avvolto dal fascino di una storia arricchita dall’anima letteraria, guidati dal profumo della mentuccia selvatica e da fasci di canne si potranno visitare la basilica di San Pietro con i suoi bellissimi affreschi e assistere al concerto di flauti, la chiesa del Santissimo Crocifisso, con il Cristo miracoloso e i paramenti sacri e le chiese di Santa Croce e dell’Assunta, sede delle antichissime confraternite aperte sino a tarda notte.

Così come la casa della Dame Pintor, l’antico convento – Casa Asara, il borgo in miniatura, il museo etnografico e la Porta del Parco Grazia Deledda, la quale ospiterà lavorazioni artigianali in oro e non solo.

(DA: comunicato Comune di Galtellì)

Questa sera alle 23 chiude la

Mostra fotografica di Antonio Farris

“AMMENTOS E CONTOS DE SOS MUROS”

(Ricordi e Racconti delle Mura)

CINEMA IN PIAZZA 2016

Il programma della manifestazione, organizzata dalla Parrocchia del Rosario di Nuoro, proseguirà il 18 agosto 2016, alle ore 21,00 in Piazza del Rosario, con la proiezione di “Ab Origine (BioFilm)” di Ignazio Figus.

Il lavoro è incentrato sulla figura dell’agronomo-poeta Maurizio Fadda, uno dei promotori dell’agricoltura biologica in Sardegna.

Il documentario propone una lettura filosofica e pragmatica del vivere naturale e del tentativo di un consapevole “ritorno alle origini”.

Gli avvenimenti descritti nel film accadono in Sardegna e hanno per protagonista una comunità di uomini e di donne che vogliono dare una nuova prospettiva alla loro vita.

Cibo biologico, prodotto nei propri orti, cibo sano e genuino.

(Locandina, foto e testo da Facebook)

“Vuvusones” e “Seattas” in Piazza del Popolo e all’interno

della Notte Bianca organizzata dal Comune di Orosei

(locandina da Facebook)

(Locandina tratta da Facebook)(Locandina tratta

“Riti e miti contadini, una “Baronia di Pietra”

Venerdi 12 ore 19.00 presso il museo etnografico, inaugurazione della mostra “Riti e miti contadini, una “Baronia di Pietra” dell’artista locale Giuseppe Disi.

Un lungo lavoro autodidatta, che ripercorre nel tempo la Comunità di Galtellì (popolo di massai), con le sue maestranze.

Le opere rappresentano uomini e donne impegnate nei lavori più umili e quotidiani, il tutto impresso in diversi tipi di pietre, marmo e basalto su tutti. Un lavoro venuto a scomparire in quanto faticoso e duro quindi sostituito dalle macchine, ma un lavoro fatto di ricerca studio e poi di sensibilità.

Giuseppe- afferma il sindaco di Galtellì Giovanni Santo Porcu- è un autodidatta che umilmente si presenta alla Comunità con dei lavori marcati dal profondo senso d’appartenenza. Propone tramite il suo ingegno artistico manuale, scene di vita contadina e di fede, ma non solo, che ripercorrono il passato della Comunità di Galtelli, distintasi sempre per grandi Massai, custodi fecondi di cibo prezioso, quale il grano e custodi di antiche tradizioni religiose. Con l’auspicio che il suo esempio susciti l’emulazione dei nostri giovani”

Galtellì: Museo Etnografico "Sa domo de Sos Marras" (Casa dei Marras)

Alla mostra interverranno il Sindaco di Galtellì Giovanni Santo Porcu, il presidente della Pro Loco Salvatore Marras ed il giornalista e documentarista Antonio Rojch.

La mostra sarà poi visitabile per tutto il mese di Agosto, presso il Museo Etnografico “Sa Domo ‘e Sos Marras” (Casa Marras) ed in particolare per la festa del borgo.

(DA: comunicato del Comune di Galtellì-10 Agosto 2016)