Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Ascom-Confcommercio NU/OG

Ricettività Extra Alberghiera:

consapevoli dell’importanza

Oltre cento attività extralberghiere del territorio hanno partecipato al seminario tenuto da Confcommercio Nuoro Ogliastra qualche giorno fa a Nuoro nella Sala ex Terfidi. Un numero importante che ha in qualche modo dato conferma dell’interesse che sul settore Extra Alberghiero si sta concentrando in questo momento nel territorio di Nuoro e dell’Ogliastra.

Un seminario tecnico, con contenuti che hanno spaziato sull’aspetto fiscale ed il regime al quale sono sottoposti per esempio i B&B dove Gian Luca Murgia presidente dell’Associazione B&B Sardegna ha evidenziato tutte le attenzioni che occorre porre su questo aspetto e di come vanno gestiti rapporti fiscali con i portali on line.

L’aspetto del portale alloggiati è uno dei temi caldi del momento, infatti molte strutture “dimenticano” di segnalare gli ospiti in questo portale gestito dalla questura e dove il dottor Alessandro Presti, dirigente della Questura di Nuoro, ha illustrato nei dettagli il funzionamento di questo strumento ricordando le implicazioni di carattere penale a cui si incorre omettendo questa segnalazione.

I funzionari della provincia Giampiero Seu ed Annalisa Pintore hanno sottolineato le modalità del funzionamento del SIRED (sistema di rilevazione delle presenze) e gli aspetti inerenti alla documentazione da inoltrare solo informaticamente al nuovo SUAPE.

L’ultimo intervento in programma è stata la nuova legge regionale sul Turismo da parte di Luigi Crisponi, consigliere regionale e vice presidente della commissione delle attività produttive in consiglio regionale. Crisponi ha messo in evidenza gli aspetti nuovi riguardanti l’extra alberghiero e soprattutto le norme anti abusisvismo con l’introduzione dello IUN o Identificativo Unico Numerico che dovrà essere esposto nei portali on line e distinguerà chi è un operatore regolare da un abusivo.

Naturalmente numerosi sono stati gli interventi dal pubblico su tutte le tematiche esposte.

Soddisfatti dalla Confcommercio che a breve costituirà un nuovo gruppo al suo interno in rappresentanza sull’Extra Alberghiero. Ricordiamo che per la prima volta dal 2009 frena il numero degli annunci di alloggi sui portali web nella provincia di Nuoro e Ogliastra.

La frenata si registra proprio nel mese di Agosto, dove ci aspetterebbe un crescita importante di alloggi messi a disposizione dai cosiddetti host, infatti sul solo portale AirB&b si passa dai 1.692 alloggi della rilevazione del 2016 a 1.591 dell’agosto 2017, con un decremento di 101 annunci pari a – 6%.

Quali le cause di questa frenata?

Intanto occorre capire se si tratta di un calo occasionale oppure se questo si confermerà nelle prossime rilevazioni che come Confcommercio Nuoro Ogliastra e Federalbeghi andremo ad effettuare nei prossimi mesi.

Non si può negare che le rilevazioni che abbiamo divulgato i mesi precedenti al periodo estivo, evidenziando la parte di abusivismo che si cela dietro questo fenomeno, siano state un campanello d‘allarme che ha fatto cancellare molti alloggi dal web.

Inoltre i controlli ci sono stati, come divulgato lo scorso fine settimana dai Carabinieri e questo è stato un sicuro strumento disincentivante. Anzi i controlli sono un sicuro deterrente perché se facessimo oggi la rilevazione, dopo il risalato della notizia noteremo che sono spariti altri alloggi dai siti web proprio da sabato scorso.

Questo non toglie che l’extra alberghiero oggi sia una forte realtà nel territorio e che occorre valorizzare tutti coloro che operano nel rispetto delle regole e che offrono ospitalità andando ad integrare quella tradizionale alberghiera e soprattutto rendono un servizio importantissimo dove non esistono forme di ospitalità, come nei piccoli paesi delle zone interne creando un legame con le comunità locali.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio Nuoro: 14 Ottobre 2017)

 Obblighi per le imprese

sulle etichette nutrizionali:

CICLO DI SEMINARI INFORMATIVI

Etichette Nutrizionali per gli alimenti:

Nuovo obbligo per le imprese Seminari informativi

Dopo l’obbligo di indicazione al consumatore degli allergeni del 2014 a decorrere dal prossimo 13 dicembre le imprese che confezionano o preconfezionano per la vendita prodotti alimentari dovranno indicare in etichetta i valori nutrizionali.

Niente di complicato, ma un adempimento in più che obbliga gli imprenditori, come ad esempio panificatori, pasticcerie eccetera a dover informare il cliente sugli aspetti nutrizionali del loro prodotto.

La normativa (Regolamento Europeo 1169/2011) al momento non si presenta così rigida come spesso viene presentata infatti sono ammesse delle deroghe importanti e per esempio consente la vendita di tutti i prodotti alimentari immessi sul mercato o etichettati prima del 13 dicembre 2016.

Anche le sanzioni sono articolate e vanno ulteriormente chiarite tant’è che il Ministero della Salute e dello Sviluppo Economico stanno lavorando ad una circolare esplicativa con delle deroghe interessanti.

Per chiarire meglio questi aspetti la Confcommercio Nuoro Ogliastra organizza tre seminari nel territorio dove verranno spiegati tutti i dettagli.

  • NUORO Mercoledì 16 novembre 2016 ore 15.30 presso la Confcommercio Galleria E. Loi 8;
  • MACOMER Venerdì 18 novembre 2016 ore 15.30 presso la sala dell’Unione dei Comuni C.so Umberto 186;
  • TORTOLI’ Martedì 22 novembre 2016 ore 16.00 presso la sala Confcommercio in Via V. Emanuele 11.

(DA: comunicato Ascom-Concommercio NU/OG-14 Novembre 2016)

 

Corso in collaborazione con la ASL Nuoro

per ottenimento Patentino Trasporto Animali Vivi

Esso sarà tenuto presso la sede di Confcommercio NU-OG

nelle giornate del 18 e 19 Novembre p.v.

Scadono giovedì mattina i termini per l’iscrizione al nuovo corso per il conseguimento del Patentino per il Trasporto di Animali Vivi.

La formazione interessa tutti coloro che per motivi professionali trasportano, appunto, bestiame vivo, sia esso destinato a macellazione che per puro trasferimento di sede.

Come sempre, il corso sarà tenuto con la fattiva collaborazione del Servizio Veterinari della ASL di Nuoro, ha una durata per legge di 12 ore e si svolgerà, presso la sede di Confcommercio NU-OG nelle giornate del 18 e 19 Novembre p.v..

Il Certificato che sarà rilasciato al termine del corso ha validità nel territorio della comunità europea per 10 anni e sarà riconosciuto idoneo sia per i conducenti dei mezzi di trasporto che per i guardiani degli animali vivi trasportati, in ossequio anche alle recenti norme sul benessere animale.

Poichè si stanno intensificando le attività di controllo da parte delle Autorità competenti ed al fine di evitare le particolari ed onerose sanzioni pecuniarie, si invitano gli interessati a voler prestare massima attenzione alla norma in argomento.

Gli uffici di Confcommercio

restano a disposizione (0784-36403)

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio NU/OG-15 Novembre 2016)

(DA: comunicato originale Ascom-Confcommercio Nuoro-28 Maggio 2016)

TRIBUTI MINORI: E’ ORA DI CAMBIARE

Dopo la riunione di venerdì mattina scorso 13 Maggio  tenutasi in nel Comune di Nuoro a parlare dei Tributi Minori riteniamo, come Confcommercio, che finalmente dopo anni di arroganza e di mancati confronti, si possa finalmente aprire qualche spiraglio per cambiare le cose.

Sarà perché alcuni amministratori fanno gli imprenditori e sono colpiti da questi balzelli conoscendone il peso, sarà perché la contribuzione locale oramai rappresenta per le imprese una fetta importante dei tributi pagati ogni anno, solo analizzando bene il problema si può arrivare ad una soluzione che vada ad incidere sui costi.

La sola “tassa sulle insegne” ha creato centinaia di problemi a causa di un regolamento assurdo, bizantino e senza alcuna logica. Interpretato rigidamente e senza capire, come abbiamo spiegato più volte, che le insegne sono “il viso delle attività imprenditoriali”. Se si spengono le insegne per eccesso di tassazione si spegne la luce sulle strade, si spegne anche la sicurezza, ma soprattutto si va a tassare una delle poche modalità di comunicazione verso i clienti che i piccoli negozi hanno a disposizione.

Abbiamo evidenziato come che negli anni, per la vessazione in atto, c’è stata una vera e propria “moria delle insegne”, con risultati negativi per tutti, compreso il Comune che non incasserà più nulla.

Pertanto sono state fatte all’amministrazione alcune proposte che vanno a modificare il concetto di Insegna.

Eccole:

  • CONCETTO DI INSEGNA: Non è assolutamente chiaro cosa si intenda per insegna nel regolamento comunale. Si è arrivati all’assurdo di tassare i bar per aver esposto uno dei marchi commercializzati. La norma dice, invece, che rientrano nei casi di esenzione poiché la scritta è idonea a segnalare quel tipo di impresa;
  • PLURALITA’ DI INSEGNE: nei casi di esposizione di più insegne la legge dispone che le stesse vadano misurate singolarmente, sommate ed eventualmente la superficie totale ottenuta vada poi arrotondata per eccesso. La locale concessionaria, invece, applicando sempre il regolamento comunale assurdo si è provveduto singolarmente agli arrotondamenti, con risultati esorbitanti. Le scritte riportanti il marchio, ad esempio, di una birra apposte nello spazio inferiore di un ombrellone, vengono tassate, con questo sistema, per 8 metri quadrati, con imposizione fiscale di oltre 300,00 euro.
  • ESENZIONI: tantissimi i casi di tassazione dei cosiddetti avvisi al pubblico, quali “magazzino ricambi”, “Uffici”, ecc.. Gli stessi, invece, non sono tassabili per legge, specie se collocati all’interno delle attività e, dunque, non visibili agli utenti che transitano in quella strada ;
  • ASPETTI AMMINISTRATIVI: Confcommercio ritiene opportuno semplificare anche gli adempimenti posti a carico degli esercenti, consentendo loro di effettuare le denunce di installazione attraverso ordinarie autocertificazioni e non (com’è attualmente) mediante comunicazioni DUAAP sottoscritte da professionisti (geometri/ingegneri) che, oltre alla farraginosità, hanno un costo rilevante.
  • CONTENZIOSI: sarebbe opportuno non obbligare, almeno nella prima fase interlocutoria, gli operatori a ricorrere in commissione tributaria, evitando loro di sostenere spese spesso superiori alle somme contestate

Al termine della riunione, Confcommercio Nuoro ha consegnato una memoria riepilogativa queste osservazioni formulate, nonché una copia del regolamento del Comune di Oristano e i criteri interpretativo/applicativi che il Comune di Cagliari ha redatto qualche anno fa insieme alle associazioni ed alla concessionaria per la riscossione e che hanno consentito, una volta per tutte, di chiarire come deve essere applicata l’imposta e soprattutto far risparmiare somme importanti alle piccole imprese.

Chissà che sia la volta buona!!!!

(DA: comunicato Confcommercio Nuoro-14 Maggio 2016)

 

FORMAZIONE | WORKSHOP

“PMI: STRUMENTI WEB E MONDO DIGITALE”

La Camera di Commercio di Nuoro in collaborazione con Google e Unioncamere indice 3 WORKSHOP gratuiti in occasione del progetto Made in Italy Eccellenze in Digitale.

I seminari sono rivolti alle imprese operanti in tutti i settori iscritte alla Camera di Commercio di Nuoro ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Le tematiche affrontate riguarderanno i nuovi strumenti offerti dal web per aiutare le PMI ad entrare nel mondo digitale!

I seminari si svolgeranno durante l’ultima settimana di Febbraio nei locali della Camera di Commercio di Nuoro dalle ore 10.00 alle 12.00.

22 FEBBRAIO: SOCIAL MEDIA MARKETING PER LE PMI

  • - Social Network
  • - Facebook
  • - YouTube
  • - Instagram

24 FEBBRAIO: WEB ADVERTISING: COME FARE PUBBLICITA’ ON LINE

  • - Google AdWords
  • - Facebook advertising

26 FEBBRAIO: AZIENDE ONLINE INATTIVE

  • - Web optimization
  • - Google Analytics (teoria + pratica)

E’ necessaria l’iscrizione per ogni singolo seminario inviando una mail ad uno dei seguenti contatti con oggetto “Workshop”: 

picconi.nu.camcom@eccellenzeindigitale.it

mulas.nu.camcom@eccellenzeindigitale.it

INDICANDO nel testo:

  • - TITOLI DEI SEMINARI A CUI SI INTENDE PARTECIPARE
  • - NOMINATIVO PARTECIPANTE
  • - EMAIL
  • - TEL.
  • - AZIENDA
  • - P.IVA

Per informazioni:

picconi.nu.camcom@eccellenzeindigitale.it

mulas.nu.camcom@eccellenzeindigitale.it

(DA: comunicato Camera di Commercio NU/OG-18 Febbraio 2016)

A Silanus il seminario

“Raccontare il territorio”

Un nuovo momento di formazione per gli operatori delle Comunità Ospitali della Sardegna

Dall’ormai consolidata collaborazione tra l’Associazione Borghi Autentici d’Italia e la Confcommercio Nuoro – Ogliastra nasce un nuovo importante momento di formazione per gli operatori delle Comunità Ospitali della Sardegna.

Lunedì 11 gennaio a Silanus il seminario “Raccontare il territorio”, a partire dalle ore 15 i locali di Casa Scarpa ospiteranno coloro che nelle risorse del proprio territorio intravedono un’occasione di sviluppo locale. Non la classica lezione accademica, dietro la cattedra infatti stavolta si alterneranno i colleghi, coloro che nella quotidianità del proprio lavoro raccontano e fanno vivere il territorio nei suoi diversi aspetti, rendendolo sempre più affascinante agli occhi di un visitatore sempre più attento ed esigente.

Cinque diverse esperienze: Gianfranca Salis –Presidio Turistico Galaveras di Oliena; Letizia Marongiu – guida turistica di Nuoro; Marcello Tallu – Hotel Monreale di Sardara; Gabriella Belloni – Antica dimora del Gruccione di Santu Lussurgiu; Pino Cossu – Sardegna Autentica.

Cinque diverse realtà accomunate da un unico obiettivo, quello di crescere insieme puntando sulla valorizzazione dell’identità e dell’autenticità con competenza.

L’appuntamento di lunedì è uno delle diverse giornate di formazione dedicate agli operatori di Comunità Ospitale e Sardegna Autentica, i due progetti strategici sui quali l’associazione Borghi autentici d’Italia si sta concentrando in Sardegna.

Mentre “Comunità Ospitale” (ad oggi 10 le C O attive e altre sono in fase di attivazione) mira alla promozione dei piccoli borghi come destinazioni turistiche in cui l’intera comunità è protagonista di nuove forme di turismo esperienziale, “Sardegna Autentica” amplia e rende unica l’esperienza dei borghi autentici sardi valorizzando le migliori produzioni dell’artigianato e dell’enogastronomia della Sardegna tramite il portale l’e-commerce inaugurato a maggio 2015.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio NU/OG-9 Gennaio 2016)

487 MILIONI DI EURO L’ABUSIVISMO NEL TERRITORIO.

E’ ORA DI AFFRONTARLO CON DETERMINAZIONE:

UN PIANO PER IL CONTRASTO CON UN TAVOLO IN PREFETTURA

Venerdì 26 scorso Confcommercio Sardegna insieme al sistema nazionale ha organizzato la manifestazione LEGALITA’ MI PIACE, dove sono stati divulgati i dati sul fenomeno dell’abusivismo in Sardegna e il “sentiment” che esprimono le imprese a seguito di un indagine fatta su un campione imprese dell’Isola.

Preoccupa la dimensione economica del fenomeno abusivismo e contraffazione, in Sardegna 3 miliardi di euro di cui 487 milioni nella sola provincia di Nuoro, secondo le stime di Confcommercio e CdC & Partners, ovvero il 10% dell’intero PIL provinciale del territorio camerale.

A questo va aggiunta la concorrenza sleale che viene svolta da altre attività economiche che a normativa vigente vengono privilegiate da fiscalità di vantaggio ed al di fuori da regole alle quali sono sottoposte gran parte delle imprese “normali”.

“In fondo voi partecipereste ad una corsa con i piedi legati, mentre i vostri avversari sfrecciano liberi e senza rispettare le regole del gioco? O se preferite come reagireste se ad imbrigliare voi fosse proprio l’arbitro della gara che mette le ali ai vostri concorrenti? Questo è quello che provano molti imprenditori, sottolinea Gian Luca Deriu direttore della Confcommercio Nuoro Ogliastra, che sotto sottoposte a regole restrittive ed altri per niente favoriti da un sistema legislativo bislacco o che non vengono assolutamente contrastati?”

Un fenomeno che è ulteriormente cresciuto durante questo perdurare della crisi economica e che sta penalizzando le imprese che regolarmente esercitano e si trovano a pagare due svantaggi in uno. Il primo è quello di dover spendere somme enormi per adempimenti che altri non rispettano, il secondo è dover pagare (e talvolta chiudere) per la concorrenza sleale degli abusivi.

Ecco un elenco di settori dove si riscontra maggiormente la presenza di fenomeni di abusivismo, contraffazione e concorrenza sleale:

  • Abbigliamento;
  • Panificazione;
  • Sagre Fiere e Mercatini;
  • Mercatini Antiquariato
  • Guide Turistiche
  • Attività di somministrazione, ristorazione.
  • Macellazione Clandestina
  • Intermediazione Immobiliare
  • Home Restaurant

Entra in gioco anche il ruolo della “sharing economy”, ovvero quelle attività dove chi vuole condivide qualcosa con altri. I casi più eclatanti sono il condividere appartamenti e gli home restaurant. Un evasione fiscale alla luce del sole dove non occorre fare alcuna delazione, infatti basta andare in noti siti internet per trovare nomi e cognomi di chi affitta in nero o prepara pasti nel tinello di casa propria a prezzi di grande ristorante. In un normale giorno di fine agosto su un noto sito che affittava camere (in nero) nella sola zona di Nuoro e dintorni erano disponibili 116 offerte di camere e appartamenti.

“Un discorso a parte merita la città di Nuoro diventata terra di conquista e senza controlli. Da anni denunciamo il fenomeno ma oramai gli abusivi occupano marciapiedi e persino la corsia di accelerazione di una importante arteria stradale all’uscita della città e nessuno fa niente”. Dice sempre Gian Luca Deriu.

“Abbiamo appena scritto al Prefetto proponendo un tavolo permanente da Lui coordinato al quale siedano oltre le associazioni di categoria coinvolte nel fenomeno le associazioni dei consumatori, la Camera di Commercio, i sindaci, la ASL e naturalmente le forze dell’ordine che operano con grande volontà nel contrasto di questi fenomeni.” Dice Agostino Cicalò presidente della Confcommercio Nuoro Ogliastra.

Dobbiamo dare gambe ai protocolli che abbiamo firmato nel corso del tempo e che devono essere resi operativi, Occorre pianificare delle azioni mirate che vadano a colpire gli abusivi settore per settore, consentendo uno stretto raccordo con le forze dell’ordine e consentendo di fare segnalazioni anche in forma anonima attraverso le associazioni imprenditoriali.

Non possiamo più aspettare ne va della sopravvivenza delle imprese “vere” del territorio e della tutela del consumatore finale.

(DA: comunicato integrale e foto Ascom Confcommercio NU/OG-28 Novembre 2015)

Comunicato stampa

A nome delle seguenti Associazioni:

Confcommercio, Confindustria, Coldiretti, CNA, Confesercenti, Legacoop, CIA, CGIL, CISL, UIL, Confcooperative, CNA Ogliastra, Confapi, Confagricoltura, Consulta delle Libere Professioni.

TESTO DEL COMUNICATO STAMPA

La Regione Sardegna e i Comuni del Nuorese

sostengono la Camera di Commercio di Nuoro

“Il coordinamento delle associazioni imprenditoriali e dei sindacati dei lavoratori del Nuorese esprimono apprezzamento per la nota inviata al Ministro Guidi da parte del Presidente Pigliaru a sostegno del mantenimento dell’autonomia della Camera di commercio di Nuoro.

Del pari grande apprezzamento per le analoghe posizioni assunte dai Comuni del territorio del Nuorese e Ogliastra a partire da Nuoro, Tortoli, Lanusei, Siniscola e Macomer e decine di altri piccoli e medi Comuni, primi fra tutti quelli che partecipano agli eventi di Autunno in Barbagia e alle Primavere nel Marghine, Ogliastra e Baronia.

A giorni il Consiglio dei Ministri provvederà ad emanare i decreti attuativi che decideranno quali saranno le 60 camere di commercio che sopravviveranno al taglio a seguito di accorpamenti dagli attuali 105 enti come deciso dal Parlamento.

La Camera di Commercio di Nuoro potrebbe essere una delle 60 perché, pur avendo un numero inferiore alla soglia minima fissata per legge in 75 mila imprese, ha le caratteristiche di territorio montano con carente infrastrutturazione nella rete trasporti come specificato in norma grazie al l’emendamento proposto dal Sen. Cucca ed approvato dal Parlamento.

Ma di questo non c’è alcuna certezza. La decisione sarà politica. Ed è quindi indispensabile che tutti coloro, enti e cittadini, che riconoscono alla permanenza della Camera di Commercio di Nuoro un valore non solo simbolico ma anche di volano dell’economia dei territori della Sardegna centrale e di presidio di un’area che sempre più rischia di rimanere periferica rispetto agli interessi ed ai pesi delle aree del nord e del sud dell’isola.

La Camera di Commercio di Nuoro in questi anni si è distinta non solo per la conduzione degli eventi di promozione territoriale (Autunno in Barbagia e Primavere nel Marghine, Ogliastra e Baronia) ma sta sostenendo lo sviluppo del Distretto Culturale del Nuorese, sta realizzando presso l’Ailun il laboratorio di fabbricazione digitale Make in Nuoro, ha coordinato la realizzazione del progetto Arkeosardinia, destina risorse economiche (oltre un milione di euro all’anno) con bandi pubblici a sostegno della nascita di nuove imprese o allo sviluppo delle stesse, consentendo la creazione di decine di posti di lavoro.

La soppressione della CCIAA di Nuoro priverebbe le imprese del nostro territorio dell’ultimo soggetto pubblico deputato al sostegno economico del centro SARDEGNA in un’area in cui sempre più i tagli delle risorse pubblica rischiano di lasciarci intorno un deserto istituzionale.

Peraltro la CCIAA si sostiene economicamente attraverso la riscossione dei diritti camerali dalle imprese del territorio, senza richiedere risorse alla fiscalità generale. A seguito della riduzione dei diritti camerali, che dal 2017 arriveranno a ridursi fino al 50%, le imprese del Nuorese e dell’Ogliastra arriveranno a pagare una cifra non superiore ad 80 Euro annui. Non è certo questa la priorità nella riduzione del gravoso carico fiscale per le imprese dei nostri territori.”

(DA: comunicazione dell’Ascom Confcommercio NU/OG-3 Novembre 2015)

LA FAMIGLIA CHE RESISTE ALLA CRISI

Il prossimo 9 ottobre alle ore 17

a Nuoro presso la sala convegni Terfidi Via Piredda (Piazza Italia – di fianco Galleria E. Loi) il convegno “La famiglia che resiste alla crisi”

Un momento di riflessione sull’importante ruolo che ha la famiglia nella nostra piccola impresa e che ha garantito e garantisce la vita di imprese e organizzazioni anche in periodo bui come l’ultima crisi economica che sta colpendo il nostro territorio.
I relatori saranno:
GIULIO SAPELLI uno dei più autorevoli storici dell’economia in questo momento in Italia. Autore di decine di libri tra cui alcuni sulla piccola impresa in Sardegna.
MARIOLINA CERIOTTI MIGLIARESE piscoterapeuta e attenta studiosa della famiglia e del suo ruolo nella società ed economia moderna
AGOSTINO CICALO’ presidente della Confcommercio Nuoro Ogliastra e Imprenditore di famiglia storica dell’imprenditoria nuorese.
I saluti verranno portati dal Sindaco di Nuoro ANDREA SODDU ed il Vescovo di Nuoro Mons. MOSE’ MARCIA.

Il moderatore sarà il giornalista GIANNI GARRUCCIU.

(DA: comunicato Confcommercio Nuoro Ogliastra-6 Ottobre 2015)

 

SARDEGNA. AUTUNNO IN BARBAGIA.

28 paesi, infinite storie da vivere

Dal 4 settembre al 13 dicembre 2015

Al via la 15esima edizione di Autunno in Barbagia, itinerario di eventi alla scoperta dell’affascinante territorio del cuore della Sardegna. Dal settembre a dicembre, ogni week end si potrà conoscere un paese diverso con le sue tradizioni e specialità, grazie alle mostre allestite nelle “corti”, i tipici cortili delle case antiche della Sardegna.

Un appuntamento lungo quattro mesi, dedicati alla cultura in tutte le sue forme: arte, storia, folklore, artigianato ed enogastronomia in uno scenario dai paesaggi indimenticabili.

Mercoledì 2 settembre presso la Camera di Commercio di Nuoro è stato presentato l’intenso calendario di appuntamenti di Autunno in Barbagia e l’articolata campagna di comunicazione e promozione dell’iniziativa progettata e sviluppata dalla Camera di Commercio di Nuoro e dalla sua Azienda Speciale Aspen.

Presenti il Presidente della CCIAA di Nuoro Agostino Cicalò, il Presidente dell’ASPEN Vincenzo Cannas, il travel partner della manifestazione Portale Sardegna con Marco Demurtas e il Banco di Sardegna con Martino Mulas.

Visitare la Sardegna durante Autunno in Barbagia- dichiara il Presidente Aspen Vincenzo Cannas – significa immergersi in un collage di emozioni, musiche, cortili, sapori, arte, colori, costumi, dialetti e artigianato. La Sardegna non è solo mare, ma nel cuore del suo territorio custodisce un patrimonio naturale, artistico e culturale unico al mondo”.

Sono questi gli elementi che caratterizzano tutta la campagna di comunicazione con la quale si invita a vivere l’atmosfera delle antiche tradizioni e dei mestieri, a conoscere le storie della Sardegna.

Questo fine settimana ad aprire le danze dell’autunno il paese di Bitti che accoglierà i primi visitatori della rassegna con tante curiosità da scoprire, specialità da gustare e arti da ammirare in un programma ricco di eventi.

I NUMERI DI AUTUNNO IN BARBAGIA 2014

  • visitatori tra i 28 paesi: 400.000

  • operatori economici coinvolti: 1.700

  • indotto economico: circa 8 milioni di vendite dirette

  • spese per attività di promozione e coordinamento: 400.000 euro

ATTIVITA’ PROMOZIONALI

Roberto Sau dell’ASPEN ha presentato nel dettaglio il media plan della manifestazione: le attività tradizionali, affissioni, uscite stampa e brochure, sono pensate per raggiungere in particolar modo il pubblico più maturo, mentre il target più giovane e quindi “digitalizzato” verrà coinvolto dai social media, e dai contenuti accessibili tramite QR code.

Anche quest’anno i visitatori si potranno dilettare con il concorso fotografico “Scatta l’autunno e vincere il “bonette”, tipico copricapo sardo, dopo l’emozionante racconto per immagini che i numerosi visitatori hanno regalato con la loro attiva partecipazione lo scorso anno premiata anche con la pubblicazione nelle brochure dell’edizione 2015 delle fotografie più votate.

PARTNERSHIP E OFFERTE VIAGGIO

Si è scelto di migliorare la visibilità e la fruibilità delle proposte con azioni pubblicitarie dirette, con dinamiche comunicative che incoraggino la partecipazione e la diffusione anche virale dei contenuti, e con pacchetti vacanza dedicati curati dal travel partner Portale Sardegna. “Siamo orgogliosi di essere partner di questa iniziativa – ha dichiarato il Presidente Marco Demurtas – e crediamo che questo circuito sia ormai maturo per attrarre in Sardegna visitatori anche fuori stagione: abbiamo pensato a offerte viaggio flessibili e competitive, facilmente personalizzabili, per consentire al viaggiatore di vivere un’esperienza autunnale in Sardegna ritagliata sulla base delle proprie esigenze. Si potrà scegliere la combinazione ideale con pernottamento, nave o volo supportati dai nostri collaboratori del booking”.

Anche quest’anno si rinnova l’importante collaborazione con il Banco di Sardegna che racconterà i propri servizi nelle piazze e nei paesi coinvolti nel circuito con l’apertura durante la manifestazione di stand dedicati per fornire consulenza e informazioni sulle attività fornite a supporto del territorio e delle imprese. Martino Mulas, Responsabile Relazioni Esterne del Banco di Sardegna, ha dichiarato: “il nostro istituto si propone da sempre come banca del territorio, e collaborare con l’organizzazione di Autunno in Barbagia è un percorso naturale, essendo la manifestazione autunnale più importante dell’isola, proprio perché riesce a presentare all’esterno le nostre attività economiche e culturali”

In replica anche la fortunata partnership con Tiscali, che condivide l’importanza di valorizzare il territorio tramite una ricca attività di comunicazione, mostrando apprezzamento per l’iniziativa proprio per la forza identitaria che esprime la manifestazione, in sintonia con quella del gruppo stesso.

ASPETTANDO AUTUNNO IN BARBAGIA

Tra le novità dell’edizione 2015, Autunno in Barbagia si presenta anche al pubblico della Costa Smeralda: nella serata di venerdì 4 e sabato 5 settembre, quindici artigiani presenteranno le eccellenze del territorio della Barbagia, tra musiche e intrattenimento.

L’evento è organizzato dalla Camera di Commercio di Nuoro insieme a Starwood Costa Smeralda, la catena alberghiera che gestisce gli hotel di proprietà del Qatar. Si realizza per la prima volta il connubio tra tradizione e innovazione, tra costa e interno della Sardegna, nell’ambito di una manifestazione che si è consolidata con grande forza negli anni.

La Starwood Costa Smeralda è onorata di ospitare il brand Autunno in Barbagia – dichiara Franco Mulas, Area manager del gruppo alberghiero in Sardegna – si tratta di una manifestazione che è cresciuta costantemente negli anni attraverso una proposta di grande qualità. La Costa Smeralda si propone, ancora una volta, come ambasciatrice della Sardegna nel mondo e perciò non può essere percepita come un castello chiuso”. Ospiti d’onore le ragazze del gruppo folk Sas Nugoresas che arricchiranno le due serate con i colori e i balli tradizionali.

L’evento rappresenta una occasione per invitare i turisti e i residenti a visitare i nostri paesi nel periodo autunnale – spiega Agostino Cicalò, presidente della Camera di Commercio di Nuoro – con una sinergia che stimola il turismo internazionale a incuriosirsi e ad appassionarsi all’identità della Sardegna. Inoltre Porto Cervo e la Costa Smeralda rammentano ai propri visitatori – continua Cicalò – di essere parti di un’isola che alle bellezze del mare combina il fascino di una terra antica di storia e cultura. L’obiettivo è quello di combinare due diverse offerte turistiche di eccellenza all’interno di un contesto di valorizzazione della Sardegna. Vogliamo dare un piccolo contributo all’indifferibile obiettivo di coesione e coordinamento tra le realtà della nostra Isola – conclude Cicalò – così differenti ma tutte altrettanto affascinanti per il nostro turista e viaggiatore”.

(DA: comunicato Camera di Commercio Nuoro-2 Settembre 2015)

Confcommercio Nuoro Ogliastra:

IMPORTANTE ACCORDO PER ASSUNZIONI

Firmato Accordo con i Sindacati per la deroga nelle assunzioni a tempo determinato nelle zone costiere.

A seguito della firma del nuovo contratto nazionale di lavoro del Terziario, Distribuzione e Servizi, tra Confcommercio e CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILTucs, le stessa sigle a livello locale hanno firmato un importante accordo valido per i comuni costieri delle Province di Nuoro e Ogliastra (la vecchia provincia di Nuoro).

In particolare preso atto che in determinate località a prevalente vocazione turistica le aziende che applicano il ccnl del Terziario Distribuzione e Servizi, pur non esercitando attività a carattere stagionale necessitano di gestire picchi di lavoro intensificati in determinati periodi dell’anno e concordano che i contratti a tempo determinato conclusi per gestire detti picchi di lavoro siano riconducibili a ragioni di stagionalità, ovvero in periodi dell’anno legati a particolari eventi, manifestazioni, festività. Vengono di fatto eliminati tutti i vincoli quantitativi a questo tipo di assunzioni.

Queste deroghe possono essere applicate

nelle località a prevalente vocazione turistica del il territorio ovvero nei comuni di San Teodoro, Budoni, Posada, Siniscola, Orosei, Dorgali, Baunei, Lotzorai, Girasole, Tortolì, Barisardo, Cardedu, Tertenia, Bosa, Magomadas.

Il Datore di Lavoro che intende usufruire dei benefici dell’accordo, dovrà riportare nel singolo contratto di assunzione i riferimenti dell’accordo sindacale territoriale e detenerne copia conforme.

Questo significa che un negozio di abbigliamento, oppure un market, situato in uno dei comuni individuati nell’accordo, potrà, in virtù della stagionalità assumere personale a tempo determinato senza limiti per far fronte a dei picchi di domanda evitando così sanzioni e soprattutto dando una mano all’occupazione.

Naturale la soddisfazione da parte della Confcommercio e dei sindacati CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILTucs che, per il secondo anno consecutivo, mettono a disposizione delle imprese un importante strumento di flessibilità.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio Nu/Og-29 Giugno 2015)

Nella mattina di oggi 23 Giugno si è tenuta

una conferenza stampa e le slide con i contenuti

sul Piano per la Formazione delle imprese del Nuorese:

Investimento di 240 mila euro

Un investimento importante per la formazione del nuorese 240 mila euro, grazie a due bandi vinti dalla Confcommercio Nuoro Ogliastra sul Fondo Interprofessionale ForTe, e la collaborazione dell’Ente Bilaterale del Terziario NU OG ed i sindacati CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILtucs. Un gioco di squadra tra Confcommercio, Sindacati ed Imprese che consentirà questo importante investimento sul territorio ed in particolare:

  • 240 mila euro di investimento da effettuarsi nel territorio della CCIAA di Nuoro o vecchia provincia di Nuoro;
  • 1.200 ore di formazione programmate;
  • 110 imprese coinvolte nella fase iniziale, tutte piccole imprese;
  • 45 corsi di formazione gratuita;
  • 950 lavoratori e imprenditori frequenteranno i corsi.

Questi numeri sono stati presentati in conferenza stampa alla presenza di Agostino Cicalò Presidente della Confcommercio Nuoro Ogliastra, Salvatore Pinna Segretario CGIL Nuoro e Presidente Ebiter Nuoro Ogliastra, Michele Fele Segretario CISL Nuoro Ogliastra, Cristiano Ardau Segretario UIL Tucs Sardegna.

“I fondi arrivano grazie al Fondo Interprofessionale FOR.TE che attraverso dei bandi a livello nazionale stanzia delle importanti risorse che poi vengono aggiudicate ai progetti formativi più interessanti per innovatività e grado di coinvolgimento delle imprese e dei lavoratori. Il nostro è stato giudicato un piano eccellente.” Ha affermato Agostino Cicalò presidente della Confcommercio

Salvatore Pinna in qualità di presidente Ente Bilaterale enfatizza “come sia importante il ruolo della cooperazione tra sistema delle imprese e sindacati che trova sintesi nono solo nell’ente bilaterale, ma nella capacità di portare avanti progetti che portano soldi dall’esterno per il bene dei lavoratori e delle Imprese.”

“Una luce nel buio”, così ha definito Michele Fele, Segretario della Cisl, “il progetto vinto è una buona notizia per il territorio che dimostra di avere teste capaci di fare progetti che a livello nazionale vincono. Quindi un vento di ottimismo che da merito a tutti che in fondo si può riuscire dal questa crisi.”

Ha espresso la sua soddisfazione Cristiano Arda, Segretario Regionale della UIL Tucs evidenziando come “il progetto parta da un analisi attenta dei fabbisogni formativi delle imprese ed i lavoratori seguendo un metodo che va poi ad identificare i profili professionali più idonei ai quali fare la formazione. Ora sta alle imprese ed ai lavoratori cogliere questa opportunità per aumentare le competenze ed essere capaci di leggere il cambiamento.”

“Non siamo andati ne da Pigliaru, ne ad alcun assessore ne tantomeno alla Camera di Commercio con la mano tesa a chiedere dei fondi per le imprese, ma ci siamo rimboccati le maniche insieme e fatto un progetto che è stato riconosciuto eccellente per il territorio e quindi abbiamo vinto una competizione dura ed importante in nome del territorio e per il territorio; in fondo la notizia del padrone che morde il cane è proprio questa.”

Così ha chiuso la conferenza stampa Gian Luca Deriu

direttore della Confcommercio Nuoro Ogliastra.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio NU/OG-23 Giugno 2015)