Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: centro storico

GALTELLI': scorcio in notturna del portale della Chiesa di San Pietro (foto: camedda)

Al via domani, a Galtellì, il calendario di “Viaggi emozionali”, spettacolo itinerante di teatro, musica e canto tradizionale, frutto di un laboratorio cui hanno partecipato trenta bambini diretti dall’attrice Monica Corimbi della Compagnia Bocheteatro. Le repliche il 23 e il 30 agosto.

GALTELLI': Chiesa di S.Pietro (foto: camedda)

Casa Dame Pintor dove Grazia Deledda ambientò Canne al Vento

L’eventoè promosso dall’amministrazione comunale di Galtellì e dalla Pro loco.

Il progetto di teatro itinerante, tratto dal romanzo “Canne al vento” di Grazia Deledda (che ambientò proprio a Galtellì il suo capolavoro) si snoda lungo tutto il centro storico del paese, a partire dalla bellissima chiesa di San Pietro.

Ogni scena in un punto diverso del centro storico, lungo il percorso la melodia dell’organetto sardo.

Da: L’Unione Sarda- 8 ago 2012

GALTELLI': scorcio del centro storico (foto: m.camedda)

Pasquetta da non perdere

nel cuore della Baronia medievale.

A Galtellì sarà possibile visitare gratuitamente i monumenti storici e architettonici lungo le vie dell’antico borgo.

In omaggio alle festività a disposizione degli appassionati il museo etnografico, il castello di Pontes sul crinale del Tuttavista e suggestivi spazi dove Grazia Deledda ambientò il suo “Canne al vento”.

I ruderi del Castello rinforzati e ben restaurati da un recente intervento

Informazioni

0784/90150, portaparcogalte@tiscali.it.

(Da:L’Unione Sarda-fr.gu. 6 apr 2012)

galtellì: una antic casa in centro storico

Galtellì: una antica casa ristrutturata in centro storico (a due passi dalla Chiesa del SS.Crocifisso)

Scadono il 12 ottobre le domande per i contributi per la ristrutturazione degli edifici dei centri storici.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il bando regionale che punta a sostenere soprattutto le giovani coppie, genitori soli o con più figli a carico, che decidono di vivere e restare nei cuori antichi dei paesi. Il Comune di Galtellì, centro della Baronia dove l’amministrazione lavora per incentivare e consolidare la permanenza delle famiglie, avverte i cittadini che saranno ammessi a finanziamento esclusivamente gli interventi sugli immobili antecedenti al 1940. Le domande di contributo potranno essere inoltrate sul sistema online a partire dal 12 settembre e fino al 12 ottobre. Copia del bando potrà essere consultato nel sito della Regione, all’indirizzo www.regione.sardegna.it.

Per eventuali chiarimenti o informazioni rivolgersi all’ufficio Urbanistica del Comune di Galtellì negli orari d’ufficio.

(Da:L’Unione Sarda-28 ago 2011)

Sabato 30 e Domenica 31 luglio si terrà la VI ° edizione della Festa nell’antico Borgo di Galte.

locandina-festa-nerll'anticIniziativa promossa dall’amministrazione comunale di Galtellì in collaborazione con l’Associazione Pro Loco e la consulta delle associazioni locali.

GALTELLI': scorcio del centro storico

GALTELLI': scorcio del centro storico

La manifestazione avrà inizio alle ore 21 con il rintocco delle campane e attraverso un percorso lungo le vie del centro storico per far rivivere gli antichi saperi e scoprire il fascino di una storia arricchita dall’anima letteraria che aleggia nello scenario suggestivo dell’antico borgo medioevale, nelle chiese, nelle case storiche, tra la gente della sua comunità, custode dei saperi, dei ricchi sapori della tradizione gastronomica, del folklore e dell’artigianato,in un clima festoso ed ospitale.

galtelli-museo-etnografico-sa-domo-de-sos-marras1Il percorso sarà arrichito dalle esposizioni artistiche ed artigianali, con visite guidate nelle chiese medioevali, nel museo etnografico e ai cortili delle antiche case, con degustazione e vendita dei prodotti della eno-gastronomia tradizionale accompagnati dall’animazione dei cori e dei gruppi folkloristici locali fino a tarda notte. Punto di partenza sarà il Museo etnografico, dove si potrà assistere alla lavorazione del pane carasatu nell’antico forno a legna della casa padronale e de Sa coffittura, dolce tipico per i momenti di festa come il matrimonio o il battesimo.

Interno dell'edificio che ospita la Porta del Parco letterario G.Deledda

GALTELLIì: Interno dell'edificio che ospita la Porta del Parco letterario G.Deledda

Nella porta del parco Grazia Deledda sarà distribuito gratutitamente il materiale promozionale del paese e si presenterà la lavorazione del tappetto sardo in un antico telaio. nella chiesa del SS.mo Crocifisso del XIII sec. il comitato organizzatore degli eventi per il 400° anno dei miracoli del Cristo presenterà le iniziative in programma e gli eventi che hanno caratterizzato quell’importante periodo storico. Altra iniziativa importante dal punto di vista culturale sarà la mostra dei libri antichi di Grazia Deledda che saranno esposti nella casa delle Dame Pintor, luogo per eccellenza della memoria deleddiana.

GALTELLI': Vista panoramica della antichissima Chiesa di S.Pietro (XII secolo)

GALTELLI': Vista panoramica della antichissima Chiesa di S.Pietro (XII secolo)

Altro importante monumento che arrichirà il percorso sarà la visita guidata all’antica basilica Pisana dedicata a San Pietro risalente al XII secolo dove all’interno della navata centrale è presente un ciclo pittorico di particolare bellezza e suggestione. Si segnala inoltre, che a guidare i visitari lungo il percorso sarà l’essenza di un erba palustre che sarà sparsa lungo tutto le vie del centro storico e da un filo che legherà le antiche dimore come simbolo di appartenza ad una comunità che rispetta e valorizza il suo patrimonio storico. Per l’occasione i luoghi dell’ospitalità del paese hanno preparato pacchetti speciali per il pernottamento.

(Da:Comunicato sito istituzioneale Comune di Galtellì-29 lug 2011)

GALTELLI': una via del centro storico

per la valorizzazione del centro storico. Il progetto prevede l’acciottolato in diverse vie.

Arrivano altri 200mila euro dalla Regione per proseguire i lavori di recupero e valorizzazione del centro storico. Lo stanziamento è stato deliberato dal bando regionale destinato ai Comuni per realizzare opere pubbliche immediatamente cantierabili e verrà utilizzato per il completamento della pavimentazione urbana e dei relativi sottoservizi lungo il percorso storico-culturale. Un intervento che andrà anche in funzione delle strutture ricettive che sono nate in questi ultimi anni e del centro di promozione turistica e dei beni identitari locali che sta nascendo nell’area dell’ex anfiteatro comunale. Il progetto prevede la sostituzione dell’attuale pavimentazione in cemento con quella in acciottolato «impretatu». Saranno fatte scomparire anche le linee aeree e i fili volanti dell’Enel e Telecom in allaccio alle singole unità abitative. Le vie interessate saranno le vie Cavour, Satta, De Gasperi e Pinna tutte nell’area del centro storico. Inoltre con il ribasso dell’appalto e altre risorse dell’amministrazione si interverrà anche in via Fara. Si aggiunge così un altro importante tassello al progetto di riqualificazione e valorizzazione di Galtellì, un paese che da circa vent’anni ha colto la necessità di dare un nuovo modello di sviluppo locale puntando sulle tradizioni sociali e culturali e il suo patrimonio storico, antropologico e naturalistico.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-27 lug 2011)

Festa_borghi_autentici1Galtellì per tre giorni sarà capitale indiscussa dei Borghi Autentici d’Italia.

E’ qui infatti, nella cornice incantata dal paese che è stato nel cuore di Grazia Deledda, che dal 17 al 19 giugno si sono dati appuntamento i Comuni Italiani che fanno parte dell’Associazione Borghi Autentici per festeggiare la loro quarta Festa Nazionale.

Un appuntamento davvero imperdibile per chi vuole respirare l’aria sana, gioiosa e ospitale dei Comuni più caratteristici, dei loro sapori, canti, parlate, balli. Della loro qualità della vita.

Negli stand che riempiranno il delizioso borgo della Baronia, proprio a due passi dalle acque cristalline del Golfo di Orosei, si potranno scoprire le bellezze dei Comuni italiani e assaggiare le loro specialità tipiche. Il nord, il centro e il sud: tutta l’Italia sarà protagonista. E la notte sarà un pullulare di luci, colori e suoni caldi: quelli del coinvolgente folklore sardo e quelli della magica Taranta pugliese.

Ma la festa sarà anche l’occasione per affrontare temi importanti come l’ambiente, il turismo, l’identità. E infatti, nell’ambito della Festa, in altri due borghi autentici sardi, Sorradile e Santu Lussurgiu, si svolgeranno due convegni in cui si parlerà di valorizzazione ambientale e cultura.

La Festa vera e propria invece comincerà ufficialmente a Galtellì venerdì 17 giugno con l’inaugurazione degli stand.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Galtellì in collaborazione con l’Associazione nazionale dei Borghi Autentici (che comprende centocinquanta Comuni in Italia tra cui nove sardi), Provincia e Camera di Commercio di Nuoro e Fondazione del Banco di Sardegna.

galtellì1-panorama parziale

IL  PROGRAMMA COMPLETO

VENERDÌ 17 GIUGNO 2011

10,00: Sorradile (OR) – Convegno Nazionale:

- “I Laghi interni del territorio italiano: politiche di valorizzazione per uno sfruttamento  sostenibile della risorsa acqua”

Ne discutono:

· Aventino Frau – Presidente della Comunità del Lago di Garda;

· Sebastiano Sannitu – Assessore LL.PP. Regione Sardegna;

· Sergio Vacca – Presidente ENAS Sardegna.

Coordina la discussione:   Lodovico Patelli – Consiglio Direttivo Associazione Borghi Autentici d’Italia.

16,00: Galtellì (NU)

-Inaugurazione della 4° Festa Nazionale con la partecipazione dei Sindaci e delle Autorità Regionali

- Apertura della Festa.

17,00: Conferenza congiunta Associazione Borghi Autentici d’Italia – CNA (Confederazione  Nazionale dell’Artigianato e piccola e media impresa) – presentazione del programma  congiunto per la valorizzazione dell’artigianato nei borghi caratteristici.

21,00: Galtellì (NU)

– Esibizione di gruppi di musica etno-popolare sarda

Funzionerà il ristorante: “Casa Emilia” – organizzato dal Borgo Autentico di Tresigallo (FE)

SABATO 18 GIUGNO 2011

10,00: Santu Lussurgiu (OR) – Convegno Nazionale: “Musica e canto popolare quale risorsa strategica per la valorizzazione dell’identità  locale quale prodotto attrattivo”

Ne discutono:

· Sergio Blasi – Consigliere Regionale Puglia – promotore “Notte della Taranta”;

· Paolo Scarnecchia – insegnante e pubblicista, direttore artistico della rassegna  internazionale “Vis Musicae. Il Parco Sonoro tra i due mari”;

· Sergio Torsello – Direttore artistico “Notte della Taranta”

Coordina la discussione: Vincenzo D’Urbano – Vice Presidente Associazione Borghi Autentici d’Italia

10,00: Galtellì (NU) – Apertura Festa e stand

21,00: Galtellì (NU) – Musica e ballo: esibizione del gruppo “Ensamble Notte della Taranta”  (Puglia)

Funzionerà il ristorante: “Casa Emilia” – organizzato dal Borgo Autentico di Tresigallo (FE)

DOMENICA 19 GIUGNO 2011

10,00: Galtellì (NU) – Apertura degli stand

-Riunione del Consiglio Direttivo dell’Associazione

21,00: Galtellì (NU) – Musica e ballo: concerto di musica mediterranea “Il mio Sud” di  Cataldo Perri e lo Squintetto

Funzionerà il ristorante: “Casa Emilia” – organizzato dal Borgo Autentico di Tresigallo (FE)

Per informazioni

borghi autentici d'italiaAssociazione Borghi Autentici d’Italia

Segreteria Tecnica Nazionale – Salsomaggiore Terme

tel. 0524.587185

e-mail: associazione@borghiautenticiditalia.it

www.borghiautenticiditalia.it

Comune di GaltellìComune di Galtellì

tel. 0784.90095

e-mail: info@galtelli.com

www.galtelli.gov.it

(Da comunicato tratto del sito istituzionale Comune di Galtellì)

luigi crisponiVia libera della Giunta regionale al progetto che coinvolge 7 Comuni e Sant’Elia

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore del Turismo, Artigianato e Commercio Luigi Crisponi, ha approvato l’attuazione del progetto interregionale “I borghi di eccellenza – identità, cultura e tradizioni” per il quale la Regione Sardegna è capofila di un partenariato che coinvolge anche Liguria e Molise.

Il provvedimento è stato adottato in seguito al protocollo d’intesa sottoscritto il 24 giugno scorso dal ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, e dal presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

«I borghi e i centri storici - afferma l’assessore Crisponi – rappresentano uno dei tratti distintivi del turismo isolano. Negli ultimi anni è cresciuta l’importanza attribuita loro, da qui una specifica attenzione per la valorizzazione e la promozione di questa tipologia di offerta. Il progetto intende intercettare sul mercato turistico nazionale e internazionale un trend di viaggiatori sempre in continua crescita ed evoluzione, alla ricerca di nuove motivazioni di visite e soggiorno nelle località turistiche, specie quelle minori».

PROGETTI Il progetto è finalizzato allo sviluppo, alla valorizzazione e alla promozione del turismo in borghi (e nei loro centri storici), scelti quali tratti distintivi dell’identità regionale.

galtellì-centro-storico1

In Sardegna saranno coinvolti otto centri che hanno seguito un percorso di valorizzazione turistica tale da conseguire prestigiosi riconoscimenti: un cluster molto significativo composto da sei Comuni “Bandiera arancione” (Aggius, Galtellì, Gavoi, Laconi, Oliena e Sardara), uno dei municipi maggiormente rappresentativi del club “I borghi più belli d’Italia” (Castelsardo) e il Borgo di Sant’Elia a Cagliari. Il piano economico prevede oltre 3,8 milioni di euro (90% finanziamento statale e 10% cofinanziamento regionale): a ciascun Comune andranno euro 456.250 per un totale di 3 milioni e 650 mila euro. Il resto (181.955,88 euro ) è destinato agli interventi di promozione a regia regionale e a quelli da sviluppare in comune alle regioni partner.

TURISMO «L’iniziativa intende – spiega l’esponente dell’esecutivo – potenziare l’offerta turistica, migliorare la qualità del tessuto urbano, sociale, culturale ed economico dei borghi, e favorire la connessione tra aree ambientali, siti archeologici, piccoli centri, aree rurali, aree costiere e interne. Una rete di comuni che unisce idealmente alcuni dei territori più nascosti, spesso sconosciuti ai viaggiatori».

(Da:Unione Sarda-21 mag 2011)