Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Argomenti vari

Ieri mattina il sindaco Franco Mula ha conferito, a nome del consiglio comunale, la cittadinanza onoraria a Maria Giacobbe, la scrittrice nuorese che con i suoi romanzi si è affermata in tutto il mondo.

Residente in Danimarca dal 1957, da circa trent’anni Maria Giacobbe trascorre le vacanze nella sua casa di Orosei.

LA DEDICA «Orosei fa parte di me, ed è un legame che dura da quando ero bambina. Amo Orosei perché è una cittadina bella, con le tradizioni che conserva, con la gentilezza che si respira e che si sente nell’animo degli abitanti. Quella stessa semplicità e genuinità che – ha detto la scrittrice – quando ero piccola ho avuto la fortuna di osservare dai finestrini del postale che attraversava il paese e mi portava fino al mare. Orosei è ancora quella e spero si conservi tale, scegliendo di salvaguardare i valori che fanno parte della sua identità».

Il sindaco ha definito la neo concittadina «Un autentico valore aggiunto per la comunità».

AMBASCIATRICE DI CULTURA Una figura di letterata a tutto tondo che con la sua intensa attività di scrittura narrativa, saggistica e giornalistica in italiano e in danese, si è fatta ambasciatrice della cultura sarda in tutto il mondo. «Come vede la scuola italiana di oggi?», hanno chiesto gli studenti dell’Istituto Tecnico di Orosei (c’era anche qualche classe delle Medie) all’autrice di “Diario di una maestrina”. «Non conosco bene la scuola italiana – ha risposto la scrittrice – ma mi sembra che si sia esagerato con la intellettualizzazione e non ci sia stato invece un approfondimento delle radici culturali. Non per una sterile nostalgia. Ma si deve conoscere il passato per progettare il futuro».

Dopo i saluti del primo cittadino e dell’assessore alla cultura Daniela Contu, sono intervenuti Leonardo Moro, vicesindaco di Nuoro; Francesca Rais, del Centro Studi Guiso; Marco Manotta, dell’Università di Sassari; Anna Saderi, il giornalista Antonio Rojch (che ha proposto un documentario su Dino Giacobbe, padre della scrittrice).

Infine un omaggio del Coro Urisè diretto da Daniela Contu.

(Da:L’Unione Sarda-Agostina Dessena-20 maggio 2012)

Il Comune di Irgoli distribuirà ai cittadini il legname recuperabile da piante secche, deperite o abbattute dal vento all’interno dei terreni comunali.

Gli interessati devono presentare la domanda in Municipio (ufficio di polizia locale) dalle11 alle 13 dove un operatore fornirà tutte le necessarie informazioni. Potranno, comunque, essere prelevati da ogni cittadino un massimo di quattro metri steri. Il canone di concessione è stato fissato dagli amministratori civici in 50 euro almetro stero per il legname recuperabile in vicinanza di piste o strade già esistenti e in 40 euro per il materiale dove il trasporto risulta più disagiato. I cittadini dovranno versare al Comune una cauzione di cento euro che sarà restituita dopo avvenuto accertamento sulla regolare esecuzione delle operazioni e ripristino dei luoghi.

( Da:l’Unione Sarda-m .b.d.g.-31  dic 2011)

Orosei, il Comune presenterà la richiesta alla Regione

Il Comune di Orosei notificherà ufficialmente alla Regione la richiesta di annullamento dell’atto che nel 2005 ha iscritto 3000 ettari del suo territorio nel registro regionale degli usi civici. Terreni molti dei quali venduti e affrancati da decenni. Dove attualmente sorgono complessi alberghieri, lottizzazioni edilizie o sono in gestione ad uso privatistico a diverse cooperative.

GINO DEROSAS, sindaco di Orosei

GINO DEROSAS, sindaco di Orosei

È questa la decisione assunta dal sindaco di Orosei Gino Derosas dopo l’incontro svoltosi avantieri a Cagliari nell’assessorato all’Agricoltura alla presenza dell’assessore Andrea Prato, dei funzionari delegati agli usi civici e dei vertici di Argea. La riunione era stata convocata per discutere della richiesta fatta un anno fa dal consiglio comunale oroseino alla Regione di potere usufruire di un emendamento della finanziaria regionale 2009 che prevede in alcuni casi la sgravio dagli usi civici. Il «caso Orosei» però non sarebbe tra quelli contemplati. È stata proprio Argea, l’agenzia regionale deputata ad istruire queste pratiche, ad evidenziare l’incongruenza.

Secondo la delibera del Consiglio Orosei non avrebbe mai avuto nella sua storia nessun terreno gravato dal vincolo e per questo motivo ne chiedeva la sclassificazione. L’emendamento alla finanziaria invece è stato pensato per casi dove l’uso civico esisteva ma per diverse ragioni era decaduto negli anni.

«Il registro regionale degli sui civici è stato compilato da una ditta esterna dopo una ricognizione approssimativa che si basava solo su presupposti – spiega il sindaco – noi abbiano svolto una capillare ricerca storica risalendo con atti documentali sino alla fine del 1700 e siamo in grado di affermare che nessun terreno di Orosei è stato mai gravato da uso civico».

Una tesi che avrebbe convinto sia l’assessorato Prato che i vertici di Argea e che dunque si tramuterà in una formale richiesta di annullamento di quegli atti.

(Fonte:La Nuova-a.fontanesi-da rass.stampa Prov.NU)

sa-vinnenna002“Sa Vinnenna”

(la Vendemmia)

in una vecchia foto del grande Tziu Anzelinu Derosas, appassionato di fotografia, che ha documentato con  le sue bellisime foto in bianco e nero un buon tratto temporale della vita, usanze, costumi, ambiente e paesaggi urbani e rurali del paese di Orosei. Oggi queste foto sono vitali per tramutare i ricordi  del passato in realtà visiva. In questa si rappresenta una usanza , della vendemmia, rito passato da padre in figlio che oggi è più che mai attuale.

Chi può si fa un pò di vino, per la famiglia, per offrirlo agli amici nei momenti di convivio con l’orgoglio di poter dire “questo l’ho fatto io, con le mie mani” o “assaggia questo che ho fatto io e senza conservanti “. I mezzi per produrlo saranno pure nuovi e ovviamente moderni ma le frasi che si sentono e che ho  appena citato sono le stesse tramandate da padre in figlio. Come l’odore forte del mosto che aleggia per le strade nel momento del rito della torchiatura.

Marco Camedda

IN QUESTA ESTATE TORRIDA…

TWO-AMIecco una mia vecchia “striscia”

che contribuisce….ad

ABBASSARE LA TEMPERATURA!!!

Marco Camedda

Orso grizzly con cucciolo

Orso grizzly con cucciolo

Annegano entrambi in una vasca in cemento per la raccolta dell’acqua piovana

COLLELONGO (L’Aquila) – Morti annegati in una vasca in cemento realizzata per la raccolta dell’acqua piovana: un cucciolo di orso e la madre. È accaduto nel Parco Nazionale d’Abruzzo, nella zona di Monte Breccioso- Coppo dell’Orso, tra i comuni di Collelongo e VIllavallelonga.

LA CISTERNA ERA COLMA – Il cucciolo, probabilmente, è finito nella vasca d’acqua alta tre metri e la madre per salvarlo è annegata con lui. La vasca in cemento serve da abbeveratoio per gli animali all’alpeggio (mucche, cavalli e pecore). Le piogge delle ultime settimane, ma anche le abbondanti nevicate dello scorso inverno hanno riempito la vasca fino all’orlo. Mamma orsa e il cucciolo sono stati recuperati con un elicottero della forestale.

(Fonte:Corriere della Sera)-foto da internet

http://www.carciofiamo.it/fig/coltivazione-carciofi-sardegna.gifA l via la ripresa dell’economia sarda:

Il petrolio, il marmo (di Orosei)  e l’agricoltura trainano le vendite. Nel primo trimestre 2010 crescono le esportazioni con l’Isola che segna il maggior incremento in Italia con +63%.

La media nazionale, come confermano i dati Istat analizzati dal Centro studi L’Unione Sarda, si ferma invece a +6,6% rispetto allo stesso periodo del 2009. Tra le altre regioni si segnala il buon risultato della Sicilia (+45,4%). Bene anche le importazioni: +46% contro il +11% nazionale.

PETROLIFERI

Alla base della crescita ci sono i prodotti petroliferi. La ripresa dell’import regionale di petrolio greggio (+66%) traina infatti l’esportazione di prodotti derivanti dalla sua raffinazione con +82%, rispetto al I trimestre 2009. I valori del settore non sono ancora tornati ai livelli del 2008 (1,1 miliardi di euro) ma la crescita rilevante del 2010 (poco meno di un miliardo di euro) supera quella registrata nel 2006 e nel 2007. «Sicuramente la crescita è da collegare al mercato dei prodotti petroliferi», conferma Massimo Putzu, presidente di Confindustria Sardegna, http://beppegrillotaranto.files.wordpress.com/2009/05/saras1.jpg«e visto la grande ripresa dei mercati internazionali ci fa ben sperare ma ancora è presto per parlare di uscita dalla crisi». In Italia, e in Sardegna, la ripresa ha appena mostrato i primi segnali e c’è ancora molto da fare. D’accordo anche Italo Senes, presidente regionale di Api Sarda: «I segnali più importati arrivano quasi sempre dall’industria, nel bene e nel male», dice. «Non possiamo che accogliere positivamente la ripresa ma allo stesso tempo diciamo che le Pmi stanno pagando il prezzo maggiore della crisi».

ALTRI SETTORI

Oltre ai petroliferi crescono anche gli altri settori, che però rappresentano il +17,8%. Tra questi si segnalano la cantieristica navale: 20 milioni di euro nel I trimestre 2010, contro gli appena 30 mila dello stesso periodo del 2009. Valgono circa 11 milioni le esportazioni di “minerali metalliferi non ferrosi” che tornano ai valori del 2008, dopo il crollo dello scorso anno. Su anche le vendite di “minerali di cave e miniere” che a fine marzo valgono quasi 4 milioni di euro (+19%).

MARMO DI OROSEI

CAVE DI MARMO

COMPARTO CAVE DI MARMO di OROSEI

cave-di-marmoIVO-RATTI«La ripresa c’è stata soprattutto sui blocchi di marmo mentre rimane in stand by il settore del granito», commenta Ivo Ratti, presidente del Consorzio del marmo di Orosei. «Ripresa che abbiamo ottenuto andando a cercare i clienti nelle economie emergenti». Politica commerciale che porterà il consorzio a sbarcare sulle televisioni satellitari di tutta Europa e del Bacino del Mediterraneo.

AGRICOLTURA

Secondo l’analisi aumentano anche le esportazioni dei prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca: +54%. Preso singolarmente il comparto della pesca cala però del 42%. Segno meno anche per il lattiero caseario che perde il 24,8%. «Il calo è da collegare alle diminuzioni delle vendite di Pecorino romano negli Usa», aggiunge Toto Meloni, presidente del Consorzio latte, «il rapporto euro-dollaro dovrebbe ora agevolarci: valuteremo l’intero anno». I vini, per l’Istat, crescono nel 2010 dell’8,4% in Italia, stabili nell’Isola (-0,9%). Pasta e farinacei, invece, calano del 4,5% in Italia mentre crollano del 40,6% nell’Isola. Giù anche l’olio (-36,2%) contro il +9,5% nazionale. «Crescono solo i petroliferi», rincara Pietro Picciau, presidente di Confagricoltura Sardegna. «A parte le statistiche l’agricoltura sarda è al collasso con prodotti invenduti in tutti i comparti».

(Fonte: Unione Sarda-ANNALISA BERNARDINI)

foto cave e I.Ratti:marco camedda-resto da internet

bassottoE’ successo a Firenze dove la cagnolina è riuscita ad attirare l’attenzione dei passanti e a far salvare il suo cucciolo rimasto impriogionato in un buco tra alcuni massi e un groviglio di filo di ferro sulle rive del fiume, grazie all’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco

La femmina di bassotto ha abbaiato e guaito per due giorni, riuscendo cosi’ ad attirare l’attenzione dei passanti e a far salvare il suo cucciolo, rimasto intrappolato sulle rive del fiume Arno, nei pressi della pescaia dell’Isolotto, a Firenze.

Stamattina i passanti si sono accorti che il cane abbaiava a ragione, e hanno capito che c’era un cagnolino in difficoltà. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco, che hanno liberato il cucciolo, rimasto impriogionato in un buco tra alcuni massi e un groviglio di filo di ferro.

L’intervento dei vigili del fuoco e’ durato oltre un’ora.  Alla fine, il cagnolino è stato liberato e affidato al personale veterinario della Asl, visto che entrambi i quadrupedi erano privi di medaglietta di riconoscimento.

(Fonte e foto:IGN-Adnkronos)

Dai dati della dichiarazioni dei redditi “Unico 2009: i “paperoni” con oltre 100 mila euro sono l’1% ma pagano il 18% del totale.

http://www.fiscoetributi.com/wp-content/uploads/2009/05/unico-2009.jpg

ROMA – Circa la metà dei contribuenti italiani non va oltre un reddito dichiarato di 15.000 euro l’anno e i due terzi non superano i 20.000 euro.

I contribuenti “paperoni, sopra i 100.000 euro sono invece meno l’1% di chi presenta la dichiarazione dei redditi ma pagano il 18% del totale dell’imposta. E’ quanto risulta dalle anticipazioni statistiche delle dichiarazioni fiscali relative al periodo d’imposta 2008 (e presentate nel 2009) diffuse dal Dipartimento delle Finanze.

Il reddito complessivo medio dichiarato dagli italiani nel 2009 si attesta su un valore di 18.873 euro per un’imposta netta media di 4.700 euro. E’ quanto risulta dalle anticipazioni statistiche delle dichiarazioni fiscali relative al periodo d’imposta 2008 (e presentate nel 2009) diffuse dal Dipartimento delle Finanze.

http://www.ilcofanettomagico.it/wp-content/uploads/2009/08/analisi-dichiarazioni-redditi-2008-1.jpgSu base regionale, la Lombardia conferma il primato per il reddito complessivo medio piu’ alto (pari a 22.540 euro); all’estremo opposto troviamo la Calabria con 13.470 euro.  In relazione all’imposta netta, invece, il valore medio maggiore e’ quello del Lazio (5.740 euro), il minore della Basilicata (3.370 euro).

Riguardo alla tipologia di reddito

- spiegano dalle Finanze – il reddito medio da lavoro dipendente e’ pari a 19.640 euro (+1,9% rispetto all’anno precedente), quello da pensione a 13.940 euro (+3,7%), quello da partecipazione a 17.350 euro (-2,4%). I redditi d’impresa e da lavoro autonomo si attestano rispettivamente a 18.140 euro e a 38.890 euro; il confronto omogeneo con le dichiarazioni relative al periodo d’imposta 2007 evidenzia per i redditi d’impresa una diminuzione dello 0,5%, che riflette l’andamento negativo dell’economia, e per i redditi da lavoro autonomo un incremento del 2,6%.

La crisi economica iniziata nella seconda meta’ del 2008 nei confronti delle attivita’ d’impresa, mentre non si evidenzia ancora nei confronti dei lavoratori autonomi.

Riguardo alla composizione del reddito dichiarato,

la quota complessiva di redditi da lavoro dipendente e pensione, in crescita, ha raggiunto l’80,3% del totale. Seguono, per importanza, i redditi da partecipazione (5,0% del totale), d’impresa (4,2%) e da lavoro autonomo (4%).

(Fonte:Ansa.it)

Salto di qualità della kermesse di Pasquetta In arrivo 43 band da ogni angolo dell’isola

OSALA-ROCK-MASTER-max

kenze-neke

una delle prime edizioni con i Kenze-Neke

In occasione della sua 21ª edizione Osala Rock si fa in tre. Il più longevo appuntamento con il rock indipendente di tutta la Sardegna, nato per caso il lunedì di Pasquetta del 1990 nella pineta di Su Petrosu, quest’anno si trasforma in un happening di tre giorni di rock duro e puro con venature ambientaliste e antinucleari.

Musica free dalla mattina alla notte da

sabato 3 sino a lunedì 5.

Saranno 43 le band provenienti da ogni angolo dell’Isola che si alterneranno sul palco. Tante novità nell’edizione 2010 di quello che è ormai un appuntamento cult per tantissimi amanti di questo genere musicale in tutte le sue più disparate sfaccettature. La prima è che per la prima volta non sono previste esibizioni di gruppi esteri, la seconda è che a organizzare la «Woodstock» oroseina non sarà direttamente la proprietà del bar Su Petrosu (che curerà comunque l’accoglienza logistica dell’evento) ma un giovane rocker locale, Giorgio Masala, voce del gruppo Noctilius, che da alcuni mesi sta mettendo in piedi la manifestazione in maniera totalmente volontaristica come è nel Dna di Osala Rock.

0sala rock

Un concerto a Osala Rock

Tanti gruppi e di conseguenza tanta gente che per tre giorni trasformeranno la pineta del litorale oroseino (debitamente attrezzato di bagni chimici e postazioni di ristoro) in un luogo di incontro per centinaia di giovani e meno giovani accomunati dalla stessa grande passione musicale e da un file rouge di ideali che vanno dalla musica indipendente alla tutela paesaggistica e ambientale del territorio.

Scorrere i nomi delle band che hanno dato la loro adesione alla tre giorni musicale è come fare un tour per l’isola, con formazioni più o meno note che, oltre che da Orosei, arriveranno dalle vicine Irgoli, Galtellì, Dorgali, Siniscola, Torpè per continuare con Nuoro, Buddusò, Ovodda, Orani e Olbia per finire con gruppi che arriveranno del Sarcidano e dall’Ogliastra e addirittura da Villacidro, San Gavino Monreale, Quartu sant’Elena e Sassari.osala rock-pubblico

«Sona e lassa sonare»

è lo slogan di Osala Rock 2010, un invito al divertimento in armonia, credenziale da sempre di un appuntamento entrato nella storia del rock isolano.

(fonte :La Nuova-a.fontanesi)

foto gentilmente inviatemi da a.fontanesi

Le  puntuali cronache sui risultati dello sport baroniese...dell'amico "SPORT"!

CALCIO: E’ ufficialmente crisi nera per la Fanum Orosei

con la sconfitta sul sintetico di Irgoli per 1a 3 dall’Ovodda e ora vede incombere gli spettri della retrocessione. LA FANUM-OROSEI perde (FUORI CASA)  per 3-4 CON LA BRUNELLESE.Un finale di campionato inspiegabile per la formazione del tecnico oroseino Giangia Pira che ora non puo’ piu’ sbagliare, a iniziare dal recupero di Macomer.

Mezzo passo falso in prospettiva play off anche per l’Irgolese che a Burgos non va oltre lo 0 a 0 mentre vincono Union 22 e Posada (che hanno anche partite da recuperare. I ragazzi del tecnico nuorese Michele Pinna ora devono vincere le ultime tre e fare gli scongiuri.Non si e’ disputata per lutto la partita salvezza di Galtelli tra Tuttavista e Supramonte.

NEL VOLLEY

in D femminile sconfitta casalinga senza storia del Marina Resort Orosei con le vice capoliste della Easy Solar Villacidro (14-25,7-25,17-25).

Buona settimana a tutti

SPORT

ELEZIONI  :Il vademecum per il voto del 6 e 7 giugno. Le modalità illustrate dal Viminale.Mancano ormai poche ore all’apertura dei seggi per le elezioni regionali e amministrative che complessivamente interesseranno circa 41 milioni potenziali elettori. Ecco tutte le informazioni essenziali.

DOVE SI VOTA

Tredici le Regioni chiamate a rinnovare governatore, giunte e consigli: Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Si vota poi in 4 Province – Imperia, Viterbo, L’Aquila e Caserta – e 462 comuni, nove dei quali capoluogo di provincia: Mantova, Lecco, Lodi, Venezia, Macerata, Chieti, Andria, Matera e Vibo Valentia. Seggi aperti domenica 28 marzo, ore 8-22, e lunedì 29 ore 7-15.

GLI ELETTORI

Per le regionali saranno 40.830.521 gli italiani chiamati al voto: 19.666.192 uomini, 21.164.329 donne. Le sezioni saranno 49.862. Complessivamente, considerando una sola volta gli enti interessati da più elezioni, il corpo elettorale di regionali e amministrative è di 41.229.655 di italiani.

LO SCRUTINIO

Per le regionali lo scrutinio inizierà lunedì pomeriggio, subito dopo la chiusura dei seggi e l’accertamento del numero dei votanti. Per provinciali e comunali, invece, lo scrutinio partirà alle 8 di martedì 30 marzo con precedenza alle provinciali, salvo che in Molise e Abruzzo, non interessate alle regionali, dove scrutinio per le amministrative comincerà lunedì.

I BALLOTTAGGI

Nessun ballottaggio per le regionali. Dove sindaco e presidente di Provincia non saranno eletti al primo turno si andrà invece al secondo turno domenica 11 aprile, dalle 8 alle 22, e lunedì 12 aprile, dalle 7 alle 15.

(fonte:Unione Sarda)

SPORT in baronia:l' "Anteprima" di sabato 28 Novembre!volley

Le campionesse provinciali di volley under 16 della Gelateria Smeralda Orosei apriranno questo tardo pomeriggio a Gavoi il fine settimana sportivo della Valle del Cedrino. Le ragazzine terribili del presidente Dessena hanno gia’ vinto matematicamente il titolo di categoria provinciale e fanno presagire un futuro a tinte rosa per la Sirio. Sempre nel volley rinviata al 31/3 alle ore 20 la partita di serie C dell’Antico Borgo Galtelli a Sassari col fanalino di coda Solo Volley, incontro che puo’ rappresentare per i ragazzi del tecnico siniscolese Claudio Coronas la ripartenza alla conquista del quinto posto, ora a quattro lunghezze.

In D femminile altro pomeriggio di gala a Orosei per il Marina Resort (Sirio) che ospita le fortissime villacidresi dell’Easy Solar (via Verdi, h.16). Da stabilire in 1^ div. interprovinciale maschile e femminile gli accoppiamenti finali delle squadre della Vbc Orosei con gli uomini che giocheranno 7/8° posto e le ragazze la poule retrocessione Domenica delle Palme a Jerzu per le ragazze del Volley Irgoli nella poule retrocessione di 2^ div. (h.11).

basketbaronia-basket-irgoli

Per chiudere con gli sport da palestra siamo al basket e al prossimo impegno del Baronia Irgoli che dopo la sconfitta nel palazzetto del Banco Sardegna Sassari avra’ il prossimo turno play off col Cmb Portotorres che sara’ a Irgoli ma con data ancora sconosciuta.

calcio

Domani nel calcio un’altra giornata tLA FANUM-OROSEI perde (FUORI CASA)  per 3-4 CON LA BRUNELLESE.hrilling. In 1^ cat. sul sintetico di Irgoli (h.16) la Fanum Orosei gioca un vero e proprio spareggio salvezza con l’Ovodda, a tanto si e’ arrivati dopo le ultime sconfitte in serie nonostante la presenza in rosa del capocannoniere oniferese Argiolas e di atleti come Lai e Boier. Ma ripetiamo per l’ennesima volta che i ragazzi del tecnico oroseino Giangia Pira hanno una qualità che mesi fa li faceva primeggiare, a loro la risposta sul campo.

Chi deve andare a punti per stare nei play off e’ l’Irgolese che domani a Burgos deve vincere e sperare in passi falsi di Union 22 e Posada mentre il Tuttavista ha la partita sicurezza in casa col fanalino di coda Supramonte e a Galtelli ,come a Orosei, non si puo’ assolutamente steccare.

tonino-gonanumaratona di Romafrancesco-frau

Complimenti anche da parte nostra agli amatori-podisti oroseini Tonino Gonanu e Francesco Frau, reduci dalla Maratona di Roma , esempi viventi della maniera piu’ pura di concepire e praticare lo sport.

Buon fine settimana a tutti.

SPORT

rivolta67-3-1Iniziativa di S’Ufitziu de sa limba sarda per ricordare quei giorni I documenti e le fotografie saranno diffusi con una pubblicazione

Negli stessi anni in cui il vento rivoluzionario soffiava impetuoso in tutti gli atenei d’Europa e lo slogan “l’immaginazione al potere” scuoteva le coscienze, per la prima volta nella storia, e sinora a dire il vero anche l’unica, le popolazioni della bassa Baronia davano prova di coesione stringendosi unite per protestare contro una ingiustizia calata dall’alto.

Correva l’anno 1969 e il governo nazionale aveva appena varato il “Piano di Rinascita per il Mezzogiorno”: una cascata di miliardi di lire che avrebbe dovuto segnare lo sviluppo delle aree più disastrate del Meridione ma che, guarda caso, non avrebbe dovuto bagnare le piane della Valle del Cedrino.

rivolta baronia-1969Una decisione che provocò dei veri e propri moti rivoluzionari spontanei

che coinvolsero per mesi tutte le popolazioni dei cinque paesi del circondario (Orosei, Galtellì, Loculi, Onifai e Irgoli) che con sindaci e amministratori in testa scesero in piazza. Furono giornate di grande tensione, con i baschi blu in tenuta antisommossa pronti ad intervenire per impedire atti di vera insurrezione che voci di popolo davano per imminenti. Un tassello di storia che S’Ufitziu de sa limba sarda “Valle del Cedrino” di Irgoli ha deciso di valorizzare promuovendo una raccolta di dati e testimonianze da tradurre poi in una pubblicazione.

Pertanto chiunque sia in possesso di materiale documentale o sia stato diretto testimone di quei moti è pregato di collaborare contattando le coordinatrici dell’ufficio linguistico irgolese presso il Comune.

(Fonte:La Nuova-a.fontanesi)

foto del mio archivio “Ammentos”

Alle ore 02.00 di Domenica

28 Marzo 2010

ora_legale

entrerà in vigore l’ ora legale. Terminerà il periodo di ora solare e come tutti gli anni in coincidenza con il periodo primaverile ed estivo , utilizzeremo l’ ora legale. Si utilizza l’ora legale per ottimizzare e sfruttare al massimo possibile la luce del sole ed economizzare l’uso della energia elettrica.

QUINDI

Alle 02.00 del mattino della domenica 28 marzo dovremo regolare gli orologi spostando in avanti le lancette di un ora , alle ore 03.00, e questa sarà quindi la corretta ora esatta. L’ultima domenica di ottobre, quando terminerà il perido di ora legale ed inizierà il periodo di ora solare, dovremo invece eseguire l’operazione inversa.

Domenica 28 marzo si terrà ad Orosei, nell’Aula del Consiglio Comunale, la 42a Assemblea Provinciale dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue)

congresso avis a cui parteciperanno il Vice- Presidente Nazionale dell’AVISRina Latu, sarda di Bitti, il presidente provinciale Pier Luigi Barigazzi e i componenti del Direttivo Provinciale, i Presidenti e delegati delle ventitrè sedi Comunali rina latudella Provincia di Nuoro che ogni anno in questo periodo celebrano questo incontro per espletare una serie di adempimenti amministrativi e operativi quali approvazione del Bilancio Consuntivo e Preventivo 2010, nomina dei delegati alle Assemblee Regionale e Nazionale, la proposta di modifica dello Statuto Regionale;la proposta di candidatura per i Probiviri Regionali; la nomina capo delegazione Assemblea Regionale ed altre varie.

Alla fine dei lavori seguirà il pranzo presso l’Hotel Ristorante Marina Beach, in Via del Mare a Orosei dove Giampaolo Piredda noto organettista e una coppia di ballo in costume tradizionale allieteranno i commensali.

Sono stati invitati all’assembea le massime autorità amministrative, religiose e militari del paese e immancabilmente tutti i soci.

Il Direttivo AVIS di Orosei, esprimendo con convinzione anche i sentimenti dei soci  e socie e delle suddette autorità ringrazia vivamente il Direttivo Provinciale per questa scelta  (è la seconda volta) che onora tutto il paese.

marco camedda


Brochure_Chita_Santa1

Brochure_Chita_Santa2

Per il terzo anno consecutivo Galtellì investe sui riti della Settimana Santa e sulla Pasquetta per promuovere l’inizio della stagione turistica.

Su un depliant appositamente realizzato dal Comune in collaborazione con tutte le strutture ricettive del paese e il centro commerciale naturale Borgo Ospitale, il paese si mette in mostra. E lo fa puntando sulle suggestive antiche liturgie della sua Chita Santa e presentando un nutrito parterre di opportunità per trascorre sa Paschisedda tra itinerari enogastronomici, naturalisitici, storici e archeologici.

Con una sorpresa:

GALTELLI':Apre al pubblico il castello di Pontes nato all'epoca del giudicato di Gallura .per il ponte pasquale, dopo l’inaugurazione ufficiale avvenuta l’anno scorso, per la prima volta sarà possibile visitare con apposite guide le monumentali rovine del medioevale Castello di Pontes. Un’altra chicca nel già ricco patrimonio di vestigia storiche, architettoniche e religiose del paese. Tesori che Galtellì si appresta a mettere in vetrina. La promozione dell’evento, già avviata questo inverno presso alcune fiere del Continente, sta dando intanto primi segnali incoraggianti con numerose prenotazione arrivate ai vari alberghi diffusi, agriturismo, B&B, ristoranti, bar e pizzerie che aderiscono all’iniziativa.

Gli eventi di maggior spicco sono gli appuntamenti liturgicici della “sa Chita Santa”

cristo del tuttavista

(domenica delle Palme, giovedì e venerdì Santo e la domenica di Pasqua) arricchiti dai canti delle confraternite, ma soprattutto una serie di attrattive predisposte per il Lunedì dell’Angelo. Per la sua Paschisedda, Galtellì rimarrà aperta ai turisti garantendo visite guidate al centro storico, nei principali monumenti musei e chiese ma anche al Monte Tuttavista e appunto al Castello di Pontes. In piazza Parrocchia e nella piazza de sa Prama il centro commerciale naturale Borgo Ospitale allestirà degli stand dove esporre e vendere i prodotti enogastronomici e di artigianato.

Per animare la giornata lo spettacolo teatrale “Cuore, Luogo, Ragione. Quattro profili deleddiani” rappresentato in forma itinerante da Piera Scalzone tra i vicoli dell’antico “borgo di Galte”.

(a destra:La statua bronzea del Cristo in cima al Monte Tuttavista)

(fonte:La Nuova – a.f.)

foto di: marco camedda

================================

PROGRAMMA DEI RITI RELIGIOSI E CIVILI.

pasquetta a galtellì

Chita_Santa1Chita_Santa2Chita_Santa3

Quattro date per la rassegna musicale “La musica nei pensieri e nei luoghi di Grazia Deledda”,

concerti per pianoforte, quartetto d’archi e voci con musiche di Ignazio Pes, patrocinata dalla Provincia, dall’Isre e dai Comuni. Appuntamento a Orani questa sera alle 20,30, nella chiesa di San Giovanni, a Oliena domani alle 20, nella s.nicola-irgolichiesa Santa Maria, a Irgoli , domenica 28, ore 20 nella chiesa di San Nicola e infine a Nuoro , giovedì 1 aprile, ore 20,30 nell’auditorium del museo etnografico.

Il quartetto d’archi è composto dai violini Alessandro Puggioni e Davide Soddu, dalla viola Ivano Lobina e dal violoncello Fabio De Leonardis. Soprano Maria Bonaria Monne, tenore Sandro Pisanu e voce recitante Pj Gambioli.

( fonte:Unione Sarda-m.b.d.g.)

chita_santa

S.Giacomo

Brevi cenni storico-architettonici

La parrocchiale di Orosei è considerata una delle più suggestive realizzazioni architettoniche dell’isola ed esaudisce in pieno, con grazia tutta settecentesca, le esigenze di arredo urbano a cui aspiravano gli architetti barocchi.

Della chiesa si hanno notizie fin dal XIV secolo ma il suo attuale assetto è frutto dei lavori di ampliamento avviati durante il XVII secolo e portati a termine nel 1794 essendo rettore Ignazio Masala di Orosei.

Nel San Giacomo Maggiore il punto d’incontro di un’aggiornata educazione architettonica ed estetica con una dignitosa situazione costruttiva preesistente si manifesta nella soluzione, forse unica, di costruire, sfruttando un’audace espediente scenografico, una facciata sulla fiancata d. e nell’articolazione intorno alla cupola della crociera di una serie di cappelle presbiteriali, anch’esse cupolate. Proprio la diffusione delle cupole in Sardegna può venir considerata come vero e proprio mutamento del gusto autoctono che prende corpo nel XVIII secolo e riguarda non pochi edifici sacri in tutte le zone dell’isola.

All’interno, a dispetto delle variazioni prospettiche che investono, a sua insaputa, il visitatore che entra in chiesa dal fianco d. provando una sorta di smarrimento, si origina una sorta di miracolosa fusione spaziale grazie alla moltiplicazione degli ambienti cupolati nell’area del presbiterio.

La facciata, che nel complesso sembra richiamare lo schematismo di un’ancona lignea, è suddivisa architettonicamente da una robusta e aggettante cornice marcapiano in due ordini: quello superiore è coronato da un timpano triangolare e si raccorda a quello sottostante per mezzo di due volute.

Alla lineare e candida superficie della facciata si contrappone, sulla d., il movimentato gruppo delle cupole – tutte col manto di tegole in cotto – e della svettante e asciutta torre campanaria.

Tratto da:Sardegna-cultura (Sito RAS)

cronache di sport

cronache di sport

CALCIO: 1^cat MACOMER-FANUM OROSEI RINVIATA AL 3 APRILE; 2^ cat. IRGOLESE-BOLOTANESE 5-1, SPORTING SINISCOLA-TUTTAVISTA 2-1 (Manca e Salis per il Siniscola, Dessi per il Tuttavista,partita alla quale abbiamo assistito come ospiti per l’inaugurazione del Ghirtala e la promozione del Siniscola)

PALLAVOLO: SERIE C MASCHILE : ANTICO BORGO GALTELLI- VOLLEY MACOMER 2-3 (25/20 17/25 18/25 25/22 11/15 ) SERIE D FEMMINILE Marina.Resort.Ina.Ass. Orosei Porta.Nuova.C.Comm.Or 0 3 (12/25 17/25 20/25) 2^ DIV/F JERZU-MI.AN GALTELLI 3-1, UNDER 16f GELATERIA SMERALDA-EUREKA TERTENIA 3-0;baronia-basket-irgoli

PALLACANESTRO: UNDER 17/M QUARTI FINALE PLAY OFF : BANCO SARDEGNA SASSARI-BARONIA IRGOLI 105-45.

Scusandoci per il mancato commento dovuto al ritardato rientro da Siniscola per Sporting-Tuttavista rinviamo ai prossimi appuntamenti e auguriamo…

buona settimana a tutti.

SPORT

sprofondo-rossoblu

Un Cagliari irriconoscibile e senza  o poche idee viene battuto in casa da una Lazio che già al 4° del primo tempo va in vantaggio con Rocchi. Floccari al 37° porta la Lazio sul 2-0 risultato con cui si chiude la partita. Si è sentita la mancanza di Cossu, i suoi assist millimetrici e la sua lucidità da delizioso regista.

Ma, nonostante tutto, la speranza di una inversione di rotta è l’ultima a morire anche se, con questi risultati negativi, l’Europa comincia a mettere le ali ed allontanarsi.

Ma il cuore rimane sempre ROSSOBLU

e quindi…FORZA CAGLIARI!

marco camedda

SPORT in baronia:l' "Anteprima" di sabato 28 Novembre!

L’Antico Borgo Galtelli puo’ riprendere oggi la sua marcia alla rincorsa del prestigioso quinto posto nel campionato di C regionale di volley. La squadra allenata dal “Velasco siniscolese” Claudio Coronas ospita la Pallavolo Macomer (h.19,30 Palazzetto via Nazionale) con la convinzione di prendersi i tre punti in palio che la porterebbero,visti gli altri incontri, a un solo punto dal Sanluri. Galtelli’ puo’ continuare a crederci, un po quello che e’ avvenuto nel basket nella vicina Irgoli dove il Baronia ha ottenuto il massimo risultato qualificandosi nei playoff insieme alle grandi della pallacanestro .

baronia-basket-irgoli

baronia basket Irgoli

Domani i ragazzi del “Robespierre nuorese” Sebastiano Tondo vanno a giocarsi la prima finale col Banco di Sardegna ( h. 12,15 Palasport, Piazzale Segni, Sassari) nel salotto del basket sardo di serie A. Banco di Sardegna-Irgoli e’ una partita che fa onore a tutta la Baronia Valle del Cedrino e all’intera provincia . Merito dei ragazzi e della societa’ che si e’ affidata a un grande tecnico, il “Robespierre nuorese” Sebastiano Tondo il quale (vedi Unione Sarda di ieri) “dedica a tutta la gente di Irgoli” quella che lui definisce “una grande emozione” .

Nel volley di D femminile continua il percorso di crescita e esperienza per le ragazze del Marina Resort Orosei (Sirio) che ospitano il Centro Commerciale Porta Nuova, fortissima squadra di Oristano. L’appuntamento per le giovanissime ragazze dell’allenatrice nuorese Paola Nonne e’ per domani alle h. 16 nella palestra di via Verdi.

In prima div/m Vbc Orosei – Aurora Volley Villaurbana è posticipata a domani alle ore 11.00 mentre il ritorno si disputerà martedì 23 alle ore 19.00. In 1^ div/f Vbc Orosei – Pol.Gonone di oggi si disputerà a campi invertiti alle ore 18.00,

Nelle giovanili gli aggiornamenti riguardano le vittorie in serie della Sirio targata Gelateria Smeralda in under 16, ultime vittime le dorgalesi del Club Volley (3-1). Si registra inoltre, in 2^ div/f poule retrocessione la vittoria in trasferta del Volley Irgoli sulla Mi.An. Galtelli per 3 a 0. Slitta al 28 marzo l’inizio della seconda fase del campionato under 14/ mentre inizia questo pomeriggio l’avventura dell’under 12 misto per la Vbc Orosei , alle h.16 arriva la Pvn Nuoro. Eccoci al calcio e ai delicatissimi appuntamenti delle squadre valligiane.

LA FANUM-OROSEI perde (FUORI CASA)  per 3-4 CON LA BRUNELLESE.In 1°^ cat. deve ufficialmente lottare per la salvezza la Fanum Orosei che domani a Macomer dovra’ dare il meglio di se per evitare di essere agganciata dalle ultime tre. E’ difficile da spiegare la metamorfosi degli oroseini che da squadra rivelazione sono poi diventati indecifrabili. Ma lo spessore tecnico dei giocatori e la preparazione del tecnico oroseino Giangia Pira fanno ben sperare in un pronto riscatto.

Irgolese al centro dell’attenzione in 2^ cat.La partita con la Bolotanese puo’ consolidare la classifica dei ragazzi del bravissimo Michele Pinna che vista la loro altissima “cifra tecnica” si presenteranno ai play off da grandi favoriti per regalare la 1^ Categoria a Irgoli, comune che nella Valle del Cedrino si sta affermando come centro pilota dello sport.

TUTTAVISTA Deve invece pensare a salvare la categoria il Tuttavista di Mercuriu che, come la Fanum, a un ottimo inizio di campionato ha fatto seguire un calo vertiginoso di risultati. La partita di domani in casa della “sazia” e gia promossa Siniscola che inaugura il nuovo sintetico del Ghirtala puo’ essere l’occasione per riportare a Galtelli un prezioso punto.

Buon fine settimana a tutti.

SPORT

La missione è organizzata dal Parroco Don Angelo Cosseddu, dal  Consiglio Pastorale Parrocchiale di S.Nicola e dai Gruppi Ecclesiali.s.nicola-irgoli

Essa è già in atto con la presenza di quattro missionari Vincenziani che stanno incontrando tutta la popolazione di ogni settore,  età, e stato sociale ed  economico. Per primi i bambini, i malati e sofferenti e gli anziani. Ma i centri di ascolto dei missionari, organizzati fra le famiglie, istituzioni o sedi di lavoro e associative sono stati e saranno presenti nelle aziende fra cui le due più grandi come il Salumificio Murru e il mangimificio Floris, i pastori, gli artigiani, commercianti, professionisti e gli Amministratori. Ovviamente nelle Scuole materne,  Elementari,  Medie e nelle associazioni sportive.

Insomma, un percorso di ascolto che abbraccia tutta la popolazione e vuole essere presente in ogni  parte della società irgolese per coglierne le problematiche, gli umori, le aspettative  e portare parole di cristianità,saggezza e tramite il dialogo aperto e cordiale ascoltando e indicando, come solo i missionari che si dedicano anima e corpo a questo obiettivo sanno fare, il cammino che porta alla speranza e alla pace.irgoli panorama

Don Angelo Cosseddu, parroco di S.Nicola afferma che ” ogni giorno questi missionari vincenziani con i loro centri di ascolto riescono ad intrattenersi con circa 250 persone .Questa iniziativa sta avendo un grande riscontro  fra la popolazione che ha gradito la loro presenza  che a Irgoli , sempre per questo motivo, mancava dal lontano 1992″.

Testo e foto di: marco camedda

l’Acr e il Comune organizzano l’appuntamento divenuto ormai tradizionale.

ACR

La Via Crucis vivente di Irgoli, ideata e messa in scena per la prima volta nel 2005 dai ragazzi dell’Acr del paese, giunge al suo quinto anno consecutivo di rappresentazione e a suggello del successo raggiunto in questo lustro fa un salto di qualità organizzativo e scenico.

comune-irgoliSarà infatti direttamente l’Amministrazione Comunale quest’anno a prendere in mano le redini dell’organizzazione dell’evento che si svolgerà con la collaborazione della parrocchia di San Nicola lasciando ovviamente la direzione artistica e logistica ai ragazzi dell’Acr coordinati dall’infaticabile Nicolosa Mastio, promotrice e ideatrice di questo appuntamento di fede diventato ormai una tradizione paesana e capace di attirare e appassionare centinaia di forestieri.

francesco-moroniUna Via Crucis vivente che quest’anno presenta anche importanti novità sotto il profilo artistico: saranno circa 40 infatti i figuranti che in abiti d’epoca domenica prossima alle 17.30, dalla piazza antistante la parrocchiale di san Nicola, si muoveranno per rappresentare tutta la Passione del Cristo lungo le vie del centro storico per toccare poi tutti i rioni del paese. Tra loro per la prima volta un attore professionista, Francesco Moroni, parmense di nascita ma ormai irgolese di adozione, che si immedesimerà nella parte di Gesù portando la croce sulle spalle, per oltre due ore di processione, sino al Golgota allestito sulla collina di sa Serra.

Tutti gli altri attori saranno invece uomini e donne di Irgoli,

Coro-di-Orosei

da mesi impegnati a studiare le loro parti, e saranno accompagnati dal Coro di Orosei diretto dal maestro Sebastiano Pessei che farà da colonna sonora alla rappresentazione intonando alcuni canti sacri della tradizione sarda nei momenti topici della Passione e della morte del Cristo in croce.

(fonte:La Nuova-a.f.)

======================================================

Una mia  intervista a Nicolosa Mastio

UNA MIA GRAFICA: gesù in croceNicolosa Mastio,  infaticabile e appassionata organizzatrice di questa bella manifestazione religiosa afferma che “dopo aver lavorato e organizzato rappresentazioni per il Natale, ho sentito il piacere e dovere di dedicarmi alla Pasqua. Dovevo fare la Via Crucis con i ragazzi. Abbiamo iniziato nel 2005 con un timore che non andasse bene.”

Ma ero convinta-conclude Nicolosa- che insegnare ai ragazzi la Passione di Gesù rappresentandola dal vivo con loro “attori” sarebbe stato il modo migliore per trasmettere questo messaggio religioso e culturale. Fino al 2009 abbiamo rappresentato la Via Crucis con i ragazzi con un solo “grande” che era Gesù ma quest’anno ci saranno anche i figuranti adulti per renderle più verosimile il percorso della passione del Cristo che sarà rappresentato da Francesco Moroni attore che a Irgoli è ormai di casa”.

marco camedda

sopra una mia grafica: “Passione di Gesù ”

TESTO DEL COMUNICATO

Gesuino-Beccari-3“Ieri sono stati ultimati i primi interventi per la sicurezza della  SP 25 che dal bivio di Lula collega la strada 131 DCN con gli abitati dei paesi della Bassa Baronia”.

“Si tratta in specifico di riparazioni delle buche, con il rifacimento di circa 300 mt del manto stradale, uno nella bretella di collegamento verso l’ abitato di Galtellì ed l’ altro a sistemazione dei danni causati dall’ incidente della caduta di due blocchi di marmo avvenuta il 4 marzo us.

La mia considerazione su questi lavori è per ora positiva, anche se va evidenziato il notevole ritardo ( in parte giustificato dalle condizioni meteorologiche ) in quanto la mia interrogazione era stata presentata a gennaio e la strada era già in situazioni precarie.

Inoltre nel frattempo oltre al rischio della sicurezza, questa situazione a causato diversi disagi e anche richieste di risarcimento danni da parte di automobilisti, che hanno subìto rotture dei pneumatici , cerchi e sospensioni. 18.03.2010-strade-onifai 001

Nelle prossime settimane verranno sostituite le barriere di protezione laterali danneggiate dagli incidenti e ripristinate quelle relative al ponte sul Cedrino, per la sicurezza dei pedoni all’ ingresso dell’ abitato di Galtellì, danneggiate da ignoti. Pertanto Sarà sempre attivo il mio impegno, per continuare ad ottenere la variazione di giunta, e quindi le risorse finanziarie in modo tale che vengano rifatti altri tratti stradali che dimostrano evidenti stati di criticità e che in futuro, se non vengono sistemati creeranno una analoga situazione”.

Un cordiale saluto

Gesuino Beccari

Ottimi risultati dei tiratori oroseini nella finale regionale di skeet a Luogosanto (OT).

squadra 2010

2a classificata: La squadra dei nostri campioni!

Il 28 febbraio scorso nel campo di tiro di Luogosanto (Olbia-Tempio)  si è svolta la cui seconda prova valevole per il  regionale  di skeet  a cui hanno hanno partecipato 57 tiratori provenienti da Arzachena, Palau, Santa Teresa, Luogosanto, Nuoro, Siniscola, Orosei, Oliena, Cagliari. Ha presenziato alla prova anche il presidente regionale della FITAV Gianfranco Orrù. La giornata dalla temperatura primaverile, con venti abbastanza forti si ha consentito che si dispiutassero le prove con risultati buoni tecnicamente.bastiano-frau

Al primo posto individuale: si è classificato il fortissimoe tiratore della Tav (tiro a volo) OroseiSebastiano Frau con 48 piattelli rotti su 50,alle sue spalle Murrighili con 46, Battino e Demartis con 45 tiratori della locale Tav Luogosanto,Pirina, Temporin e Sanna della Tav Arzachena sempre con 45 su 50.

guglielmo-gallNel settore giovanile: ha prevalso il quindicenne ma già fortissimo  Guglielmo Gall della Tav Orosei con un ottimo risultato di 42 su 50, alle sue spalle i bravissimi Fresi Gian Mario con 41 e Rozzo Fabio con 35, a seguire Berro Christian con 34 e Muzzu Fabio con 30.

Nelle Lady: da segnalare almeno per il momento, della presenza di Ambra Evangelisti da Siniscola della Tav Unnichedda che sicuramente avrà un notevole miglioramento con le indicazione del suo maestro Massimiliano Ventroni. Dalla prima prova di Orosei con 6 su 50 è passata a 14 su 50.

Per quanto riguarda le classifiche relative al campionato per qualifiche e a squadre è il seguente:

efisio-loiCategoria eccellenza: al primo posto Sanna Francesco, al secondo Pirina Antonello, tutti e due della tav Arzachena, al terzo posto il  decano  Loi Efisio della Tav Orosei.

Nella prima categoria: ha vinto Stefano Muzzu di Arzachena ,un monumento del tiro a volo isolano, al secondo posto dopo spareggio Sebastiano Frau della Tav Orosei, al terzo posto Leonardo Pileri di Santa Teresa della Tav Luogosanto.

flore-galtellìNella seconda categoria: il titolo invernale è andato al fortissimo Gianluca Flore di Galtelli della Tav Orosei, al secondo posto Digosciu Danilo, al terzo il Dettori Mauro ambedue della tav Arzachena.

In terza categoria: ha prevalso Giovanni Spanedda della tav Luogosanto, al secondo posto dopo spareggio Giovanni Antonio Occhini di Santa Teresa della tav Luogosanto, al terzo posto Alessandro Pipere della tav Unnichedda di Siniscola.

Nei veterani: ha prevalso dopo spareggio il forte e simpatico Ennio Masu della tav Luogosanto, al secondo posto Gianni Buono della tav Arzachena.

Nelle classifiche a squadre: il titolo invernale è andato alla fortissima Arzachena, alle sue spalle per un solo piattello in meno i coriacei della Tav Orosei, mentre a sorpresa al terzo posto è arrivata Luogosanto dopo anni di dominio assoluto.

Da segnalare la buona riuscita della manifestazione, dell’ospitalità e buona organizzazione dei componenti della società tiro a volo Luogosanto, presieduta dal fortissimo tiratore Paolino Riccio.

Il prossimo appuntamento per quanto concerne lo skeet è il 21 marzo con la prima prova del campionato estivo regionale che si disputerà nel pentacampo della Tav Arzachena, a seguire Orosei il 25 aprile, a Tempio il 16 maggio, a Oliena il 23 maggio e la finale a Luogosanto il 25 giugno.

Sebastiano Frau, che mi ha spedito questi dati ci tiene a ricordare che “nei nostri campi, la sicurezza viene prima di ogni cosa, senza si perdono il resto degli altri valori, rispetto, competizione e sana amicizia“.

Parole sacre e sante , caro Bastiano!

Marco Camedda

Locandina_ConvegnoVenerdì 19, alle 18, nella sala conferenze della biblioteca comunale Don Cosseddu in via Grazia Deledda si terrà un convegno sul tema “Gli antichi borghi come luogo di ospitalità”. I lavori saranno aperti dai saluti del 05.12.2009-008GALTELLI': l'assessore  Giovanni Santo Porcu sul  Nuovo Centro   Commerciale naturale!sindaco Renzo Soro ai quali seguiranno gli interventi dell’assessore comunale al Turismo, Giovanni Santo Porcu , del giornalista scrittore Gianni Pititu, del presidente regionale Federalberghi e Ascom Nuoro Luigi Crisponi, dell’assessore provinciale al Turismo e alle Attività produttive Roberto Cadeddu e del presidente dell’associazione Borghi autentici, Stefano Lucchini. Le considerazioni finali saranno dell’assessore regionale al Turismo artigianato e commercio, Sebastiano Sannitu.

sannittu1L’appuntamento ha come scopo quello di illustrare il “sistema Galtellì” un centro che da ormai quindici anni ha sposato un indirizzo di sviluppo turistico basato sulle peculiarità ambientali del suo territorio e sul patrimonio storico culturale e architettonico del suo centro storico. Un percorso che sta incominciando a dare i primi frutti non solo come veicolo promozione del territorio ma anche come ricaduta economica e occupazionale.Numeri che saranno illustrati dall’assessore Porcu e messi a confronto con esperienze simili intraprese in altri paesi e regioni italiane.

GALTELLÌ, altri comuni sardi nella rete dei Borghi  autentici.Soddisfazione di Renzo Soro.

Da tempo infatti Galtellì è uno dei pochissimi centri della Sardegna a far parte della dell’associazione Borghi autentici d’Italia, una rete di piccoli comuni che punta sulla conservazione delle proprie tradizioni storiche e culturali.

(fonte:La Nuova-a.fontanesi)

Sono a buon punto i lavori di eliminazione con colmatura e livellamento delle buche nell’asfalto della Strada Provinciale 25 (bivio di Lula-Baronia)e anche della bretella che si svincola dal bivio della SP 25 verso Galtellì.

buche-asfaltate-

L’intervento delle maestranze della Provincia di Nuoro si è reso ancora più necessario dopo che un blocco di marmo cadde da un autoarticolato nell’asfalto della SP25 all’altezza dellla zona di “S.Marco”. La copertura delle buche si è potuta eseguire e favorita dal tempo buono che ha consentito si potessero effettuare  questo tipo di interventi a base di primer bituminoso e successivo strato di asfalto rullato. La percorribilità della SP 25 e della bretella “Su Crastu Ruiu-Galtellì” è notevolmente migliorata per cui non si dovranno fare più gli slalom  con pericolose invasioni di corsia o centrare le buche a discapito di braccetti, gomme e ammortizzatori.

Un intervento decisamente opportuno e, visti i “normali tempi” nei lavori pubblici, anche veloce.

Marco Camedda

dadeaVENERDI’ 19 MARZO

nella sala conferenze annessa a “Su Probanu” Massimo Dadea presenterà il suo libro “Febbre del Fare“. Coordinerà il noto giornalista televisivo Giacomo Mameli.

dadea