Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: asilo

Hanno imparato il linguaggio dei segni per poter comunicare anche con le persone sorde.

Sono i sessanta piccoli allievi della scuola dell’infanzia Madonna di Bonaria ospitata nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Macomer. Nelle feste di Natale hanno dato prova delle competenze acquisite con le loro maestre cantando con la voce e con le mani.

IL PROGETTO Al centro della loro rappresentazione il canto “Es Nadale” di Andrea Parodi le cui parole richiamavano la stessa idea del progetto tutto incentrato sulla solidarietà e sulla condivisione.

Coordinati dalle insegnanti Maristella Manca, Barbara Salis, Simona Ghisu, Maria Canu, Laura Mameli e suor Laura Ortu, i bambini hanno imparato la lingua dei segni acquisendo una nuova capacità di comunicare. «Il progetto coinvolgeva in principio solo i bambini di cinque anni – spiegano le insegnanti – ma in seguito ha contagiato anche i più piccoli di quattro e tre anni. La riuscita dell’iniziativa ha smentito le nostre paure di adulti: pensavamo di abbandonare il progetto vista la sua complessità legata anche alla gestione di un canto in lingua sarda».

Ora tutti i canti della scuola, anche quelli del Carnevale, vengono declamati accompagnati dal linguaggio dei segni. Il progetto continuerà fino a giugno con iniziative di formazione tutte rivolte all’acquisizione di comportamenti improntati al rispetto della diversità.

(DA: L’Unione Sarda-L. C.-23 gen 2013)

Associazione Bocheteatro e amministratori

uniti nell’iniziativa culturale

Animazione ed esercizi, gli studenti si avvicinano alla lettura

Un libro è meglio della playstation, la lettura più fruttuosa di un videogioco. Nell’ottica dello stimolo alla cultura e alla conoscenza, l’amministrazione comunale di Orosei promuove un laboratorio di animazione alla lettura per gli studenti delle due classi seconde della scuola secondaria di primo grado.

L’iniziativa – l’inizio è previsto per venerdì prossimo – è dell’assessorato alla Cultura in collaborazione con l’associazione culturale Bocheteatro, si inserisce nell’ambito dell’ampliamento dell’offerta formativa «e – spiega il delegato alla cultura Daniela Contu, mira all’approfondimento di tematiche care alla scuola come lo stimolo alla lettura e l’amore per i libri».

Le attività proposte all’interno dell’iniziativa sono legate al libro. «Gli alunni non ascolteranno passivamente i brani, ma saranno coinvolti attivamente in giochi ed esercizi di lettura che permetteranno loro di acquisire gli strumenti per una buona lettura drammatizzata», spiega Monica Corimbi, l’attrice della compagnia Bocheteatro che condurrà il laboratorio.

Le animazioni e le riflessioni collettive vorrebbero creare un rapporto più confidenziale ed intimo con il libro, affinché diventi un fedele compagno di avventure ed emozioni, piuttosto che un freddo e anonimo oggetto d’arredo scolastico.

Il lavoro degli studenti si concluderà con una lettura collettiva e una dimostrazione aperta al pubblico di animazione tipo. Il laboratorio è articolato in 15 incontri di due ore ciascuno e si terrà in orario pomeridiano nei locali della scuola media di via Verdi.

(DA: L’Unione Sarda-Agostina Dessena-22 gen 2013)

Sono aperte le iscrizioni

all’asilo nido comunale di Siniscola.

Il Comune ha già fissato gli orari e i giorni d’apertura e ha pubblicato l’avviso sul proprio sito istituzionale.

Gli interessati possono presentare domanda utilizzando il modulo predisposto dal Servizio socio-assistenziale entro e non oltre il 31 agosto 2012, a pena di esclusione.

Hanno diritto al nido d’infanzia comunale i bambini di età compresa fra i 3 mesi ed i 3 anni da compiersi dopo il primo marzo 2013, il cui nucleo familiare sia residente nel Comune di Siniscola da almeno un anno dalla data di pubblicazione dell’avviso.

Il servizio funzionerà tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 15 a partire dal 17 settembre 2012 e sino al 31 luglio 2013.

(Da:L’Unione Sarda-F. U.-12 ago 2012)

I piccoli saranno accolti all’asilo nido di via Mascagni

Il Consiglio approva all’unanimità la revisione del regolamento

All’asilo nido di Orosei verranno accolti anche i bambini con disabilità. Venerdì il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la revisione del regolamento dando immediata esecutività al provvedimento. La struttura di via Mascagni, che ospita 34 bambini, vanta vent’anni di attività. Nove i piccoli in lista d’attesa.

L’assessore ai Servizi sociali Silvia Dessena ha proposto un potenziamento della scuola mediante il ricorso ai finanziamenti erogati direttamente al Comune dal Piano straordinario regionale per lo sviluppo dei servizi per la prima infanzia. Obiettivo primario è il mantenimento per il 2013 della nuova sezione “lattanti” aperta lo scorso maggio.

Ma è l’accoglienza dei piccoli con disabilità la vera novità. «È necessario che anche ai bambini per i quali al momento dell’inserimento al nido non sia diagnosticata e certificata alcuna condizione di disabilità, venga garantito il diritto a permanere nella struttura e a usufruire dei servizi erogati dalla stessa, qualora manifestino nel corso del tempo un qualche disagio – ha detto l’assessore -. Essendo bambini molto piccoli, quelli della sezione “lattanti”, è assai raro che rivelino da subito disagi di natura psicomotoria o cognitiva. Ma nel momento in cui questi si presentino, dobbiamo essere in grado di accogliere e sostenere i piccoli, assicurandogli un’assistenza ottimale».

(Da:L’Unione Sarda- Agostina Dessena-22 apr 2012)

 

Iasilol Comune di Orosei ha aperto le iscrizioni all’asilo nido intercomunale per la nuova sezione lattanti, destinata ai bambini d’età compresa fra i 3 e i 12 mesi per un totale di 5 posti (4 per il Comune di Orosei e 1 per il Comune di Irgoli).

Per presentare le domande c’è tempo fino a mercoledì 27 aprile.

Nel caso in cui le richieste fossero superiori ai posti disponibili, sarà formulata una graduatoria che terrà conto del reddito familiare, delle condizioni di disagio psicofisico e sociale e della composizione del nucleo familiare.

Gli stampati per la compilazione delle domande sono disponibili negli uffici Servizio sociale dei Comuni di Orosei e Irgoli o direttamente nella sede dell’asilo nido.

(Da:Unione Sarda-m. b. d. g.-19 apr 2011)-foto da internet