Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: rassegne

Rassegna Cinema presso

Biblioteca Comunale Bitti

Ogni lunedì e ogni Mercoledì dal 4 al 27 Luglio dalle ore 16.30 presso la Biblioteca Comunale saranno proiettati 8 film per bambini e ragazzi.

Iniziamo Lunedì 4 Luglio con la proiezione de “Il Piccolo Principe”.

(DA: comunicato Comune di Bitti-30 Giugno 2016)

 

Rassegna “Teatro Anch’io 2016″

- Quarto appuntamento -

Domenica 20 Marzo 2016 alle ore 18:00

(Rassegna di Teatro a misura di bambino)

-a cura di Bocheteatro-

c/o Sala Bocheteatro sita in Via Francesco Congiu Pes n. 6 a Nuoro

con lo spettacolo per bambini :“L’Imperatore Vanesio”

Produzione: L’Effimero Meraviglioso

di Antonello Santarelli dalla fiaba dei fratelli Grimm.

Con Francesca Cara, Pierpaolo Frigau, Luca Lecca.

La fiaba racconta dell’arrivo di due truffatori che si spacciano per sarti, capaci di tessere una stoffa dal miracoloso potere di risultare invisibile  agli occhi di tutti gli stupidi, gli inetti che ricoprono il proprio incarico in maniera immeritata.

I due si presentano alla corte di un imperatore, la cui unica preoccupazione è la cura del suo aspetto esteriore, e in  particolare del suo abbigliamento, proponendogli un vestito con questa particolarissima stoffa.

Nessuno della corte, tanto meno l’imperatore, ammetterà di non vedere alcun tessuto e, quindi, correre il rischio di risultare un inetto; così la truffa porterà il sovrano a sfilare in mutande per le strade del suo regno, fino a che la voce di un bambino svelerà l’inganno.

Durata: 50 minuti circa

Per informazioni:

Associazione Culturale Bocheteatro

Telefono: 0784.203060 / 320.3742157 / 338.7529106

Email: info.bocheteatro@gmail.com 

Sito web: www.bocheteatro.it

(DA: comunicato Bocheteatro Nuoro-18 Marzo 2016)

Parte la rassegna “Storytelling”,

tra storia e teatro

La compagnia teatrale Figli d’Arte Medas e il corso di laurea in Scienze della comunicazione presentano il cartellone della rassegna in programma dal 7 ottobre al 4 novembre alla discoteca Il Lido di Cagliari. Quattro appuntamenti per raccontare le storie della nostra contemporaneità

Quattro appuntamenti per raccontare altrettanti fatti di cronaca della recente storia nazionale e regionale. È questo, in sintesi, il fulcro di Storytelling, la manifestazione che la compagnia teatrale Figli d’Arte Medas porterà in scena dal 7 ottobre al 4 novembre nei locali della discoteca Il Lido di viale Poetto 41, con la collaborazione degli studenti del corso di laurea in Scienze della comunicazione della Facoltà di studi umanistici dell’Università di Cagliari. L’idea portante della rassegna è quella di riunire in un unico cartellone una serie di storie incentrate su fatti della contemporaneità, presentate al pubblico anche con l’utilizzo di strumenti multimediali e con l’apporto organizzativo e artistico di un gruppo di studenti universitari coinvolti nei diversi passaggi che trasformano un progetto culturale in un prodotto per gli spettatori.

IL PROGRAMMA

Gli eventi di Storytelling si terranno sempre di mercoledì alle ore 21.

GIANLUCA MEDAS-foto di Giorgio Russo 2014

Si parte il 7 ottobre con Canale 16 (La tragedia di Moby Prince), spettacolo incentrato sul racconto del drammatico incidente avvenuto tra il traghetto Moby Prince e la petroliera Agip Abruzzo nel porto di Livorno la sera del 10 aprile 1991, costato la vita a 140 persone. Sul palco l’autore del testo, Gianluca Medas e gli attori Mattia Murgia, Filippo Salaris e Alessandro Pani. Musiche dal vivo di Alberto Sanna, immagini e video a cura di Fabio Costantino Macis.

Secondo appuntamento mercoledì 14 ottobre con I fatti di Pratobello, narrazione della rivolta popolare antimilitarista e non violenta messa in atto dai cittadini di Orgosolo nel giugno del 1969. In questo caso, la testimonianza raccontata da Medas sarà accompagnata dalle voci del Coro Tenore Murales di Orgosolo e dalle immagini curate da Fabio Costantino Macis.

Meglio sottoterra che in un’Italia di m… è invece il titolo dello spettacolo del 21 ottobre, incentrato sul racconto dell’occupazione di una miniera nel Sulcis nei primi anni Novanta da parte di un gruppo di minatori per protestare contro l’annunciata chiusura di tutte le miniere metallifere. La performance di Gianluca Medas e Mattia Murgia, con i brani dal vivo di Joe Perrino, sarà accompagnata dalle testimonianza video (curate da Fabio Costantino Macis) dei protagonisti della vicenda, per ricostruire quello che è considerato uno degli ultimi grandi scioperi dei minatori.

Mercoledì 4 novembre è la data dell’ultimo spettacolo, Pagina Bianca (Il caso Feltrinelli). Il racconto della storia di Giangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice, e del progetto di trasformare la Sardegna in una Cuba del Mediterraneo, è affidato a Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale di Mauro Palmas e i contributi audio-video di Fabio Costantino Macis.

Per prenotazioni è possibile contattare il numero 3341107807 dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 18, o inviare una mail all’indirizzo storytelling.figlidartemedas@gmail.com. Il costo del biglietto per ogni spettacolo è 10 euro.

–– Info e contatti ––

Associazione Figli d’Arte Medas

Direzione artistica: Gianluca Medas - 335.5324232gianluca.medas@gmail.com

Ufficio stampa: Matteo Mazzuzzi – 347.2145374ufficiostampa@figlidartemedas.org

www.figlidartemedas.org

Conclusa con successo la rassegna cinematografica

“Il mese del Documentario a Nuoro”

 Mercoledì 20 maggio, con la proiezione dello straordinario Sacro GRA di Gianfranco Rosi, si è conclusa la rassegna Il Mese del Documentario a Nuoro.

Nel corso delle cinque settimane di proiezioni, la manifestazione, realizzata da Doc/it in collaborazione con l’Istituto Superiore Regionale Etnografico, ha visto la costante partecipazione di numerosi spettatori e un crescente interesse determinato dall’altissima qualità delle opere proposte.

La rassegna ha avuto inizio lo scorso 22 aprile e nel corso delle previste cinque serate sono stati proiettati nell’auditorium “Giovanni Lilliu” i cinque film finalisti del Doc/it Professional Award: Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini (presentato da Antioco Floris), SmoKings di Michele Fornasero (presentato da Francesco Pirisi), The Stone River di Giovanni Donfrancesco (presentato da Paolo Piquereddu), Dal profondo di Valentina Pedicini (presentato da Salvatore Pinna) e Sacro GRA di Gianfranco Rosi (presentato da Salvatore Mereu).

Al termine di ogni proiezione il pubblico in sala ha espresso il proprio voto, contribuendo, insieme ai voti espressi dagli spettatori delle altre 13 città coinvolte, a determinare l’attribuzione del Premio del Pubblico offerto dall’ Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva 100autori.

Quest’anno i 5 documentari finalisti hanno raggiunto il pubblico di ben 14 città, Roma, L’Aquila, Bari, Milano, Napoli, Nola, Noto, Nuoro, Palermo, Trieste, Berlino, Grenoble, Londra e Parigi, ottenendo ovunque un notevole successo.

Mercoledì 27 maggio alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà la cerimonia di premiazione nel corso della quale sarà assegnato il Premio Doc/it Professional Award come Miglior Documentario Italiano dell’anno (tremila euro offerti da Doc/it) e il Premio del Pubblico (mille euro offerti da 100autori), oltre che ai numerosi premi tecnici in servizi offerti dagli sponsor della manifestazione.

Le notizie relative a questa serata di premiazione saranno

tempestivamente pubblicate sul sito dell’ISRE,

www.isresardegna.it.

 Info:

Istituto Superiore Regionale Etnografico

via Papandrea, 6 – Nuoro

mail: isresardegna@isresardegna.org

promo.attivita@isresardegna.org

promozione@isresardegna.org

Tel. 0784 2429000784 2429620784 1822922o

(DA: comunicato e foto dell’ISRE-22 Maggio 2015)

Da Giovedì 3 Luglio 2014 la Biblioteca Comunale di Bitti ospita la rassegna estiva di film per bambini e ragazzi.

Siete tutti invitati a partecipare!

(DA: comunicato Comune di Bitti-NU-30 Giugno 2014)

RASSEGNA SIEFF 2014

Call for entries  – Sardinia International Ethnographic Film Festival Nuoro

 (rassegna.sieff@isresardegna.org)

Paolo Piquereddu

Cari amici,
sono aperte le iscrizioni al SARDINIA INTERNATIONAL ETHNOGRAPHIC FILM FESTIVAL (SIEFF 2014), XVII Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico. Il regolamento (in italiano e inglese), la scheda di iscrizione (da compilare on line) ed altre informazioni possono essere reperite al seguente indirizzo Web:

www.isresardegna.it <http://www.isresardegna.it>

Cordiali saluti
Paolo Piquereddu
Direttore
Regolamento [file.pdf]  - Iscrivi il tuo film

Dear friends,
registrations for the Sardinia International Ethnographic Film Festival (SIEFF 2014) have  started! Entry Rules, Entry Form (to be filled-in on line) and more information on the Festival will be found at our homepage: www.isresardegna.it<http://www.isresardegna.it>

Best Wishes
 Paolo Piquereddu
Director
Entry Rules [file.pdf] – Submit your film

Istituto Superiore Etnografico della Sardegna

Via Papandrea, 6
08100 NUORO
Italy
tel. +39 (0) 784 242900
fax: +39 (0) 784 37484
E-mail: rassegna.sieff@isresardegna.org
Web: www.isresardegna.it<http://www.isresardegna.it>

(DA: comunicato Isre Sardegna-Rassegna Sieff-19 marzo 2014)

 RASSEGNA CORALE

“CANTI DALL’ORTOBENE”

Domani, martedì 11 marzo 2014

presso la Sala Giunta della Provincia di Nuoro, alle ore 11:00 nel corso di una Conferenza Stampa l’Assessore provinciale alla Cultura Gianfranca Logias insieme al Direttore del Gruppo Folk Ortobene Alessandro Catte presenteranno la Sesta Edizione della Rassegna corale “Canti dall’Ortobene“.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro- 10 Marzo 2014)

La corale diretta da Alessandro Catte

ospita Sos Canarios e i cantori di Oristano

Il Coro Ortobene festeggia i quarant’anni di attività e dedica all’avvenimento la quinta rassegna corale che si terrà il 2 marzo nel teatro Eliseo di Nuoro.

Manifestazione dal titolo quasi obbligato: «1973-2013 storia di un Coro», dove i primi quarant’anni dell’Ortobene verranno ripercorsi all’interno di una iniziativa che in appena quattro edizioni si è consacrata in Sardegna come l’appuntamento-clou per gli amanti del canto corale. Durante la serata verranno proposte le canzoni più importanti del coro diretto ormai da oltre un ventennio da Alessandro Catte, oltre all’esibizione dei Cori ospiti: Sos Canarjos diretto da Bobore Nuvoli, fondatore e primo direttore dell’Ortobene e Maurizio Carta di Oristano diretto da Salvatore Saba.

Le tre formazioni si alterneranno sul palco accompagnati dalle voci narranti di tre ex coristi che, raccontando ognuno il proprio periodo, ripercorreranno le tappe più significative raggiunte dall’Ortobene. Tra gli ospiti della rassegna lo storico solista degli anni ’80 Francesco Pintori, noto come Bartaleddu , che canterà con i padroni di casa. Previsto anche il contributo di tre direttori colleghi di Alessandro Catte: Gianni Garau (direttore del coro di Tonara) Enrico Pilo (Ovodda) e Ivano Argiolas (Desulo), a cui è stato affidato il compito di tracciare i profili professionali ed artistici di Bobore Nuvoli, del compianto Tonino Puddu e dello stesso Catte. In chiusura della manifestazione sarà assegnato il Premio Ortobene.

( DA: L’Unione Sarda-f. le.-5 feb 2013 )


LA RASSEGNA A FEBBRAIO

Vini in vetrina il 9 e il 10 febbraio nell’ex mercato civico di Piazza Mameli per la seconda edizione del Tour eno culturale “Nuoro Go-Wine”, organizzato dall’assessorato alla Cultura e turismo del Comune di Nuoro, con la collaborazione tecnica dell’Agenzia regionale Laore e della facoltà di Agraria dell’Università di Sassari.

L’OBIETTIVO L’iniziativa mira a valorizzare la produzione enologica locale, attraverso la formula del concorso, a cui potranno partecipare i produttori vitivinicoli di Nuoro e comuni limitrofi, anche a livello amatoriale.

Le categorie ammesse sono due:

vini rossi 2011; vini rossi 2012 e invecchiati.

I migliori riceveranno un trofeo da parte della commissione esaminatrice. La degustazione è l’occasione per far conoscere e dare visibilità ai prodotti.

La prima edizione di Nuoro Go Wine risale al novembre 2011. Oggi, Laore rilancia questa iniziativa per incoraggiare lo sviluppo di produzioni vitivinicole di qualità, per stimolare un costante miglioramento dei prodotti e orientare il consumatore nella scelta dei vini e nel loro utilizzo in ambito gastronomico.

CONTRIBUTI ALLE AZIENDE Per incoraggiare il settore la Regione ha destinato oltre 1.500.000 euro di fondi comunitari a favore delle imprese produttrici di vino. L’obiettivo è favorire il miglioramento del rendimento globale, attraverso l’adeguamento alla domanda di mercato e una maggiore competitività. Per chi fosse interessato a partecipare, le iscrizioni scadranno il 6 Febbraio 2013.

LE DOMANDE La modulistica completa è disponibile presso il Sut dell’Agenzia Laore di Via Brigata Sassari 55 e negli uffici dell’ Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Nuoro. Può essere scaricata anche dai siti www.comune.nuoro.it. e www.sardegnaagricoltura.it.

La presentazione della domanda online scade il

31 Gennaio 2013.

La copia cartacea della stessa potrà invece essere consegnata entro le 12 dell’8 febbraio all’ufficio competente per il territorio dell’Agea. Info su www.sian.it.

( DA: L’Unione Sarda-d. po.-18 gen 2013)

FUMETTI E ILLUSTRAZIONI IN PRESA DIRETTA

FUMETTI E ILLUSTRAZIONI IN PRESA DIRETTA

L’Associazione culturale Lapis in Gurgos e l’Impresa sociale Nuovi Scenari    vi invitano    all’inaugurazione del festival di letteratura e fumetto “ Lapis in Gurgos 2012 ”    il 23 maggio alle 17.00, presso  Su Probanu a Orosei.     

Nel corso dell’inaugurazione sarà illustrato il programma delle iniziative. Verranno presentati i disegnatori di fumetti e gli illustratori che animeranno i vicoli nei tre giorni successivi, gli scrittori vincitori e segnalati del concorso letterario “Nieddu che Piche”. Vi sarà una mostra multimediale di lavori degli artisti coinvolti.

Moderatore: Angelo Fontanesi, giornalista de La Nuova Sardegna.   

Per maggiori informazioni, potete fare riferimento al sito:

www.lapisingurgos.it

Contatti: lapisingurgos@gmail.com, info@nuoviscenarisrl.eu, 342 09 46344.   

FUMETTI E ILLUSTRAZIONI IN PRESA DIRETTA

(Da: comunicato Impresa sociale Nuovi Scenari srl- 22 ,aggio 2012)

Senzariserve

Progetto di Arte e sport per l’inclusione sociale

 l’Associazione Senzariserve, l’Associazione Casa Teatro 2007 e l’Associazione la Risorsa con il coordinamento della Cooperativa Sociale Scenari Verdi , promuovono il progetto “Senzariserve” finalizzato all’inclusione sociale di soggetti svantaggiati attraverso lo Sport, il Teatro e il Cinema.

 Mercoledì 28 marzo alle ore 16.00, nell’Auditorium della Biblioteca Sebastiano Satta a Nuoro, prenderà il via la Rassegna cinematografica: “Si può fare – esperienze di inclusione sociale con il cinema“.  Commenteranno i film alcuni attori protagonisti ed esperti del settore.

L’ingresso è gratuito, Vi aspettiamo.

 Per maggiori informazioni

Segreteria Organizzativa Cooperativa Scenari Verdi

Via La Marmora, 1 – Nuoro,

Tel. 0784 257015- Cell. 346.3781442

scenariverdi@tiscali.it- info.scenariverdi@tiscali.it

www.cooperativascenariverdi.it

(Da: Comunicato Cooperativa Scenari Verdi-23 mar 2012)

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-2010)

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-2010)

loculi--locandina_tenores

Orosei:Il coro semminile "Urisè" alla festa di Sant'Antoni 'e Maju (foto camedda- 8 mag 2010)

Orosei:Il coro femminile "Urisè" alla festa di Sant'Antoni 'e Maju (foto camedda- 8 mag 2010)

Maestra di canto e Assessore alla Cultura del Comune di Orosei

Il coro femminile Urisè diretto da Daniela Contu partecipa domani 26 alle ore 19 alla rassegna “I concerti a Villa Devoto” organizzata a Cagliari dalla presidenza della Regione con la Fondazione Teatro lirico e la scuola civica di musica di Cagliari diretta da Luigi Puddu. Appuntamento nel parco dell’Autonomia.

(Da;L’Unione Sarda-25 giu 2010)

Daniela Contu, maestra di canto e Assessore alla Cultura del Comune di Orosei.

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda)

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda)

Venerdì 20 maggio  alle ore 19 ultimo appuntamento nella Biblioteca comunale della rassegna ideata e coordinata da Natalino Piras con Milena Agus sul tema “Semus eminas de s’iscritura” con domande da scrittore a scrittrice.

Milena Agus è nata a Genova e vive a Cagliari dove insegna italiano e storia in un istituto tecnico. Scrive racconti, romanzi, e pure cose sull’arte del narrare.

Ha pubblicato con Nottetempo, la casa editrice diretta da Ginevra Bompiani, i romanzi Mentre dorme il pescecane (2005), Mal di pietre (2006), Ali di babbo (2008) e La contessa di ricotta (2009). Questi romanzi, tradotti in una ventina di lingue, hanno ottenuto notevole successo di pubblico e di critica.

milena_agusnatalino piras“La scrittura della Agus”, dice Natalino Piras, “è densa di sapori e di odori, di sale marino e di chiaroscuro di antichi palazzi che sembrano tutti emanare dal rione Castello di Cagliari”. Una scrittura interpolata di trasgressioni che riesce a comunicare un universo del femminino e del femminile. “Il narrare di Milena Agus fa interagire centri e periferie, affine nei linguaggi al romanzo postumo di Sergio Atzeni ‘Bellas mariposas’”. Come ”emina de s’iscritura” nelle due precedenti rassegne tra inverno e primavera è stata a Galtellì un’altra importante autrice: Michela Murgia.

A conferma che pure “Donzi die nois”, come le altre promossa dall’amministrazione comunale con sindaco Renzo Soro, è nell’attualità delle storie e della proposta culturale

(dal sito istituzionale del Comune di Galtellì)

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda)

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda)

«Semus missionarios», incontro-dibattito con il saveriano di Macomer Daniele Targa

“Semus missionarios” è il tema del quarto appuntamento della rassegna «Donzi die nois» ideata e coordinata da Natalino Piras per l’organizzazione del Comune che si svolgerà questa sera alle 19 nella biblioteca «Don Cosseddu».

natalino pirasA essere intervistato dallo scrittore e giornalista bittese sarà Daniele Targa, saveriano con esperienza di missione in Bangladesh. Nato in Francia nel 1965 da genitori immigranti, padre friulano e mamma di Sant’Antioco, Daniele Targa è stato ordinato prete nel 1990. Dal 2001 al 2009, dopo un anno passato a Londra per perfezionare l’inglese viene mandato in Bangladesh, ex Bengala, lo stato più densamente popolato del pianeta con oltre 150 milioni di abitanti e un altissimo tasso di povertà. Sarà lui a raccontare il suo periodo di missione, distinto in due periodi il primo sino al 2005 passato soprattutto a conoscere la cultura e la lingua del posto e quindi dal 2006 al 2009 nel sud del Bangladesh, tra i fuori casta di radice indù. Ora, in attesa di ripartire in missione, Daniele Targa è in Sardegna, all’istituto saveriano di Macomer. Un racconto in diretta il suo come gli altri sinora presentati in questa rassegna di incontri con diversi protagonisti del nostro tempo che sta bissando il successo ottenuto da «Jeo ippo, jeo so», la prima serie di interviste condotte l’anno scorso da Natalino Piras sempre a Galtellì.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-28 apr 2011)

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso

GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda-2010)

Donzi die nois “Donzi die nois” è il nome della rassegna da marzo a maggio, una serie di incontri alla biblioteca comunale “G. Cosseddu”, organizzati dall’assessorato alla cultura del Comune.

natalino pirasContinuano le interviste  fatte da Natalino Piras a diverse persone impegnate in campo sociale e culturale nella rassegna  “Donzi die nois”.

Nella rassegna galtellinese, la terza dell’amministrazione guidata da Renzo Soro, quel “donzi die” viene rilanciato, fatto risuonare, anche come canto di battaglia contro il senso del morire. Nelle precedenti edizioni ci si è mossi nel segno di “Viazatores in s’oru de su mare” e di “Jeo ippo jeo so”.  Quest’anno fili conduttori della rassegna sono stati  il volontariato, la pace e la guerra, le terre di missione. E pure cinema e letteratura.

Iniziata il 17 marzo con  “Donzi die nois semus in gherra”con il generale Gianfranco Scalas a lungo addetto stampa della “Brigata Sassari” la rasseegna ha continuato  il 31 marzo con “Donzi die semus volontarios” con Giampiero Farru e don Piero Borrotzu di “Sardegna Solidale” e il 15 aprile con “Akimus cinema” con il regista Salvatore Mereu.

Il prossimo appuntamento sarà il 28 aprile con “Semus missionarios” con il saveriano padre Daniele Targa  e il 6 maggio con “Semus in pake” con Bachisio Bandinu. Si chiude il 12 maggio con “Semus eminas de s’iscritura” con Milena Agus, appunto insegnante e scrittrice.

( Da: sito internet del Comune di Galtellì)

GALTELLÌ:  l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda)

GALTELLÌ: l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda)

Venerdì 15 aprile terzo appuntamento della rassegna “Donzi die nois” ideata e coordinata da Natalino Piras.

L’inizio, sempre alla biblioteca comunale “G. Cosseddu”, è fissato per le 19. Tema: “Akimus cinema”, facciamo cinema, con il regista Salvatore Mereu. Dorgalese, 46 anni, Salvatore Mereu è uno degli autori più importanti nel panorama internazionale.

SALVATORE-MEREUL’anno scorso al festival di Venezia il suo “Tajabone”, girato a Cagliari con ragazzi di periferia, italiani e stranieri, ottenne una autentica standing ovation. Dieci minuti di applausi. Salvatore Mereu si è laureato nella prima metà degli anni novanta al DAMS di Bologna e successivamente si è diplomato in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma. Realizza in quel periodo una serie di corti molto interessanti.

“Notte rumena” è del 1996, lo stesso anno di “Prima della fucilazione”: le drammatiche ultime ore di un condannato a morte, vicenda realmente accaduta, tratta dalle lettere all’allora fidanzata Fannia dell’avvocato Salvatore Mannironi. A seguire, nel 1999, “Miguel”, storia picara di un venditore di scarpe per mucche: perché producano più latte. Il primo lungometraggio è del 2003: “Ballo a tre passi” che in realtà sono quattro storie per le quattro stagioni, pure simboleggiate dal tempo dell’infanzia a quello della vecchiaia. Il film ha vinto nella sezione “Settimana della Critica” sempre a Venezia.

natalino pirasNel 2008 esce “Sonetaula” tratto dall’omonimo romanzo di Peppino Fiori: un film, per il contesto narrato e per coerenza di stile giustamente comparato al capolavoro “Banditi a Orgosolo” di Vittorio de Seta. Il linguaggio cinematografico di Mereu è essenziale. A tratti è come sospeso in un realismo magico che richiama la Sardegna degli anni cinquanta ma pone pure tante questioni alle nostre vite contemporanee di paese e di periferie urbane. In questo appuntamento del “Donzi die” galtellinese, promosso dall’Amministrazione comunale e dalla Biblioteca, a fine intervista verrà proiettato un montaggio dalle ultime cose del regista dorgalese.

La rassegna riprenderà poi il 28 aprile con una intervista di Natalino Piras al missionario saveriano padre Daniele Targa: “Donzi die nois semus in missione”.

(Comunicato stampa Comune di Galtellì)

GALTELLÌ:  l'edificio della Biblioteca Comunale (foto camedda)

GALTELLÌ: l'edificio della Biblioteca Comunale (foto camedda)

L’ideatore della rassegna Natalino Piras intervisterà Giampiero Farru e  don Pietro Borrotzuolontariato

natalino pirasÈ dedicato al tema del volontariato il secondo appuntamento di «Donzi die nois semus» in programma alle 19 presso la biblioteca comunale Don Cosseddu.

La rassegna di incontri e interviste con i protagonisti del nostro tempo organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune, propone oggi l’incontro con due personaggi che del volontariato isolano sono un pò le icone.

L’ideatore della rassegna Natalino Piras intervisterà infatti Gianpiero Farru, responsabile regionale di Sardegna Solidale e don Pietro Borrotzu, responsabile della pastorale sul lavoro della chiesa Sarda. Per l’occasione il sindaco Renzo Soro ha voluto invitare personalmente all’evento tutte le associazioni di volontariato galtellinesi.

 Renzo Soro.«Come saprai – scrive il primo cittadino nelle lettera spedita a tutti i volontari operanti nel paese – il 2011 è stato eletto dalla Comunità Europea l’anno del Volontariato. Un omaggio a quelle donne e uomini che con grande dedizione e altruismo prestano il loro impegno a favore degli altri, dei disabili, di chi soffre e di chi ha bisogno di aiuto».


Nel corso dell’incontro si parlerà tra l’altro della Carta di Zuri, dello stare insieme e delle differenze. La rassegna, iniziata il 17 marzo con il generale Gianfranco Scalas, proseguirà poi mercoledì 15 aprile con il regista Salvatore Mereu e il 28 con il missionario saveriano padre Daniele Targa.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-6 apr 2011)