Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Musica

50 anni fa, il 24 agosto del 1966,  la band

entrò in studio per registrare il loro album di debutto

Mezzo secolo di Doors,

la band americana che ha fatto la storia del rock

L’agosto del 1966 segnò infatti una tappa decisiva per Jim Morrison, Ray Manzarek, Robbie Krieger e John Densmore, all’epoca giovani musicisti sulla cresta dell’onda grazie all’ingaggio al “Whisky a Go Go” di Los Angeles. Il 24 agosto il gruppo entrò nei Sunset Sound Recording Studios e nel giro di una settimana registrò il primo album della loro carriera.

Il disco, che per titolo ha il nome della band, uscì nel gennaio del 1967 spalancando loro le porte del mito. Fu un debutto clamoroso: Morrison, Manzarek, Krieger e Densmore avevano messo a punto repertorio e stile durante l’ingaggio al “Whisky a Go Go”, così la loro prima prova su vinile offrì già alcuni titoli destinati a diventare dei classici.

All’interno di “The Doors” ci sono infatti “The Cristal Ship“, la versione di “Alabama Song” di Bertolt Brecht e Kurt Weill, i dodici minuti di “The End“, “Break on Trough” (che uscì come primo singolo) e “Light My Fire“, che rimane il piu grande successo della loro carriera.

(DA: articolo di TGcom24-24/08/2016)-foto da internet

Bitti inaugura la rassegna

Autunno in Barbagia dal 2 al 4 settembre 2016

Numerosi sentieri si snodano lungo il territorio di Bitti alla scoperta di oasi naturali, ricoperte da rigogliose foreste, scenari incantevoli tra picchi granitici e meravigliosi scorci acquatici formati da cascate e laghetti.

Luogo ospitale e pieno di storia in cui la grande civiltà nuragica innalzò i meravigliosi monumenti del villaggio-santuario di Romanzesu, uno dei maggiori centri archeologici dell’intera Isola, e dove si stabilirono gli antichi Balari che sfidarono il potente Impero Romano. Il centro barbaricino è famoso in tutta l’Isola per la maestria dei cori che tramandano l’arte dell’antico canto a tenore proclamato dall’UNESCO “Patrimonio intangibile dell’Umanità”.

Il comune ha dedicato a questa celebre tradizione musicale un museo multimediale in cui sarà possibile ascoltare le composizioni più conosciute e acclamate provenienti da varie aree dell’Isola. Nel paese si trovano tante botteghe artigiane di ceramica, ferro battuto, cuoio, legno, intarsio e tessitura che propongono sia lavorazioni classiche che moderne interpretazioni della tradizione.

 Bitti opens the festival

Autumn in Barbagia 2 to 4 September 2016

The territory of Bitti winds along several paths to discover natural oasis covered with luxuriant forests, fascinating landscapes between granite peaks and wonderful water views made of waterfalls and small lakes.

A warm place full of history where the great Nuragic civilization raised the amazing monuments of the village-sanctuary of Romanzesu, one of the main archaeological centres of the entire island, and where the ancient Balari settled down, the tribe that faced the powerful Roman Empire. This centre of Barbagia is known all around the island for the mastery of its choral groups that hand down the art of the ancient a tenore singing which has been recognized as World Heritage by UNESCO.

The municipality opened a multimedia museum dedicated to this popular music tradition, where you can listen to the most known and appreciated compositions from different areas of the island. In the village you may find several small shops offering classical productions as well as and modern interpretations of ceramics, wrought iron, leather, wood, inlay and weaving.

(DA: comunicato Romanzesu-23 Agosto 2016)

Nuoro si prepara al grande evento della

Notte Bianca.

Venerdì 2 settembre, grazie alla collaborazione tra il Comune di Nuoro e i commercianti di Via Lamarmora, Corso Garibaldi e Via Roma, il centro della città si animerà di musica ed eventi mirati ad attrarre i tanti turisti e a dare nuova spinta alle attività produttive.

La grande novità dell’edizione 2016 è quella del cosiddetto “Sbaracco: verrà concessa ai commercianti la possibilità di esporre fuori dalle proprie attività articoli e prodotti in offerta o a prezzo conveniente. Una formula, quella pensata dall’assessore Seddone, dalle associazioni di categoria e dai rappresentanti dei commercianti, che punta a valorizzare attività come negozi di abbigliamento, accessori e articoli da regalo che nelle precedenti edizioni giocavano un ruolo secondario rispetto a bar, ristoranti e punti ristoro.

“Come amministrazione” spiega l’assessore alle attività produttive e turismo Marcello Seddone “esprimiamo grande soddisfazione per il dialogo e lo spirito di collaborazione che è emerso negli incontri con i commercianti e le associazioni di categoria. Incontri che generano buone idee da mettere in campo al fine di raggiungere l’obiettivo comune di una buona riuscita di una manifestazione che è diventata un appuntamento fisso dell’estate nuorese. Auspichiamo di intercettare i grandi numeri delle presenze turistiche in Sardegna che anche per il mese di settembre si annunciano numerose, e di sfruttare la scia di eventi come la sfilata delle maschere di sabato scorso e la due giorni di festeggiamenti in onore del Redentore che sono sicuro che attireranno in città numerosi visitatori. La Notte Bianca è l’occasione per divertirsi tutti insieme fino a tardi e fare acquisti utili e convenienti ma anche un buon pretesto per approfittare della grande offerta musicale e culturale che la città offre.”

La Notte Bianca avrà inizio alle ore 20,

per le adesioni si deve fare riferimento all’avviso postato sul sito istituzionale del Comune di Nuoro, il termine è fissato per il 29 agosto.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-23 Agosto 2016)

Sabato 20 Agosto a partire dalle ore 20.00

vi aspettiamo nella spiaggia della Marina di Orosei (Fronte Peppe’s Bar) per divertirvi e ballare con noi fino all’indomani..

Nel corso della serata si esibiranno i Jamila, gruppo di giovani ragazzi con musica reggae e a seguire The Simon’s duo per farci ballare fino all’alba… Il pezzo forte della serata sarà lo Schiuma Party..

Oltre cocktail, birra fresca, bibite e digestivi anche gustosissimi panini..

Noi ci saremo…e voi??

“Leva 1987″

(Tratto da: Facebook-profilo Leva 1987-Orosei)

(foto da Facebook)

Domani, sabato 4 giugno alle 14.20

e in replica

domenica 5 giugno alle 06.20

Marco Camedda-1999: Grafica a china- Ritratto di Grazia Deledda

Il Comune protagonista della XXIV puntata di Borghi d’Italia sarà Galtellì in provincia di Nuoro.

Simbolo della rinascita culturale del paese è senz’altro la scrittrice Premio Nobel della letteratura Grazia Deledda che a Galtellì ha ambientato uno dei suoi più celebri romanzi: “Canne al Vento”.

Il forte legame con la scrittrice ha favorito la nascita del Parco Letterario collegato alla rete dei Parchi letterari italiani della Dante Alighieri. Tra i tanti riconoscimenti avuti nel corso degli anni, Galtellì è anche Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Nel corso del programma incontreremo il primo cittadino , il parroco, l’assessore al Turismo, il presidente della Pro Loco, la tutor dell’ospite della Comunità Ospitale di Galtellì e ascolteremo il raffinato coro “Sos Cantores de Garteddi”.

Durante l’itinerario visiteremo il centro storico, la parrocchiale del SS. Crocefisso, Patrono di Galtellì, la cattedrale romanica di San Pietro, le altre chiese, il castello di Pontes, la settecentesca dimora conosciuta come “Sa Domo e sos Marras (la casa dei Marras) divenuta sede del museo etnografico.

Galtellì: Museo Etnografico "Sa domo de Sos Marras"

GALTELLI': Vista panoramica della antichissima Chiesa di S.Pietro (XII secolo)

Mostreremo le suggestive vedute riprese dal Monte Tuttavista, su cui svetta la statua bronzea del Cristo, da cui è possibile godere di un panorama incantevole sul Golfo di Orosei.

Galtellì (Nu): Sa Preta Istampata nel Monte Tuttavista (foto M.Camedda)

Raggiungeremo anche la suggestiva roccia forata “Sa Preta Istampata” meta di escursioni e arrampicate da parte degli appassionati del trekking. In un agriturismo degusteremo i genuini piatti della tradizione locale. Sarà una puntata da seguire non solo con gli occhi, ma anche e soprattutto con il cuore.

Galtellì vi sorprenderà!

Per approfondimenti:

www.tv2000.it/borghiditalia

Claudio Baglioni: Questo piccolo grande amore (1972). Copertina del 45 giri che acquistai ai primi del 1973

CLAUDIO BAGLIONI,

65 anni di musica e successi

I suoi successi immortali come “Questo Piccolo Grande Amore”, “La vita è adesso”, “Strada facendo” e “Amore bello” hanno fatto innamorare intere generazioni

Auguri a Claudio Baglioni, che il 16 maggio

spegne (ha spento) 65 candeline.

I suoi successi immortali “Questo Piccolo Grande Amore“, “La vita è adesso“, “Strada facendo” e “Amore bello” hanno fatto innamorare intere generazioni. Non solo tv nella sua carriera, ma anche programmi tv come “Anima mia” e “L’ultimo valzer”. In mezzo tanti varietà e la sua ultima avventura discografica “Capitani coraggiosi“, in coppia con l’amico Gianni Morandi.

Nacque a Roma il 16 maggio 1951, nel quartiere di Centocelle, e appena 14enne si fece già notare in un concorso locale di voci nuove. Nel 1969, grazie alle sue prime canzoni “Signora Lia” e “Interludio”, ottenne il suo primo contratto discografico, con la RCA. L’anno successivo uscì l’album di debutto intitolato semplicemente “Claudio Baglioni”, mentre due anni più tardi curò la colonna sonora del film “Fratello Sole e Sorella Luna” di Franco Zeffirelli. Ma è il 1972 che lo consacrò grazie a “Questo piccolo grande amore”, uno dei brani maggiormente venduti nella storia della discografia italiana.

Nel 1978 passò alla CBS (che nel 1989 diventerà Sony) e nel 1981 pubblicò l’album “Strada facendo“, con la hit “Avrai“. Nel 1985 Baglioni salì sul palco di Sanremo per ritirare il premio per la canzone del secolo assegnato dal pubblico italiano a “Questo piccolo grande amore”. L’album successivo “La vita è adesso” (1985) resistette per ben 18 mesi nelle classifiche, arrivando a vendere 1.2 milioni di copie.

Nel 1997 Baglioni raccolse grandi successi anche come personaggio tv, affiancando il conduttore Fabio Fazio nella trasmissione “Anima mia”, ma anche come autore del libro fotografico “C’era un cavaliere bianco e nero”. Due anni dopo, sempre con Fazio, tornò sul piccolo schermo per lo show “L’ultimo tango”.

Negli ultimi vent’anni ha macinato successi e record, grazie ad album e tour sold-out. Da poco si è concluso il fortunato tour di “Capitani coraggiosi” (oltre 20 date sold-out), disco registrato insieme all’amico Gianni Morandi

(DA: TGCOM24-16 Maggio 2016)

-foto di Baglioni: da internet-

GESTIONE TEATRO ELISEO

-Consultazione Pubblica-

L’assessore alla cultura, Pubblica Istruzione e sport Sebastian Cocco annuncia importanti novità per ciò che riguarda la gestione del teatro Eliseo:

“La giunta comunale ha deciso di bandire la gara d’appalto sulla gestione del teatro Eliseo, affidato in proroga dal 2011 all’Associazione Intermezzo, alla quale la città deve essere davvero grata per il gran numero di eventi di qualità che ha assicurato agli appassionati della musica, dello spettacolo e della cultura. Ce lo impone non solo la legge ma direi il buonsenso.”

“Con una novità –continua l’assessore-: “abbiamo aperto non solo agli operatori del settore, ma anche ai cittadini e alle associazioni, che potranno apportare proposte per predisporre un bando che valorizzi le potenzialità della struttura, dato che la gara bandita qualche anno fa è andata deserta.”

Il termine ultimo per presentare i suggerimenti è il 29 febbraio prossimo, mentre nei giorni successivi si terrà in comune un incontro aperto per fare sintesi delle proposte.

Per maggiori dettagli consultare il sito del Comune di Nuoro nell’apposito articolo dedicato alla gestione del teatro Eliseo, dove è possibile scaricare la modulistica per le proposte e suggerimenti.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-19 Febbraio 2016)

APPUNTAMENTI

SEMINARI NUORO JAZZ

Cinque appuntamenti per i corsi invernali di jazz a Nuoro tra il 6 marzo e il primo weekend di giugno.

E dal 23 agosto al 2 settembre la ventottesima edizione dei seminari estivi.

(DA: comunicato Ente Musicale Nuorese-17 Febbraio 2016)

PROGRAMMA:

Ore 09:30 – Apertura cortes

Dalle ore 10:00 – Esibizione gruppi di canto a Tenore

Ore 11:00 – Sa vaina de su porcu a cura de Sos “Cadderis de Vitzi”

Dalle ore 16:00 – Ballos in pratza: A cura del gruppo folk Sa Bitha

Ore 16:00 – Esibizione gruppi di canto a tenore

Ore 17:00 – Canticos de Nadale, Rassegna corale itinerante

Ore 18:00 – Ballos in carrera, animazione e balli nelle vie del centro storico

Ore 18:30 – Uscita de “Su Nenneddu” Nei presepi del centro storico

Dalle 21:30 – Fuochi di Note: Balli, Musica e fuochi in Piazza Asproni

Riaprono le Cortes nell’antico Borgo dei Tenores.

Fuochi, degustazione di prodotti tipici.

Esibizione dei Tenores di Bitti Gruppi folk in costume tradizionale.

Canti di Natale nei presepi

(DA: comunicato Comune di Bitti-21 Dicembre 2015)

I 40 ANNI DI “RIMMEL”

A VERONA IL CONCERTO

Il 22 settembre, all’Arena di Verona, Francesco De Gregori celebrerà i 40 anni di “Rimmel”, il suo album più amato con un concerto-evento, nel quale suonerà per intero la tracklist, insieme ai suoi più grandi successi.

Lunga la lista degli ospiti, che cresce di giorno in giorno: Malika Ayane, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Elisa, Caparezza, Fedez, Fausto Leali, Ambrogio Sparagna, Checco Zalone, e Luciano Ligabue, con il quale ha duettato in “Vivavoce”.

Il cantautore romano, attualmente impegnato nel “Vivavoce tour”, ad ottobre pubblicherà un album di cover di Bob Dylan, “De Gregori canta Bob Dylan-amore e furto”.

(DA: Televideo Rai.it-20 Settembre 2015)-foto da internet

LOCULI: 27/28 GIUGNO 2015

2a Edizione di “Primavera in Baronia”.

Per il secondo anno consecutivo Loculi, paese della Baronia-Valle del Cedrino, partecipa alla iniziativa “Primavera in Baronia”. Anche quest’anno le manifestazioni, itinerari e stands abbracceranno tutto il centro storico del paese con fulcro il bel museo “Sa Domo de Sas Artes e de Sos Mestieris” ormai spazio centrale della cultura del paese e sede di diverse mostre fotografiche.

“Un anno fa-afferma Sonia Sanna, Assessore alla Cultura, Loculi ha partecipato per la prima volta a questa iniziativa promossa dall’Aspen, manifestazione che ha portato nel paese centinaia di visitatori e turisti. Vista la buona riuscita dell’edizione scorsa, anche quest’anno abbiamo deciso di aderire a questo importante progetto. Primavera in Baronia per Loculi è una grande occasione per far conoscere il paese attraverso i lavori e i prodotti che le mani dei suoi cittadini offrono. Tantissimi gli espositori che hanno deciso di partecipare e tante associazioni culturali e sportive presenti nel nostro paese”.

“Ci auguriamo- continua l’Assessore- di riuscire a proporre due giornate ricche di eventi, accompagnate da un programma espositivo molto vasto che ci permetta di accogliere e ospitare tanti visitatori, perché Loculi è un piccolo paese, ma che ha già dimostrato sia nella scorsa edizione che in altre importanti manifestazioni di poter offrire tanto con la a speranza è che il nostro paese cresca a livello culturale e continui negli anni a farsi conoscere e apprezzare per le bellezze e le ricchezze che possiede”.

Fin da ora -conclude Sonia Sanna- ringrazio tutti i cittadini di Loculi, gli espositori, le associazioni culturali e sportive che operano a Loculi e tutti quelli che anche con un piccolo gesto hanno contribuito alla preparazione di questa manifestazione, augurando che questa si ripeta con allegria e entusiasmo negli anni a venire”.

31 gli espositori di Loculi e non solo, che esporranno i loro prodotti e le loro creazioni: quadri e bigiotteria creativa, torte in pasta di zucchero, prodotti di cosmesi naturale creati con erbe officinali della Sardegna, opere di decoupage, accessori e arredi per la casa, sculture e lavorazioni in sughero, salumi, pane, miele, dolci, prodotti lattiero–caseari, lavorazioni in pasta di mais, gioielli ,bigiotteria, cuciti vari.

Sabato 27 giugno alle 11 si inaugura l’evento con l’apertura dei vari punti espositivi; alle 18,30 Produzione in diretta de “sa cuffitura” ; alle 21, serata serata folkloristica in piazza.

Domenica 28 giugno:alle 10-apertura dei vari punti espositivi a cui segue, alle10:30, il“7° memorial “Pierpaolo Bandinu”organizzato dalla società “Corvi Orosei Rugby” e dalla società “ASD Nuoro Rugby” che si terrà nel campo sportivo comunale. Dalle11, punto espositivo di cosmesi naturale con creazione di cosmetici, saponi e cere a base di piante ed erbe officinali del nostro territorio. Di pomeriggio dalle 16 premiazione dei tre vincitori del concorso fotografico “nutrimenti” a cui segue alle 18 una dimostrazione in piazza di “Utilità e Difesa” con relative spiegazioni comportamentali dei cani a cura del “centro cinofilo Loculi. Alle 21 esibizione tenore “Santu Pretu” di Loculi e balli sardi in piazza accompagnati dall’ organetto diatonico di Lorenzo Chessa.

Durante i due giorni della manifestazione sarà aperta al pubblico la casa-museo “Sa Domo de sas Artes e de sos Mestieris”, dove sarà possibile ammirare:- la mostra fotografica permanente di Carlo Bavagnoli: “Sardegna 1959, L’ Africa in casa” nonchè la mostra “Pitzinnos de Baronia”, iniziativa dell’Archivio Fotografico Popolare, un progetto del Comune di Loculi di catalogazione e digitalizzazione degli album fotografici delle famiglie della Provincia di Nuoro. Inoltre la mostra dei costumi e gioielli tradizionali a cura del gruppo folk “Sa Defessa” di Loculi e quella presso la scuola dell’infanzia Nannaò.

-Marco Camedda-

PRESENTAZIONE MANIFESTAZIONE Primavera in Baronia 2015 a Loculi

“Un anno fa Loculi ha partecipato per la prima volta all’iniziativa promossa dall’Aspen “Primavera in baronia”, manifestazione che ha portato nel paese centinaia di visitatori e turisti. Vista la buona riuscita dell’edizione scorsa, anche quest’anno abbiamo deciso di aderire a questo importante progetto. Primavera in baronia per Loculi è una grande occasione per far conoscere il paese attraverso i lavori e i prodotti che le mani dei suoi cittadini offrono.

L’amministrazione di Loculi è dal mese di gennaio che lavora per questo importante evento, collaborando con tutti gli espositori che hanno deciso di partecipare e con le varie associazioni culturali e sportive presenti nel nostro territorio.

Quello che personalmente mi auguro è di riuscire a proporre due giornate ricche di eventi, accompagnate da un programma espositivo molto vasto che ci permetta di accogliere e ospitare tanti visitatori, perché Loculi è un piccolo paese, ma che ha già dimostrato sia nella scorsa edizione che in altre importanti manifestazioni di poter offrire tanto.

La speranza è che il nostro paese cresca a livello culturale e continui negli anni a farsi conoscere e apprezzare per le bellezze e le ricchezze che possiede.

Ringrazio tutti i cittadini di Loculi, tutti gli espositori, le associazioni culturali e sportive che operano a Loculi e tutti quelli che anche con un piccolo gesto hanno contribuito alla preparazione di questa manifestazione, augurando che questa si ripeta con allegria e entusiasmo negli anni a venire”.

Assessore cultura e turismo

Sonia Sanna

==============================

BREVE DESCRIZIONE DEL PAESE

  • AMBIENTE E TERRITORIO

Loculi è un piccolo paese in provincia di Nuoro, a pochi chilometri dalla costa orientale della Sardegna, nella piana solcata dal Sologo l’affluente del Cedrino, in un territorio principalmente collinare. La collocazione geografica è tale che, fin dai tempi più remoti, gli uomini lo scelsero per fissare qui le loro dimore, trovando in esso le condizioni migliori per vivere e per difendersi. La conformazione del luogo e la vicinanza al fronte costiero giustificano inoltre l’esistenza in questa zona del passaggio di numerose civiltà, come documentano le domos de janas, dette anche “Concheddas” situate in prossimità del paese. Nel territorio di Loculi sono presenti anche dei Nuraghi: quello di Caraocu (o Corricanu), quello di Preda Longa e quello di Survare.

  • STORIA

Sull’origine del nome del paese non ci sono dati precisi a disposizione: Loculi potrebbe derivare dal latino “Locus”, cioè piccolo luogo o centro; oppure dall’ italiano “loculo”, ricordando forse qualche famoso loculo funerario o qualche importante cimitero di cui non sono rimaste più tracce; altri ancora infine, pensano che possa derivare dal latino “lucus” che significa bosco sacro. In ogni caso, Loculi era un centro di modeste dimensioni e molto probabilmente vi era un centro fenicio-punico. All’inizio del X secolo, Loculi divenne uno dei quattro giudicati di Gallura, insieme a Galtellì, Irgoli e Onifai. Tra i secoli XV e XX sono state edificate nel territorio di Loculi 17 chiese, di queste purtroppo ne rimangono solo due: quella di San Pietro e quella della Madonna della Difesa.

  • CULTURA

Loculi è un paese molto attento alle tradizioni e alle attività culturali di tipo sportivo, come dimostrano l’impegno delle numerose associazioni che si dedicano alla cultura e alla promozione del paese. Le principali feste sono “Sa Defessa”, che si festeggia l’ultima domenica di agosto e “Santu Pretu”, patrono del paese che si festeggia il 18 Gennaio, inoltre non mancano mai i festeggiamenti in onore di Sant’ Antonio e i riti e le celebrazioni della Settimana Santa , nei quali assume un significato profondo la presenza della Confraternita di Santa Rughe (Santa Croce) che si costituì tra il 1725 ed il 1733.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Giorni 27/28 giugno 2015

sabato 27 giugno:

  • Ore 11:00 – Inaugurazione evento e apertura dei vari punti espositivi
  • Ore 18:30 – punto espositivo: dolci tipici sardi biscottificio G.L.M.F Monne -Produzione in diretta de “sa cuffitura”.
  • Ore 21:00 – serata folkloristica in piazza accompagnata da: Giovanni Magrini – voce, Tore Delussu – organetto,Tore Matzau – chitarra, Nicola Loi – trunfa

Domenica 28 giugno:

  • Ore 10:00 – apertura dei vari punti espositivi
  • Ore 10:30 – “7° memorial “Pierpaolo Bandinu”organizzata dalla società “Corvi Orosei Rugby” e dalla società “ASD Nuoro Rugby”" che si terrà nel campo sportivo comunale situato in via Don Asproni.
  • Ore 11:00 – punto espositivo: cosmesi naturale, creazione di cosmetici, saponi e cere a base di piante ed erbe officinali del nostro territorio.
  • Ore 16:00 – premiazione dei tre vincitori del concorso fotografico “nutrimenti”.
  • Ore 18:00 – dimostrazione in piazza di “utilità e difesa” con relative spiegazioni comportamentali dei cani a cura del “centro cinofilo Loculi.
  • Ore 21:00 – esibizione tenore “Santu Pretu” di Loculi e balli sardi in piazza accompagnati dall’ organetto diatonico di Lorenzo Chessa.

Durante tutta la manifestazione sarà aperta al pubblico la casa-museo

“Sa domo de sas artes e de sos mestieris”, dove sarà possibile ammirare:

  • - la mostra fotografica permanente di Carlo Bavagnoli: “Sardegna 1959, L’ Africa in casa”;
  • - la mostra “Pitzinnos de Baronia”, iniziativa dell’Archivio Fotografico Popolare, un progetto del Comune di Loculi di catalogazione e digitalizzazione degli album fotografici delle famiglie della Provincia di Nuoro.
  • - mostra dei costumi e gioielli tradizionali a cura del gruppo folk “Sa Defessa” di Loculi
  • - mostra c/o la scuola dell’infanzia Nannaò.

31 espositori di Loculi e non solo, esporranno i loro prodotti e le loro creazioni:

  • quadri e bigiotteria creativa, gioielli-biggiotteria, cuciti vari
  • torte in pasta di zucchero
  • prodotti di cosmesi naturale creati con erbe officinali della Sardegna
  • accessori e arredi per la casa, sculture varie
  • opere di decoupage, lavorazioni in sughero
  • salumi, pane, miele, dolci
  • prodotti lattiero – caseari
  • lavorazioni in pasta di mais
  • punti ristoro             

(DA: comunicato Comune di Loculi-18 giugno 2015)

Scuola Civica di Musica 2015

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Bitti comunica che sono aperte le iscrizioni, presso la Biblioteca Comunale entro e non oltre Mercoledì 8 Aprile, per il Corso di Chitarra 2015.

Il corso si svolgerà una volta alla settimana per un totale di 25 ore di lezione.

Per informazioni e costi

prego contattare la Biblioteca 0784\414405 – bibliobitti@tiscali.it nei giorni e negli orari di apertura del servizio.

(DA: comunicato Comune di Bitti-25 Marzo 2015)

OROSEI: IL "CINETRATRO PITAGORA"

DONNA SEMPRE, OLTRE L’8 MARZO…

Il teatro, la poesia, la musica.

E Lo Scrigno che si apre in Prima Assoluta…

Donne tutto l’anno. Donne –diremmo- “a 365…giorni”.

Questo (e non solo) è il messaggio che traspare dalla seconda edizione di “ EMMINAS S’ANIMU VERU” , a firma del Coro Femminile INTREMPAS.

La serata (ore 20, teatro di Orosei) sonderà, con delicatezza e forza all’unisono, gli aspetti più delicati dell’appartenere a un universo (quello femminile) che mai finisce di stupire, apparentemente sempre insondato e misterioso.

Si andrà dal reading di denuncia del linguaggio mediatico, soprattutto televisivo, nel quale la figura della donna è continuamente mercificata e strumentalizzata (voce Monica Corimbi, contrabbasso Pierluigi Manca), al “Senso della vita” di Salvatore Nanni; dal tema del Figlicidio (in scena Giovanna Orrù, Valentina Carta, Gina Carta e Andrea Menghini) alla poesia de Padre Luca Cubeddu, una serenata a Boche e Ballu (Ballu Brincu ).

 

Su tutto, la pérformance del Coro Intrempas, diretto da Giacomina Nanni che- tra gli altri- eseguirà in Prima Mondiale l’opera “Lo Scrigno” di Marcos Vinicius (ospite d’onore presente in sala), brano dedicato proprio al gruppo femminile vocale sardo, conosciuto durante una passata edizione del Festival Internazionale CHORUS INSIDE nell’ambito del quale il Coro Intrempas si distinse per interpretazione e talento. La musica de “Lo Scrigno” (titolo di Anita Madaluni) ha ispirato uno dei più originali e conosciuti poeti sardi, Salvatore Nanni, che ne ha composto il testo.

La serata vedrà la consegna ,da parte di Anita Madaluni, vicepresidente di “Senza Veli Sulla Lingua”, dell’incarico ufficiale per il Coro Intrempas a rappresentare, in Sardegna, questa no-profit internazionale che si batte contro abusi e discriminazioni di genere, nel rispetto di ideologie, religioni, etnie differenti.

(DA: comunicato e foto  Coro Intrempas-Marzo 2015)

“SOS CANTORES DE GARTEDDI”

AD ADRIA (RO)

Sabato 13 e domenica 14 dicembre 

l’evento “Adria borgo autentico nelle terre dei grandi fiumi organizzata dal Comune di Adria in collaborazione con Borghi Autentici d’Italia ove si sono radunate associazioni culturali ed espositori commerciali provenienti dall’Emilia Romagna, Puglia, Umbria, Abruzzo, Basilicata e Sardegna.

Il ruolo di rappresentanti della Cultura sarda nel comune del Polesine è spettato a “Sos Cantores de Garteddi” i quali, nella 2 giorni appena trascorsa, accompagnati dal Sindaco Giovanni Santo Porcu, hanno presentato a un pubblico competente le esclusive melodie dei canti Sacri di tradizione orale galtellinese, spiegandone le origini, il significato e l’opera di studio dietro l’esecuzione dei brani proposti.

Il lavoro che svolgiamo da 23 anni -afferma un componente del Coro- trova nuove conferme e stimoli dall’interesse dei numerosi rappresentanti delle associazioni culturali intervenute, i quali si sono dimostrati affascinati e incuriositi dalla peculiarità del repertorio canoro proposto. E’ per noi un grande risultato riuscire a far comprendere in modo semplice il lungo lavoro di ricerca, valorizzazione e trasmissione che abbiamo compiuto in questi anni. Conoscenza resa possibile in Sardegna e in Italia anche grazie al presidente del B.A.I. Tour Renzo Soro, il quale da diversi anni ha scelto di scommettere sulla possibilità di divulgare un repertorio così esclusivo ed identitario”.

“Per il futuro- conclude -ci auguriamo la possibilità di continuare nella nostra opera di divulgazione della cultura orale Sacra galtellinese e nel mantenimento e radicamento della stessa all’interno della nostra comunità.

(DA: comunicato Associazione Sos Cantores de Garteddi”-20 Dicembre 2014)

Tutto pronto a Silanus in vista

del Concerto di Natale

in programma per il 27 dicembre.

La manifestazione canora, organizzata dal Coro Polifonico, si svolgerà alle 19 nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate gentilmente messa a disposizione dal parroco don Giovanni Chirra.

La rassegna prevede l’esibizione del “Coro Gospel Black Swans” di Galtellì, del coro maschile ‘”Donu Reale” di Buddusò e del Coro Polifonico di Silanus. I sodalizi, diretti rispettivamente dai maestri Grazia Miscera, Mauro Lisei e Cinzia Falchi, si esibiranno con brani della tradizione natalizia e con pezzi dei loro repertori canori.

Grande curiosità per assistere alle esibizioni dei cori ospiti che sono stati costituiti di recente: il gruppo di Galtellì ha poco meno di un anno di attività mentre il coro di Buddusò è nato nel 2008.

Decisamente più longevo il gruppo di casa, presieduto da Marco Cherchi, che è stato fondato nel 1996. Nell’allestimento della rassegna canora di fine anno hanno collaborato l’amministrazione comunale, la parrocchia di Sant’Antonio Abate, la provincia di Nuoro, la Regione e l’associazione nazionale dei Borghi autentici d’Italia.

Una iniziativa destinata ad attirare le attenzioni di un pubblico numeroso.

L’ingresso è gratuito.

(DA: La Nuova Sardegna-t.c.-19 Dicembre 2014)-foto da internet

CONCERTO DI NATALE

Oggi, venerdì 19 alle 20.30

Natale in musica con gli allievi della Scuola Civica di Musica “Antonietta Chironi”, impegnati nel Concerto di Natale che avrà luogo venerdì 19 alle 20.30 presso la Cattedrale “S. Maria della Neve”.

L’iniziativa cade in un momento molto delicato per la Scuola, impegnata assieme alle altre scuole civiche sarde in una difficile lotta per il ripristino dei finanziamenti regionali.

Queste incertezze, che comportano notevoli difficoltà di programmazione non hanno tolto agli allievi e ai docenti della scuola la voglia di essere sempre e comunque propositivi, cercando di consolidare il rapporto con il pubblico cittadino, intensificatosi negli ultimi anni con un vasto ventaglio di iniziative.

Nello spirito di apertura a tutti i generi musicali, che caratterizza l’orientamento della Scuola Civica di Nuoro, anche questo concerto abbraccia vari generi musicali, con la consapevolezza che le vecchie distinzioni fra “classica”, “leggera”, “jazz” o “popolare”, siano da considerarsi superate se la musica è affidata ad interpreti di talento e ben preparati.

Quindi, se lo scorso anno il Concerto di Natale ha visto come assoluti protagonisti gli allievi dei Corsi Ordinari, quest’anno il primo piano sarà per gli iscritti ai corsi di Musica Moderna, preparati dai docenti Lorenzo Sabattini (basso elettrico), Luca Deriu (batteria, )Paolo Flumini e Betty Uscidda (canto), Antonello Cossu e Franco Persico (chitarra).

I brani in programma sono:

Walking in a Winter Wonderland, Please come home for Christmas, Christmas time is here, The Christmas song, So this is Christmas, So this eyes on the sparrow, Silent night e Happy Day.

Molte di queste celebri canzoni sono state riarrangiate per l’occasione dai docenti, che hanno seguito le prove nel corso di questi primi mesi di lezione.

La serata sarà aperta da due gruppi cameristici della classe di Musica d’Insieme del prof. Fortunato Casu, impegnati in un Concerto di Vivaldi e nella Pastorale dal Concerto Grosso per la Notte di Natale di Corelli, mentre nel corso del concerto si esibirà anche un allievo della classe di Organetto sardo del prof. Carlo Boeddu, che eseguirà Tu scendi dalle stelle e Su Ninnieddu.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-18 Dicembre 2014)

CONCERTO DI NATALE

(Scuola Civica di Musica “A. Chironi”)

Chiesa Santa Maria della Neve

Esibizione degli Allievi della Scuola Civica di Musica “A. Chironi” con la partecipazione del Coro “Jesus Christ Soul Gospel”.

(DA: sito istituzionale Comune di Nuoro)

in programma

Sabato 13 dicembre 2014 – ore 18.45

al Cinema Ariston

CONCERTO  degli  HumaniorA

“Da De André alle Città invisibili”

con la partecipazione di Silvia Sanna,

autrice di “Fabrizio De André: storie, memorie ed echi letterari”

INGRESSO LIBERO

Siete inviatati a partecipare.

(DA: comunicato del Comune di Bitti-11 Dicembre 2014)

Sabato 6 Dicembre 2014-ore 18,00

“VOCHES DE ERIS, ARMONIAS DE CRAS”

“Voci di ieri, Armonie di domani”

Gentilissimo paesano,

inviamo la presente chiedendoti la cortesia di pubblicare sul tuo blog, l’evento in oggetto indicato e organizzato dall’Associazione Voches ‘e Ammentos de Garteddi e che avrà luogo sabato 6 Dicembre nella Parrocchia del SS.Crocifisso  dalle 0re 18,00 (appena dopo la messa).

Partecipano:

  • Prof. ANDREA DEPLANO – Saggista, linguista ed esperto di canto a tenore

“S’impòrtu de s’ammentu po sos venitores”

  • Prof. FABRIZIO MARCHIONNI – Professore presso il Conservatorio “P. da Palestrina” di Cagliari

“Laudate Deum cum chordis ( …et organo)”

  • I ragazzi del TENORE DI GALTELLI

  • I ragazzi del TENORE DI OROSEI

Coordina:

MARTINO CORIMBI

“Nel corso del convegno saranno poste all’ascolto dei partecipanti le registrazioni di canto polivocale, effettuate da una troupe della RAI, guidata dal noto giornalista Giorgio Nataletti, il 29 marzo 1959 a Galtellì.

Importante appuntamento musicale dove alcuni avranno modo di ricordare e molti, attraverso l’ascolto, conosceranno e comprenderanno lo stato della tradizione canoro popolare di Galtellì fissata al 1959.

Un incontro in “armonia” per conoscere e valorizzare tutti insieme la nostra identità, raccontata attraverso le voci di alcuni galtellinesi di allora che narrano la storia.

Andrea Deplano e Fabrizio Marchionni, guidati da Martino Corimbi, ci porteranno in questa dimensione…, illustrandoci il contenuto delle registrazioni e l’evoluzione musicale e canora sviluppata da quella data sino ad oggi.

Speriamo in una tua partecipazione, Grazie

Giovanni Vacca”

(DA: comunicato dell’Associazione Culturale Voches ‘e Ammentos di Galtellì-2 Dicembre 2014)

UNA MIA NOTA:

Un importante incontro nel mio paese natio  a cui non mancherò di intervenire oltretutto incuriosito anche da queste registrazioni del 29 Marzo 1959 eseguite dalla troupe Rai e che ci daranno sicuramente un’ascolto  del canto a tenore della tradizione dei nostri anziani con le sue radici identitarie senza contaminazioni  e quindi pure.

Marco Camedda

Grande successo

per Paolo Fresu

al Festival Jazz di Belgrado

Grande successo a Belgrado per Paolo Fresu e il suo gruppo, esibitisi in un applauditissimo concerto al Jazz Festival della capitale serba giunto quest’anno alla trentesima edizione.

Promossa e organizzata dall’Istituto italiano di cultura di Belgrado, nell’ambito del semestre di presidenza italiana del Consiglio Ue, l’esibizione di Paolo Fresu e del suo Quintetto ha assunto un valore particolare dal momento che i cinque musicisti hanno festeggiato i loro trent’anni di attività in coincidenza con la trentesima edizione del Festival.

Per celebrare la ricorrenza il Quintetto ha inciso di recente !30!, un album di composizioni originali.

Al concerto di Belgrado, svoltosi nella sede del Dom Omladine, il gruppo di Paolo Fresu ha presentato nuove composizioni, insieme ai brani più significativi della sua vasta produzione musicale, in un riuscito concerto, ricco di energia e intensità espressiva, e nel quale i musicisti sul palco hanno a più riprese dialogato con il numeroso pubblico entusiasta.

Paolo Fresu, diplomato in tromba al conservatorio di Cagliari nel 1984, ha ottenuto significativi riconoscimenti in Italia e altri Paesi e ha suonato con i jazzisti più rinomati della scena internazionale, da Enrico Rava a Giorgio Gaslini, da John Zorn a Gil Evans, Toots Thielemans, Carla Bley e molti altri.

Interessato alla sperimentazione e ad altri generi musicali, ha partecipato ad incisioni di importanti esponenti della musica leggera italiana quali Alice, Ornella Vanoni, Stadio, Negramaro.

(DA:L’Unione Sarda.it -28 Ottobre 2014)

 

I FINALISTI DEL  

“PREMIO ANDREA PARODI”, 

L’UNICO CONCORSO ITALIANO DI WORLD MUSIC

FINALE DAL 9 ALL’11 OTTOBRE A CAGLIARI

Si avvicinano le date di un festival unico nel suo genere, il “Premio Andrea Parodi”, il solo concorso di world music in Italia, che è in programma dal 9 all’11 ottobre a Cagliari al Teatro Auditorium Comunale, con la direzione artistica di Elena Ledda.

Per la 7a edizione

la giuria istituita dalla Fondazione Andrea Parodi ha selezionato dieci artisti, provenienti da ogni parte d’Italia. Sono:

  • Amemanera (brano: Sensa la lun-a, piemontese)
  • Alessio Bondì (Rimmilu ru’ voti, siciliano)
  • Floriana Cangiano (Olor a lluna, catalano)
  • Lou di Franco (Bentu, sardo)
  • Serena Finatti (Bes di Diu, friulano)
  • Leo Miglioranza (Ndemo xente, veneto)
  • Tamuna (Ciuscia, siciliano)
  • Tramas (Scida!, sardo)
  • Elisabetta Usai & Ergot Project (Le miel de vie, sardo-francese)
  • Lino Volpe (So’ stat’ io, napoletano) 

Le serate, che saranno presentate da Gianmaurizio Foderaro di RadioRai, conteranno anche su importanti ospiti.

La manifestazione si terrà quindi in prossimità dell’8° anniversario della scomparsa di Andrea Parodi (17 ottobre 2006), un grande artista passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Il Museo multimediale a lui dedicato è aperto a Villanova Monteleone (SS) tutti i giorni tranne il lunedì, a Sa Domo Manna.

Le precedenti edizioni del Premio Andrea Parodi sono state vinte nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

La Fondazione è sostenuta dalla Regione Autonoma della Sardegna e dalla Provincia di Sassari; la manifestazione è realizzata grazie al contributo del Comune di Cagliari, dei Partecipanti Aderenti e degli sponsor: Peugeot di Mario Seruis, Consorzio Cagliari Centro Storico presieduto da Gianluca Mureddu, Cantina Locci-Zuddas.

I partner del Premio sono invece l’“European jazz expo” di Cagliari, Folkest, il Negro Festival, il Premio Bianca d’Aponte e la Federazione degli Autori. 

Per maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

(DA: comunicato Fondazione Andrea Parodi-15 Settembre 2014) 

 Innovazione e tradizione al MAN

Mercoledì 27 agosto – ore 19,00

Il Museo MAN, in occasione dei Seminari Jazz di Nuoro, vi invita al secondo appuntamento di Luigi Lai. Il grande maestro delle launeddas, dopo la masterclass aperta al pubblico del 25 luglio, si esibirà in concerto nelle sale del museo, creando così un’incontro virtuale con Maria Lai e le sue opere esposte nella mostra “Ricucire il mondo. Dagli anni Ottanta al Duemila“. 

Luigi Lai intraprende lo studio delle launeddas fin dall’età di 7 anni, dimostrando talento artistico, ed acquisendo la tecnica esecutiva sotto la guida dei grandi maestri, ora scomparsi, Efisio Melis e Antonio Lara. Si trasferisce in Svizzera dove matura la propria cultura musicale frequentando l’Accademia Musicale di Zurigo, studiando anche altri strumenti come le tastiere ed il sassofono. Con grande passione e costante impegno ha acquisito quella sicura tecnica di esecuzione che unitamente alla sua personale sensibilità artistica fanno oggi di lui il più famoso ed apprezzato musicista delle launeddas.

Partecipa a numerose manifestazioni musicali internazionali in Europa, in America, in Medio Oriente, fino al Giappone.

Ha collaborato con numerosi interpreti della musica popolare sarda, come i Tenores “Remunnu e Locu”di Bitti o i Tenores di Neoneli; ha proposto interessanti confronti tra la musica delle launeddas e diverse espressioni musicali, dalla musica leggera al jazz, collaborando con artisti di fama nazionale ed internazionale (come ad esempio Angelo Branduardi, Paolo Fresu, Enrico Rava, Tullio DePiscopo, Enzo Avitabile, e tanti altri).

Di recente ha esplorato le sonorità create con l’elaborazione elettronica della musica delle launeddas, ed è arrivato a proporre un ruolo fondamentale del suo strumento nella musica da camera in chiave contemporanea, anche riscoprendo brani di estrazione classica adattabili alle launeddas.

Ha prodotto diverse incisioni discografiche, sia in collaborazione con altri artisti, che come solista, fra cui di notevole qualità artistica si ricordano “Is Launeddas” (Vol. 1° e Vol. 2°) del 1985, “Canne in Armonia” del 1997 e “S’arreppiccu” del 2003. Ha pubblicato il manuale “Metodo per le launeddas” in due lingue (italiano e inglese), opera didattica unica nel suo genere, che si propone l’obiettivo di raggiungere ovunque i tantissimi interessati all’apprendimento delle fondamentali tecniche di questo caratteristico strumento.

(DA: comunicato Museo d’Arte MAN-26 Agosto 2014)

Giovedì 28 Agosto 2014 alle ore 19.00

presentazione del libro

“Il Dio che sta ad Auschwitz-Sonata di Viaggio “

di Natalino Piras in programma a Bitti  in P.zza Pittalis – Museo Multimediale del Canto a Tenore.

Siete invitati a partecipare.

(DA: comunicato Comune di Bitti-25 Agosto 2014)

Domani: Venerdi 22 agosto 2014 – ore 18

Presentazione del libro

BAM, IL JAZZ OGGI A NEW YORK

con l’autore Nicola Gaeta

e i musicisti di Nuoro Jazz

Con interviste ai più importanti musicisti che operano a New York e schede dei maggiori jazz-club della Big Apple, questo libro guida il lettore fra le strade di una città in perenne mutamento, in un viaggio che è possibile intraprendere anche restando comodamente seduti, alla ricerca del significato del termine BAM (Black American Music) con cui molti artisti afroamericani stanno ridefinendo la loro musica, per distinguerla dal mainstream.

Nicola Gaeta, medico, critico musicale, conduttore radiofonico, ha maturato una lunga esperienza da deejay nei club e nelle radio tra gli anni Settanta e i Novanta. Collaboratore di testate quotidiane e specializzate, tra le quali il «Corriere del Mezzogiorno», «Jazz Magazine» e «Musica Jazz», è stato inviato presso i più importanti festival nazionali e internazionali, da Roccella Jonica a Umbria Jazz, dal Montreux Jazz Festival al North Sea Jazz Festival.

È autore di Una preghiera tra due bicchieri di ginIl jazz italiano si racconta. Attualmente collabora con «Musica Jazz» dove scrive per una rubrica che si chiama Groove.

(DA: comunicato Museo MAN Nuoro-21 Agosto 2014)

L’amministrazione comunale comunica che nel sito internet istituzionale all’indirizzo www.comune.nuoro.it sono pubblicati:

  • l’elenco dei gruppi folk e dei cavalieri invitati a partecipare alla Sfilata dei costumi tradizionali in programma a Nuoro il 24 agosto 2014 in occasione della 114a edizione della Sagra del Redentore;
  • l’elenco dei gruppi che si esibiranno nel percorso della sfilata, di fronte alla tribuna davanti alla Chiesa de Le Grazie;
  • l’elenco dei gruppi che si esibiranno la sera durante il Festival Regionale del Folklore nella Piazza Vittorio Emanuele;
  • l’elenco degli istituti scolastici cittadini messi a disposizione dei figuranti per il cambio d’abito;
  • i nominativi e i recapiti dei referenti organizzativi della sfilata;
  • il vademecum con i dettagli logistici della sfilata;

Eventuali informazioni

potranno essere richieste all’Ufficio Turismo del Comune di Nuoro, dr.ssa Stefania Pinna tel. 0784/216798e-mail: turismo@comune.nuoro.it

(DA: comunicato Comune di Nuoro-12 Agosto 2014)

STASERA 8 AGOSTO DALLE ORE 20,00

nel Cortile del Santuario di Sant’Antonio.

L’intrattenimento musicale sarà assicurato dal Coro Urisè, il Tenore Osana, da Francesco Demontis e dal Gruppo Folk Santu Jacu.

Assaggiate con noi il più famoso

piatto della tradizione sarda!

(DA; comunicato “Leva 85″ Orosei – 5 Agosto 2014)

Avvisi Riunioni gruppi folk e cavalieri

(DA: comunicato Comune di Nuoro-7 Agosto 2014)

ENTE MUSICALE NUORO

-NUORO JAZZ -

il calendario definitivo dei concerti

corsi sulle launeddas -

Si allega il Calendario dei concerti e delle manifestazioni abbinate alla XXVI edizione dei Seminari Internazionali Nuoro Jazz.

I grandissimi nomi del jazz tornano anche quest’anno a Nuoro, dal leggendario Dave Holland, al quintetto di Paolo Fresu, a Dado Moroni e Robert Bonisolo, Edmar Castaneda, sino all’anteprima assoluta di due documentari sul jazz ed al tradizionale grande concerto finale con tutti i docenti e gli allievi dei corsi, in un ricchissimo programma che dal 20 al 30 agosto oltre a Nuoro coinvolgerà Orosei, Bono, Posada, Onanì e Oliena.

Sono sempre aperte le iscrizioni alla masterclass sulle launeddas, tenuta da Luigi Lai, il più grande suonatore di alunedda della storia, un’occasione unica per avvicinarsi a questo straordinario strumento, dal 25 al 30 agosto – http://www.entemusicalenuoro.it/JAZZ%202014/Seminari%202014_Masterclass_Lai.html -

Si ricordia anche che sino al 7 agosto è possibile iscriversi ai corsi strumentali e teorici, dopo quella data saranno accettate solo le iscrizioni nelle classi che non hanno ancora raggiunto il numero massimo di iscritti. Allegata la scheda d’iscrizione.

Per maggiori informazioni:

www.entemusicalenuoro.it - tel. 0784 36156 -

info@entemusicalenuoro.it

(DA: comunicato Ente Musicale Nuoro-1 Agosto 2014)

Numeri in crescita per il complesso nuragico

e per il museo della civiltà contadina

«Dopo due anni, il 2011 e il 2012, di calo generale di visitatori, nel 2013 abbiamo assistito ad un graduale ma costante trend di crescita, interrotto solamente negli ultimi mesi dell’anno a causa dei disagi causati dal ciclone Cleopatra».

Snocciolano numeri confortanti i soci della Cooperativa Istelai di Bitti, costituita nel 1999 e che dal 2001 opera nella gestione integrata dei sistemi archeo-museali.

Nove ragazzi, di cui sei donne (un archeologo, sei guide e due manutentori) che con 260 ore settimanali, tra tempo pieno e part time, gestiscono il sito archeologico di Romanzesu, il museo della Civiltà Contadina -gestito anche a titolo di volontariato dal 2001 al 2004- e quello multimediale del Canto a Tenore dal 2005.

Tra il complesso nuragico e i due musei circa 10 mila visitatori all’anno, che costituiscono un prezioso introito non solo per il Comune di Bitti e la Cooperativa Istelai, ma anche per l’intero indotto che ci si sviluppa intorno.

«Prestiamo molta attenzione nella pianificazione del nostro lavoro a valorizzare e includere nei pacchetti turistici anche le eccellenze locali – affermano i soci della cooperativa – dall’artigianato alla produzione alimentare, in un ottica di ampliamento del turismo eno-gastronomico, un settore dove la domanda è in forte, costante crescita».

La società cooperativa, finanziata con contributi triennali dall’assessorato regionale ai Beni culturali, porta avanti inoltre da alcuni anni una serie di studi e attività per la salvaguardia e il recupero delle tradizioni culturali di Bitti, per la valorizzazione del suo patrimonio naturalistico, storico e religioso. Organizza, con particolare attenzione alle istituzioni scolastiche, pacchetti turistici durante i quali si possono visitare, accompagnati da personale altamente qualificato.

Degno d’interesse e curiosità è anche il percorso religioso, che si snoda attraverso la visita guidata nelle chiese paesane e campestri. Bitti è uno dei paesi più ricchi di edifici di culto e santuari della Sardegna; nei secoli ne sono stati edificati ben trentacinque.

Ancora, richiama l’attenzione dei turisti il percorso artigianale, dove è possibile visitare le varie botteghe e laboratori, ceramica, ferro battuto, legno, tessitura.

(DA: La Nuova Sardegna-Paqujto Farina-7 Luglio 2014)