Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Classica

  Linda Hedlund e Roberto Issoglio interpretano

Mercoledì 9 aprile

le grandi Sonate per violino e pianoforte

il nuovo appuntamento della Stagione Classica dell’Ente Musicale

di Nuoro che continua il suo percorso con i più apprezzati interpreti da tutta Europa

Dopo la grande “piano maratona” con tre ottimi pianisti europei, la Stagione Classica dell’Ente Musicale di Nuoro continua a confermare il suo respiro internazionale con l’appuntamento di domani, mercoledì 9 aprile: “Le grandi sonate per violino e pianoforte“, in programma alle 20:30 all’Auditorium dell’ISRE, sono al centro della performance di Linda Hedlund, che da tempo incanta i teatri europei con il suo violino, e del pianista Roberto Issoglio, che ritorna sul palco della rassegna dopo essere stato protagonista di una delle passate edizioni. Il programma della serata propone sonate di Mozart, Beethoven e Franck, con un viaggio attraverso le innumerevoli sfumature che questi compositori hanno saputo creare dall’intreccio dei due strumenti.

Linda Hedlund è una fuoriclasse del violino: dopo avere iniziato da giovanissima a Mosca – per poi diplomarsi a Vienna – ha continuato il suo percorso lungo mezza Europa senza mai fermarsi. Dalla Finlandia al Giappone, la violinista ha sempre trovato un riscontro molto positivo alle sue esecuzioni e interpretazioni. Con il successo sono arrivati altri traguardi: la fondazione di un festival in Finlandia, l’incisione di dischi (uno dei quali è dedicato proprio alle sonate, in cui duetta con il pianista Oliver Kern) e una intensa carriera accademica che la vede spesso insegnare negli Stati Uniti.

Più legato all’Europa, Roberto Issoglio è un pianista conosciuto soprattutto per la sua solida conoscenza della produzione mozartiana, tanto che dal 2010 è anche presidente della Associazione Mozart Italia. Tra le tante esperienze in Italia e all’estero, Issoglio ha auto modo di condividere il palco anche con Bruno Canino (che lo ha guidato in una parte dei suoi studi) e con i gruppi da camera dei Berliner Philarmoniker.

La serata organizzata dall’Ente Musicale di Nuoro sarà un’ottima occasione per ascoltare da vicino due musicisti così apprezzati e sensibili alle prese con un repertorio di cui sono entrambi cultori e appassionati. E altre arriveranno nelle prossime settimane: il 16 aprile la rassegna proporrà un recital pianistico, questa volta affidato a Cinzia Bartoli, e il 9 maggio presenterà al pubblico nuorese “Un insolito duo” formato dal chitarrista Domenico del Giudice e dal grande clarinettista Gabriele Mirabassi, in una performance che riserverà molte sorprese.

La Stagione Classica dell’Ente Musicale di Nuoro è organizzata con il contributo del Mibac, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna, del Comune di Nuoro e in collaborazione con l’Istituto Superiore Regionale Etnografico. Gli abbonamenti per l’intera Stagione Primaverile sono in vendita a 40 euro (ridotto: 15 euro), mentre i biglietti per i singoli appuntamenti sono disponibili a 8 euro (ridotto: 5 euro).

LINDA HEDLUND – violino
Ha ricevuto le prime lezioni di violino a 5 anni. Ha ricevuto una borsa di studio presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca con il prof. S. Kravtchenko e ha continuato gli studi all’Università di Musica e Performing Arts di Vienna con il prof. R. Küchl. Ha studiato a Berlino (Hochschule der Künste) con il prof. U. M. Haiberg e partecipato a corsi di perfezionamento con Mi- Kyung Lee, E. Wolf, M. Kopelman (Borodin Quartet), G. Pichler (Quartetto Alban Berg),  N. Erlich, Y. Kless e S. Mintz. Ha studiato musica da camera di Vienna con J. Meissl (Artis Quartet). Nel 2002 si è laureata a Vienna (Università di Musica e Spettacolo) guadagnando la laurea in violino alla Sibelius-Academy, dove ha lavorato come assistente universitario durante gli studi. Il suo lavoro accademico è stato generosamente sostenuto dalla AO, la fondazione Victoria e la società svedese di letteratura in Finlandia. Ha avuto successo in vari concorsi e ha lavorato come primo violino con il Pacific Music Festival in Giappone, con Michael Tilson Thomas e con la Tapiola Sinfonietta. E’ apparsa come solista con la Sinfonia da Camera Finlandia, l’Orchestra da Camera austriaca e vari progetti discografici. Linda ha collaborato con i solisti della Filarmonica di Vienna, il violoncellista S. Isserlis e il pianista O. Kern per la musica da camera. Ha inoltre suonato con alcuni cantanti illustri come K. Mattila e C. Nylund, e ha lavorato come solista sotto la guida dei direttori A. M. Helsing, M. Murdvee, N. Aghakhani, K. Rautawaara, Y. Poijärvi, E. Heikkilä, S. Rohani, M. Colasanti e R. Gokmen. Si è esibita con successo come solista e musicista da camera in prestigiosi festival: Festival di Helsinki (Finlandia), Musica Nova (Helsinki), Grafenegg Festival (Austria), Honart Festival Konzerthaus di Vienna e alla Carnegie Hall di New York.  Ha fondato il Emäsalo Music Festival nel 2007 nel sud della Finlandia. Nel suo CD di debutto (etichetta: Fuga) nel 2008 ha collaborato con il pianista O. Kern nell’esecuzione delle sonate di Franck, Saint-Saëns e Debussy. Un altro CD (con il chitarrista O. Tolonen) è stato pubblicato nel 2011 da Classic Concert Music Group di Salisburgo. Linda Hedlund ha anche continuato la carriera accademica negli Stati Uniti, come visiting lecturer presso l’Università di Hawaii e insegna in corsi di perfezionamento in USA e Asia.

ROBERTO ISSOGLIO – pianoforte
A Torino ha intrapreso gli studi di Pianoforte, proseguiti in Germania con Roland Pröll all’Ibach Akademie di Schwelm. Formazione e perfezionamento si sono completati con Maria Gachet e Bruno Canino. Ha frequentato corsi con Pavel Gililov e Peter Lang (Mozarteum Salzburg). Si è diplomato in pianoforte e ha conseguito la laurea specialistica ad indirizzo concertistico con lode. Ha conseguito il diploma accademico in Didattica del pianoforte. Svolge attività concertistica sia da solista sia con varie formazioni cameristiche nazionali ed internazionali; si è distinto in concorsi musicali ottenendo molti primi premi. Nel 2002 ha suonato con musicisti della BBC Orchestra e della London Philharmonic Orchestra. Dal 2009 suona con i gruppi da camera dei Berliner Philharmoniker. Più volte invitato da varie orchestre come solista, ha ottenuto consenso da parte della critica che lo ha indicato come un talento per la sua sensibilità interpretativa mozartiana e come eccellente strumentista di solida preparazione. Ha al suo attivo molte registrazioni di musica da camera trasmesse da emittenti radiofoniche tedesche. Dal 2004 ad oggi è stato invitato più volte a Londra presso “St. Martin in the Fields”. Ha tenuto corsi di perfezionamento in duo pianistico ed in duo flauto e pianoforte. Nello scorso settembre ha suonato il concerto per due pianoforti ed orchestra di Mozart in duo con Bruno Canino e la Bayerische Philharmonie di München. Roberto Issoglio è direttore artistico dei Corsi di perfezionamento di musica da camera del Festival di Pasqua di Cervo (IM) e dal 2010 è presidente della dell’Ass. Mozart Italia (sede di Torino).


STAGIONE CLASSICA 2014 – ENTE MUSICALE DI NUORO

PROGRAMMA

7 marzo, Teatro Eliseo
Gordana Josifova (Macedonia) oboe
Nugoro Chamber Orchestra
Dir. Maurizio Moretti

14 marzo, Auditorium ISRE
Grandi solisti internazionali
Luc Tooten (Belgio) violoncello
Stefan de May (Belgio) pianoforte

4 aprile 2014, Teatro Eliseo
International Piano Maratona
Tre pianisti internazionali in recital a confronto
tra Francia, Germania e Italia
Gerard Gasparian (Francia/Armenia)
Martin Munch (Germania)
Flavio Peconio (Italia)

9 aprile, Auditorium ISRE
Le grandi sonate per violino e pianoforte
Linda Hedlund (Finlandia) violino
Roberto Issoglio (Italia) pianoforte

16 aprile, Auditorium ISRE
Piano Recital
Cinzia Bartoli (Italia) piano

9 maggio, Auditorium ISRE
Un insolito duo
Domenico del Giudice (Italia) chitarra
Gabriele Mirabassi (Italia) clarinetto

10 maggio, Auditorium ISRE
I musicisti di Nuoro Jazz
con Gabriele Mirabassi

16 maggio, Auditorium ISRE
Aria di Spagna
Juan Francisco Lago  (Spagna) pianoforte
Belen Navarro (Spagna) pianoforte

30 maggio, Auditorium ISRE
Sound Track, le colonne sonore del grande cinema internazionale
Trio Calliope
Cristina Monti (Italia) piano
Gianmarco Solarolo (Italia) oboe
Alfredo Pedretti (Italia) corno

Giugno (data da destinarsi)
La canzone francese del Novecento
Gianluca Belfiori Doro (Italia) contraltista
Maurizio Moretti (Italia) pianoforte


Ente Musicale di Nuoro
Via Convento 12 -08100 – Nuoro
Tel: 0784 36156 – Fax: 1782261958
www.entemusicalenuoro.it
info@entemusicalenuoro.it

(DA: comunicato Ente Musicale di Nuoro-8 aprile 2014)


ente musicale nuoro
con il concerto-evento della “International Liszt Night”

Mercoledì 19 ottobre alle 19.45,  l’appuntamento più atteso per la Stagione Autunnale dell’Ente Musicale di Nuoro con i tre vincitori dei più importanti concorsi pianistici mondiali dedicati a Liszt.

franz lisztArrivano dal Giappone, dall’Ungheria e dal Regno Unito. Sono i tre giovani pianisti che si esibiranno a Nuoro, mercoledì 19 ottobre, alle 19.45, in occasione della “International Liszt Night“, la tournée internazionale con cui viene celebrato il bicenterario del grande musicista ungherese. In comune hanno il talento e la vittoria in tre dei più importanti concorsi mondiali dedicati a Franz Liszt, oltre alla partecipazione a un vero e proprio concerto-evento nel capoluogo barbaricino per la Stagione Classica Autunnale dell’Ente Musicale di Nuoro.

I tre pianisti saranno impegnati sul palco dell’Auditorium del Museo Etnografico per quaranta minuti ciascuno. Sono l’ungherese Gabor Farkas, il giapponese Masataka Goto e l’inglese Alexander Ullman, rispettivamente vincitori del primo premio nel Concorso di Weimar, di Utrecht e di Budapest. Tre giovani interpreti che si sono già confrontati con concorrenti di tutto il mondo e che dopo questo traguardo potrebbero essere destinati a diventare pianisti di prima grandezza.

Continua così la celebrazione del bicentenario dalla nascita di Liszt, il grande compositore a cui quest’anno è dedicata l’intera Stagione Classica. L’appuntamento di mercoledì non è solo un’occasione per ascoltare tre ottimi pianisti della nuova generazione. In questa venticinquesima edizione della rassegna, l’Ente Musicale diventa parte di un evento di portata internazionale. In un calendario come quello della “Liszt Night“, che tocca sedici grandi città del mondo, la tappa nuorese del concerto è la seconda in assoluto, subito dopo Venezia e prima di Roma, Pechino, Shangai Budapest e Weimar, tra le altre. Una sorta di riconoscimento sia per la diffusione della musica classica in Sardegna, sia per lo spazio dato ai giovani talenti.

La Stagione Classica è supportata dal contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna e dalla collaborazione con l’Istituto Superiore Regionale Etnografico.

(Da: Comunicato dell’Ente Musicale di Nuoro-16 ott 2011)

loghi 2011Chopin suonato sul pianoforte di Chopin

A Nuoro una rara esecuzione integrale degli studi del compositore

Venerdì la Stagione Classica chiude con il recital di Gian Maria Bonino su uno strumento storico e l’Ente Musicale di Nuoro è già al lavoro per il concerto stellare della “European Liszt Night”

Con “Il piano di Chopin” si chiude venerdì 27 maggio la Stagione Concertistica Classica di Primavera organizzata dall’Ente Musicale di Nuoro. A dare l’arrivederci alla serie di concerti ci sarà Gian Maria Bonino con un recital che propone, su un pianoforte storico, l’integrale degli studi di Chopin nell’Auditorium dell’Isre alle 20:30 . Un’occasione quasi unica per sentire, nella stessa sera, un repertorio che solo in pochissime occasioni viene eseguito in maniera completa.

gian-maria-bonino-con-pianoDopo i più brillanti artisti europei, i giovani talenti italiani e un grande nome del teatro nazionale come Ugo Pagliai, la rassegna dell’Ente Musicale, diretta ancora una volta da Maurizio Moretti, arriva così all’ultimo appuntamento con un ottimo professionista del pianoforte: fin dal diploma negli anni Ottanta, Bonino ha tenuto concerti in tutta Europa e oggi suona anche con i Virtuosen dei Berliner Philarmoniker, oltre ad essere richiesto per esibizioni negli Stati Uniti sia come solista che in formazioni cameristiche. La chicca del concerto, poi, è tutta nello strumento su cui Bonino si esibirà venerdì: un pianoforte Broadwood del 1845, appartenuto a uno dei pochissimi allievi che Chopin abbia avuto in Inghilterra. Secondo le tesi più accreditate lo strumento (molto simile a quello che aveva lo stesso Chopin) è stato suonato anche dal grande compositore durante le lezioni. E questo pregiato pezzo di storia sarà al centro dell’esecuzione integrale degli studi di Chopin, una scelta che rende la serata un evento irripetibile per il pubblico sardo.

Nel frattempo sono già in moto i preparativi per la Stagione Autunnale, che partirà con un evento stellare: la “European Liszt Night”, in cui si esibiranno i tre vincitori dei più prestigiosi concorsi dedicati alla musica di Liszt. La città di Nuoro ospiterà, insieme con Roma e Venezia, i tre vincitori delle competizioni di Weimar, Utrecht e Budapest, considerate fra le più complesse nel loro campo. La “European Liszt Night”, a ottobre, li vedrà impegnati, tutti nella stessa sera, in un recital di quaranta minuti a testa, per uno spettacolo che sarà una sorta di finestra aperta sul futuro del giovane pianismo mondiale.

La Stagione Classica è supportata dal contributo del MIBAC ( Ministero per i Beni e le attività Culturali), della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna, del Comune di Nuoro e dalla collaborazione con l’Istituto Superiore Regionale Etnografico.

SCHEDE: GIAN MARIA BONINO pianoforte

gian-maria-bonino-con-pianoSi è diplomato presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano con L.Arcuri e presso il Conservatorio di Lucerna con il Maestro M. Horszowski. Si diploma in clavicembalo nel 1989 al Conservatorio di Genova con Alda Bellasich e nel 1999 ottiene il diploma in pianoforte al Conservatorio Superiore di Winterthur (CH). Sin da giovane si dedica all’attività artistica: ha suonato come solista in città italiane e all’estero, e in particolare al Conservatorio di Sydney, la Bosendorfer-Saal di Vienna, il Conservatorio di Mosca, e negli Stati Uniti, dove nel 1992 è terzo al concorso della Bach Society di Washington DC sulle “Variazioni Goldberg”. Si è esibito come solista in Festival internazionali: Lubiana, il Festival Suoni del Mediterraneo, le Floraisons Musicales di Chateauneuf-Du-Pape, l’Emilia Romagna Festival. Fondatore dal 2001 del gruppo “Camerata Mistà” e dei “Musici di Vivaldi”, insieme al violinista Glauco Bertagnin, tiene regolarmente concerti per importanti istituzioni; ha inciso con la casa Chant de Linos di Bruxelles, per la realizzazione del cd con il flautista Andrea Oliva (integrale sonate di Haendel), e con la casa Polhymnia di musica antica con il traversiere Luca Ripanti, per l’integrale delle sonate di Bach. Ha suonato con orchestre come la Filarmonica di Torino, l’Orchestra del Teatro alla Scala, i Pomeriggi Musicali di Milano e altri; con i flautisti S. Kudo, M. Larrieu, A. Oliva e i violoncellisti E. Bronzi, V. Ceccanti e M. Polidori, e con il quartetto d’archi Atheneum dei Berliner Philharmoniker, con cui ha suonato in prima assoluta esecuzioni di musica contemporanea per Radiotre Rai nel 2005 e al festival di musica contemporanea di Cincinnati (Usa). Suona anche con i Virtuosen dei Berliner Philharmoniker, la Philharmonische Kamerata Berlin e con l’oboista Albrecht Mayer al festival di Lucerna e al Rheingau festival. Ha suonato come solista presso la Philharmonie di Berlino per l’apertura della stagione 2007/2008 di musica da Camera.
(Da:Comunicato stampa Ente Musicale di Nuoro-26 mag 2011)

ente-musicale-nuoro
FINE SETTIMANA CON LA GRANDE MUSICA A NUORO

-Venerdi 6 maggio all’Auditorium dell’Isre il concerto”Destinazione: Berlin!” del pianista tedesco Frank Wasser ospite della Stagione Classica dell’Ente Musicale

-Sabato 7 maggio il grande batterista Roberto Gatto con gli altri docenti di Nuoro Jazz inverno.

ente musicale nuoroContinua il viaggio della Stagione Classica di Primavera attraverso le capitali d’Europa. Venerdì 6 maggio toccherà a Berlino, rappresentata dal pianista Frank Wasser. Il concerto “Destinazione: Berlin!”, nell’Auditorium dell’Istituto Regionale Etnografico di Nuoro, porterà il musicista tedesco attraverso la storia di alcuni compositori che hanno contribuito a rendere grande il panorama musicale della Germania: in particolare Schumann e Liszt. A completare il programma della serata ci sarà una parte dedicata a Rachmaninoff, a cui Wasser è legato dalla grandissima passione per la musica del ventesimo secolo. Ed è proprio in questo periodo che si è specializzato, ricevendo premi e riconoscimenti a livello internazionale. La manifestazione organizzata dall’Ente Musicale di Nuoro ospita così un nome che si è ritagliato uno spazio anche come direttore artistico e fondatore di numerosi festival, alcuni dei quali si svolgono proprio a Berlino, come il “Debussy-Zyklus”. Frank Wasser ha poi girato i teatri d’Europa alla guida del Nuovo Berliner Klaviertrio, che ha ispirato alcuni compositori contemporanei a scrivere opere pensate esclusivamente per il trio tedesco.

Sessione speciale dei corsi invernali di Nuoro Jazz , quella in programma questo fine settimana alla Scuola Civica di Musica “Antonietta Chironi” (in via Mughina): il penultimo appuntamento di questa edizione numero otto dei corsi organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dall’Ente Musicale di Nuoro, ospita infatti un grande protagonista della scena jazzistica italiana: Roberto Gatto . Sabato pomeriggio (7 maggio), a partire dalle ore 15 , Roberto Gatto terrà una masterclass sullo strumento di cui è uno dei massimi specialisti nel campo della musica d’improvvisazione. Più tardi, chiuso il suo impegno come insegnante, il batterista romano è atteso invece in concerto all’ Auditorium del Museo del Costume con un organico composto dai docenti dei corsi nuoresi: Rossella Faa : canto, Raffaele Polcino : tromba, Massimo Carboni : sassofono, Angelo Lazzeri : chitarra, Alessandro Di Liberto : pianoforte, Salvatore Maltana : contrabbasso, Luca Piana : batteria e il coordinatore dei corsi Giovanni Agostino Frassetto.

I due concerti avranno inizio alle 20:30. I biglietti per i concerti sono in vendita a otto euro (ridotti: 4 euro)

SCHEDE DEI DUE MUSICISTI

Frank_WasserFRANK WASSER: Nato a Trier, in Germania, ha studiato pianoforte con Brigitte Pfeiffer, Georg Sava, Georg Sebog e interpretazione liederistica con Aribert Reimann alla Hochschule der Künste di Berlino. Come solista e camerista ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale internazionali; è uno specialista della musica del ventesimo secolo. Insegna pianoforte e musica da camera a Berlino e tiene masterclass in Europa. È fondatore e direttore artistico di numerosi festival: il “Debussy-Zyklus” di Berlino e “Havellandische Musikfestspiele”, il “Südbrandenburgische Klaviertage”. Vanta prestigiose collaborazioni con artisti quali Igor Shukow, Wolfgang Glemser, Georg Sava. È membro fondatore dell’”Institut für westslawische Musikforschung” a Cottbus e ha ricevuto il “Guido Adler Preis” per musica e scienza nel 2004. Numerose le registrazioni sia come solista che in gruppi da camera in cd e radio. È direttore del Nuovo Berliner Klaviertrio a cui importanti compositori contemporanei hanno dedicato proprie opere (Kurt Schwaen, Ullrich Pogoda, B.K. Przybylski). È stato membro di giurie internazionali di concorsi pianistici quali “Rovere d’oro” dal 2002 al 2005 in San Bartolomeo a Mare e presidente del concorso internazionale di Roma nel 2004. Negli ultimi anni ha tenuto concerti in Italia, Russia (Mosca), Inghilterra, Germania, Spagna, Yugoslavia e, il mese scorso, Canada (Vancouver) e alla prestigiosissima Carnegie Hall di New York .

roberto gattoROBERTO GATTO: Con trent’anni di carriera alle spalle, protagonista di tanti progetti, dischi e prestigiose collaborazioni, Roberto Gatto è giustamente considerato tra i migliori batteristi del panorama internazionale. Classe 1958, attivo fin da giovanissimo, lo troviamo sulle scene del jazz già a metà degli anni Settanta, quando dà vita, con Danilo Rea e Enzo Pietropaoli, al Trio Di Roma. Il percorso intrapreso così presto gli permette oggi di vantare un ragguardevole bagaglio di esperienze, sia alla testa di gruppi propri, sia come sideman, in concerto o in studio di registrazione, accanto a musicisti del calibro di Enrico Rava, Chet Baker, Paolo Fresu, Lee Konitz, Gato Barbieri, Bob Berg, Steve Lacy, Johnny Griffin, George Coleman, Dave Liebman, Phil Woods, Michael Brecker, Joe Lovano, Mal Waldron, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, John Scofield, Richard Galliano, Joe Zawinul e Pat Metheny, tanto per citarne alcuni. Le sue formazioni si caratterizzano per un calore tutto mediterraneo, oltre che per un’interessante ricerca timbrica e un’impeccabile tecnica esecutiva. Tredici gli album da leader (il più recente è “The music next door”, del 2009), un centinaio i titoli in cui figura nelle vesti di sideman. Tanti i riconoscimenti da parte della stampa specializzata, come il titolo di miglior batterista italiano al referendum della rivista Musica Jazz nel 1983, e quelli di miglior gruppo a Lingomania nel 1985 e nell’87. Autore di colonne sonore per il cinema, Roberto Gatto firma con Maurizio Giammarco le musiche del film “Nudo di donna” (regia di Nino Manfredi), con Battista Lena, invece, quelle di tre pellicole di Francesca Archibugi: “Mignon è partita”, “Verso sera” e “Il grande cocomero”. La sua biografia compare nella prestigiosa “Biographical Encyclopedia of Jazz” di Leonard Feather e Ira Gitler.

(Da: comunicato stampa-Ente Musicale Nuoro)