Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Italia

 

 Allarme rosso contro il punteruolo

che sta infestando e facendo morire

gran parte della palme in Sardegna.

A Siniscola è stata emesse un ordinanza per sollecitare i proprietari di palme presenti nella giurisdizione comunale che di fatto obbliga a provvedere con sollecitudine all’osservazione delle disposizioni del piano di azione Regionale aggiornate.

Chiunque sia in possesso di piante di palma, deve effettuare una verifica visiva e eventualmente segnalare gli esemplari infestati. La comunicazione, va fatta con urgenza all’apposito servizio comunale via fax al numero 0784-878300, o alla mail manutenzioni@comune.siniscola.nu.it entro il termine di 48 ore dall’identificazione della presenza del punteruolo.

Devono essere anche effettuati i trattamenti di prevenzione o di risanamento fitosanitario previste dalle prescrizioni regionali da comunicarsi sempre al Comune con le stesse modalità.

Rigogliose palme nel giugno 2010 ancora intatte e oggi transennate per la cura contro il Punteruolo Rosso (foto:m.camedda)

Nel caso di palme irrimediabilmente compromesse dall’attacco del punteruolo e per le quali si renda necessario l’abbattimento, i proprietari devono procedere per quanto possibile all’interramento ovvero alla cippatura della stessa presso il punto di taglio nel rispetto delle misure di precauzione fitosanitaria se l’operazione di interramento non sia attuabile nel punto del taglio, il titolare della palma abbattuta dovrà fare istanza al comune per il trasporto al centro di interramento individuato nell’area di Fusinì presso la struttura dell’Ecocentro comunale nella zona industriale.

Chiunque venga autorizzato al trasporto del rifiuto dal punto di taglio al centro di interramento è obbligato a rispettare le prescrizioni dettate dal servizio fitosanitario regionale per impedire la dispersione accidentale dell’insetto durante il tragitto utilizzando reti antinsetto, teloni o altro.

Il comune provvederà a mappare le palme di proprietà comunale ed interverrà in particolare su quelle che sono considerate ad alto valore storico, paesaggistico ed ambientale.

Già nelle scorse settimane, si era intervenuti in piazza del mercato e a La Caletta, dove sul suolo pubblico, il punteruolo rosso aveva provocato la morte di due grossi esemplari di palma.

Il punteruolo rosso è un parassita particolarmente aggressivo, in grado di portare in breve tempo alla morte gli esemplari di palma attaccati, ed è potenzialmente dannoso anche per la palma nana (Chamaerops humilis ). In Europa è comparso per la prima volta nel 1994 in Spagna. Dal 2005 è stato segnalato in Italia, La presenza in Sardegna è stata riscontrata nel 2007.

 (DA: La Nuova Sardegna-s.s.-15 Febbraio 2015)

Il 6 per cento non arriva a fine mese

E’ quanto emerge da un’analisi Coldiretti. Per tagliare la spesa gli italiani son costretti a fare lo slalom tra le offerte dei supermercati.La crisi mette in difficoltà sei italiani su dieci (61 per cento) che non dispongono di un reddito adeguato ma c’è addirittura un 6 per cento che non riesce mai ad arrivare a fine mese.

E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Swg divulgata in occasione della diffusione dei dati sull’aumento delle spese per effetto di rincari e mutui che aggrava la situazione di difficoltà delle famiglie. Il risultato è – sottolinea la Coldiretti – un drastico calo nei consumi nel 2012 che riguarda anche l’alimentazione con una riduzione stimata tra l’uno e il due per cento negli acquisti in quantità.

Per tagliare sulla spesa – precisa la Coldiretti – sono costretti a fare lo slalom tra gli sconti ben il 62 per cento degli italiani che vanno a caccia di offerte speciali tra le corsie dei supermercati più che in passato mentre circa la metà dei consumatori (49 per cento) fa addirittura la spola tra diversi negozi per confrontare i prezzi più convenienti.

Tra le tendenze emergenti si evidenzia l’aumento di quanti acquistano prodotti locali (40 per cento) e scelgono solo frutta e verdura di stagione (50 per cento) magari senza intermediazione con un balzo record del 23 per cento nel primo semestre del 2012 degli acquisti fatti direttamente dal produttore, resi possibili dalla rete degli agricoltori di Campagna Amica dove hanno fatto la spesa oltre 9 milioni di italiani. Il risultato è che nonostante gli impegni della vita moderna per la prima volta rispetto al passato – conclude la Coldiretti – si inverte la tendenza con il 57 per cento degli italiani che dedica più tempo a fare la spesa secondo l’analisi Coldiretti/Swg.

(Da:L’Unione Sarda-18 ago 2012)

unita-ditalia“Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: Articolo unico: Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi Successori il titolo di Re d’Italia. Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato, sia inserita nella raccolta degli atti del Governo, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. Da Torino addì 17 marzo 1861″.

Sono le parole che si possono leggere nel documento della legge n. 4671 del Regno di Sardegna e valgono come proclamazione ufficiale del Regno d’Italia, che fa seguito alla seduta del 14 marzo 1861 della Camera dei Deputati, nella quale è stato votato il progetto di legge approvato dal Senato il 26 febbraio 1861. La legge n. 4671 fu promulgata il 17 marzo 1861 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 68 del 18 marzo 1861

(Fonte parziale  dal sito:  www.italia150.it/)