Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: trasporti

Accordo fra la compagnia aerea Meridiana e

la Fasi, la federazione dei circoli degli emigrati

 È stata siglata una convenzione fra la compagnia aerea Meridiana e la Federazione dei circoli dei sardi emigrati (Fasi) per agevolazioni sulle tariffe estive i non residenti.

«Dopo una lunga trattativa nel corso della quale la Fasi, in prima istanza, avanzava la richiesta di ripristino della tariffa nativi per tutti gli aeroporti (tariffa vicina a quella fruibile dai residenti), alla quale Meridiana rispondeva che tale opzione non era realizzabile, poichè non prevista in convenzione e non sostenibile economicamente – ha spiegato la Fasi – l’accordo siglato prevede una tariffa ‘dedicatà rivolta ai ‘non residentì che fanno riferimento ai 71 circoli sardi in Italia.

La tariffa vale per tutte le rotte Meridiana da e per la Sardegna. È un passo avanti che si è riusciti a fare anche con il sostegno dell’assessore regionale dei Trasporti, Massimo Deiana». L’accordo, che prevede un costo intermedio, è «un buon compromesso, temporaneamente accettabile – ha concluso la Fasi – per venire incontro alle esigenze degli emigrati e calmierare i prezzi».

(DA: La Nuova Sardegna-28 Giugno 2014)

Il Servizio Pubblica Istruzione

del Comune di Nuoro comunica che:

il giorno 24.06.2013 saranno aperti i termini per la presentazione delle domande per usufruire del servizio scuolabus e degli abbonamenti A.T.P. per l’anno scolastico 2013/2014.

Il termine di presentazione delle domande, che devono essere redatte sull’apposito modulo, scadrà il 24/07/2013.

I moduli di domanda saranno disponibili all’ingresso del Palazzo Civico c/o la guardia giurata e sul sito Internet del Comune di Nuoro www.comune.nuoro.it

Per informazioni contattare l’Ufficio P.I.:

Tel. 0784-216721 /216841

-Sig.ra Salvatora Moledda – Sig.ra Graziella Mula

**DA: comunicato Comune di Nuoro-22 giu 2013**

I suddetti esami sono previsti

per i giorni 10 e 11 Dicembre 2012.

L’Assessore Provinciale ai Trasporti, Paolo Porcu, informa tutte le Imprese che esercitano la professione di autotrasporto su strada che è stata indetta la seconda sessione d’esame per l’anno 2012 per il conseguimento dell’idoneità professionale per l’esercizio della professione di autotrasportatore, completo (nazionale e internazionale) o integrativo (solo internazionale), su strada di merci per conto terzi e viaggiatori.

Per tutte le imprese di autotrasporto è imposto infatti l’obbligo del possesso della idoneità professionale che si consegue esclusivamente con il superamento dell’ esame abilitativo, da sostenere presso la Provincia di residenza.

Gli esami si svolgeranno secondo il seguente calendario:

- Esame trasporto MERCI: 10 Dicembre 2012 presso la Sala Consiliare della Provincia di Nuoro – Piazza Italia, 22 a Nuoro, con inizio alle ore 9.00;

- Esame trasporto VIAGGIATORI: 11 Dicembre 2012 presso la sede staccata della Provincia di Nuoro in Viale del Lavoro n. 26/28 (ex caserma Vigili del Fuoco) a Nuoro, con inizio alle ore 9.00

I soggetti interessati devono presentare

domanda di ammissione all’esame entro il 5 Dicembre 2012.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno visionare il bando e la modulistica pubblicata sul sito della Provincia: www.provincia.nuoro.it – Canale Tematico: “Trasporti”, oppure contattare l’Ufficio Trasporti, in V.le del Lavoro n. 26/28 (ex caserma Vigili del Fuoco). – Tel. 0784/238695/238765.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-7 nov 2012)

Mantenere un’auto costa sempre di più!

Quest’anno per un veicolo di media cilindrata, gli italiani spenderanno 4.628 euro, 588 euro in più rispetto a dodici mesi fa.

Un aumento, quindi, del 15%. Il dato emerge da un’elaborazione dell’Amoer, l’Associazione per una mobilità equa e responsabile, su dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori.

MERCATO AUTO Il cielo sul mondo dell’auto si arricchisce dunque di ulteriori nubi. Al crollo delle immatricolazioni – 1.090.627 nei primi nove mesi dell’anno (-20,5% rispetto allo stesso periodo del 2011), si accompagna l’incremento dei costi per chi la macchina ce l’ha già.

I COSTI CHE LIEVITANO Gran parte dei 588 euro di incremento, evidenzia l’Amoer, deriva dal prezzo della benzina. A fine 2012 il costo annuo salirà di 420 euro per auto: dai 1900 euro del 2011 a 2.320. La parte restante è dovuta all’assicurazione (1.198 euro, +7%), ai parcheggi/pedaggi (363 euro, +17%, la componente cresciuta maggiormente in percentuale) e della manutenzione (747 euro, +5%). Ma non è tutto.

LE ALTRE VOCI DI SPESA Se a questa cifra si aggiungono altre tre voci come le spese per il bollo, il costo di acquisto (distribuito su dieci anni) e il costo dei mancati interessi sul capitale utilizzato per l’acquisto dell’auto (calcolato sempre per dieci anni), per mantenere una vettura servono addirittura 7.073 euro.

LA LETTURA DELL’AMOER «Si tratta di cifre spropositate – sottolinea l’Amoer – Per questo si fa sempre più urgente un intervento del Governo per la diminuzione delle accise sui carburanti e per l’incremento della competitività nel settore delle assicurazioni (cresciute dal 2001 del 109 per cento)».

(DA:L’Unione Sarda-7 ott 2012)

In questo autunno ‘caldo’ sul fronte prezzi, solo il 3 per cento degli italiani teme la ripresa dello spread, mentre il 48 per cento guarda con preoccupazione al caro-benzina e il 25 per cento ai rincari del carrello alimentare.

E’ quanto emerge da una sondaggio condotto sul sito www.coldiretti.it con l’arrivo dell’autunno, dal quale si evidenzia peraltro che il 5 per cento è preoccupato dall’aumento delle spese scolastiche, mentre il 19 per cento non risponde o indica altri timori.

Si tratta della dimostrazione che la crisi da finanziaria è diventata economica: la necessità per le famiglie di far quadrare il bilancio con le spese quotidiane, in cui energia e cibo incidono maggiormente, vince – sottolinea Coldiretti – sulle preoccupazioni relative all’andamento degli indici finanziari.

Il fatto che la speculazione sui mercati finanziari faccia dunque meno paura di quella sul cibo e sulla benzina significa che – sostiene Coldiretti – occorre intervenire urgentemente a sostegno della ripresa dell’economia reale.

La crisi ha infatti svuotato il carrello della spesa con il crollo degli acquisti di latte del 7 per cento e di olio del 5 per cento, ma anche di pesce (-4 per cento), carne di maiale e vino (-2 per cento), frutta, pasta e carne di manzo (-1 per cento), secondo le analisi della Coldiretti su dati Ismea relativi al primo semestre.

In particolare l’Italia e il suo futuro – conclude Coldiretti – sono legati alla capacita’ di tornare a fare l’Italia, cioe’ di essere l’Italia della grande creatività, delle piccole e medie imprese agricole, artigiane, manifatturiere che poi sanno crescere e conquistare il mondo, ma anche capaci di valorizzare il territorio, offrendo opportunita’ economiche ed occupazionali che la grande industria spesso non è più in grado di dare.

(Da:TelevideoRai.it-22 set 2012)

Questa mattina la Giunta Provinciale ha assunto impegni inerenti i seguenti Lavori  Pubblici a Orosei.

-PROPONE DI APPROVARE IL PROGETTO DEFINITIVO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA TANGENZIALE OVEST E NORD DELL’ABITATO DI OROSEI E ANNUNCIA L’APPALTO DEI LAVORI, ENTRO L’ANNO, DELLA PALESTRA DELL’ITC DI OROSEI.

-NUOVI INTERVENTI ANCHE PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEGLI ALLAGAMENTI NELLE ZONE PIU’ A RISCHIO DEL PAESE.

 La Giunta provinciale di Nuoro, presieduta dal presidente Roberto Deriu, riunitasi questa mattina, ha proposto di approvare il progetto definitivo dei lavori per la realizzazione della Tangenziale Ovest e Nord dell’abitato di Orosei.

Entro l’anno saremo in grado di predisporre il progetto esecutivo e di appaltare i lavori. Attualmente – ha spiegato l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Franco Corosu, – si dispone di un importo pari a 1.924.000 euro circa per cui il progetto esecutivo da mandare in appalto riguarderà inizialmente il primo lotto funzionale che comprende l’intero asse viario e gli innesti a raso semplici sulle SS125 e 129. La strada riveste una notevole importanza strategica – ha sottolineato l’assessore Corosu – in quanto rappresenta l’ideale collegamento con la zona cave di Orosei, evitando così ai mezzi pesanti di percorrere il centro abitato”.

Il provvedimento è stato dichiarato urgente ed immediatamente eseguibile.

Nel corso della seduta odierna l’assessore alle Politiche Scolastiche, Costantino Tidu, ha annunciato inoltre che, entro l’anno, verranno appaltati anche i lavori relativi al completamento della Palestra dell’Istituto Tecnico Commerciale di Orosei.

OROSEI: La Palestra incompiuta dell'Istituto Tecnico Commerciale (ITC)- foto camedda: marzo 2010

In questi giorni è stata inoltre concessa, su richiesta del Comune di Orosei, l’autorizzazione per lo smaltimento delle acque bianche ed il collegamento dalla zona di Santa Veronica verso l’uscita, in via Liguria, che consentirà di risolvere il problema degli allagamenti nella zona circostante il palazzo del Comune di Orosei.

L’assessore Franco Corosu informa che è in fase di predisposizione anche il progetto esecutivo relativo all’allargamento del canale numero 4 per l’eliminazione delle acque dalla zona bassa di Orosei, in particolare nella località S’Ortale.

(Da comunicato Provincia di Nuoro  del 14 set 2012)

Da ‘verde’ 1,033 euro al litro va allo Stato

L’Italia ha le tasse sulla benzina e sul gasolio più alte d’Europa.

Lo sostiene l’Ufficio studi degli artigiani della Cgia di Mestre che ha messo a confronto il prezzo alla pompa e il peso della tassazione della benzina e del gasolio per autotrazione dei Paesi appartenenti all’area dell’euro.

Dalla rilevazione, per la Cgia, ”quando gli italiani si recano a fare il pieno alla propria auto pagano il prezzo piu’ alto d’Europa ed a farci registrare questo insopportabile record e’ il peso delle accise e dell’imposta sul valore aggiunto”.

I dati emersi dalla comparazione effettuata dalla Cgia di Mestre, riferiti alla fine di luglio di quest’anno, sono incontrovertibili. Su ogni litro di benzina verde, il peso delle tasse raggiunto in Italia e’ di 1,033 euro, pari al 58,1% del prezzo alla pompa. In termini assoluti, vengono dopo l’Italia l’Olanda, con 1,016 euro di imposte su ogni litro, e la Grecia, con 1,008 euro/litro. Per quanto concerne il gasolio per autotrazione e’ sempre l’Italia a guidare la graduatoria, con 0,905 euro/litro di tasse, pari al 53,8% del prezzo alla pompa. Subito dopo segue l’Irlanda, con 0,791 euro/litro e sull’ultimo gradino del podio troviamo la Finlandia, dove su ogni litro di gasolio le tasse pesano per 0,749 euro.

‘E’ vero – dice il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi – che abbiamo ancora un sistema distributivo troppo parcellizzato ed un numero di stazioni di servizio self service al di sotto della media europea, tuttavia e’ indubbio che registriamo il prezzo del carburante più caro d’Europa perché il peso delle tasse ha raggiunto in Italia un livello record non riscontrabile altrove”.

”In buona sostanza – avverte-, quando facciamo il pieno alla nostra autovettura a guadagnarci di più non sono le compagnie petrolifere o i gestori delle aree di servizio, bensi’ lo Stato”. ”Tenuto conto che il 90% delle nostre merci viaggia su strada – prosegue Bortolussi – non e’ da escludere che nel prossimo autunno ci ritroveremo con un aumento significativo dei prezzi dei principali beni di consumo”. ”Inoltre – aggiunge – l’ aumento del gasolio avvenuto in queste ultime settimane è un vero e proprio salasso che sta mettendo in ginocchio tantissimi autotrasportatori italiani”.

”Se a questa situazione si aggiunge il rincaro delle polizze assicurative registrato in questi ultimi anni – conclude Bortolussi -, la concorrenza sleale praticata dai vettori provenienti dall’Est Europa e il ritardo con cui vengono pagati i trasportatori italiani, con tempi medi che oscillano tra i 180 e i 240 giorni, lo scenario per i nostri camionisti si fa sempre piu’ preoccupante”.

(Da:TelevideoRai.it-1 set 2012)

Un anno di flotta sarda, 165 mila ticket per l’estate 2012

Oltre 165 mila biglietti venduti per l’estate 2012 e una nave in più. Saremar festeggia così un anno di attività nei collegamenti nazionali e annuncia battaglia alle compagnie private.

I NUMERI Il 15 giugno di un anno fa, il traghetto Scintu era partito da Olbia alla volta di Civitavecchia e una settimana dopo era stato affiancato da Dimonios per collegare Porto Torres con Vado Ligure. Così la Regione aveva lanciato la sfida alle compagnie private e ora stila un primo bilancio. Nei primi tre mesi di attività del 2011, da giugno a settembre, Scintu e Dimonios avevano trasportato in tutto oltre 134 mila persone. Quest’anno le cose sembrano andare meglio. Considerando solo la stagione estiva, sono stati già venduti 135 mila biglietti sull’Olbia-Civitavecchia, ma la stagione è lunga. A questi, poi, si aggiungono i 35.500 registrati su Vado Ligure. Tratta, quest’ultima, meno gettonata. Forse perché più lunga ma anche perché il collegamento e le prenotazioni sono partite più tardi rispetto al collegamento per Civitavecchia, dove, inoltre, i traghetti sono due. Le prospettive sono quindi buone anche perché ogni nave può trasportare sino a 850 persone.

Nei weekend estivi poi, i collegamenti con il Lazio saranno raddoppiati: le partenze saranno due da ogni porto e i potenziali passeggeri arrivano a 3.200 al giorno. Rimane però il dubbio sul bilancio che sarà approvato entro il mese: secondo i primi dati i tre mesi estivi avrebbero fruttato oltre un milione di utili.

TARIFFE L’idea della Regione era quella di rompere il presunto cartello messo in atto dalle compagnie private, tariffe alle stelle. «La flotta sarda è nata come azione di autodifesa della Sardegna da un sistema Tirrenia che per anni ha limitato il diritto alla mobilità dei Sardi le possibilità di crescita delle nostre imprese, che hanno bisogno di un libero e incondizionato accesso ai mercati extraregionali per potere essere competitive», ha ricordato ieri il presidente della Giunta, Ugo Cappellacci. Anche quest’anno quindi Saremar è riuscita a contenere i prezzi riuscendo a non aumentarli rispetto allo scorso anno, almeno per quelli di bassa stagione. Per l’estate, invece, le tariffe sono cresciute del 10% ma sulla tratta per la Liguria è compensato dallo sconto del 15% per i residenti.

MERCI Discorso diverso per il trasporto merci. Per gli autotrasportatori, anche con il pieno di passeggeri, sono disponibili su ogni nave, oltre 2.200 metri lineari, ovvero circa 200 automezzi. Eppure per ora, nel primo semestre dell’anno, sull’Olbia-Civitavecchia, sono stati occupati 100 mila metri lineari (circa 9 mila automezzi). Problema che dovrebbe essere superato con il varo della Flotta Sarda spa. La società, occupandosi solo dei collegamenti nazionali, potrà incrementare le rotte e offrire agli operatori nuove linee. Con più collegamenti gli autotrasportatori potrebbero lavorare interamente con Saremar, mentre oggi sono costrette a rivolgersi con le altre società marittime sulle rotte diverse da Genova e Civitavecchia.

L’INVITO Ora la sfida della Regione, ha assicurato Cappellacci, proseguirà «sia sul fronte politico che in tutte le altre sedi competenti fino a quando non sarà riconosciuta con piena effettività la nostra competenza primaria in materia di continuità marittima». La flotta sarda, anche per il leader sardo della Uilt, «potrebbe diventare nel breve periodo un’occasione vincente per l’Isola se diventasse un progetto legato alla continuità», ha detto, «ma la Regione deve mettere in campo un piano più organico di quello che per ora sembra solo embrionale».

(Da: L’Unione Sarda-Annalisa Bernardini-15 giu 2012)

La Cooperativa Progetto Sociale Orosei ,con il patrocinio del Comune di Orosei, nell’ambito delle attività del servizio di animazione del centro di aggregazione sociale organizza lo “Spiaggia Day” un servizio di trasporto e animazione in spiaggia per anziani e disabili.

Il servizio parte da lunedì 18 luglio e si svolgerà nei giorni di lunedì,mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:30.

Chiunque fosse interessato può ritirare i moduli presso il centro di aggregazione sociale dal lunedì al venerdi dalle 17:00 alle 20:00 oppure presso la sede della Cooperativa Progetto Sociale in via Gramsci,45.

(Da:comunicato Coop.Progetto Sociale Orosei-13 giu 2012)

Venerdì sera in Consiglio comunale è stato approvato all’unanimità il progetto preliminare per i lavori di realizzazione dei tratti ovest e nord della tangenziale di Orosei.

È stato necessario approvare una variante al tracciato dopo le osservazioni fatte dall’Ufficio tutela ambientale nel recente conferenza dei servizi.

Franco Mula

La circonvallazione (meglio conosciuta come “bretella cave“) collegherà la statale 125 alla 129 e avrà il suo sbocco a Su Remediu, all’uscita del paese. Un’opera necessaria al fine di deviare dall’abitato il percorso dei camion che trasportano i grossi massi di marmo.

Il progetto è pronto: ci sono le autorizzazioni e c’è un finanziamento regionale di quasi 2milioni di euro a cui si dovrebbero sommare circa 700mila euro. «Soldi promessi dalla Provincia – dice il sindaco Franco Mula – L’opera dovrebbe essere appaltata probabilmente dopo l’estate, quando la Provincia avrà provveduto a espropriare le aree e il progetto tornerà in Consiglio per l’approvazione decisiva».

(Da:L’Unione Sarda-Agostina Dessena-10 giu 2012)

Navi da crociera lungo la costa di Siniscola?

Se ne parla da anni, anche se non è stato attivato nessun programma concreto.

A rilanciare l’ipotesi è però un progetto curato dall’Associazione sviluppo turistico Ogliastra, che per il 2013 punta ad arruolare tre navi da crociera, da circa mille passeggeri, con le quali attivare da Arbatax dei tour completi attorno alla Sardegna. Individuando anche La Caletta tra i porti di sosta.

Il progetto è ambizioso, e ha suscitato grande interesse, catturando l’attenzione dei principali comuni costieri dell’isola. L’idea di accogliere navi da crociera non ha lasciato indifferente l’amministrazione comunale di Siniscola, che da anni aspira ad una riqualificazione del turismo via mare.

Il sindaco Rocco Celentano è interessato ad incontrare il presidente dell’Asto, Giuseppe Marini, per conoscere meglio i contenuti del progetto e valutare delle forme di collaborazione.

«Occorre valutare tanti elementi – afferma Celentano – anche perché nel porto della Caletta le navi di una certa stazza non possono attraccare, ma devono sostare in rada, trasportando i crocieristi con mini-natanti. Siamo comunque molto interessati ad approfondire questo discorso, che rientra nelle nostre corde. La nostra amministrazione punta infatti a valorizzare tutte le forme di turismo. Ben vengano quindi idee come quella avanzata dall’Asto».

Aprire il territorio a nuovi arrivi è un obiettivo importante. In questa direzione, nel porto turistico della Caletta – gestito in forma congiunta dai Comuni di Siniscola e Posada – sono in corso lavori di ampliamento e ammodernamento. I posti barca sono saliti da 250 a 320. Il progetto più ambizioso è però un altro: con i soldi del bando Pia Nu 07 si intende riqualificare massicciamente lo scalo, facendo arrivare gli ormeggi a quota 700. In questo modo La Caletta diventerebbe una delle porte sul mare più grandi della Sardegna.

«Lavoriamo per incoraggiare lo sviluppo del turismo – continua Celentano – che porterebbe ricadute importanti per tutto il territorio. Il porto è sempre più protesto verso il futuro. Stiamo cercando di pianificare le condizioni per attirare più visitatori possibile, aprendo tutto il territorio, che ha tanto da offrire in ogni stagione». Un porto dalle grandi ambizioni, quindi. Si spera che la stagione appena iniziata possa essere confortata da numeri incoraggianti.

La giunta continua la battaglia contro il caro-traghetti e le tasse che colpiscono i crocieristi. Prevedendo delle agevolazioni per chi ormeggerà tra le banchine della Caletta.

(Da: La Nuova-31 maggio 2012)

Da ieri i collegamenti.

La Giunta: «Rompiamo il monopolio delle compagnie»

Ha lasciato gli ormeggi ieri sera dal porto di Civitavecchia il traghetto della Saremar che collegherà la Penisola con il porto di Olbia. E oggi le due navi della flotta sarda, Scintu e Dimonios, si incroceranno nel Mar Tirreno per la seconda giornata della stagione invernale che entro marzo dovrebbe essere incrementata di una tratta, quella tra Porto Torres e Vado Ligure (o Genova).

Attualmente, con tariffe che vanno dai 21 euro a persona per il passaggio ponte sino ai 45 euro in cabina, le partenze vengono effettuate giornalmente escluso il sabato sino al 31 marzo, mentre dal 1 aprile le corse saranno operative tutti i giorni.

LE NAVI Nel frattempo la Regione, attraverso la controllata Saremar, ha avviato la ricerca, attraverso un avviso pubblicato la settimana scorsa sui quotidiani, di cinque navi, tre da 1.500 posti e 500 auto prevalentemente destinate alle persone (turisti e residenti) e due dedicate soprattutto alle merci. L’obiettivo per l’estate del 2012 è quello di potenziare il numero di posti passeggeri per rilanciare lo sviluppo turistico e le rotte, prevedendo la possibilità di collegare anche Cagliari con uno dei porti del centro-sud Italia (Civitavecchia o Napoli).

«La flotta con i quattro mori», ribadisce il governatore Ugo Cappellacci, «rappresenta la nostra sfida per tutelare il diritto alla mobilità dei sardi, per aprire nuove opportunità alle nostre imprese, per ripristinare le regole del libero mercato». Secondo il presidente, l’attuale aspetto dei collegamenti marittimi continua ad essere bloccato dal cosiddetto metodo “Tirrenia” che, sottolinea, va scardinato alla radice. Per l’assessore regionale dei Trasporti, Christian Solinas, la flotta sarda rompe di fatto il monopolio dei “signori del mare”. «Il nostro obiettivo», osserva, «è quello di potenziare il servizio con nuove tratte per garantire maggiore qualità e continuità nei collegamenti».

I PREZZI Per poter viaggiare con le navi Saremar basta collegarsi con il sito www.saremar.com. «L’avvio delle nuove corse della Flotta Sarda», aggiunge l’assessore Solinas, «rappresenta una risposta per i cittadini e le imprese, sia perché la Scintu e la Dimonios trasporteranno tutti i tipi di merci, accompagnate e non, per la durata del servizio, a prezzi competitivi, sia perché i prezzi calmierati costringeranno gli altri operatori a praticare tariffe che si avvicinino il più possibile a quelle proposte dalla compagnia regionale, come sta già accadendo, favorendo gli spostamenti verso la nostra isola».

(Da:L’Unione Sarda-17 gen 2012)

nota-congiunta-sindaci
TESTO DELLA NOTA

In relazione alla nota stampa di Confindustria Sardegna Centrale i sottoscritti Sindaci significano che la problematica sollevata è a noi ben presente ed è stata affrontata con tempestività e decisione , anche individuando le possibili soluzioni , nella riunione dell’Unione dei Comuni del 7 ottobre scorso.

Abbiamo a cuore la situazione socio economica del territorio alla quale dedichiamo quotidianamente ogni utile sforzo per sostenerla e difenderla ben consci anche delle criticità che i provvedimenti adottati causano .

Va però detto e chiarito che i sottoscritti Sindaci non sono interessati a manovre di alcun tipo ma esclusivamente alla risoluzione di una emergenza viabile , sempre denunciata e solo ora , probabilmente , compresa .

L’enormità del carico di traffico, confermata anche nella nota di Confindustria Sardegna Centrale avrebbe meritato maggiore attenzione e sensibilità a tutti i livelli ponendo la questione viabilità della Valle del Cedrino al centro di programmi strategici sempre sollecitati dagli amministratori locali a tutti i livelli e mai adeguatamente considerati da Regione e Provincia di Nuoro così come dalle parti sociali e datoriali .

I provvedimenti emessi , peraltro obbligati , risultano essere contingibili ed urgenti alfine della salvaguardia della pubblica incolumità ( non solo dei nostri amministrati ma di tutti i fruitori delle arterie ) posto che erano e rimangono non idonee al transito di mezzi con portata superiore a 7 tonnellate.

Valutata positivamente la prontezza con la quale la Regione Sardegna ha concesso un finanziamento di Euro 300.000 per la sistemazione della Circonvallazione di Irgoli suddiviso in tre annualità ( quindi di difficile gestione) e peraltro largamente insufficiente per renderla idonea al transito di mezzi pesanti si chiede alla stessa – con urgenza – il finanziamento della Bretella di Galtellì unica in grado di risolvere definitivamente il problema confermando la disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Galtellì all’adozione di tutti i provvedimenti per l’approvazione e definizioni dei progetti già aviviati dall’ Unione dei Comuni , in tempi certi e rapidi .

Si conferma la disponibilità dell’ Amministrazione Comunale di Irgoli ad attivare ogni utile procedura di urgenza per l’esecuzione dei lavori atti a consentire di nuovo il traffico nella cd circonvallazione nonché alla sua successiva e conseguente ed immediata riapertura alle condizioni già espresse nella riunione del 7 ottobre dell’ Unione dei Comuni già citata.

A tal fine chiederemo immediatamente e con l’urgenza del caso un incontro al Presidente della Provincia di Nuoro affinché si prenda atto della valenza strategica e sovra comunale dell’arteria provvedendo a prenderla in carico con conseguente declassamento della viabilità urbana del centro abitato .

Irgoli- Galtellì lì 12 ottobre 2011

sindaci-irgoli-galtellì

(Da: un comunicato stampa di Giovanni Porcu,Sindaco di Irgoli inviatomi via mail)

Primi finanziamenti  subito spendibili

per le strade chiuse

Dalla Regione arriva una pioggia di euro destinati alla viabilità e alle calamità naturali che hanno colpito la Baronia.

ponte-sul-sologoIeri, infatti, l’assessorato regionale Lavori pubblici ha accreditato al Comune di Irgoli 30 mila euro, un anticipo dei 300 mila euro già assegnati per mettere in sicurezza un tratto della strada comunale che collega le provinciali 25 e 72, e che veniva utilizzato come scorciatoia dai mezzi pesanti per raggiungere l’innesto con la Statale 131 dcn. Una strada considerata di vitale importanza soprattutto dopo la chiusura al traffico, che rischia di mettere in ginocchio le aziende del marmo di Orosei, della circonvallazione di Irgoli, della strada comunale di Bartara e del ponte sul rio Sologo di Su Manganu nel territorio di Galtellì.

divieto transitoLo stop ai camion per motivi di sicurezza è stato sancito con le ordinanze dei sindaci di Irgoli e Galtellì con le quali viene vietato il transito dei mezzi pesanti a pieno carico con peso superiore alle sette tonnellate. Pertanto la notizia dell’anticipazione del 10 percento dei soldi già assegnati dalla Regione non solo metterà a tacere le polemiche sorte dopo il blocco del traffico, ma darà risposte alle imprese del territorio che attraverso la Confindustria nuorese chiedevano che i divieti venissero rimossi, pena la paralisi delle attività estrattive strozzate da tempi e costi di trasporto troppo elevati per gli itinerari alternativi.

Orosei:Franco Mula:«Nessuno scippo, soltanto una dimenticanza»Nei giorni scorsi Franco Mula, sindaco di Orosei e consigliere regionale dei Riformatori, ha più volte sollecitato un intervento dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici per avere un’anticipazione dei 300 mila euro da impiegare subito per rendere agibile la strada in questione. Con lo stanziamento accordato dalla Regione il comune di Irgoli da questo momento potrà bandire la gara d’appalto per mettere in sicurezza la strada comunale in quanto il finanziamento da certezze sulle tranche successive.

Regione:"Alluvione 2008"L’assessorato regionale all’Ambiente ha invece sbloccato i rimborsi per l’alluvione che a più riprese, tra ottobre e novembre 2008, poco più di 545 mila euro così ripartiti: 416.428 a Orosei, 75.617 a Irgoli e 53.260 a Onifai. In questo modo potranno essere archiviare le pratiche di rimborso nei confronti della Regione per somme che i comuni in questione avevano dovuto anticipare dai propri bilanci.

(Da-L’Unione Sarda-M. B. D. G.-13 ott 2011)

La Regione assegna una tranche iniziale di 30mila euro

divieto transitoQualcosa si muove per risolvere la problematica che assilla il traffico pesante in bassa Baronia.

Ieri la direzione dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici ha messo in pagamento 30mila euro a favore del Comune come anticipazione dei 300mila stanziati ad agosto per la sistemazione e il rifacimento della cosiddetta circonvallazione di Irgoli. Un intervento sollecitato dai sindaci del territorio, dagli autotrasportatori e anche da Confindustria per poter riaprire al transito dei mezzi pesanti l’unica strada a disposizione dei Tir del territorio per raggiungere il bivio di Lula sulla 131. Uno stradello comunale che dallo scorso luglio è interdetto al traffico dei mezzi con peso superiore alle 7 tonnellate, dopo un’ordinanza emessa dal sindaco per problemi di sicurezza e per le pessime condizione della carreggiata disastrata dal transito degli autoarticolati carichi soprattutto del marmo delle cave di Orosei.

Franco Mula

Franco Mula

A dare notizia dell’anticipazione del finanziamento previsto in tre annualità (50 mila euro per l’anno in corso, 150 mila per il 2012 e 100 mila per il 2013) è il sindaco di Orosei, consigliere regionale dei Riformatori Franco Mula: «Nonostante il patto di stabilità, si vede un risultato concreto per la soluzione di una problematica che sta creando grossi disagi ai camionisti e alle imprese».

Mula sollecita ora il sindaco di Irgoli ad attivare le procedure per la gara d’appalto «in quanto – spiega – il finanziamento dà certezze sulle tranche successive. Il prossimo obiettivo è quello di anticipare al 2012 tutte le somme residue».

(Da: La Nuova-angelo fontanesi-13 ott 2011)

Situazione sulla viabilità del Territorio dell’Unione

Unione comuni valle del cedrinoIl Presidente

giovanni porcu- irgoli

COMUNICATO STAMPA DEL 7 OTTOBRE 2011

Assemblea dei Sindaci 7/10/2011

Si è riunita in data odierna l’ Assemblea dell’Unione dei Comuni e il Cda alla presenza dei 5 Sindaci e dei Consiglieri Giuseppe Disi e Salvatore Bua,

Tra gli altri punti all’ODG la situazione della Viabilità del Territorio anche alla luce degli ultimi avvenimenti.

In particolare ricordato che :

1. La scelta strategica per una soluzione ottimale della circolazione è stata individuata nella costruzione di due opere : a) la cd bretella cave di Orosei di collegamento tra le ss.ss. 129 e 125 b) la circonvallazione di Galtellì di collegamento tra la ss 129 e il ponte di Badu e Donne in collegamento con la sp 25 .

2. Che mentre per la bretella cave esiste il finanziamento a favore del Comune di Orosei per l’altra non esiste alcun finanziamento e la progettazione (commissionata dall’ Unione) è alla fase di preliminare per una spesa prevista di circa 2 mil di euro.

3. Che tutto il traffico pesante del comparto cave e in entrata e in uscita nel territorio verso la 131 dcn gravitava sulla cd circonvallazione di Irgoli di collegamento tra la sp 25 all’altezza del Cimitero all’ingresso del paese e la sp 72 (Irgoli – capocomino)

4. Che il Sindaco di Irgoli è stato costretto ad emettere un’ordinanza di chiusura al traffico ai mezzi con peso superiore a 7 ton per ragioni di pubblica incolumità essendo la predetta inadatta a tale traffico , essendo in pessimo stato di manutenzione e non avendo più il Comune i mezzi finanziari per mantenerla per gli usi odierni dopo avervi effettuato , comunque , con propri fondi tre interventi .

5. Che , invero , per la sistemazione urgente di tale arteria è stato disposto un finanziamento della RAS – Ass.to LL.PP.- di 300,000 euro così ripartiti 50.000 per il 2011 , 150.000 per il 2012 , 100.000 per il 2013 ;

6. Che a seguito della segnalazione del Consorzio di Bonifica della SC anche il Comune di Galtellì è stato obbligato a limitare il traffico nel ponte di Bartara (scelto quale alternativa alla circonvallazione di Irgoli) ai mezzi con peso superiore a 7,5 ton ;

7. Che , indubbiamente , tale stato di cose è stato unanimemente giudicato gravemente pregiudizievole del traffico merci soprattutto per il comparto cave di Orosei , ma anche per i settori inerti e agroalimentare degli altri Comuni . Settori è stato ricordato dove sono presenti alcune centinaia di lavoratori di tutto il territorio che vanno difesi e sostenuti ;

Tutto ciò premesso ricordato e convenuto l’ Assemblea dei Sindaci e il Cda dell’Unione dei Comuni ribadiscono e convengono :

L’unitarietà e l’unanimità di vedute rispetto alle scelte strategiche del territorio impegnandosi a definire comuni strategie di sviluppo ;

L’assoluta vicinanza a tutti gli operatori economici del territorio ribadito il comune impegno al rafforzamento delle imprese ;

L’assoluta necessità e volontà di individuare comunemente in una logica di visione territoriale tutte le azioni di tipo amministrativo e politico atte ad una migliore fruizione dei servizi in favore dei cittadini della Valle del Cedrino confermata la volontà di rafforzare tutte le prerogative concesse in tal senso alle Unioni dei Comuni .

Nel merito della situazione della Viabilità nel territorio ricordati tutti gli impegni presi da Regione Sarda e Provincia di Nuoro che saranno chiamate senza alcuna remora a rispettarli l’Assemblea e il Cda unanimi convengono :

1. Restano ferme le scelte strategiche definite ai punti 1 e seguenti della premessa ;

2. Per quanto riguarda la circonvallazione di Galtellì si conviene di :

Attivare la procedura di variante al PUC di Galtellì per l’inserimento dell’opera nella programmazione urbanistica a conferma della completa disponibilità dell’ Amministrazione Comunale di ospitare tale opera :

Di definire il progetto definitivo entro il giorno 20 del corrente mese di Ottobre ;

Di approvare il definitivo entro il corrente mese di Ottobre onde consentire l’avvio delle procedure autorizzative ;

Chiedere e reiterare alla RAS e alla Provincia di Nuoro l’inserimento dell’opera tra quelle strategiche da finanziare così come risultante già da numerosi atti già assunti dai medesimi enti ;

3. Per quanto riguarda la Circonvallazione di Irgoli ;

Di avviare con procedura di urgenza l’Appalto dei lavori di ripristino con il finanziamento di 300.000,00 concesso dalla Regione Sardegna verificando le procedure che lo consentono anche in presenza di finanziamento frazionato in tre annualità ;

Di reiterare alla Provincia di Nuoro la richiesta di assunzione in carico per la manutenzione rimuovendo conseguentemente e contestualmente – in ipotesi di favorevole accoglimento dell’Istanza – peraltro dovuto in considerazione dell’utilizzo e della valenza intercomunale dell’arteria – l’ordinanza di divieto del traffico ai mezzi con peso superiore a 7.00 tonnellate.

In tal senso si dichiara sin da ora la disponibilità dell’ Amministrazione Comunale di Irgoli al declassamento a strada comunale del tratto urbano della sp 25 dall’ingresso del paese fino all’incrocio con la sp 72 ;

I sindaci componenti dell’ Assemblea e gli assessori componenti il cda approvano all’unanimità e sottoscrivono .

In Orosei il 7 ottobre 2011 .

Il Presidente

Giovanni Porcu

(Da:un comunicato via mail del Presidente Unione dei Comuni-8 ott 2011)


Masala Giacomo

Giacomo Masala risponde alla nota del Sindaco di Galtellì Renzo Soro

Egregio Sindaco Soro,in riferimento alle sue ultime dichiarazioni, tengo a precisare ,che nel consiglio comunale da lei citato ,nessuno e ribadisco nessuno ,si è permesso di darle del bugiardo o del racconta frottole, l’appunto del sindaco Mula è stato per il semplice fatto che ci è parso alquanto strano che lei in tutta fretta e senza renderne partecipe l’unione dei comuni, cosa che è in suo potere fare,avesse deciso di emettere l’ordinanza per il divieto di transito sul ponte del Sologo, conscio dei disagi che tale divieto avrebbe creato alle varie attività produttive.

Come ho già detto prima,lei ha tutta l’autorità per poter emettere tale ordinanza ,ma le chiedo, non sarebbe stato più corretto coinvolgere prima tutti i comuni dell’unione? Dato che il discorso della viabilità interessa tutti,nessuno escluso e che più volte nell’assemblea dei comuni ne è stato affrontato il problema.

Vede le nostre preoccupazioni maggiori sono due,una per l’incolumità pubblica ,come già detto nel primo comunicato,l’altra è, che con tali azioni,si possano mettere a repentaglio dei posti di lavoro,con la crisi odierna non è la cosa migliore, lei sa benissimo come funziona ,quando si ha un aumento dei costi di produzione, i trasporti purtroppo ricadono su questi ,i primi a farne le spese sono sempre i lavoratori.

Mi permetta di non essere d’accordo con lei sul fatto che le aziende locali da lei nominate , a mio avviso,non credo che esse posseggano dei mezzi auto articolati,ma sono certo che usino principalmente dei mezzi molto più piccoli con una manovrabilità maggiore di un autosnodato, certamente anche superando le 7 tonnellate di peso ,ma avendo una manovrabilità diversa,potranno sempre raggiungere la ss 131 dallo svincolo al centro di Galtellì,quello ora usato dai pullman.

Sindaco, da quel che mi risulta, come ho detto nel primo comunicato,ad oggi non esiste nessun progetto,nemmeno preliminare per la realizzazione della circonvallazione di Galtellì,ora le chiedo, se ritiene fondamentale tale opera ,cosa che è, come mai in tutti questi anni da primo cittadino non a messo tale opera prioritaria e urgente? Come mai da consigliere provinciale non ha mai sollevato il problema, anche cercando di coinvolgere tutta l’opinione pubblica territoriale? Anche con azioni di protesta nei confronti della provincia e della regione, le uniche proteste che io mi ricordi,per la situazione viaria locale, sono quelle fatte dall’allora consigliere provinciale di minoranza Beccari ma anch’esse erano principalmente per il tratto Galtellì-bivio di Lula.

Salutandola attendo di sapere le sue dichiarazioni, come sicuramente avverrà stamane, all’incontro con i comuni della Valle del Cedrino.

Giacomo Masala

COMUNE OROSEI

Gentilissimo Marco, anche a te chiedo un po di spazio nel tuo blog per rispondere alle affermazioni pubblicate sul tuo blog, da parte del Sindaco di Galtellì, rispondo come sempre, a nome di tutta la maggioranza comunale.

Ci spiace veramente che lei si sia risentito per le dichiarazioni fatte dal nostro Sindaco F.Mula, all’ultimo consiglio comunale,ma sia lui sia la maggioranza, ha ritenuto opportuno informare il consiglio comunale e la cittadinanza, sull’arrivo di una nuova ordinanza, che aggraverebbe ulteriormente la circolazione dei mezzi pesanti.

Tale notizia ha creato tensioni e preoccupazioni da parte delle imprese e delle attività produttive.

Ci si è meravigliati al quanto, che a breve data dall’ordinanza emessa dal Sindaco di Irgoli,se ne prospetti una ulteriore, che costringerebbe tutto il traffico di mezzi di portata superiore alla 7 tonnellate a percorrere la ss 125 per poter arrivare all’arteria principale ss 131,esponendo sia loro che chi percorre tale arteria a dei grossi rischi.

Naturalmente si creerebbero moltissime preoccupazioni, non solo a noi come amministrazione, ma anche a tutto il comparto produttivo ,autotrasportatori compresi, che oltre all’allungamento del percorso, si creerebbero problemi seri per l’incolumità pubblica.

Le lettere da lei pubblicate sul sito, sono delle semplici risposte alle richieste fatte dall’amministrazionedi Galtellì ,quindi ,considerato che il consorzio di bonifica non ha nessuna competenza,(ponte di Bartara località su Manganu e annessa strada) e che a tutt’oggi,provincia a parte, nessun organo sovraordinato si e mai espresso ad assegnarne la relativa responsabilità e competenza ,nemmeno il comune di Galtellì risulterebbe aver risposto a tale richiesta del consorzio di bonifica dopo che lo stesso ne aveva formalmente richiesto con lettera più di un anno fa.

Resta il rammarico del fatto che sulla problematica della viabilità,già se ne era discusso in una riunione tenutasi circa un mese fa, dai comuni della valle del cedrino ,in quella seduta ad unanimità si era deciso di dare assoluta priorità con impegno di risorse dell’unione stessa, per la stesura di tutta la progettazione,ad oggi mancante,per la circonvallazione di Galtellì ,considerandolo prioritario per la risoluzione definitiva del traffico di tutta la bassa baronia,cosa è cambiato d’allora ad oggi ? cosa l’ha spinto ad adottare tale provedimento urgente ?

Non ci resta che aspettare e sentire, da parte sua Sindaco, le reali motivazioni, nella seduta dell’unione dei comuni che si terrà domani,Venerdì 7 Ottobre 2011.

Salutandoti, Marco, per la tua cortese ospitalità, porgo i saluti di tutta l’amministrazione comunale di Orosei…

Giacomo Masala

transitoLa polemica sui divieti di transito che stanno mettendo in crisi gli autotrasportatori della bassa Baronia è deflagrata avantieri in apertura del consiglio comunale.

Una riunione è stata convocata per discutere il progetto della circonvallazione nord ovest di Orosei, ma le scintille sono incominciate prima e su un’altra circonvallazione: quella di Galtellì. Che non esiste.

OROSEI-Franco MulaLa notizia dell’imminente ordinanza che vieterà il transito dei mezzi con carico superiore alle 7 tonnellate sul ponte del Sologo, attualmente percorso dai camion carichi di blocchi di marmo diretto verso i porti dell’isola già penalizzati dalla perdurante interdizione della circonvallazione di Irgoli, ha fatto sbottare il sindaco Franco Mula che ha parlato senza perifrasi di operazioni poco chiare, di problematica creata ad arte per meri fini politici e giocata sulla pelle degli autotrasportatori e dei cavatori. «Qualcuno pensa che la Regione sia un bancomat e che basti montare un caso per ottenere finanziamenti pronta cassa. Ma ora basta: non posso tollerare che un comparto di estrema importanza non solo per l’economia di Orosei ma di mezza provincia venga messo a rischio da ordinanze pretestuose».

renzo soro-sindaco-galtellìCe l’ha con il sindaco di Galtellì Renzo Soro che l’altro ieri ha annunciato di dover vietare il transito di camion e articolati con carico superiore alle 7 tonnellate sul ponte del Sologo per espressa indicazione del Consorzio di bonifica che ha realizzato e collaudato il manufatto. «Non mi risulta che su quel ponte ci siano problemi particolari e che qualcuno abbia chiesto la sua interdizione al traffico pesante – ha dicaetto Mula davanti al consiglio – se il sindaco di Galtellì intende forzare la Regione per il finanziamento della circonvallazione del paese non è questa la strada da intraprendere. Piuttosto prepari un progetto cantierabile dell’opera come gli è stato chiesto da tempo dalla stessa Unione dei Comuni». Di fatto lo scorso 29 settembre è stato proprio il Consorzio di Bonifica, con nota protocollata, ad informare il Comune di Galtellì (dove sorge il ponte) che il limite massimo autorizzabile al transito sul manufatto è di 7 tonnellate sull’asse più caricato, e che tale limitazione dovrà essere indicata con appositi cartelli all’ingresso del ponte. Una comunicazione che sembra dare pochi margini di autonomia al Comune di Galtellì. Il caso sarà comunque dibattuto venerdì durante una riunione dal Cda dell’Unione dei Comuni.

«Come sindaco di Orosei e consigliere regionale sono pronto a fare la mia parte per risolvere in maniera definitiva la problematica – dice Franco Mula – ma non sono più disposto a subire in silenzio atteggiamenti ricattatori che non giovano a nessuno ma creano solo danni al territorio».

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-5 ott 2011)

bus navettaIl sindaco Rocco Celentano ha infatti accolto positivamente la proposta del gruppo di minoranza Liberamente, che ha chiesto l’istituzione del servizio affinché vengano collegati i punti più importanti della cittadina, venendo incontro alle esigenze di centinaia di abitanti.

«rocco celentanoEsprimo piena condivisione alla proposta – scrive il primo cittadino di Siniscola – perché, anche per la maggioranza, la navetta risponderebbe alle esigenze di mobilità urbana dei cittadini. Un punto, questo, posto nelle nostre dichiarazioni programmatiche. Stiamo lavorando ad un piano del traffico. Ci siamo già attivati in questo senso, vietando l’ingresso dei mezzi pesanti nel centro abitato della Caletta, indirizzando i tir verso le direttrici apposite».

«Siamo all’opera anche per la realizzazione di un piano specifico per il trasporto delle persone mediante autoservizi pubblici non di linea – conclude il sindaco Rocco Celentano – per consentire e sostenere lo sviluppo turistico e sociale del nostro territorio. Nei prossimi giorni si svolgerà un tavolo di lavoro tra Comune, Provincia e Cirem per valutare lo stato dei trasporti nel nostro distretto con l’obiettivo di inserire Siniscola nel piano del sistema di trasporti minimi urbani, da presentare in Regione».

Un «pendolino» che circoli per Siniscola e frazioni è un’esigenza comprovata, soprattutto per anziani e giovani. Maggioranza e opposizione hanno dimostrato un’intesa. Il servizio è destinato a partire.

(Da: La Nuova-salvatore martini-4 ago 2011)

UNA MIA NOTA:

“L’UNIONE FA LA FORZA!” Così suona un saggio proverbio che applicato alla politica amministrativa per venire incontro e risolvere le esigenze dei cittadini non può che generare soddisfazione a tutti i livelli. L’approvazione e condivisione  bipartizan di una proposta della minoranza del consiglio siniscolese non può che rappresentare un buon esempio da… EMULARE.

Un saluto

Marco Camedda

cave-di-marmo-11

operatori soddisfatti

Il finanziamento della cosiddetta cinconvallazione delle cave è stata accolta con favore a Orosei anche dal Consorzio distretto marmi.

Franco Mula

Franco Mula

In una nota il consiglio di amministrazione plaude, infatti. alla decisione della giunta regionale e all’impegno del consigliere Franco Mula (esponente dei Riformatori e sindaco del centro baroniese) di assegnare a titolo di anticipo in attesa dei fondi Cipe al Comune un finanziamento di quattro milioni e 300 mila euro che permetterà l’appalto di una strada che interessa la quasi totalità delle aziende del marmo.

«La realizzazione dell’opera costituirà un passo decisivo per la sicurezza della circolazione stradale (civile, commerciale e turistica) tra Orosei e Dorgali, messa a repentaglio dalla continua presenza sulla carreggiata di mezzi industriali al servizio delle cave e della lavorazione del marmo; ma anche risulterà decisiva per la nostra crescita», si legge in una nota del Consorzio Marmi: «Le attività economiche necessitano di infrastrutture di supporto, questa variante è un primo punto fermo».

( Da:L’Unione Sarda-fabio ledda-24 lug.2011)

trahetto Dimonios-saremarIn un mese venduti

26 mila biglietti

Primo mese positivo per la Saremar. Dallo scorso 22 giugno a oggi, i biglietti online venduti dalla compagnia low cost reclutata dalla Regione Sardegna con due linee, Vado Ligure-Porto Torres e Civitavecchia-Golfo Aranci, hanno fatto registrare l’incasso record di oltre 7 milioni di euro.  In tutto sono stati venduti circa 26 mila biglietti.

Per la Saremar le entrate sono state superiori alle previsioni del piano industriale varato, in particolare per la rotta sperimentale tra Vado e la Sardegna, che nel savonese non è gestita da nessun’altra compagnia marittima. Resta incerto, però, il futuro del collegamento tra Vado e Porto Torres.

Il 15 settembre cesserà il periodo di prova della linea. Saremar, compagnia di navigazione controllata dalla Regione Sardegna, verificherà l’andamento dell’operazione Tirrenia e quindi valuterà se sarà il caso o meno di proseguire l’attività con Vado Ligure, che è diventato il porto di riferimento per i traghetti. Qui, oltre Saremar, opera ormai da anni anche la Corsica Ferries, che però garantisce solo una linea con l’isola francese.

(Da: L’Unione Sarda.it-23 lug 2011)-foto da internet

Panoramia di Galtellì con vista della strada che collega alla S.P 25 a cui potrebbe immettersi la eventuale strada di circonvallazione Nord

Panoramia di Galtellì con vista della strada che collega alla S.P 25 a cui potrebbe immettersi la eventuale strada di circonvallazione Nord

Il Comune di Galtellì mette a disposizione il suo territorio per realizzare la strada destinata ai mezzi pesanti della Baronia

In contemporanea con la riunione convocata questa mattina a Nuoro dal prefetto Pietro Lisi per affrontare la problematica scaturita dopo l’ordinanza con cui il sindaco di Irgoli vieta il transito dei mezzi pesanti all’interno del suo paese, il primo cittadino galtellinese Renzo Soro ribadisce la sua “ricetta” risolutoria: la circonvallazione di Galtellì.

renzo soro-sindaco-galtellì«Già nel programma attuativo regionale Fas 2007/2013 – scrive ai suoi omologhi della Valle del Cedrino e all’assessore regionale ai Lavori pubblici – era richiamata in modo inequivocabile l’importanza di interventi per la messa in sicurezza e decongestione dei grandi assi di penetrazione urbana. A tal proposito veniva prevista la circonvallazione di Galtelli per la quale si sarebbe dovuto attingere dai 400 milioni di euro successivamente dirottati dal governo in Abruzzo a causa dal terremoto e sinora mai riassegnati alla Sardegna».

«Nel frattempo l’amministrazione di Galtellì ha inserito nel suo programma la realizzazione di una circonvallazione a valle del paese capace di captare tutto il traffico della bassa Baronia da e verso le grandi arterie stradali sarde. Un traffico particolarmente intenso in estate ma costante tutto l’anno per quanto attiene i mezzi adibiti al trasporto del marmo delle cave di Orosei. Un polo di fondamentale importanza economico e occupazionale per tutto il territorio. Anche l’Unione dei Comuni – spiega ancora Soro - riconosce l’importanza strategica di quest’opera e a tal proposito ha commissionato un progetto (più volte inviato all’assessorato regionale con richiesta di finanziamento) dove si stima in un milione e 950 mila la cifra necessaria per la sua realizzazione. Adesso, a seguito all’ordinanza emessa dal sindaco di Irgoli e alle preoccupazioni del sindaco di Orosei, il problema della circonvallazione si ripropone con tutta la sua gravità. Per questo – conclude – rinnovo la volontà di Galtellì di mettere a disposizione il suo territorio per quest’opera e propongo che quanto prima si interloquisca con la Regione per recuperare le risorse necessarie».

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-22 lug 2011)

flotta sardaParte la rotta Vado Ligure-Porto Torres

Partirà questa sera alle 19,30 da Vado Ligure e farà rotta verso Porto Torres la Dimonios: la seconda nave della flotta sarda, che assicurerà i collegamenti tra l’Isola e la Liguria. Ad annunciarlo, una settimana dopo la partenza dei collegamenti tra Olbia-Golfo Aranci e Civitavecchia, è il governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci.

Questa è un’iniziativa in difesa del diritto alla mobilità dei sardi – sottolinea il presidente – della nostra libertà di impresa e contro la violazione delle regole del mercato”. Quasi 18 mila i biglietti venduti sinora dalla Saremar, la compagnia di navigazione controllata dalla Regione. Cappellacci ricorda i passaggi fondamentali che hanno portato al varo della flotta dei Quattro Mori.

ugo cappellacciNel mese di gennaio la Giunta regionale ha inviato una prima segnalazione all’Antitrust contro il caro traghetti. Poiché ogni tentativo di dialogo si è rivelato inutile, nel mese di aprile abbiamo inviato un ricorso all’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, che ora sta svolgendo l’istruttoria, e abbiamo deciso di assicurare i collegamenti con la Saremar, società di proprietà della Regione. Un cittadino di Roma, di Milano o Torino si ribellerebbe, se chiudessero un’autostrada o se vi fosse un aumento spropositato dei prezzi. A maggior ragione – chiarisce Cappellacci - noi sardi non possiamo tollerare che qualcuno possa interdire al nostro popolo il mare e il cielo”.

(Da:L’Unione Sarda-22 giu 2011)

flotta sardaFlotta sarda, attive le prenotazioni per la tratta Porto Torres-Vado Ligure. Il sito Internet di Saremar è stato nuovamente preso d’assalto.

“E’ operativa sul sito www.saremar.com la prenotazione per la tratta Porto Torres-VadoLigure”. Ad annunciarlo, mentre i biglietti emessi per i collegamenti Civitavecchia-Golfo Aranci hanno superato le 6.000 unità, è il presidente della Regione, Ugo Cappellacci. “Andiamo avanti – ha dichiarato il presidente – con un’iniziativa finalizzata ad assicurare il diritto alla circolazione dei Sardi e a difendere le ragioni del nostro sistema economico. E’ un’iniziativa – ha concluso – il cui significato simbolico va anche al di là dell’importante valore economico”.

(Da:l’ Unione Sarda.it-3 giu 2011)

Cappellacci: 1500 prenotazioni

flotta sarda

Dopo proiezioni e ipotesi, ecco il primo dato ufficiale: la flotta sarda vale 1500 prenotazioni. Sono quelle effettuate sabato e domenica per la Civitavecchia-Golfo Aranci, l’unica linea per la quale in questo momento è possibile prenotare un posto. Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Ugo Cappellacci: «I dati sugli accessi al sito – ha detto – sono una conferma del fatto che l’operazione flotta sarda va al di là della mera operazione economica. I Sardi e gli amici della Penisola hanno già un’idea compiuta di quanto sia accaduto prima e dopo l’entrata in campo di Saremar. Noi andiamo avanti con un’azione in difesa dei diritti dei cittadini e del nostro sistema economico». Le 1500 prenotazioni sono una piccola fetta dei contatti sul portale della compagnia, sino alle 16 di sabato erano 67mila.

(Da:La Nuova- 24 mag 2011)

Saremar, viaggi da 90 euro. Online le prime prenotazioni Le navi noleggiate da Saremar si chiameranno Dimonios e Scintu

flotta sardaLa flotta sarda è realtà. Il 15 giugno alle 23 partirà da Civitavecchia la prima nave diretta a Golfo Aranci con i vessilli dei Quattro Mori.

Lo ha annunciato il governatore Ugo Cappellacci, aprendo di fatto il sito per l’avvio delle prenotazioni. Ma le compagnie che hanno presentato l’unica offerta per l’aggiudicazione della Tirrenia chiedono lo stop della flotta sarda.

La flotta sarda Saremar-Regione è pronta a salpare. Il 15 giugno sarà operativo il collegamento Golfo Aranci-Civitavecchia: dalle 12 di ieri, sul sito Internet della Saremar, si possono prenotare i biglietti. Dal 20 giugno sarà attiva anche la seconda rotta, Porto Torres-Vado Ligure. Due i traghetti, battezzati Dimonios e Scintu , noleggiati al costo di 30 mila euro al giorno. Navi in grado di trasportare ognuna circa 840 passeggeri e 300 auto. Le tariffe? Inferiori anche del 50% rispetto a quelle proposte, sulle stesse rotte, dalle altre compagnie.

Cappellacci«Non stiamo dichiarando guerra a nessuno», ha precisato il presidente della giunta, Ugo Cappellacci, «ma si tratta di legittima difesa. Prezzi fissi e chiari per residenti e non. Intanto aspettiamo che venga aperto un tavolo di confronto tra Stato, Regione e armatori per una vera continuità territoriale».

saremarPRIME PRENOTAZIONI – Sono già 100 le prenotazioni e 16 mila i contatti unici (singoli utenti) sulle pagine internet del portale della Saremar per le nuove tratte tra Olbia e Civitavecchia con la nuova flotta sarda che entrerà in servizio, a prezzi concorrenziali, dal 15 giugno prossimo. I dati sui primi click sono stati annunciati dalla Regione. Una risposta indiretta agli attacchi dell’europarlamentare dell’Idv Giommaria Uggias, secondo il quale la flotta targata Quattro Mori è solo “un grande bluff”. “La Saremar – spiega l’esponente dell’opposizione – incontra già numerose difficoltà per coprire i collegamenti con La Maddalena, per questo nutro dei seri dubbi sulla sua capacità nel gestire i traffici da e per la penisola”.

flotta-sardaIl viaggio inaugurale per la flotta sarda è fissato per il 15 giugno alle 23, quando la nave con il vessillo dei Quattro Mori partirà da Civitavecchia diretta a Golfo Aranci (Olbia). Le navi noleggiate dalla Saremar sono due e dal 20 giugno sarà anche operativa la tratta Porto Torres-Vado Ligure (Savona). Ancora in fase di valutazione altre due rotte, da Olbia a Livorno e da Cagliari a Civitavecchia.

Per i collegamenti il governatore Ugo Cappellacci ha annunciato prezzi decisamente alla portata di tutti: da 21 euro per la tratta Civitavecchia-Golfo Aranci per un posto ponte, 45 euro in cabina e 50 euro per l’auto.

(Da: Unione Sarda.it-21 mag 2011)-foto da internet