Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Spettacoli

VIAGGI EMOZIONALI 2016

Prenderà il via giovedì 11 agosto la diciassettesima edizione di “Viaggi emozionali” il teatro itinerante, liberamente ispirato alle opere di Grazia Deledda, curato dalla compagnia Bocheteatro di Nuoro con il contributo del Comune di Galtellì la collaborazione della Pro Loco.

Galtellì: Una foto di una delle precedenti rappresentazioni teatrali di Viaggi Emozionali

Il viaggio nei luoghi del narrato prende il via all’imbrunire dalla Basilica di San Pietro per snodarsi poi lungo le vie del centro storico tra danza, musica e canto tradizionale, ripercorrendo i tratti salienti di alcune delle opere di Grazia Deledda.

Galtellì: Una foto di una delle precedenti rappresentazioni teatrali di Viaggi Emozionali

I protagonisti ancora una volta saranno i bambini, circa 40 e gli adolescenti di Galtellì, diretti dall’attrice Monica Corimbi e dal regista Giovanni Carroni, che ci trasporteranno alla scoperta della scrittrice e dei luoghi del narrato nel borgo di Galte.

Tre gli appuntamenti programmati

nei giovedì di agosto: 11, 18 e 25.

(DA: comunicato Comune di Galtellì-10 Agosto 2016)

SPETTACOLO TEATRALE

*Sceneggiatura e Regia: Lucio Mundula*

Una foto e un commento del caro amico Lucio Mundula

sul lavoro teatrale “Una Storia Sbagliata”:

“Perchè il teatro?

Come ex-sequestrato ho sempre pensato fosse quasi un dovere raccontare la mia storia per far si che gli altri conoscano la (o le) verità sui rapimenti a scopo di estorsione in Sardegna. Ci sono altri sequestrati che sono sicuramente molto più bravi di me nel fare questo, sono preparati, conoscono documenti e numeri.

Io ho trovato questa strada. Il teatro riesce a coinvolgere emotivamente, è un mezzo dirompente. ti proietta emotivamente all’interno delle vicende.

Il risultato mi è sembrato confortante: Il pubblico reagisce, si commuove, piange. Questo volevo ottenere.

Caro Marco, grazie per avermi contattato,

Lucio Mundula”

INGRESSO AD OFFERTA LIBERA

Il ricavato sarà devoluto all’Associazione Sarda

Genitori Oncoematologia Pediatrica

>>> VI ASPETTIAMO! <<<

(DA: comunicato Comune di Orosei-11 Luglio 2014) -foto: G.Fronteddu

Il giovane di Iglesias festeggia

la vittoria dei 70mila euro

Potrà realizzare il suo sogno: costruire una fattoria didattica.

Nel suo pacco c’erano 100 euro. Ma Fabio Garau, giovane di Iglesias, aveva già fatto la scelta giusta: accettare l’offerta della “dottoressa” di Affari Tuoi, 70mila euro, forse sufficienti per realizzare il suo sogno “costruire una fattoria didattica”. Si è accontentato e ha fatto bene: nonostante tra le due vincite rimaste in gioco ci fossero anche 250mila euro, Fabio ha scelto di prendersi il sicuro. Ha fatto bene.

E nel raccontare la sua storia, semplice e umile come quella di tanti giovani lavoratori, ha fatto venire gli occhi lucidi a tutte le persone presenti nello studio della Rai e a tanti spettatori che stavano seguendo da casa la trasmissione condotta da Flavio Insinna.

(DA: L’Unione Sarda.it - 11 nov 2013)-foto (composte) da internet

Saranno i detenuti di Badu e’ Carros

i protagonisti dello spettacolo teatrale che si terrà domani, 27 giugno alle 18,00, nel carcere nuorese.

Grazie ad un progetto realizzato dal servizio Operatori di Strada dell’assessorato ai Servizi Sociali insieme alla direzione di Badu ‘e Carros e ai responsabili dell’area trattamentale, i detenuti dell’area “sicurezza 3” metteranno in scena la trilogia del consenso di Harold Pinter: un modo per rafforzare e costruire attraverso la forma di comunicazione del teatro, un legame continuo fra il mondo esterno e quello interno al carcere.

Da gennaio scorso l’Operatore di Strada Pietro Era, regista della rappresentazione, ha lavorato all’interno della struttura carceraria con i detenuti, introducendoli al mondo del teatro e trasformandoli in attori.

La rappresentazione di domani sarà il culmine di un percorso educativo realizzato in collaborazione tra il Comune di Nuoro, la direzione del Carcere e l’area trattamentale.

**DA: comunicato Comune di Nuoro- 26 giu 2013**

Domani, 7 giugno ore 11,00, Teatro Eliseo conferenza

nella quale verrà presentato il concerto dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari che si terrà a Nuoro, al Teatro Eliseo, il 12 giugno prossimo.

Saranno presenti il sindaco Alessandro Bianchi, l’assessore alla Cultura Leonardo Moro, il responsabile della Associazione Intermezzo e per il “lirico” di Cagliari Alessandro Pisu.

La collaborazione tra la città di Nuoro ed il Teatro Lirico di Cagliari riprende dopo qualche anno, dopo varie occasioni di collaborazione, ultima delle quali il concerto tenuto in occasione dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-6 giu 2013**

 

Provincia di Nuoro

AREA SOCIO-CULTURALE

e-mail : servizisociali@comune.irgoli.nu.it

 L’Assessorato ai Servizi Sociali e Cultura promuove

Un laboratorio di teatro  rivolto ai giovani che abbiano compiuto almeno 14 anni di età e adulti e sarà condotto dal regista Bruno Venturi.

Gli interessati potranno rivolgersi all’ufficio Servizi Sociali del Comune o presentarsi tutti i Mercoledì alle 21:00 a partire dal 30 Gennaio 2013 presso i locali del Centro Giovanile Sa Lantia.

Il Laboratorio si concluderà con una rappresentazione teatrale su  “La Passion de Nuestro Señor Jesu Christu” di Fra’Antonio Maria da Esterzili

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio dei Servizi Sociali del Comune nei giorni e orari di apertura.

Irgoli lì, 21.01.2013

Il Responsabile del settore

f.to Rag. Giovanni Porcu

 

Il Comune di Galtellì insieme alla Pro-Loco ha organizzato anche quest’anno questo teatro itinerante a Galtellì la cui prima rappresentazione è già avvenuta il 9 agosto con partenza dalla Basilica di S.Pietro. La direzione artistica è sempre di Bocheteatro e la regia di Monica Corimbi. 

Come scritto sul volantino pubblicato si tratta di una “Ambientazione privilegiata per uno dei viaggi emozionali più esclusivi attraverso il tempo e le senzazioni rievocate dai luoghi descritti in Canne al Vento, celebre romanzo di Grazia Deledda

 …OGGI 23 Agosto a Galtellì,dalle ore 20,30

…con 30 bambini del paese che recitano

le opere di Grazia Deledda…

…”Un’emozione da non perdere”!

Marco Camedda

GALTELLI': scorcio in notturna del portale della Chiesa di San Pietro (foto: camedda)

Al via domani, a Galtellì, il calendario di “Viaggi emozionali”, spettacolo itinerante di teatro, musica e canto tradizionale, frutto di un laboratorio cui hanno partecipato trenta bambini diretti dall’attrice Monica Corimbi della Compagnia Bocheteatro. Le repliche il 23 e il 30 agosto.

GALTELLI': Chiesa di S.Pietro (foto: camedda)

Casa Dame Pintor dove Grazia Deledda ambientò Canne al Vento

L’eventoè promosso dall’amministrazione comunale di Galtellì e dalla Pro loco.

Il progetto di teatro itinerante, tratto dal romanzo “Canne al vento” di Grazia Deledda (che ambientò proprio a Galtellì il suo capolavoro) si snoda lungo tutto il centro storico del paese, a partire dalla bellissima chiesa di San Pietro.

Ogni scena in un punto diverso del centro storico, lungo il percorso la melodia dell’organetto sardo.

Da: L’Unione Sarda- 8 ago 2012

OROSEI.La biblioteca è un tesoro

 Simulata l’irruzione nelle sale attraverso un laboratorio teatrale.

Gli scolari del paese recitano il recupero della cultura.

Oggi alle 19 sessanta attori in erba vanno in scena al Cine Teatro Pitagora di Orosei impegnati a recitare nello spettacolo “Se una notte in biblioteca”, l’esito finale di uno dei due laboratori teatrali finanziati dall’amministrazione comunale, e rivolti alle prime classi della scuola primaria di Orosei.

Decide di investire sui piccoli, sui giovanissimi, l’assessore alla Cultura Daniela Contu, grazie anche al sostegno del sindaco Franco Mula, con il gioco teatrale rivolto ai primissimi anni -due laboratori sono stati anche svolti e curati alla Materna, con la conduzione di Pierangela Calzone – mirando a creare una consuetudine educativa per il paese, un valore formativo aggiunto.

La rappresentazione teatrale di questa sera darà vita ai personaggi e alle vicende della storia “Se una notte in biblioteca” scritta dall’attore e regista Bruno Venturi, che immagina un’incursione notturna di un gruppo di bambini nella biblioteca del paese, e la sua conseguente scoperta, con tutti i suoi tesori.

E saranno dunque libri per l’infanzia, ma non solo: musiche, canti – compreso l’omaggio a due grandi cantautori che hanno fatto parte, in maniera diversa, delle nostre vite.

Anche la recita “La leggenda delle Janas andata in scena ieri è stata ispirata a un testo originale, che prende spunto da un racconto di Giuseppe Dessì, ispirato al lavoro di Maria Lai, per compiere un primo volo sulle proprie origini storiche e su alcune parole, alcuni termini che rischiano di scomparire dalla nostra memoria antropologica (dai nomi delle piante, a quello dei mesi).

(Da:L’Unione Sarda-Agostina Dessena-9 giu 2012)

NUORO. «Perché no? Una collaborazione con gli Istentales è molto, molto probabile». Detto, fatto. Roberto Vecchioni ne aveva parlato un anno fa, dal palco nuorese di Voci di Maggio.

Così ora il professore è pronto per una tournée tutta sarda con la band agropoprock di Badde Manna. Nove i concerti previsti dal sodalizio per la prossima estate, a partire dal 2 giugno, da Orosei, dove la kermesse Voci di Maggio ha trovato nuova ospitalità. E dove il cantante di Carate Brianza sarà la special guest dell’evento, ormai alla sua undicesima edizione. Per l’occasione, Vecchioni indosserà ancora una volta il velluto scuro dei pastori che gli hanno preparato i mastros de pannu della Sartoria Pinu di Nuoro. Il calzolaio Giuseppe Dore di Nule, invece, gli ha confezionato un paio di iscarpones e cambales di pelle, vacchetta morbida.

E anche stavolta, come lo scorso anno, Vecchioni farà il suo ingresso trionfale sul palco attorniato dai mamuthones di Mamoiada. «È stato lui a volerli come coreografia – racconta Gigi Sanna, voce e leader degli Istentales -. “Mi hanno fatto sentire un gigante” mi ha detto al telefono Roberto. E noi siamo ben lieti di poterlo accontentare» sottolinea il barbudo, che dallo scorso maggio è sempre rimasto in contatto con l’autore di Samarcanda. «Con la collaborazione artistica, è nata anche un’amicizia profonda» dice.

Tant’è vero che quando Vecchioni arriverà a Nuoro per le prove tecniche, il suo alloggio fisso sarà «su pinnetu», suite imperiale nell’ovile di pecore, capre e maiali. Nella vallata sulla strada per Orgosolo, davanti ai costoni dell’Ortobene. Pastore, dunque, pure lui, l’ex professore di latino e greco nei licei classici di Milano. Ma anche operaio, in questa nuova avventura nella terra dei nuraghi. Il pezzo forte della tournée Vecchioni-Istentales sarà infatti «L’isola ribelle», la canzone scritta all’Asinara nell’aprile 2010 dai cassintegrati Vinyls ed Eurocoop e musicata dal pastore-menestrello Gigi Sanna. Un modo come un altro per non far cadere nel dimenticatoio una vertenza senza fine e per onorare una lettera-appello ricevuta dal vincitore del Festival di Sanremo edizione 2011. Pronto a mettersi sotto, a studiare la limba, per entrare ancora di più nell’animo e nel cuore degli isolani, «gente unica, diversa dagli italiani» aveva detto un anno fa.

«Perché la Sardegna ha una marcia in più rispetto all’Italia» ama ripetere Vecchioni. «La Sardegna è una nazione, simile alle Baleari, antropologicamente diversa, ha un modo di pensare tutto suo, intimo… ». È per questo che il cantante si è innamorato dell’isola, della Barbagia, di Badde Manna. Ed è per questo che canterà Istentales, l’inno dell’omonima band: Gigi Sanna (voce e chitarra), Luca Floris (batteria), Sandro Canova (basso), Daniele Barbato (tastiere), Andrea Lorenzini (chitarre). Nello scambio artistico ci saranno anche altri pezzi del repertorio musicale di Sanna & Company. Roberto Vecchioni, invece, metterà sul piatto comune i suoi classici e le novità più recenti, da Voglio una donna a Chiamami ancora amore. Ogni volta sarà un insolito duetto, un connubio di voci e di storie da raccontare «in questa terra uomini, filosofi, poeti, anche se poco conosciuti – è il rammarico del cantautore-scrittore -. Del resto se uno come De André ha scelto di andare a vivere in Sardegna, un motivo ci sarà pure». Così come c’è un motivo che ha spinto Vecchioni a fare di Nuoro il suo quartier generale per la tournée con gli Istentales. Gruppo che ha alle spalle la straordinaria esperienza con Pierangelo Bertoli.

«Questa è cultura» ripete a chiare lettere il professore, classe 1943, quasi fedale del cantautore di Sassuolo. Pastore, come i pastori che lottano per il prezzo del latte. Operaio, come gli operai che ogni giorno lottano per portare a casa un pezzo di pane e riuscire ad arrivare alla fine del mese.

(Da: La Nuova-Luciano Piras-23 mar 2012)-foto da internet

Insieme alla Cooperativa Progetto Sociale Orosei

La Cooperativa Progetto Sociale Orosei con il patrocinio del Comune di Orosei, nell’ambito delle attività del Centro di Aggregazione Sociale, il 22 dicembre ha invitato Babbo Natale in piazza del Popolo per festeggiare il Natale con i bambini. Babbo Natale leggerà le letterine dei bambini e regalerà loro le caramelle.

Il pomeriggio sarà allietato dalla presenza dei folletti che faranno le sculture con i palloncini e la baby dance, inoltre ci sarà uno spettacolo interattivo di bolle di sapone in cui i bambini verranno chiamati a creare bolle di sapone gigantesche, Fino ad essere intrappolati in una vera e propria prigione di sapone.

 Tutti i bambini sono invitati a partecipare.

Si chiude con il saggio finale degli allievi del laboratorio di recitazione la rassegna Sardegna dei Teatri curata da Bocheteatro.

Giovedì, alle 21, al Teatro Pitagora di Orosei, gli allievi guidati dal regista Giovanni Carroni portano in scena lo spettacolo “Sulla terra leggeri”, un libero adattamento dal testo di Sergio Atzeni, da alcuni stralci del romanzo di Francesco Masala “Dio Petrolio” e “Sos Sinnos” di Michelangelo Pira. «Passavamo sulla terra leggeri come acqua, come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte…». Il ritmo dell’acqua è quello che dà il via allo spettacolo, è quello che accompagnerà i corpi degli attori al gioco di una danza mitica e magica, crudele e gioiosa. Un percorso onirico e sensoriale, incontro a quel «passavamo» che ci stimola alla ricerca di quel «tempo perduto».

Da:L’Unione Sarda-29 nov 2011

UN’OPPORTUNITA’ DI CRESCITA

Non si tratta di un censimento fine a se stesso, ma di un modo inedito per creare nuove opportunità.

A Siniscola è stato istituito l’albo comunale delle associazioni culturali, artistiche e dello spettacolo, per dare contorni precisi a queste rigogliose realtà sociali, che lavorano per migliorare il livello culturale della società. Il numero di queste associazioni è elevato. Rappresentano un patrimonio al quale Siniscola non può rinunciare. La costituzione di un apposito albo comunale consentirà di aprire nuovi orizzonti nell’organizzazione di eventi culturali e di spettacolo.

L’obiettivo dell’iniziativa, coordinata dall’assessore alla Cultura, Piero Carta, è valorizzare le libere forme associative costituite ai fini dell’interesse pubblico, favorendo la partecipazione dei cittadini nella vita amministrativa. Per iscriversi all’albo c’è tempo sino al 12 dicembre.

Le domande vanno presentate in municipio. L’adesione sarà un requisito indispensabile anche per ottenere patrocini pubblici, pubblicità istituzionale, l’inserimento in programmi organizzati dal Comune. L’albo abbraccia ambienti come cultura, musica, teatro, spettacolo, folclore, tradizioni popolari, arti figurative-visive-espressive, e beni archeologici e monumentali. Settori che riuniscono centinaia di siniscolesi impegnati nella crescita del territorio.

Da:La Nuova-salvatore martini-18 nov 2011

Donne di Lula. Vita in miniera e storie d’amore

Un autunno all’insegna del teatro in provincia di Nuoro.

Mentre la rassegna Pantheon, organizzata a Orani dalla Compagnia I Barbariciridicoli, arriva oggi al quarto appuntamento (in scena l’Effimero Meraviglioso con “Just Married”, alle 21, nell’auditorium ex Valchisone), Bocheteatro di Nuoro ha inaugurato giovedì scorso a Orosei il cartellone di “La Sardegna dei Teatri”; mentre martedì prossimo a Lula, giorno di Ognissanti, la Compagnia Ilos porta in scena “Erminia e le altre” (salone Moreddu, alle 20).

GLI EVENTI La rassegna curata da Bocheteatro in collaborazione con Cada Die Teatro, giunta alla decima edizione, porta in scena gli spettacoli a Orosei e Dorgali. Prossimi appuntamenti, il 3 novembre a Orosei e il 4 a Dorgali con “L’innocenza di Giulio- Andreotti non è stato assolto” (tutti gli spettacoli alle 21).

Venerdì 10 novembre a Orosei, Babilonia Teatri presenta “Pop Star”. Sempre Babilonia Teatri sarà nuovamente in scena a Orosei sabato 11 con “The end”, una parodia drammatica sul mito dell’eterna giovinezza. Il tema del lavoro verrà raccontato sul palcoscenico del teatro Pitagora giovedì 17 con “Lavorare stanca” de Il Crogiuolo. Venerdì 25 novembre, a Dorgali Bocheteatro presenta “Cantigos de s’ifferru”, spettacolo tratto dalla monumentale traduzione in lingua sarda dell’Inferno di Dante fatta da Padre Paolo Monni, rettore fino al 2009 della chiesa delle Grazie.

La kermesse si chiude l’1 dicembre a Orosei con un omaggio allo scrittore Sergio Atzeni prematuramente scomparso, saggio finale dell’omonimo laboratorio Sulla Terra Leggeri del gruppo di allievi diretti da Giovanni Carroni.

STORIA DI LULA Nel giorno di Ognissanti, in scena a Lula la bella storia di Erminia e delle altre donne che hanno lavorato nelle miniere di Sos Enattos e di Guzzurra. Nel racconto corale, lo spettacolo della Compagnia Ilos narra anche la vicenda della giovanissima Erminia e del suo grande sogno d’amore.

(Da:L’Unione Sarda-M. B. D. G.-29 ott 2011)

Col-loro-sole-768x1024
Ciao Marco, ti invio il comunicato e locandina per la serata di sabato 8 ottobre…

Uno spaccato del nostro passato (autunno 1968),che vide i nostri concittadini e non solo,manifestare contro delle decisioni non condivise dal territorio…la costruzione di un polo petrolchimico nella piana de “su Sologo”…

Vi invito a partecipare a questa rievocazione teatrale, con proiezione d’immagini a cura del Gruppo Teatro Laboratorio di Irgoli “

saluti Giovanni Santo Porcu

(Da:comunicato dell’Amministrazione Comunale di Galtellì)

novella-di-g.deledda-bocheteatro
Le storie di Grazia Deledda narrate nella suggestiva cornice di piazza Parrocchia a  La Compagnia Bocheteatro, con il contributo del Comune e la collaborazione della Pro Loco, porta in scena “All’imbrunire”.

locandina-viaggi-emozionali

Appuntamento domani (24) alle 21 e 30 (replica venerdì 26, stesso orario).

Lo spettacolo, con la direzione artistica di Giovanni Carroni, si snoda attraverso la lettura di una serie di pagine narrative della scrittrice nuorese tratte dalle raccolte di novelle.

In scena Cristina Maccioni, Maria Loi, Giovanni Carroni e Monica Corimbi, con la musica di Battista Giordano.

Le serate saranno arricchite dal commento storico e critico della professoressa Neria De Giovanni, la più grande esperta dell’universo deleddiano, presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, con sede a Parigi.

(Da:L’Unione Sarda-23 ago 2011)

“Uno spettacolo coinvolgente -mi racconta un’amico che ha assistito alla rappresentazione teatrale del 17 agosto- per i suggestivi luoghi dove è stato rappresentato e di alto valore emotivo grazie alla bravura degli attori e al sensibile sottofondo musicale di Battista Giordano”

Marco Camedda

Venerdì 19 alle ore 21.00 a Su Probanu.

 

con Giovanni Carroni e musiche originali dal vivo di Franco Persico.

Bocheteatro-novella-di-g.deleddaLa novella “Malocchio” è un racconto lungo, uno degli scritti di Grazia Deledda meno conosciuti, anche perché non riportata nelle consuete raccolte.  E’ stata riscoperta grazie alla solerte ricerca condotta dal giornalista Gianni Pititu per il libro “Oliena nei racconti di Grazia Deledda”.

La novella deleddiana è un giallo ambientato nel rude paesaggio della campagna tra Nuoro e Oliena e anticipa, con uno stile fresco e moderno, il noire contemporaneo. Racconta di un ricco porcaro di Oliena , Yacu Sole, promesso sposo ad una giovane fanciulla Nanascia. Si mormora in paese però che la giovane aveva fatto all’amore , il primo amore, con Pascale Chisina , al secolo Corbeddu, il bandito. E Corbeddu, si mormorava, che durante la sua latitanza, rientrasse spesso in paese . Le lingue del villaggio dicevano rientrasse anche per vedere la sua ex . Yacu Sole incalzato sia dal malocchio che sta decimando i suoi porci e dal sopravvenire di altre novità e di altri avvenimenti decide di indagare. Insomma per questione di malocchio e di donne, Yacu Sole quel giorno si avvia per Sa Mendula , agro di Nuoro, alla ricerca di Corbeddu e di Nanascia Fraile fino a che..

Ingresso € 2,00

(da un comunicato stampa di “Bocheteatro“-18 ago 2011)

irgoli-bando_iscrizione_labModuli  domanda di iscrizione

(dal sito istituzionale Comune Irgoli)

GALTELLÌ:  l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda-2010)

GALTELLÌ: l'edificio della Biblioteca Comunale "Don G.Cosseddu"(foto camedda-2010)

Parte il laboratorio teatrale condotto dalla regista Pierangela Calzone. L’inaugurazione del secondo anno nella biblioteca comunale don Cosseddu.

Stasera alle 20 nella biblioteca comunale don Cosseddu prenderà il via, per il secondo anno, il laboratorio teatrale di paese, aperto alle persone di tutte le età e di tutto il territorio e condotto anche quest’anno dalla regista Pierangela Calzone.

Gli incontri, tutti serali, si svolgeranno nella biblioteca una volta alla settimana. L’anno scorso il laboratorio ebbe un gran successo di partecipanti molti dei quali provenienti anche dai paesi del circondario e al termine diede il via alla nascita di una vera e propria compagnia teatrale formata da un gruppo di 24 persone tra professionisti e non provenienti dalla Barbagia e dalla Baronia.

L’esito finale del primo laboratorio, lo spettacolo “Con la schiena poggiata al vento” un adattamento teatrale liberamente tratto da «Paese d’ombre» di Giuseppe Dessì per la regia appunto di Piera Calzone, è stato portato in scena più volte non solo a Galtellì ma anche in diversi teatri dell’isola suscitando ovunque consensi di critica e di pubblico. Un ottimo viatico dunque per il corso in partenza oggi che come quello svolto lo scorso anno sarà realizzato grazie al contributo del comune di Galtellì, assessorato ai servizi sociali, e con la collaborazione della biblioteca.

Chi fosse interessato ad iscriversi ai corsi e desiderasse avere informazioni può chiamare la biblioteca allo 0784 909059 oppure scrivere una mail a: biblioteca.galtelli@gmail.com.

(Da:La Nuova: angelo fontanesi- 11 mag 2011)

Orosei. Gestione Cinema Pitagora, fumata nera.esclusa unica impresa interessata alla gestionemonica corimbiBocheteatro propone nell’ambito della rassegna a misura di bambino “Janas”. Direzione artistica di Monica Corimbi. Appuntamento oggi alle 18 al cine teatro Pitagora di Orosei. Per le scuole lo spettacolo è domani alle 10. Testo e regia di Rosalba Piras.

(Da:Unione Sarda- 8 mag 2011)

Nel mio archivio fotografico, che in questo periodo di convalescenza  a casa stavo riordinando, ho ritrovato queste foto in bianco e nero che avevo scattato nel 1981 a Loculi e che pensavo fossero andate smarrite. Rappresentano antichi edifici allora in degrado e oggi sapientemente restaurati e recuperati di cui le prime due foto si riferiscono a una casa privata  e la terza, come descritto nella didascalia della quarta foto, destinata oggi a un museo comunale ” Sa domo de sas artes e de sos mestieris” che è vanto, non solo del paese di Loculi, ma di tutta la cultura della Baronia-Valle del Cedrino.loculi-3

loculi-2

loculi-1

Loculi.-Sa-domo-de-sas-arte

Loculi:Il fabbricato della foto precedente è diventato la bella sede del Museo "Sa-domo de sas artes e de sos mestieris" dove sono esposte le foto in bianco e nero di Carlo Bavagnoli (noto fotografo negli anni sessanta del giornale l'Espresso) sull'antica Loculi

Marco Camedda

monica corimbimanSi apre il sipario sulla sesta edizione di Teatro anch’io, rassegna ideata da Monica Corimbi del centro di produzione e formazione teatrale Bocheteatro per coinvolgere i bambini. Per loro uno spettacolo alla settimana a partire dal 6 febbraio, ogni domenica, fino al 13 marzo, con inizio alle 18.

Per il secondo anno consecutivo le rappresentazioni si terranno nella sede della compagnia, in via Congiu Pes, nel tentativo di creare un teatro stabile per ragazzi. Agli spettacoli saranno affiancati eventi paralleli, quali i laboratori di animazione alla lettura, di drammatizzazione e di manipolazione. Il prologo alla rassegna sarà l’iniziativa “Fiabe al museo”, in programma da oggi a domenica al Man.

( Fonte:UNIONE SARDA-m.b.d.g. )

…vincitori a Grosseto del premio Gaber

Le scuole elementari e medie di Siniscola hanno vinto il primo premio della sezione dedicata al teatro del concorso nazionale “Libertà e partecipazione”, dedicato a Giorgio Gaber, che si è tenuto a Grosseto.

siniscola-panoramaPer lunghi mesi i piccoli protagonisti di quella fantastica esperienza che era stata organizzata dal Teatro stabile della città della toscana e dalla fondazione Giorgio Gaber, hanno atteso con ansia il verdetto della giuria che avrebbe dovuto premiare le migliori rappresentazioni teatrali ammesse alla fase finale del prestigioso concorso. Ad accedervi erano state solo le scuole finaliste delle fasi regionali.

libertà_è_partecipazione_gaber_2A rappresentare la Sardegna è stato selezionato il lavoro

dei bambini delle scuole di via Pellico e di Sa Sedda.

Rispettivamente 6 alunni delle medie e altri 13 delle elementari. A loro era spettato l’arduo compito di mettersi alla prova sfidando le altre rappresentative regionali che erano entrate in finale. Ebbene, qualche giorno prima di Natale, alla direzione didattica del capoluogo baroniese è arrivata da Grosseto la tanto attesa comunicazione del responso finale del concorso. I bambini di Siniscola hanno vinto il primo premio della sezione a cui avevano partecipato.

I diciannove protagonisti che hanno preso parte al concorso avevano messo in scena una rappresentazione incentrata sulle tematiche legate all’infanzia negata e alla povertà sociale. Lo spettacolo intitolato “Eshbal, i figli dei leoni”, tratto dai libri “Le bacchette di Lula” e “La scuola nemica” del famoso scrittore siniscolese, Albino Bernardini, alla fine ha catturato l’attenzione dei giurati di Grosseto, conquistando il primo posto.

(Fonte:Unione Sarda.it :FABRIZIO UNGREDDA)-foto da internet

giorgio-gaber1

La Libertà (testo)

(Giorgio Gaber)

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato

che ha di fronte solamente la natura

e cammina dentro un bosco

con la gioia di inseguire un’avventura.

Sempre libero e vitale

fa l’amore come fosse un animale

incosciente come un uomo

compiaciuto della propria libertà.


La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come un uomo che ha bisogno

di spaziare con la propria fantasia

e che trova questo spazio

solamente nella sua democrazia.

Che ha il diritto di votare

e che passa la sua vita a delegare

e nel farsi comandare

ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche avere un’opinione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.


[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come l’uomo più evoluto

che si innalza con la propria intelligenza

e che sfida la natura

con la forza incontrastata della scienza

con addosso l’entusiasmo

di spaziare senza limiti nel cosmo

e convinto che la forza del pensiero

sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche un gesto o un’invenzione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.


[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato

che ha di fronte solamente la natura

e cammina dentro un bosco

con la gioia di inseguire un’avventura.

Sempre libero e vitale

fa l’amore come fosse un animale

incosciente come un uomo

compiaciuto della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come un uomo che ha bisogno

di spaziare con la propria fantasia

e che trova questo spazio

solamente nella sua democrazia.

Che ha il diritto di votare

e che passa la sua vita a delegare

e nel farsi comandare

ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche avere un’opinione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

[parlato]: Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come l’uomo più evoluto

che si innalza con la propria intelligenza

e che sfida la natura

con la forza incontrastata della scienza

con addosso l’entusiasmo

di spaziare senza limiti nel cosmo

e convinto che la forza del pensiero

sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche un gesto o un’invenzione

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero

non è neanche il volo di un moscone

la libertà non è uno spazio libero

libertà è partecipazione.

GALTELLI': PIAZZA SS.CROCIFISSO

GALTELLI': PIAZZA SS.CROCIFISSO

Ultimo appuntamento, domani sera, con la rassegna di letture deleddiane “Amores de Sero de Agustu” che nei giorni scorsi ha richiamato un grande pubblico nella piazza del Santissimo Crocifisso a Galtellì. Alle 21 e 30, gli attori della Compagnia Larsson porteranno in scena diversi brani tratti dai romanzi, dalle lettere e dalle novelle della scrittrice. La manifestazione si inserisce nel programma estivo messo a punto dal Comune di Galtellì.

(fonte:Unione Sarda-sonia meloni)

medas

La compagnia  “Associazione Figli d’Arte Medas” recitano il 10 agosto e sopra il Monte Tuttavista,”Il Disertore” dello scrittore sardo  Giuseppe Dessì . Per questo evento ricevo dall’Assessore  al Turismo e alle Attività produttive del Comune di Galtellì Giovanni Santo Porcu questa mail che pubblico volentieri!

==================================

“Ciao Marco,

CRISTO DEL TUTTAVISTA

CRISTO DEL TUTTAVISTA

Questo evento interpretato dall’Associazione Medas si terrà il 10 agosto,-dalle ore 21- sul piazzale del Monte Tuttavista (a due passi della grande statua bronzea del Cristo) e a battesimo in un ambiente e orario suggestivo. Notte di luna piena e di stelle cadenti (nuvole permettendo). Evento organizzato per far si che il nostro monte venga conosciuto,rispettato,valorizzato e vissuto da un’altro aspetto e mi auguro sia gradito dai locali e turisti…. Un primo evento che ci porta per una notte ad evadere dal perimetro del paese (il Disertore che sia un caso????), a salire di quota (quasi 800mt) e con l’aria frizzantina che sicuramente ci accompagnerà, immedesimarci nel soggetto che l’artista Gianluca Medas saprà sicuramente descriverci, in un contesto veramente surreale. Inutile dirti che sei invitato”.

InvitandoVi  tutti a partecipare,

GALTELLI': l'assessore  Giovanni Santo Porcu

saluti

giovanni santo porcu

orosei-webA tutti una serena e rilassante  “Estate  2010″

Marco Camedda


Ricevo dal Centro di Aggregazione Sociale  la presente locandina che pubblicizza una manifestazione teatrale che si terrà Venerdì  28 Maggio (ore 21,00) al Cineteatro Pitagora. La Regia è di Giovanni Carroni  con attori interpreti  tutti di Orosei.

locandina

marco camedda

progetto sociale oroseihttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/c/c1/Orosei-Stemma.png

Ricevo via mail e pubblico questo loro comunicato:

La Cooperativa Progetto Sociale Orosei, con il patrocinio del Comune di Orosei, organizza un laboratorio teatrale rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni. Il monica corimbilaboratorio sarà condotto dall’attrice Monica Corimbi della compagnia teatrale Bocheteatro di Nuoro e si concluderà con saggio finale. Per informazioni rivolgersi al centro di aggregazione sociale in Piazza Mercato dal lunedì al sabato dalle ore 17.00 alle ore 20.00-

Le iscrizioni scadono il

13 Marzo 2010.

Saluti: (Cooperativa Progetto Sociale)

 ARTE E PROFUMOS
DE SAPORE ANTICU

In Orosei,in sa minor’edade,
haia in donni gurg’una pastura
uve,pàsculos varios de cultura,
chin rajchinas in s’antichidade,
mustrain chimas de rara calidade
in s’arte e in sos sapores de natura.

continua…