Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: Serie A

RUSH FINALE PER LA HAC NUORO

Dopo l’indiscusso successo di sabato contro l’Aliper Dossobuono che ha visto la formazione di mister Deiana primeggiare fin dai primi minuti di gioco, con il risultato finale di 28 a 18, la squadra barbaricina si prepara per il rush finale sul campo del Casalgrande Padana, in programma per sabato.

Le atlete nuoresi si preparano dunque ad affrontare una sfida ben più impegnativa rispetto a quella affrontata sabato scorso contro il Dossobuono, << eravamo molto tranquille nel match contro le venete del Dossobuono – spiega il pivot argentino Sofia Belardinelli- forse anche troppo, ma il loro gioco particolarmente statistico non permetteva di esprimerci al meglio>>.

La partita contro il Dossobuono è stata affrontata quindi senza troppi problemi dalle ragazze dell’Hac Nuoro, che in questi giorni stanno affrontando un duro allenamento in vista dell’ultima giornata di ritorno della regular season. << Sono molto contento del risultato, ma non sono soddisfatto delle performance delle mie ragazze – spiega il tecnico dell’Hac Nuoro Roberto Deiana, dopo il match con il Dossobuono- la certezza di una vittoria sicura a volte può fregare, ora è necessario che le ragazze ritrovino la giusta tensione e concentrazione per chiudere in bellezza il campionato>>.

La formazione nuorese si prepara inoltre ad affrontare le sfide della Final Eight di Coppa Italia, in programma dal 6 all’8 febbraio al Pala San Giacomo di Conversano.

(DA: comunicato e foto Hac Nuoro 28 Gennaio 2015)

Stefania Vatieri

I rossoblù in grandissima forma vincono in una partita fondamentale per la classifica.

Deteminato, il Cagliari cerca e trova  la vittoria e l’ottiene battendo per 3-0 l’Udinese al Sant’Elia.  Segna  Ibarbo al 18° del primo tempo. Nella ripresa si sono aggiunte le due reti di Vecino e Ibraimi entrato negli ultimi minuti.

Sia per Vecino che Ibraimi è il primo goal (beneaugurante) in maglia rossoblù.

Nella ripresa soffia. contro la porta del Cagliari. un forte vento  ma i difensori rossoblù la difendono gagliardamente dagli attacchi dell’Udinese.

Cambi azzeccati di Diego Lopez: entrano infatti Vecino e Ibraimi, che segnano i due goals che stendono  l’Udinese guidata da  Guidolin.

Il Cagliari incassa quindi tre punti indispensabili  in funzione della salvezza e si porta a 28 punti raggiungendo proprio i friulani, e a +7 sul terzultimo posto.

Marco Camedda

(foto dal sito ufficiale del Cagliari Calcio)

IL SINDACO: “A OGNI GOAL UNA FESTA

Una comunità intera davanti agli schermi esulta ogni volta che il giocatore sfiora il pallone. E c’è chi pensa già a una convocazione in Nazionale.

Tifosi felici anche se la loro squadra perde con un gol nel finale? Può succedere se i supporter sono quelli del Tonara: ieri erano in tanti sugli spalti a Dorgali. Mentre la partita si avviava sul pari e in campo non stava succedendo granchè, esultavano e si abbracciavano.

E gli spettatori del posto chiedevano quasi stupiti: che cosa avete da ridere? Risposta facile facile: il loro Marco Sau, tonarese anche se nato a Sorgono, stava facendo a pezzi la Scala del calcio a colpi di gol. “Ogni volta è così- spiega il sindaco Pierpaolo Sau (non è parente del calciatore, il cognome in paese è diffusissimo)- quando Marco segna i bar esplodono di gioia. Era successo già con il Palermo, ma ieri è stata un’apoteosi. Stamattina anche qui al Comune non si parla d’altro.Ma fa piacere: è un bravo calciatore e un ottimo ragazzo”. Uno di loro: “Quando può – spiega il sindaco – è a Tonara: lo vediamo sempre. All’inizio tutta la comunità era in apprensione ma ora, dopo quello che è successo ieri, ogni paura è svanita: Marco, caparbio e determinato, ce l’ha fatta anche questa volta”.

Un bell’esempio da mostrare ai ragazzi: “Qui il calcio è molto sentito – spiega il sindaco – abbiamo una squadra in Promozione e una scuola calcio con iscritti da tutti i centri del circondario”.

Ma è tutta la Sardegna che si coccola il suo beniamino. E la speranza ora è una chiamata di Prandelli in Nazionale. Senz’altro è uno degli attaccanti più in forma del campionato. Quattro gol e prima doppietta in serie A nientemeno che all’Inter. Poker con appena nove presenze. Mai giocata una gara per intero: 358 minuti in campo quando è partito titolare (cinque volte), 122 quando è entrato nella ripresa. Totale 480 minuti sull’erbetta: con le partite piene, insomma, avrebbe quasi una media di un gol a partita. Sau è in gran forma e le sue reti lo raccontano: rapidità e senso del gol nei metri che contano sono le sue caratteristiche vincenti. Ieri, in tutti e due i gol, sembrava che la difesa dell’Inter andasse al rallenty. Certo, non è stata il massimo della potenza di riflessi, ma Sau ci ha messo del suo con la sua velocità.

(DA: L’Unione Sarda- 19 nov 2012) foto da internet

IL MIO CUORE E’ SOLO ROSSOBLU’

E’ il giocatore con più presenze

nella storia del club rossoblù, 360.

Il capitano Daniele Conti al Cagliari dall’estate del 1999, è il passato, il presente e (si spera) il futuro. A giugno scade il suo contratto, ma la società non gli ha ancora proposto il rinnovo e gli “avvoltoi” sono alle porte.

Più in forma che mai, Daniele Conti ha iniziato questa stagione con una marcia in più rispetto ai compagni. Trentatre anni, sembra stia rivivendo una seconda giovinezza e non sono soltanto i tifosi a dirlo.

A fargli la corte Fiorentina, Palermo, Napoli, Roma e addirittura il Bayer Monaco, ma lui rimane fedele al Cagliari e ai tifosi, “Ho la maglia rossoblù appiccicata alla pelle”, dice il capitano, lo dice e lo dimostra.

(Da:L’Unione Sarda-15 ott 2012)

Marco Camedda

lecce-cagliariUn grande Cagliari domina a Lecce disputando una partita pratica, robusta e sfruttando appieno le occasioni concesse dalla difesa del Lecce.

I due goals del Cagliari  sono tutti nel primo tempo. Al 10°  segna Thiago Ribeiro (El Diablo) e raddoppia Davide Biondini al 40°. Due goals molto belli segnati quasi nella stessa posizione a due passi dalla porta sfruttando le incertezze dei difensori salentini. Nel primo tempo ha dominato la squadra sarda mentre nel secondo il Lecce si è fatto più pericoloso ma Agazzi ha abbassato la saracinesca parando tutto. Conti a due passi dalla porta tenta una rovesciata quasi impossibile e per poco sfiora un goal da manuale. Tutti bravissimi e Najnggolan è uomo partita SKY.

Il Cagliari di Ficcadenti, per ora,  con dieci punti è secondo in classifica a un punto dalla prima e va oltre le più rosee aspettative diventando fra i protagonisti di questo inizio di campionato.

FORZA-CAGLIARIMarco Camedda

(foto dei calciatori:da  sito ufficiale del Cagliari Calcio)

L’emozione del capitano.

CONTI-328

Daniele Conti al fischio finale di Cagliari-Udinese è nella storia dei rossoblù: con le sue 328 presenze ha raggiunto al primo posto Brugnera. “Ci pensavo, ero emozionato e la notte non riuscivo a dormire. Ringrazio i tifosi per gli applausi”. Poi la frecciata al papà Bruno: “Perché non si è alzato alla fine della gara?”

Dispiaciuto per non aver centrato il successo contro l’Udinese ma felice per il traguardo raggiunto, il capitano Conti resta sul campo del Sant’Elia per ricevere gli applausi del pubblico: “Sono emozionato. So di essere entrato nella storia del Cagliari e per questo sono felicissimo. Nelle ultime notti non riuscivo a dormire”. Una delle più grandi soddisfazioni di Conti è quella di aver visto passare in dodici anni tanti grandi campioni, come Zola: “Mi hanno insegnato tanto”.

In qualche occasione Conti è sembrato allontanarsi dal colore rossoblù, sia per le offerte di altre squadre, tra cui Napoli, Fiorentina e Palermo, sia per i contrasti, l’anno scorso, con l’ex allenatore Bisoli. “Sono abituato a dire le cose in faccia, io mi son sentito di dire certe cose al mister ed è stato motivo di contrasto”, dice Conti. Ma alla fine le difficoltà sono state superate e non hanno scalfito il suo ruolo di capitano e uomo simbolo della squadra.

Interviene in diretta telefonica tv anche papà Bruno, che non nasconde grande soddisfazione: “A distanza di anni mi sembra corretto fare i complimenti a mio figlio, soprattutto perché ha saputo camminare da solo e ciò che ha ottenuto se l’è guadagnato”. L’ex azzurro non nasconde le difficoltà di essere un romanista con un figlio rossoblù: “La Roma è la mia vita e guai a chi me la tocca, ma Daniele ama questa squadra e questi tifosi e rispetto la sua correttezza”.

Il fatto che papà Bruno lavori nella Roma è una difficoltà, ammette il capitano, che nonostante tutto alla squadra del presidente Cellino dichiara amore eterno: “Il Cagliari mi ha cresciuto e resto a Cagliari, voglio continuare a dare il massimo per la maglia rossoblù”. “Quando i tifosi mi hanno applaudito mi sono emozionato. Per Cagliari provo qualcosa di particolare”, spiega il capitano.

E a chi gli fa notare che durante la standing ovation al Sant’Elia papà Bruno è rimasto seduto risponde: “Sì, ho alzato gli occhi e lui era seduto, ma penso che fosse solo più emozionato di me”

(Da:L’Unione Sarda-26 set 2011)

forzacagliaricagliari-calcioforzacagliariMarco Camedda

(foto da internet)

MILAN-CAGLIARIRicapitolando. Il Milan ha giocato martedì a Palermo una semifinale di Coppa Italia molto impegnativa; dopo, l’allenatore Allegri ha concesso ai suoi giocatori due giorni di riposo e li ha ritrovati venerdì per una sgambata.

Milancagliari calcioNon solo. Il tecnico rossonero ha abolito il ritiro e la sua squadra, prima di presentarsi allo stadio, ha fatto il giro della città sul pullman scoperto, festeggiando già tre ore prima del fischio di inizio della gara contro il Cagliari. E i rossoneri hanno svolto il riscaldamento pre gara palleggiando con i figli.

Nonostante questo, i rossoneri sono sembrati cento volte più concentrati e in partita del Cagliari. Basta per descrivere quanto è accaduto ieri al Meazza.

Per concludere queste brevi riflessioni alcuni dati: i rossoblù non vincono da un mese e mezzo (Genoa-Cagliari 0-1 del tre aprile), e ieri hanno incassato la quarta sconfitta consecutiva.

Hai voglia a dire che i rossoblù hanno raggiunto l’obiettivo salvezza. Ci mancava solo che non lo avessero fatto.

(Da: un commento  dell’ Unione Sarda-15 mag 2011)

Ma comunque e sempre:

forzacagliari

GENOA-CAGLIARI

Con la vittoria odierna il Cagliari sale in classifica a 42 punti, momentaneamente a -3 dal “fatidico”settimo posto.

Marco Camedda

(foto da internet)

cagliari

conti danielegigi rivaLa storia è adesso. A San Siro Daniele Conti ha festeggiato la gara numero 315 con la maglia del Cagliari e raggiungerà il mito Gigi Riva al terzo posto nella classifica dei più presenti (tra serie A e B) nella storia rossoblù. Davanti a loro solo Mario Brugnera (328) e Gigi Piras (320).

Traguardo impensabile dodici stagioni fa, quando il regista (oggi trentunenne) lasciò la Roma e scelse la Sardegna per staccarsi di dosso l’etichetta del “figliodipapà” (il padre Bruno è una bandiera giallorossa oltre che uno dei grandi protagonisti dei Mondiali in Spagna del 1982) e iniziare un percorso nuovo. «Pensavo di restare giusto qualche anno, mai e poi mai mi sarei immaginato che sarebbe finita così», sottolinea spesso Daniele, diventato nel frattempo il capitano del Cagliari e un simbolo per i tifosi.

Per il Cagliari ha rifiutato offerte milionarie, tra tutte quelle di Palermo, Fiorentina e Bayern Monaco. Quella di Conti in rossoblù è una storia straordinaria, eppure l’inizio è stato travagliato, complice anche un brutto infortunio al menisco che lo ha frenato sul più bello. Quanta fatica poi ritrovare la condizione migliore dopo l’intervento chirurgico. E il pubblico del Sant’Elia lo fischiava ogni volta che lui sbagliava un intervento o rimediava un cartellino giallo. Col tempo e sul campo Conti è riuscito a trasformare le critiche in applausi dimostrando di essere uno dei centrocampisti più forti (il fatto che non sia stato mai convocato in Nazionale resta uno dei misteri d’Italia ancora irrisolti) e un attaccamento alla maglia ormai raro tra i calciatori. Proprio quella maglia che domenica scorsa ha baciato dopo il gol al Chievo e che dice di avere appiccicata sulla pelle.

(Fonte:Unione Sarda-Fabiano Gaggini -19 febbraio 2011)

foto da internet

CAGLIARI 4 – CHIEVO 1

DONADONI allenatore del Cagliari

DONADONI allenatore del Cagliari

IL CAGLIARI batte fuori casa la lazio e fa... 13 punti ! "ale'... e forza cagliari"!Grande questo Cagliari di Donadoni, che stravince col Chievo giocando una partita grintosa e molto pratica, sopratutto nel primo tempo.

4-1 il risultato, 35 punti in classifica  e la qualificazione in Europa League è a soli  5 punti.

I gol messi a segno da Conti, Canini e da Nenè, autore di una splendida doppietta.

Rete della bandiera degli ospiti realizzata da Thereau nel secondo tempo quando il Cagliari era già sul 4-0 .

***PRESTAZIONE STRAORDINARIA***

di Cossu e Pisano.

Nenè, con le sue due splendide perle  non far rimpiangere Matri, mentre Acquafresca si sacrifica soprattutto per la squadra.

MARCATORI DEL CAGLIARI:

19′pt Conti, 29′pt Canini, 44′pt-26′st Nenè,

Il Cagliari di Donadoni si conferma

una bella realtà del campionato,

sale a 35 punti (+13 dalla terz’ultima) e può aspirare a qualche obiettivo più in alto  della salvezza.

forzacagliari

ALESSANDRO MATRI  (foto da internet)

ALESSANDRO MATRI (foto da internet)

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato con la societa’ Cagliari Calcio S.p.A. i seguenti accordi: acquisto a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alessandro Matri a fronte di un corrispettivo di 2,5 milioni di euro da versare nel corso del corrente esercizio. Il contratto prevede inoltre la facoltà per la Juventus di esercitare, al termine della stagione sportiva 2010/2011, il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore a fronte di un corrispettivo di 15,5 euro milioni, pagabile in tre esercizi – si legge nella nota del club bianconero – risoluzione a favore del Cagliari dell’accordo di partecipazione in essere relativo al diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lorenzo Ariaudo. Il corrispettivo per la risoluzione è stato fissato in 2,5 euro milioni pagabili nell’esercizio; l’operazione genera una plusvalenza di circa 2,5 milioni di euro sull’esercizio 2010/2011″.

(Parte di un articolo di RaiNews24 di oggi)

CAGLIARI-BARIVittoria importantissima, molto sofferta e combattuta del Cagliari, che batte 2-1 il Bari al Sant’Elia.

Nei primi dodici minuti filava tutto liscio e i rossoblu si sono trovati sul 2-0 grazie a un SuperMatri, che segna una doppietta da favola (8°-12°).  Ma il fronte si capovolge e il Bari accorcia al 14° con un tiro di Okaka. Ed è 2-1. Il seguito vede il Bari sempre  in avanti ma il Cagliari abbassa le saracinesche chiudendo tutti gli spazi. La partita vede anche due rigori parati (uno per parte). Il primo al 40° a favore  del Bari. Tira Rudolf e Agazzi para. Nel finale Acquafresca si fa parare un rigore da Gillet, portiere del Bari.

Il Cagliari va a 29 punti, è nono in classifica e a + nove punti sulla terzultima. Le prossime partite: a Genova mercoledì notte, e sabato al Sant’Elia con la Juventus. Anch’essa in notturna!

forzacagliariMarco Camedda

forzacagliari

CAGLIARI 3 – PALERMO 1

Seconda vittoria consecutiva  e convincente

del Cagliari che batte  3-1 il Palermo.

DONADONI allenatore del Cagliari

ROBERTO DONADONI allenatore del Cagliari

I rossoblu progrediscono che si dimostrano tenaci, freschi, compatti e brillanti atleticamente, sono riusciti a surclassare un Palermo insidioso soltanto nella prima parte del primo tempo. Ottimo  Nenè che prende il ruolo di Cossu. Padroni del campo Biondini e Nainggolan. Una difesa saracinesca esclusa l’occasione del goal del Palermo segnato da Pastore.  Un collettivo mai domo e sempre arrembante.

Apre le marcature Matri nel primo tempo e ad inizio ripresa, il raddoppio su autorete di Nocerino che spediva alle spalle di Sirigu. Poi  Pastore con un gran tiro supera Agazzi. Chiude le segnature Biondini che con un tiro da fuori, deviato da Andelkovic, finiva in rete.

I rossoblu sono ora  a quota 26

Matri sale a 9 goals

Il Cagliari è 9° in classifica

Marco Camedda

PARMA 1- CAGLIARI 2

ROBERT  ACQUAFRESCA

ROBERT ACQUAFRESCA

Il Cagliari vince meritatamente fuori casa e si allontana dalla zona rischio. Un ottimo Acquafresca che gioca dal primo minuto e segna due splendide reti in una partita difficile giocata con un Parma determinato e mai domo.

Le reti di Acquafresca tutte nel primo tempo giocato in modo scintillante con un solito Cossu in super-giornata. Annullato un goal a Biondini per dubbio fuorigioco! Nella ripresa il Parma si porta sempre in attacco,segna un goal che riapre la partita. Ma poi la difesa del Cagliari si mostra saracinesca con tutti insuperabili e un Agazzi sempre più sicuro fra i pali. Il Cagliari raggiunge i 23 punti.

Acquafresca (2 goals) il migliore in campo e UOMO SKY.

FORZA CAGLIARI!

marco camedda

CAGLIARI 0 - MILAN 1

Fantantonio ispira il gol-vittoria di Strasser

Milan campione inverno

Al Sant’Elia una brutta partita viene decisa dal guizzo vincente del giovane Strasser, a 4′ dalla fine, liberato in area da Fantantonio, in campo dalla mezzora del secondo tempo, al suo esordio con la maglia del Milan dopo la rottura col presidente della Sampdoria Garrone. Ha cominciato dalla panchina, Cassano.

E’ evidente che non ha i 90 minuti nelle gambe, essendo rimasto fermo tropo tempo. Ma la sua classe – in assenza di Ibrahimovic e con Pato e Robinho con le polveri bagnate – e’ stata decisiva nel finale di partita.

(FONTE: ANSA.IT)

Il Cagliari non ce l’ha fatta (peccato un’occasione nel primo tempo con Matri che colpisce il palo) in una partita che si avviava, a mio parere a un giusto pareggio

ma… comunque  e…SEMPRE:

forzacagliariMarco Camedda

JUVENTUS-CAGLIARI 4-2

Arriva la prima sconfitta per un Cagliari

che aveva iniziato con altri obiettivi.

Ma la grande giornata di Krasic, autore di una tripletta, e una Juventus desiderosa di riscatto dopo la sconfitta di Palermo costruivano questa amara trasferta del Cagliari lenita solo dalla doppietta di un ottimo Matri che nella ripresa, sul 3-1, falliva una imperdibile occasione a due passi dalla porta.

E i rossoblu restano a 6 punti.

ALESSANDRO MATRI autore di una doppietta (foto da internet)

ALESSANDRO MATRI autore di una doppietta (foto da internet)

Ma ovviamente e sempre…

forzacagliari



bari-cagliari

PIERPAOLO BISOLI in um mio ritratto-caricatura eseguito a china

PIERPAOLO BISOLI in un mio ritratto a china

Forza Pierpaolo, Forza Cagliari!

ORE 12,30

BARI-CAGLIARI

partita che si gioca in un orario insolito e con una squadra come il Bari in grandissima forma.

Ma il Nostro Cagliari ha il migliore attacco

e la seconda miglior difesa

forzacagliari

cagliari--roma

Pierpaolo Bisoli

Pierpaolo Bisoli

Il Cagliari esordisce in casa (2a di campionato) con una prova superlativa della squadra targata Bisoli in una partita dominata dai rossoblù e che ha visto un solo brutto,  pessimo episodio nell’intervento a gamba tesa di Burdisso dopo venti minuti del 1° tempo su Conti che finisce all’ospedale. Nel Cagliari tutti…FANTASTICI!

Per il Cagliari segnano:

Conti, Matri (2), Acquafreseca e…sul finire Lazzari

Per la Roma:De Rossi

Risultato quasi tennistico ma, per quel che si è visto…

…INECCEPIBILE!

FORZA…FORTISSIMO CAGLIARI!

Marco Camedda

PALERMO 0 – CAGLIARI 0

Michael Agazzi

Michael Agazzi

Si ricomincia con con un promettente pareggio (fuori casa) nella prima del Cagliari nel campionato 2010-2011

Una buona partita giocata meglio dal Cagliari nel primo tempo contro un  pericoloso Palermo che nel secondo tempo è risalito facendosi pericoloso ma trovando un ottimo Agazzi che non ha fatto rimpiangere Marchetti. Una prestazione convincente quella del Cagliari dimostratosi già in palla e con un buon tono fisico. Bisoli è riuscito  a creare un amalgama e i ragazzi tutto sommato hanno mantenuto il controllo della partita dimostrando una buona tenuta fisica e una grinta che ci tranquillizza.

Pierpaolo Bisoli

Pierpaolo Bisoli

Una botta di Lazzari nel primo tempo parata da Sirigu e una palla di Nene è uscita poco di lato. nel Palermo mancava Liverani ma il Cagliari controbilanciava con l’assenza di Conti entrato a oltre metà del secondo tempo. Rossoblu un po’ affaticati alla fine, ma controllano della partita. Agazzi para un bolide da fuori di Balzaretti e un’altra punizione di Bovo.

Possiamo dire senza dubbi che il Cagliari

ci è piaciuto e fa ben sperare per il proseguo !

Un pareggio in casa del Palermo

CI STA BENISSIMO!!!

forza cagliari

Marco Camedda

Robert Acquafresca in una foto del 2009 con la maglia del Cagliari

Robert Acquafresca in una foto del 2009 con la maglia del Cagliari

Robert Aquafresca e’ finalmente un giocatore del Cagliari. Arriva in prestito con diritto di riscatto.

Massima riservatezza sulle cifre dell’operazione. “Sono felice di poter tornare – spiega l’attaccante nel corso della presentazione – spero dopo un anno di grandi difficolta di poter dare una mano a questa squadra alla quale devo tanto. La maglia azzurra? Sognare non e’ proibito, il mio primo obiettivo resta il Cagliari, per altri traguardi si vedra’. Sono qui per essere a disposizione di squadra e mister, sono contento di tornare e ho grande voglia di riscatto”.

(Fonte:AGI) Red/Pgi-20 agosto 2010

cagliari

RAGATZU: due goal in questo campionato

RAGATZU: due goal in questo campionato

Il Cagliari chiude in casa  il campionato 2009-2010 con un ennesimo pareggio ottenuto contro il Bologna. Segnano Adailton dopo soli 2 minuti e Ragatzu a metà ripresa. Una partita di fine stagione, giocata a ritmi soft . Nel Cagliari non si smentisce Agostini, lo stakanovista del calcio che vola in tutto il campo. Bravissimi i ragazzi del vivaio, Vigorito e Ragatzu, (al secondo gol dell’anno). Il Cagliari termina il campionato al 14° posto  con la  salvezza conquistata  da tempo.

Come scritto  nel Sito ufficiale del Cagliari Calcio…

“Si può fare festa: sarà Serie A anche l’anno prossimo”.

SEMPREFORZACAGLIARI

marco camedda

Una gara che è stata combattuta sopratutto nel primo tempo con un Matri che si è fatto parare due fantastiche occasioni da goal e alla fine accontenta tutte e due le squadre  che hanno la salvezza matematica in tasca. E almeno questo”traguardo” ci fa piacere visto che il Cagliari son dieci giornate che non vince e mi pare con sette sconfitte.

Massimo Cellino in una mia vignetta di oggi

Massimo Cellino in una mia vignetta di oggi

Dedico a Cellino questa mia vignetta sperando che le prossime due partite diano la “vittoria che cerca

NOI TIFOSI SPERIAMO IN UN FINE CAMPIONATO GRINTOSO

e stiamo comunque sempre vicini alla squadra

>>>>>>FORZA CAGLIARI<<<<<<<

N A P O L I 0 -C A G L I A R I O

Un Cagliari gagliardo e ben disposto in difesa  strappa  al S.Paolo di Napoli un altro punto, e guadagna definitivamente la  salvezza. I rossoblu  coprono bene gli spazi a un  Napoli continuamente all’offensiva e bisgnoso dei tre punti per l’Europa. Ma un Marchetti ritornato ai livelli massimi giganteggia in area rossoblù  effettuando un paio di parate eccezionali su Denis.  Ma tutto il Cagliari ha  serrato le fila dopo che  Cossu è stato espulso dopo sei minuti dal suo ingresso in campo per un fallo ai danni di Grava.  dopo metà del secondo tempo i l Napoli diventa pressante e si fa vedere spesso in area rossoblù con tantissimi   cross, ribattuti sistematicamente dagli ottimi difensori rossoblu.

Tanta sofferenza  in una partita agguerrita e giocata finalmente dal Cagliari ai livelli di cui è capace e che  lascia soddisfatti i cagliaritani per il  punto conquistato e strameritato.

Marchetti il migliore in campo e UOMO SKY

forza cagliarimarco camedda

(foto dal sito del Cagliari Calcio)


CAGLIARI -PALERMO 2-2

http://www.nonsolofitness.it/files/cagliari250_2.jpgVanificata ancora una volta la possibilità di agguantare la vittoria, autentico “supplizio di Tantalo” nelle ultime nove partite.

Il Cagliari inizia alla grande, determinato e esprime un gioco gagliardo e convincente. Due belle reti di Cossu Jedà lo portano sul 2-O. Al secondo tempo entra Miccoli e accende il Palermo  segnando il 2-1. Poi i rossoblù possono portarsi un paio di volte sul 3-1 ma pasticciano in alcune conclusioni sottoporta avversaria e Matri fallisce il gol facendosi parare il tiro da Sirigu (quarto sardo in campo). Difesa non impeccabile! Il nuovo allenatore Melis, guadagna, appena entrato, il suo primo primo punto e la squadra va a 41 punti!

Che dire? Leggo sul sito del Cagliari Calcio a commento della partita:

SUICIDIO PERFETTO“!  Ebbene…TITOLO PERFETTO! per una partita che il nostri rossoblù potevano gestire in modo diverso. Tale finale col Napoli, tale finale col Palermo…in casa!… goal “beccato” cinque secondi dopo il recupero di 4 minuti!…a fine partita! Una autentica beffa! Marchetti Uomo SKY  nell’intervista ha affermato “ci và tutto storto“.

Auguri al Mister Melis e… comunque e sempre:

“FORZA CAGLIARI”!

marco camedda

Colpo di scena in casa rossoblù:

Allegri è stato esonerato!

http://locali.data.kataweb.it/kpmimages/kpm3/gloc/la-nuova-sardegna/2010/02/09/jpg_1854268.jpg

Massimiliano Allegri, “panchina d’oro” 2009

La squadra (in piena crisi) affidata a Melis, allenatore della Primavera  rossoblù , che sarà coadiuvato dall’ex Gianluca Festa. Una tempesta si è abbattuta sul Cagliari, che domenica dovrà affrontare il Palermo, lanciato verso la Champions League. La decisione di Cellino, presa da Miami, è giunta a sorpresa ieri notte, dopo che Allegri aveva diretto l’allenamento e tenuto la tradizionale conferenza stampa del martedì.Alla base dell’esonero - sostiene la società – i deludenti risultati degli ultimi tempi: sette sconfitte e due pareggi nelle ultime nove partite.

(Fonte stralcio articolo:Unione Sarda-14 aprile 2010)

(foto da internet)

JUVENTUS 1CAGLIARI 0

http://www.funbumperstickers.com/images/Cagliari_Calcio2.gifUn Cagliari in buona forma gioca bene ma continua a restar e a secco di punti.  Anche secondo i cronisti  non meritava  di perdere. Ma vince la Juventus  con un gol di Chiellini al 34′ e  sono tanti i rimpianti per la squadra rossoblu. Si è rivisto il Marchetti di sempre, Cossu che ha distribuito,come suo solito, una valanga di cross. Ottima e generosa la prova di Pisano. Però i punti non arrivano e il Cagliari resta a quota 40 e scende sempre  più in classifica e comincia a vedere la zona bassa della stessa.

Svaniti  i sogni europei,cerchiamo di mantenere quelli della serie A per la quale (Allegri dice) servono 43 punti!

Comunque e…sempre

FORZA CAGLIARI!