Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: triathlon

TNATURA-WORLD CHAMPIONSHIP

IL 26 E 27 SETTEMBRE 2015

nell’oasi di Biderosa i rappresentanti di 31 paesi

Nelle varie prove saranno impegnati quasi 700 atleti.

OROSEI. Con numeri da record e una start list stellare, la Sardegna si conferma patria prediletta del cross triathlon, non più solo a livello europeo, ma mondiale.

Secondo i dati registrati dopo la chiusura definitiva delle iscrizioni, saranno 576 gli atleti in gara il 26 e 27 settembre a Orosei agli Itu Cross Triathlon World Championship.  È il più alto numero di partecipanti mai raggiunto in un mondiale della specialità off road, che per la prima volta si disputa in Italia.

A contendersi i titoli iridati e di categoria giungeranno nell’Oasi Naturale di Biderosa atleti provenienti da 31 nazioni di tutti i continenti, tra cui Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Brasile, Sudafrica e Giappone. Ad essi si aggiungono i 109 partecipanti delle prove Open, Lite e Team, per un totale complessivo di 685 atleti in gara.

La lista dei 119 Elite, U23 e Junior iscritti include tutti i migliori specialisti del cross triathlon internazionale. Scenderanno in campo per difendere il proprio titolo i campioni in carica, lo spagnolo Ruben Ruzafa e la tedesca Kathrin Müller, già campionessa continentale a Orosei lo scorso anno agli Etu Cross Triathlon European Championships.

A dar loro filo da torcere ci saranno i campioni europei in carica, l’intramontabile campionessa svizzera Renata Bucher e il giovane francese Arthur Forissier, rivelazione dello scorso anno proprio agli Europei di Orosei, in cui a sorpresa si classificò terzo.

Torneranno a Cala Ginepro anche il campione europeo 2014, il belga Kris Koddens, il vice connazionale Jim Thijs e la campionessa iridata 2013 Helena Erbenova, che l’anno scorso a Orosei giunse terza.

Per la prima volta nell’Isola il pluricampione sudafricano, icona del cross triathlon mondiale, Conrad Stoltz, che ha scelto il TNatura Sardegna per salutare la sua gloriosa carriera elite.

Folta la delegazione italiana, che include il campione italiano in carica Mattia De Paoli, il vice campione Leonardo Ballerini e la campionessa in carica Monica Cibin.

Per la categoria Paratriathlon saranno in gara 8 atleti, tutti stranieri.

A confrontarsi con i titani del triathlon off road sui 1,5 km di nuoto, 30 km di mountain bike e 10 km di corsa nello spettacolare scenario di Biderosa, ci saranno ben 449 atleti Age Group, in rappresentanza di tutte le categorie e nazionalità.

Sono invece 44 gli iscritti alle gare Open (offre la possibilità ai triatleti che non possono o non intendono partecipare al mondiale di competere sulla stessa distanza e percorso del titolo iridato) e Lite (che si svolge sulla mezza distanza), ai quali si sommano 22 Team (in cui tre atleti si alternano svolgendo singolarmente e in sequenza le tre discipline), per un totale di 109 atleti.

(DA: Articolo da La Nuova Sardegna-21  Settembre 2015)

(DA: Manifesto TNatura Italy -24  Settembre 2015)

Progetto nato in Barbagia e adottato

dalla Federazione europea di triathlon

Addio alla formula di XTerra, nasce TNatura

Le gare di cross triathlon a Orosei il prossimo 26 maggio.

Arriveranno in Sardegna atleti da tutto il mondo.

Parte da Nuoro la sfida all’Europa del cross triathlon, con il progetto TNatura, nato da un’idea del nuorese Sandro Salerno dell’Island Group. Un progetto internazionale di innovazione, ricerca e professionalità di tutti gli sport off road, creato interamente in Barbagia, e che la Etu (la Federazione europea di triathlon) ha nominato come il circuito ufficiale europeo di Cross Triathlon in Europa. Il programma, già presentato alla Regione, sabato scorso è stato illustrato dal suo ideatore Sandro Salerno a Varsavia davanti ai 41 presidenti nazionali della federazioni aderenti all’Etu. Lo sport come veicolo di promozione del territorio e che, come impresa, crea anche sviluppo sostenibile. Le sfide a Orosei il 26 maggio.

LA PROMOZIONE Una scommessa lanciata già nel 2007 dallo stesso Salerno (presidente regionale di Assoturismo) che portò nell’area protetta di Biderosa a Orosei XTerra Italy, manifestazione che in sei anni ha prodotto qualcosa come 40 mila presenze turistiche e un importantissimo indotto in bassa stagione. Progetto che ora l’imprenditore nuorese raddoppia e che, promette, diventerà una vetrina di prestigio per tutta la Sardegna. L’Island Team quindi si sgancia da XTerra per seguire un percorso con TNatura.

LE MOTIVAZIONI «Perché questa scelta? Perché il marchio americano stava ormai stretto alla Sardegna – spiega Sandro Salerno – e non vedevo investimenti nel futuro. Una grande scommessa: siamo consapevoli che non sarà facile – sottolinea l’imprenditore – ma partiamo dalla nostra gara di Orosei con l’orgoglio di essere sardi».

Proprio Orosei, il 26 maggio prossimo, sarà la tappa più prestigiosa del 2013 che per ora conta anche una data in Spagna e una in Germania. Ma gli investimenti che sta facendo la Island Team di Salerno con il suo collaboratore Sergio Oppo, avvalendosi della collaborazione di cervelli tutti nuoresi (tre giovani laureate e un web-master), sono importanti. Verranno utilizzate le nuove tecnologie con una web-tv che darà un ritorno di prestigio a tutto il territorio a livello mondiale.

LA COLLABORAZIONE «L’ottanta per cento delle persone che lavorano per TNatura sono nuoresi – dice orgoglioso Salerno – è un evento che parte dalla Sardegna e dalla gara di Biderosa, ma che avrà dieci volte la visibilità di XTerra. Per ora ci sono tre date, ma il prossimo anno rischio di avere già dieci tappe in Europa, mentre XTerra per anni in Europa è rimasta ferma a cinque tappe».

In più è già stata siglata una collaborazione con il più grande tour operator del turismo sportivo, l’inglese Nirvana Travel. Insomma Orosei e Nuoro, con TNatura, lanciano la sfida alle Hawaii.

(DA: L’Unione Sarda-Fabio Ledda-20 feb 2013)

Sullo sfondo la splendida oasi di Bidderosa a Orosei.

Attorno atleti da tutto il mondo, protagonisti della gara internazionale di triathon denominata X Terra Italy.

In mezzo storie di vita e di solidarietà, rigenerate dal miracolo della donazione, messe assieme in una squadra speciale.

C’è il chirurgo, Fausto Zamboni, responsabile del Centro trapianti di fegato e di pancreas dell’ospedale Brotzu di Cagliari. E ci sono due ex pazienti, passati attraverso un tunnel stretto e pericoloso, rinati sotto i ferri del chirurgo che ha rimesso al posto di un fegato ormai da buttare un organo nuovo ed efficente, dono inatteso di chi non c’è più.

Il miracolo della vita regala una storia straordinaria. Zamboni, primatista a suo modo con 200 trapianti di fegati realizzati dal 2004 a oggi a Cagliari, gareggerà nella dieci chilometri di corsa tra boschi e spiagge dove consegnerà il testimone a un cicloamatore di Settimo San Pietro, Stefano Caredda, che una notte di gennaio del 2008 ha varcato la porta della sala operatoria, l’ultima per poter sperare di sgusciare fuori dal tunnel. Sette ore aggrappato ai ferri del chirurgo. Poi la rinascita. Ora, forte di altri successi nella nazionale italiana dei trapiantati, si prepara alla gara di mountain bike di Orosei. Qui è atteso anche il cagliaritano Roberto Fois per la prova di nuoto. Anche lui s’è ritrovato nello stesso tunnel prima di riemergerne con una pienezza di energie e di speranza.

La squadra speciale ha già vinto, senza aspettare la gara del 27 maggio di Orosei che servirà soprattutto a far scoprire agli altri la forza imbattibile della donazione.

( Da: L’Unione Sarda-m. o.-24 maggio 2012)

Il tira e molla è durato per mesi ma alla fine,

quello che in molti temevano, si è avverato.

La gara di marathon bike in programma sui monti e tra le campagne di Irgoli, Onifai e Loculi come evento di contorno alla sesta edizione di Xterra Italy Sardegna non si farà. Troppi i tagli dei contributi istituzionali e troppo asfittici i bilanci dei Comuni coinvolti per garantire la necessaria copertura finanziaria dell’evento.

«È una decisione che abbiamo dovuto prendere a malincuore – spiega Sandro Salerno, patron di Island group, la società nuorese detentrice del marchio e organizzatrice dell’evento –. Capiamo le grandi difficoltà che attraversano gli enti locali che quest’anno hanno causato un taglio di circa 140mila di euro alla manifestazione. Ma anche con tutta la nostra buona volontà non era possibile coprire i costi della marathon bike». «Ci spiace anche perché dopo due edizioni la gara stava crescendo di interesse tra gli appassionati di mountain bike e il un circuito aveva riscosso grandi apprezzamenti. Per noi si tratta comunque di un arrivederci, purché l’anno prossimo ci siano almeno le condizioni minime per poter organizzare la gara».

Confermato invece l’appuntamento principe della manifestazione, la gara di triathlon off road che domenica 27 maggio a Biderosa metterà in palio il titolo italiano di specialità e 37 slot per il campionato mondiale in programma a ottobre nell’isola di Maui nelle Hawaii. «I 500 posti a disposizione sono esauriti già da settimane – conferma Salerno – e più di 100 atleti sono in lista di attesa. Come sempre ci saranno i migliori specialisti europei e italiani e tanti campioni da tutto il mondo».

Per Xterra Italy Sardegna insomma la conferma di essere ormai un brand di successo a livello internazionale.

(Da:La Nuova-Angelo Fontanesi-15 maggio 2012)

 Luigi Crisponi assicura il sostegno della Regione

Nella disciplina del triathlon off road la sofferenza è una componente imprescindibile.

Ne sanno qualcosa gli atleti che da tutto il mondo partecipano da sei anni ad Xterra Italy tra le spiagge di Cala Ginepro e l’osai naturalistica di Biderosa.

Ma che questa condizione debba patirla anche l’organizzazione della gara è un fattore inatteso. E invece l’edizione 2012 del campionato europeo di Triathlon valido anche come trampolino di accesso al campionato mondiale, non è ancora ufficialmente in calendario. Ancora oscurato il sito e chiuse le iscrizioni che solitamente si aprivano il 2 dicembre. «Xterra si farà come ogni anno» si apprestano a chiarire sia il sindaco di Orosei Franco Mula che Sandro Salerno patron di Island Group detentrice del marchio e organizzatrice dell’evento.

Franco Mula

Franco Mula

Ma le aspettative non erano certo quelle di correre anche quest’anno col fiato in gola per mettere in piedi uno dei pochi eventi sportivi di caratura internazionale che si svolgono in Sardegna. «La Regione farà la sua parte come ci ha garantito nei giorni scorsi l’assessore regionale al Turismo Luigi Crisponi – spiega Franco Mula – e così farà anche il Comune di Orosei. Stiamo aspettando solo alcuni dettagli sulla partecipazione dell’Unione dei Comuni Valle del Cedrino e quindi saremo pronti ad iniziare la trafila».

Ma l’ottimismo di maniera del sindaco stride con le considerazioni di Salerno: «Sinora non abbiamo niente di definitivo in mano. Diversamente le date sarebbero già note e le iscrizioni aperte. E viste le tantissime telefonate che riceviamo da tutto il mondo i posti sarebbero già esauriti – dice.

Invece l’unica cosa veramente certa risulta essere un taglio del 20% del contributo regionale (160 mila euro al netto di Iva l’anno scorso ndc) e il conseguente ridimensionamento degli eventi sportivi di contorno alla gara di Triathlon».

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-8 feb 2012)

xterra-sardegnaOrosei traccia il bilancio

della manifestazione internazionale

Con la novità della prova di nordic walking nordic walking disputatasi sabato scorso lungo un tracciato di dodici chilometri che collega le coste di Cala Liberotto alla lussureggianti campagne di Onifai è calato il sipario sulla quinta edizione di XTerra Italy Sardegna.

Una edizione iniziata domenica 29 maggio con la gara del triathlon internazionale svoltasi a Cala Ginepro-Biderosa e proseguita giovedì con la prova di mountain bike sulle creste dei monti di Irgoli, Onifai e Loculi che ha consacrato il successo di un evento nato e pensato 5 anni fa non solo come appuntamento di assoluto rilievo sportivo internazionale ma anche, e soprattutto, come veicolo promozionale di un turismo alternativo ed ecosostenibile per tutto il territorio della Valle del Cedrino.

xterra Italy 2009Una manifestazione che in questo primo lustro ha segnato una costante crescita di numeri e di qualità premiando la lungimiranza dimostrata sin dalla sua prima edizione dal sodalizio formatosi tra le amministrazioni locali e gli organizzatori di Island Group. Un successo ormai indiscusso e riconosciuto da tutti, anche dai tanti scettici della prima ora, tanto che la Regione quest’anno lo ha scelto come evento icona (sponsorizzandolo cospicuamente) di quel «turismo attivo» sul quale fa tanto affidamento.

xterra Italy 2009Ma ora occorre andare oltre il successo di una settimana di eventi e mettere a regime quando seminato in questi anni. I numeri dell’edizione 2011 sono ancora in fase di elaborazione ma i primi responsi sono inequivocabili: 850 atleti hanno partecipato complessivamente alle tre gare portandosi appresso per una settimana circa almeno lo stesso numero di accompagnatori e nei giorni di gara una marea di spettatori. Di questi il 30 per cento sono stati stranieri, il 40% italiani e il 20% sardi.

xterra Italy 2009: Mille atleti nei paesi della  valle del cedrino in una edizone da record!Ed è proprio quest’ultimo dato quello sul quale bisognerebbe investire maggiormente perchè rappresenta uno zoccolo duro di potenziali turisti indigeni non stagionali e fidelizzabili per tutto l’anno.

L’oasi di Biderosa con le spiagge di Cala Ginepro, i monti Senes e Norghio di Irgoli con i loro itinerari ciclabili e escursionistici, le campagne di Onifai e Loculi, senza dimenticare gli scenari mozzafiato e le pareti attrezzate del Monte Tuttavista di Galtellì, rappresentano una palestra naturale all’aperto per sport naturalistici di tutte le stagioni e capaci di attirare tanta gente ad ogni week end.

Il di XTerra sta nello slogan: «Non solo mare e non solo estate».

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-7 giu 2011)

team di Prometeo AITFOrosei. La soddisfazione di tre trapiantati di fegato in gara con i campioni impegnati nella manifestazione

Si può vincere arrivando anche ad oltre un ora e mezzo dal primo.

prometeoÈ quanto successo domenica mattina al terzetto della Prometeo Aitf quando Tiziano Ruggiu, ultimo frazionista del team che ha partecipato alla quinta edizione di XTerra Italy Sardegna, è arrivato stremato sul traguardo di Cala Ginepro.L’“extraterreste elvetico” Olivier Marceau, era infatti già bello cambiato e sdocciato che sorrideva alle telecamere di mezzo mondo, ma la sua vittoria non poteva avere certo il gusto e il valore di quella conquistata del terzetto composto da Roberto Fois (frazione nuoto) Stefano Caredda (prova di mountain bike) e appunto Tiziano Ruggiu. Loro sono tre trapiantati di fegato che per la seconda volta si sono tolti la soddisfazione di gareggiare fianco a fianco con tanti altri atleti veri lasciandosene pure più d’uno alle spalle.

Una prova di “cuore e di fegato” nel vero senso della parola la loro, una prova di sport e di solidarietà per promuovere la donazione degli organi che quest’anno ha goduto di un valore aggiunto d’eccezione.

xterra-sardegnaDomenica mattina a percorre l’ultima frazione di corsa della massacrante prova di XTerra accanto a Tiziano Ruggiu ha voluto esserci anche quel Fausto Zamboni, chirurgo trapiantatore, primario di chirurgia al Brotzu di Cagliari dove dal 2004, tra mille difficoltà e non poche polemiche, guida e dirige l’unità di trapianto di fegato e pancreas che oggi può ben considerarsi tra le migliori d’Italia. Il trapiantato e il trapiantatore hanno corso sudando e incitandosi l’un l’altro per 10 chilometri su un tracciato brullo e scosceso. Come del resto fanno da dodici anni, da quando nel 1999 i loro destini si sono incontrati per la prima volta all’ospedale delle Molinette a Torino. Tiziano Ruggiu anestetizzato sul tavolo della sala chirurgica in attesa di un fegato nuovo e Fausto Zamboni, allora allievo prediletto del grande luminare dei trapianti di fegato Mauro Salizzoni, con i ferri in mano pronto per uno dei suoi primi trapianti. Riuscito alla grande, come gli oltre 180 che ha già eseguito in questi sette anni a Cagliari e come quelli (ancora tantissimi) che i molti malati in lista d’attesa sperano possa fare al più presto.

(Da: La Nuova-angelo fontanesi-1 giu 2011)

banner xterrasardegnaMigliaia di visitatori, lo scorso weekend, per la rassegna sportiva Tutto esaurito negli hotel e ristoranti della zona

Nel calendario non era Ferragosto ma i numeri erano quelli della grande festa d’estate.

xterra Italy 2009: Mille atleti nei paesi della  valle del cedrino in una edizone da record!XTerra si conferma, ancora una volta, un evento da sold out: dai mille atleti che partecipano alla sfida di triathlon alle oltre settemila persone che hanno seguito le gesta degli sportivi all’interno di una location da sogno. L’oasi incantata di Cala Ginepro e Biderosa sembra non avere eguali a livello mondiale rafforzando l’appeal da sogno del teatro della competizione in tutto il suo percorso fatto di chilometri e chilometri di costa incontaminata. Sono così davvero tanti i fattori di successo della grande sfida sportiva che si è conclusa l’altro ieri a Orosei.

sandro salernoIL SUCCESSO Poderosa e rodata anche in questa quinta edizione la macchina organizzativa messa in campo dall’Island Group di Sandro Salerno e l’Island Team di Sergio Oppo, società ideatrici della manifestazione dal dna barbaricino, prova evidente che spesso il vero capitale vincente da valorizzare sono le idee e i progetti. «Soprattutto agli inizi non sono mancati i problemi e le difficoltà – spiegano gli organizzatori – ma il lavoro, la volontà e la tenacia sono state le nostre uniche armi, sempre ben appuntite. Speriamo ora di aver convinto finalmente tutti della bontà di un progetto e di una complessa macchina organizzativa che, con orgoglio, sappiamo condurre con i ritmi giusti».

Importanti anche i numeri della sicurezza con oltre duecento persone mobilitate domenica dall’organizzazione per fare in modo che tutto procedesse senza intoppi lungo l’intero percorso della gara. Un enorme apparato allestito con la collaborazione della Regione, della Camera di Commercio di Nuoro, dell’Unione dei Comuni della Valle del Cedrino.

xterra Italy 2009: Mille atleti nei paesi della  valle del cedrino in una edizone da record!LA COLLABORAZIONE In campo, oltre lo staff specializzato dell’Island Group, c’erano gli uomini della Protezione civile che hanno allestito un presidio medico avanzato (a disposizione per gli interventi d’emergenza otto ambulanze di cui quattro fuoristrada) e le squadre terrestri e anfibie dei vigili del fuoco. Per la frazione di nuoto, la sicurezza è stata affidata all’associazione di Salvamento di Orosei. Un gran lavoro per il ripristino dell’oasi di Biderosa, messa sotto sopra dall’alluvione dei mesi scorsi, è stato fatto dagli uomini dell’Ente foreste e dalla compagnia barracellare di Orosei. I ranger hanno operato anche domenica scorsa assicurando in maniera discreta, qualora ce ne fosse stato bisogno, la tutela del territorio e il rispetto di flora e fauna all’interno del parco naturale.

Franco Mula

Molto soddisfatto anche il neosindaco di Orosei Franco Mula. «XTerra e Santa Maria e mare nello stesso giorno sono state uno spettacolo meraviglioso – ha detto il primo cittadino -. Cercheremo di trovare sempre più sinergia e collaborazione tra i due eventi, magari già dal prossimo anno, creando un percorso sportivo a Orosei che consenta a questi due mondi di trovare sempre più punti in contatto e preziose collaborazioni».

xterra Italy 2009: Mille atleti nei paesi della  valle del cedrino in una edizone da record!I VISITATORI Ranghi rinforzati anche nei vari locali della rete dell’accoglienza della zona per gestire il graditissimo impatto fuori stagione di migliaia di turisti. Domenica scorsa, nel bar del campeggio di Cala Ginepro si contavano con soddisfazione quasi mille scontrini alle quattro del pomeriggio. «Ce ne fossero di XTerra – hanno commentato baristi e camerieri -. Qui, in occasione dell’evento, il movimento non ha flessioni dalle sette del mattino fino a tarda sera. Un toccasana per tutti, soprattutto in questo periodo di crisi». Impeccabile l’organizzazione che agli atleti non ha fatto mancare nulla nemmeno questa volta: sui percorsi di gara sono stati predisposti otto punti ristoro, oltre duemila i rifornimenti effettuati tra acqua (più di mille litri e tremila bottigliette) e bevande con sali minerali.

Preso d’assalto anche il sito internet di Xterra con quindicimila contatti e altrettante pagine visitate da tutti gli angoli del mondo in pochi giorni.

(Da: L’Unione Sarda-Luca Urgu-1 mag 2011)

banner xterrasardegnaPrevisioni turistiche positive, più di mille gli accompagnatori. Sono ventidue le nazioni presenti con i loro atleti

OROSEI. Nessuno degli organizzatori e degli sponsor istituzionali è voluto mancare alla conferenza stampa di presentazione di Xterra Italy Sardegna 2011. Accanto al neo sindaco Franco Mula, ieri mattina sui banchi dell’aula consiliare del Municipio c’erano infatti moltissime presenze.

C’erano infatti l’assessore regionale al Turismo Luigi Crisponi, l’ex sindaco di Orosei Gino Derosas, gli altri sindaci della Valle del Cedrino teatro dell’evento, ma anche presidente e vicepresidente della Camera di Commercio di Nuoro Romolo Pisano e Pinuccio Meloni, il presidente del Coni nuorese Sandro Floris, un rappresentante della Provincia di Nuoro, il patron di Xterra Italy Sandro Salerno di Island Group, il suo omologo mondiale David Nicholas giunto direttamente dalle Hawaii e la campionessa europea in carica di Triathlon Mtb, la svizzera Renata Bucher. Senza dimenticare, nel pubblico, lo staff dell’Ente Foreste del Nuorese.

Una “parata di vip” insomma, a sancire l’importanza di una manifestazione che, come nessun altra in Sardegna, ha saputo coniugare sport e ambiente diventando l’icona di quel turismo attivo al quale in tanti adesso si ispirano «Xterra Italy Sardegna – ha voluto rimarcare Luigi Crisponi – è un appuntamento che mette in mostra quanto questa parte dell’Isola può offrire per il turismo attivo e per lo sport, anche con implicazioni culturali, identitarie, turistiche, e dunque economiche». Saranno più di mille in totale, più accompagnatori, gli atleti che verranno nella Valle del Cedrino da 22 nazioni in rappresentanza di America, Africa, Europa e Oceania per partecipare ai tre eventi in calendario.

Previste diecimila presenze nelle strutture ricettive della zona per una settimana e sei mila spettatori solo domenica mattina a Biderosa per la gara di triathlon Mtb valida per il titolo europeo e italiano di specialità. Il 2 giugno invece ci sarà la maratona di Mtb tra i monti di Irgoli, Onifai e Loculi mentre il 4 giugno la novità della camminata di nordic walking da Sos Alinos a Onifai. Ma quest’anno Xterra cerca anche l’approccio con le tradizioni del territorio: «Abbiamo voluto creare un collegamento tra l’evento sportivo e la festa di santa Maria ’e mare. – ha sottolineato il sindaco Franco Mula – Sabato sera il paese di Orosei si mostrerà in festa per presentare a tutti i forestieri i suoi aspetti canori e folcloristici più genuini in preparazione della processione delle barche infiorate che si svolgerà domenica pomeriggio».

Sotto l’aspetto promozionale da segnalare all’indirizzo internet http://sport.tiscali.it/xterra/ lo speciale che per tutta la settimana seguirà in tempo reale Xterra Italy Sardegna.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-27 mag 2011)

A Orosei attesi più di 500 atleti da ogni parte del mondo. Fine maggio all’insegna dei grandi eventi con la gara di triathlon e Santa Maria ’e mare

banner xterrasardegna

Un fine maggio di grandi eventi quello già in avanzato stato di organizzazione ad Orosei. Domenica 29 via alla 5ª edizione di XTerra Italy Valle del Cedrino, gara internazionale di triathlon Mtb che si svolgerà la mattina lungo il fascinoso circuito tra Cala Ginepro e Biderosa.

OROSEI: Festa di S.Maria 'e mare-La Barca sul Cedrino col Simulacro della Vergine

OROSEI: Festa di S.Maria 'e mare-La Barca sul Cedrino col Simulacro della Vergine

Ma anche quello di una edizione della festa di santa Maria’e mare che si annuncia particolarmente spettacolare. La suggestiva processione lungo il Cedrino delle barche infiorate con a bordo il simulacro della Vergine sarà arricchita infatti per la seconda volta dalla presenza de is fassonis di Santa Giusta anche loro debitamente abbelliti dai fiori. Ad organizzare la festa saranno come sempre la Pro loco, la società Pescasportiva Orosei, l’associazione fioristi Sardegna e l’associazione di promozione sociale Casa Soddu alla quale si deve appunto la presenza dei is fassonis.

Festa di S.Maria 'e mare-barche infiorate nel Cedrino (foto camedda-2010)

OROSEI:Festa di S.Maria 'e mare-barche infiorate nel Cedrino

Il programma ricalcherà l’ormai collaudato canovaccio: tutto avrà inizio alle 9 in piazza del Popolo, dove i fioristi abbelliranno e infioreranno le barche dei pescatori e per l’occasione anche un paio di fassonis. La sfilata inizierà alle 17, prima tappa il ponte sul Cedrino dove le barche verranno varate in acqua e proseguiranno spinte a remi verso l’antica chiesetta dedicata alla Madonna protettrice dei marinai. Subito dopo l’approdo ci sarà la messa seguita poi dalla distribuzione dei famosissimi panini con insalata di polpo.

xterra Italy 2009: Mille atleti nei paesi della  valle del cedrino in una edizone da record!

Ma in questi giorni è già entrata a pieno ritmo anche la macchina organizzativa della 5ª edizione di X Terra Italy Valle del Cedrino che quest’anno sotto l’egida munifica della Regione che sponsorizza l’evento promette di suggellare il successo internazionale di una manifestazione sportiva che come livello agonistico, numero di partecipanti e impatto mediatico ha pochi eguali in tutta l’isola. I tecnici di Island Group guidati dall’impareggiabile Sergio Oppo sono già al lavoro per allestire il tracciato di gara che vedrà la partecipazione di oltre 500 atleti provenienti da tutto il mondo tra i quali i migliori specialisti europei.

(Da:La Nuova-Angelo Fontanesi-17 mag 2011) -foto camedda-2010

anteprima di sportiE’ un altro grande fine settimana di sport

per le squadre della Valle del Cedrino.

CALCIO

Nel calcio di 1^ categoria la Fanum Orosei ospita domani alle h. 16 sul sintetico del P. Nanni la capolista Bittese , distante 4 punti dai ragazzi del tecnico oroseino Franco Saporito. E’ evidente che, a due partite dal termine , bisogna ancora crederci e comunque per gli oroseini l’obiettivo minimo e’ l’accesso ai play off , e poi chissa. Squalificati Bua e Monne ma col rientro di Ignazio Porcu si ricostituisce la coppia di gemelli del gol con Spina, coppia che puo dare a Orosei la Promozione Regionale. Come contro il Siniscola due domeniche fa al P. Nanni domani pomeriggio si attende il pienone per spingere la Fanum verso il sogno.

Finito il campionato di 2^ cat. per le due valligiane con la salvezza del Tuttavista (www.tuttavista.it) dell’ottimo allenatore-giocatore nuorese Gianni Sechi e la mesta retrocessione in 3^ dell’Irgolese che ora puo pensare a rifondare. Nel calcio da seguire anche l’impresa dei giovanissimi della Fanum alle finali provinciali (vedi su link http://marcocamedda.blog.tiscali.it/2011/04/08/campionato-fanum-orosei-giovanissimi-piega-il-posada/

VOLLEY

E siamo al volley e all’eccezionale impresa del Baronia Volley che ha un piede e mezzo in serie C dopo la grande vittoria del derby di Nuoro. I ragazzi del tecnico laziale David Animobono , al quale vanno grandi meriti per questa impresa, hanno un enorme vantaggio nei play off e ora nella partita di domani col Borore possono mettere la parola fine. Un risultato stupefacente al primo anno di esperimento di collaborazione tra Mi.An. Galtelli e Sirio Orosei con giocatori tutti della Valle del Cedrino e soprattutto nella prevalenza giovanissimi. I due presidenti Mimmo Dessena (Sirio) e Michele Mastio (Mi.An) ci hanno visto giusto. Notizie varie sui link http://blog.libero.it/ValledelCedrino/10092046.html?ssonc=1517807920 e http://marcocamedda.blog.tiscali.it/2011/04/04/il-baronia-volley-a-un-passo-dalla-serie-c/ e su http://www.siriorosei.it

Nella 1^ div. femminile dal 5 all 8 posto sconfitta a Lanusei per la demotivata Sirio della coac nuorese Paola Nonne mentre in Under 18 maschile vince all’esordio la Mi.An. Galtelli sul Tortoli e riposava la  Vbc di Tore Sannai. E siamo di nuovo alla Sirio che col successo di mecoledi sul Tortoli accede alla finale provinciale che si disputera lunedi 11 in campo da stabilire. Altro ottimo risultato per la societa del presidente Dessena e della coach nuorese Paola Nonne.

Sempre in casa Sirio segnaliamo un camp giovanile di volley di livello assoluto che si terra dal 27 giugno al 2 luglio presso la splendida struttura del Marina Beach . Per ogni informazione vi invitiamo a consultare il sito http://www.volleycamporosei.altervista.org/index.html

BASKET

Per il basket giocano mercoledi 13 alle h. 18 al Coni di Nuoro con la Pallacanestro Nuoro gli Under 13 del Baronia Irgoli reduci dalla sconfitta casalinga (31 a 37) con l’Ittiri.

TRIATHLON-XTERRA

Segnaliamo sul link http://blog.libero.it/ValledelCedrino/10081625.html e sul sito http://www.xterraitaly.it/ita_index.html ulteriori notizie sull’imminente manifestazione internazionale che si tiene nella Valle , l’Xterra .

Buon fine settimana a tutti

sport================================================

FOTO DELLA SETTIMANA:

I calciatori, il Presidente Salvatore Boe e l'allenatore Franco Saporito della FANUM OROSEI 2011

I calciatori, il Presidente Salvatore Boe e l'allenatore Franco Saporito della FANUM OROSEI 2011

forza-fanum