Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Categoria: escursioni

Si svolgerà il 2 Giugno 2016

Eccoci pronti per la 27° Edizione

della Passeggiata Ecologica Baroniese,

un evento unico nel suo genere, una passeggiata insieme che, in poche ore, ci guida in percorsi con vedute mozzafiato, da 20 a oltre 800 metri sul livello del mare del Monte Tuttavista, con incantevoli panorami sulla Valle del Cedrino, Il Golfo di Orosei e le montagne del Nuorese.

In questa edizione si è pensato di riproporre il vecchio percorso che è adatto a tutte le fasce di età, si partirà intorno alle 7:30/8:00 dai pressi dell’antica Chiesa di San Pietro da cui si proseguirà per Taraculi dove è prevista una sosta con rinfresco. Si proseguirà inoltrandoci nei boschi per Su Lutrau, un enorme “balcone” naturale che guarda i monti del Nuorese, poi Padente Chicchine e Su Dorrole, uno sguardo a 360 gradi sul Golfo di Orosei, Il Cristo Miracoloso e l’arrivo a Padente Longu dove ci sarà il pranzo.

Invitiamo tutti a partecipare e condividere…

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

(DA: comunicato Pro Loco Galtellì-25 Maggio 2016)

(DA: comunicato Avis Provinciale-23 Maggio 2016)

INGRESSO ALL'OASI DI BIDEROSA.Sullo sfondo la casermetta del Corpo Forestale di Sa Petra Bianca

Il sindaco Franco Mula in questi giorni a Cagliari per discutere del progetto che prevede anche un grande orto botanico e capanni per bird watching

È conosciuta e famosa ben oltre i confini nazionali per le candide spiagge e le scogliere incorniciate dalla macchia mediterranea e dai ginepri che arrivano sin quasi al bagnasciuga.

Il lago nell'oasi di Biderosa. In lontananza le montagne fra Orosei e Siniscola

Ma l’oasi di Biderosa si estende per ben 600 ettari e al suo interno custodisce tesori naturalistici preziosi e fascinosi tanto quanto i suoi arenili. Il progetto di trasformare il sito in una attrattiva turistica fruibile dodici mesi all’anno sinora è rimasto però un sogno irrealizzato. Anche se mai abbandonato sia dal Comune che dall’Ente foreste che questo angolo di natura incontaminato contribuisce da decenni a preservare con un cantiere di rimboschimento. Ente che da tempo ha presentato al Comune una bozza per il rinnovo trentennale della concessione del sito proprio con l’intenzione e l’impegno di farne un parco aperto in tutte le stagioni e dotato di servizi e di strutture di accoglienza ecosostenibili.

OROSEI: Alba a Biderosa - fra SOGNO e REALTA'!

E in quest’ottica, con un finanziamento di diverse centinaia di migliaia di euro, da circa un anno sta portando avanti un intervento di valorizzazione che comprende tra l’altro la realizzazione di un grande orto botanico didattico, la risistemazione dei sentieri e delle strade interne, la messa in opera di capanni per bird watching e la costruzione di una foresteria per il pubblico.

In progetto anche il recupero in ottica ricettiva degli antichi ovili situati all’interno dell’oasi, abbandonati ormai da decenni ma con tanto di pozzi d’acqua funzionanti e ricoveri per animali megalitici che testimoniano la presenza umana sin dalla preistoria.

Un patrimonio di enorme valenza che aspetta solo di essere messo nelle condizioni di produrre economia e reddito non solo nei mesi estivi con i biglietti di ingresso per le spiagge. Un obiettivo ben specificato nella bozza di rinnovo di convenzione che proprio in questi giorni il sindaco Franco Mula sta discutendo a Cagliari con i vertici regionali dell’Ente foreste. La proposta nel suo impianto non dispiace al Comune che in ogni caso non mette in dubbio il prosieguo della collaborazione con l’Ente. Da definire ci sarebbero però diversi dettagli, e qualcuno di non poco conto. Come la gestione del sito nella sua interezza e delle spiagge in particolare. L’estate appena passata ha messo in evidenza come questo aspetto non possa più essere risolto con affidamenti temporanei e “leggeri”.

Decidere sul futuro dell’oasi di Biderosa è dunque una questione quanto mai delicata ma altrettanto urgente.

(DA: La Nuova-Angelo Fontanesi-17 gen 2013)-foto: m.camedda

 

Programma:

-ore 10.00: ritrovo con caffè…

-ore 11.00: avvio per la passeggiata ecologica che si svilupperà lungo un percorso all’interno della montagna per circa 5.500 metri.

A discrezione dei partecipanti il percorso potrà essere coperto con una semplice passeggiata, oppure con corsa podistica o marcia non competitive.

Per tutti sarà necessaria la firma di una liberatoria che avverrà prima della partenza. Per i marciatori e podisti è prevista anche una dichiarazione che, sarà disponibile in loco, di essere in possesso di certificato medico attestante l’idoneità all’attività non agonistica.

A coloro che termineranno il percorso sarà offerto un pranzo semplice (Pasta al ragù, carne arrosto, pane e casu, frutta, caffè, vino e acqua) .

Di pomeriggio sono previsti degli intrattenimenti, fra i quali gli “Arcieri del Marghine” che si esibiranno con i loro archi e saranno disponibili per far fare dei tiri di prova a coloro che lo volessero.

(Da:comunicato Avis  Comunale di Borore-31 mar 2012)

 

Piccoli impianti aperti a Fonni e a S’Arena di Desulo Bruncuspina, accesso consentito a 350 auto

Numero chiuso da domani fino a domenica, sulla strada che conduce agli impianti sciistici di Monte Spada e Bruncu Spina.

Ad annunciarlo il sindaco di Fonni Stefano Coinu che spiega: «Motivi di sicurezza. Emaneremo un’ordinanza che consentirà a un massimo di 350 auto di salire fin su». Anche chi riuscirà a portare la macchina il più in alto possibile sappia però che vige l’obbligo catene o pneumatici termici: «I mezzi saranno controllati uno a uno», avvisa il primo cittadino. Ma la limitazione al traffico non è l’unica novità: a Donnortei, a 1320 metri, l’amministrazione, quest’anno per la prima volta, ha predisposto di concerto con l’Ente foreste 300 parcheggi.

GLI IMPIANTI Sono quattro i siti del Gennargentu nuorese sui quali gli appassionati di sci possono dare sfogo alla propria creatività: formato famiglia, per principianti o calibrati su cuori ben allenati. Intanto una buona nuova: torna la normalità a S’Arena, versante desulese del Bruncu Spina, dove questo fine settimana riparte il tapis roulant della stazione che si era bloccato per un intoppo tecnico. Cento metri di tappeto sintetico gestito dallo Sci club (presidente Giuseppe Carta) con l’agriturimo “Su Filiaru” di Pino Puddu. «È una discesa dolce – fa sapere Sebastiano Peddio del circolo – , ideale per chi inizia. Nel nostro casotto è possibile noleggiare sci, scarponi e il resto dell’equipaggiamento».

IDEALE PER FAMIGLIE Dispositivo su pendenza inferiore al 25 per cento, il tapis roulant facilita la vita a genitori con pargoli a seguito e ideale per chi ha fatto del riposo la propria ragione esistenziale. Corredato da una marcia in più, grazie alla natura doubleface, chi teme il gelo ma ama sciare, a S’arena vi si potrà infatti cimentare in tutta comodità anche d’estate: «Grazie a un potenziato sistema di irrigazione», conclude Peddio. Info: 349 7411831 e 338 8613350. Confortevole, familiare e attrezzatissimo pure “Neve2000”, piedi del Monte Spada, adatto ai più piccoli e principianti. «Due manovie per 400 metri, conducono a tracciati battuti dal gatto, molto praticabili», dice Maria Antonietta Cualbu del polo sciistico di Donnortei dove oltre all’affitto dell’attrezzatura è possibile beneficiare di un punto ristoro, «il nostro target sono famigliole, o chi non ha dimestichezza con le tecniche estreme». Maggiori informazioni al 0784/58585.

Per chi insegue il brivido ecco invece i percorsi sul Bruncu Spina, con skilift che può trasportare 800 persone all’ora, più risalita a piedi munita di cavo di ausilio per 200 metri, picco di 1820 metri di quota, tre piste e un fuoripista, livelli intermedio, esperto e avanzato, (sconsigliati agli esordienti) rifugio a 1570 metri. Aggiornamenti al 3286743235.

LA FORESTALE Ma neve non fa rima solo con turismo. Così dal fronte quotidianità, arrivano i bilanci del Corpo forestale, direttore Gavino Diana, sugli interventi effettuati: nella prima settimana di febbraio i ranger hanno liberato gli accessi agli ospedali di Nuoro, gli svincoli in uscita dalla città e attorno a Su Berrinau, Predas Arbas, S’ifurcau bivio Oniferi, Ortobene, bretella Sedda Ortai. Hanno poi operato senza sosta sulle vie statali e provinciali di Macomer, Bolotana, Sindia, Bortigali e Scano Montiferro. E le comunali di Tamara, Tamuli, S’Ena Ruggia, Su Pisanui, Monte Sant’Antonio, canale Petrosu, la 131 a Sedda e’ rughes, Manigos, Aidu Entos, Punta Istremale.

(Da:L’Unione Sarda-Francesca Gungui-10 feb 2012)

-Foto dell’amico Stefano Busia, Presidente dell’AVIS di Fonni-

 

naturalmente_norghio__locan

bando-estate-insieme

comune galtellì

Per le informazioni organizzative i ragazzi e le famiglie potranno partecipare all’incontro che si terrà Mercoledì 29 Giugno alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Comune.

SCARICA:

>bando estate insieme

>domanda estate minori

(Da: sito istituzionale Comune di Galtellì)