Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: amicizia

(Tratto da Facebook)

Ciao Marco, è da tempo che non ci sentiamo e mi auguro che tu stia meglioTi scrivo per informarti che a partire dalle ore 19,00 di domani – giovedì 5 gennaio 2012 –   presso la Chiesa del SS. Crocifisso di Galtellì si terrà il “CUNTZERTU ‘E SOS TRES RE” organizzato dall’associazione culturale “Voches ‘e Ammentos de Garteddi“.

L’omonimo Coro “Voches ‘e Ammentos de Garteddi” (solo voci maschili composto ora da 24 coristi), diretto dal maestro Paolo PUGGIONI, proporrà nella serata brani di tema natalizio, tutti eseguiti a cappella con particolari arrangiamenti polifonici, tra cui le versioni suggestive ed eclettiche dei brani medievali “Gaudete” e “Puer natus in Bethlehem” delle “Piæ Cantiones” del 1582 ed altri classici storici come “Resonet in Laudibus” e “Adeste Fideles”.
Accanto a questi i brani appartenenti alla tradizione classica sarda “Sos Pastores”, “Cand’es Nadu Gesus”, “Naschid’est in Sa Capanna” e “Notte de Chelu” ed altri numerosi brani del repertorio natalizio classico italiano ed internazionale come la “Ninna Nanna Anzit” di una giovane madre lettone.
L’evento arriva a coronamento delle intense iniziative ed esibizioni che il coro ha portato avanti nel 2012 e in particolare in questo intervallo natalizio, tra cui si segnalano le tre serate (21, 22 e 23 dicembre) dedicate alla visita del coro nelle abitazioni di numerosi ammalati, anziani e persone meno abbienti, oppure in uno situazione di particolare stato di disagio o sofferenza, di Galtellì. (una trentina di abitazioni sulle troppe segnalate)
Il concerto, ormai divenuto un appuntamento atteso nel periodo dell’Avvento, è rivolto, oltre che ai cittadini di Galtellì e della Baronia,  proprio a quelle persone che si trovano nelle citate condizioni di disagio e sofferenza, molte delle quali, per motivi di tempo, non siamo riusciti ad incontrare nella citata iniziativa ed a cui rivolgiamo in questo modo la nostra particolare vicinanza ed affetto, trasmesso attraverso i nostri brani quale annuncio della “Buona Novella” con la collaborazione del parroco Don Giampiero FRONTEDDU. Un momento, quindi, di incontro tra paesani accomunati in un grande abbraccio di affetto ed a cui ci auguriamo anche tu partecipi.
Grazie di cuore, con amicizia, Giovanni Vacca.
Da: comunicato Associazione Voches ‘e Ammentos de Garteddi-4 genn 2011

la solitudine fa male come 15 sigarette al giorno

AMMENTOS:GALTELLI - Ungruppo di amici  in una foto del 1940.

GALTELLI - Un folto gruppo di amici si divertono in una foto del 1940-42.

Studio dimostra che non avere rapporti sociali è più dannoso del non fare attività fisica, due volte più nocivo dell’obesità.

Non è una telefonata ad allungarti la vita, ma un amico. Stare in compagnia fa sopravvivere ben del 50% in più. E non è un detto popolare per cui «chi trova un amico, trova un tesoro». E’ una verità scientificamente provata: uno studio della Brigham Young University, pubblicato sulla rivista Plos Medicine dimostra che le relazioni sociali, con amici, familiari, vicini o colleghi che siano, allungano le nostre possibilità di sopravvivere ben del 50%. Al pari di altri fattori, quali l’alimentazione, l’attività fisica o il non fumare.

Chi ha pochi rapporti sociali ha dunque meno possibilità di avere una vita longeva.

I ricercatori hanno addirittura comparato l’impatto di una vita povera di amicizie con altri fattori di rischio per la salute, stilando una vera e propria lista. Non avere o avere pochi rapporti sociali equivale ad esempio a fumare 15 sigarette al giorno o ad essere un alcolizzato, è più dannoso del non fare attività fisica ed è due volte più nocivo dell’obesità. Gli scienziati hanno analizzato i dati di 148 studi pubblicati che misuravano la frequenza delle relazioni umane e l’impatto sulla salute per un periodo di 7,5 anni, senza però considerare la qualità della relazione.

«Ci sono molte strade attraverso cui gli amici e la famiglia possono influire in meglio sulla nostra salute, dal calmarci con una carezza al farci trovare un significato nella vita – spiegano Julianne Holt-Lunstad e Timothy Smith, coordinatori dello studio – Quando si è legati a un gruppo e ci si sente responsabilizzati verso le altre persone, il senso di avere uno scopo si traduce nel prendersi maggior cura di noi stessi e caricarci di meno rischi. E questo è un effetto che si può riscontrare a tutte le età».

(Fonte:Messaggero.it)

continua…

L’Albero degli amici

continua…

 

continua…

Cosa è l’amicizia?
E’ sicuramente un sentimento che si affianca per intensità all’amore pur essendone diverso ma reciproco.
L’amicizia è amore e l’amore è anche amicizia!
Essa , iniseme all’amore, fa muovere il mondo, fa superare lingue e abitudini, distanze e età, condizioni sociali e razze. E’ un linguaggio universale inteso senza parlare, trasmesso senza vedersi, captato istintivamente!
L’amicizia è dare senza pensare di ricevere, sentire dentro il dovere e il piacere di donarsi, in silenzio, fino in fondo, senza che chi ha bisogno te lo comunichi apertamente.
L’amicizia sviluppa in noi la capacità di ricevere il segnale di aiuto di chi,vicino a noi, ha il pudore naturale di chi non riesce a chiedere l’ancora della salvezza.
Questo è quello che “sento” come amicizia!

Sull’amicizia ho trovato su internet queste frasi bellissime!
Si integrano fra di loro ed ognuna è una parte della definizione di questo sentimento per cui ogni parola è poco, ma è anche tutto.
Ma lascio a chi , meglio di me , riesce con poche frasi pesanti come macigni e morbide come una carezza, a definire questo meraviglioso e prezioso sentimento:

— Madre Teresa di Calcutta:
Trova il tempo di essere amico:
è la strada della felicità.

—Sergio Bambarén:
I veri amici amano condividere i momenti
preziosi che la vita riserva loro,
come le piccole cose dell’esistenza
per cui vale la pena di vivere ogni giorno.

~– R.W. Emerson:
Lo splendore dell’amicizia
non è la mano tesa né il sorriso gentile
né la gioia della compagnia:
è l’ispirazione spirituale quando
scopriamo che qualcuno crede in noi
ed è disposto a fidarsi di noi.

– J. Quarles:
L’amicizia è come la musica:
due corde parimenti intonate
vibreranno insieme anche se
ne toccate una sola.

–~ Giovanni Crisostomo:
Grande cosa è l’amicizia
e quanto sia veramente grande
non lo si può esprimere a parole,
ma soltanto provare.

~– A. Bougeard:
I veri amici sono quelli che si scambiano reciprocamente
fiducia, sogni e pensieri, virtù, gioie e dolori;
sempre liberi di separarsi,
senza separarsi mai.

~– Kahlil Gibran:
Amico mio, tu e io rimarremo estranei alla vita,
e l’uno all’altro,
e ognuno a se stesso,
Fino al giorno in cui tu parlerai e io ascolterò,
ritenendo che la tua voce sia la mia voce;
e quando starò zitto dinanzi a te
Pensando di star ritto dinanzi a uno specchio.

– Anonimo:
Sapere che c’e’ qualcuno,
da qualche parte,
dal quale ti senti compreso
malgrado le distanze
o i pensieri inespressi,
fa di questa terra un giardino.

~– Clara:
L’amicizia è un sentimento unico che rende la vita degna di essere vissuta;
l’amicizia insegna a vivere la vita con serenità e gioia;
l’amicizia aiuta a scalare la montagna della paura,
della tristezza, delle difficoltà, della solitudine…
senza l’amicizia
una persona si perde nei meandri della vita.

–~ Siegfried Kracauer:
Crescere insieme
senza perdere la propria identità,
donarsi per possedere in forma allargata,
fondersi in un tutto unico e tuttavia
continuare ad esistere ciascuno
per proprio conto:
questo è il segreto del vincolo dell’amicizia.

~– Antoine de Saint-Exupery:
Amico mio, accanto a te
non ho nulla di cui scusarmi,
nulla da cui difendermi,
nulla da dimostrare: trovo la pace…
Al di la’ delle mie parole maldestre
tu riesci a vedere in me
semplicemente l’uomo.

~– Stefania:
Anche se son fatti con la tristezza nel cuore..
i sorrisi degli amici sono il più bel dono.

~– Ferdinando:
Amicizia…
mette in movimento tanti sentimenti ed emozioni.
L’amico è una presenza così intima
che puoi anche non accorgerti di lui,
non deve conizionarti..