Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: borgo

Festa del borgo, domenica 13 agosto a Galtellì

Ripercorrere le strade della memoria per rivivere gli antichi sapori e scoprire la storia arricchita dall’anima letteraria. 

Si terrà domenica 13 agosto la XVII edizione

della manifestazione Festa del Borgo a Galtellì.

GALTELLI': Vista panoramica dall'ìngresso dalla SP25

L’ormai consueto appuntamento è promosso dall’amministrazione comunale di Galtellì in collaborazione con le associazioni e le imprese locali.

Sarà il rintocco delle campane, previsto per le ore 20.00, a dare l’avvio alla serata in cui rivivere gli antichi saperi e sapori delle tradizione.

Lungo le vie del centro storico, della Galte di “Canne al vento”, piazze e cortili storici ospiteranno esposizioni artigianali come tappeti della tradizione isolana fatti a mano nell’unico laboratorio tessile del paese; lavorazioni in oro e argento; intrecci di canne e giunchi e le scarpe del giovane calzolaio di Loculi, di origini paterne galtellinesi, nonché prode allievo di un calzolaio locale.

Galtellì: Museo Etnografico "Sa domo de Sos Marras" (Casa dei Marras)

Numerose le lavorazioni e le degustazioni di prodotti tipici locali come pane carasatu, formaggi, dolci e vino. Sarà il cortile del Museo Etnografico “Sa domo ‘e sos Marras a fare da cornice alla preparazione dei prodotti della tradizione mentre lungo il percorso numerosi punti ristoro serviranno svariate pietanze per accontentare tutti i palati.

Percorrendo l’acciottolato del borgo medievale, guidati dal profumo della mentuccia selvatica, si potranno visitare la basilica di San Pietro e le chiese di Santa Croce e dell’Assunta, San Francesco aperte sino a tarda notte. Così come l’Antico Convento – Casa Asara e la mostra permanente del borgo in miniatura.

Tutto il percorso sarà animato da suoni e balli della tradizione; saranno le associazioni locali, gruppi folk e cori, ad allietare la passeggiata serale tra le corti.

Musica sino a notte fonda nella piazza del Santissimo Crocifisso con i Bolla e presso l’anfiteatro comunale con il gruppo locale Paristorias.

(DA: comunicato di Giovanni Santo Porcu, Sindaco di Galtellì-10 Agosto 2017)

“Riti e miti contadini, una “Baronia di Pietra”

Venerdi 12 ore 19.00 presso il museo etnografico, inaugurazione della mostra “Riti e miti contadini, una “Baronia di Pietra” dell’artista locale Giuseppe Disi.

Un lungo lavoro autodidatta, che ripercorre nel tempo la Comunità di Galtellì (popolo di massai), con le sue maestranze.

Le opere rappresentano uomini e donne impegnate nei lavori più umili e quotidiani, il tutto impresso in diversi tipi di pietre, marmo e basalto su tutti. Un lavoro venuto a scomparire in quanto faticoso e duro quindi sostituito dalle macchine, ma un lavoro fatto di ricerca studio e poi di sensibilità.

Giuseppe- afferma il sindaco di Galtellì Giovanni Santo Porcu- è un autodidatta che umilmente si presenta alla Comunità con dei lavori marcati dal profondo senso d’appartenenza. Propone tramite il suo ingegno artistico manuale, scene di vita contadina e di fede, ma non solo, che ripercorrono il passato della Comunità di Galtelli, distintasi sempre per grandi Massai, custodi fecondi di cibo prezioso, quale il grano e custodi di antiche tradizioni religiose. Con l’auspicio che il suo esempio susciti l’emulazione dei nostri giovani”

Galtellì: Museo Etnografico "Sa domo de Sos Marras" (Casa dei Marras)

Alla mostra interverranno il Sindaco di Galtellì Giovanni Santo Porcu, il presidente della Pro Loco Salvatore Marras ed il giornalista e documentarista Antonio Rojch.

La mostra sarà poi visitabile per tutto il mese di Agosto, presso il Museo Etnografico “Sa Domo ‘e Sos Marras” (Casa Marras) ed in particolare per la festa del borgo.

(DA: comunicato del Comune di Galtellì-10 Agosto 2016)

Oggi 8 giugno alle ore 18 nella biblioteca

comunale si terrà un incontro pubblico

Galtellì  inizia il percorso di

“Borgo Autentico Certificato”

“Borgo Autentico Certificato” -dichiara il Sindaco Giovanni Santo Porcu- è un progetto innovativo e unico a livello europeo basato sulla certificazione della qualità delle strategie e delle politiche pubbliche locali, con lo scopo di contribuire al miglioramento della qualità della vita nei Comuni.

Oggi 8 giugno alle ore 18 presso la biblioteca comunale si terrà un incontro pubblico, partendo da una lettura collettiva della situazione del borgo di Galtellì si cercherà di focalizzare criticità e punti di forza del sistema locale così come viene letto dagli attori socio-economici locali.

Invito operatori e semplici cittadini a partecipare…

Il sindaco

Giovanni Santo Porcu

(DA: post su Facebook di Giovanni Santo Porcu )

PROGRAMMA:

Ore 09:30 – Apertura cortes

Dalle ore 10:00 – Esibizione gruppi di canto a Tenore

Ore 11:00 – Sa vaina de su porcu a cura de Sos “Cadderis de Vitzi”

Dalle ore 16:00 – Ballos in pratza: A cura del gruppo folk Sa Bitha

Ore 16:00 – Esibizione gruppi di canto a tenore

Ore 17:00 – Canticos de Nadale, Rassegna corale itinerante

Ore 18:00 – Ballos in carrera, animazione e balli nelle vie del centro storico

Ore 18:30 – Uscita de “Su Nenneddu” Nei presepi del centro storico

Dalle 21:30 – Fuochi di Note: Balli, Musica e fuochi in Piazza Asproni

Riaprono le Cortes nell’antico Borgo dei Tenores.

Fuochi, degustazione di prodotti tipici.

Esibizione dei Tenores di Bitti Gruppi folk in costume tradizionale.

Canti di Natale nei presepi

(DA: comunicato Comune di Bitti-21 Dicembre 2015)

Cartello esposto all'ingresso del paese (dal bivio di Lula). La freccia indica il Centro Storico del Borgo di Galte

(DA: comunicato Ass. Turismo e Cultura Comune di Galtellì-3 Agosto 2015)

-già pubblicato anche il 4 Agosto-

Associazione Culturale

Bocheteatro

con il contributo del Comune di Galtellì

in collaborazione con la Pro Loco

“Viaggi Emozionali, da testi di Grazia Deledda”

Marco Camedda-1999- Grafica a china su cartoncino bianco: Ritratto di Grazia Deledda

  • il 30 Luglio 2015- ore 20:30: spettacolo teatrale con il gruppo dei bambini
  • il 06 Agosto 2015- ore 21: spettacolo teatrale con il gruppo degli adulti
  • il 20 Agosto 2015- ore 20:30: spettacolo teatrale con il gruppo dei bambini
  • il 27 Agosto 2015- ore 21: spettacolo teatrale con il gruppo degli adulti
  • il 03 Settembre 2015- ore 20:30: spettacolo teatrale con il gruppo dei bambini

Si apre il 30 Luglio alle ore 20:30 in Galtellì,la Sedicesima Edizione di “Viaggi Emozionali -teatro itinerante da opere di Grazia Deledda” con partenza dal cortile della chiesa di S. Pietro, curata dalla Compagnia Bocheteatro di Nuoro, con il contributo del Comune di Galtellì e la Pro Loco.

Protagonisti saranno gli stessi abitanti di Galtelli, che da anni seguono i Laboratori di Bocheteatro:  il gruppo dei bambini e adolescenti, diretti dall’attrice e regista Monica Corimbi, e il gruppo degli adulti diretti da Giovanni Carroni.

Galtellì: L'antica Cattedrale di San Pietro in una mia grafica del 1996

La manifestazione è uno spettacolo itinerante di teatro, musica e canto tradizionale, che si snoda lungo i luoghi più suggestivi del centro storico di Galtelli, a partire dalla bellissima chiesa Romanico/Pisana di San Pietro. Ambientazione privilegiata per uno dei “Viaggi emozionali” più esclusivi, attraverso il tempo e le sensazioni rievocate dai luoghi descritti in Canne al Vento, il romanzo capolavoro di Grazia Deledda.

In uno scenario di incomparabile bellezza e suggestione,

all’ombra del monte Tuttavista, l’antica Galte rivive per un giorno le commoventi e affascinanti vicissitudini di Efix e delle dame Pintor, la cui casa si conserva ancora nel centro storico del paese, immutata nel tempo come le chiese di S. Pietro e del SS. Crocifisso.

La maggior parte dei quadri sono tratti dal romanzo “Canne al vento”, per il quale la Deledda ha tratto ispirazione proprio da Galtelli, Galte nel romanzo, durante un suo soggiorno ai primi del secolo con la sorella Nicolina.

I personaggi sono creature esposte alla dure leggi di una realtà molto povera, ostile, lontana da quel continente della rivoluzione industriale.

Protagonisti, sempre tesi tra peccato e rimorso, fra impulso sentimentale e il rispetto delle regole e della legge: il fedele servo Efix, le tre dame Pintor, il nipote di queste ultime Giacinto, e ancora Grixenda, Don Predu, Pottoi e tanti altri personaggi.

GALTELLI': Casa Dame Pintor dove Grazia Deledda ambientò Canne al Vento

Particolare magia è data dalla riproposizione delle atmosfere lunari descritte nell’opera, quando “il popolo misterioso dei folletti, delle fate e degli spiriti erranti” anima il trascorrere della notte al “sospiro delle canne” lungo il fiume Cedrino.

Il teatro dunque, oltre che come strumento per difendere quel patrimonio culturale, identitario e sociale che contraddistingue questo bellissimo paese della Baronia, valorizzando e recuperando al contempo il patrimonio inestimabile e unico del centro storico, quale strumento per far conoscere la scrittrice nuorese Grazia Deledda e le sue opere, ai tanti turisti che ogni anno vengono ad assistere alla manifestazione.

Cordialmente

Associazione Culturale Bocheteatro

Per informazioni:

Telefono: +39 0784.203060 / +39 338.7529106 / +39 320.3742157

Email: info.bocheteatro@gmail.com

 Sito web: www.bocheteatro.it

(DA: comunicato Bocheteatro-27 Luglio 2015)

“All’imbrunire e al rintoccare delle campane, inizia la 14ª edizione della Festa del Borgo…

Quest’anno per promuovere la comunità di Galte si è cambiato il taglio, preferendo rendere l’appuntamento fondato sulla promozione dei prodotti locali e dei beni storico,culturali,archittetonici e religiosi con la verve dei ragazzi e degli artisti di strada…

…Tutto in una notte la comunità di Galte, aprirà le porte del borgo e rendere fruibili i propri tesori ai visitatori.

…Visite alle chiese, al museo (con lavorazione del pane, coffittura, degustazioni, esposizione lavori artigianali in oro), alla porta del parco, materiale turistico, tappetti sardi fatti a mano e lavorazioni in oro, lavorazione dell’intreccio di canne e giunchi, a cortili privati ben conservati o recuperati,con la casa del miele, del formaggio, del vino, degustazioni e tanto divertimento per i nostri bimbi e ragazzi, grazie alla presenza di artisti di strada…

Saranno presenti tanti imprenditori privati, che ognuno per la propria competenza esporrà il proprio prodotto. A San Pietro verranno installati due osservatori della volta celeste.

In ogni angolo di strada verranno issati delle fasce di canna (siamo il paese del romanzo Canne al Vento di Grazia Deledda), per guidare nei vari siti i visitatori.

“E’ un periodo difficile per tanti motivi, ma per promuovere la nostra comunità, con i suoi attori principali, privati e associazioni, abbiamo fatto uno sforzo enorme.

Galte ha bisogno di questa vetrina, abbiamo dei lusinghieri segnali per continuare un processo di crescita e di valorizzazione della propria storia e cultura…”

ª…Ci crediamo fermamente”

Saluti,

Giovanni Santo Porcu

(DA: comunicato Sindaco Comune di Galtellì-29 Luglio 2014)

volantino-per-marco-festivaLa nostra Associazione culturale “Il Borgo Onlus” di Sos Alinos (Orosei) apre le iscrizioni per la 3a edizione del Borgo Festival, Festival Regionale della Canzone, che nelle precedenti edizioni ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica. Per iscriversi contattare entro le date previste i numeri di cellulare citati nel manifesto  o avvicinarsi alla nostra sede ove saranno date tutte le informazioni.

Vi aspettiamo numerosi

IL-BORGO-ONLUS

L’evento. Per il quinto anno consecutivo il paese mette a disposizione dei visitatori i suoi tesori artistici

Galtellì: Piazza Parrocchia

Galtellì: Piazza Parrocchia

Per il quinto anno consecutivo il Comune in collaborazione con la Pro loco, la società di servizi Tramas e gli operatori commerciali, per il giorno di Pasquetta aprono gratuitamente ai visitatori il paese e i suoi tesori ambientali storici e culturali. Una iniziativa che sinora ha premiato lo sforzo della “comunità ospitale” e che nelle edizioni precedenti ha visto il paese invaso da centinaia di turisti provenienti da diverse parti dell’isola.

Il programma prevede visite guidate di tutte le chiese medioevali presenti all’interno del antico borgo, degli ambienti che sono stati fonte di ispirazione del Nobel per la letteratura Grazia Deledda, dell’ufficio turistico per la distribuzione del materiale illustrativo e del castello di Pontes.

galtelli-museo-etnografico-sa-domo-de-sos-marras1Perno della giornata, che conclude la Settimana santa con i suoi antichi riti tradizionali, sarà la visita al museo etnografico «Sa domo ’e sos Marras» dove i dirigenti della pro loco e le guide offriranno ai visitatori la degustazione di prodotti tipici oltre alla presentazione dell’antica casa padronale adibita a luogo della memoria attraverso l’esposizione degli strumenti della cultura pastorale e de sos massaios.

In questa iniziativa si inseriscono anche gli operatori economici locali (strutture ricettive e di ristorazione) che per l’occasione hanno predisposto dei pacchetti diversificati sia per il fine settimana di Pasqua che per il giorno di Pasquetta. Proposta che è stata distribuita a diversi tour operator e pubblicata nel sito internet del comune www.galtelli.com.

sa preta istampata

sa preta istampata

CRISTO DEL TUTTAVISTAGli organizzatori dell’iniziativa suggeriscono anche la visita al monte Tuttavista, che grazie alla sua posizione consente di godere di uno scenario mozzafiato da cui è possibile ammirare tutte le bellezze che si presentano lungo il golfo di Orosei, dalle coste dorgalesi sino alle spiagge incantate di Biderosa.

D’obbligo anche la visita al Crocifisso issato in cima al monte, una statua bronzea alta dodici metri, e al monumento naturale de Sa preta istampata. Ospite e animatore della giornata di festa sarà il coro El Vajo di Chiampo, comune del vicentino gemellato con il comune di Galtellì da circa dieci anni.

(Da:La Nuova-Angelo Fontanesi-20 apr 2011)

Ricevo e pubblico “molto volentieri” questa mail  inviatami dalle amiche dell’Associazione Il Borgo Onlus di Sos Alinos  e contenente le impressioni su come è andata la “Fiera di Nonna Papera” da loro organizzata a cui hanno partecipato tantissime persone e con le loro variopinte e…gustosissime torte.I bambini sono stati attenti e severi giudici che hanno… assaggiato e…molto apprezzato!!

Marco Camedda

nonna-papera1“——–che meraviglia!!!!!

…Così è iniziata la serata della “Fiera di Nonna Papera” nella Piazza di Sos Alinos tutta adornata di luci e di colori, dove spiccava per la gioia di tutti una splendida tavolata piena di torte dalle forme e grandezze varie e con sopra cialde coloratissime, che rappresentavano la grande famiglia di Walt Disney e con decorazioni stupende da far invidia ai grandi esperti di “ pasticceria “.

Una delle

Una delle bellisme torte

Tutti i bambini son stati chiamati a fare i “giudici” ( e vi garantisco erano veramente in tanti e tutti a gran voce ci chiedevano di poter giudicare questi ottimi dolci) e gli abbiamo fatti tutti partecipi alla premiazione e non immaginate quanto, con tanta fermezza e sicurezza sollevavano trionfanti le varie palette colorate per poter votare la loro“torta preferita” !

E…..non vi dico cosa c’è stato quando le votazioni, non ancora finite…un vero e proprio assalto alle  Torte….. che allegria!!!!! ( scusate queste esternazioni) ma non posso o meglio non possiamo noi dell’Associazione Il” Borgo” di Sos Alinos non provare una soddisfazione e un piacere nel vedere le persone felici e contente nel trascorrere insieme una serata come, in una grande famiglia.

...ma questa torta non è da meno!!

...ma questa torta non è da meno!!

La “fiera di Nonna Papera” ha continuato con lo spettacolo del “Dr Cisco” nome d’arte di un artista di strada, come lui ama definirsi, veramente piacevole dove ha dimostrato la sua bravura e la sua capacità di coinvolgere e far divertire il numeroso pubblico presente che lo ha contracambiato con vari “boati” di gioia e numerosi applausi.

Lo ringraziamo veramente tanto come ringraziamo i proprietari delle bancarelle che con la loro presenza hanno reso ancor più allegra la piazza Sant’Antonio di Sos Alinos.

Si è continuato con vari giochi per i bambini soprattutto con la corsa con i sacchi apprezzattissimi   da grandi e piccini. …..Insomma un vero successone…..!!!!! Ma il vero successo, lasciatemelo dire, è stato lo stare insieme con la gente, poter scambiare idee , parlare delle proprie tradizioni aver avuto il modo di un vero contato umano,( purtroppo quello che sta mancando) questo è per l’Associazione Il “Borgo” di Sos Alinos un” punto cardine” del nostro programma.

…..Mille grazie a tutte le persone che con tanto amore hanno dato modo, con le loro stupende torte di aver reso una serata ….dolcissima….. !!!!!”

L’Associazione “Il Borgo” di Sos Alinos

IL-BORGO-ONLUSringrazia tutti con l’augurio di rivederci alla ….

…prossima….!!!!!

Ricevo via mail e pubblico “molto volentieri” il testo integrale di queste impressioni che le socie del borgo hanno voluto comunicarci per esprimere la loro gioia  e la gratitudine nei confronti di chi ha collaborato per il successo della 2a Edizione del Festival Canoro “Borgo Sos Alinos”2010.

Marco Camedda

(Le foto mi sono state gentilmente concesse dall’amico Giovanni Maria Piras)

IL-BORGO-ONLUSorgo festivalImpressioni sul Festival del “Borgo Sos Alinos

“Il Borgo Festival, la manifestazione canora a livello regionale del 09-10 luglio 2010 si è conclusa con una enorme soddisfazione da parte della Associazione culturale “Il Borgo onlus” di Sos Alinos.

borgo festivalIl commento immediato di noi socie è stato unanime: tanta fatica, preparazione,tanta dedizione; il tutto fatto con amore con entusiasmo caparbietà, tenacia è, questo si è concluso con un urlooo!!! Evviva c’è l’ abbiamo fatta anche stavolta!!! E credeteci non è facile! La II edizione “Borgo Festival 10″ è stata piacevole bella da vedere dove tutti avevano la possibilità di poter notare ed ammirare le varie sfumature e colori racchiuse nella splendida “cornice”del palco come se davanti ci fosse un bel quadro e il pittore con ansia attende che venga apprezzato.

“L’Associazione Il Borgo” si sa è composta di sole donne, mamme principalmente e nel vedere ed ascoltare le tre categorie di cantanti composta dai “piccoli” vinta da Sofia Murgia, dai “Giovanissimi”Aurora Murgia, e dai “Giovani” vinta da Matteo Golme che si susseguivano nelle due serate, ci ha emozionato commosso e rese felici e la gioia che ci sprizzava da tutti i “pori”nel vedere quest’anno il gruppo della “Scuola Nuoro Danza” ( di Nuoro ) formato per l’ occasione da tre dolcissime e belle ragazze: Caterina Soro, Laura Mattana, Federica Solinas e non poteva mancare la figura maschile di Davide Catgiu in cui ci hanno regalato una atmosfera diversa con dei veri momenti magici di passi di danza.

borgo festivalIl pubblico arrivato al campo sportivo di Calaliberotto è stato veramente numeroso e con attenzione seguivano lo spettacolo, le votazioni. manifestando il consenso della valutazione della nostra giuria (che è stata se mi permettete divertente, giovane, spiritosa), con tanti applausi dopo che la nostra bella e brava presentatrice Alessia Pirastu di Oristano pronunciasse i nomi dei giovani partecipanti. Un ringraziamento particolare al nostro caro maestro Cenzo Marras per tutto ciò che fa con bravura, pazienza, passione, dimostrando un grande amore per la musica e la capacità di trasmetterla agli altri.

Un grazie di cuore va alla Croce Bianca di Orosei che ci ha dato un caloroso supporto durante la festa e a tutti coloro che hanno collaborato con noi. Vi vogliamo bene!!! Il tutto alla fine è stato coronato con uno splendido spettacolo pirotecnico mentre sul palco venivano premiati i vincitori delle tre categorie di cantanti e, noi dell’Associazione insieme a loro scoppiettanti come dei fuochi artificiali facevamo un tifo sfrenato. Grazie a tutti per aver riempito ancora di più i nostri cuori dei veri valori umani di cui la vita ha bisogno.

Evviva la grande famiglia!!!!!!!

Ciao, un bacio a tutti e arrivederci al prossimo anno!

L’ Associazione culturale

” Il Borgo onlus” di Sos Alinos.

borgo festival

Pubblichiamo i numeri vincenti della sottoscrizione a premi:

1° – 0138 12° – 0258

2° – 1892 13° – 0166

3° – 1511 14°- 0257

4° – 0145 15° -0277

5° – 0070 16° – 1772

6° – 1588 17° – 0213

7° – 0159 18° – 0343

8° – 1683 19° – 0255

9° – 0408 20° – 0080

10° – 0256 21° – 1893

11° - 0208 22° – 1883

Anche Galtellì sbarca all’importante fiera di Milano
Made Expò dedicata ad architettura, design ed edilizia
all’interno del programma “Borghi & Centri Storici”.
http://www.edilizia.com/edil_imgs/grandi/made_expo_2010.jpg

L’evento milanese è iniziato ieri e si concluderà il 6 febbraio,

e dedica largo campo ad un autorevole programma di convegni e giornate di approfondimento legate all’immagine tipicamente italiana del “borgo” con la fiera dei borghi e centri storici.
I “borghi” sono ormai definiti formidabili esempi per la valorizzazione dell’identità dei luoghi a favore dello sviluppo turistico e immobiliare di un territorio, nonché delle sue attività artigianali e commerciali e del recupero del patrimonio edilizio e paesaggistico tipico.
Durante la manifestazione si svolgeranno diversi convegni
per affrontare temi importanti quali il restauro e il recupero dell’edificato storico, la sostenibilità della vita quotidiana, l’arte come via di diffusione riportando esempi di buona prassi, come nei casi di Melpignano (Lecce), Galtellì (Nuoro), Sauris (Udine), Levice, Bergolo e Cortemilia (Cuneo), Fara San Martino (Chieti), tutti associati di Borghi Autentici d’Italia.
Proprio in seno a questa associazione, anche a Galtellì si sono tenuti in passato importanti convegni e momenti di confronto per lo sviluppo del territorio visto in chiave di turismo culturale, architettonico e sostenibile.
«La volontà di partecipare a questo grande evento di promozione – spiega il sindaco Renzo Soro, componente del direttivo nazionale dell’associazione Borghi Autentici d’Italia – rientra nell’ambito delle azioni politiche portate avanti negli ultimi anni dall’amministrazione comunale per veicolare il nome del nostro paese in una dimensione che vada oltre la Sardegna e si confronti con realtà dalle identiche nostre caratteristiche. La Milano Made Expò, con una presenza annua di 200mila visitatori, è quindi un’altra importante opportunità che si apre al nostro paese»
(Fonte:La Nuova-a.fontanesi)
Saranno i rintocchi a festa della campane suonate da campanari provenienti da diversi centri dell’isola, dopodomani alle 21, a dare il via alla terza edizione della «Festa dell’antico borgo medioevale».
Due notti, quelle di sabato e domenica prossima,http://www.azannunci.eu/files/images-1/36468-big-12-galtelli-museo-etnografico-sa-domo-de-sos-marras1.jpg
dove il paese diventerà una grande vetrina per mettere in mostra il meglio del suo patrimonio storico, architettonico e religioso e al contempo fare da scrigno espositivo per le eccellenze artigianali e le produzioni tipiche agroalimentari. 
Le notti bianche galtellinesi 
si snoderanno con un contorno ininterrotto di musica e folclore tra le corti e le piazze del centro storico e dentro gli edifici pubblici. http://www.comunitaospitali.it/contenuti/immagini_home/43.jpg
Punti di grande attrazione saranno il museo etnografico (Sa domo de sos Marras), la casa delle Dame Pintor, tutto il circuito deleddiano, le chiese medioevali, ma anche piazze e case addobbate per l’occasione.
Il tutto inserito in un itinerario diversificato e ben segnalato per accompagnare i forestieri.
Domenica saranno ospitati i laboratori dei torronai di Tonara e quelli dei ceramisti siniscolesi. Novità assolute uno screening gratuito, «la salute prima di tutto», in piazza Caduti in guerra e il laboratorio sulla lavorazione del miele a cura dall’Ente foreste in domo de Ziu Mario Cosseddu.
Agriturimo, b&b e ristoranti propongono
tariffe e pacchetti speciali per l’evento.
(Fonte: La Nuova-a.fontanesi)
 
**ITINERARI**
DELLE NOTTI BIANCHE
Bonu divertimentu!
 

Il consiglio comunale di alcuni giorni fà ha approvato all’unanimità l’adesione al consorzio nazionale delle Comunità ospitali, progetto di livello nazionale che viene patrocinato dall’associazione «Borghi autentici d’Italia» di cui Galtellì fa parte (primo in Sardegna) e che coinvolge 27 paesi italiani (6 dei quali già operativi sul mercato).

continua…

continua…

Il manifesto

continua…

    Galtellì…visione notturna del borgo

continua…


?Una foto non imita il mondo, lo rivela!?così ha scritto W. J. Thomas Mitchell sulla natura della fotografia.
Pensando a questo l’Amministrazione Comunale d Galtellì ha bandito un concorso fotografico ?Galte: il borgo, la storia, le tradizioni, l?ambiente?che riveli il mondo medioevale del paese,la sua storia, cultura e la natura del suo territorio.La partecipazione è libera e gratuita e si rivolge a tutti gli artisti e dilettanti dell’obiettivo.
Le foto dovranno essere inedite , realizzate con qualsiasi tecnica, stampate nel formato 20×30 per un numero massimo di 4 e dovranno essere inviate entro il 30.06.2007 al seguente indirizzo: Comune Galtelli ? Piazza SS. Crocifisso- Galtellì, esclusivamente a mezzo postale e sulla busta non dovrà esserci nessuna indicazione relativa al mittente.
All?interno del plico con le foto in formato cartaceo e supporto digitale, dovrà essere inserita una busta sigillata contenente la scheda di partecipazione compilata e sottoscritta per accettazione.
L’autore autorizza la pubblicazione e la diffusione delle proprie immagini che rimarranno di proprietà del Comune che si riserva il diritto di utilizzarle e valorizzarle gratuitamente per le sue pubblicazioni su qualunque mezzo visivo.
Le opere saranno valutate da una Giuria qualificata e i risultati del concorso verranno comunicati entro il 15 luglio 2007.
La premiazione che avverrà nel mese di Agosto in occasione dell?Estate Galtellinese prevede per i primi tre classificati premi per 500 euro per il primo , 300 per il secondo e 200 per il terzo.
Il modulo di adesione e regolamento sono disponibili presso il Comune di Galtelli o possono essere scaricati dal sito internet www.galtelli.com.

continua…