Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: citta

FESTA PER GLI ANZIANI

5 gennaio 2018, dalle ore 17.00,

al Centro Polifunzionale di via Brigata Sassari

COMUNE DI NUORO

Settore Politiche Sociali

Il Sindaco Andrea Soddu e l’Assessore alle Politiche Sociali Valeria Romagna, sono lieti di invitare tutti gli anziani della Città di Nuoro alla festa organizzata per il giorno venerdì 5 gennaio 2018, dalle ore 17.00, presso il Centro Polifunzionale “Arcobaleno” di Via Brigata Sassari.

(DA: sito istituzionale Comune di Nuoro)

Assessorato ai Lavori Pubblici

L’amministrazione comunale di Nuoro ha deliberato nei giorni scorsi per lo stanziamento per i lavori stradali che verranno effettuati in via Kennedy e in via Donatori di Sangue, nel quartiere Su Nuraghe.

Una delibera che risulta in linea con le linee programmatiche dell’assessorato ai lavori pubblici che si ha posto l’obiettivo di migliorare la viabilità cittadina con una particolare sensibilità alle strade di periferia.

In questo senso la scelta è ricaduta sulle due arterie situate nel quartiere che sorge intorno all’ex convento, considerate particolarmente critiche e bisognose di interventi urgenti.

Così l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Belloi: “Un passo significativo per restituire ai nuoresi una viabilità degna di una città che ogni giorno ospita oltre ai residenti, migliaia di persone che si recano in città per studio o lavoro. Un ringraziamento particolare all’ufficio manutenzioni per la loro indispensabile collaborazione . Dopo le due strade di Su Nuraghe, stiamo lavorando per sistemare altri punti strategici della viabilità urbana: dalla strada per Corte alla Nuoro-Lollove, passando per la Nurulovè e l’ingresso di Nuoro che necessità di un importante intervento, presto ci saranno opere di ammodernamento anche in via Ballero e nel viale de La Solitudine. A breve concluderemo anche l’anello a Predistrada.”

(DA: comunicato Comune di Nuoro-26 Marzo 2016)

A SINISCOLA PIU’ RESIDENTI,

(undicimila e 584)

MA SEMPRE PIU’ VECCHI

L’amministrazione ha approvato il documento di programmazione 2016. Soddisfatto il sindaco: «Sono aumentati i consumi e il tasso di occupazione»

Sono undicimila e 584 i residenti a Siniscola alla fine del 2015, dati che evidenziano un picco di crescita per la cittadina baroniese e la confermano al secondo posto per abitanti dopo il capoluogo di provincia.

In virtù di questi numeri, l’amministrazione comunale ha approvato nei giorni scorsi il documento di programmazione, «uno strumento cardine della pianificazione strategica e operativa – spiega il sindaco Celentano – presupposto propedeutico e fondante di tutti gli altri documenti destinati a guidare, a cascata, l’attività di programmazione finanziaria e gestionale, ai fini dell’approvazione del bilancio di previsione 2016».

Nel tracciare la strada delle proprie azioni, il Comune ha preso in considerazione tutti i fattori che influenzano l’attività e ne condizionano le scelte. «I punti salienti sono caratterizzati da un aumento dei consumi sia pubblici ( + 0,3%) che privati ( + 0,4% )– dice il sindaco – La crescita occupazionale si è registrata soprattutto nel comparto del commercio, il settore alberghiero e la ristorazione, con l’amministrazione che per contrastare la grave crisi economica dovuta in particolare al crollo del tessile, ha messo in atto diversi strumenti di programmazione».

L’elenco va dalla valorizzazione delle terre pubbliche con l’approvazione del piano delle linee guida, l’avvio della mensa scolastica a chilometri zero, il progetto delle terre pubbliche di Su Gattu e gli orti sociali. L’amministrazione elenca anche l’ attuazione del Pul con i punti di ristoro e la riorganizzazione della fascia costiera, l’avvio dei piani di sviluppo locale e la definizione del piano di rilancio del Nuorese di cui nei prossimi giorni sarà sottoscritto l’accordo con la Regione.

Il Poic, che comprende programmi agevolati diretti a sostenere l’imprenditorialità mentre in campo occupazionale sono da segnalare i 47 lavoratori ex RosMary impegnati nei cantieri verdi, 60 con i sussidi una tantum del finanziamento regionale e altre 100 persone impegnate nei cantieri di inserimento civico per le fasce sociali più deboli.

Per Rocco Celentano l’amministrazione da lui guidata vanta anche un’altro  successo:

la riduzione delle tasse.

«Meno tasse per i cittadini grazie al recupero dell’evasione e alla rimodulazione dell’ appalto dei rifiuti. Infine è stato raggiunto l’obiettivo di ricollocare i lavoratori ex Legler nei cantieri verdi, che sono stati finanziati con 270mila euro».

(DA: La Nuova Sardegna-Sergio Secci-2 Gennaio 2016)

Sarà un Natale all’insegna della qualità,

costellato da azioni che tenderanno ad includere e nel segno della solidarietà quello che la città si appresta a vivere.

Il programma natalizio del 2015 è decisamente ricco e fatto su misura per tutti, ma soprattutto per bambini e anziani con uno sguardo privilegiato nei confronti di chi ha meno sia sotto il profilo materiale che sotto quello affettivo.

Il Comune di Nuoro, grazie alla collaborazione dei commercianti, associazioni e cittadini, ha allestito un programma ricco di iniziative che va dagli ormai tradizionali Concerti di Natale che si terranno in Cattedrale, a cura della Scuola Civica di Musica, al circo di strada, passando per la festa “Nadale chin Bois” organizzata dalla ProlocoPresidio Turistico Nuorese” e i mercatini di Natale che si terranno nelle case storiche del rione di S.Predu.

Importanti sono anche le iniziative non prettamente natalizie che si svolgeranno in questo periodo, con la rete museale nuorese che oltre alla mostra di Paul Klee al MAN offrirà un Museo Etnografico fresco di restyling a partire da sabato.

Tra gli eventi promossi ed organizzati

dall’amministrazione comunale spiccano la festa di Natale per gli anziani che si terrà venerdì 18 dicembre presso il Centro Polifunzionale “Arcobaleno” a partire dalle 17 e l’evento “DIN DON DONI” dove a farla da padrone sarà la solidarietà nei confronti di chi ha meno.

Su quest’ultima iniziativa, l’assessore alle Attività Produttive, Marcello Seddone osserva che: “Si tratta di un evento, che si terrà presso la casa dell’Atelier a Santu Predu, durante il quale i bambini, avranno la possibilità di portare i loro giocattoli usati per scambiarli, e/o donarli ai bambini bisognosi.

In questa occasione, ci sarà la possibilità di consegnare la letterina a Babbo Natale e di fare una foto ricordo. Il Natale è una festa molto sentita soprattutto dai più piccoli, ma è anche un’occasione per stare insieme a chi è meno fortunato fra noi.

Lo spirito di questa manifestazione è quello di dare un po’ di gioia e serenità a tutti”.

Gioia e serenità ma anche lotta all’emarginazione, un male di cui in città, si soffre sempre di più e che a Natale si sente maggiormente, in particolare tra le persone più anziane.

L’assessore ai Sevizi Sociali Valeria Romagna sottolinea questo aspetto, nel parlare della festa che si terrà al Centro Polifunzionale “Arcobaleno”:

Gli anziani, come i bambini, sono dei cittadini importanti e come tali abbiamo intenzione di trattarli. La festa di Natale vuole essere un momento per stare in compagnia. Troppo spesso si sentono storie in cui gli anziani vivono in solitudine, e le festività accentuano questo malessere.Come amministrazione si punta molto sulla lotta all’emarginazione e questo vuole essere un primo segnale che arriva durante il Natale, uno dei momenti da vivere ”insieme“ per eccellenza”

(DA comunicato del Comune di Nuoro-17 Dicembre 2015)

 

IL SINDACO DI NUORO ANDREA SODDU INCONTRA

IL SINDACO DI VIAREGGIO GIORGIO DEL GHINGARO

Il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro ha incontrato il 14 novembre, sabato mattina scorso,  il sindaco di Nuoro Andrea Soddu. Una visita volta a rafforzare i legami fra le rispettive città, in un ottica non solo amministrativa ma anche commerciale.

Il colloquio ha toccato poi i temi che più caratterizzano l’Amministrazione Del Ghingaro, relativi alle buone pratiche, alla partecipazione e alla strategia rifiuti zero.

«Ho voluto incontrare il sindaco Del Ghingaro – ha detto il primo cittadino di Nuoro – perché credo che la sua esperienza amministrativa sia senza dubbio uno degli esperimenti più riusciti a livello di buone pratiche».

«Entrambi – conclude Soddu – abbiamo l’ambizione di perseguire quella che io chiamo la ‘politica della felicità’: un insieme di pratiche che, mediante un metodo di governo condiviso, partecipato e responsabile, porti a migliorare la qualità della vita dei cittadini».

«Ringrazio il sindaco di Nuoro Andrea Soddu – ha aggiunto Del Ghingaro – per la stima che mostra e per le parole. Un sindaco giovane a ambizioso con cui sono fiero di collaborare nell’interesse dei cittadini: entrambi siamo impegnati a ricostruire un tessuto sociale come base di partenza per la rinascita e la crescita del nostro territorio. Sono certo che il rapporto fra le nostre città potrà portare benefici da entrambe le parti».

(DA: comunicato e foto del Comune di Nuoro-14 Novembre 2015)

“Nuove opportunità per la città di Nuoro”

Domani , 26 maggio, alle 18.30

nell’auditorium della Terfidi in Via Piredda a Nuoro (piazza Italia) incontro con l’assessore regionale agli Enti Locali Cristiano Erriu, il senatore Luciano Uras, ed il sindaco di Nuoro Sandro Bianchi su “Pianificazione territoriale: nuove opportunità per la città di Nuoro”.

Coordinerà i lavori il vicesindaco Leonardo Moro.

(DA: comunicato di Alessandro Bianchi, sindaco di Nuoro-25 Maggio 2015)

Trasmetto le dichiarazioni del

sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi

sul tema delle riforme istituzionali

“Ha ragione Gianfranco Ganau: la riforma del sistema istituzionale della Sardegna deve essere equilibrata e condivisa da tutti. Per questo ribattiamo sulla nostra idea di Nuoro Metropolitana, per proporre al dibattito politico la necessità di includere Nuoro come città di riferimento per la Sardegna Centrale.

La nostra non va vista come semplice rivendicazione: nel momento in cui si andrà a definire il nuovo ordinamento istituzionale della Sardegna Nuoro deve essere considerata  fondamentale, così come altre città dell’isola.

Eliminare Nuoro dal quadro istituzionale creerebbe scompensi enormi, non a questa zona, ma a tutta la Sardegna e dunque lo sviluppo armonico dell’isola non può prescindere da Nuoro.”

Il Sindaco di Nuoro

Alessandro Bianchi

(DA. comunicato Comune di Nuoro-12 Maggio 2015)

-nella foto una panoramica parziale della città-

 relative alla bozza di riforma istituzionale

all’esame del consiglio Regionale.

 

ALESSANDRO BIANCHI:

Nuoro città metropolitana.

Le riforme considerino anche la Sardegna Centrale.

“La Sardegna non è solo Cagliari, Sassari e Olbia. Nuoro pretende di entrare di diritto nel dibattito sulle riforme consapevole del suo ruolo di città di riferimento, di guida e di erogatrice di servizi per un grande territorio.

Nuoro non solo ambisce, ma ha tutte le carte in regola per essere considerata città metropolitana e denuncia con forza il tentativo di estrometterla dall’insieme delle città sarde che avranno questo ruolo.

La marginalizzazione a cui il centrodestra ha costretto il nostro territorio nella scorsa legislatura e che ha portato alla attuale crisi delle istituzioni non può essere risolta polarizzando l’isola senza tener conto della storia e della tradizione di questa città.

Ci opporremo con ogni mezzo, chiamando a raccolta anche i cittadini del nostro territorio, perché le riforme necessarie per ridare forza alla nostra isola attribuiscano a Nuoro responsabilità d’area vasta, convinti che questa città abbia le capacità per assumerle ed onorarle”.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-28 Aprile 2014)

IL VECCHIO OSPEDALE S.FRANCESCO

APRE LE SUE PORTE

L’Azienda Sanitaria di Nuoro, approfittando dell’evento “Giornate di primavera”, organizzato in tutta Italia dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), apre le porte di un tesoro architettonico che, attualmente, è nella sua fase finale di recupero conservativo e funzionale.

Oggi Sabato 21 Marzo l’ingresso è riservato ai soci del FAI, con possibilità di iscriversi direttamente in loco (ore 16.00-18.00), mentre domenica 22 l’ingresso sarà libero e aperto a tutti (9.30-13.00 e 15.00-19.00).

Sarà finalmente possibile visitare, sotto la guida degli “Apprendisti Ciceroni” degli istituti superiori cittadini, l’ala del Vecchio Ospedale San Francesco il cui ingresso, particolarmente scenografico, dà sulla via Amerigo Demurtas.

Per molti nuoresi e abitanti del circondario si tratterà di un vero e proprio “tuffo nel passato”, mentre i più giovani potranno scoprire per la prima volta un pezzo del patrimonio storico-architettonico di Nuoro.

Il Commissario Straordinario, Dott. Mario C. A. Palermo, nuorese di origine, vive questo evento con un pizzico di “amarcord”. «Mi sembra doveroso – commenta Dott. Palermo – ringraziare le persone che mi hanno preceduto nella direzione dell’Azienda, senza le quali oggi non saremmo qui ad aprire le porte del vecchio San Francesco; prima di tutto il Dott. Franco Mariano Mulas, al quale va il grande merito di aver reperito i finanziamenti necessari per il restauro dell’edificio».

«Un plauso particolare – continua il Commissario Straordinario dell’ASL di Nuoro – va inoltre ai professionisti del Servizio Tecnico aziendale, che stanno lavorando con grande entusiasmo e passione per restituire definitivamente alla città e al territorio questo piccolo gioiello».

(DA: comunicato ASL3 Nuoro-21 Marzo “2015)

PROBLEMA ALCOL A NUORO:

dal C.A.T. una risposta d’aiuto

Riapre in città il C.A.T. (Club degli Alcolisti in Trattamento) n° 22. Un evento importante per la nostra comunità, dove l’entità del problema “alcol” è, da sempre, riconosciuta.

I C.A.T. sono gruppi multifamiliari composti da famiglie con problemi alcol-correlati e da un servitore-insegnante, persona che ha ricevuto una adeguata formazione specifica e che opera a titolo di volontario. Le famiglie si riuniscono settimanalmente per affrontare e condividere disagi, difficoltà e speranze, in un clima di solidarietà e amicizia verso un cambiamento dello stile di vita.

La metodologia a cui i C.A.T. rispondono è stata sviluppata fin dagli anni Sessanta dal Prof. Vladimir Hudolin, psichiatra presso l’Università di Zagabria, e si è capillarmente diffusa in tutto il mondo, secondo un approccio del “self-help”.

Il C.A.T. di Nuoro rappresenta un importante nodo nella rete territoriale per la protezione e la prevenzione della salute, collaborerà con altri C.A.T. presenti sul territorio regionale, con enti ed istituzioni, ed è sostenuto, nel suo percorso, dal Ser.D (Servio delle Dipendenze) della ASL di Nuoro.

Il nuovo Club opererà nella giornata di mercoledì, dalle ore 17.30 alle ore 19.00, e sarà ospitato presso i locali messi a disposizione dalla Parrocchia del Sacro Cuore di Nuoro.

Il Direttore del Ser.D.

Dott.ssa Rosalba Cicalò

(DA: comunicato Asl3 Nuoro-11 Febbraio 2015)

FESTA PER GLI ANZIANI DELLA CITTA’

Invito alla Festa

L’Assessore ai Servizi alla Persona Mario Angioi

e tutta l’Amministrazione Comunale

sono lieti di invitare tutti gli Anziani della Città alla Festa Tradizionale di Natale organizzata per il giorno 15 dicembre alle ore 17.00 presso l’Ex Mercato Civico di Piazza Mameli

(DA: sito istituzionale Comune di Nuoro)-foto m.camedda

in programma

Sabato 13 dicembre 2014 – ore 18.45

al Cinema Ariston

CONCERTO  degli  HumaniorA

“Da De André alle Città invisibili”

con la partecipazione di Silvia Sanna,

autrice di “Fabrizio De André: storie, memorie ed echi letterari”

INGRESSO LIBERO

Siete inviatati a partecipare.

(DA: comunicato del Comune di Bitti-11 Dicembre 2014)

Martedì 10 giugno ore10,30 palazzo Civico.

Conferenza stampa di presentazione della terza edizione della Rassegna “Nuoro Città dei Cori“. La manifestazione, organizzata dal “Coro Nugoro Amada” con il patrocinio del Comune di Nuoro prevede sue spettacoli:

  • il 13 giugno al teatro Eliseo di Nuoro e

  • il 14 giugno al teatro le Saline di Cagliari.

La conferenza stampa verrà tenuta daI presidente del Coro Nugoro Amada Piero Demurtas e dall’assessore alla Cultura Leonardo Moro.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-9 Giugno 2014)

Si comunica che per il giorno 03.06.2014, alle ore 19,00, è convocato il Consiglio Comunale in prima convocazione e in seduta ordinaria, per discutere e deliberare sul seguente

ordine del giorno:

1. Approvazione conto consuntivo;

2. Approvazione Regolamento IUC;

3. Approvazione benessere degli animali da affezione, promozione di Irgoli quale città Animal – Friendly.

Distinti Saluti.

Il Sindaco

Giovanni Porcu

(DA: sito istituzionale Comune di Irgoli)

CAGLIARI: ATTESI MIGLIAIA DI PELLEGRINI

Bandiere bianche e gialle con l’effigie papale alle finestre e sui balconi, alberghi pieni, una nave da crociera in porto, viabilità e mobilità ridotte nelle vie del centro cittadino. La Sardegna è pronta ad abbracciare il Papa.

La visita del Papa riempie il cuore dei sardi di attese. Domani, a Cagliari, sarà una festa di fede e di speranza in cui riscoprire i valori di cui la società ha fame. Ieri Francesco è tornato a parlare dei temi con cui si è misurato dall’inizio del pontificato: il rispetto della vita, la solidarietà cristiana, il perdono e l’accoglienza.

CAGLIARI ACCOGLIE FRANCESCO – Cagliari e l’intera Sardegna si preparano ad accogliere domani Papa Francesco che resterà in città per una visita di dieci ore scandita da sei appuntamenti fissi: gli incontri con il mondo del lavoro e della cultura, i poveri, i malati e i detenuti, più la Messa e l’Angelus davanti al sagrato della Basilica di Bonaria.

Mentre la città si appresta ad ospitare centinaia di migliaia di pellegrini che raggiungeranno i luoghi di incontro con il Santo Padre con 500 autobus, decine di treni e almeno 50.000 vetture private, anche ai semafori delle strade i venditori ambulanti si presentano “in tenuta papale” sventolando le bandiere del Santo Padre.

E tra i tanti ricordi della giornata, l’azienda di trasporto pubblico cittadino, il Ctm, ha realizzato 250.000 biglietti e mille abbonamenti con l’effigie del Pontefice.

Proprio gli autobus, a causa dei tantissimi divieti, saranno presi d’assalto dai pellegrini che si raduneranno dietro le transenne sistemate lungo tutto il percorso del corteo Papale. In molti sperano di poter assistere ad uno di quei “fuori programma” a cui Papa Francesco ha abituato i media di tutto il mondo, come accaduto a Rio de Janeiro.

Imponente anche la macchina organizzativa messa in campo dalla Diocesi di Cagliari, che schiera 1.600 volontari, dalla Protezione Civile e dalla Croce Rossa, che ha allestito un ospedale da campo, e dalle forze dell’ordine. Migliaia di agenti in divisa e non, tiratori scelti e militari sono pronti per vigilare sull’evento e per assistere i pellegrini che tenteranno di abbracciare Josè Bergoglio, “il Papa della porta accanto“.

Per il Pontefice, “rivoluzionario e umile“, come lo ha definito il governatore di Buenos Aires, Mauricio Macrì – a Cagliari in visita ufficiale insieme con il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri – ci saranno anche momenti privati: la preghiera con la comunità dei Padri Mercedari di Bonaria nel Santuario che custodisce il Simulacro della Vergine poco prima della Messa, e un semplice pranzo con i prodotti tipici della tradizione sarda. I culurgionis di Lanusei (tipici ravioli dell’isola) e il Cannonau di Jerzu, mentre per la celebrazione il vino sarà offerto dagli studenti enologi dell’Università Consorzio Uno di Oristano.

**DA: L’Unione Sarda- 21 set 2013**

La voce circolava da diversi giorni, ma solo

martedì mattina la notizia è diventata ufficiale.

Ora Siniscola è una città a tutti gli effetti.

Un titolo è il compimento di un’iniziativa avviata alcuni anni fa dall’ex sindaco Lorenzo Pau e ripresa dall’attuale primo cittadino, Rocco Celentano. Grazie al parere favorevole espresso dal prefetto di Nuoro, e dalla documentazione prodotta dal Comune, il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, lo scorso 28 maggio ha posto il proprio sigillo.

Il sindaco dice che il titolo darà a Siniscola maggiore autorevolezza. «Ci garantisce – aggiunge Celentano – una maggiore visibilità politica offrendoci anche ulteriori opportunità di sviluppo economico grazie anche alla maggiore facilità di accesso ai finanziamenti. In quest’ottica le strategie di sviluppo e di riqualificazione fanno acquisire a Siniscola, un importanza superiore specie per i programmi di rigenerazione urbana, per i piani di potenziamento delle infrastrutture, innalzando di conseguenza il livello di competitività».

**DA: L’Unione Sarda-fabrizio ungredda-14 giu 2013**

Domani, 7 giugno ore 11,00, Teatro Eliseo conferenza

nella quale verrà presentato il concerto dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari che si terrà a Nuoro, al Teatro Eliseo, il 12 giugno prossimo.

Saranno presenti il sindaco Alessandro Bianchi, l’assessore alla Cultura Leonardo Moro, il responsabile della Associazione Intermezzo e per il “lirico” di Cagliari Alessandro Pisu.

La collaborazione tra la città di Nuoro ed il Teatro Lirico di Cagliari riprende dopo qualche anno, dopo varie occasioni di collaborazione, ultima delle quali il concerto tenuto in occasione dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-6 giu 2013**

 

Ieri sera il consiglio comunale di Siniscola ha approvato il regolamento che disciplina il sistema di videosorveglianza nel centro abitato.

Un passo avanti verso la sistemazione di occhi elettronici nei punti più importanti della città.

«Sappiamo che le telecamere possono fungere da ottimo deterrente contro i malintenzionati – ha affermato il sindaco Rocco Celentano -. Perciò stiamo puntando su un sistema di controllo da sistemare nelle aree strategiche, in modo che i cittadini, ma anche le forze dell’ordine, possano contare su uno strumento di sorveglianza discreta ma sempre presente».

L’ausilio delle telecamere viene invocato ormai da anni a Siniscola; richieste tornate alla ribalta dopo l’attentato dinamitardo messo a segno contro il palazzo municipale lo scorso mese di dicembre.

(DA: L’Unione Sarda-Fabrizio Ungredda-27 feb 2013)

Il governo vara il dl che le riordina

Escluse le cinque Regioni a Statuto speciale

Ecco la nuova mappa delle 51 Province e città metropolitane (in maiuscolo nell’elenco) dopo l’approvazione del decreto legge relativo al loro riordino. Sono escluse le cinque regioni a statuto speciale. 

La riforma sarà attiva a partire dal 2014; a novembre del 2013 si terranno invece le elezioni per decidere i nuovi vertici.

PIEMONTE: 1) TORINO 2) Cuneo 3) Asti-Alessandria 4) Novara-Verbano-Cusio-Ossola 5) Biella-Vercelli;

LIGURIA: 6) GENOVA 7) Imperia-Savona, 8 ) La Spezia;

LOMBARDIA: 9) MILANO-Monza-Brianza 10) Brescia 11) Mantova-Cremona-Lodi 12) Varese-Como-Lecco 13) Sondrio 14) Bergamo 15) Pavia

VENETO: 16) VENEZIA 17) Verona-Rovigo 18) Vicenza 19) Padova-Treviso 20) Belluno

EMILIA ROMAGNA 21) BOLOGNA 22) Piacenza-Parma 23) Reggio Emilia-Modena 24) Ferrara 25) Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini

TOSCANA: 26) FIRENZE-Pistoia-Prato 27) Arezzo 28) Siena-Grosseto 29) Massa Carrara-Lucca-Pisa-Livorno

MARCHE: 30) Ancona 31) Pesaro-Urbino 32) Macerata-Fermo-Ascoli Piceno

UMBRIA: 33) Perugia-Terni

LAZIO: 34) ROMA 35) Viterbo-Rieti 36) Latina-Frosinone

ABRUZZO: 37) L’Aquila-Teramo 38) Pescara-Chieti

MOLISE: 39) Campobasso-Isernia

CAMPANIA: 40) NAPOLI 41) Caserta 42) Benevento-Avellino 43) Salerno

PUGLIA: 44) BARI 45) Foggia-Andria-Barletta-Trani 46) Taranto-Brindisi 47) Lecce

BASILICATA: 48) Potenza-Matera

CALABRIA: 49) Catanzaro-Vibo Valentia-Crotone 50) Cosenza 51) REGGIO CALABRIA

(DA: TelevideoRai.it-1 nov 2012)

I rincari più alti si registrano a Milano, ma il capoluogo sardo si piazza secondo nella classifica stilata dal Sole-24 Ore: l’aumento è del 185 per cento

CAGLIARI. I rincari più alti per l’Imu di negozi, uffici e capannoni, sino al 243%, si registrano a Milano ma Cagliari si piazza bene, è seconda in Italia con un aumento delle tasse su negozi sino al +185,8%, sugli uffici (+182,7%) e sui capannoni (+112%).

Sono alcuni dei dati della ricerca del Il Sole-24 Ore che ha elaborato informazioni dell’Agenzia del Territorio e dei Comuni per avere un quadro dei carichi fiscali per gli immobili di impresa.

La sede del Municipio di Cagliari

Per valutare le conseguenze del passaggio dall’Ici all’Imu per i fabbricati dedicati all’attività aziendale sono state prese in considerazione delle specifiche unità immobiliari: negozi di 80 metri quadrati in centro, centri commerciali di cinquemila mq. in periferia, uffici di 250 mq. in centro e capannoni di 2.000 metri quadrati in periferia.

In particolare è risultato che per Cagliari gli incrementi dei negozi passeranno da 598 euro (Ici 2011) a 1.710 (Imu 2012) con una variazione del +185,8%; centri commerciali da 9.616 a 20.387 euro con un aumento del 112%; gli uffici da 1.049 a 2.966 euro (+182,7%); capannoni da 5.408 a 11.465 euro (+112%).

(Da: La Nuova- 8 giu 2012)

CENTRO COMMERCIALE NATURALE OROSEI

 Oggetto: Convocazione assemblea.

S’informano tutti i soci del CCN Città di Orosei che è convocata l’assemblea per Mercoledì 2 novembre alle ore 18.00 c/o la sala consiliare del Comune di Orosei per la discussione dei seguenti punti:

-Presentazione programma 2012 del Centro Commerciale Naturale Città di Orosei;

-Determinazione quota sociale;

-Proposte di programma per il Natale 2011;

P.s.: Sono invitate a partecipare tutte le aziende, associazioni ed esercizi interessati all’iscrizione nel CCN Città di Orosei .

 Il Presidente

 Vincenzo Loddo

(Da: comunicato stampa del Centro Commerciale Naturale-Città di Orosei-1 nov 2011)

Oggi il secondo appuntamento organizzato dall’assessore Bua per raccogliere le adesioni al centro commerciale naturale

orosei-panoramaNella precedente riunione, tenutasi lo scorso venerdì e alla quale hanno partecipato oltre cinquanta imprese commerciali e artigiane del paese, sono state illustrate le nuove possibilità di finanziamento per i centri commerciali naturali e per i loro aderenti contenute nel recente bando regionale.

franco-tore-bua«Una occasione da non perdere – sottolinea l’assessore comunale al commercio Franco Tore Bua - che mi auguro venga colta da tanti. La riunione di oggi – spiega – servirà per raccogliere le adesioni al centro commerciale naturale (i moduli sono on line sul sito del Comune ndc) e per raccogliere le candidature per l’elezione del nuovo direttivo che si terranno la prossima settimana».

Direttivo che come da statuto sarà composto da 7 consiglieri, di questi uno sarà espressione del consiglio comunale (nelle (nellefigura dell’assessore al commercio) due saranno proposti dai sindacati di categoria Confcommercio e Confesercenti mentre gli altri quattro saranno eletti dall’assemblea degli iscritti.

I consiglieri del direttivo sceglieranno infine tra loro il nuovo presidente del centro commerciale naturale oroseino. Alla riunione di questa sera sono invitati a partecipare tutti i commercianti e gli artigiani di Orosei anche (e soprattutto) quelli assenti nel precedente incontro.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-11 ott 2011)

SPERO CHE NON SI ARRIVI A QUESTO! (foto da internet)

SPERO CHE NON SI ARRIVI A QUESTO! (foto da internet)

L’aria nel Belpaese è sempre più irrespirabile. Nel 2008, nella classifica delle prime 30 città con il livello più basso di qualità dell’aria, ben 17 sono italiane.

Al primo posto c’è la città bulgara di Plovdiv, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia.

Ai primi cinque posti per la qualità dell’aria svettano invece Tallinn in Estonia, e Stoccolma, Lund e Malmo in Svezia. E’ quanto emerge dai dati raccolti dall’Istat dall’Agenzia europea per l’ambiente, pubblicati dal sito di Epicentro dell’Istituto superiore di sanità in occasione della Settimana europea della mobilità.

Dal rapporto, in cui sono stati presi in considerazione i dati delle analisi della qualità dell’aria tra il 2004 e 2008 (in particolare tre indicatori: Pm10, ozono e biossido di azoto), emerge il primato negativo di Plovdiv nel 2008, seguita da Torino, che è stata prima di questa non onorevole classifica nel 2004 e 2005.

Il capoluogo piemontese è anche la città europea con la situazione peggiore per la presenza nell’aria di ozono troposferico (dannoso per gli esseri umani, in particolare per le vie respiratorie, e anche per piante e animali), avendo superato in 77 giorni il valore obiettivo per la protezione della salute umana.

Napoli figura invece in testa alla graduatoria europea per il valore più elevato di concentrazione annua di biossido di azoto, considerato tra i responsabili delle piogge acide, che aumentano l’acidità dei terreni e contribuiscono al degrado dei monumenti. Fra le capitali dei 23 stati dell’Unione europea prese in considerazione, Roma si colloca al 181/o posto tra le 221 città esaminate.

(FonteTelevideo.Rai.it)

Porta con te solo piccole somme di denaro e usa di più le carte di pagamento.  E’ questo il primo dei dieci consigli che l’Abi rivolge agli anziani rimasti in città d’estate e contenuto nella guida messa a punto da Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, in collaborazione con il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni, e disponibile presso tutti gli sportelli bancari. http://www.prestiti-online.org/uploaded_images/anziano-790270.jpg

continua…