Articoli corrispondenti al tag: festa

8 MARZO: “FESTA DELLA DONNA”

di , 8 Marzo 2014 00:10

…CARI AUGURI,

Marco

OROSEI-DOMENICA 9 FEBBRAIO: “Festa del Minibasket”

di , 8 Febbraio 2014 21:10

La Festa partirà dalle ore 9 nella palestra di via Verdi a Orosei “Festa del Minibasket” con gli amici della Società Sportiva Pallacanestro Nuoro con gli incontri valevoli per i campionati Aquilotti ed Esordienti che saranno preceduti dalle minipartite tra i piccolissimi Pulcini (2006-07) e i piccoli Scoiattoli (2004-05).

Sara’ una grande occasione di allegria

e divertimento per il minibasket provinciale.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

(DA: comunicato e foto Pallacanestro Orosei-8 feb 2014)

COMUNE DI NUORO: Non si farà il rinfresco per la Festa delle Grazie

di , 15 Novembre 2013 18:10

Festa della Madonna delle Grazie:

L’Amministrazione comunale comunica di aver deciso che quest’anno il rinfresco per la Festa delle Grazie non si farà.

Il sindaco Alessandro Bianchi spiega il perché  nella seguente Lettera ai Nuoresi pubblicata nel sito internet del Comune


Lettera del Sindaco Alessandro Bianchi ai Nuoresi

Manca una settimana alla Festa della Madonna delle Grazie e come ogni anno la Città si prepara a sciogliere il voto del 1812 alla Vergine per aver liberato Nuoro dalla peste.

È un appuntamento importante per la nostra comunità, carico di sentimenti religiosi e identitari, occasione di riflessione e di festa con i suoi riti consolidati negli anni.

Anche per l’Amministrazione si tratta di giornate particolari che culminano nella mattina del 21 Novembre, nella consegna dei ceri ai rappresentanti dei quartieri e nella partecipazione degli Amministratori e delle Autorità civili e militari alla celebrazione della Santa Messa nella Chiesa delle Grazie.

Negli anni si è affermata, consuetudine nella tradizione, la prassi che il Comune ospitasse nelle sue sale un incontro conviviale, un rinfresco per scambiarsi gli auguri in occasione di una festa tanto sentita dai nuoresi.

Scrivo queste poche righe perché mi rendo conto che per molti questo appuntamento è diventato una parte fondamentale della festa stessa, una occasione per celebrare l’appartenenza alla nostra comunità.

In un momento come quello che viviamo però, penso che il Comune di Nuoro assolva pienamente al proprio ruolo nella consegna dei diciannove ceri ai rappresentanti dei quartieri e presenziando alla Messa solenne in forma ufficiale.

I tempi impongono scelte nuove e la situazione del bilancio comunale, ma direi anche la situazione economica di molte famiglie nuoresi, stride con l’idea di organizzare un rinfresco in Comune, per quanto sobrio come è stato negli anni passati.

Per questo, al termine della cerimonia religiosa, il tradizionale brindisi della Amministrazione non si terrà e la Festa delle Grazie avrà il suo compimento nella Chiesa.

Spero che questa decisione non venga percepita come una mutilazione della celebrazione, confido nel fatto che i Nuoresi onorino pienamente la Festa delle Grazie e sono certo che capiranno la mia decisione”

Il sindaco

Alessandro Bianchi

(DA: comunicato del Comune di Nuoro- 13 nov 2013)

22 SETTEMBRE 2013: L’ISOLA E’ PRONTA AD ABBRACCIARE IL PAPA

di , 21 Settembre 2013 21:12

CAGLIARI: ATTESI MIGLIAIA DI PELLEGRINI

Bandiere bianche e gialle con l’effigie papale alle finestre e sui balconi, alberghi pieni, una nave da crociera in porto, viabilità e mobilità ridotte nelle vie del centro cittadino. La Sardegna è pronta ad abbracciare il Papa.

La visita del Papa riempie il cuore dei sardi di attese. Domani, a Cagliari, sarà una festa di fede e di speranza in cui riscoprire i valori di cui la società ha fame. Ieri Francesco è tornato a parlare dei temi con cui si è misurato dall’inizio del pontificato: il rispetto della vita, la solidarietà cristiana, il perdono e l’accoglienza.

CAGLIARI ACCOGLIE FRANCESCO – Cagliari e l’intera Sardegna si preparano ad accogliere domani Papa Francesco che resterà in città per una visita di dieci ore scandita da sei appuntamenti fissi: gli incontri con il mondo del lavoro e della cultura, i poveri, i malati e i detenuti, più la Messa e l’Angelus davanti al sagrato della Basilica di Bonaria.

Mentre la città si appresta ad ospitare centinaia di migliaia di pellegrini che raggiungeranno i luoghi di incontro con il Santo Padre con 500 autobus, decine di treni e almeno 50.000 vetture private, anche ai semafori delle strade i venditori ambulanti si presentano “in tenuta papale” sventolando le bandiere del Santo Padre.

E tra i tanti ricordi della giornata, l’azienda di trasporto pubblico cittadino, il Ctm, ha realizzato 250.000 biglietti e mille abbonamenti con l’effigie del Pontefice.

Proprio gli autobus, a causa dei tantissimi divieti, saranno presi d’assalto dai pellegrini che si raduneranno dietro le transenne sistemate lungo tutto il percorso del corteo Papale. In molti sperano di poter assistere ad uno di quei “fuori programma” a cui Papa Francesco ha abituato i media di tutto il mondo, come accaduto a Rio de Janeiro.

Imponente anche la macchina organizzativa messa in campo dalla Diocesi di Cagliari, che schiera 1.600 volontari, dalla Protezione Civile e dalla Croce Rossa, che ha allestito un ospedale da campo, e dalle forze dell’ordine. Migliaia di agenti in divisa e non, tiratori scelti e militari sono pronti per vigilare sull’evento e per assistere i pellegrini che tenteranno di abbracciare Josè Bergoglio, “il Papa della porta accanto“.

Per il Pontefice, “rivoluzionario e umile“, come lo ha definito il governatore di Buenos Aires, Mauricio Macrì – a Cagliari in visita ufficiale insieme con il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri – ci saranno anche momenti privati: la preghiera con la comunità dei Padri Mercedari di Bonaria nel Santuario che custodisce il Simulacro della Vergine poco prima della Messa, e un semplice pranzo con i prodotti tipici della tradizione sarda. I culurgionis di Lanusei (tipici ravioli dell’isola) e il Cannonau di Jerzu, mentre per la celebrazione il vino sarà offerto dagli studenti enologi dell’Università Consorzio Uno di Oristano.

**DA: L’Unione Sarda- 21 set 2013**

GALTELLÌ: Sa Itria, quella festa ritrovata

di , 31 Agosto 2013 20:14

Chiesa della Madonna d'tria (foto: m.camedda-2003)

Voches ‘e ammentos raccoglie l’appello

del parroco: domenica messa solenne e pranzo

I volontari diventano operai e restaurano la chiesa sul monte Tuttavista

Una grande fede, olio di gomito e la caparbietà di tanti volontari. Sono le fondamenta su cui dopo dieci anni rifiorisce a Galtellì la festa di Sa Itria (in onore della Vergine che indica la strada, secondo un’antica parabola bizantina) sul monte Tuttavista.

GALTELLI': IL CORO "VOCHES E AMMENTOS (foto da internet)

L’appuntamento è per il primo settembre, con un sobrio calendario: messa e grande pranzo comunitario. Torna dunque a nuova vita in tutto lo splendore della sua semplicità la chiesetta campestre all’ombra del Cristo bronzeo, grazie all’associazione Voches ‘e ammentos e altri residenti.

A dare l’input, il parroco don Ruggero Bettarelli e il suo vice don Antonio Mula, che a giugno si sono appellati al sodalizio perché li aiutasse riportare in auge una festa quasi dimenticata. Così i coristi di Voches si sono armati di forza, buona volontà e pazienza e hanno indossato i panni di muratori, elettricisti, imbianchini e restauratori in senso lato.

Storia tormentata quella del piccolo santuario: il primo insediamento risale al 1582 su patronato del canonico vicario Perotto Prompto Guiso, che voleva in questo modo assicurarsi lo ius sepeliendi per sé e i suoi familiari. Ma il tempo non è stato clemente, più volte infatti nei secoli è caduta, il tetto imploso. Ed è stata puntualmente ricostruita. L’attuale versione, su progetto del geometra Marco Camedda e grazie alle donazioni fatte dai galtellinesi, risale al 1980. In questi ultimi lustri era stata però un po’ abbandonata e quindi necessitava di ulteriori nuovi aggiustamenti. Recentemente è quindi risbocciata al ritmo del Gosos dedicato a Nostra Signora de Itria, «o serafica ermosura, o divina Imperadora, pregade pro nois Segnora de Itria Virgine pura».

**DA: Francesca Gungui-28 ago 2013**

NUORO: il 5 agosto l’Asl chiude gli uffici per festa di Santa Maria della Neve, Santo Patrono

di , 1 Agosto 2013 17:27

5 AGOSTO: CHIUSURA UFFICI

PER SANTO PATRONO

L’Azienda Sanitaria di Nuoro comunica che lunedì 5 agosto, festa di Santa Maria della Neve, Santo Patrono della Città di Nuoro, resteranno chiusi:

  • gli uffici amministrativi aziendali del capoluogo;

  • gli sportelli ticket cittadini;

  • il Servizio Riabilitazione del P. O. Cesare Zonchello.

Il CUP (Centro Unificato di Prenotazione) telefonico regionale e i servizi sanitari ospedalieri saranno invece tutti operativi.

**DA: comunicato ASL3-Nuoro-1 ago 2013**

OROSEI: Giovedì 25 luglio chiusura poliambulatorio Asl3 per festa patronale di S.Giacomo

di , 23 Luglio 2013 22:06

CITTADELLA SANITARA: la sede della ASL vista da Via S.Satta

^^DA: comunicato ASL3-Nuoro-23 lug 2013**

A SOS ALINOS (OROSEI): stasera 5 luglio “Festa della Birra”

di , 5 Luglio 2013 12:20

SOS ALINOS (OROSEI): 23 giugno-Festa di San Giovanni Battista 2013

di , 23 Giugno 2013 11:43

SINISCOLA: Poliambulatorio ASL3 chiuso lunedì 24 giugno per Festa del Patrono, S.Giovanni Battista

di , 21 Giugno 2013 19:38

**DA: comunicato ASL3-Nuoro-20 giu 2013**

OROSEI: domani 500 piccoli atleti alla “Festa Provinciale del Minivolley 2013”

di , 8 Giugno 2013 20:55

NEL CAMPO SPORTIVO COMUNALE

Domenica 9 giugno  2013,

dalle ore 10.00 alle ore 18.00,

si svolgerà a Orosei, presso il campo sportivo comunale, la manifestazione promozionale denominata

“Festa Provinciale del Minivolley 2013”

La manifestazione è organizzata dal Vbc Orosei in stretta collaborazione col Comitato Provinciale di Nuoro – Ogliastra e il Comune di Orosei.

Giunta alla sua 15° edizione ,“La Festa Provinciale del Minivolley”, è nata con lo scopo di favorire l’incontro tra i dirigenti, i tecnici e i genitori ma,

soprattutto, con l’intento di creare per gli atleti partecipanti un momento di sano agonismo e di divertimento. La manifestazione vedrà la  partecipazione di circa 500 atleti in rappresentanza di 40 società, alcune delle quali provenienti dal resto dell’ isola, che si confronteranno nelle oltre 150 partite di minivolley sui 21 campi appositamente allestiti dagli organizzatori sull’erba sintetica del Campo Comunale di Orosei.

All’evento è prevista la partecipazione di un rappresentanza di atleti dell’Associazione disabili Speedy Sport di Dorgali.

Nella stessa giornata sono in programma anche le finali provinciali della categoria Under 12 femminile e misto alle quali parteciperanno la Pvn Nuoro, il Volley 92 Fonni, il Delta Volley Lanusei, la Pallavolo Cardedu, la Polisportiva Supramonte di Orgosolo, l’Asp Nuoro e la New Volley Tortolì.

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

E’ PREVISTA ALLE ORE 18,30

**DA: comuncato FIPAV-NU/OG-8 giu 2013**

NUORO: All’Artiglieria festa in musica per il Fai

di , 23 Marzo 2013 14:01

 

“Printemps”, festa in musica per riscoprire la città.

È il titolo del concerto che il complesso vocale di Nuoro terrà domani alle 18 all’ex Artiglieria per la giornata del Fai (Fondo ambiente italiano).

La corale diretta da Franca Floris sarà dunque la protagonista, domenica 24 marzo, alle 18, del secondo appuntamento della stagione classica dell‘Ente musicale di Nuoro. Dopo un’apertura di altissimo livello con il Trio Brahms di Mosca, la stagione classica dell’ente musicale arriva al suo secondo appuntamento con una celebrazione della primavera e delle bellezze nascoste del centro barbaricino.

Il concerto, a ingresso gratuito, sarà anche l’occasione per salutare l’arrivo della primavera. È proprio alla nuova stagione che è dedicata una larga parte del repertorio di “Printemps”: tra pagine di Monteverdi (“Ecco mormorar l’onde” e “Quell’augellin che canta”) e Schumann (“Der Wassermann”, “Der Minnesanger”), le voci del gruppo interpreteranno anche composizioni di Brahms, Mendelssohn e Debussy, senza dimenticare le danze della tradizione sarda.

Ed è questo uno dei motivi per cui il complesso vocale è diventato un punto di riferimento tra le corali dell’isola.

(DA: La Nuova-23 mar 2013)-foto da Ente musicale nuorese

8 MARZO: FESTA DELLA DONNA

di , 8 Marzo 2013 08:00

Copia di mimose

AUGURI A TUTTE LE DONNE

e…alcune notizie sulla festa!

Da quando si celebra ufficialmente la «Giornata internazionale della donna»?

Dal 1977, su decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che riconobbe «gli sforzi della donna in favore della pace e la necessità della loro piena e paritaria partecipazione alla vita civile e sociale».

Perché l’8 marzo si regalano le mimose?

L’idea di abbinare alla festa della donna un fiore è solo italiana. È nata nel 1946 per opera di Rita Montagnana e Teresa Mattei. La scelta cadde sulla mimosa perché fiorisce nei primi giorni di marzo, non ha un costo eccessivo ed è alla portata di molti. All’unanimità l’assemblea dell’Udi scartò prima le anemoni e poi i garofani.

Quale significato ha, oggi, la festa della donna nel mondo?

La nazione dove ancora è più sentita è la Russia. Qui, l’8 marzo, è addirittura vissuto come festa nazionale da trascorrere in famiglia. In molte città americane le celebrazioni incominciano qualche giorno prima dell’8.

(Fonte parziale:La Stampa.it-Elena Lisa)

COMUNE-BIBLIOTECA BITTI: venerdì 8 marzo, festa della donna, spettacolo fra teatro e poesia

di , 6 Marzo 2013 15:18

L’Assessore alla Cultura del Comune di Bitti in collaborazione con la Biblioteca Comunale, in occasione dell’8 Marzo, festa della donna, presenta THE CUT-LO STRAPPO : Voci nella notte.

Spettacolo tra teatro e poesia nell’ambito del Gugu Women Lab, un collettivo di donne sudafricane e migranti da altri paesi africani creato a Cape Town e condotto dalla scrittrice Valentina A. Mmaka. Nell’arco di otto mesi il collettivo ha lavorato ad un progetto di scrittura finalizzato alla promozione dei diritti umani, prendendo la scrittura e l’immaginario come strumenti per affermare i diritti e spezzare le catene dell’oppressione di cui spesso le donne sono vittime in ogni parte del mondo.

Siete tutti invitati a partecipare,

8 Marzo presso Biblioteca Comunale, ore 19.30.

(DA: comunicato comune di Bitti- 6 mar 2012)

IL DUE MARZO all’Eliseo la “rassegna-festa” del Coro Ortobene

di , 10 Febbraio 2013 21:45

La corale diretta da Alessandro Catte

ospita Sos Canarios e i cantori di Oristano

Il Coro Ortobene festeggia i quarant’anni di attività e dedica all’avvenimento la quinta rassegna corale che si terrà il 2 marzo nel teatro Eliseo di Nuoro.

Manifestazione dal titolo quasi obbligato: «1973-2013 storia di un Coro», dove i primi quarant’anni dell’Ortobene verranno ripercorsi all’interno di una iniziativa che in appena quattro edizioni si è consacrata in Sardegna come l’appuntamento-clou per gli amanti del canto corale. Durante la serata verranno proposte le canzoni più importanti del coro diretto ormai da oltre un ventennio da Alessandro Catte, oltre all’esibizione dei Cori ospiti: Sos Canarjos diretto da Bobore Nuvoli, fondatore e primo direttore dell’Ortobene e Maurizio Carta di Oristano diretto da Salvatore Saba.

Le tre formazioni si alterneranno sul palco accompagnati dalle voci narranti di tre ex coristi che, raccontando ognuno il proprio periodo, ripercorreranno le tappe più significative raggiunte dall’Ortobene. Tra gli ospiti della rassegna lo storico solista degli anni ’80 Francesco Pintori, noto come Bartaleddu , che canterà con i padroni di casa. Previsto anche il contributo di tre direttori colleghi di Alessandro Catte: Gianni Garau (direttore del coro di Tonara) Enrico Pilo (Ovodda) e Ivano Argiolas (Desulo), a cui è stato affidato il compito di tracciare i profili professionali ed artistici di Bobore Nuvoli, del compianto Tonino Puddu e dello stesso Catte. In chiusura della manifestazione sarà assegnato il Premio Ortobene.

( DA: L’Unione Sarda-f. le.-5 feb 2013 )

OROSEI: Cooperativa Progetto Sociale organizza “Festa di Carnevale”

di , 1 Febbraio 2013 11:57

LA COOPERATIVA PROGETTO SOCIALE,ORGANIZZA UNA DIVERTENTE FESTA IN MASCHERA PER TUTTI I BAMBINI DI ETACOMPRESA TRA I 6 E I 10 ANNI.

LA FESTA SARA’ ALLIETATA DA TANTI GIOCHI, BABY-DANCE, FACE-PAINTING E UNA GOLOSISSIMA MERENDA!

VI ASPETTIAMO NUMEROSI GIOVEDI’ 07 FEBBRAIO DALLE 15:30 ALLE 18:30 PRESSO I LOCALI DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE IN PIAZZA DEL MERCATO A OROSEI

(Comunicato del 01 feb 2013)

 

ASL N° 3-NUORO: Festa e premiazione dei Volontari

di , 19 Dicembre 2012 20:39

VOLONTARI IN FESTA:

“Gli Angeli delle corsie”

Si svolgerà giovedì 20 dicembre p.v. la festa dei volontari, che – ormai da dieci anni – fanno parte della grande famiglia dell’Azienda Sanitaria di Nuoro.

Un centinaio di loro, tra vecchi e nuovi dell’ultimo progetto “Volontari in Pediatria”, riceveranno l’attestato di merito dal Direttore Generale, Dottor Antonio Maria Soru.

La cerimonia si terrà nel pomeriggio, alle ore 16:00, nella sala conferenze del Presidio Ospedaliero San Francesco. Subito dopo il Direttore Generale saluterà i dipendenti che nel corso dell’anno sono andati in pensione.

La manifestazione dei volontari della Banca Ore dell’ASL di Nuoro inizierà già dalla mattina, con l’incontro con i malati del nosocomio nuorese. Gli “angeli delle corsie” andranno nei reparti di Pediatria e Terapia intensiva neonatale e allieteranno i piccoli pazienti con doni personalizzati.

Il programma si concluderà alle 19:00, nella grande hall del San Francesco, con il concerto della cantante nuorese Betty Uscidda, accompagnata da un gruppo di coristi gospel.

(DA: comunicato ASL N°3 Nuoro-19 dic 2012)

TONARA SI COCCOLA MARCO SAU

di , 19 Novembre 2012 20:28

IL SINDACO: “A OGNI GOAL UNA FESTA

Una comunità intera davanti agli schermi esulta ogni volta che il giocatore sfiora il pallone. E c’è chi pensa già a una convocazione in Nazionale.

Tifosi felici anche se la loro squadra perde con un gol nel finale? Può succedere se i supporter sono quelli del Tonara: ieri erano in tanti sugli spalti a Dorgali. Mentre la partita si avviava sul pari e in campo non stava succedendo granchè, esultavano e si abbracciavano.

E gli spettatori del posto chiedevano quasi stupiti: che cosa avete da ridere? Risposta facile facile: il loro Marco Sau, tonarese anche se nato a Sorgono, stava facendo a pezzi la Scala del calcio a colpi di gol. “Ogni volta è così- spiega il sindaco Pierpaolo Sau (non è parente del calciatore, il cognome in paese è diffusissimo)- quando Marco segna i bar esplodono di gioia. Era successo già con il Palermo, ma ieri è stata un’apoteosi. Stamattina anche qui al Comune non si parla d’altro.Ma fa piacere: è un bravo calciatore e un ottimo ragazzo”. Uno di loro: “Quando può – spiega il sindaco – è a Tonara: lo vediamo sempre. All’inizio tutta la comunità era in apprensione ma ora, dopo quello che è successo ieri, ogni paura è svanita: Marco, caparbio e determinato, ce l’ha fatta anche questa volta”.

Un bell’esempio da mostrare ai ragazzi: “Qui il calcio è molto sentito – spiega il sindaco – abbiamo una squadra in Promozione e una scuola calcio con iscritti da tutti i centri del circondario”.

Ma è tutta la Sardegna che si coccola il suo beniamino. E la speranza ora è una chiamata di Prandelli in Nazionale. Senz’altro è uno degli attaccanti più in forma del campionato. Quattro gol e prima doppietta in serie A nientemeno che all’Inter. Poker con appena nove presenze. Mai giocata una gara per intero: 358 minuti in campo quando è partito titolare (cinque volte), 122 quando è entrato nella ripresa. Totale 480 minuti sull’erbetta: con le partite piene, insomma, avrebbe quasi una media di un gol a partita. Sau è in gran forma e le sue reti lo raccontano: rapidità e senso del gol nei metri che contano sono le sue caratteristiche vincenti. Ieri, in tutti e due i gol, sembrava che la difesa dell’Inter andasse al rallenty. Certo, non è stata il massimo della potenza di riflessi, ma Sau ci ha messo del suo con la sua velocità.

(DA: L’Unione Sarda- 19 nov 2012) foto da internet

BIBLIOTECA SATTA: “BiblioPride”, festa del libro per le scuole elementari

di , 12 Ottobre 2012 22:09

Approda sabato a Nuoro BiblioPride, la manifestazione dedicata ai bambini dall’Associazione nazionale biblioteche.

Alla Satta di Nuoro la rassegna sarà incentrata sul tema Libri & cartoni in Biblioteca e rivolta ai bambini e bambine del secondo ciclo delle scuole elementari della città.

Il programma della mattinata – la manifestazione durerà dalle 9 alle 13 – prevede questi eventi: tre proiezioni dei cartoni animati del Cartoon Club di Rimini, proposti dalla regista nuorese PJ Gambioli; Una barchita…prena de paraulas, due laboratori con l’artista Silvana Gomez eTiziana Contu. È opportuno contattare la biblioteca sarda per conoscere orari delle proiezioni, dei laboratori e numero dei bambini ammessi a ogni singolo spettacolo.

«Altre iniziative analoghe – fa sapere il direttore della biblioteca Tonino Cugusi – saranno programmate nel periodo autunno inverno come in parte già comunicato».

Il BiblioPride sarà presentato dal commissario straordinario del Consorzio Vannina Mulas. Per ulteriori informazioni si può telefonare al 335-66.80.924.

(DA: L’Unione Sarda- 11 ott 2012)

OROSEI-CROCE BIANCA: il sodalizio festeggia i primi 25 anni

di , 5 Ottobre 2012 20:00

La Croce Bianca di Orosei festeggia 25 anni.

Per celebrare il suo anniversario, l’associazione di volontariato ha organizzato una giornata all’insegna della solidarietà.

Alla festa, il 28 ottobre, sono state invitate tutte le associazioni presenti in Sardegna, le amministrazioni locali e tutta la cittadinanza. Per l’occasione sarà inaugurata la nuova ambulanza, un moderno Fiat Ducato; inoltre sarà suggellato il gemellaggio con l’Avsav di Villacidro.

La giornata, organizzata anche grazie al contributo del Comune, inizierà alle 8 nella sede dell’associazione in Piazza del Mercato. Seguirà un corteo a piedi con seguito delle ambulanze verso la parrocchia di San Giacomo, dove sarà celebrata la santa messa; quindi la sfilata delle ambulanze per le vie del paese.

La quota di partecipazione è di 35 euro a persona. Si invitano gli interessati a dare conferma di partecipazione entro il 18 ottobre contattando i seguenti numeri:

Tony, 3409198806; Giovanna, 3427782719; Carmen 3486084363;

oppure inviando una mail all’indirizzo: crocbiancaoro6@alice.it.

(DA: L’Unione Sarda-Agostina Dessena-5 ott 2012)

GALTELLI’: Festa di Santa Maria e Turres, L’“Antica Patrona”

di , 11 Febbraio 2012 18:08

Domenica 12 Febbraio 2012 si celebra a Galtellì la Festa di Santa Maria e Turres.

L’“Antica Patrona”,  la cui preziosissima statua  lignea di scuola sardo-catalana del  1300 è stata recentemente restaurata, e a breve verrà riposizionata nell’altare  maggiore, a fianco di quella di S.Giovanni Battista,  ai piedi del simulacro ligneo del  SS. Crocifisso,  attuale patrono di Galtellì.

Festa particolarmente sentita quest’anno, in quanto la comunità di Galtellì celebra il 400° anniversario dei Miracoli del Cristo. La festa di Santa Maria ha alcune particolarità: è un momento di fede, di devozione, di partecipazione di tutto il paese, e di unità nelle famiglie. La gente di Galtellì sente nel cuore, nell’intimo delle coscienze, l’immagine sacra di Santa Maria. Così è da secoli. È un sentire profondo: essa era, e continua ad essere, la madre premurosa di tutti i “galtellinesi” . Per questo la Madonna e Turres veniva invocata nelle calamità, nelle pestilenze, nelle malattie.

La denominazione Santa Maria e Turres, cioè Santa Maria delle Torri, secondo alcuni studiosi, è derivata dal fatto che in questa chiesa si erigesse una serie di torri in sua difesa. Secondo altri, ai lati della Madonna, si veneravano delle torri. Oggi questi riferimenti sono, purtroppo, scomparsi. Quando, alla fine del 1300, arrivò il simulacro del Cristo, Galtellì era una diocesi fiorente, e la chiesetta era dedicata alla patrona, Santa Maria e Turres, ma la chiesa più importante era la cattedrale di San Pietro. La nuova Chiesa, quella attuale, è stata costruita ampliando quella originaria di Santa Maria, per accogliere il Cristo, che anche durante il suo arrivo dava segni straordinari. La chiesa originaria era in stile gotico-aragonese, stile scomparso dopo i restauri.

Nella ricorrenza dei 400 anni dei miracoli del SS. Crocifisso, tale festa assume un significato particolare. È per tale motivo che la Parrocchia, e la prioressa Giovanna Itria Pirisi, invitano la comunità, le associazioni, il mondo dei gruppi ecclesiali della Baronia a trascorrere una giornata particolare con la manifestazione di fede, in nome di Santa Maria e Turres.

Programma della Festa di Santa Maria e Turres:

ore 10.00 Processione con il simulacro della Madonna, con le Confraternite di Galtellì lungo le vie del centro storico.

ore 10.45 Santa Messa nella Chiesa del SS. Crocifisso, celebrata dal Vescovo Mons. Mosè Marcia e da Don Giampiero Fronteddu.

ore 13.30 Pranzo comunitario per un momento di incontro e socializzazione.

(Da:Comunicato di Vincenzo Gallus per PARROCCHIA di Galtellì e Comitato “Los Milagros del Cristo di Galtellì”)-foto camedda-

f

NUORO: l’ISRE propone: “NON SOLO SANT’ANTONIO”

di , 26 Gennaio 2012 18:48

Domenica 29 gennaio 2012 dalle ore 17

nel Museo Etnografico Sardo in via A. Mereu, 56.

Anche quest’anno, negli spazi del Museo Etnografico Sardo, l’ISRE proporrà la manifestazione “Non solo Sant’Antonio” volta ad avvicinare all’Istituto e alle sue strutture museali un vasto pubblico attraverso le modalità di una festa tradizionale quali quelle che caratterizzavano in Sardegna le celebrazioni di Sant’Antonio abate.

Pertanto, nel pomeriggio di domenica 29 gennaio, l’Istituto offrirà ai visitatori del Museo cibi e bevande attorno a un grande fuoco che arderà nel piazzale superiore esterno, mentre nei cortili interni e nel chiostro adulti e bambini mascherati e suonatori d’organetto animeranno ulteriormente la serata. Le sale espositive e i laboratori del Museo ospiteranno attività didattiche rivolte prevalentemente e ai bambini.

In omaggio alla figura di Eugenio Tavolara, le cui opere sono attualmente esposte nella mostra a lui dedicata presso lo spazio TRIBU in piazza Santa Maria della Neve a Nuoro, l’Istituto riproporrà alcuni personaggi della “Mascherata Sassarese” realizzata dall’artista nel 1937 e costituita da pupazzi in legno policromo, stoffe e materiali vari che propongono in chiave caricaturale i personaggi dell’antico carnevale di Sassari, vivo nella memoria dell’artista.

 INFO: Istituto Superiore Etnografico della Sardegna

tel. 0784 242900 – 0784 257035

 promozione@isresardegna.org

 www.isresardegna.org

 

FESTA DI S.ANTONIO:Tutta la Baronia prepara il fuoco sacro

di , 15 Gennaio 2012 00:18

OROSEI: IL FUOCO DI S.ANTONIO (un mio acquerello del 2001)

Lunedì festa di popolo

In tutti i centri della Baronia fervono i preparativi per la festa di Sant’Antonio. Mancano due giorni al tradizionale rito del falò di Sant’Antonio Abate.

Dalla piccola frazione costiera ai paesi più popolosi lunedì sera sarà grande festa attorno ai falò votivi. Prima le messa, poi l’accensione e la benedizione del fuoco e, infine, i classici tre giri in preghiera attorno alle fiamme ardenti.

A Siniscola l’appuntamento è nella piazza dedicata al santo che la leggenda popolare vuole sia sceso fino all’inferno per rubare il fuoco, nel cuore del centro storico della cittadina dove una settimana fa le varie compagnie di amici hanno ammassato le frasche raccolte durante una notte trascorsa tra la festa e il lavoro. All’imbrunire, subito dopo la messa, il parroco don Ciriaco Vedele benedirà il falò e, dopo i riti religiosi, offerta di dolci tradizionali e vino a volontà. A Posada che tra l’altro ha eletto Sant’Antonio a suo patrono. Il pignone che servirà per la sistemazione delle frasche verrà posizionato di fronte allo svincolo per “Su Tiriarzu”: dopo l’accensione de Su Fogulone la festa proseguirà con la distribuzione a tutti i presenti di “cocconeddos” e “Aranzada”, i dolci tipici preparati in occasione della festa accompagnati dal vino locale e salsicce arrosto.

Anche ad Orosei fervono i preparativi per l’appuntamento di lunedì pomeriggio con la tradizione: per S’Antoni, come popolarmente viene chiamata la festa, il paese si darà appuntamento nel piazzale del complesso medievale antoniano. A Onifai invece, il fuoco sarà acceso nello spiazzo di fronte al cimitero, mentre a Loculi i falò vengono allestiti nei diversi rioni. A Irgoli i fedeli si ritroveranno di fronte al centro sociale e a Galtellì nella piazza della chiesa del Santissimo Crocifisso. Anche a Torpè , l’evento ha un sapore speciale con ventotto compagnie coinvolte nei preparativi. Dopo la raccolta, lunedì pomeriggio, spettacolare sfilata dei carri carichi di frasche modellate a forma di nave che si concluderà nella piazza antistante il centro polivalente.

 (Da:L’Unione Sarda-Fabrizio Ungredda-14 gen 2012)

FESTA DI S.ANTONIO: fuochi in 79 comuni dell’Isola

di , 14 Gennaio 2012 23:14

OROSEI: IL RITO DEL FUOCO DI S.ANTONIO ABATE (foto camedda 2009)

Lunedì 16 e martedì 17 gennaio si accendono i Fuochi di Sant’Antonio Abate e riparte la seconda edizione dell’”Isola che danza“, la campagna istituzionale di promozione turistica della Sardegna attivata dall’assessorato regionale del Turismo in collaborazione con l’agenzia Sardegna Promozione, che punta a valorizzare eventi dei primi mesi dell’anno che affondano le radici nella storia della Sardegna e a vivacizzare comunità che ancora oggi li celebrano.

Il tradizionale rito dei Fuochi, secondo il monitoraggio condotto dall’Agenzia regionale, coinvolgerà 79 comuni della Sardegna (con otto novità rispetto all’anno passato), raggruppati sotto lo slogan coniato appositamente ‘Schintziddas dae su coro‘, ovvero ‘Scintille dal cuore’.

Da: L’Unione Sarda.it-14 gen 2012-ore 15.35

ONIFAI: “Ciocconifai” festa di beneficenza

di , 19 Dicembre 2011 20:17

Il ricavato sarà devoluto a favore

degli alluvionati di Genova e delle Cinque Terre

OROSEI-22 dicembre per la gioia dei bambini: “Arriva Babbo Natale”

di , 19 Dicembre 2011 08:00

PAPA: “So che è un Natale difficile, ma auguro a tutti Buon Natale”

di , 11 Dicembre 2011 23:41

Con queste parole Benedetto XVI ha salutato la comunità della Parrocchia di Santa Maria delle Grazie nella periferia di Roma dove oggi ha celebrato la Messa.

 ”So che è un Natale difficile, ma auguro a tutti Buon Natale“. Con queste parole il Papa ha salutato la comunità della Parrocchia di Santa Maria delle Grazie nella periferia di Roma dove oggi ha celebrato la Messa. “Non pensate solo alle cose da comprare – ha aggiunto – ma andate anche incontro al Signore“. Dopo aver celebrato la messa il Pontefice ha fatto ritorno in Vaticano per celebrare l’Angelus domenicale.

VERA GIOIA NON E’ FRUTTO DIVERTIMENTO“. Benedetto XVI nella preghiera domenicale della terza domenica di Avvento ha invitato i fedeli a vivere con più profondità come festa del cuore questo Natale in tempo di crisi.”La vera gioia non è frutto del divertirsi, inteso nel senso etimologico della parola di-vertere, cioè esulare dagli impegni della vita e dalle sue responsabilità. La vera gioia è legata a qualcosa di più profondo. Certo, nei ritmi quotidiani, spesso frenetici, è importante avere spazi di tempo per il riposo, per la distensione, ma la gioia vera è legata al rapporto con Dio. Chi ha incontrato Cristo nella propria vita, sperimenta nel cuore una serenità e una gioia che nessuno e nessuna situazione possono togliere”. “In questo tempo di Avvento – ha esortato ancora il Papa- rafforziamo la certezza che il Signore è venuto in mezzo a noi e continuamente rinnova la sua presenza di consolazione, di amore e di gioia. Abbiamo fiducia in Lui”.

 ”DIRITTO ALLA VITA“. Al termine della recita dell’Angelus salutando i rappresentanti del Movimento per la Vita di molti Paesi europei, il Papa ha detto: “Ricordiamo che il primo fra tutti i diritti è quello alla vita. Vi auguro ogni bene per la vostra attività”. Oggi i rappresentanti del Movimento per la Vita sono giunti a Roma in occasione del premio per la vita ‘Madre Teresa di Calcutta’ assegnato alla memorian di Chiara Lubich.

 (Da:TG1 online-11 dic 2011)-foto da internet

GALTELLI’: Festa per il 10°anniversario del Cristo del Tuttavista

di , 16 Settembre 2011 19:15

festa-del-Cristo-del-tuttavistaSono passati 10 anni da quando la grande statua bronzea che riproduce le sembianze del Cristo Miracoloso posto nella Chiesa parrocchiale, venne collocata nell’incantevole scenario del Monte Tuttavista che domina mezza Sardegna.

steli in calcare con dedica poste a pochi passi dalla statua

stele in calcare con dedica poste a pochi passi dalla statua

Encomiabile e tangibile fu allora lo sforzo per la realizzazione dell’opera da parte della popolazione che guidate dall’allora sindaco Giovanni Cosseddu comprese il profondo significato che essa poteva avere sotto l’aspetto religioso e turistico.

Una voce di speranza e un raggio di luce che attraversa la notte del tempo” la definì allora l’Arcivescovo Ottorino Alberti uno dei promotori dell’iniziativa insieme al galtellinese Angelo Rojch.

Festa particolarmente sentita in quanto la comunità di Galte si sta preparando a celebrare adeguatamente il 400^ anniversario dei Miracoli del Cristo.

E’ per tale motivo che il Comitato per essa costituito con la collaborazione del Comune di Galtelli, invita le comunità, le associazione, il mondo dei gruppi ecclesiali della Baronia e della Provincia a trascorrere una giornata particolare con la manifestazione di fede in nome del Cristo Miracoloso a contatto con la natura.

La Festa del Cristo del Tuttavista di Domenica 18 settembre

si svolgerà secondo il seguente programma:

2001: posa della enorme statua nella base

2001: posa della enorme statua nella base

ore 9.00-9.15- Accoglienza del fedeli in piazza SS. Crocifisso con offerta di caffè e biscotti.

ore 10.00- VIA CRUCIS sui tornanti del monte Tuttavista con le Confraternite di Galtellì con testimonianze e preghiere dei rappresentanti dell’associazionismo ecclesiale e del mondo comunitario e sociale.

ore 11.30- Santa Messa ai piedi della statua del Cristo sul Monte Tuttavista.

ore 13.30- Pranzo comunitario per tutti nell’area attrezzata di Padente Longu sul Monte, offerto dal Comitato, con la partecipazione della Pro Loco e dei ragazzi della Leva 85.

(Da:Comunicato stampa di Vincenzo Gallus per il Comitato “Los Milagros del Cristo di Galtellì-16 set 2011)- manifesta dim.camedda

Una sugggestiva foto scattata e donata dall'amico di Tommaso Sale per il blog

Una sugggestiva foto scattata e donatami dall'amico Tommaso Sale per il blog

Ciao Marco il 18.09.2011 si svolgera la festa del Decimo Anniversario del Cristo del Tuttavista e… visto con non puoi venire e sei a casa tua pertanto cerca di non mancare almeno con il cuore.

Saluti, Vincenzo Gallus.

Caro Vincenzo, purtroppo non posso venire perchè ancora non reggo sforzi e tempi lunghi (ma sto migliorando sempre di più). Ma ci sarò col cuore e con la preghiera ,grato al Cristo del Tuttavista. Porgi a tutti gli amici i miei più cari saluti e…convinto che passerete una bellissima e serena giornata!

Ciao, Marco Camedda

NUORO: agosto/settembre 2001 “111a Sagra del Redentore”

di , 14 Agosto 2011 10:00

sagra del redentore111a Sagra del Redentore

“La Festa del Redentore, la festa che meglio esprime l’identità dei sardi e di tutta la Sardegna, quest’anno sarà il frutto di una efficace sinergia tra gli enti pubblici e associazioni”.

sandro bianchi sindaco nuoroIl sindaco di Nuoro Sandro Bianchi, nel corso della conferenza stampa di presentazione della 111^ Festa del Redentore tenutasi l’8 agosto 2011 presso il Palazzo Civico, ha voluto ringraziare tutti quelli che con la loro partecipazione “in cambio della quale l’amministrazione offre solo il supporto logistico” hanno permesso di mettere a punto un programma di festeggiamenti vario e di altissimo livello.

Enti e associazioni hanno fornito un preziosissimo contributo, dimostrando come unendo le forze si sia in grado di raggiungere risultati straordinari”.

Nel ringraziare la Regione il sindaco Bianchi ha auspicato che nel prossimo futuro l’impegno economico possa essere maggiore, “almeno in linea con quello delle altre feste maggiori dell’Isola”.

IL REDENTORE (ritaglio da un manifesto da me eseguito per la venuta di Papa Giovanni Paolo II° in Sardegna nel 1985)

IL REDENTORE (ritaglio da un mio acquerello per un manifesto per la venuta di Papa Giovanni Paolo II° a Nuoro nel 1985)

Provincia di Nuoro, Isre, Camera di commercio, S’Ufitziu de sa limba sarda, Regione, Ente musicale, Consorzio universitario Intermezzo, Fondazione Banco di Sardegna, Camera di Commercio, Decamaster, Atp, Nuoroambiente e la new entry Seuna, la cooperativa Lariso hanno collaborato con l’amministrazione comunale all’organizzazione della festa.

Alla conferenza stampa hanno partecipato i diversi rappresentanti degli enti e delle associazioni coinvolte, tra cui il presidente della Provincia Roberto Deriu, il presidente della Camera di Commercio Romolo Pisano, il direttore generale dell’Isre Paolo Piquereddu, il presidente dell’Atp Paolo Piras, il commissario dell’università nuorese Caterina Loi.

Il compito di illustrare il programma è spettato all’assessore alla Cultura Leonardo Moro che, partendo dalla grafica della brochure realizzata dagli allievi e docenti del decamaster realizzato a Nuoro, ha sottolineato l’alta qualità degli appuntamenti di quest’anno: gli spettacoli di Sabina Guzzanti, Marco Travaglio e Max Pezzali, la mostra di costumi confezionati dal vivo, il canto a chitarra, la sfilata delle maschere tradizionali, il ritorno del palco in piazza Satta, il saggio finale dell’ente musicale, l’esibizione di Gavino Murgia, la rassegna di cinema, la mostra fotografica di Carmelo Folchetti. E naturalmente il cuore della festa del Redentore, la sfilata dei costumi di domenica 28 e la messa solenne sul monte Ortobene di lunedì 29.

Vorrei citare un appuntamento particolare – ha concluso l’assessore – che penso potrà avere un valore educativo: la Notte dei Beni Comuni prevista per la sera del 29. Un tour guidato delle piazze appena recuperate nelle quali sono già visibili i segni dell’inciviltà e del vandalismo”.

Il primo appuntamento del ricco programma è fissato per il 18 agosto prossimo, l’ultimo per l’undici di settembre.

-Programma degli eventi

(Tsto e foto da: Sito istituzionale comune di Nuoro)
-Disegno del Redentore: da un mio acquerello

GALTELLI’: VI° Edizione “Festa nell’Antico Borgo”

di , 29 Luglio 2011 18:31

Sabato 30 e Domenica 31 luglio si terrà la VI ° edizione della Festa nell’antico Borgo di Galte.

locandina-festa-nerll'anticIniziativa promossa dall’amministrazione comunale di Galtellì in collaborazione con l’Associazione Pro Loco e la consulta delle associazioni locali.

GALTELLI': scorcio del centro storico

GALTELLI': scorcio del centro storico

La manifestazione avrà inizio alle ore 21 con il rintocco delle campane e attraverso un percorso lungo le vie del centro storico per far rivivere gli antichi saperi e scoprire il fascino di una storia arricchita dall’anima letteraria che aleggia nello scenario suggestivo dell’antico borgo medioevale, nelle chiese, nelle case storiche, tra la gente della sua comunità, custode dei saperi, dei ricchi sapori della tradizione gastronomica, del folklore e dell’artigianato,in un clima festoso ed ospitale.

galtelli-museo-etnografico-sa-domo-de-sos-marras1Il percorso sarà arrichito dalle esposizioni artistiche ed artigianali, con visite guidate nelle chiese medioevali, nel museo etnografico e ai cortili delle antiche case, con degustazione e vendita dei prodotti della eno-gastronomia tradizionale accompagnati dall’animazione dei cori e dei gruppi folkloristici locali fino a tarda notte. Punto di partenza sarà il Museo etnografico, dove si potrà assistere alla lavorazione del pane carasatu nell’antico forno a legna della casa padronale e de Sa coffittura, dolce tipico per i momenti di festa come il matrimonio o il battesimo.

Interno dell'edificio che ospita la Porta del Parco letterario G.Deledda

GALTELLIì: Interno dell'edificio che ospita la Porta del Parco letterario G.Deledda

Nella porta del parco Grazia Deledda sarà distribuito gratutitamente il materiale promozionale del paese e si presenterà la lavorazione del tappetto sardo in un antico telaio. nella chiesa del SS.mo Crocifisso del XIII sec. il comitato organizzatore degli eventi per il 400° anno dei miracoli del Cristo presenterà le iniziative in programma e gli eventi che hanno caratterizzato quell’importante periodo storico. Altra iniziativa importante dal punto di vista culturale sarà la mostra dei libri antichi di Grazia Deledda che saranno esposti nella casa delle Dame Pintor, luogo per eccellenza della memoria deleddiana.

GALTELLI': Vista panoramica della antichissima Chiesa di S.Pietro (XII secolo)

GALTELLI': Vista panoramica della antichissima Chiesa di S.Pietro (XII secolo)

Altro importante monumento che arrichirà il percorso sarà la visita guidata all’antica basilica Pisana dedicata a San Pietro risalente al XII secolo dove all’interno della navata centrale è presente un ciclo pittorico di particolare bellezza e suggestione. Si segnala inoltre, che a guidare i visitari lungo il percorso sarà l’essenza di un erba palustre che sarà sparsa lungo tutto le vie del centro storico e da un filo che legherà le antiche dimore come simbolo di appartenza ad una comunità che rispetta e valorizza il suo patrimonio storico. Per l’occasione i luoghi dell’ospitalità del paese hanno preparato pacchetti speciali per il pernottamento.

(Da:Comunicato sito istituzioneale Comune di Galtellì-29 lug 2011)

Panorama Theme by Themocracy