Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: gianluca

Parte la rassegna “Storytelling”,

tra storia e teatro

La compagnia teatrale Figli d’Arte Medas e il corso di laurea in Scienze della comunicazione presentano il cartellone della rassegna in programma dal 7 ottobre al 4 novembre alla discoteca Il Lido di Cagliari. Quattro appuntamenti per raccontare le storie della nostra contemporaneità

Quattro appuntamenti per raccontare altrettanti fatti di cronaca della recente storia nazionale e regionale. È questo, in sintesi, il fulcro di Storytelling, la manifestazione che la compagnia teatrale Figli d’Arte Medas porterà in scena dal 7 ottobre al 4 novembre nei locali della discoteca Il Lido di viale Poetto 41, con la collaborazione degli studenti del corso di laurea in Scienze della comunicazione della Facoltà di studi umanistici dell’Università di Cagliari. L’idea portante della rassegna è quella di riunire in un unico cartellone una serie di storie incentrate su fatti della contemporaneità, presentate al pubblico anche con l’utilizzo di strumenti multimediali e con l’apporto organizzativo e artistico di un gruppo di studenti universitari coinvolti nei diversi passaggi che trasformano un progetto culturale in un prodotto per gli spettatori.

IL PROGRAMMA

Gli eventi di Storytelling si terranno sempre di mercoledì alle ore 21.

GIANLUCA MEDAS-foto di Giorgio Russo 2014

Si parte il 7 ottobre con Canale 16 (La tragedia di Moby Prince), spettacolo incentrato sul racconto del drammatico incidente avvenuto tra il traghetto Moby Prince e la petroliera Agip Abruzzo nel porto di Livorno la sera del 10 aprile 1991, costato la vita a 140 persone. Sul palco l’autore del testo, Gianluca Medas e gli attori Mattia Murgia, Filippo Salaris e Alessandro Pani. Musiche dal vivo di Alberto Sanna, immagini e video a cura di Fabio Costantino Macis.

Secondo appuntamento mercoledì 14 ottobre con I fatti di Pratobello, narrazione della rivolta popolare antimilitarista e non violenta messa in atto dai cittadini di Orgosolo nel giugno del 1969. In questo caso, la testimonianza raccontata da Medas sarà accompagnata dalle voci del Coro Tenore Murales di Orgosolo e dalle immagini curate da Fabio Costantino Macis.

Meglio sottoterra che in un’Italia di m… è invece il titolo dello spettacolo del 21 ottobre, incentrato sul racconto dell’occupazione di una miniera nel Sulcis nei primi anni Novanta da parte di un gruppo di minatori per protestare contro l’annunciata chiusura di tutte le miniere metallifere. La performance di Gianluca Medas e Mattia Murgia, con i brani dal vivo di Joe Perrino, sarà accompagnata dalle testimonianza video (curate da Fabio Costantino Macis) dei protagonisti della vicenda, per ricostruire quello che è considerato uno degli ultimi grandi scioperi dei minatori.

Mercoledì 4 novembre è la data dell’ultimo spettacolo, Pagina Bianca (Il caso Feltrinelli). Il racconto della storia di Giangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice, e del progetto di trasformare la Sardegna in una Cuba del Mediterraneo, è affidato a Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale di Mauro Palmas e i contributi audio-video di Fabio Costantino Macis.

Per prenotazioni è possibile contattare il numero 3341107807 dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 18, o inviare una mail all’indirizzo storytelling.figlidartemedas@gmail.com. Il costo del biglietto per ogni spettacolo è 10 euro.

–– Info e contatti ––

Associazione Figli d’Arte Medas

Direzione artistica: Gianluca Medas - 335.5324232gianluca.medas@gmail.com

Ufficio stampa: Matteo Mazzuzzi – 347.2145374ufficiostampa@figlidartemedas.org

www.figlidartemedas.org

“ISTEDDOS DE SENTIMENTU”

la poesia di Belvì interpretata da Gianluca Medas

Sabato 23 maggio alle 21,

nel Centro di aggregazione sociale del Comune della Barbagia, va in scena un reading a cura del coro femminile “Stellas splendes”, con la collaborazione del coro maschile “Sos Ordinagos”.

Sul palco: Gianluca Medas e il chitarrista Andrea Congia

Si terrà sabato 23 maggio alle ore 21, nel Centro di aggregazione sociale di Belvì, il reading “Isteddos de sentimentu” a cura del coro femminile “Stellas splendes”, con la collaborazione del coro maschile “Sos Ordinagos”. Lo spettacolo è costituito da una raccolta di versi dei poeti di Belvì la cui interpretazione è affidata all’attore Gianluca Medas, accompagnato dalle note della chitarra classica di Andrea Congia. L’evento è inserito nella manifestazione “CoolTour” un evento interamente dedicato alla cultura del territorio in programma nel Comune della Barbagia dal 22 al 24 maggio.

GLI ARTISTI

Gianluca Medas è il narratore dello spettacolo. Artista poliedrico ed erede dell’unica famiglia d’arte della Sardegna, è il direttore artistico dell’Associazione Figli d’Arte Medas. Da anni ha intrapreso un percorso dedicato al teatro di narrazione e alla realizzazione di nuovi progetti ispirati alla cultura popolare.

Andrea Congia, laureando in Etnomusicologia al Conservatorio di Cagliari, chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete in numerose formazioni musicali sperimentali, è impegnato da tempo nella coniugazione di Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali.

–– Info e contatti ––

Associazione Figli d’Arte Medas

Direzione artistica: Gianluca Medas – 345.3199602 – gianluca.medas@gmail.com

Ufficio stampa: Matteo Mazzuzzi – 347.2145374 – ufficiostampa@figlidartemedas.org

www.figlidartemedas.org

(DA: comunicato Associazione Figli d’Arte Medas-21 Maggio 2015)

MAN_Museo d’Arte della Provincia di Nuoro

INGRESSO GRATUITO

Domenica 29 giugno 2014

Ingresso gratuito al Man di Nuoro domenica 29 giugno in occasione della chiusura delle mostre “Passo a due. Le avanguardie del movimento” e “Privato” di Gianluca Vassallo.

La mostraPasso a due. Le avanguardie del movimento” approfondisce il rapporto tra arte e cinema d’animazione con un progetto espositivo che ne ripercorre la storia attraverso l’immagine del corpo, della sua costruzione e del suo ‘montaggio’, dai primi esperimenti di Émile Cohl, padre del disegno animato, e di Segundo de Chomón, iniziatore dell’animazione cinematografica, ai montaggi onirici di Fernand Léger fino alle narrazioni poetiche di William Kentridge e alle silhouette di Kara Walker.

Il progetto “Privato” di Gianluca Vassallo si configura come un laboratorio collettivo che porterà alla realizzazione di un’opera condivisa attraverso l’offerta al museo di una foto di famiglia che, al momento della consegna, sarà a sua volta fotografata e presentata all’interno degli spazi espositivi. Grazie all’utilizzo di una macchina fotografica con pellicola autosviluppante, l’intervento dell’artista darà vita a una nuova immagine “originale”, concepita come un tassello esclusivo e irripetibile di un grande mosaico di memorie che da private si fanno patrimonio collettivo.

(DA: comunicato Museo Man Nuoro-26 Giugno 2014)