Articoli corrispondenti al tag: imprese

CCIAA NUORO: domani inaugurazione conferenza “Make in Nuoro”

di , 30 Giugno 2016 16:01

CONFERENZA STAMPA:

MAKE IN NUORO inaugura il 

FAB LAB della SARDEGNA CENTRALE

Venerdì 1 Luglio ore 10.30-Via P. Paoli n. 2 – Nuoro

Make in Nuoro, il FabLab della Sardegna Centrale, “scalda i motori” e il 1 luglio, alle ore 12.00, si presenta al pubblico.

Ad aprire la conferenza, il Presidente della Camera di Commercio di Nuoro Agostino Cicalò e il Presidente dell’Ailun Lorenzo Palermo, che hanno fortemente voluto il progetto. Prenderanno parte ai lavori anche l’Assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci, l’Assessore all’Industria Maria Grazia Piras, l’Assessore del Turismo, Artigianato e Commercio Francesco Morandi e il team leader Nicola Pirina.

La Sardegna centrale, dal forte carattere identitario, oltre che per le bellezze naturali e l’intensa produzione culturale, è nota per il manifatturiero di qualità e la preziosa produzione artigianale intrisa di tradizione. In un periodo di forte crisi globale, la CCIAA di Nuoro, consapevole del suo ruolo, ha deciso di investire e di scommettere sull’innovazione materiale e immateriale a favore delle imprese che, nel territorio, sfidano se stesse e il mercato, per continuare a esistere e affermare il made in Sardinia nel mondo.

In questo scenario, prende vita il fab lab Make in Nuoro che si pone come luogo di innovazione dei processi e prodotti delle PMI sarde, accogliendo le necessità di cambiamento delle aziende, offrendo loro le opportunità derivanti dai processi di digitalizzazione, per essere sempre più competitive in un mercato globale.

È con questo impegno che il fab lab Make in Nuoro si presenta al territorio sardo, offrendo spazi, conoscenze e strumentazioni (device elettronici, macchine CNC (computer numerical control) attrezzatura classica per lavori artigianali, macchine utensili per lavorazioni più complesse, etc..) per permettere alle imprese di innovare e implementare i propri processi e prodotti, di fare ricerca, di realizzare manufatti con materiali diversi e con nuove tecnologie, dalla stampa 3D al taglio plotter, dall’incisione alla fresatura, sino all’introduzione all’automazione robotizzata, simulando i processi industriali necessari per il futuro del processo produttivo sardo.

E non a caso l’inaugurazione di Make in Nuoro, si terrà a conclusione di un percorso formativo dedicato alla fabbricazione digitale per le imprese e organizzato in 3 giornate, il 28, 29, 30 giugno, dalle ore 9.00 alle 18.00.

Si tratta di 5 workshop che hanno come obiettivo quello di mostrare le opportunità derivanti dalle nuove tecnologie di fabbricazione digitale e dai nuovi approcci progettuali: dalla lavorazione dei metalli dolci al legno, passando per le molteplici opportunità offerte dalla prototipazione elettronica – IoT (Internet of Things) – a quelle delle innovative stampanti 3D, sino a scoprire i diversi ambiti di intervento della lavorazione ibrida di materiali differenti.

Oltre 50 le imprese che hanno mostrato interesse a partecipare ai workshop iscrivendosi alla call. Una risposta interessante da parte del territorio che guarda incuriosito alle opportunità di formazione e innovazione offerte dalla Camera di Commercio di Nuoro e che è pronto a mettersi in gioco per affiancare ai processi tradizionali, gli inattesi risultati del nuovo dotandosi di nuovi punti di vista.

È questo solo il primo percorso formativo realizzato da Make in Nuoro che si impegna, contestualmente, a promuovere la cultura dell’innovazione sul territorio, stimolando le energie creative attraverso un modello di apprendimento basato sul “fare”. Il tutto, in linea con la natura stessa dei fab lab, puntando sempre alla condivisione, allo scambio dei saperi e delle conoscenze, luogo adatto per incontrare esperti, innovatori e makers, consolidare il rapporto tra innovazione e realtà locali, stimolo per la nascita di nuove imprese e progetti creativi.

Appuntamento, dunque, venerdì 1 luglio alle ore 10:30 per la conferenza stampa e alle ore 12:00 per l’apertura al pubblico e l’inaugurazione del fab lab Make in Nuoro.

(DA: comunicato CCIAA Nuoro-29 Giugno 2016)

CAMERA DI COMMERCIO NU/OG: Qualità e qualificazione filiere del Made in Italy

di , 1 Maggio 2016 15:56

PROGETTO

“Qualità e qualificazione delle filiere del Made in Italy”:

giornata illustrativa 5 maggio 2016

La Camera di Commercio di Nuoro e la sua Azienda Speciale ASPEN hanno aderito al progetto “Qualità e qualificazione delle filiere del Made in Italy”, coordinato da Unioncamere Nazionale. 

Si tratta di un nuovo Servizio attivato dalla Camera di Commercio di Nuoro a supporto delle imprese del territorio ed è rivolto a tutte quelle realtà produttive che vedono nella certificazione volontaria uno strumento strategico per migliorare, valorizzare e differenziare i propri prodotti, servizi e competenze.

Per approfondire ed illustrare il progetto sarà realizzata una giornata illustrativa rivolta alle imprese ed alle Associazioni di categoria che operano nel settore della nautica, dell’edilizia, dell’agroalimentare, per presentare i nuovi strumenti messi a punto dal Sistema camerale a sostegno della crescita, sui mercati nazionali e internazionali, di queste filiere ritenute tra le più strategiche per l’economica locale.

Nel corso della giornata saranno illustrati obiettivi e finalità dei seguenti Schemi di qualificazione:

  • Origin & blue Innovation - settore nautica
  • Edilizia sostenibile - settore edilizia
  •  GreenCare -  settore agroalimentare

ed i vantaggi derivanti dalla loro applicazione sia in termini di miglioramento delle performance aziendali sia come leve di competitività e di marketing a disposizione delle imprese. Nella pagina dedicata sono disponibili le brochure informative di riferimento (http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=269) .

Al termine dell’incontro verranno raccolte le adesioni per la qualificazione delle imprese interessate (un numero limitato di imprese per ogni settore potrà avviare il percorso di qualificazione gratuitamente).

Programma: 5 maggio 2016

 Camera di Commercio di Nuoro

  • Ore 9.15 Registrazione partecipanti
  • Ore 9.30 Inizio lavori I° schema di qualificazione NAUTICA
  • Ore 11.00 Conclusione lavori ed acquisizione candidature alla certificazione
  • Ore 11.30 Registrazione partecipanti
  • Ore 11.45 Inizio lavori II° schema di qualificazione GREEN CARE (agroalimentare)
  • Ore 13.30 Conclusione lavori ed acquisizione candidature alla certificazione
  • Break
  • Ore 15.15 Registrazione partecipanti
  • Ore 15.30 Inizio lavori III° schema di qualificazione EDILIZIA
  • Ore 17.30 Conclusione lavori ed acquisizione candidature alla certificazione

Il nuovo Servizio rientra tra le attività che la Camera di commercio svolge nell’interesse ed a sostegno delle realtà economiche locali.

Per saperne di più contattare:

R. Sau 0784 33717
V. Loi 0784 242507
J. Contieri 0784 242503

http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=269

(DA: comunicato Camera di Commercio NU/OG-29 Aprile 2016)

APAN SARDEGNA: Incontro informativo finanziamenti INAIL per la Sicurezza

di , 28 Febbraio 2016 16:23

Incontro su Sicurezza e

Incentivi alle Imprese col Bando INAIL

3 Marzo 2016 ore 17:00

In Vista dell’apertura del bando ISI 2015 dell’INAIL, previsto dal 1 Marzo 2016, con una disponibilità di € 276.269.986,00, questa Associazione organizza un incontro rivolto alle aziende, e ai tecnici del settore per il giorno 3 Marzo 2016 alle ore 17:00 nella sala Convegni dell’A.P.A.N. Sardegna – Via Manzoni, 28 – Nuoro – 1 Piano.

All’incontro parteciperanno i tecnici dell’INAIL Regionale e Provinciale che illustreranno i diversi aspetti, sotto il profilo amministrativo e tecnico del Bando che, come gli anni precedenti, prevede l’erogazione di finanziamenti a fondo perduto.

Il contributo è pari al 65% dell’investimento per un massimo di € 130.000,00 e viene erogato per interventi diretti a migliorare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

I contributi sono dovuti anche per la rimozione dell’amianto e per la dismissione dei vecchi macchinari non a norma di legge con l’acquisto del nuovo.

Il Direttore:  Gian Franco Seddone

(DA: comunicato Apan Sardegna-26 Febbraio 2016)

LAORE-SUT BARONIA: Incontro Dorgali su finanziamenti imprese agricole

di , 22 Gennaio 2016 12:52

(DA: comunicato Laore sede di Orosei-21 Gennaio 2016)

CAMERA DI COMMERCIO NU/OG: 22 imprese del territorio all’ “Artigiano in Fiera”

di , 18 Dicembre 2015 20:22

22  IMPRESE DEL TERRITORIO

alla XXª Edizione di

“L’Artigiano in Fiera” a Milano

Ventidue imprese artigiane del territorio di Nuoro e dell’Ogliastra in vetrina a “L’Artigiano in Fiera”, che si è tenuta a Milano come da ventennale tradizione, e che quest’anno segue il tema “La bellezza salverà il mondo”.

La partecipazione delle imprese nello spazio espositivo collettivo è stata organizzata dall’ASPEN, Azienda speciale della Camera di commercio di Nuoro. A rappresentare il lavoro delle mani sapienti del centro Sardegna troviamo i maestri dell’artigianato artistico e della tradizione gastronomica: pasta fresca, dolci tipici, formaggio, ma anche miele, torrone, liquori, e l’immancabile pane carasau.

L’Artigiano in Fiera, giunto alla sua XX edizione, ha assunto negli anni una rilevanza crescente, anche strutturalmente: una superficie complessiva di 310.000 metri quadrati, 3.250 stand espositivi, 150.000 prodotti provenienti da 115 Paesi. L’obiettivo dichiarato dagli organizzatori è quello di raggiungere un milione di presenze in questa edizione, cercando di sfruttare la scia del successo di Expo 2015.

L’Artigiano in Fiera quindi, considerando il numero di visitatori, è diventato un appuntamento imperdibile per l’economia e per gli artigiani del territorio: per questo motivo l’Ente camerale, attraverso la sua Azienda Speciale ASPEN, ha deciso di potenziare l’investimento per il 2015, coinvolgendo ventidue imprese rispetto alle dieci dell’edizione precedente.

LA Ge.FI. Spa, ente che gestisce la Fiera, ha riservato per l’Ente camerale nuorese un riconoscimento speciale per fedeltà, contributo e sostegno alla più importante manifestazione nel mondo dedicata al settore artigiano. Il premio è stato consegnato da Antonio Intiglietta, Presidente della Ge.Fi.

(DA comunicato e foto: Camera di Commercio NU/OG-15 Dicembre 2015)

ASCOM-CONFCOMMERCIO NU/OG: 487 milioni di euro l’Abusivismo nel territorio

di , 2 Dicembre 2015 20:02

487 MILIONI DI EURO L’ABUSIVISMO NEL TERRITORIO.

E’ ORA DI AFFRONTARLO CON DETERMINAZIONE:

UN PIANO PER IL CONTRASTO CON UN TAVOLO IN PREFETTURA

Venerdì 26 scorso Confcommercio Sardegna insieme al sistema nazionale ha organizzato la manifestazione LEGALITA’ MI PIACE, dove sono stati divulgati i dati sul fenomeno dell’abusivismo in Sardegna e il “sentiment” che esprimono le imprese a seguito di un indagine fatta su un campione imprese dell’Isola.

Preoccupa la dimensione economica del fenomeno abusivismo e contraffazione, in Sardegna 3 miliardi di euro di cui 487 milioni nella sola provincia di Nuoro, secondo le stime di Confcommercio e CdC & Partners, ovvero il 10% dell’intero PIL provinciale del territorio camerale.

A questo va aggiunta la concorrenza sleale che viene svolta da altre attività economiche che a normativa vigente vengono privilegiate da fiscalità di vantaggio ed al di fuori da regole alle quali sono sottoposte gran parte delle imprese “normali”.

“In fondo voi partecipereste ad una corsa con i piedi legati, mentre i vostri avversari sfrecciano liberi e senza rispettare le regole del gioco? O se preferite come reagireste se ad imbrigliare voi fosse proprio l’arbitro della gara che mette le ali ai vostri concorrenti? Questo è quello che provano molti imprenditori, sottolinea Gian Luca Deriu direttore della Confcommercio Nuoro Ogliastra, che sotto sottoposte a regole restrittive ed altri per niente favoriti da un sistema legislativo bislacco o che non vengono assolutamente contrastati?”

Un fenomeno che è ulteriormente cresciuto durante questo perdurare della crisi economica e che sta penalizzando le imprese che regolarmente esercitano e si trovano a pagare due svantaggi in uno. Il primo è quello di dover spendere somme enormi per adempimenti che altri non rispettano, il secondo è dover pagare (e talvolta chiudere) per la concorrenza sleale degli abusivi.

Ecco un elenco di settori dove si riscontra maggiormente la presenza di fenomeni di abusivismo, contraffazione e concorrenza sleale:

  • Abbigliamento;
  • Panificazione;
  • Sagre Fiere e Mercatini;
  • Mercatini Antiquariato
  • Guide Turistiche
  • Attività di somministrazione, ristorazione.
  • Macellazione Clandestina
  • Intermediazione Immobiliare
  • Home Restaurant

Entra in gioco anche il ruolo della “sharing economy”, ovvero quelle attività dove chi vuole condivide qualcosa con altri. I casi più eclatanti sono il condividere appartamenti e gli home restaurant. Un evasione fiscale alla luce del sole dove non occorre fare alcuna delazione, infatti basta andare in noti siti internet per trovare nomi e cognomi di chi affitta in nero o prepara pasti nel tinello di casa propria a prezzi di grande ristorante. In un normale giorno di fine agosto su un noto sito che affittava camere (in nero) nella sola zona di Nuoro e dintorni erano disponibili 116 offerte di camere e appartamenti.

“Un discorso a parte merita la città di Nuoro diventata terra di conquista e senza controlli. Da anni denunciamo il fenomeno ma oramai gli abusivi occupano marciapiedi e persino la corsia di accelerazione di una importante arteria stradale all’uscita della città e nessuno fa niente”. Dice sempre Gian Luca Deriu.

“Abbiamo appena scritto al Prefetto proponendo un tavolo permanente da Lui coordinato al quale siedano oltre le associazioni di categoria coinvolte nel fenomeno le associazioni dei consumatori, la Camera di Commercio, i sindaci, la ASL e naturalmente le forze dell’ordine che operano con grande volontà nel contrasto di questi fenomeni.” Dice Agostino Cicalò presidente della Confcommercio Nuoro Ogliastra.

Dobbiamo dare gambe ai protocolli che abbiamo firmato nel corso del tempo e che devono essere resi operativi, Occorre pianificare delle azioni mirate che vadano a colpire gli abusivi settore per settore, consentendo uno stretto raccordo con le forze dell’ordine e consentendo di fare segnalazioni anche in forma anonima attraverso le associazioni imprenditoriali.

Non possiamo più aspettare ne va della sopravvivenza delle imprese “vere” del territorio e della tutela del consumatore finale.

(DA: comunicato integrale e foto Ascom Confcommercio NU/OG-28 Novembre 2015)

APAN SARDEGNA: Seminario su Certificazione di Qualità ISO 9001 del Settore Edlie e Agroalimentare

di , 18 Novembre 2015 22:23

SEMINARIO

CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ ISO 9001

DEL SETTORE EDILE E AGROALIMENTARE

organizzato dall’’A.P.A.N. Sardegna, in collaborazione con

RINA Services S.p.a. e della Società Cattina Consulting S.n.c.

A.P.A.N. Sardegna

Associazione Piccole e Medie Aziende

Sede Regionale: Via Manzoni, 28 – 08100 – Nuoro

Giovedì 19 Novembre 2015 – ore 17:00 – Nuoro, Via Manzoni, 28

Tel. 0784/2518090784/231280

E-mail: apan.segreteria@tiscali.itinfo@apansardegna.it

(DA: comunicato Apan Sardegna-Nuoro-17 Novembre 20115)

Assemblea Confindustria Nuoro-70°anniversario: Relazione del presidente Bornioli

di , 15 Ottobre 2015 18:55

Assemblea Confindustria Nuoro

- Relazione del presidente Bornioli-

Di seguito e in allegato i passaggi più significativi della relazione del presidente Bornioli all’assemblea di Confindustria Sardegna Centrale svolta stamattina a Nuoro.

Nota stampa del presidente Roberto Bornioli

Nuoro, 12 ottobre 2015

Confindustria festeggia i settant’anni con il presidente Squinzi a Nuoro

Durante l’Assemblea consegnato a Pigliaru un documento con le proposte

«Il nostro è un territorio che ha un disperato bisogno di un rilancio. Da questa urgenza e consapevolezza, è nato il tema centrale dell’Assemblea di quest’anno. “Un disperato bisogno di crescere”: il titolo che abbiamo scelto riprende una dichiarazione del presidente Squinzi che a giugno scorso, in occasione del convegno dei GI di Confindustria, a Santa Margherita Ligure ha lanciato un forte appello per la crescita e per le imprese».

Così il presidente Roberto Bornioli ha aperto l’assemblea pubblica di Confindustria a Nuoro, svolta stamattina all’auditorium del museo del Costume alla presenza del presidente nazionale di Confindustria Giorgio Squinzi e del presidente della Regione Francesco Pigliaru. Ad aprire i lavori, sono stati il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu, e il presidente di Confindustria Sardegna, Alberto Scanu.

Da sinistra: Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Sardegna- Roberto Bornioli, Presidente di Confindustria Sardegna Centrale-Giorgio Squinzi, Presidente nazionale Confindustria

«Proprio le imprese sono al centro delle nostre preoccupazioni. Le imprese sono sole, stremate dalla recessione, spesso paralizzate dalla burocrazia, tartassate dalle tasse. Questa “solitudine delle imprese” incide fortemente sulla loro fiducia e sulla volontà di resistere. Attenzione, non vogliamo certamente portare avanti piagnistei e lamentazioni. Nonostante le forti difficoltà, nel territorio non mancano aziende e settori produttivi di livello, dal marmo di Orosei al metalmeccanico all’agroalimentare. Abbiamo aziende che investono nell’innovazione e nell’export e pur nelle difficoltà creano ricchezza e occupazione. Occorre però che le aziende siano messe nelle condizioni di stare sul mercato e di competere ad armi pari. Per questo oggi abbiamo presentato al presidente Pigliaru le nostre proposte per tornare a crescere e rilanciare l’economia, le imprese e il territorio, perché senza imprese non ci può essere crescita sostenibile», ha sottolineato il presidente Roberto Bornioli nel corso della sua relazione.

Queste le proposte del presidente di Confindustria Sardegna Centrale:

«Su queste proposte ci piacerebbe poterci confrontare con la Giunta e sapere cosa ne pensa. 1) fiscalità di vantaggio: La pressione fiscale sulle imprese è insostenibile. Per dare sollievo alle aziende e compensare il divario, proponiamo la fiscalità di vantaggio per la Sardegna Centrale sul modello Sulcis. E chiediamo che la Giunta ripristini il taglio dell’irap per le imprese sarde, ridotto durante la Finanziaria regionale 2015; 2) manifatturiero e politiche industriali: nel dossier consegnato a Pigliaru sul settore industriale nella Sardegna centrale, abbiamo messo in evidenza le criticità ma anche le nostre proposte per superarle. Ci riferiamo ai comparti del marmo, agroalimentare, chimica-energia, gomma cemento, metalmeccanico. Attenzione, si tratta di settori caratterizzati da rilevanti vantaggi comparati, e di aziende che vogliono fare investimenti importanti. Non chiediamo soldi, ma infrastrutture di base, tempi certi per le istruttorie relative agli incentivi e per le autorizzazioni ambientali, attenzione e sostegno politico. Inoltre è importante fare presto per rendere immediatamente disponibile il metano, la cui assenza pesa fortemente sulla competitività delle imprese. Nel frattempo è importante che la Regione faccia pressing sul Governo per ottenere la proroga dei regimi di superinterrompibilità ed essenzialità; 4) Piano infrastrutture Bene ha fatto la Giunta Regionale ad attivare un mutuo di 700 milioni di euro per la realizzazione di infrastrutture, utile anche per far ripartire l’economia. Noi chiediamo però che la Regione, eseguito un monitoraggio sulla situazione infrastrutturale del Nuorese, realizzi velocemente un Piano Infrastrutture specifico per il nostro territorio, stabilendo le priorità (a partire dalla banda larga), e stanziando poi le risorse necessarie. Per l’Ogliastra chiediamo un impegno straordinario affinché i 280 milioni di euro da anni stanziati vengano spesi e le infrastrutture realizzate. 5) Edilizia: piano casa e alberghi Dal 2008 il comparto edile ha perso un terzo della forza lavoro, 22mila addetti, di cui ben 6mila nel primo semestre del 2015. Chiediamo pertanto di rivedere le norme in materia urbanistica ed edilizia. Con il vecchio Piano casa infatti si era dato ossigeno al settore. Proponiamo inoltre di rendere meno rigidi i vincoli sull’ampliamento delle strutture ricettive nella fascia 0-300 metri. 6) Zone interne: Gli interventi previsti dalla Regione per le zone interne, in linea con le strategie europea e nazionale, e come enunciato anche nel Documento Programmazione Unitaria per la spendita dei fondi UE, nonché nel Piano Regionale Sviluppo, siano realmente realizzati. Per esempio, i progetti del trenino verde e quello pilota della Barbagia Mandrolisai. Inoltre proponiamo che la Regione attui anche concrete politiche di decentramento e di riequilibrio territoriale. A tal fine chiediamo l’apertura della scuola forestale a Nuoro, ma anche il trasferimento dell’Ente Foreste e dell’Assessorato Regionale Ambiente. 7) Progetti rilancio Nuoro e Ogliastra Dopo l’importante lavoro di progettazione e di condivisione portato avanti dalle forze del Territorio e della Regione, chiediamo che si arrivi immediatamente a conclusione, definendo anzitutto le specifiche scelte progettuali. La Regione deve quantificare l’entità delle risorse straordinarie assegnate al Territorio, che devono essere congrue. Obiettivo primario è arrivare velocemente alla firma dei due Accordi di programma con la Regione».

«Com’è chiaro non è nostra intenzione lamentarci ma fare proposte concrete e costruttive. L’obiettivo fondamentale è far ripartire le imprese, mettendole nelle condizioni di stare sul mercato e di competere ad armi pari. Perché abbiamo un disperato bisogno di crescere e vogliamo contribuire al rilancio».

(DA: comunicato Confindustria Sardegna Centrale-12 ottobre 2015)

ASCOM-CONFCOMMERCIO NU/OG: Firmato importante accordo sindacale

di , 30 Giugno 2015 22:18

Confcommercio Nuoro Ogliastra:

IMPORTANTE ACCORDO PER ASSUNZIONI

Firmato Accordo con i Sindacati per la deroga nelle assunzioni a tempo determinato nelle zone costiere.

A seguito della firma del nuovo contratto nazionale di lavoro del Terziario, Distribuzione e Servizi, tra Confcommercio e CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILTucs, le stessa sigle a livello locale hanno firmato un importante accordo valido per i comuni costieri delle Province di Nuoro e Ogliastra (la vecchia provincia di Nuoro).

In particolare preso atto che in determinate località a prevalente vocazione turistica le aziende che applicano il ccnl del Terziario Distribuzione e Servizi, pur non esercitando attività a carattere stagionale necessitano di gestire picchi di lavoro intensificati in determinati periodi dell’anno e concordano che i contratti a tempo determinato conclusi per gestire detti picchi di lavoro siano riconducibili a ragioni di stagionalità, ovvero in periodi dell’anno legati a particolari eventi, manifestazioni, festività. Vengono di fatto eliminati tutti i vincoli quantitativi a questo tipo di assunzioni.

Queste deroghe possono essere applicate

nelle località a prevalente vocazione turistica del il territorio ovvero nei comuni di San Teodoro, Budoni, Posada, Siniscola, Orosei, Dorgali, Baunei, Lotzorai, Girasole, Tortolì, Barisardo, Cardedu, Tertenia, Bosa, Magomadas.

Il Datore di Lavoro che intende usufruire dei benefici dell’accordo, dovrà riportare nel singolo contratto di assunzione i riferimenti dell’accordo sindacale territoriale e detenerne copia conforme.

Questo significa che un negozio di abbigliamento, oppure un market, situato in uno dei comuni individuati nell’accordo, potrà, in virtù della stagionalità assumere personale a tempo determinato senza limiti per far fronte a dei picchi di domanda evitando così sanzioni e soprattutto dando una mano all’occupazione.

Naturale la soddisfazione da parte della Confcommercio e dei sindacati CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILTucs che, per il secondo anno consecutivo, mettono a disposizione delle imprese un importante strumento di flessibilità.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio Nu/Og-29 Giugno 2015)

ASCOM-CONFCOMMERCIO NUORO/OGLIASTRA: Piano per il territorio sulla formazione delle Imprese

di , 23 Giugno 2015 20:11

Nella mattina di oggi 23 Giugno si è tenuta

una conferenza stampa e le slide con i contenuti

sul Piano per la Formazione delle imprese del Nuorese:

Investimento di 240 mila euro

Un investimento importante per la formazione del nuorese 240 mila euro, grazie a due bandi vinti dalla Confcommercio Nuoro Ogliastra sul Fondo Interprofessionale ForTe, e la collaborazione dell’Ente Bilaterale del Terziario NU OG ed i sindacati CGIL Filcams, CISL Fisascat e UILtucs. Un gioco di squadra tra Confcommercio, Sindacati ed Imprese che consentirà questo importante investimento sul territorio ed in particolare:

  • 240 mila euro di investimento da effettuarsi nel territorio della CCIAA di Nuoro o vecchia provincia di Nuoro;
  • 1.200 ore di formazione programmate;
  • 110 imprese coinvolte nella fase iniziale, tutte piccole imprese;
  • 45 corsi di formazione gratuita;
  • 950 lavoratori e imprenditori frequenteranno i corsi.

Questi numeri sono stati presentati in conferenza stampa alla presenza di Agostino Cicalò Presidente della Confcommercio Nuoro Ogliastra, Salvatore Pinna Segretario CGIL Nuoro e Presidente Ebiter Nuoro Ogliastra, Michele Fele Segretario CISL Nuoro Ogliastra, Cristiano Ardau Segretario UIL Tucs Sardegna.

“I fondi arrivano grazie al Fondo Interprofessionale FOR.TE che attraverso dei bandi a livello nazionale stanzia delle importanti risorse che poi vengono aggiudicate ai progetti formativi più interessanti per innovatività e grado di coinvolgimento delle imprese e dei lavoratori. Il nostro è stato giudicato un piano eccellente.” Ha affermato Agostino Cicalò presidente della Confcommercio

Salvatore Pinna in qualità di presidente Ente Bilaterale enfatizza “come sia importante il ruolo della cooperazione tra sistema delle imprese e sindacati che trova sintesi nono solo nell’ente bilaterale, ma nella capacità di portare avanti progetti che portano soldi dall’esterno per il bene dei lavoratori e delle Imprese.”

“Una luce nel buio”, così ha definito Michele Fele, Segretario della Cisl, “il progetto vinto è una buona notizia per il territorio che dimostra di avere teste capaci di fare progetti che a livello nazionale vincono. Quindi un vento di ottimismo che da merito a tutti che in fondo si può riuscire dal questa crisi.”

Ha espresso la sua soddisfazione Cristiano Arda, Segretario Regionale della UIL Tucs evidenziando come “il progetto parta da un analisi attenta dei fabbisogni formativi delle imprese ed i lavoratori seguendo un metodo che va poi ad identificare i profili professionali più idonei ai quali fare la formazione. Ora sta alle imprese ed ai lavoratori cogliere questa opportunità per aumentare le competenze ed essere capaci di leggere il cambiamento.”

“Non siamo andati ne da Pigliaru, ne ad alcun assessore ne tantomeno alla Camera di Commercio con la mano tesa a chiedere dei fondi per le imprese, ma ci siamo rimboccati le maniche insieme e fatto un progetto che è stato riconosciuto eccellente per il territorio e quindi abbiamo vinto una competizione dura ed importante in nome del territorio e per il territorio; in fondo la notizia del padrone che morde il cane è proprio questa.”

Così ha chiuso la conferenza stampa Gian Luca Deriu

direttore della Confcommercio Nuoro Ogliastra.

(DA: comunicato Ascom-Confcommercio NU/OG-23 Giugno 2015)

CAMERA DI COMMERCIO NU/OG: domande per “Contributi a sostegno delle aggregazioni tra imprese”

di , 28 Maggio 2015 19:41

 ”NELLA FORMA DEL “CONTRATTO DI RETE”

SCADENZA 8 giugno

è stato prorogato il termine di scadenza per l’inoltro delle domande di partecipazione al BANDO DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE NELLA FORMA DEL “CONTRATTO DI RETE”, stabilendo come termine ultimo per la presentazione delle domande il 08/06/2015.

Tutte le info qui>>>http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=235

(DA: comunicato C.C.I.A Nuoro-28 Maggio 2015)

COMUNE DI NUORO: finanziamenti POIC (Piani Operativi per l’Imprenditorialità Comunale)

di , 18 Maggio 2015 12:38

La Giunta Regionale Sarda, dopo aver finanziato la prima stagione dei finanziamenti POIC (Piani Operativi per l’Imprenditorialità Comunale),

assegnando al Comune di Nuoro una dotazione di 1 milione di euro, per la concessione di prestiti a tasso zero, da rimborsare in cinque anni, con un importo variabile dai 15.000 ai 50.000 euro per singola impresa, ha deciso di riaprire la fase 1 del POIC ai Comuni con popolazione superiore ai 20.000 abitanti, incrementando la dotazione finanziaria di ulteriori 9 milioni di euro.

Nello scorso mese di Aprile l’Assessorato Regionale al Lavoro ha approvato la manifestazione d’interesse del Comune di Nuoro che estende i benefici del POIC a tutto il territorio comunale, compresa l’area industriale e il borgo di Lollove.

Sono finanziabili

  • le attività manifatturiere;
  • il Commercio all’ingrosso e al dettagli;
  • le Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione.

A partire dal 22.05.2015 e fino al 22.06.2015, i soggetti interessati potranno registrarsi al sistema e presentare le domande di accesso al Fondo sul sito http://www.sfirs.it

Per favorire la partecipazione delle imprese nuoresi il Comune di Nuoro assicurerà una adeguata informazione e animazione, attivando uno sportello informativo POIC presso il Centro Servizi Europa di Via Manzoni, 83 ed organizzando prossimamente una giornata informativa in collaborazione con le associazioni di categoria interessate.

Soddisfazione è stata espressa dall’Amministrazione comunale.

Gli Uffici hanno lavorato tempestivamente per questo importante risultato e la nuova disponibilità finanziaria per i prestiti a tasso zero del POIC sono un segno tangibile della continua attenzione della Amministrazione Comunale a sostegno delle imprese dell’area industriale e degli operatori commerciali operanti in città.

Per quanto attiene alle tipologie delle attività finanziabili, abbiamo accettato la proposta della Regione Sardegna, convinti di poter rivitalizzare la rete degli operatori commerciali e del manifatturiero e aumentare la ricettività turistica della città”.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-15 Maggio 2015)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: Bandi per contributi alle Imprese

di , 5 Maggio 2015 13:04

Due importanti bandi di contributi alle imprese,

-BANDO PER L’ORGANIZZAZIONE

DI INIZIATIVE PROMOZIONALI

– ANNUALITA’ 2015

(tutte le informazioni qui:

http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=243 )

-BANDO PER LA PARTECIPAZIONE

A FIERE E MOSTRE

– ANNUALITA’ 2015

(tutte le informazioni qui:

http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=244)

(DA: comunicato Camera di Commercio Nuoro-28 Aprile 2015)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: Successo dell’incontro per il “Digital Day- Fatturazione elettronica”

di , 10 Marzo 2015 19:42

Digital Day- Fatturazione elettronica

Dal 31 marzo prossimo scatta l’obbligo di fatturazione elettronica per le imprese che forniscono beni e servizi alla pubblica amministrazione.

Si tratta di un obbligo di legge che cambierà radicalmente – e in meglio – i rapporti tra Pa e fornitori, consentendo al sistema Paese di crescere in consapevolezza e controllo della spesa pubblica e alle piccole e medie imprese di scoprire l’efficienza del digitale, la semplicità della procedura e di risparmiare una cifra media annua che l’Agenzia per l’Italia Digitale stima in circa 500 euro.

Per presentare agli operatori economici questa innovazione, i 110 Digital Champions italiani insieme alle Camere di commercio hanno incontrato oggi la comunità economica locale, in un evento informativo che si svolge contemporaneamente nella maggior parte delle strutture camerali italiane, sedi ideali per l’incontro tra una pubblica amministrazione, che dell’utilizzo delle nuove tecnologie e della semplificazione ha fatto una delle principali linee di azione, e il sistema produttivo.

La Camera di Commercio di Nuoro ha organizzato tre diversi momenti informativi durante la giornata: due appuntamenti durante la mattina dedicati alle Pubbliche Amministrazioni e uno nel pomeriggio rivolto invece alle imprese, alle Associazioni di Categoria e ai liberi professionisti.

Ottimi i risultati : hanno partecipato 80 rappresentanti delle Pubbliche amministrazioni (molti comuni del territorio, ma anche Province, ordini professionali ecc) e 160 tra imprese, associazioni di categoria, cooperative ecc.

L’incontro ha rappresentato l’occasione per far meglio conoscere il servizio di fatturazione elettronica espressamente dedicato alle piccole e medie imprese iscritte alle Camere di commercio che abbiano rapporti di fornitura con le Pubbliche Amministrazioni. Si tratta di una applicazione estremamente semplice e totalmente gratuita, accessibile dal sito della Camera di commercio, messa a disposizione dal sistema camerale, in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Unioncamere e Infocamere.

Al servizio si accede previo riconoscimento del titolare dell’impresa tramite la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), strumento introdotto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) per l’accesso telematico ai servizi della PA, consentendo la compilazione del documento contabile, l’individuazione della PA destinataria, la firma digitale, l’invio e relativa conservazione a norma.

La Fatturazione Elettronica?

Per fatturazione elettronica si intende la possibilità di emettere e conservare le fatture nel solo formato digitale, così come viene indicato nella Direttiva UE n. 115 del 20 dicembre 2001 e introdotta in Italia dal Decreto Legislativo di recepimento del 20 febbraio 2004 n. 52 e dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23 gennaio che stabilisce le “Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto”.

La Finanziaria del 2008 impone che ogni fattura destinata alle PA debba essere emessa in formato elettronico in modo da poter transitare per il Sistema di Interscambio nazionale, istituito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e gestito da Sogei S.p.A. (come stabilito dal Decreto del 7 Marzo 2008), attraverso il quale transitano i flussi di documenti contabili tra i fornitori e le Pubbliche Amministrazioni e permette un’importante attività di monitoraggio e controllo delle finanze pubbliche anche per rendere più efficienti i tempi di pagamento della Pubblica Amministrazione.

Il nuovo standard elettronico è regolamentato dal Decreto interministeriale del 3 aprile 2013 numero 55, che oltre a stabilire le regole in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica, ha fissato al 6 giugno 2014 la data di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica verso i Ministeri, le Agenzie fiscali e gli Enti previdenziali;

il Decreto Irpef 2014 ha successivamente fissato al 31 marzo 2015 la scadenza per tutte le altre Pubbliche Amministrazioni, tra cui anche le Camere di Commercio.

(DA: comunicato Camera di Commercio Nuoro-9 Marzo 2015)

CONFINDUSTRIA SARDEGNA CENTRALE: a Siniscola domani 27 febbraio Convegno “Fare impresa a Siniscola e in Baronia”

di , 26 Febbraio 2015 23:51

Che fine hanno fatto i soldi per le

aree di crisi del Nuorese. Se ne parla al:

CONVEGNO DI CONFINDUSTRIA

“Fare impresa a Siniscola e in Baronia”

 Venerdì 27 Febbraio 2015-ore 9,00

c/o Liceo Michelangelo Pira

SINISCOLA

Domani 27 febbraio a Siniscola, Confindustria Sardegna Centrale promuove il convegno “Fare impresa a Siniscola e in Baronia. Opportunità e prospettive per lo sviluppo del territorio”.

L’appuntamento è alle 9,00 alla sala conferenze del liceo scientifico Pira.

Si parlerà del ruolo delle imprese e dell’industria nell’economia di un territorio che – seppur segnato dalla crisi – ha tante potenzialità e risorse per ripartire.

Tra i temi al centro del confronto anche lo sviluppo della zona industriale, l’area di crisi di Siniscola, il porto della Caletta, il parco di Tepilora e le prospettive di rilancio legate al Piano del Nuorese avviato dalla Regione.

Al convegno parteciperanno come relatori:

l’Assessore regionale all’Industria Maria Grazia Piras, il giornalista Giacomo Mameli, il consigliere regionale e sindaco di Dorgali Angelo Carta, i sindaci di Siniscola Rocco Celentano e di Posada Roberto Tola, e il presidente dell’Associazione Roberto Bornioli.

Insieme ad alcuni imprenditori del territorio, interverranno Mirko Murgia, presidente di Confapi Sardegna Nuoro-Ogliastra, Maria Carmela Folchetti, presidente di Confartigianato Sardegna.

(DA: comunicato Confindustria Sardegna Centrale-26 Febbraio 2015)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: Percorso formativo “La programmazione Comunitaria 2014-2020

di , 17 Gennaio 2015 10:54

26, 27 E 28 GENNAIO

“LE NUOVE OPPORTUNITÀ PER

RICERCA, SVILUPPO E ENERGIA”.

La Camera di Nuoro organizza nell’ambito dell’Accordo Mise – Unioncamere, Fondo di Perequazione 2012 un percorso formativo dal titolo “La programmazione comunitaria 2014-2020: le nuove opportunità per ricerca, sviluppo e energia”.

L’importanza crescente della programmazione comunitaria nelle politiche di sviluppo locale, sia in termini di risorse disponibili che di opportunità tematiche, può rappresentare un elemento propulsore per portare imprese, nonché enti, associazioni e stakeholder territoriali, ad acquisire competenze funzionali alla partecipazione a bandi regionali, nazionali ed europei, in riferimento a diversi obiettivi di crescita e sviluppo tra cui l’ innovazione.

Il corso si propone di creare presso i destinatari nozioni specifiche sulle diverse opportunità di finanziamento comunitario e sull’europrogettazione, collocando l’esercizio teorico/espositivo in un ambito di applicazione concreto.

-A chi si rivolge il percorso?

Il percorso si rivolge a diverse tipologie di soggetti:

  • Imprese beneficiarie di contributi e finanziamenti erogati dalla Camera di commercio in materia di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico e, soprattutto, alla imprese beneficiarie dei voucher a valere sull’avviso “ Banda larga, innovazione e risparmio energetico per la crescita del sistema produttivo locale “
  • Funzionari della Camera di Commercio, delle associazioni di categoria, della pubblica amministrazione locale, del mondo della università e della ricerca.

Organizzazione del Percorso

Lunedi 26 gennaio

Ore 14 – 16.30

Ricerca Sviluppo Innovazione Risparmio Energetico – Quadro introduttivo sulle fonti di finanziamento e sulle norme comunitarie in materia di aiuti

Martedi 27 gennaio

Ore 9-12.30

Opportunità nazionali e regionali – Le agevolazioni a valere sui Fondi strutturali (nuova programmazione) e il Fondo crescita sostenibile: stato dell’arte, bandi e iniziative future

Ore 14 – 16.30

Opportunità comunitarie – Inquadramento generale e stato dell’arte dei nuovi programmi europei a gestione diretta: regole di partecipazione e presentazione dei progetti, temi di ricerca, criteri di eligibilità, tipologie di azione

Mercoledi 28 gennaio

Ore 9-12.30

Laboratorio su bandi e documenti – Come ricercare e come leggere i bandi

La partecipazione al percorso è totalmente gratuita previa iscrizione entro il termine del 22 gennaio da inviare via email all’indirizzo promozione@nu.camcom.it

Per informazioni e prenotazioni

Referente: Valeria Loi

Indirizzo: Via Papandrea, 8 – 08100 Nuoro

Telefono: 0784242507 – Fax: 078430142

Email: promozione@nu.camcom.it

(DA: comunicato Camera di Commercio NU/OG-15 Gennaio 2015)

CAMERA DI COMMERCIO-NUORO: seminario Università Cattolica/CCIAA Nuoro

di , 8 Ottobre 2014 19:17

“Imprese, Pubblica Amministrazione e Mercato del Lavoro”

presso la sede del Museo Tribu di Nuoro

Venerdì 10 Ottobre 2014

L’Università Cattolica di Piacenza, in collaborazione con la Camera di Commercio di Nuoro, organizza il prossimo venerdì 10 Ottobre 2014 presso la sede del Museo Tribu di Nuoro, il seminario  “Imprese, Pubblica Amministrazione e Mercato del Lavoro”

L’Università Cattolica, sede di Piacenza, ha tenuto negli ultimi tre anni, su incarico della Regione Autonoma della Sardegna, due edizioni del Master Universitario sullo Sviluppo Turistico (MUST), nelle sedi di Cagliari, Sassari e Nuoro, nonché una edizione del Master Universitario in Amministrazione e Territorio (MUAT) nella sede di Cagliari.

Complessivamente, 100 studenti hanno conseguito il titolo rilasciato nell’ambito del Master in Sviluppo turistico e 24 nel Master in Amministrazione e Territorio.

L’incontro che si terrà il prossimo 10 ottobre promuovere sarà un vero e proprio seminario a più voci, con la partecipazione di docenti del Master, ma soprattutto di rappresentanti delle istituzioni, imprenditori, operatori economici e territoriali, che si configuri come un confronto sul rapporto tra amministrazioni e imprese perché anche in Sardegna il mercato del lavoro possa riprendersi.

Il seminario puo’ costituire il luogo nel quale rappresentanti significativi del mondo delle imprese e delle istituzioni si confrontino per individuare e incoraggiare i percorsi dei diplomati nei Master MUAT e MUST nel mondo del lavoro e affinché sia dato da ciascuno il proprio contributo personale alla ripresa dell’economia della Regione Sardegna.

Per maggiori informazioni:

http://www.nu.camcom.it/news/dettaglinews.asp?id=896

(DA: comunicato Camera d Commercio Nuoro-7 Ottobre 2014)

CONFINDUSTRIA-NUORO: Sardegna Centrale, grave crisi economica, demografica e sociale

di , 30 Settembre 2014 19:10

 

EFETTO CLESSIDRA“ 

Non c’è più tempo,

via al piano di rinascita!


“Da oltre due anni Confindustria ha denunciato in tutti i modi possibili, e quasi in solitudine, le conseguenze devastanti prodotte sulla Sardegna Centrale e sulle sue zone interne da una serie di criticità che si sovrappongono alla gravissima crisi economica.

Effetto clessidra, spopolamento, degrado infrastrutturale, solitudine delle imprese, pericoli derivanti dalle riforme in atto. Temi che abbiamo evidenziato con insistenza in numerosi convegni, conferenze stampa, interventi sui media, dossier, dibattiti pubblici, incontri con istituzioni e politici. Nuoro è la 5° provincia italiana più colpita dalla crisi.

A fronte di ciò: 

1) Stato e Regione hanno smesso di programmare interventi a favore della Sardegna Centrale e continuano a concentrare risorse e attenzioni solo verso i poli forti a nord e a sud dell’isola. È “l’effetto clessidra”: i piani di sviluppo, gli investimenti, le infrastrutture, i fondi europei vengono indirizzati prevalentemente verso poche aree regionali, lasciando agli altri territori solo le briciole. 

2) Le principali aree industriali e le aree PIP sono in un pietoso stato di degrado e incuria, prive spesso di infrastrutture e servizi essenziali. Manca il metano, a volte l’acqua e internet veloce. Strade, illuminazione, linee telefoniche e depuratori sono carenti.

Fatto 100 l’indice infrastrutture Italia, quello regionale vale 50, quello provinciale invece solo 20. 

3) Le imprese sono sole, stremate dalla recessione, paralizzate dalla burocrazia, tartassate dalle tasse, prive di infrastrutture e servizi, rese non competitive da elevati costi di energia e trasporti. Spesso nessuno le ascolta. Questa “solitudine delle imprese” incide fortemente sulla loro fiducia e sulla volontà di “resistere”. 

4) Nelle nostre zone interne, è in atto un costante processo di spopolamento, anche in termini di imprese: si stima che al 2020 il reddito delle famiglie calerà del 15% e già oggi il 70% delle imprese è insediato sulle coste. Nel 2013, in provincia di Nuoro il tasso di disoccupazione reale si attesta al 25%, quella giovanile supera il 50%. La crisi dunque non è solo economica ma anche demografica e sociale. 

5) Stato e Regione hanno in itinere pericolosi processi di riforma che comportano un irreversibile smantellamento della pubblica amministrazione e di servizi essenziali per imprese e cittadini. I tagli lineari colpiscono scuola, sanità, uffici pubblici e forze dell’ordine. A Nuoro, che perderà la Provincia, sono a rischio Prefettura, CCIAA, Questura, Tribunale e altri servizi.

Sono in forte pericolo molti presidi culturali, dall’Università all’Ailun, dal Man al museo Nivola all’ISRE, dal Trenino Verde alla Fiera del Libro a Macomer. 

6) Per effetto della crisi dell’apparato produttivo, dello smantellamento di quello pubblico e dell’effetto clessidra, i principali centri della Sardegna Centrale, Nuoro, Macomer e Siniscola, hanno perso centralità e sembrano avviati verso un inesorabile declino. 

In gioco c’è il futuro di questo Territorio che necessita di un immediato cambio di rotta e di interventi concreti. Come Confindustria, abbiamo predisposto – insieme ai Comuni, alla Provincia, ai sindacati e alle altre associazioni di categoria – un Progetto di rilancio. Perché non c’è più tempo: o si agisce subito o l’emergenza diventerà cronica.

Il Territorio unito attende la convocazione dell’incontro, chiesto ad agosto al presidente Pigliaru che abbiamo chiamato qui a Nuoro per aprire un Tavolo di confronto con la Regione.”

Il Presidente:

Roberto Bornioli

(DA: comunicato Presidente Confindustria Sardegna Centrale-30 settembre 2014)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: realizzato il portale “Cuore della Sardegna”

di , 18 Settembre 2014 19:38

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Nuoro, in collaborazione con Confcommercio, Lega Coop, CNA, Confesercenti, Confcooperative, Confapi, Coldiretti e Confindustria, ha realizzato il portale denominato www.cuoredellasardegna.it con l’obiettivo di promuovere il territorio e le sue attività. 

Tutte le imprese (commercio, artigianato, ricettività, agroalimentare, servizi turistici, servizi culturali) della CCIAA di Nuoro potranno pubblicare le informazioni sulla propria attività in modo autonomo e gratuito, così da ottenere visibilità in tutte le manifestazioni del territorio, ad iniziare proprio da Autunno in Barbagia. 

I passi per registrare la propria impresa nel portale sono semplici: 

  1.  Vai su www.cuoredellasardegna.it, 

  2.  Accedi alla pagina “operatori”, 

  3.  Registrati e attendi la mail di conferma.

(DA: comunicato Camera di Commercio di Nuoro)

CONFINDUSTRIA SARDEGNA CENTRALE: Le reti di impresa sono una grande opportunità per l’export e l’agroalimentare.

di , 20 Agosto 2014 12:02

La rete MANNA punta a nuovi mercati

in Gran Bretagna, Germania e Polonia

Quì di seguito il comunicato del presidente Roberto Bornioli sulle opportunità derivanti dalle aggregazioni tra imprese e l’esperienza della rete MANNA GustoSardegna.

TESTO INTEGRALE

“Al via il Piano export della rete MANNA GustoSardegna, l’aggregazione nata all’interno di Confindustria Sardegna Centrale e che dal marzo 2013 riunisce otto imprese d’eccellenza dell’agroalimentare tipico sardo, con un fatturato complessivo di 40 milioni di euro all’anno e 140 addetti. A poco più di un anno dalla nascita, la rete MANNA è pronta a sbarcare in Gran Bretagna, in Germania e in Polonia.

Tre mercati europei che registrano interessanti margini di crescita soprattutto nel settore agroalimentare, in particolare per le specialità regionali, la cucina etnica e i prodotti tipici e di qualità come quelli sardi. Il costo complessivo dell’investimento è di 300mila euro, necessari per finanziare attività di marketing, promozione, logistica e altre attività di supporto.

L’export è una grande opportunità che offre alle aziende interessanti margini di crescita. In Sardegna però c’è ancora molto da fare sul fronte delle aggregazioni: i dati sulla diffusione delle reti sono infatti ancora molto bassi. La nostra isola è all’undicesimo posto in Italia per diffusione di reti d’impresa (con 183 aziende coinvolte) ma vanta un primato positivo per le imprese dell’agroalimentare: sono ben 94 le aziende che in questo settore si sono aggregate. Perché non sempre “piccolo è bello” ma bisogna crescere e fare squadra così da poter anche migliorare le performance già significative del settore agroalimentare che nelle province di Nuoro e Ogliastra conta 524 imprese attive, più di 1700 addetti e un giro d’affari per l’export pari a 25 milioni di euro, il 21% dell’export provinciale (dati Uniocamere 2012).

Internazionalizzare non è un’operazione semplice. Richiede preparazione, competenze diversificate e professionalità. Bisogna studiare il mercato, analizzare i concorrenti e imparare a conoscere la catena della distribuzione e i fabbisogni dei nuovi consumatori. Per questo è necessario unire le forze e lavorare all’interno di una rete, ottimizzando i risultati e sfruttando le economie di scale, come hanno deciso di fare le otto aziende associate in MANNA GustoSardegna. Perché non è sufficiente che il prodotto sia buono e rispetti le norme alimentari – spesso rigide e complicate – del Paese di destinazione. Occorre lavorare sul packaging e sulla tipologia di prodotto per adattarsi ai gusti e agli stili di vita dei consumatori, che per lo più ricercano prodotti genuini ma al tempo stesso versatili e veloci da preparare.

Certo è che si possa improvvisare. Serve una pianificazione precisa e figure specializzate come l’export manager in grado di facilitare l’avvio di rapporti commerciali con i nuovi mercati. Grazie al nuovo piano export, i prodotti più rappresentativi dell’agroalimentare tipico sardo saranno presto sulle tavole di inglesi, polacchi e tedeschi, sempre più attenti al mangiare sano e ai prodotti semplici e genuini, così caratteristici del made in Sardinia: dai salumi ai formaggi delle Fattorie Gennargentu ai prodotti del biscottificio Tipico di Fonni ai vini Gostolai di Oliena, dalle farine Brundu di Macomer ai dolci della pasticceria Esca di Dorgali, dai formaggi alla pasta fresca del gruppo Denti&C. al pane tipico della famiglia Ferreli di Lanusei.

La rete – che punta sull’offerta di un’ampia varietà di prodotti tipici e di nicchia – è pronta anche ad allargarsi aprendo le porte ad altre aziende e a nuove produzioni.”

(DA: comunicato di Confindustria Sardegna Centrale-13 Agosto 2014)

PROVINCIA DI NUORO: Interventi di messa in sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici

di , 20 Agosto 2014 08:58

LA REGIONE ASSEGNA OLTRE 1 MILIONE

DI EURO ALLA PROVINCIA DI NUORO

L’assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di Nuoro Tore Cossu su comunica l’assegnazione di risorse finanziarie per interventi di messa in sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici.

L’assessore Tore Cossu: “Lavori urgenti che verranno affidati alle imprese locali e saranno conclusi entro il 2014″

La Regione Sardegna nei giorni scorsi, sulla base delle richieste inviate dagli Enti Locali, ha assegnato alla Provincia di Nuoro un importo complessivo di 1.213.628 euro per la realizzazione di interventi di messa in sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici.

“Le risorse destinate al nostro territorio serviranno ad avviare immediatamente lavori urgenti, cantierabili entro il 2014, ed indispensabili per rendere gli edifici scolastici della provincia più sicuri. – Ha dichiarato l’assessore provinciale all’edilizia scolastica Tore Cossu – La dotazione finanziaria, inserita nel Piano straordinario di edilizia scolastica, rappresenta una boccata d’ossigeno che consentirà di rendere le nostre scuole luoghi certamente più sicuri ma anche più accoglienti e piacevoli per i ragazzi attraverso interventi mirati principalmente a migliorare la qualità degli spazi e la loro funzionalità rispetto alle effettive esigenze didattiche”.

Lo scopo – si legge infatti nella determinazione n. 254 dell’11 agosto scorso, con la quale vengono assegnate le risorse finanziarie alla Provincia di Nuoro – è quello di perseguire gli obiettivi di un miglioramento dei livelli di apprendimento dei ragazzi e di combattere la dispersione scolastica favorendo un aumento significativo del numero degli studenti.

“Per l’affidamento dei lavori saranno coinvolte le imprese locali – ha sottolineato l’assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Tore Cossu – Tutti i lavori saranno affidati già ai primi di settembre ed ultimati entro il prossimo 30 novembre per essere poi rendicontati entro l’esercizio finanziario del 2014”.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-14 Agosto 2014)

CONFINDUSTRIA SARDEGNA CENTRALE: Nuoro al quinto posto tra le province in Italia più colpite dalla crisi.

di , 27 Luglio 2014 14:56

Si allega la nota stampa del presidente Bornioli sull’impatto nella provincia di Nuoro della crisi economica e delle riforme nazionali e regionali in atto.

NOTA DEL PRESIDENTE ROBERTO BORNIOLI

“Nuoro è tra le province italiane che ha subito i contraccolpi più duri dalla crisi economica degli ultimi sette anni. Lo hanno confermato di recente anche i dati elaborati dal Sole 24 ore che, in base alle performance di dieci indicatori chiave, ha posizionato Nuoro al quinto posto nella classifica nazionale dei territori più in difficoltà, quello che dal 2007 al 2013 ha sofferto più gravemente l’impatto della crisi. Tra gli indicatori preoccupa in particolare il calo del Pil: quello medio pro capite è arretrato in provincia di Nuoro del 5% in sette anni.

Crollano anche le immatricolazioni auto (–76,2%), la spesa farmaceutica (–37,6%) e l’acquisto di beni durevoli (–22,5%). Con le incertezze sul futuro cresce la propensione al risparmio (+124,7%) mentre cala l’importo medio dei prestiti (–12%).

Il progressivo impoverimento del Nuorese è sotto gli occhi di tutti e i segnali di ripresa ancora non si intravedono. Anzi, gli effetti della crisi non sono ancora del tutto visibili e potrebbero essere accentuati dal progressivo smantellamento dei servizi pubblici.

I casi della Motorizzazione a Nuoro e del carcere a Macomer sono infatti soltanto la punta dell’iceberg che potrebbe abbattersi a breve sul nostro territorio. Per questo siamo al fianco dei sindaci che in prima linea fanno appello allo Stato affinché non arretri, perché ogni passo di ritirata è un colpo mortale per un territorio già in declino.

Oltre alla Provincia, e prima ancora la Banca d’Italia, il Nuorese rischia di perdere per effetto delle riforme la Prefettura, la Camera di commercio, la Dpl, l’Inps, l’Inail e altri servizi fondamentali per le imprese e per tutto il centro Sardegna.

I segnali del ridimensionamento sono già visibili:

pensiamo per esempio che Dpl e Inail hanno già oggi un direttore multisede che lavora a Nuoro un giorno a settimana. A ciò si aggiunga il rischio chiusura paventato per ospedali, scuole e uffici giudiziari e le forti difficoltà in cui operano enti come l’Università e centri culturali come il Man e la Satta, costretti a elemosinare le risorse di anno in anno. Perciò occorre che le forze politiche e le istituzioni si mobilitino impegnandosi a difendere i servizi esistenti, evitando che i processi di accorpamento continuino ai danni della nostra provincia.

La sensazione è che chi ci governa non abbia la giusta percezione dello stato di profondo malessere e dei preoccupanti processi di spopolamento in atto nel Nuorese.

Perché il premier Renzi, oltre che andare nel Sulcis e a Olbia come dichiarato, non viene anche nella nostra provincia, per toccare con mano il disagio del territorio?

Confindustria è favorevole alle riforme ma esse non devono penalizzare territori già deboli, contribuendo ad accentuarne gli squilibri. Il rischio concreto è che, se non opportunamente governati, le razionalizzazioni ipotizzate da Stato e Regione possano mettere all’angolo ancora di più il centro Sardegna, e che la situazione, anziché migliorare, peggiori sensibilmente a scapito di imprese e famiglie.

Per questo, nel nostro Progetto per la Sardegna centrale, abbiamo proposto la necessità di un decentramento che avvii un’inversione di tendenza da concretizzarsi per esempio con il trasferimento a Nuoro della Direzione del Corpo forestale e la realizzazione della Scuola forestale.

(DA: comunicato e foto Confindustria Sardegna Centrale-18 Luglio 2014)

CONFINDUSTRIA: Banda larga: nelle aree industriali e PIP della Sardegna centrale

di , 15 Luglio 2014 19:31

Il  presidente Roberto Bornioli:

“è il deserto telematico”

“Gli investimenti per le infrastrutture digitali a banda larga e ultra-larga non sono più rinviabili e su questo occorre accelerare”.

L’ha sottolineato nei giorni scorsi a Venezia il premier Renzi presentando l’Agenda digitale tra gli obiettivi strategici del semestre europeo. E lo hanno indicato come esigenza prioritaria le nostre imprese che tutti i giorni toccano con mano i problemi derivanti da linee adsl poco performanti e in alcuni casi inesistenti.

Le priorità sono state indicate con chiarezza dai nostri imprenditori che intervistati da Confindustria hanno segnalato in testa ai fabbisogni più urgenti, al primo posto, il cablaggio in fibra ottica e a seguire la copertura GSM delle zone d’ombra e il potenziamento delle linee adsl.

Nelle aree industriali di Bolotana, Orosei, Siniscola e Tossilo, e in diverse aree PIP comunali della provincia, la situazione è fortemente critica.

Mentre le nostre imprese faticano a dotarsi di una connessione a 2 MB al secondo, la maggior parte dei competitor europei dispongono di linee che viaggiano a 30 MB al secondo. In queste condizioni è difficile essere competitivi. Queste carenze sono state confermate anche dall’Istituto Tagliacarne che – fissando a 100 la media nazionale e assegnando alla Sardegna un indice pari a 44,85 – piazza la provincia di Nuoro agli ultimi posti in Italia per infrastrutture telematiche e telefoniche assegnandogli un indice pari a 21,21.

Il paradosso è che mentre nell’isola, secondo le statistiche, soltanto il 2,4% della popolazione è privo di internet veloce, in diverse aree industriali della Sardegna centrale operano aziende importanti che ne sono prive.

Uno dei casi eclatanti è quello di Antica Fornace Villa di Chiesa che da 14 anni attende l’attivazione della banda larga, la cui assenza causa all’impresa non pochi problemi nei rapporti con i fornitori e la casa madre. Si stima che per consentire all’azienda l’accesso alla banda larga basterebbe un investimento di 450mila euro. La mancanza di internet veloce è una situazione che ha dell’incredibile per un’impresa, produttrice di guarnizioni in gomma, leader nell’isola per fatturato, con 132 dipendenti a tempo indeterminato e 1750 clienti in tutto il mondo.

Un’azienda gioiello il cui titolare è stato chiamato per una testimonianza alla presentazione del rapporto Crenos, a riconoscimento dell’eccellenza dell’azienda sul panorama regionale.

Nonostante le gravi criticità tra cui l’assenza di internet veloce, l’impresa sta avviando un investimento importante che porterà all’ampliamento della filiera e al forte incremento dei dipendenti. Il personale, tutto altamente qualificato, è giovane, motivato e fortemente attaccato all’azienda in cui il tasso di assenteismo si ferma alla soglia fisiologica del 2%.

Come altre aziende nel centro Sardegna, Antica Fornace è un’azienda modello che ha ottenuto negli anni diverse certificazioni a conferma delle ottime performance raggiunte non solo nell’organizzazione aziendale ma anche sul fronte della sicurezza e della qualità del prodotto.

Per questo come Confindustria chiediamo da tempo una soluzione rapida e definitiva delle numerose criticità, perché non possiamo compromettere la competitività di un patrimonio così prezioso, in termini di competenze e professionalità.

La recente visita dell’assessore regionale all’Industria e l’interessamento della Giunta rappresentano certamente un segnale in questo senso.

(DA: comunicato Confindustria Sardegna Centrale-11 Luglio 2014)

CAMERA DI COMMERCIO-NUORO: programmazione eventi promozionali

di , 11 Luglio 2014 08:40

Camera di Commercio di Nuoro e imprese

insieme per la promozione del territorio

(Manifestazione di interesse per eventi promozionali pubblicata sul sito della CCIAA)

La Camera di Commercio di Nuoro invita tutte le attività economiche appartenenti alla circoscrizione territoriale a partecipare alle prossime iniziative promozionali in programma da luglio a dicembre 2014 sul territorio regionale.

Nel dettaglio, si invitano le imprese impegnate nelle produzioni tipiche locali enogastronomiche e artigianali a comunicare l’interesse all’esposizione e alla vendita dei prodotti al pubblico a Porto Rotondo durante un fine settimana di agosto in occasione dei festeggiamenti per i Cinquant’anni di Porto Rotondo, oppure in occasione dei mercatini di Natale a Nuoro, all’interno degli spazi realizzati a cura della Camera di Commercio di Nuoro.

Durante tutto l’anno, presso l’Aeroporto Costa Smeralda, le aziende interessate potranno accedere all’area promozionale dotata di teche e vetrine per l’esposizione e la vendita di prodotti tipici in collaborazione con l’unità commerciale e il negozio di artigianato attualmente in fase di allestimento.

Infine, si segnala l’opportunità di esporre i prodotti tipici locali enogastronomici e artigianali, sia presso i locali dell’ex Isola di Porto Cervo che in occasione della Terza edizione del Concorso enologico nazionale Binu previsto nel mese di dicembre a Nuoro.

Le imprese che desiderano candidarsi alle prossime iniziative promozionali possono presentare la domanda, seguendo la procedura informatica presente sul sito istituzionale della Camera di Commercio www.nu.camcom.it, nella sezione dedicata “Partecipa alle iniziative promozionali 2014”.

Per maggiori informazioni:

www.nu.camcom.it, -  comunicazione@nu.camcom.it

0784 242535 0784242536

(link alla pagina dedicata: http://www.nu.camcom.it/moduli/?md=8)

(DA: comunicato Camera di Commercio di Nuoro-30 Giugno 2014)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: 20 giugno-convegno dedicato alle Start up

di , 18 Giugno 2014 19:17

Convegno, organizzato da Formez PA,

dal titolo: Le nuove imprese ad alta tecnologia e ad alta conoscenza: Digital and Startup” che  la Camera di commercio di Nuoro ospiterà venerdì 20 giugno 2014 ore 9.30 nella propria sala convegni.

Progetto Innovation Manager Sardegna

Fondo Sociale Europeo 2007 – 13 – Asse IV

Convegno

“Le nuove imprese ad alta tecnologia e ad alta conoscenza:

Digital and Startup”

Nuoro, venerdì 20 giugno 2014 ore 9.30

Sala Convegni Camera Commercio di Nuoro – Via Papandrea n. 8

Nessuna impresa è un’isola, ma una parte determinante per lo sviluppo del territorio. L’innovazione, la vitalità progettuale e la capacità di sviluppare nuove iniziative produttive necessitano, ancora di più nel difficile contesto economico attuale, di nuove professionalità e di un confronto efficace tra i diversi attori che concorrono al benessere di un territorio.

È con questo spirito e orizzonte che la Camera di Commercio di Nuoro ospita il 20 giugno presso la Sala Convegni di via Papandrea 8, dalle 9.30 alle 17.00, l’evento “Le nuove imprese ad alta tecnologia ed alta conoscenza: Digital e Startup”. Il convegno, organizzato da Formez PA nell’ambito del progetto “I’M Sardegna” e dedicato alle opportunità di business per le Startup

e sarà l’occasione per fare rete tra gli attori regionali e nazionali che operano nel campo della nuova rivoluzione digitale e imprenditoriale. D’altronde, la Sardegna è già terra fertile di startup, incubatori e nuove idee di impresa, architettate specialmente dai più giovani. Se ne parlerà con CEO di startup locali come Luca Sini di Guide Me Right, con l’innovatore Michele Ledda di Genius Loci e investitori di aziende digitali come Gianluca Dettori, DPixel.

Al fine di fornire informazioni importanti per le imprese del nostro territorio Sebastiano Baghino e Giuseppe Serra presenteranno i servizi dello sportello Startup di Sardegna Ricerche, mentre alcune best practices nazionali verranno introdotte, tra gli altri, da Michele Petrone di Basilicata Innovazione e Raimondo Bruschi di Brescia Smart City.

L’evento, ospitato e sostenuto dalla Camera di Commercio di Nuoro da sempre impegnata nello sviluppo delle imprese del territorio, è un’occasione importante per progettare insieme una Sardegna sostenibile, digitale e intelligente.

Per maggiori informazioni o per iscriversi all’iniziativa, è sufficiente collegarsi al sito web del progetto www.imsardegna.it e compilare online il modulo di adesione o inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica im.sardegna@formez.it.

La partecipazione all’evento è gratuita ma per motivi organizzativi si richiede di segnalare la partecipazione al buffet, offerto dal FormezPA, entro il 19 giugno 2014.

(DA: comunicato Camera di Commercio NU/OG-16 Giugno 2014)

CAMERA DI COMMERCIO NUORO: Bando contributi alle imprese

di , 8 Maggio 2014 20:48

Bando per la partecipazione e l’organizzazione di iniziative promozionali

– Annualità 2014 -

Scadenza: 30 luglio 2014

La Camera di Commercio di Nuoro, nell’ambito delle sue funzioni di promozione dello sviluppo delle imprese appartenenti alla circoscrizione territoriale, ha destinato un fondo di 100.000 euro per la partecipazione e l’organizzazione di iniziative promozionali.

Il bando è scaricabile sul sito della Camera di Commercio con il relativo regolamento. In particolare, saranno sostenuti gli eventi che si svolgeranno entro il 31 dicembre 2014.

È un’occasione importante per le imprese del territorio che intendono prendere parte a Fiere, Mostre e ad eventi di rilievo a livello nazionale e internazione, promuovere la propria attività oppure realizzare progetti promozionali.

Le imprese che desiderano accedere ai contributi a fondo perduto dovranno presentare la domanda, seguendo esclusivamente la procedura informatica presente sul sito istituzionale della Camera di Commercio, entro e non oltre il 30 luglio 2014.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa è possibile consultare il bando e il regolamento sul sito della Camera di Commercio di Nuoro

(http://www.nu.camcom.it/contenuti/?id=73).

(DA: comunicato Camera di Commercio Nuoro-7 maggio 2014)

LA CONFINDUSTRIA NUORESE presenta in conferenza stampa: il “Dossier Infrastrutture”

di , 19 Marzo 2014 20:00

Venerdì 21 marzo 2014 ore 10

Nuoro – c/o sede via Veneto 46

Confindustria presenta

“DOSSIER INFRASTRUTTURE”

L’indagine ha interessato 250 imprenditori della Sardegna centrale

250 imprenditori intervistati, 3 aree tematiche analizzate, più di 200 ore di testimonianze dirette degli imprenditori che raccontano la precarietà della dotazione infrastrutturale nel Nuorese.

Tra gennaio e febbraio 2014 Confindustria ha realizzato un’indagine sul sistema infrastrutturale in provincia di Nuoro e ha chiesto agli imprenditori quali siano le opere strategiche da realizzare nel territorio e quanto siano soddisfatti della situazione esistente.

Tante le novità, a partire dal fatto che per la prima volta non ci si è concentrati tanto sull’analisi dell’esistente quanto sui fabbisogni concreti delle imprese.

L’indagine ha interessato tre temi principali: 1) reti stradali e portuali; 2) reti telematiche e telefoniche; 3) reti energetiche, idriche e rifiuti e ha coinvolte le imprese della provincia di Nuoro.

Sulla base delle indicazioni date dagli imprenditori, Confindustria ha elaborato tre classifiche che sintetizzano in modo efficace quali sono – per ogni tipologia infrastrutturale – le opere di cui le imprese hanno maggiormente bisogno.

I risultati dell’indagine sono stati poi descritti e analizzati in un dossier che sarà presentato dal presidente Roberto Bornioli venerdì 21 marzo alle 10 a Nuoro, alle 10 nella sede dell’Associazione in via Veneto 46.

Attraverso le testimonianze dirette dei rappresentanti aziendali saranno illustrati i casi eclatanti della Sarflex nell’area industriale di Siniscola, della Suberextra insediata nell’area PIP di Ovodda, dell’Unicolor nell’area PIP Sas Mancas di Orosei e di Antica Fornace operativa nell’area industriale di Bolotana.

(Da:comunicato Confindustria Sardegna Centrale-19 marzo 2014)

CAMERA DI COMMECIO DI NUORO: “Marchio Ospitalità Italiana”- premiazione agriturismi?

di , 25 Febbraio 2014 14:19

Premiazione  “Marchio Ospitalità Italiana”:

l marchio Ospitalità Italiana per le imprese turistiche, promosso dall’Isnart, in collaborazione con le Camere di Commercio Italiane, nasce nel 1997 per stimolare l’offerta di qualità in Italia, ed è conferito a quelle aziende che hanno scelto la qualità come obiettivo da perseguire e che ogni anno, decidono di mettersi in discussione sottoponendosi a delle rigorose valutazioni.

L’iter per ottenere il marchio Ospitalità Italiana è, infatti, un percorso rigoroso che passa attraverso varie fasi fra le quali la sottoposizione ad una scrupolosa valutazione del livello di qualità dei servizi offerti attraverso una visita diretta presso la struttura da parte di tecnici specializzati; solo a seguito della valutazione tecnica, una commissione provinciale si riunisce per la valutazione finale.

Il marchio Ospitalità Italiana, quindi, rappresenta un’importante garanzia per il turista, ma offre anche alle aziende, che aderiscono all’iniziativa, l’occasione per una costante e puntuale supervisione del loro impegno.

Il prossimo venerdì, 28 febbraio, verranno premiati gli agriturismi del territorio di pertinenza della CCIAA di Nuoro che hanno ottenuto l’importante riconoscimento: vi aspettiamo alle 15.30 presso il salone della Camera di commercio di Nuoro, in via Papandrea, 8.

(DA: comunicato Camera di Commerio di Nuoro-25 feb 2014)

CAMERA DI COMMERCIO-NU/OG: programma formativo per le imprese- T.T. LAb. 2.0?

di , 11 Gennaio 2014 11:00

Scarica: Catalogo Corsi Turismo 2 0 TT Lab.pdf (2,2 MB)

la presente per segnalarvi il programma formativo per le imprese del turismo T.T. Lab. 2.0 – Territorio e Turismo 2.0, finanziato dalla Camera di Commercio di Nuoro e svolto in collaborazione con le associazioni di categoria del territorio, Confcommercio, Coldiretti, Confesercenti, Confindustria, Confapi, C.N.A, Confcooperative e Legacoop.

Il programma di attività prevede un intensa azione formativa ed in particolare sarà possibile frequentare i seguenti corsi di una giornata:

  • - Social Media Marketing per la promozione e la gestione della Brand Reputation del prodotto turistico;

  • - Elementi di revenue management ricettivo;

  • - Misurazione e gestione della customer satisfaction. Disintermediazione turistica e multicanalità nella distribuzione del prodotto ricettivo

  • - L’enoturismo: caratteristiche della domanda e politiche di marketing;

  • - Il turismo gastronomico: caratteristiche della domanda e politiche di marketing;

Va evidenziato inoltre il Progetto TT LAB 2.0I canali social per il turismo messi in pratica (poche chiacchiere e miglioriamo fatturato) dove 15 imprese turistiche verranno coinvolte in un’attività formativa sull’uso dei social media e la loro funzione nell’attrarre clienti e soprattutto lavoreranno ad un progetto che verrà svolto direttamente in azienda di modo che si possa impostare un’attività di marketing mirata verso segmenti specifici.

Potranno iscriversi e quindi partecipare tutte le imprese che hanno sede nel territorio delle Camera di Commercio di Nuoro (vecchia provincia di Nuoro)

Ogni impresa potrà iscrivere al massimo 2 (due) partecipanti a corso con l’esclusione del corso “TT Lab—I canali Social per il turismo messi in pratica”, dove è ammesso un solo partecipante per impresa. In quest’ultimo caso si potrà indicare un secondo partecipante che verrà ammesso solo nel caso si siano resi disponibili ulteriori posti.

Inoltre per la partecipazione al corso TT Lab—I canali Social per il turismo messi in pratica i partecipanti devono saper usare bene i personal computer e avere conoscenze d’uso dei social network.

I partecipanti verranno contattati  e

verrà comunicata la data e la sede del corso.

Le informazioni sul progetto sono sui siti internet delle associazioni di categoria aderenti al progetto e sul sito della Camera di Commercio: www.nu.camcom.it

Occorre compilare una scheda di adesione che va inviata via fax al numero 0784 39174 o via e mail a TurismoTTLab2.0@gmail.com.

Le iscrizioni scadono il 17 gennaio 2014

(DA: comunicato Camera di Commercio NU/OG-8 gen 2014)

COMUNE DI IRGOLI: denunce danni alluvionali a imprese agricole e zootecniche

di , 3 Dicembre 2013 13:59

Avviso per la presentazione delle segnalazioni dei danni alluvionali alle imprese agricole e zootecniche. Le domande devono essere presentate entro le ore 13,00 del 9 dicembre 2013

Clicca quì il link della modulistica su

cui predisporre le denunce dei danni. 

(DA: comunicato Comune di Irgoli-29 nov 2013)

Panorama Theme by Themocracy

echo '';