Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: insieme

I vantaggi pisco-fisici di un’abitudine

molto diffusa e, spesso, criticata

Co-sleeping significa dormire insieme.

Questa abitudine è oggetto di infinite controversie tra genitori di generazioni diverse. Infatti, persiste l’idea che il co-sleeping vizi in qualche modo il bambino, rendendolo più dipendente dai genitori e meno pronto ad affrontare il mondo.

Invece, il co-sleeping porta numerosi vantaggi e a confermarlo sono studi approfonditi. Innanzitutto, è comunque bene che il bebè dorma, sin dalle prime settimane di vita, nella stessa stanza dei genitori sia per facilitare l’allattamento al seno a richiesta, sia per sentire “la vicinanza” di mamma e papà. E se il bambino, non più neonato, desidera dormire nel lettone? Niente panico e nessun senso di colpa: gli studiosi confermano che il co-sleeping fa bene anche allo sviluppo psico-fisico dei più grandicelli.

Miglior gestione dello stress – Sono numerose le pubblicazioni dedicate al sonno del bebé e alcune puntano proprio sulla presunta necessità di abituare il bambino a stare nella sua stanza, lasciandolo piangere anche fino allo sfinimento. Tralasciando la parte emotivamente straziante che riguarda direttamente mamma e papà, lasciar piangere un bambino per farlo dormire da solo non è una buona idea. Anzi il pianto prolungato, nella prima infanzia, fa sì che si sviluppino meno recettori dello stress. Ciò significa che il bambino in questione avrà più probabilità di diventare un adolescente, e poi un adulto, stressato.

Più fiducia nei genitori – Dormire insieme fa bene sia al bambino, sia ai genitori. Infatti, il contatto fisico aiuta a sviluppare un rapporto di fiducia genitori-figli. Inoltre, rassicurare il piccolo è benefico anche per la sua autostima presente e futura. Non è vero che il bambino che ha dormito con mamma e papà, sarà più insicuro. Anzi, gli studi a riguardo evidenziano una maggior sicurezza in se stessi. Sicurezza che deriverebbe proprio dal fatto di essere stato consolato e rassicurato nel momento del bisogno.

Più indipendenza – Questo vantaggio è, forse, il più inaspettato dai detrattori del co-sleeping. Infatti, una delle motivazioni per cui questa abitudine viene criticata, è che si possa crescere un bambino totalmente dipendente dai genitori e più introverso, se non addirittura asociale. Invece, la scienza e l’esperienza dimostrano che accade esattamente l’opposto. Ovvero, il co-sleeping aiuta i bambini a diventare più indipendenti ed estroversi, perché li fa sentire sicuri quando hanno bisogno di essere calmati. Mai abbandonati a se stessi e più fiduciosi nei confronti del mondo ma, soprattutto, meno dipendenti dall’approvazione altrui.

Vantaggi per l’allattamento al seno – Il co-sleeping favorisce la buona riuscita e la continuazione dell’allattamento al seno. Infatti, soprattutto all’inizio, il piccolo ha bisogno di frequenti poppate notturne. E, dormendo almeno nella stessa stanza, quest’ultime sono favorite sia perché la mamma fatica meno, sia perché si ha maggior sentore delle necessità del piccolo. La stimolazione frequente del seno, soprattutto se notturna, aumenta notevolmente la fisiologica produzione di latte materno e il benessere della neomamma

(DA: TGCom24-6 Aprile 2016)

(DA: sito istituzionale Comune di Galtellì)

(DA: sito istituzionale Comune di Galtellì-13 Gennaio 2015)

Siete tutti invitati a partecipare alla magia il 15 Dicembre dalle 15:00 alle 21:00 in Piazza SS Crocefisso a Galtellì avvolti in un’atmosfera fiabesca che profuma di caldarroste e zucchero filato aspettando la visita di Babbo Natale…

L’idea

Immersi in una profonda crisi economica che rischia di rendere tristi anche le festività più sentite da grandi e piccini si fa più forte il bisogno di sentirsi meno soli e trascorrere dei bei momenti in compagnia respirando un’ atmosfera di festa.

E’ così che Protezione Civile e Coro Gospel con il patrocinio del Comune di Galtellì e l’appoggio della Parrocchia SS.Crocefisso organizzano nel borgo la manifestazione-evento “Natale Insieme“.

L’idea nasce dal desiderio di essere utili e dare un contributo per rallegrare il Natale in questo periodo difficile. Ciò è possibile grazie alla collaborazione reciproca e all’unione contro l’individualismo a cui si è costretti, che obbliga a far prevalere le proprie singole esigenze a quelle della collettività.

Disponendo di poche risorse, utilizzando materiali poveri e di riciclo le associazioni hanno voluto creare un mondo di fantasia nel cuore del paese, fatto di veri castelli incantati, vascelli dei pirati, la magica casa di Babbo Natale con i suoi elfi, folletti e personaggi fantastici, immersi in un’atmosfera fiabesca che profuma di caldarroste, zucchero filato e cioccolata calda.

Canti Natalizi dei bambini ed esibizioni del coro Gospel completeranno l’atmosfera di festa già rallegrata dai giochi in piazza realizzati anche questi con materiali poveri. Tutti insieme all’insegna del divertimento.

Fa parte della manifestazione anche il concorso per le scuole “Il Nostro Presepe” che ben rispecchia lo spirito dell’evento: con l’unione e il contributo di tutti si può realizzare qualcosa di importante e concreto.

Il programma

  • - Ore 15:00 Apertura mostra e relativa votazione dei lavori partecipanti al concorso “Il nostro presepe”
  • -Esposizione dei mezzi di soccorso in dotazione all’associazione Protezione Civile di Galtellì
  • - Canti natalizi dei bambini
  • - Raccolta giocattoli per il reparto di Pediatria dell’Osp. S.Francesco di Nuoro
  • - Raccolta Alimentare per la mensa dei poveri organizzata dal parroco Don Ruggero Bettarelli
  • - Giochi in piazza per bambini e adulti
  • - Concerto Gospel
  • - Ore 19:00 Chiusura votazione, spoglio dei voti
  • - Proclamazione dei vincitori del concorso

Il concorso

Regolamento del concorso

“Il nostro Presepe”

Il concorso è aperto a tutte le classi di  asili nido,  scuole dell’infanzia,   scuole primarie,  scuole secondarie di primo grado  della Sardegna.

Ciascuna classe parteciperà preparando un presepe, la tecnica è libera, così come i materiali da utilizzare privilegiando materiali poveri e da riciclo in linea con le idee guida dell’evento.

le dimensioni devono essere tali da rendere possibile il trasporto dell’opera in un unico blocco. Non saranno ammessi al concorso lavori composti da più moduli.

Premi:

I premi consisteranno in buoni spesa per l’acquisto di materiale scolastico e saranno ripartiti per le seguenti categorie:

  • asili nido e scuole dell’infanzia
  • scuole primarie
  • scuole secondarie di primo grado

Quota di partecipazione:

per realizzare il montepremi ed esclusivamente per questa finalità è richiesto un euro per ciascun bambino come quota di partecipazione

Modalità di partecipazione:

Dare conferma di partecipazione entro e non oltre il 9 Novembre contattando l’organizzazione via mail all’indirizzo ilnostropresepe@libero.it o contattando la Protezione Civile di Galtellì ai num. 33340770403495381414

  • Comunicare indicativamente le dimensioni dell’opera (per facilitare l’organizzazione degli spazi espositivi)
  • Versare la quota di partecipazione entro il 20 Novembre
  • Presentare il proprio presepe entro il 9 Dicembre

Votazione:

Le opere verranno esposte presso i locali parrocchiali in Piazza SS. Crocefisso a Galtellì;

a ciascun presepe sarà associato un numero; possono votare adulti e bambini, ciascuno può esprimere un solo voto, indicando il num. corrispondente al presepe che preferisce; il seggio sarà aperto dalle 15:00 alle19:00 di domenica 15 Dicembre.

Seguirà lo spoglio immediato dei voti con conseguente proclamazione dei vincitori in piazza SS Crocifisso

I voti della giuria popolare sono inappellabili

Si prega di rispettare le scadenze in quanto l’organizzazione del concorso viene articolata passo passo in base alle adesioni, ai contenuti e ai contributi ricevuti.

 Programma evento e Bando concorso.pdf (146558)

domanda di partecipazione.pdf (136920)

 Maggiori informazioni

http://natale-insieme.webnode.it/

(DA: comunicato Protezione Civile-Galtellì-21 ott 2013)

La Provincia di Nuoro partecipa al progetto “Lavoriamo in Europa” con le classi degli Istituti di istruzione superiore della provincia che hanno aderito all’iniziativa.

Il progetto fa parte degli interventi proposti da Azione Provincegiovani, dall’Unione Province Italiane e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù.

Al progetto prendono parte, oltre alla Provincia di Nuoro, la Provincia di Sassari, in qualità di Ente capofila, la Provincia di Milano, di Pisa, di Savona e L’istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI).

Il progetto “Lavoriamo in Europa è stato sviluppato sulla base di un format improntato sul sistema del gioco interattivo con un database a quiz, attraverso il quale gli studenti delle scuole medie superiori che partecipano all’iniziativa entrano in competizione sia con le classi della propria scuola sia con quelle provenienti dagli altri istituti aderenti al progetto.

Lavorare nell’Europa” da quindi la possibilità di conoscere le opportunità che il proprio territorio offre, senza tuttavia limitare le proprie prospettive al territorio stesso. Si tratta di vedere lo spazio europeo come un più ampio terreno dove ricercare non solo opportunità di formazione scolastica o professionale, ma anche occasioni di inserimento nel mercato del lavoro.

Al termine della competizione le classi selezionate dovranno progettare un’idea imprenditoriale che sarà valutata da una Commissione costituita da funzionari delle Istituzioni comunitarie, esperti del mercato del lavoro, rappresentanti del mondo imprenditoriale. Per la classe vincitrice è previsto come premio finale un viaggio a Strasburgo o Bruxelles per visitare il Parlamento europeo ed incontrare alcuni Parlamentari.

La giornata dell’evento di apertura è prevista per il 30 gennaio alle ore 10,30 presso l’auditorium dell’I.T.C. “S.Satta ” di Nuoro in località Biscollai

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-29 gen 2013)

-foto da internet-

Spena (Giovani imprenditori) scrive al neo direttore: siamo pronti a collaborare

Lorenzo Giusti, nuovo Direttore del MAN

Mentre il Man con il neo direttore Lorenzo Giusti riparte con un mucchio di progetti e i laboratori di informatica per chi ha più di 50 anni, alla nuova guida del museo, si rivolgono anche i giovani industriali nuoresi attraverso una lettera aperta del loro presidente Massimo Spena nella quale annunciano la loro piena disponibilità per collaborare con il museo.

L’esordio della lettera è decisamente amichevole, considerata probabilmente la giovane età che accomuna gli industriali “junior” e il neo presidente Giusti.

«Caro Lorenzo – si legge – a nome di tutti i componenti del gruppo giovani imprenditori della Confindustria della Sardegna Centrale ci tengo a farti pervenire il nostro benvenuto nella nostra città e il nostro sincero e affettuoso in bocca al lupo per il tuo nuovo incarico».

«Grazie alla straordinaria esperienza di questi anni – aggiunge Spena – il museo ha saputo imporsi come uno dei musei più dinamici nel panorama italiano ed europeo. La sfida culturale e le idee innovative di Cristiana Collu sono state trasmesse a tutti i collaboratori per cui abbiamo grandi aspettative dalla nuova guida del museo e siamo convinti che il tuo cammino sarà agevole . Siamo altresì convinti che la tua giovane età non potrà che essere un punto di forza per il museo e ci mettiamo a disposizione per collaborare. Qualche mese fa, in un nostro documento a sostegno del Museo, ci auguravamo che venisse dato spazio ai giovani. Da questo punto di vista non possiamo che dirci soddisfatti per la scelta fatta. Con l’auspicio di poterti incontrare al più presto, rinnoviamo i nostri migliori auguri affinché la realtà del Man si rafforzi come simbolo di una Sardegna da difendere e rafforzare. Le istituzioni facciano una scommessa su una realtà di eccellenza tenendo ben presente che il Man è un orgoglio non solo per Nuoro ma per tutta l’ Italia».

(Da:La Nuova-v.g.-13 lug 2012)

bando-estate-insieme

comune galtellì

Per le informazioni organizzative i ragazzi e le famiglie potranno partecipare all’incontro che si terrà Mercoledì 29 Giugno alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Comune.

SCARICA:

>bando estate insieme

>domanda estate minori

(Da: sito istituzionale Comune di Galtellì)

Evvaii!…100.000 contatti!

continua…

Ragazzi cha vanno a scuola

continua…