Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: lavori pubblici

L’assessore ai Lavori Pubblici e alla

Protezione Civile ing. Antonio Belloi

con la seguente nota nota spiega il motivo per cui, davanti alla situazione di criticità meteo elevata (Codice Rosso) comunicata dalla Protezione Civile Regionale, si è deciso di sospendere l’attività didattica, senza chiudere la scuola .

TESTO INTEGRALE DEL 9 Ottobre 2015

“La sospensione dell’attività didattica è la misura che va adottata in questi casi. Si adotta questo provvedimento per far sì che venga garantita la massima sicurezza della viabilità al fine di poter garantire il transito dei mezzi di soccorso (ambulanze, polizia, volontari di protezione civile ,vigili del fuoco, squadre di monitoraggio della protezione civile comunale ecc. ) eventualmente impegnati in caso di avverse condizioni meteo , e quindi in una situazione come quella odierna, dove la protezione civile regionale ha emanato bollettino con codice di criticità ROSSO .”

“Non si opta invece per la chiusura delle scuole perché gli edifici scolastici sono per definizione dei luoghi sicuri, altrimenti non sarebbe possibile svolgere quotidianamente l’attività didattica, la sicurezza degli ambienti è infatti il primo presupposto, e dunque devono restare aperti perché un codice rosso potrebbe portare a situazioni estreme come il bisogno di accogliere sfollati. E le nostre scuole sono al momento il luogo più adatto per soddisfare questo tipo di esigenza”

“Oggi (ieri ndr) la Protezione Civile Regionale ci ha inviato un bollettino di allerta meteo che prevede la criticità più elevata per la nostra città e il nostro territorio, questo ci ha portato a prendere i provvedimenti necessari per prevenire eventuali situazioni tragiche. L’augurio è che ovviamente il pericolo venga ridimensionato”

(DA: comunicato del Comune di Nuoro-9 Ottobre 2015)

Intervento della Provincia di Nuoro per ripristinare i danni causati dall’evento calamitoso.

Stemma Provincia diNuoro

La Provincia di Nuoro, ha chiesto alla Regione Sarda un finanziamento straordinario per avviare tempestivamente gli interventi di ripristino e manutenzione straordinaria delle strade provinciali danneggiate a seguito  dall’alluvione del 2008.

A seguito dell’evento alluvionale che ha interessato il nostro territorio nel mese di novembre del 2008 – ha dichiarato il dirigente del Settore Lavori Pubblici, Antonio Gaddeo- la Provincia ha provveduto a richiedere con urgenza alla Regione, che lo ha messo disposizione dell’Ente,  un finanziamento straordinario di complessivi 200 mila euro per gli interventi specifici destinati  esclusivamente al ripristino e manutenzione straordinaria delle strade provinciali danneggiate dall’evento calamitoso”  -  Gaddeo ha sottolineato che ” l’Ufficio Lavori Pubblici della Provincia ha rendicontato la spesa effettuata per un importo pari a 116 mila euro. Somma sufficiente per risolvere l’emergenza e per ripristinare tutti i danni registrati nel territorio provinciale”.

Marco Camedda

(Da: Comunicato Provincia di Nuoro del 4 nov 2011)-foto camedda

 

Stemma Provincia diNuoro

Stemma Provincia di Nuoro

Una parte delle somme dovute dalla Regione alla Provincia è stata liquidata.

Si tratta di circa 1,1 milioni a cui si aggiungeranno, nelle prossime tre o quattro settimane, altri 650 mila euro in corso di riassegnazione.

In questo modo, comunica la direzione generale della Provincia, alcuni dei cantieri chiusi o a rischio chiusura potranno riprendere o continuare i lavori, evitando la perdita di tantissimi posti di lavoro e i gravi disagi alle imprese.

«Un’attenta interlocuzione con gli assessorati regionali ai lavori pubblici e alla pubblica istruzione ha permesso di arrivare a questo risultato», ha detto il direttore generale della Provincia, Manuel Delogu. Rimangono invece ancora bloccati, per il patto di stabilità regionale, altri fondi per circa un milione che riguardano il completamento della strada bivio Aritzo-bivio Tascusì e i lavori di manutenzione straordinaria delle strade provinciali. Resta pertanto aperta la vertenza che vedrà in prima linea la Provincia, insieme alle organizzazioni sindacali e di categoria e alle imprese, nella manifestazione, prevista per l’8 luglio alle 9,30 a Cagliari davanti a Villa Devoto per rivendicare il pagamento delle somme ancora dovute dalla Regione.

(Da:L’Unione Sarda- 30 giu 2011)