Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: loculi

**DA: comunicato ASL3-Nuoro-28 mag 2013**

COMUNE DI LOCULI (Provincia di Nuoro)

Assessorato Cultura e Turismo

SERVIZIO CULTURA E ISTRUZIONE

BANDO: CONCORSO FOTOGRAFICO: 

“Loculi in un click: ambiente, cultura, tradizione”

1. Tema del concorso

Il tema del concorso è “Loculi in un click: ambiente, cultura, tradizione”. Il concorso ha lo scopo di raccontare Loculi attraverso le immagini del suo centro storico, del suo ambiente, della sua cultura, della sua tradizione e dei visi delle sue cittadine e cittadini.

2. Criteri di partecipazione

Possono partecipare fotografi non professionisti di qualunque età e provenienza.

3. Modalità di partecipazione

La presentazione delle immagini fotografiche è regolamentata dalle norme contenute nel presente regolamento e consultabile presso il sito istituzionale del Comune di Loculi www.comune.loculi.nu.it .

I concorrenti possono partecipare al presente concorso mediante la presentazione dell’istanza di partecipazione (scaricabile nel sito del Comune di Loculi www.comune.loculi.nu.it e/o disponibile presso la Biblioteca Comunale o presso gli uffici del Comune di Loculi (Dott.ssa Lidia Vedele).

Le immagini fotografiche possono essere realizzate con qualsiasi fotocamera analogica e digitale; dovranno essere presentate in formato jpg, e inviate a mezzo CD, DVD O chiavetta USB, nel rispetto delle caratteristiche indicate al punto “4. Formato delle immagini fotografiche”.

Non sono ammesse correzioni digitali in post produzione (quali tagli, aggiustamento colori, contrasto, rimozione macchie, ecc.) né manipolazioni (fotomontaggi, uso timbro clone e quant’altro tenda ad alterare la realtà ripresa).

4. Formato delle immagini fotografiche

4.1 Le immagini in formato digitale dovranno avere le seguenti caratteristiche:

- Denominazione: titolo dell’opera;

- Formato elettronico: JPG;

- Colore: bianco e nero o colori;

- Definizione: almeno 300 dpi;

- Dimensioni: non superiori a 5MB;

- Orientamento: sia orizzontale che verticale;

4.2 Stampa delle immagini fotografiche: n.3 copie su carta fotografica di alta qualità, formato 20×30.

Il Comune non si assume responsabilità su problemi causati da immagini inviate in formati differenti da quelli indicati, qualora i file inviati in formato elettronico presentassero problemi di qualsiasi natura le immagini non saranno ammesse in concorso.

Le immagini fotografiche dei concorrenti ammessi alla selezione per l’assegnazione dei premi del concorso verranno pubblicate nel sito istituzionale del Comune.

5. Quota di adesione

La quota di adesione per spese organizzative e eventuale stampa copie immagini da sottoporre alla valutazione della giuria e da esporre nell’esposizione conclusiva del concorso è fissata per in € 5,00 (cinque/00) da versare nelle seguenti modalità:

- bonifico bancario sul conto intestato al Comune di Loculi, presso il Banco di Sardegna S.p.A., codice IBAN IT03G0101586640000000010852;

- sul c/c 000012199089

- per entrambe le modalità la causale da riportare è “Concorso fotografico Loculi in un click”.

6. Scadenza del concorso

Il termine ultimo per la presentazione della documentazione relativa alla partecipazione al concorso è fissata per il giorno 14 Giugno 2013.

7. Modalità di iscrizione ed invio delle immagini fotografiche

L’iscrizione al concorso e l’invio degli elaborati dovrà avvenire mediante plico chiuso a mezzo servizio postale, o posta celere, o tramite corriere, o per mano presso l’Ufficio protocollo della Stazione appaltante, al seguente indirizzo: Comune di Loculi, via Cairoli n.2, 08020 Loculi (NU), entro il giorno 14 Giugno 2013.

Sul plico dovranno essere indicati i dati del concorrente e l’esatto indirizzo, i numeri del telefono e del fax nonché la dicitura: ” Concorso fotografico Loculi in un click”.

Ai fini della partecipazione al concorso i partecipanti dovranno inviare:

a) istanza di partecipazione sottoscritta dal concorrente, corredata da fotocopia del documento di riconoscimento, in corso di validità, del sottoscrittore. In caso di minore l’istanza dovrà essere sottoscritta da un genitore o da chi ne fa le veci;

b) n.3 immagini fotografiche, su carta fotografica di alta qualità, formato 20×30, con relativo elenco riportante il titolo e descrizione dell’immagine;

c) formato digitale delle immagini fotografiche, con le caratteristiche riportate nel precedente punto 4.2, a mezzo CD, DVD O chiavetta USB;

d) copia della ricevuta attestante il pagamento della quota di iscrizione.

8. Premi e cerimonia conclusiva

Premi:

1° Premio: € 300,00;

2° Premio: € 200,00;

3° Premio: € 100,00.

La cerimonia di premiazione verrà comunicata a seguito della conclusione del concorso.

9. Diritti e responsabilità

- Ogni concorrente è il solo responsabile del contenuto delle proprie immagini presentate in concorso. Partecipando al concorso, ogni concorrente implicitamente dichiara e garantisce, in relazione alle immagini presentate, di esserne autore e di detenerne tutti i diritti e, inoltre, che le stesse non violano alcuna legge vigente; dichiara sotto propria responsabilità di avere tutti i diritti di immagine delle persone eventualmente ritratte in modo riconoscibile, tranne nei casi previsti dall’art. 97 della Legge 22 aprile 1941 n. 633 “Non occorre il consenso della persona ritratta quando la riproduzione dell’immagine è giustificata dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.”

- Ogni partecipante autorizza il Comune di Loculi alla riproduzione di tali immagini, con citazione del nome dell’autore e titolo dell’opera, nell’ambito delle iniziative del Comune senza scopo di lucro, iniziative culturali, di divulgazione e informazione riguardanti il Comune di Loculi o ad essa collegate (pubblicazione nel sito istituzionale del Comune di Loculi, esposizioni, affissione in luoghi pubblici, pubblicazione su libri e periodici, pubblicità, internet, calendario);

- Ogni partecipante consente al Comune di Loculi di utilizzare le immagini fotografiche per scopi istituzionali senza nulla pretendere, pur rimanendo i diritti d’autore di sua proprietà in caso di utilizzo delle immagini proposte in concorso per scopi diversi da quelli sopra citati;

- Ogni partecipante solleva il Comune di Loculi da ogni responsabilità che dovesse derivare dalla pubblicazione delle opere e specificamente da qualsiasi richiesta avanzata dagli autori stessi e/o da terzi in relazione alla titolarità dei diritti d’autore delle fotografie ed alla violazione dei diritti delle persone rappresentate e di ogni altro diritto connesso alle immagini inviate.

10) Accettazione regolamento e autorizzazione al trattamento dei dati personali

L’iscrizione al concorso costituisce e comporta accettazione integrale del presente regolamento, nonché espressione del consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi della Legge 196/2003, per tutti gli adempimenti necessari all’organizzazione e allo svolgimento del concorso.

11) Condizioni di esclusione

Non saranno ammesse al concorso, a insindacabile giudizio della giuria, le fotografie che non rispettano le caratteristiche tecniche sopra definite; il cui contenuto esprima violenza, messaggi politici, pubblicitari o che sia lesivo della comune decenza; che non siano coerenti al tema proposto; il concorrente che non sia in regola con il versamento della quota di iscrizione.

12) Disposizioni generali

Per quanto non espressamente previsto dal presente Bando ogni decisione è rinviata agli organizzatori.

Il materiale inviato non è soggetto a restituzione.

Maggiori informazioni presso il Comune di Loculi, via Cairoli n.2, 08020 Loculi (NU). Tel.0784.97452, 0784.97435, fax 0784.978200, e-mail info@comune.loculi.nu.it , Dott.ssa Lidia Vedele.

Ai sensi del D.P.R. n.430 del 26.10.2001, art.6, il presente concorso non è soggetto ad autorizzazione ministeriale.

Clicca quì:

Istanza (domanda) di partecipazione

(DA: sito comune di Loculi)

Progetti vecchi e nuovi a Galtellì, Irgoli, Onifai,

Lodè, Loculi, Orosei, Posada, Siniscola e Torpè

Approvato il piano socio-assistenziale Plus per il distretto della Baronia

Dopo una lunga fase preparatoria tra i rappresentanti dei nove Comuni del distretto, è stato presentato venerdì sera il nuovo Plus, il piano locale dei Servizi alla persona del distretto di Siniscola per il triennio 2012-2014. «Ora – spiega la delegata ai Servizi sociali di Orosei Silvia Dessena – dobbiamo mettere a punto protocolli operativi perché possano concretizzarsi a breve».

VECCHIO E NUOVO Alcuni progetti socio-assistenziali sono stati riconfermati per garantire la continuità ai servizi, come l’assistenza domiciliare, Sport Terapia pensato per i diversamente abili, il contrasto al bullismo che coinvolge gli allievi delle scuole elementari e delle medie. Altri sono stati riformulati, come il Set (Servizio educativo territoriale) e alcuni sono completamente nuovi come il Pua (Punto unico di accesso), il progetto Affido familiare spazio neutro, la campagna di prevenzione di tumore al seno e l’Home Care Premium.

RISPOSTE AL DISAGIO Il servizio educativo territoriale è costituito da un complesso di interventi e di prestazioni di carattere socio-educativo rivolte a famiglie con minori e a minori con difficoltà di inserimento sociale, sarà gestito in forma associata dai nove Comuni (oltre al capofila Siniscola, Galtellì, Irgoli, Onifai, Lodè, Loculi, Orosei, Posada, Torpè) a partire dal prossimo giugno, quando scadrà l’attuale contratto. Tra le novità, il Pua, è stato concepito come risposta ai cittadini con disagio di tipo sociale e sanitario. Si tratta di una struttura organizzata che informerà gli utenti sui servizi presenti sul territorio, guidandoli verso una scelta consapevole e ottimale. Per i bisogni complessi, il Punto unico d’accesso attiva l’unità di valutazione territoriale, un’équipe multidisciplinare che valuta l’entità delle esigenze e stabilisce con un piano individualizzato, le modalità più opportune per affrontarle in tutti i loro aspetti.

MINORI IN AFFIDO Per quanto riguarda il servizio Spazio neutro sarà coordinato dai consultori e consiste nel coinvolgimento di nuclei familiari e anche singoli, ad accogliere in affidamento un minore: a un’attività di sensibilizzazione, seguirà un corso di formazione e l’istituzione di una banca dati. Inoltre si provvederà ad attivare uno spazio neutro, dove il minore, alla presenza di un educatore opportunamente formato, potrà incontrare periodicamente la famiglia d’origine.

(DA: L’Unione Sarda-Agostina Dessena-10 feb 2013)

Il tira e molla è durato per mesi ma alla fine,

quello che in molti temevano, si è avverato.

La gara di marathon bike in programma sui monti e tra le campagne di Irgoli, Onifai e Loculi come evento di contorno alla sesta edizione di Xterra Italy Sardegna non si farà. Troppi i tagli dei contributi istituzionali e troppo asfittici i bilanci dei Comuni coinvolti per garantire la necessaria copertura finanziaria dell’evento.

«È una decisione che abbiamo dovuto prendere a malincuore – spiega Sandro Salerno, patron di Island group, la società nuorese detentrice del marchio e organizzatrice dell’evento –. Capiamo le grandi difficoltà che attraversano gli enti locali che quest’anno hanno causato un taglio di circa 140mila di euro alla manifestazione. Ma anche con tutta la nostra buona volontà non era possibile coprire i costi della marathon bike». «Ci spiace anche perché dopo due edizioni la gara stava crescendo di interesse tra gli appassionati di mountain bike e il un circuito aveva riscosso grandi apprezzamenti. Per noi si tratta comunque di un arrivederci, purché l’anno prossimo ci siano almeno le condizioni minime per poter organizzare la gara».

Confermato invece l’appuntamento principe della manifestazione, la gara di triathlon off road che domenica 27 maggio a Biderosa metterà in palio il titolo italiano di specialità e 37 slot per il campionato mondiale in programma a ottobre nell’isola di Maui nelle Hawaii. «I 500 posti a disposizione sono esauriti già da settimane – conferma Salerno – e più di 100 atleti sono in lista di attesa. Come sempre ci saranno i migliori specialisti europei e italiani e tanti campioni da tutto il mondo».

Per Xterra Italy Sardegna insomma la conferma di essere ormai un brand di successo a livello internazionale.

(Da:La Nuova-Angelo Fontanesi-15 maggio 2012)

Contributi regionali anche per cinque strutture comunali

NUORO. In aiuto delle società sportive cittadine e della provincia arrivano finanziamenti regionali per 1 milione 337mila 870 euro, di cui 397mila e 887 euro per gli impianti nuoresi. Lo ha detto Fabrizio Satta, delegato del presidente della Provincia Roberto Deriu per lo sport.

E questo anche se la richiesta alla Regione per gli impianti comunali riguarda 13 progetti, pari a 18 milioni di euro. Di cui però ne sono stati approvati solo cinque.

«Certo – ha sottolineato Fabrizio Satta - gli importi sono stati totalmente ridimensionati, considerato che per gli impianti cittadini sono passati a meno della metà. Comunque va bene anche così. È importante che qualcosa sia arrivato, perchè finalmente si comincia a dare qualche risposta. Posta la necessità di completare i lavori mai conclusi insieme alla ristrutturazione di complessi sportivi ormai fatiscenti. Sono comunque felice per il supporto offertoci dall’industriale Paolo Clivati, che ha messo a disposizione 30mila euro per la partecipazione delle società barbaricine a grandi eventi sportivi. Ho altresì presentato alla commissione sport la richiesta di porre più attenzione ai giovani portatori di handicap, oltre ad affidare compiti maggiori alle società che militano nei settori del calcetto, pallamano e softball. Mi auguro davvero che nel bilancio possano essere anche individuate le risorse da mettere a disposizione delle società sportive barbaricine che militano a livello extraregionale».

Sono cinque i finanziamenti destinati agli impianti sportivi cittadini: 120mila euro per l’adeguamento della piscina di via Lazio; 100mila per il campo scuola di piazza Veneto; circa 44mila per il campo bocciofilo del Quadrivio; quasi 110mila alla Hanball Athletic club per la ristrutturazione e il completamento dei campi da tennis di viale Costituzione, e 25mila e 481 euro per il Tennis Club Nuoro 94 che opera nello stadio comunale.

Per quanto riguarda invece le sette strutture provinciali, i contributi sono stati destinati al complesso sportivo Scolarba di Macomer, 250mila euro; impianti comunali di Meana Sardo, 150mila; strutture sportive di Orgosolo, 150mila; centro nuoto di Tonara, 100mila; locali per il tennis a Dorgali, 8mila e 194; piscina di Loculi, 81 mila e 788; piscina comunale di Irgoli, 200mila euro.

«Ora la preoccupazione degli amministratori locali e dei dirigenti provinciali del Coni proviene dalla proposta di abolire le Province. Se non altro perchè in questo caso si bloccherebbe tutta la politica finanziaria sportiva. Tenendo conto che l’ente intermedio barbaricino ha erogato un finanziamento per la tutela sanitaria degli atleti iscritti a 33 società con 507 atleti. In provincia, ha detto recentemente il presidente del Coni Sandro Floris, è operativo un solo medico sportivo su dieci, che, ovviamente, non possono dare risposte ai 10mila atleti iscritti alle società sportive – ha sottolineato Fabrizio Satta -. Le risposte, pertanto, le deve dare l’Azienda sanitaria locale».

La Provincia comunque intende attivarsi per sostenere e promuovere la pratica sportiva di tutti i cittadini, oltre che per sostenere la diffusione o la riqualificazione dell’impiantistica, che ha bisogno di essere rinnovata.

 (Da:La Nuova-Antonio Bassu-11 feb 2011)

Prendiamoci cura della famiglia“: è questo il titolo dell’appuntamento in programma per il 19 gennaio, giovedì prossimo, alle ore 17 nei locali del museo Sa Domo de sas artes e de sos mestieris di Loculi.

La manifestazione è organizzata dall’Asl N° 3 di Nuoro in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Loculi e dall’Equipe Spazio Famiglia di Orosei. Per l’occasione i riflettori degli esperti relatori saranno puntati  sullo “spazio di dialogo e di incontro sull’educazione, rivolta a tutti i genitori che vogliono confrontarsi sulle problematiche educative, dubbi e quesiti a cui non sanno dare risposte” si legge nella locandina che pubblicizza l’evento.

Da:La Nuova-angelo fontanesi-14 gen 2012

Disagi nella distribuzione idrica nella giornata di oggi a Onifai, Irgoli e Loculi.

abbanoaI problemi sono possibili dalle 21 alle 24 quando sarà interrotta la distribuzione dell’acqua per consentire i lavori di manutenzione straordinaria sul misuratore di portata che si trova nella camera di manovra del serbatoio di Sa Serra a Onifai. L’intervento avviene nelle ore notturne – spiega Abbanoa – per limitare i disagi.

(Da:L’Unione Sarda-13 ott 2011)


posa rete gasLavori a Dorgali e Orosei

Sono iniziati lunedì i lavori per la realizzazione della rete del gas del Bacino numero 15, una rete di gas di città che servirà oltre ventimila abitanti dei comuni di Dorgali, Orosei, Galtellì, Onifai, Irgoli e Loculi.

L’INTERVENTO All’inizio di questa settimana, la ditta di Lanusei che ha ricevuto in subappalto dalla Fontenergia 15 Srl l’esecuzione dei lavori ha iniziato gli scavi in viale Kennedy a Dorgali, dove sarà realizzato il deposito di stoccaggio. Poi inizierà a posizionare il tubo da ventotto centimetri che passerà in tutte le vie del paese e raggiungerà le case dei dorgalesi garantendo l’approvvigionamento del gas. In tutto saranno ottanta i chilometri di condotte che dovranno essere stese per raggiungere i ventimila cittadini dei sei Comuni interessati dal progetto.

angelo-cartaLE CIFRE Un appalto dal costo complessivo di diciassette milioni e 300 mila euro aggiudicato da Fontenergia 15 Srl, controllata del gruppo Cpl Concordia di Modena. La consegna dei lavori da parte del Comune di Dorgali, capofila delle amministrazioni interessate dal progetto, è avvenuta lo scorso 26 luglio alla presenza del sindaco di Dorgali Angelo Carta e dei dirigenti della ditta appaltatrice. Si tratta di un project financing, in parte finanziato dalla Regione, che garantirà alla società modenese la gestione per oltre trent’anni della rete e della distribuzione del gas nell’intero territorio. A Dorgali gli incomodi per gli scavi si ridurranno all’osso, visto che una parte della rete, in via Vittorio Emanuele e nelle vie adiacenti alla casa natale della Beata Maria Gabriella, è già stata posizionata da un precedente intervento dell’amministrazione comunale.

CHIUSURA CANTIERE La fine dei lavori è prevista nell’agosto del 2013, con la rete che distribuirà Gpl, in attesa della costruzione del metanodotto dall’Algeria. Si tratta quindi di un intervento particolarmente attesa dalle popolazioni di questi importanti centri.

(Da:L’Unione Sarda-Fabio Ledda-29 set 2011)

palazzo comunale onifaiA partire dal 3 ottobre 2011 l’Amministrazione comunale intende attivare i corsi di ginnastica dolce. I progetti saranno realizzati presso la palestra scolastica di Onifai dalla A.S.D. Fisiosport di Loculi, secondo il seguente orario: lun – merc – ven dalle 17 alle 18. Le quote utenza saranno di  €. 20, 00 mensili;

Le domande di partecipazione ai corsi dovranno essere presentate ai Servizi sociali del Comune entro e non oltre il giorno 30 settembre 2011.

Marco Camedda

(informazioni da: sito istituzionale del Comune di Onifai)

interruzione acqua potabileDalla mezzanotte di oggi fino alle 4 di domani sarà interrotta l’erogazione idrica nei centri abitati di Onifai, Irgoli e Loculi per consentire la manutenzione straordinaria della valvola regolatrice di pressione ubicata nella camera di manovra del serbatoio di Sa Serra, a Onifai. Tale operazione – spiega Abbanoa – consente di garantire il regolare funzionamento dell’impianto ed evitare inconvenienti nel ponte di Ferragosto.

L’intervento è stato programmato nelle ore notturne per limitare i disagi.

(Da:L’Unione Sarda-12 ago 2011)

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-2010)

LOCULI: Centro polifunzionale "Sa domo de sas artes e de sos mestieris (foto camedda-2010)

loculi--locandina_tenores

monte-tuttavistaLa giunta provinciale ha approvato la proposta dell’assessorato regionale all’ambiente sui confini delle oasi permanenti di protezione faunistica e cattura e delle zone temporanee di ripopolamento e cattura, sulla quale è stato espresso parere favorevole da parte dei Comitati faunistici provinciale e regionale.

Franco CorosuL’approvazione riguarda, in particolare, l’istituzione delle zone temporanee di ripopolamento e cattura in agro di Bitti (Monte Longos), in agro di Bolotana e Lei (Bardosu) e in agro di Onifai (Cedrino). Si è espresso inoltre parere favorevole all’istituzione di una nuova oasi, Montalbo in agro di Lula, Irgoli e Loculi e all’ampliamento dell’oasi del monte Tuttavista nei Comuni di Galtelli e Onifai. Su segnalazione del Corpo forestale è stata poi approvata la riperimetrazione dell’oasi dell’Ortobene a Nuoro. «La realizzazione di questi nuovi istituiti è un passo importante per la connessione di aree di elevato valore naturalistico del territorio provinciale», ha dichiarato l’assessore provinciale all’ambiente Franco Corosu.

(Da:La Nuova- 5 lug. 2011)-foto camedda-2009

Vincenzo Secci, sindaco di Loculi

Vincenzo Secci, sindaco di Loculi

Dopo il discorso insediata anche la nuova giunta

LOCULI. Nessun «guai ai vinti» ma la promessa di essere «il sindaco di tutti i cittadini e non solo di quelli che ci hanno sostenuto» e un invito all’opposizione «a un confronto costruttivo e collaborativo».

E’ stato un discorso improntato alla distensione quello pronunciato avantieri da Vincenzo Secci sindaco del Pd durante la seduta di insediamento della sua seconda amministrazione comunale di centro sinistra. Secci ha parlato dall’alto di una vittoria sonante conquistata al termine di una tornata elettorale quanto mai combattuta visitato che per la prima volta a Loculi, poco più di 500 abitanti, si sono presentate all’esame degli elettori ben tre liste.

«Un fatto estremamente positivo ha sottolineato che ha messo in evidenza il forte senso civico della comunità loculese». Una vittoria limpida la sua, costruita soprattutto su tanti interventi portati a temine in questi cinque anni in diversi settori quali sport e tempo libero, politiche sociali ma sopratutto viabilità e opere pubbliche.

«Ed è da quanto fatto che intendiamo ripartire per i prossimi cinque anni ha tenuto a sottolineare Vincenzo Secci La nostra intenzione è infatti continuare a garantire tutti i servizi sociali già avviati e crearne dei nuovi così come perseguire nelle politiche di valorizzazione del territorio e dell’ambiente anche in ottica turistica». Per far questo Vincenzo Secci si affida ad una squadra di governo in gran parte rinnovata. La nuova giunta è composta infatti dalla riconfermata vice sindaco Santina Sini (che avrà anche la delega all’Urbansitica) e dagli assessori Sonia Sanna (Cultura e Turismo), Antonio Maria Chessa (Ambiente, Gestione territorio, Lavori Pubblici) e Giacomo Chessa (Agricoltura, Sviluppo territorio e attività produttive).

Incarichi specifici anche per tutti gli altri consiglieri di maggioranza: Rosella Ruiu (capo gruppo di maggioranza) si occuperà di arredo urbano e verde pubblico, Tania Sanna di spettacolo, Gianluca Lai di sport e Giovanni Maria Pira della gestione delle infrastrutture comunali.

Nelle competenze del sindaco rimarranno la gestione del personale, Bilancio e Programmazione, Tributi e Affari generali.

(Da:La Nuova-angelo fontanesi-1 mag 2011)

Vincenzo Secci, sindaco di Loculi

Vincenzo Secci, sindaco di Loculi

Il nuovo sindaco di Loculi Vincenzo Secci, al suo secondo mandato consecutivo, ha convocato per le ore 18:00 del giorno 30 maggio 2011 la prima seduta del Consiglio Comunale eletto a seguito delle recenti consultazioni elettorali .

L’ordine del giorno vede i seguenti punti: 1) Esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e di compatibilità del Sindaco eletto direttamente e dei consiglieri comunali; 2) Giuramento del Sindaco; 3) Presa d’atto della comunicazione della nomina dei componenti della Giunta comunale e del Vicesindaco; 4) Elezione Commissione Elettorale comunale; 5) Costituzione gruppi consiliari e designazione dei rispettivi Capi Gruppo; 6) Definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune e del Consiglio presso Enti, aziende ed istituzioni; 7) Presentazione al Consiglio delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2011/2016.

Marco Camedda

(Da sito istituzionale Comune di Loculi)

Vincenzo Secci, rieletto sindaco di Loculi (foto camedda)

Vincenzo Secci, rieletto sindaco di Loculi

Il sindaco Vincenzo Secci alla guida di «Pro Locula» ha respinto l’attacco sferrato dalle altre due liste

L’esito delle votazioni non ammette dubbi: la roccaforte rossa della Valle del Cedrino è Loculi.

Il sindaco uscente Vincenzo Secci del Pd alla guida di «Pro Locula», una lista di centro sinistra senza se e senza ma, respinge perentoriamente l’attacco a tenaglia sferrato dalle altre due liste civiche, Loculi Cresce guidata dall’ingegnere Gian Luca Chessa e Uniti per Loculi capeggiata dall’avvocato Alessandro Luche, che non nascondevano simpatie verso altre sponde.

E la risposta è stata quanto mai chiara e forte: Vincenzo Secci con la sua lista ha inflitto distacchi percentuali abissali ad entrambi gli avversari che per conto loro hanno pagato pesantemente il fatto di non avere trovato l’accordo per andare uniti davanti agli elettori. Ma sarebbe riduttivo dire che Secci e compagni abbiano vinto solo perchè gli avverasi non si sono apparentati: il responso delle urne è stato quanto mai netto e inequivocabile. La lista «Pro Locula. ha preso 182 voti pari al 45,8% delle preferenze staccando di 69 voti «Loculi Cresce» (113 voti pari al 28,5 %) e di 80 voti la terza arrivata «Uniti per Loculi» che con 102 non è andata oltre il 25,7 %.

In un paese di poco più di 500 abitanti che metteva in lizza ben 34 candidati sono dati che parlano da soli. Una vittoria di gruppo quella della lista di Secci certificata anche dai buoni risultati personali ottenuti da tutti gli undici candidati.

Ecco nell’ordine di presentazione i voti di preferenza raccolti da ogni candidato tenendo presente che i tre candidati a sindaco hanno preso in testa 10 voti Secci, 5 Chessa e 3 Luche. Lista Pro Locula: Chessa Antonio Maria 33, Chessa Giacomo 12, Lai Gianluca 11, Mereu Paolina 7, Murru Nicoletta 8, Pira Gianni 18, Puggioni Gianfranco 10, Ruiu Rosella 16, Sanna Sonia 17, Sanna Tania 13, Sini Santina 27. Lista Uniti per Loculi: Mercurio Angela Maria 16, Gaddone Giuseppe 14, Podda Tanino 25, Mereu Paolino 3, Cambedda Giacomo 6, Rozzo Giovanni Maria 8, Cancedda Andrea 4, Serra Antonietta 7, Puggioni Antonia Angela 4, Cancedda Daniela 8, Ruiu Michele 4. Lista Loculi Cresce: Cambedda Antonio 13, Cancedda Veronica 9, Chessa Giuseppe 33, Dalu Renzo 6, Floris Mauro 5, Fronteddu Salvatore 12, Puggioni Graziano 21, Sanna Redento 6, Uscidda Maria Antonietta 3.

(Da:La Nuova-Angelo Fontanesi-20 mag 2011)-foto camedda

Vincenzo Secci,sindaco di Loculi (foto camedda)

Vincenzo Secci

Vincenzo Secci è il nuovo sindaco di Loculi.

la sua lista civica “Pro Locula” vince le elezioni amministrative con 182 voti (45,84%). Molto alta l’affluenza alle urne, 83,75% dei 474 elettori aventi diritto. Vincenzo Secci, sindaco uscente, è al suo secondo mandato.

I VOTI DELLE ALTRE DUE LISTE:

“Loculi Cresce”:

(candidato sindaco Gianluca Chessa) 113

“Rinnovamento Democratico”:

(candidato sindaco Alessandro Luche) 102.


GALTELLI':biblioteca comunale: ingresso (foto camedda)

Il Servizio Cesil – Sede di Galtellì, in collaborazione con l’Agenzia Regionale del Lavoro e Comune di Galtellì

coglie l’occasione per invitare le Aziende e Associazioni di categoria a partecipare al Seminario  Informativo sui  PIP (Piani di Inserimento Professionale), che si svolgerà nella Biblioteca Comunale di Galtellì oggi 9 Maggio alle ore 15.30.

Locandina-PIP-A4Per Piano di inserimento professionale si intende uno strumento di inserimento in un’azienda privata, realizzato attraverso appositi progetti della durata di 6 mesi full time o 12 mesi part time, nell’ambito del quale i giovani beneficiari porteranno avanti delle attività lavorative, svolgendo delle mansioni ben precise e riconducibili ad uno specifico profilo professionale, accompagnate da un percorso formativo.

Il Piano di inserimento professionale è infatti costituito da attività formativa e lavorativa per un monte ore complessivo di 960 ore, articolate in 760 ore lavorative e 200 ore dedicate specificamente alla formazione.

Interverranno le Dott.sse Stefania Cau e  Flaminia Crisponi, dell’Agenzia Regionale del Lavoro e le referenti del Servizio Cesil Loculi-Galtellì Piras Francesca e Succu Michela. Si invitano a partecipare tutti gli interessati.

Per  info: 0784/97099

(orari d’ufficio).

(Da un comunicato del servizio Cesil Loculi-Galtellì)

Nel mio archivio fotografico, che in questo periodo di convalescenza  a casa stavo riordinando, ho ritrovato queste foto in bianco e nero che avevo scattato nel 1981 a Loculi e che pensavo fossero andate smarrite. Rappresentano antichi edifici allora in degrado e oggi sapientemente restaurati e recuperati di cui le prime due foto si riferiscono a una casa privata  e la terza, come descritto nella didascalia della quarta foto, destinata oggi a un museo comunale ” Sa domo de sas artes e de sos mestieris” che è vanto, non solo del paese di Loculi, ma di tutta la cultura della Baronia-Valle del Cedrino.loculi-3

loculi-2

loculi-1

Loculi.-Sa-domo-de-sas-arte

Loculi:Il fabbricato della foto precedente è diventato la bella sede del Museo "Sa-domo de sas artes e de sos mestieris" dove sono esposte le foto in bianco e nero di Carlo Bavagnoli (noto fotografo negli anni sessanta del giornale l'Espresso) sull'antica Loculi

Marco Camedda

(foto camedda)

(foto camedda)

Nella casa Sa domo de sas artes e de sos mestieris, l’esposizione Carlo Bavagnoli, «Sardegna 1959. l’Africa in casa», 60 fotografie in bianconero di grande formato, relative al reportage che il noto fotografo ha realizzato in Baronia (LOCULI, IRGOLI, ONIFAI) nel 1959 per documentare la povertà nelle zone più depresse del Meridione d’Italia.

Ingresso gratuito

Apertura da Martedì a Sabato:

09:00-12:30; 17:00-20:30

Domenica:

10:00-13:00

chiuso Lunedì

E’ morto in ospedale, dove era stato ricoverato questa mattina dopo essere rimasto ferito da una fucilata all’addome durante una battuta di caccia a Loculi (Nuoro), un pensionato di 81 anni, Saturnino Monne.

Tziu-Saturnino-MonneSi tratta della prima vittima della nuova stagione venatoria, che cominciava proprio oggi in Sardegna. L’uomo, secondo la testimonianza del figlio che si trovava con lui durante una battuta nella riserva di caccia di Loculi, sarebbe stato raggiunto da un colpo partito accidentalmente dal proprio fucile, dopo essere scivolato a terra. L’incidente è avvenuto verso le 8. I soccorsi sono stati richiesti dai compagni di battuta del cacciatore che è stato trasportato all’ospedale San Francesco di Nuoro con un’ambulanza del 118. Inizialmente le condizioni del ferito non destavano particolari preoccupazioni, poi improvvisamente si sono aggravate. Troppo gravi le lesioni interne subite, l’ottantunenne è deceduto intorno alle 15. Sull’incidente di caccia stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Siniscola. La procura di Nuoro ha aperto un’inchiesta.

(Fonte:Unione Sarda.it- 02 settembre 2010)

===========================

Una mia affettuosa nota

(foto inviatami dall'amico Fontanesi)

(foto inviatami dall'amico Fontanesi)

Saturnino Monne era  mio zio avendo sposato una sorella di mio padre. Era un uomo forte, anche caratterialmente, che ultimamente aveva attraversato brutti momenti legati alla salute ma che la  sua forte fibra gli aveva consentito di superare positivamente. Con Zio Saturnino non ci si vedeva spesso ma era sempre un piacere incontrarci e mi chiedeva sempre di tutta la mia famiglia. Non gli mancava mai l’allegria e la vena ironica, che tutti conoscevamo, nonostante i suoi acciacchi  ,specie negli ultimi anni. Aveva 84 anni, ben tenuti, sempre elegante! Era un grande lavoratore che nella vita ha dato solo buoni esempi e ha lasciato tantissimi amici sopratutto nella categoria dei cacciatori fra i quali era il decano rispettato e apprezzato non solo per la sua mira infallibile ma anche per la sua incredibile capacità di stare in compagnia rallegrandola con le sue continue battute sagaci.

Ho voluto introdurre la foto soprastante in tenuta da cacciatore perchè per lui la caccia era una grande passione che ha sempre coltivato fin da giovane.

Ciao Zio Saturnino…

…”Tziu Sadurru”,come eri più conosciuto!

Marco


perambienteCome ogni tanto faccio (con estremo piacere) ho scelto questo commento di PERAMBIENTE, lettore e commentatore di cui apprezzo la grande eleganza dialettica e la sua profondità di pensiero peraltro evidenziata dal suo amore per tutto ciò che è difesa dell’ambiente. Scrive il suo commento in risposta ad una simpatica provocazione del caro Juanneddu e considerato che  l’argomento, introdotto in altro tema, è a mio parere di grande e attuale importanza (e che sento moltissimo) per cui ho pensato di trasformarlo , quì di seguito,in un Post su cui discutere.

Marco Camedda

========================================

COMMENTO DI: Juanneddu il 27.o8.2010 alle ore 1:46:42:

“Qualcuno su an’altro blog scrive, ” il calendario estivo di Galtellì gli fa le scarpe a quello di Orosei ” Non è possibile: Noi a Orosei portiamo gli stivali!!!!”

Commenti di risposta di PERAMBIENTE:

COMMENTO del 27.o8.2010 alle ore 19:00:11:

“Intervengo in genere su temi che amo come la valorizzazione o difesa ambientale ma reputo che dire la mia su questo tema dei rapporti fra i nostri paesi sia toccare una parte del’ambiente e cultura in senso lato. Orosei e Galtellì sono due realtà diverse e reciproche nello stesso tempo. Diverse evidentemente per l’impatto economico, strutturale e sociale ma reciproche anche a causa della vicinanza nella storia comune ,geografia, valenza architettonica e ambientale anche in considerazione che hanno vissuto insieme tanti secoli in cui si sono scambiate i ruoli prima come sedi dei Baroni poi per importanza socio-economica che ha visto crescere nel tempo Orosei anche come abitanti e favorito dal vicino mare ricchezza naturale di primaria attrazione. Ma Galtellì, non da tanto, per crescere ha avuto l’intuizione di puntare tutto o quasi nella cultura, specie negli ultimi decenni grazie alla caparbietà delle amministrazioni comunali che hanno intravisto a ragione che la valorizzzione della sua storia, delle tante e antiche chiese,della ospitalità dei suoi abitanti e delle sue belle case sapientemente recuperate sarebbero stati la ricchezza per tutto l’anno del paese. Ottenendo un risultato miracoloso frutto di una accorta regia tesa a valorizzare tutto ciò che sono state e sono le varie sfaccettature della cultura intesa anche in senso lato. E lo “sfruttamento” di questa risorsa sta pagando ogni anno di più a dimostrazione che essa non è solo parola rivolta in senso astratto ma foriera di benessere. E reputo un grande errore controproducente e dannoso mettere in competizione campanilistica le due realtà in quanto molto diverse ma suscettibili di integrarsi per un reciproco ottenimento di benessere. A meno che la competizione non sia sportiva e rispettosa delle reciproche peculiarità. Quanti dal mare, ville e alberghi di Orosei dovrebbero essere indirizzati a anche alle bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche di Galtellì? Tanti e si dovrebbe fare.Il comportamento reciproco sta nella natura dell’uomo che tendenzialmente in estate comunque cerca il mare. Ma non dimenticando le bellezze e valenza storica degli altri paesi della Valle del Cedrino ovvero Irgoli, Onifai e Loculi che insieme a Orosei e Galtellì sono realmente una potenziale corpo unico, sfaccettato nelle sue normali diversità ma quartieri di una solo paesone allargato e non solo in senso geografico. Stannoc rescendo tutti in una competizione a che fa cose migliori come per ultima Sa Domo de Sas Artes e Mestieris di Loculi che da un cumulo di  vecchie case abbandonate ne ha ricavato una ricchezza moderna e antica nello stesso tempo che sta attirando tanti visitatori. Non devono esistere, Gent mo Juanneddu, ne scarpe ne stivali ma insieme un lento o spedito camminare verso il raggiungimento, se pur nelle differenze locali, di una pax comune che non può che portar bene in modo sinergico a tutti i cinque paesi. Nessuno escluso. Saluto con cordialità Marco e Voi tutti, PERAMBIENTE“.valle del cedrino

COMMENTO  del  27.o8.2010 alle ore 19:21:02:

“Scusate ma dimenticavo di dire che, per stare in tema all’articolo del blog, anche la Natura ci ha accomunato in tempi passati,complice l’inconsapevole Riu Mannu Cedrino,nelle calamità naturali e la sessa Natura sarebbe lieta di vedeci uniti nel bene comune che è la fraternizzazione e la solidarità fra genti simili e diverse ma che potrebbero essere una forza unica, un grande paese con tanti rioni che spero in un futuro sia La Valle del Cedrino.Di nome e di fatto! Utopia? Non ci voglio credere! Vi risaluto, PERAMBIENTE

Le meraviglie di Alice non abitano certo nei paesi di Onifai, Loculi e  Irgoli.  E non ci si riferisce al fiabesco mondo del capolavoro di Lewis Carroll ma a quello freddo e telematico del Servizio Internet Alice.
Un servizio che nei tre paesi della Valle del Cedrino sinora non ha niente di meraviglioso o di futuribile come annuncia la sua invadente pubblicità televisiva ma anzi mostra falle e pecche riconducibili alle datate società di telefonia fissa.
Ad esternare una formale protesta in merito all’erogazione dei servizi in banda larga sono i sindaci dei tre comuni Giovanni Branchitta (a sinistra), Vincenzo Secci (a destra) e Giovanni Porcu  (sotto)con una lettera indirizzata alle direzioni nazionali, regionali e provinciali di Telecom Italia e per conoscenza all’assessorato regionale Affari Generali e al Direttore del Servizio per il sistema informatico di base dell’amministrazione regionale.
«Desideriamo informarvi per quanto di rispettiva competenza – scrivono i tre primi cittadini – che ai nostri uffici pervengono numerose quotidiane lamentele da parte di abbonati al Servizio Internet Alice ai quali viene erogato, a parità di costi, un servizio a dir poco insufficiente a differenza dei nuovi abbonati ai quali viene erogato il servizio Internet Alice 7 Mega».
Come paragonare insomma una lumaca a una lepre
o, per stare nel campo delle comunicazioni, pagare quanto per un telegramma e ricevere la posta con i tempi di una lettera ordinaria. Un ingiustizia formale secondo i sindaci, oltre che un disservizio che crea gravi disagi non solo agli utenti privati ma anche a imprese ed enti. 
«Si ritiene che questa disparità di trattamento tra abbonati Telecom debba essere urgentemente rimossa – chiedono infatti i sindaci di Oniafi, Loculi e Irgoli – anche perché nei suddetti Comuni è stata da tempo conclusa la realizzazione delle infrastrutture di rete in fibra ottica grazie al progetto “Infrastrutture e servizi a banda larga nelle aree svantaggiate del territorio regionale” con il passaggio dall’Adsl così detta Light in Full.
Con la presente – concludono - si chiede quindi un vostro diretto interessamento perché il servizio internet a banda larga venga erogato a tutti».
Ora non resta che attendere l’intervento di Telecom che ci si augura non della stessa lentezza con cui gli utenti baroniesi sono costretti a navigare sul web.
(fonte rielaborata: La Nuova)

l primo corpo di polizia intercomunale della Sardegna prenderà servizio questa estate nei paesi dell’Unione dei Comuni Valle del Cedrino. Da pochi giorni il bando per l’assunzione a tempo determinato di sette vigili stagionali e del loro coordinatore è on line sul sito istituzionale del Comune di Orosei, ente capofila dell’organismo intercomunale di cui fanno parte anche Galtellì, Irgoli, Loculi e Onifai.
Sin dalla sua costituzione l’Unione dei Comuni, che accorpa i cinque paesi della bassa Baronia, aveva iscritto come obiettivo primario nella sua agenda di lavori la creazione di un unico corpo di polizia municipale. http://www.comune.asti.it/uffici/area-2/polizia-municipale/vigili/urbani2.jpg
Ma sinora il progetto di fusione a freddo dei vigili urbani dei cinque comuni non ha ancora trovato l’unanimità dei consensi. L’attuale direttivo dell’Unione dei Comuni non intende però demordere dal suo progetto e così ha pensato di lanciare comunque il servizio almeno in via stagionale.
«Per il momento si tratterà di un servizio limitato nel tempo e circoscritto alle esigenze estive estive – spiega Gino Derosas, sindaco di Orosei e presidente dell’Unione dei Comuni Valle del Cedrino – Un periodo di grande afflusso turistico dove normalmente i vari corpi di polizia municipale vengono rinforzati con l’assunzione di vigili stagionali per sopperire alle fisiologiche emergenze che si vengono creare nei nostri territori».
E saranno proprio i compiti di vigilanza ambientale
del controllo del traffico nelle località più trafficate e la lotta all’abusivismo commerciale i campi nei quali verranno impiegati con maggior frequenza i vigili dell’Unione dei Comuni che lavoreranno comunque in concerto e in stretta collaborazione con i corpi di polizia municipale dei diversi comuni.
Il costo dell’iniziativa che durerà per cinque mesi (circa 80 mila euro) è già stato inserito nel bilancio di previsione dell’organismo intercomunale.
Le domande per la partecipazione alla selezione,
che avverrà mediante valutazione di titoli e colloquio, dovranno pervenire al Comune di Orosei (sede legale dell’Unione dei Comuni) entro il 27 aprile.
Potranno parteciparvi tutti i cittadini italiani o i cittadini di stati membri dell’Unione Europea equiparati con adeguata conoscenza della lingua italiana, con età non inferiore ai 18 anni, con idoneità fisica all’impiego e in possesso di diploma di maturità di scuola media superiore e di patente di guida tipo “B”.
(fonte: La Nuova)

 

continua…

continua…

Quindici giorni  non sono ancora stati sufficienti a stimare tutti i danni causati dal nubifragio del 4 Novembre scorso . Danni ingenti, per svariati milioni di euro la cui stima è in corso, ma che non sa come e quando e in che misura verranno rimborsati. Il nubifragio  ha devastato le campagne e in molti casi anche le abitazioni all’interno dei paesi della Baronia-Valle del Cedrino nonchè numerose aziende produttive.

continua…



Dati eleborati da Wikipedia (enciclopedia aggiornabile telematica) e rappresentando dati ISTAT del 2001

Curiosando su internet ho voluto mettere insieme i grafici dell’anno 2001 della evoluzione (o involuzione) demografica dei cinque paesi che compongono la Bassa Baronia – (anche VALLE DEL CEDRINO dopo l’Unione dei Comuni).

continua…

HO DECISO DI DARE AL BLOG UNA PICCOLA SVOLTA…spero in meglio!
Il mio BLOG, nato circa un’anno fa ,ma realmente operativo da Gennaio 2007, nasce dalla mia voglia innata di scrivere e parlare promuovendo principalmente la mia BARONIA di Orosei- Galtellì- Irgoli- Onifai- Loculi.
Ma sempre di più sento il bisogno di parlere della NOSTRA SARDEGNA, isola meravigliosa e magica, della sua bella natura ma anche dei suoi figli migliori che si sono fatti e si stanno facendo onore in tutti i campi compresa letteratura ,archeologia,moda, sport e… altro…in Sardinna e in Foras!
prestissimo
sul mio piccolo Blog avrò l’onore di ospitare alcuni
scritti e considerazioni o interviste di e a Persone Importanti
nei vari campi sopracitati!
Non trascurerò di di dire la mia su fatti che sono -dal mio punto di vista- i più importanti in Italia e nel mondo,Importanza intesa come avvenimenti di alto impatto sia per la loro positività (spero tanti) che per la loro negatività (spero pochi)
Inoltre amo parlare di SOCIALITA’, CULTURA, ARTE, MUSICA, SPORT, SPETTACOLI e darò sempre più spazio alle considerazioni critiche (che ho un pò trascurato) su persone, cose e fatti più in vista.
In effetti molti amici lettori mi hanno definenito "troppo buono" (nel senso che scrivere di negatività non solleva sicuramente il…buonumore e in effetti penso che delle negatività se ne parli anche troppo) pur dandomi evidenti attestati di stima per il piccolo servizio che questo mio blog fa.
Ma!…E vero! un pò di piccantino non guasta mai!

Visto che amo però anche la satira e la battuta sagace,che quasi sempre sono solleticate da "ciò che non va", seguirò molto volentieri il consiglio di chi mi vorrebbe un pò più… pepato…anche in considerazione che la CRITICA sui fatti più controversi non può che servire (Vedi Grillo!) per cui con considerazioni e/o vignette cercherò di apportare i mio piccolo contributo…
…ovviamente mai volgare,triviale, offensivo o banale
e spero sempre costruttivo, elegante  e…garbato!
 (è nella mia indole di uomo a cui non rinuncerò mai per tutto l’oro del mondo)!
 
E oltre alle mie considerazioni il mio blog si arricchirà principalmente di vignette e fumetti sia passate che recenti che esalteranno in modo positivo o garbatamente ironico avvenimenti e/o personaggi (sono stato vignettista- sopratutto nella pagina sportiva sul Cagliari Calcio- e anche illustratore per diversi anni e un bel pò di anni fa in un grande giornale sardo da tempo chiuso) !
…LA NOVITA’ SARA’ CHE…
…LE MIE VIGNETTE RAFFIGURERANNO FATTI E PERSONAGGI SOPRATUTTO… DELLA NOSTRA BARONIA!
… e non tarderò ad iniziare a…postarle!…

Ma sempre di più introdurrò anche TANTISIME FOTO (anche elaborate al computer)
…con la pittura e le vignette…la mia grande passione!
Questo Blog sta diventando per me sempre di più un "hobby" serio a cui dedicare volentieri un pò di ore di tante sere …senza mai rubare nulla al mio lavoro e ai miei affetti.
Il VOSTRO SEGUIRMI (oltre 19.600 contatti in poco più di nove mesi effettivi) è per me come motivo di orgoglio e soddisfazione e vorrei…
…MIGLIORARLO SEMPRE!…Almeno ci provo!…
sono curioso, a proposito delle vignette,
di sapere cosa ne pensate!
Ringrazio chi con i suoi attestati di stima mi da
una carica incredibile e….
ATTENDO I VOSTRI GRADITI COMMENTI!….
un caro saluto!
Marco Camedda

continua…