Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: onore

Festa del SS. Crocifisso 2017

Iniziano stasera 29 aprile i festeggiamenti

in onore del SS.Crocifisso di Galtellì, con la serata folk.

Alla presenza di tantissimi gruppi di ballo del territorio, si darà via ad una manifestazione di 5 giorni, che avrà fine il 3 maggio, giorno del Santo Patrono. Protagonisti assoluti i ragazzi del Comitato leva 90, che lavorando in maniera eccellente, tutto l’anno han permesso un programma variegato e molto interessante.

PROGRAMMA

manifestazioni civili

sabato 29 aprile-dalle 21,00

i gruppi folk di galtellì, Budoni, Orosei, Irgoli, i tenores di Orgosolo, Untana Vona, Orune Santu Sidore e su Tenore Garteddesu, saliranno sul palco.

Domenica 30Aprile-alle ore 22

serata musicale, con i Modena City Ramblers

Lunedi 1 maggio

serata musicale Doc Sound

Martedì due maggio

la Poesia sarda

Zizi, Ladu, Mureddu

Mercoledi 3 maggio

-alle 18 giochi in piazza per i bambini

ed in serata musicale con

Giuliano Marongiu che presenta Reunion

Estrazione biglietti della lotteria

Molto intensa e partecipate le novene del Cristo anche da persone del circondario, molto devote al Santo. Quest’anno l’amministrazione ha ospitato l’amministrazione di Chiampo, comune gemellato e saranno presenti alcuni sindaci dell’associazione del Crocifisso d’italia, associazione in cui Galtell’ milita dal 2012, percorso che ci vede impegnati nel valorizzare il Crocifisso

(DA: comunicato Comune di Galtellì-29 Aprile 2017)

 

**DA: comunicato del Comune di Onifai-4 giu 2013**

protesta pastoriPastori sardi premiati nella sezione ‘Lavoro e coraggio‘ dell’ottava edizione di ‘Vite da Premio, onore a donne e uomini d’Italia che onorano l’Italia’.

La comunicazione dell’assegnazione del riconoscimento è stata inviata al leader del Movimento pastori sardi Felice Floris.

felice floris

Un riconoscimento - si spiega nella lettera dell’organizzazione del premio – allo spirito di sacrificio e abnegazione della pastorizia italiana, a partire da quella sarda, per le sue battaglie e le sue legittime e sacrosante rivendicazioni, che diano serenità, sviluppo e lavoro, non solo alla pastorizia, ma più in generale a tutto un comparto lavorativo, che è quello del mondo agricolo. Tenendo conto di tantissimi giovani impegnati ed orgogliosi di un lavoro che viene sminuito nella sua importanza storica-valoriale”. La manifestazione conclusiva si terrà il 23 e 24 settembre prossimi a Baia Domizia.

(Da:L’Unione Sarda-12 ago 2011)