Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: orosei

Nelle roventi praterie dell’Arizona

finalmente cala la notte!

Il convoglio dei Canestoga” si ferma e gli uomini staccano i cavalli che legano poco distanti vicino ad una balla d fieno! Le donne accendono il fuoco e si preparano a riscaldare o cucinare una cena frugale a base di fagioli lessi.

La temperatura rovente del giorno lascia spazio a una notte un pò fredda e umida e i Cow-boys si riuniscono intorno al fuoco mentro nel cielo nitido, si alza la luna che allunga le ombre dei cactus di una prateria in cui si sentono in lontananza gli urli dei coyotes che hanno paura di avvicinarsi, pur morti di fame!

Uno dei cow boys si alza, va nel suo canestoga e ritorna con una chitarra ed inizia a cantare il pezzo country. Alcuni ascoltano ed altri lo seguono, distesi e contenti.

CHI SONO I COW BOYS? …Forse Tex Willer e suo figlio e il fido Kit Carson?

MAH! Chissà! Fra un pò…sono molto stanchi…andranno a dormire, con la Colt sotto il cuscino fatto con la sella dei cavalli e….con un occhio chiuso e l’altro che…osserva e scruta la prateria! …NON SI SA MAI! meglio prudenti a volte non arrivino gli indiani della zona!

Questo è un mio dipinto del 1999

in acrilico su tela, dim. 2,80 x 2,80 mt.,

commissionatami insieme ad altri cinque della stessa dimensione

da un Hotel-Residence di Calaliberotto, quì ad Orosei.

Cari Saluti,

Marco Camedda

…e ovviamente…a Voi e Famiglie

anche…Felice e prospera Pasquetta!

a nome del Direttivo e miei personali,

Marco Camedda

AGGIUDICATI  LAVORI COMPLETAMENTO PALESTRA ITC OROSEI

Aggiudicati i lavori per il completamento della costruzione della Palestra dell’Istituto Tecnico Commerciale di Orosei.

La Provincia di Nuoro ha provveduto nei giorni scorsi ad affidare i lavori di completamento della costruzione della Palestra dell’Istituto Tecnico Commerciale di Orosei con prezzi aggiornati, per un importo complessivo di 493.728,14 Euro.

“Si tratta di un’opera molto importante – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Nuoro, Tore Cossu – L’aggiudicazione dell’appalto pubblico, mediante procedura aperta, è stata effettuata con il criterio del prezzo più basso. I lavori dovranno essere ultimati entro 250 giorni dalla data di consegna e permetteranno finalmente di mettere in sicurezza la struttura, di completare gran parte delle opere edili e di realizzare tutta la parte strutturale e le dotazioni impiantistiche. Si tratta inoltre di un’opera strategica – ha sottolineato l’assessore Cossu – che finalmente, dopo anni di attese, potrà rispondere non solo alle esigenze del mondo sportivo di Orosei e degli studenti dell’Istituto Commerciale ma anche dell’intero territorio circostante“.

(DA: comunicato Provincia di Nuoro-2 Dicembre 2014)- foto: m.camedda

Il  presidente Roberto Bornioli:

“è il deserto telematico”

“Gli investimenti per le infrastrutture digitali a banda larga e ultra-larga non sono più rinviabili e su questo occorre accelerare”.

L’ha sottolineato nei giorni scorsi a Venezia il premier Renzi presentando l’Agenda digitale tra gli obiettivi strategici del semestre europeo. E lo hanno indicato come esigenza prioritaria le nostre imprese che tutti i giorni toccano con mano i problemi derivanti da linee adsl poco performanti e in alcuni casi inesistenti.

Le priorità sono state indicate con chiarezza dai nostri imprenditori che intervistati da Confindustria hanno segnalato in testa ai fabbisogni più urgenti, al primo posto, il cablaggio in fibra ottica e a seguire la copertura GSM delle zone d’ombra e il potenziamento delle linee adsl.

Nelle aree industriali di Bolotana, Orosei, Siniscola e Tossilo, e in diverse aree PIP comunali della provincia, la situazione è fortemente critica.

Mentre le nostre imprese faticano a dotarsi di una connessione a 2 MB al secondo, la maggior parte dei competitor europei dispongono di linee che viaggiano a 30 MB al secondo. In queste condizioni è difficile essere competitivi. Queste carenze sono state confermate anche dall’Istituto Tagliacarne che – fissando a 100 la media nazionale e assegnando alla Sardegna un indice pari a 44,85 – piazza la provincia di Nuoro agli ultimi posti in Italia per infrastrutture telematiche e telefoniche assegnandogli un indice pari a 21,21.

Il paradosso è che mentre nell’isola, secondo le statistiche, soltanto il 2,4% della popolazione è privo di internet veloce, in diverse aree industriali della Sardegna centrale operano aziende importanti che ne sono prive.

Uno dei casi eclatanti è quello di Antica Fornace Villa di Chiesa che da 14 anni attende l’attivazione della banda larga, la cui assenza causa all’impresa non pochi problemi nei rapporti con i fornitori e la casa madre. Si stima che per consentire all’azienda l’accesso alla banda larga basterebbe un investimento di 450mila euro. La mancanza di internet veloce è una situazione che ha dell’incredibile per un’impresa, produttrice di guarnizioni in gomma, leader nell’isola per fatturato, con 132 dipendenti a tempo indeterminato e 1750 clienti in tutto il mondo.

Un’azienda gioiello il cui titolare è stato chiamato per una testimonianza alla presentazione del rapporto Crenos, a riconoscimento dell’eccellenza dell’azienda sul panorama regionale.

Nonostante le gravi criticità tra cui l’assenza di internet veloce, l’impresa sta avviando un investimento importante che porterà all’ampliamento della filiera e al forte incremento dei dipendenti. Il personale, tutto altamente qualificato, è giovane, motivato e fortemente attaccato all’azienda in cui il tasso di assenteismo si ferma alla soglia fisiologica del 2%.

Come altre aziende nel centro Sardegna, Antica Fornace è un’azienda modello che ha ottenuto negli anni diverse certificazioni a conferma delle ottime performance raggiunte non solo nell’organizzazione aziendale ma anche sul fronte della sicurezza e della qualità del prodotto.

Per questo come Confindustria chiediamo da tempo una soluzione rapida e definitiva delle numerose criticità, perché non possiamo compromettere la competitività di un patrimonio così prezioso, in termini di competenze e professionalità.

La recente visita dell’assessore regionale all’Industria e l’interessamento della Giunta rappresentano certamente un segnale in questo senso.

(DA: comunicato Confindustria Sardegna Centrale-11 Luglio 2014)
S.Maria 'e Mare (in una  foto di circa 20 anni fa)

La chiesetta e la festa di S.Maria 'e Mare (in una foto di circa 20 anni fa)

Chiesa e Festa di Santa Maria ‘e Mare

Pubblico volentieri questo delizioso “Pezzo” (scritto nel 2011)  dell’amico Tommaso Esca che descrive una sintesi della  storia della “Cresieddha” (Chiesetta) dedicata a Santa Maria ‘e Mare e della relativa festa che ogni anno attira migliaia di  fedeli e turisti attratti dalla suggestiva processione di barche nel fiume Cedrino e dal corollario di avvenimenti culturali sempre più numerosi e importanti che precedono e seguono questa manifestazione religiosa che si è tenuta oggi, domenica 25 maggio, durante la quale, apprezzatissima, ogni anno si effettua nei pressi della chiesa e in riva al Cedrino la distribuzione gratuita di panini con polpi preparati dalla locale Società Pescasportiva e amici.

Chiesetta di S.Maria 'e Mare
Chiesetta di S.Maria ‘e Mare (foto camedda-2009)

TESTO di: Tommaso Esca

Al centro della costa orientale della Sardegna, il Golfo di Orosei, uno dei paradisi naturali del Mediterraneo.

Al centro del Golfo, la foce del fiume Cedrino, attorniata dagli stagni, su un’altura , sin dal XII secolo circa , “sa cresieddha de Santa Maria ‘e Mare“. Edificata dalla comunità marinara della città di Pisa, che per circa 200 anni ha gestito i traffici commerciali del porto di Orosei, nasce in un punto di incomparabile bellezza, tra mare, foce del fiume e terra, come cappella del “ Consul Mercatorum ” a devozione di Santa Maria de Pisis.

Interno chiesetta di S.Maria 'e Mare

Interno chiesetta di S.Maria ‘e Mare. Nelle pareti e arcate  le barchette votive donate dai fedeli (2009)

Con l’arrivo degli spagnoli, la stessa viene dedicata alla Madonna di Monserrato. Con la loro cacciata, per gli oroseini diventa semplicemente Santa Maria ‘e Mare, protettrice “ de sos tristos navigantes, in su mare tempestosu, sezis portu de reposu,e ghia de caminantes.” Diventata proprietà dei baroni Guiso di questa contrada, nel novecento , subisce un rapido declino ed abbandono del culto e del manufatto.

don nanni e peppino guisoNel 1975 circa, l’insegnante elementare nuorese Giuseppina Manca, ed i suoi ragazzi, effettuano un servizio fotografico ed una lettera accorata , al notaio oroseino in Siena Dott. Giovanni Guiso, ultimo erede con il fratello Giuseppe. Il nostro mecenate, si prende a cuore, tale stato di degrado e finanzia un ottimo intervento di restauro. La chiesa torna agli antichi splendori, con centinaia di barche votive e tutte le bandiere degli stati che si affacciano sul Mar Mediterraneo.

Ecco quindi la processione mariana sul fiume Cedrino, con le barche dei nostri pescatori, addobbate con cura e dedizione dall’Associazione fioristi del nuorese e non solo. Questa festa religiosa e di popolo è frutto della collaborazione della Regione Sarda, Comune di Orosei, Associazione Pro-Loco, Parrocchia di Orosei, Gruppi e Associazioni di volontariato, cultura e sport, nonché degli Imprenditori oroseini, la animano la festa in questo giorno domenicale.

Orosei:Via S.Veronica infiorata in attesa del passaggio delle barche anch'esse infiorate che saranno varate nel fiume Cedrino

Orosei:Via S.Veronica infiorata con la gente in attesa del passaggio delle numerose barche anch’esse infiorate che saranno varate nel fiume Cedrino-(foto T.Esca 2011).

Apre la stagione turistica oroseina , che consente di dare lavoro a migliaia di persone. I tanti gruppi folcloristici locali in costume animano ogni iniziativa. Nell’ultima domenica di maggio, la mattinata si trascorre piacevolmente nel centro storico della Piazza del popolo ,dove si prepara l’addobbo della barche con mille colori e mille forme. Il tutto tra uno stuzzichino dei nostri prodotti tipici, un buon bicchier di vino, Nel pomeriggio, le vie per il fiume Cedrino, si riempiono di fiori colori e “nuscos” (odori) di stagione.

Fiume Cedrino:la barca che trasporta il simulacro di Santa Maria è Mare verso la chiesettaFiume Cedrino: la barca che trasporta il simulacro di Santa Maria è Mare verso la chiesetta (foto T.Esca 2011)

Le barche e la processione con “sas corfarias “ di Su Rosariu, Sas Animas e Santa Rughe, la statuina della Santa, in processione dentro il fiume sino alla foce ed alla chiesina. Dopo la santa Messa, in mezzo ai tamarici , ai cannicci e alla menta di fiume,il Comitato della festa offre alle migliaia di intervenuti panini con polpi ed n buon bicchiere di cannonau per tutti. In questo giorno di festa, un pensiero ed una preghiera a Santa Maria ‘e Mare a protezione dei tanti disperati che dal nord Africa, ogni giorno affrontano le insidie del mare aperto con delle carrette del mare.

Questi disperati, emigranti per guerre ,carestie, miserie ed ogni genere di povertà, solcano i nostri mari in cerca di pace, serenità , vita decorosa, salute ed istruzione per se e per i figli. Tante anime innocenti ci lasciano la vita. Per chi riesce a solcare felicemente il mare, l’inizio di una nuova vita.

Bona ‘Esta a tottus, peri pro chie nos leghet.”

(Buona Festa a tutti, anche per chi ci ci legge)

 

( Testo e ultime due foto: di Tommaso Esca-2011)

“Si sa limba sarda este in totue, petimus a Marco loccu in custu “blog” pro ospitare custa bella poesia de Totore Cherchi de Orosei;”

(Tommasu de Orosei)

“Se la lingua sarda è dappertutto,chiediamo a Marco posto (spazio) in questo “blog” per ospitare questa bella poesia di Totore  Cherchi di Orosei”

(Tommaso di Orosei)

INGRESSO ALL'OASI DI BIDEROSA. Sullo sfondo la bella casermetta del Corpo Forestale di Sa Petra Bianca

OROSEI: Alba a Biderrosa - fra SOGNO e REALTA'!

Il lago nell’oasi di Biderrosa. In lontananza le montagne fra Orosei e Siniscolan (foto m.camedda: 2009)

BIDER-ROSA

Dae s’arcu de Lacu a sa Marchesa,

fachian’ su nidu ninfas e sirenas

tra umbrosos ghiniperos e arenas

chi coronain’de pach’e de bellesa

su mare chi golliat a manu tesa

cantos chircain’ alleviu a varias penas.

 

 

In cust’amenu e durche sardu lidu,

presos de tant’angelica armonia,

idolos de sa greca fantasia,

dae sa natura tentu han’ in affidu

calan d’incantu, uve han’ fissu nidu

nutrindesi de pach’e d’allegria.

 

Inoche haian su regnu Ponto e Gea

chin sas netas nereides e parentes,

miticas criaturas innossentes

che a Dòride, Teti e Galatea,

po dare lustru a custa terra mea,

paradisu terrenu’e sos viventes!

 Totore   Cherchi

( foto scattate da m.camedda-2009)

Oggi, Domenica 16/02/2014 – 13:30

Campionato Regionale Under 13 Zona Nu/Ss

DINAMO BANCO SARDEGNA SASSARI

vs

ASD PALLACANESTRO OROSEI

al PALASERRADIMIGNI – Piazzale Segni SASSARI (SS)

a seguire

la FESTA PER LA CONQUISTA

DELLA COPPA ITALIA DELLA DINAMO

(DIRETTA SU VIDEOLINA DALE 16,45)

Il 14° Festival “Voches e Sonos Isulanos” si svolgerà ad Orosei il 27-28-29 di settembre 2013 nello splendido scenario del cortile della chiesa e torre di Sant’Antonio del fuoco (Sant’Antonio Abate).

INGRESSO E’ LIBERO – (INTRADA  LIBERA)

**DA: comunicato del’Associazione Cuncordu de Orosei-17 set 2013**

Si svolgerà domenica 9 giugno il raduno nazionale del gruppo 6 segugi italiani ed esteri Cac palio Città di Orosei, organizzato dalla Sips di Nuoro in programma nel campetto di calcio della scuola elementare di via del Mare.

Durante la manifestazione è previsto anche il riconoscimento del segugio maremmano e piccolo lepraiolo: i possessori di cani puri da seguita, ma non iscritti all’albo genealogico, potranno presentare i loro ausiliari per poter ottenere se conformi allo standar, il certificato di tipicità.

Al raduno di Orosei – precisano gli organizzatori della Sips Nuoro – possono partecipare tutti i segugi italiani ed esteri iscritti all’albo genealogico dell‘Enci, muniti di microchips e di libretto qualifiche.

Le iscrizioni alla manifestazione scadono il 7 giugno.

**DA: L’Unione Sarda-Fabio Ledda-29 mag 2013**

(locandina: da internet)

Cooperativa Progetto Sociale-Orosei

organizza

“SPIAGGIA DAY”

servizio di trasporto e animazione

 al mare per anziani e disabili.

Il trasporto a domicilio avverrà con

automezzo omologato per trasporto disabili

 

PER INFO CHIAMA:

 

0784 998060 - 0784 997050

 

CENTRO ESTIVO CON PERSONALE QUALIFICATO

Un mare di attività che comprendono:

Escursioni al Mare,

Laboratori Creatività e arte,

Laboratori ambientali,

“Giocando si impara”

Per informazioni  e ritiro delle domande rivolgersi a:

COOPERATIVA PROGETTO SOCIALE

Via Gramsci 45-Orosei-Tel 0784 997050

mail: progettosociale@tiscali.it

TIRO A VOLO: Efisio Loi non si ferma,

vince anche nel percorso di caccia a Dorgali.

Dopo le vittorie nel Trofeo Sardegna Skeet 2013 e nella prova del campionato regionale di Arzachena del pull&mark, campionato che guida meritatamente e che potrebbe fare suo nell’ultima prova prevista proprio sul campo di casa, il prima categoria del sodalizio del TAV Orosei Efisio Loi è stato protagonista di una prestazione maiuscola anche nella prova di percorso di caccia in pedana (compak sporting) svoltasi domenica 26 maggio sul monocampo del TAV Dorgali.

Efisio Loi ha messo in riga i circa 45 tiratori convenuti da tutta la Sardegna realizzando un pregevole 48 su 50, con l’unico 25 della giornata e staccando nettamente tutti gli avversari, chiudendo con 4 piattelli di vantaggio sul secondo e terzo classificati, Federico Bullita del TAV Villasor e Roberto Schiavon del TAV Arborea, tutti e due con 44 su 50 e precedendo anche il dorgalese Gianfranco Fancello, unico categoria eccellenza presente alla competizione e tesserato per il TAV Foligno (PG), che alla fine è risultato indietro di ben 6 piattelli.

Tra i tiratori del TAV Orosei in evidenza anche Aldo Mauri, giunto al 4° posto nel Gran Premio Nazionale Skeet di Conegliano Veneto (TV) e che ha visto sfumare per un solo piattello la medaglia di bronzo.

Continuano pertanto le affermazioni ed i riconoscimenti a livello regionale e nazionale per la società del Presidente Sebastiano Frau, a conferma della qualità del lavoro che il gruppo di tiratori del TAV Orosei sta svolgendo con serietà e competenza da alcuni anni.

**DA: comunicato FITAV-28 mag 2013**

(foto: Tiro a Volo-Orosei)

Domenica 5 maggio presso il pentacampo del Tiro a Volo di Arzachena si è svolto il Trofeo Sardegna Skeet 2013,

Esso è stato previsto sulla distanza dei 100 piattelli più fasi finali secondo il nuovo schema approvato dall’International Shooting Sport Federation per il nuovo quadriennio olimpico che culminerà con Rio de Janeiro 2016.

In sostanza, alle qualificazioni segue prima una semifinale a 6 nella quale non si tiene conto dei punteggi precedenti ma si riparte da zero; sulla base della sola classifica della semifinale, il terzo ed il quarto classificati si sfidano in una finale a due per il bronzo, mentre i primi due classificati si affrontano per aggiudicarsi l’oro e l’argento. Alla gara hanno partecipato circa una cinquantina di tiratori provenienti da tutta l’isola, in rappresentanza delle Società di Arzachena, Luogosanto, Orosei, Palau e Siniscola.

Ripetendo l’ottima prestazione di alcune settimane fa nella prova di campionato sardo, anche stavolta sul campo di Arzachena il prima categoria del sodalizio del TAV Orosei Efisio Loi è stato protagonista di una prestazione maiuscola, aggiudicandosi con pieno merito l’ambìto Trofeo Sardegna.

Loi ha chiuso le 4 serie di qualificazione con l’eccellente punteggio di 95 su 100, a pari merito con un altro valente tiratore sardo, l’esperto Antonio Colombo di Palau. Dopo le semifinali, che avrebbero potuto sovvertire la classifica precedente, i due forti tiratori hanno invece confermato le loro posizioni e si sono trovati faccia a faccia in un emozionante scontro a due sugli 8 doppietti più impegnativi ed insidiosi. Alla fine Loi ha prevalso con 15 su 16, contro i 13 di Antonio Colombo.

Tra i tiratori del TAV Orosei in evidenza anche Aldo Mauri (foto sopra), giunto al secondo posto nella seconda categoria, dopo che la domenica precedente aveva ottenuto un buon 4° posto nel Gran Premio Nazionale di Policoro (Matera). Infine da rimarcare il secondo posto ottenuto da Alessia Veneruso tra le ladies.

La stagione 2013 si sta confermando perciò ricca di vittorie e riconoscimenti a livello regionale e nazionale per la società del Presidente Sebastiano Frau, giusto premio per l’impegno ed il lavoro svolto con serietà e competenza dal sodalizio oroseino.

(DA: comunicato FITAV-8 mag 2013)

COMUNICATO SU

AVVIO

SERVIZIO PUNTI PRELIEVO:

 

A OROSEI:

MARTEDI’ 7 MAGGIO

sarà avviato il servizio prelievi presso

il Poliambulatorio di Orosei, con apertura:

martedì e giovedì

dalle ore 7,30 alle ore 9,30;

 

A SINISCOLA:

LUNEDI’ 13 MAGGIO

sarà avviato il servizio prelievi presso

il Poliambulatorio di Siniscola con apertura:

 lunedì, mercoledì e venerdì

dalle ore 7,30 alle ore 9,30

L’accesso avverrà in entrambe le strutture per tutti gli utenti di età superiore ai 10 anni, mediante prenotazione al CUP (Centro Unificato di Prenotazione).

Per quanto riguarda il Comune di Lodè, considerata la particolarità geomorfologica del territorio, tale attività sarà svolta – tramite prenotazione CUP – dal personale ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) presso l’ambulatorio della locale Guardia Medica, nella giornata di mercoledì, dalla ore 7,30 alle ore 9,30.

(DA: comunicato dell’ASL3-Nuoro -6 mag 2013)

Dieci volontari della Croce Bianca-Protezione Civile di Orosei parteciperanno all’esercitazione della Protezioe Civile denominata Sprtacus 2013 che si terrà a Villacidro nei giorni 3-4-5 Maggio.

Organizzata dall’A.V.S.A.V. di Villacidro (con la quale la Croce Bianca-Protezione Civile di Orosei è gemellata) sarà un’occasione per rivedere alcuni scenari  prevedibili per acquisire informazioni utili per la pianificazione di emergenza a livello locale.

Ci si pone come obiettivo, il miglioramento della preparazione tecnica attraverso una serie di eventi simulati che riguarderanno fondamentalmente i campi di:

- Rischio idrologico- Incendio di interfaccia- Incendio boschivo- Ricerca dispersi

Ci si confronterà con eventi che metteranno alla prova le capacità dei Volontari di lavorare assieme, di migliorare le procedure addestrative e il livello di risposta difronte agli scenari predisposti. Migliorare la qualità delle operazioni di soccorso, per essere sempre più celeri ed efficaci sin dalla previsione e prevenzione dell’evento.

Lo scopo principale è quello di utilizzare e migliorare la comunicazione e le procedure nella gestione dell’emergenza. I fattori principali sono: l a tempistica dell’intervento- Il funzionamento delle scelte per affrontare l’emergenza.

Sulla base della tipologia e dello scenario di riferimento ci si dovrà organizzare nel seguente modo:

1) Organizzazione logistica per monitoraggio aree.

2) Organizzazione tecnica.

3) Tecnici discesa corda.

4) Organizzazione sanitaria.

5) Unità AIB.

6) Operatori radio.

7) Controllo accessi.

8 ) Unità campali di ristorazione.

9) Unità per il controllo dell’area.

Nel campo saranno istallati:

- Una sala operativa da dove saranno gestite tutte le procedure e attivazioni delle unità per gli interventi simulati – Una tensostruttura mensa – Un coordinamento radio – Un’area di ammassamento soccorritori.

L’esercitazione “ Spartacus 2013 ” si terrà il primo fine settimana di maggio 2013 con inizio venerdì 03 pomeriggio e avrà termine domenica 05 alle ore 13:30. Simulerà i seguenti scenari di possibile criticità:

1) Esondazione del corso d’acqua nel territorio di Villacidro in località Villascema a causa di condizioni atmosferiche avverse con piogge incessanti.

2) Ricerca dispersi

3) Incendio boschivo

L’A.V.S.A.V. organizza e mette a disposizione attrezzature e mezzi, tutta la sua esperienza, maturata negli anni nel campo della Protezione Civile fin dalle prime fasi dell’allertamento. All’interno delle varie aree del campo saranno garantiti i servizi igienici, un servizio mensa e l’approvvigionamento di acqua potabile. Il campo base sarà allestito a Villacidro in località Villascema. L’attività addestrativa si articolerà nell’arco delle ventiquattro ore con interventi simulati di soccorso sia nelle ore diurne sia nelle ore notturne.

Tutti gli scenari non saranno resi noti ai partecipanti e dovranno essere risolti in tempo reale. Tutte le prove saranno coordinate da una direzione dell’esercitazione cui fa capo il Presidente dell’A.V.S.A.V. di Villacidro. Si chiede che le Associazioni siano muniti di radio in dotazione. L’A.V.S.A.V. di Villacidro ringrazia tutti per la partecipazione.

Obiettivi : Gli obiettivi generali sono:

1) Verificare la tempestività della risposta e l’efficacia del metodo di gestione dell’emergenza.

2) Migliorare i comportamenti da adottare in caso di urgenza ed emergenza in corso.

3) Avere informazione più dettagliate sui rischi presenti sul territorio per migliorare le modalità d’intervento.

4) Verificare i tempi e le modalità di attivazione/risposta di tutti i Volontari.

5) Testare e verificare i tempi di allestimento del campo in caso di emergenza.

Caratteristiche Geografiche

Il campo di Protezione Civile per l’esercitazione ha come ambito di riferimento il territorio di Villacidro. L’area geografica interessata è la località di Villascema, si trova ai piedi del complesso del Monte Linas con monti superiore a 1200 metri. Negli anni passati è stata protagonista di eventi idraulici e idrogeologici, di eventi d’incendio boschivo, da qui la scelta di quest’area per l’esercitazione “Spartacus 2013”. Ci si trova difronte a una morfologia del territorio più o meno aspra, i suoli sono spesso sottili e soggetti a erosione, tranne laddove una densa copertura arbustiva e arborea protegge i suoli dall’azione battente delle piogge e fornisce la materia vegetale che è poi decomposta e trasformata in sostanza organica del suolo.

La vegetazione forestale è costituita da specie di macchia mediterranea. Il clima è mite con una temperatura media annuale è di 16,5 C°. Dal punto di vista idrografico sono presenti alcuni importanti torrenti tra cui il Riu Bidda Scema, il Rio Leni che confluisce poi nel Flumini Mannu alla periferia di Serramanna. Il Torrente Leni nel suo tratto montano impostato su litologie a bassa permeabilità e con pendenze forti le acque del torrente defluisce a valle in maniera violenta e con effetti spesso rovinosi. Per questa ragione la diga costruita tra Cuccuru Arbus e P.ta S’Avarizia a valle della confluenza con il Riu Bidda Scema ha tra le sue funzioni quella di laminare piene.

La diga, che circoscrive il lago di Monti Mannu, alimenta l’acquedotto dell’area industriale di Villacidro. Si tratta di uno sbarramento realizzato in materiale sciolto proveniente da alluvioni recenti, rivestita con un manto di calcestruzzo bituminoso, l’altezza massima è di 53,50 metri con uno sviluppo di 660,5 metri. Il volume utile dell’invaso è di 19 milioni di mc, il volume di laminazione è di 8,9 milioni di mc.  Il vento predominante è il Maestrale ma hanno la loro importanza anche il vento di Scirocco e il Levante.

Fenomeni di pericolosità e rischio Geoambientale

Il livello di rischio geologico ambientale è direttamente proporzionale alla pericolosità, cioè a probabilità che un fenomeno potenzialmente dannoso o distruttivo (nel caso specifico un’alluvione o una frana) si verifica in una determinata area in un certo intervallo/periodo di tempo, e alla vulnerabilità, cioè il grado di esposizione alla compromissione di un’area a causa di agenti esogeni o di processi antropici.

Pericolo d’inondazione

Quando l’inondazione è causata dalla tracimazione dei corsi d’acqua ingrossati da piogge intense, si parla di alluvione. Nella valutazione del rischio di alluvione, assume un ruolo fondamentale, il tempo di ricorrenza, in altre parole la frequenza statistica con cui un evento esondativo di una data intensità si ripresenta nello stesso luogo al passare del tempo.

 Pericolo di frana

Con il termine frana s’indica il fenomeno di movimento o caduta di materiale roccioso o sciolto per effetto della forza di gravità. I fattori o le cause che producono una frana sono molteplici tra queste per esempio eventi pluviometri estremi.

In generale le parti di una frana si distinguono in:

- Nicchia di distacco – Alveo o pendio di frana – Cumulo di frana.

Nel territorio di Villascema si sono avute colate detritiche torrentizie, sono causate da un processo naturale che consiste nel trasporto di materiale solido da parte delle acque in ambiente montano, e sono costituiti da una miscela di acqua con elevata concentrazione di materiale detritico che si muove verso valle con velocità variabili da pochi cm/sec sino a 25 m/sec.

Queste colate detritiche rivestono una notevole importanza sull’evoluzione morfologica dei versanti e sul rischio determinato dalla loro capacità distruttiva.  Nell’area di Villascema aumenti improvvisi di disponibilità idrica, dovuti a piogge intense, possono provocare la mobilitazione d’ingenti quantità di detrito a causa dello scorrimento caotico dell’acqua lungo compluvi modellati nel basamento impermeabile.

Sistema di allertamento e piani di emergenza

Il sistema di allertamento è quello indicato dalla direttiva dell’Assessore Regionale alla Difesa dell’Ambiente del 27 marzo 2006.

I piani di emergenza sono composti da tre fasi.  L’esercitazione “Spartacus 2013”, essendo organizzata dall’A.V.S.A.V., partirà dalla 3°fase, avendo come obiettivo la verifica e il miglioramento delle operatività del Volontariato, la 1° e la 2°fase saranno spiegate duranti i seminari.

Di seguito un esempio delle 3 fasi per emergenze di tipo idrogeologico

La 1° fase – Allertamento dei Comuni della Provincia e dei Presidi Idraulici e Idrogeologici da parte del Servizio Regionale di Protezione Civile, tramite fax, per avverse condizioni meteo con probabilità di forti piogge e temporali con quantitativi cumulati elevati e molto elevati.

La 2° fase – Passaggio dallo stato di allerta a quello di allarme con diramazione di uno stato di allerta con criticità elevata per il rischio idraulico e idrogeologico.

La 3° fase – Emergenza per esondazione dei torrenti dell’area interessata a seguito del persistere di condizioni metereologiche avverse con forti precipitazioni con quantitativi cumulati elevati e molto elevati e riattivazioni di movimenti franosi. Al passaggio dallo stato di allertamento allo stato di allarme e da questi allo stato di emergenza si attiveranno le procedure previste dalle vigenti normative e dalla pianificazione comunale adottata.  In particolare il Sindaco attiverà, previo avviso di comunicazione alla Sala Operativa Regionale, e riunire il COC (Centro Operativo Comunale) per organizzare tutte le attività da svolgere, eventualmente saranno attivati simultaneamente, in base alle reali situazioni, i COM (Centri Operativi Misti).  Il Sindaco invierà la colonna mobile e delle squadre operative che individueranno l’area per il campo base  (da questo momento parte l’esercitazione “Spartacus 2013”).

Appena diramato lo stato di allerta, tutte le componenti interessate dovranno attivarsi per garantire le procedure previste dalla pianificazione comunale e nelle normative nazionali e regionali di riferimento. Al passaggio dei vari stati corrisponderà l’attivazione delle proprie procedure operative secondo uno schema preciso:

1-Stato di allerta. Invio di comunicazione di allerta meteo. Attivazione dei Presidi territoriali. Monitoraggio del territorio.

2-passaggio dallo stato di allerta allo stato di allarme. Attivazione dei COC. Attivazione delle aree di emergenza.

3-Passaggio all’emergenza. Attivazione dei soccorsi. Avvio della colonna mobile. Gestione dei COC, COM etc. Attivazione delle attività di sicurezza.

4-gestione delle attività di censimento dei danni e di ripristino del territorio e ritorno alla normalità.

CRONOPROGRAMMA DELL’ESERCITAZIONE

Venerdì 03

Ore 09:00 – Trasmissione via fax da parte del Servizio Regionale di Protezione Civile dello stato di allerta meteo per il possibile verificarsi di forti precipitazioni e temporali con quantitativi elevati e molto elevati.

Ore 09:15 – Comunicazione ai Comuni del territorio dell’avviso di condizioni meteorologiche avverse e attivazione dei Presidi Territoriali.

Ore 09:30 – Avvio del monitoraggio del territorio, dei corsi d’acqua e delle aree idrologicamente instabili.

Ore 10:30 – Primo avviso dei Presidi Territoriali sul peggioramento delle condizioni meteorologiche con piogge intense.

Ore 11:30 – Comunicazione alla Sala Operativa Regionale da parte del Sindaco di Villacidro il verificarsi delle prime esondazioni nella località di Villascema.

Ore 12:00 – Terza comunicazione dei Presidi Territoriali sull’aggravarsi della situazione dei corsi d’acqua ormai vicini al livello di guardia e sulla necessità di procedere al passaggio dello stato di allarme.

Ore 12:15 – Comunicazione fax del Servizio Regionale di Protezione Civile dell’allerta per rischio idrologico con criticità moderata.

Ore 12:20 – Attivazione da parte del Comune di Villacidro delle Procedure di allarme previste nelle pianificazioni comunali con l’ausilio delle Associazioni di Volontariato e con attivazione del COC.

Ore 12:35 – Comunicazione da parte del Sindaco alla Sala Operativa Regionale, Sala operativa provinciale e Prefettura di altre esondazioni del Torrente Riu Bidda Scema con mobilitazione d’ingenti quantitativi di detriti, richiesta del passaggio dallo stato di allarme allo stato di emergenza.

Ore 12:40 – Attivazione delle squadre operative disponibili per le attività di supporto al Sindaco.

Ore 13:00 – Attivazione e invio, su richiesta del Sindaco, e in base alle informazioni assunte dai Presidi, della colonna mobile.

Ore 14:00 – Inizio esercitazione.

Ore 15:00 – Partenza della colonna mobile dalla sede dell’A.V.S.V. di Villacidro.

Ore 15:30 – Arrivo sul luogo dell’evento della colonna mobile allestimento campo.ù

Ore 21:00 – Cena per tutti gli operatori.

Ore 22:30 – Seminario di Protezione Civile.

Ore 2:00 – Allarme ricerca dispersi.

Sabato 04

Ore 8:00 – Colazione per tutti gli operatori.

Ore 8:30 – Allarme idrogeologico: Attività idrogeologico e sanitario.

Ore 13:00 – Pranzo per tutti gli operatori.

Ore 14:00 – Seminario incendio boschivo e di interfaccia.

Ore 15:30 – Allarme AIB.

Ore 21:00 – Cena per tutti gli operatori.

Ore 22:30 – Attività varie di Protezione Civile.

Domenica 05

Ore 8:00 – Colazione per tutti gli operatori.

Ore 8:30 – Esercitazione recupero con teleferica.

Ore 12:30 – Pranzo conclusivo.

Ore 16:00 – Smontaggio campo e fine esercitazione.

(DA: Brochure gentilmente inviatami

dall’A.V.S.A.V. di Villacidro-3 mag 2013)

 

PRONTO IL PROGETTO. PRESTO L’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

Pronto il Piano Operativo per la stagione estiva 2013.

La Provincia di Nuoro, nell’ambito delle proprie competenze in materia di Protezione Civile, sta predisponendo, anche per la stagione estiva 2013, il servizio di vigilanza e soccorso nelle spiagge dei comuni costieri del territorio.

A tal proposito questa mattina, negli uffici della Provincia di Nuoro, si è tenuto un primo incontro preliminare con l’Assessore provinciale alla Protezione Civile Franco Corosu, i responsabili della Protezione Civile provinciale e gli assessori delegati dei Comuni di Orosei e Siniscola per la definizione del Piano Operativo di salvamento a mare.

“La Provincia – ha sottolineato l’assessore Corosu – visti i risultati positivi ottenuti nelle ultime stagioni estive, ha già avviato tutte le procedure per predisporre il Piano Operativo di prevenzione per la prossima estate garantendo, tramite l’ufficio di Protezione Civile, l’efficacia e l’efficienza di tutte le azioni e vigilando sulla corretta attuazione del piano stesso.

Anche quest’anno, – ha sottolineato l’assessore Corosu – nonostante i pesanti tagli e le ristrettezze economiche, la Provincia di Nuoro garantirà l’assistenza e la sicurezza ai bagnanti presenti nei litorali della costa di Orosei, Dorgali, Posada e Siniscola”.

Il progetto di Piano sarà esaminato e definito nei prossimi giorni nel corso di un’altra riunione operativa che si terrà alla presenza della Capitaneria di Porto e dei comuni costieri.

Provincia di Nuoro

(DA:comunicato Provincia di Nuoro-15 apr 2013)

Saranno Nuoro e la Baronia ad accogliere la settima edizione dei Giochi olimpici dei convitti.

Dal 27 aprile al 4 maggio a Orosei, Galtellì, Irgoli e Nuoro, oltre duemila ragazzi animeranno le sfide sportive tra le diverse scuole di tutta Italia. Otto giorni dedicati ai più piccoli, tra sport e socializzazione. Un’occasione straordinaria per il territorio, nell’ottica di una destagionalizzazione dell’offerta turistica che lo scorso anno ad Arbatax, e negli altri centri coinvolti nell’organizzazione dell’evento, ha portato un indotto di 700 mila euro.

L’EVENTO Così, dopo il successo della scorsa edizione, tenutasi appunto in Ogliastra, le Convittiadi tornano per la seconda volta in Sardegna. L’Anies (l’associazione nazionale degli istituti educativi statali) ha nuovamente assegnato l’organizzazione della manifestazione al convitto nazionale “Vittorio Emanuele II” di Cagliari.

Il programma dell’evento verrà presentato venerdì prossimo a Cagliari; interverranno Luigi Crisponi, assessore regionale al turismo; Piero Porru, rettore del convitto nazionale “Vittorio Emanuele II” Cagliari, del direttivo Anies; Francesco De Falco, del convitto nazionale “Vittorio Emanuele II” Cagliari; Marco Demurtas e Giovanni Sedda, di Portale Sardegna. Franco Mula, sindaco di Orosei, e Giovanni Porcu, assessore al turismo di Galtellì. Per otto giorni, quindi, tra aprile e maggio, duemila ragazzi tra gli 11 e i 16 anni provenienti dai convitti di tutta Italia, si cimenteranno in diverse discipline sportive e non, dal calcio al beach volley, dalla recitazione al canto.

(da:L’Unione Sarda-30 mar 2013)

Vi comunichiamo che il ‘Museo Casasoddu‘ in Orosei via Roma n. 1, nelle giornate in oggetto resterà aperto al pubblico, gruppi o comitive, osservando i seguenti orari:

mattino: 9:00 – 13:00

pomeriggio: 15:30 – 20:00

Per informazioni, orari e altri giorni non indicati,

si potrà prenotare telefonando ai numeri:

329 7923022 – 347 4016467

Il Presidente

Giuseppe Soddu

Il Comune di Orosei con il gruppo “carnevale di Sos Alinos” e con la collaborazione delle Associazioni di volontariato, ArcheOrosei e Sonos De Pitzinnos, invitano tutta la cittadinanza a partecipare alla giornata ecologica, che si terrà nelle frazioni costiere di Fuile Mare, Sas Linnas Sicas, Calaliberotto, Sa Prama, Sa Mattanosa , Calaginepro, il giorno 6 Aprile 2013, con inizio alle ore 9:00.

Come gli anni scorsi anche quest’anno ci ritroveremo tutti assieme per ripulire il nostro territorio dalle immondizie e dai rifiuti abbandonati da coloro che non rispettano l’ambiente e che cosi facendo deturpano la bellezza del nostro territorio.

Ma quest’anno grazie al vostro aiuto faremo di più!

Abbiamo pensato di ripulire tutto il nostro litorale ,compresi tutti i sentieri di accesso alle spiagge delle nostre bellissime località costiere e tutti quei sentieri che ci regalano rilassanti passeggiate fra le nostre pinete.

Ricordando che l’amore per il territorio e l’ambiente comincia anche da qui! Impariamo ad essere veri amici della natura.

Tutti dobbiamo collaborare a tenere pulito il nostro territorio, perché non ne possiamo avere un altro di riserva.

Al termine della giornata di lavoro pranzeremo tutti assieme nei locali della borgata, con il pranzo offerto dal gruppo “carnevale di Sos Alinos”

A nome di tutti, augurandovi una serena Pasqua,

porgo i miei cordiali Saluti

Consigliere Delegato All’ambiente

Giacomo Masala

(comunicato del 27 mar 2013)

Il Comune e l’Asl nuorese hanno sottoscritto un protocollo d’intesa Verranno attivati un laboratorio per i prelievi di sangue e la logopedia

Il nuovo protocollo di intesa sottoscritto il 14 marzo scorso dal sindaco di Orosei Franco Mula e dal direttore generale dell’ Asl 3 di Nuoro Antonio Maria Soru sancisce, nei fatti, lo status di “sub distretto sanitario” della bassa Baronia per la cittadella sanitaria di sant’Antonio abate.

Il documento, approvato venerdì scorso dal consiglio comunale, costituisce nella sostanza un ampliamento dell’accordo stipulato nel 2010 tra i due enti a seguito di una interlocuzione incominciata nel lontano 2007 laddove il Comune cedeva in comodato d’uso gratuito trentennale all’ Asl i locali dell’ ex alloggio per anziani di sant’Antonio per la realizzazione di una cittadella sanitaria a servizio di tutta la Valle del Cedrino.

In controparte l’ente locale riceveva, con la stessa modalità, i locali dell’ex poliambulatorio di piazza Cavallotti e quelli di via Gramsci dove attualmente ha sede la guardia medica e il consultorio familiare. Un contratto che, nonostante i forti ritardi dovuti alla note peripezia amministrative vissute dalla Asl nuorese, è in parte andato a buon fine ma che si è rivelato carente per le esigenze sanitarie del territorio. Da qui la comune volontà di definire gli accordi preesistenti e anzi di potenziarli. I punti salienti del nuovo protocollo di intesa riguardano la concessione all’azienda sanitaria di due ulteriori locali ubicati nel complesso di sant’Antonio e non ancora utilizzati dove la Asl trasferirà l’ambulatorio della guardia medica e dove verrà realizzato anche un gabinetto sanitario per i prelievi ematici per qualsiasi tipo di analisi.

Otto mesi, il tempo previsto per l’attivazione dei due nuovi servizi che non saranno le uniche migliorie sottoscritte nel protocollo di intesa. La Asl si impegna infatti a destinare ad Orosei, in pianta stabile, la figura di una logopedista. Dopo anni di attese l’azienda sanitaria nuorese ha infatti indetto un bando per l’assunzione a tempo indeterminato di 6 logopedisti da dislocare nei vari distretti della provincia e ha assicurato che uno di questi verrà collocato nella cittadella sanitaria di Orosei. Concordato inoltre anche il potenziamento dei servizi di assistenza domiciliare (Adi), quello di riabilitazione e quello di prevenzione e assistenza per i disturbi mentali. Servizi che andranno ad incrementare le potenzialità della cittadella sanitaria di sant’Antonio dove da qualche mese è già attiva la sede del 118 e dove sono state aumentate le ore di attività dei laboratori di cardiologia, endocrinologia e neuropsichiatria infantile.

(DA: La Nuova-Angelo Fontanesi-27 mar 2013)

Bel pomeriggio all’insegna di sport pulito e tanta grinta e divertimento con gli amici della Ichnosbasket Nuoro!

Così come dovrebbe essere sempre  quando si tratta di bambini, condito dalle vittorie per 30 a 24 dei nostri Aquilotti e per 29 a 28 dei nostri Esordienti in una partita sconsigliata ai deboli di cuore con continui capovolgimenti di fronte, combattuta fino alla fine.

Il tutto e’ stato preceduto dalla partita spettacolare tra Pulcini -Scoiattoli che hanno dato vita a incontri e scontri che hanno piu’ volte richiamato l’applauso del numeroso pubblico presente.

Con queste vittorie continua l’ottima marcia che i nostri ragazZi hanno intrapreso nei campionati Provinciali Minibasket. Una nota di merito va spesa per l’Aquilotto Giovanni Loddo e per l’Esordiente Francesco Loi (entrambi in maglia gialla nella foto sopra) che hanno letteralmnente suonato la carica per portare alla vIttoria le rispettive squadre.

Un ringraziamento agli amici della Ichnos per la serata e …

(Foto Pallacanestro Orosei)

EVENTO ITINERANTE NEL CENTRO STORICO

organizzato

dall’Associazione Culturale “Coro Femminile Urisè”

Sabato 23 marzo

con partenza alle ore 20,00 da Piazza S.Giacomo

Con la partecipazione di:

Coro Santa Rughe (Orosei)

Coro Orosei

Coro Polifonico “Su Condaghe” (Bonarcado)

Pietro Paolo Piredda “Launeddas” (Orosei)

Coro Polifonico Busachi “Santa Usanna” (Busachi)

Cuncordu de Orosei

Associazione teatrale “Intrempas” (Orosei)

Non mancate…Vi aspettiamo numerosi!

Si comunica che il Consiglio Comunale è convocato, presso la sala consiliare, in seduta straordinaria e urgente, alle ore 18.30 di oggi (venerdì 22 Marzo 2013 ) per discutere del seguente:

Ordine del giorno:

1)- Comodato reciproco di immobili ASL/Comune di Orosei: approvazione integrazione;

2)- Concessione in locazione locali comunali Piazza Cavallotti;

3)- L.R. n° 04 /2009 e successive  modiche e integrazioni. Monetizzazione spazi parcheggi;

4)-Comparto Cave.Accordo di programma;

5)-PUC. Comunicazioni;

6)-Usi Civici.Comunicazioni.

IL SINDACO

F.P.Mula

GLI APPASSIONATI DEL CANTO SARDO A CHITARRA, CON LA COLLABORAZIONE DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA DEL COMUNE DI OROSEI DANIELA CONTU, ORGANIZZANO VENERDI’ 22 MARZO 2013 UNA SERATA DEDICATA INTERAMENTE AL CANTO SARDO A CHITARRA.

GLI ARTISTI CHE SI ESIBIRANNO SONO I SEGUENTI:

VOCE: FRANCO DENANNI – TORANGELO SALIS – DANIELE GIALLARA E FRANCO DESSENA.

CHITARRA: BRUNO MALUDROTTU

FISARMONICA: GRAZIANO CADDEO E CLAUDIO DESSENA.

LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERA’ NEL CINEMA PITAGORA

DI OROSEI ED AVRA’ INIZIO ALLE ORE 18:30.

L’ingresso è gratuito.

Siete tutti invitati a partecipare

FANUM OROSEI  3 MONTERRA 1

FANUM OROSEI: Salis, Branchitta, F. Sanna, Puddu, Carrone, D. Manca, Vacca, C. Sanna, M. Angioi (89′ Farris), Dessena (46′ L. Angioi), Sotgia (46′ Dettori). Allenatore: Loddo.

MONTERRA: Di Filippo, Musiu (31′ Soro), Mura, S. Manca, Boi, L. Princiotta, A. Princiotta, Mereu (88′ A. Careddu), Dessi, Catzeddu, Larosa. Allenatore: Serra.

ARBITRO: Puggioni di Sassari. RETI: 7′ D. Manca, 19′ Dessi, 31′ Dessena (r), 78′ Angioi.

La Fanum Orosei riscatta prontamente la sconfitta subita nel turno infrasettimanale sul terreno della Macomerese per tre a uno e con lo stesso risultato riesce a battere il Monterra. I padroni di casa passano in vantaggio al 7′ con Manca. La formazione ospite però reagisce e al 19′ pareggia con Dessì. Al 31′ Di Filippo viene espulso per un fallo su Dessena in area. Lo stesso giocatore batte il rigore e segna il gol del vantaggio. Nella ripresa l’arbitro estrae un altro cartellino rosso, questa volta all’indirizzo di Dettori della Fanum. La compagine baroniese nel finale di partita trova anche la rete del definitivo tre a uno grazie a una zampata vincente di Angioi.

(DA: L’Unione Sarda-F. U.-18 mar 2013)

Su Mutrucone e Fuile ‘e Mare: lottizzazioni sospese

Il ballo del mattone riguarda quasi duecentomila metri cubi

Sul Puc continua la battaglia tra il Comune di Orosei e la Regione.

Oggetto della contesa sono i due piani di lottizzazione di Su Mutrucone e Fuile e Mare, che l’amministrazione civica ritiene fatti salvi dal Ppr e dunque parte integrante dello sviluppo urbanistico di Orosei. Gli uffici regionali però continuano a muovere rilievi, sulla scorta della precedente classificazione delle aree come agricole da parte della amministrazione civica dell’epoca.

L’attuale amministrazione guidata dal sindaco Franco Mula, sostiene invece che il piano di Su Mutrucone, di proprietà pubblica, è stato certificato, anche da parte della Regione, come fatto salvo dal Ppr. l’unico scoglio sarebbe dovuto al fatto che il terreno sul quale ricade il progetto risulta gravato da usi civici. Per cui i qiuarantamila metri cubi da destinare in parte ad uso alberghiero e in parte ad uso residenziale, vivono ancora in fase di stallo.

Centocinquamila sono i metri cubi disponibili nel piano di Fuile e Mare, interamente di proprietà privata. «Per quanto concerne quest’ultimo aspetto», spiega il sindaco Franco Mula, «è nostra intenzione specificare al meglio alla Regione che anche questo è fatto salvo. E sarà un lavoro che faremo come ufficio tecnico. Peraltro è doveroso e obbligatorio che si dia corso alla volontà consigliare della precedente amministrazione che, in occasione dell’ultima seduta di Consiglio comunale accolse le osservazioni sollevate dai proprietari». Ma fino a che non sarà fatta chiarezza sulla reale e legittima classificazione dei due piani il Puc, assente da una trentina d’anni, non s’ha da fare.

(DA: L’Unione Sarda-Agostina Dessena-9 mar 2013)