Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: parcheggi

Agevolazione ticket parcheggi nei litorali

dei Comuni di Posada e di Siniscola.

Si comunica che anche per l’estate 2016, è stata istituita l’agevolazione per i cittadini residenti nei Comuni dell’Unione del “ticket parcheggi” nei litorali dei Comuni di Posada, ad esclusione della spiaggia di Orvile, e Siniscola ad esclusione della spiaggia di Berchida.

Sono sempre validi i ticket rilasciati negli anni scorsi, l’importante è che si legga bene la targa dell’auto e si veda il timbro della Biblioteca o del Comune di Bitti. Chi l’avesse smarrito può richiederlo presso la Biblioteca Comunale.

(DA: comunicato Comune di Bitti-29 Giugno 2016)

Le soste a pagamento interesseranno tutto il territorio

orosei parcheggi

L’amministrazione Derosas non demorde neanche in dirittura d’arrivo. Entro fine mandato conta di riattivare i parcheggi a pagamento in tutto il territorio. Frazione di Sos Alinos compresa.

GINO DEROSAS, sindaco di Orosei (foto camedda)

GINO DEROSAS, sindaco di Orosei (foto camedda)

Il bando di gara per l’aggiudicazione del servizio è già in pubblicazione e scadrà il prossimo 14 marzo. I parcheggi a pagamento messi a concorso sono 191 a carattere annuale e 178 a carattere trimestrale dal 15 giungo al 15 settembre.

Le tariffe rimarranno invariate rispetto alla prima esperienza e saranno di 60 centesimi all’ora e di 30 per 30 minuti di sosta. Le tariffe verranno riscosse con parcometri conformi alle direttive, con «gratta e sosta» o con altro analogo sistema.

La base d’asta sarà di circa 62mila euro e la gara verrà aggiudicata il prossimo 15 marzo alla ditta che presenterà il maggior rialzo. Il controllo sull’operato del ditta e sul servizio in generale verrà assunto dal corpo di Polizia locale, dal quale la ditta contraente dipenderà direttamente per tutte le disposizioni amministrative.

Esattamente un anno fa il Comune aveva rescisso il contratto stipulato con Europol Service e in vigore dal primo agosto del 2008. In quell’occasione il sindaco Gino Derosas aveva assicurato che i parcheggi a pagamento sarebbero stati riavviati comunque prima dell’inizio della scorsa estate.

Sos-Alinos-P.zza-S.Antonio-

Così non era stato, soprattutto per via di un contenzioso con l’Anas relativo agli stalli a pagamento che insistono sulle due strade statali che attraversano il centro abitato. E cioè la statale 129 (vie Nazionale e del Mare) e la statale 125 (vie Satta, santa Veronica e Chisu).Problematica che ora sembra risolta con l’Anas che andrà a percepire parte degli introiti provenienti da quegli stalli e che rinvestirà per la manutenzione delle stesse strade.strisce blu

Insomma dai primi di giugno le strisce blu dovrebbero tornare a «splendere» in molti vie oroseine con il solito prevedibile codazzo di polemiche tra sostenitori e contrari.

(Fonte:La Nuova-angelo fontanesi-19 feb 2011)

Sbiadita dal tempo e usurata dal passaggio dei pneumatici o da lavori vari, la segnaletica stradale orizzontale è praticamente scomparsa in gran parte di Orosei.

OROSEI: Via Nazionale (foto Camedda)

OROSEI: Via Nazionale (foto Camedda)

Quasi indistinguibili stop e strisce pedonali. Ma a subire i maggiori disagi sono i disabili: gran parte dei parcheggi a loro riservati sono spariti in più rioni e verso il comune fioccano le proteste. Anche da Facebook, dove si è addirittura costituito un gruppo dal nome inequivocabile: Cercasi parcheggi per disabili disperatamente. «Nessuno ha tolto i parcheggi per i disabili – precisano dall’assessorato alla viabilità – è solo che ancora non abbiamo dato l’incarico per rifare la segnaletica orizzontale.

BOX PARCHEGGIO DISABILI (foto tratta da Internet)

BOX PARCHEGGIO DISABILI (foto tratta da Internet)

Va aggiunto che qualcuno in perfetta malafede ne approfitta occupando gli stalli riservati a chi ne ha diritto». Il problema però specie nelle vie del centro è più complesso.

La via Nazionale per esempio, lastricata in basalto, recentemente è stata levigata a nuovo e l’operazione ha cancellato sia le strisce blu degli stalli a pagamento che le strisce gialle che delimitavano i parcheggi protetti. Nel mentre il servizio dei parcheggi a pagamento è stato revocato e sinora non è stato ancora riassegnato. In conclusione non si sa ancora chi dovrà occuparsi di rifare la segnaletica orizzontale in queste vie. «Stiamo esaminando il problema con l’ufficio tecnico – fanno sapere gli amministratori – e contiamo di risolverlo al più presto».

Nel frattempo, trovare un parcheggio per disabili è un impresa pressoché impossibile.

(Fonte:La Nuova-a.fontanesi)

Si tingono di giallo le strisce blu che delimitano i parcheggi a pagamento ad Orosei e nella frazione di Sos Alinos. Sospeso il 29 novembre scorso all’indomani dell’alluvione che aveva sconvolto il centro baroniese e la sua frazione costiera, il servizio di parcheggio a pagamento, nonostante diversi preannunci, sinora infatti non è stato riavviato.
Un fatto che di certo non turba gli automobilisti residenti
ne tanto meno i numerosi turisti già in transito per il paese e la costa, ma che potrebbe costare caro all’amministrazione comunale visto che la dita privata che gestisce il servizio potrebbe ora rivendicare il mancato guadagno.
La causa ufficiale dell’intoppo è stata data venerdì scorso dallo stesso sindaco Gino Derosas durante la riunione di consiglio comunale:
«Nessun giallo – ha chiarito il primo cittadino Gino Derosas- stiamo solo aspettando il nulla osta definitivo da parte dell’Anas per alcuni tratti della strada statale 125 che attraversa il centro abitato».
Sub judice da parte dell’azienda nazionale strade
sarebbero i parcheggi blu tracciati in Via Satta, in Via Santa Veronica di fronte al Municipio e alle ex case popolari e in Via Sebastiano Chisu davanti al distributore dell’Agip. Insomma ai lati del tratto dell’ "orientale sarda" che attraversa il paese dall’ingresso arrivando da Dorgali sino all’uscita per Olbia.
Tutti tratti che già la scorsa state erano stati interessati dai parcheggi a pagamento. Ma quest’anno evidentemente le cosi si sono complicate.
Il riavvio del servizio era stato annunciato dalla stessa amministrazione comunale per l’inizio di maggio e per quella data la Secur Pole, che ha in gestione i parcheggi attraverso l’emissione dei ticket con i parcometri, aveva aggiornato la segnaletica verticale con tanto di nuove tariffe e nuovi orari.
Era stato anche detto che quest’anno gli stalli a pagamentosarebbero stati in numero maggiore rispetto a quelli della scorsa estate.
Anche gli ausiliari del traffico erano stati preavvistai della ripresa delle attività dopo lo stop post alluvionale, ma sino ad oggi sono rimasti a casa e tutti i parcometri sono ancora disattivati. 
E non solo quelli posizionati nelle strade di pertinenza Anas ma anche gli altri, sia a Orosei che a Sos Alinos.
«Purtroppo il servizio deve partire in blocco – spiega l’assessore alla Viabilità Gino Nanni – e sino a che da Cagliari la direzione centrale dell’Anas non si decide a darci il nulla osta noi abbiamo le mani legate».                  
Sarà, anche se a questo punto non si capisce come mai l’anno scorso non sia sorto lo stesso problema. Le strisce blu intanto si stanno sbiadendo e nessuno sembra aver fretta di rinfrescarle. Tanto meno gli automobilisti.
(fonte:La Nuova-a.fontanesi)