Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: rocco celentano

Presentato il progetto innovativo sulla trasformazione dello scalo. Avrà servizi moderni, competitivi, funzionali e persino dei totem virtuali.

 Dimentichiamo il porto vecchio stile. Alla Caletta, lo scalo turistico si prepara a vestirsi di servizi moderni, per richiamare più turisti e rendere Siniscola maggiormente competitiva.

Nasce infatti il “porto verde”, riqualificato dal punto di vista ecologico per renderlo più moderno e funzionale. La presentazione ufficiale del progetto, curato dalla società Netco, si è svolta ieri (avantieri per chi legge). Attraverso tabelle elaborate e immagini virtuali, in municipio è stato illustrato quello che sarà il porto del futuro, a forte connotazione ecologica, che punta a debuttare questa estate.

Le innovazioni saranno numerose. Nell’area portuale arriveranno i “totem virtuali”, delle guide elettroniche connesse ad un cervellone informatico che, in diverse lingue, darà ai diportisti tutte le informazioni sul territorio, sui servizi marittimi e via dicendo. Per diversificare l’offerta, si potrà inoltre visitare La Caletta a bordo di biciclette elettriche, che arriveranno in via sperimentale proponendo una inedita pedalata assistita. La dotazione iniziale sarà di 10 bici, che potrebbero crescere di numero in base al gradimento popolare. Sono poi previste modalità più funzionali per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti con la differenziata, la pulizia delle acque e l’alaggio dei natanti, grazie alla nuova rampa che verrà collaudata nei prossimi giorni. Il porto verrà inoltre dotato dell’impianto antincendio, e chi ormeggerà nelle banchine comunali avrà la possibilità di agganciarsi alla rete internet, grazie alla copertura wireless prevista in tutta l’area.

«Ma le novità non si fermano di certo qui – hanno detto ieri il sindaco Rocco Celentano e gli assessori a Turismo, Ambiente e Lavori pubblici – visto che la trasformazione dello scalo nel primo “porto verde” dell’isola comporterà ricadute anche dal punto di vista economico e promozionale. Puntiamo infatti ad ottenere la certificazione Emas, che darà un valore aggiunto alla struttura, imponendo La Caletta tra i porti turistici che più contano in Sardegna».

Presto le novità saranno sotto gli occhi di tutti. Il porto, gestito in forma associata da Siniscola e Posada, sgomita per fare un bel salto di qualità. In quest’ottica, il sindaco Celentano continua a pungolare la Regione affinché colmi i ritardi nella consegna di alcuni lavori che sono ancora in stand-by. La stagione turistica è già iniziata. Un porto moderno, arricchito da servizi ecologici all’avanguardia, è quello che serve per stimolare l’arrivo di tanti diportisti.

**DA: La Nuova- Salvatore Martini-30 mag 2013**

(foto camedda: luglio 2010)

Dalla Baronia a Is Arenas, fisioterapista del Cagliari Calcio

Ai giovani sardi: «Non arrendetevi mai e studiate»

Premiato dal sindaco, è d’esempio ai ragazzi. La svolta nel 2007: Cellino lo assunse leggendo il curriculum. L’esordio al Sant’Elia nella partita da cui Ronaldo uscì infortunato.

Dal campo di Ghirtala, dove giocava con gli amichetti del vicinato, a Is Arenas per tenere sotto controllo i muscoli dei giocatori del Cagliari. Francesco Todde, il primo fisioterapista dei rossoblù del presidente Cellino ne ha fatta di strada. A 42 anni e con una moltitudine di specializzazioni, lo sport lo ha prima vissuto come diretto protagonista e poi in ambito medico scientifico, affermandosi nella professione che aveva sognato di fare fin da bambino: quella di crearsi un futuro in ambito agonistico, ma da attento analista della preparazione fisica degli atleti.

VOGLIA DI EMERGERE Campione mondiale di bodybuilding nella versione Nbbwi, pluricampione italiano e continentale di braccio di ferro, in qualche modo è riuscito a sfruttare al meglio anche le vicissitudini fisiche che da ragazzo lo avevano costretto ad abbandonare l’atletica, altra sua grande passione. Il carattere cocciuto e la voglia di emergere a tutti i costi hanno sempre caratterizzato il suo stile di vita, portandolo talvolta a non ascoltare, creando qualche mugugno in famiglia, i consigli dei genitori.

Il padre Luigi, contadino, oggi ottantenne, e la madre Maria Secchi, di 77 anni, volevano che si laureasse in Scienze politiche. «Inizialmente li accontentai iscrivendomi all’università di Sassari» racconta Francesco Todde. «Però dopo aver superato il primo esame, mi accorsi che non era quella la strada che intendevo seguire e decisi quindi di rincorrere il sogno che avevo sempre tenuto nel cassetto».

UN ESEMPIO PER I GIOVANI Nonostante provenisse da una famiglia umile è riuscito nel suo intento, arrivando ai massimi livelli del calcio italiano. Il classico caso da prendere come esempio, insomma, soprattutto per i giovani compaesani (e non solo) che guardano al futuro con un pizzico di preoccupazione, viste le fosche nubi che incombono sull’economia della nostra isola. Non a caso Francesco Todde, nei giorni scorsi, è stato accolto con tutti gli onori dal sindaco di Siniscola, Rocco Celentano, che gli ha reso omaggio con un particolare riconoscimento alla sua carriera di professionista della salute sportiva. «Certamente non posso che essere orgoglioso per l’onorificenza attribuitami – dice – ma devo anche ringraziare il presidente del Cagliari che dopo aver letto il mio curriculum, nel 2007 mi assunse all’interno dello staff medico della squadra».

AL SANT’ELIA Il suo esordio al Sant’Elia avvenne durante una gara tra il Cagliari e il Milan, che poi segnò la fine della carriera agonistica di Ronaldo, a causa del gravissimo infortunio ad un ginocchio che lo costrinse a lasciare il campo durante l’incontro. «Vivere per la prima volta una partita col Cagliari fu un’emozione enorme. Quel famoso infortunio, che costrinse il Fenomeno a dare l’addio al calcio, segnò fin da principio la mia esperienza professionale nel club rossoblù», racconta il fisioterapista siniscolese. «Pensai: dovrò lavorare per prevenire drammi di questo tipo e cercherò di approfondire sempre le mie conoscenze».

Detto fatto, tra una gara e l’altra gli studi sono andati avanti senza sosta. Dopo la laurea in scienze motorie, Todde si è specializzato in osteopatia e di recente ha vinto un concorso per un dottorato di ricerca in “Metodologie molecolari e morfo-funzionali applicate all’esercizio fisico” all’Università Carlo Bo di Urbino.

«Che cosa consiglio ai miei giovani compaesani? Di credere nelle proprie possibilità e di non arrendersi mai». Questa la prima ricetta per il successo. «E poi: studiare tanto e con costanza per cercare i migliorarsi sempre di più. È l’unico modo per trovarsi pronti a cogliere le opportunità che offre la vita».

(DA: L’Unione Sarda-Fabrizio Ungredda-17 nov 2012) foto da internet

Entro poche settimane il commissariato di polizia dovrà lasciare la sede di piazza Santo Stefano, e, nell’attesa che venga realizzata la nuova base nel rione Duai, l’amministrazione comunale punta a garantire la sede provvisoria in un ampio capannone della zona industriale.

Ne ha dato notizia il sindaco Rocco Celentano durante il recente consiglio comunale sulla legalità. A questo proposito, visti i gravi tagli economici imposti agli enti locali, il Comune ha chiesto alla Regione di concedere i locali in comodato d’uso gratuito.

«Il commissariato deve restare a Siniscola – ha detto Celentano – e ci stiamo adoperando affinché questo venga assicurato». Ieri si è tenuta una riunione, durante la quale la Regione pare si sia dimostrata favorevole al provvedimento.

Sempre nell’ambito della sicurezza nel territorio, a seguito dell’attentato dinamitardo di domenica scorsa contro il palazzo civico, la giunta punta a dotare tutti gli edifici pubblici di impianti per la videosorveglianza. Un provvedimento che si aggiunge alle iniziative di contrasto contro gli episodi criminali che, sempre più spesso, sono indirizzati ai beni comuni.

(DA: La Nuova-salv.mart.-17 nov 2012)

Comunicato di solidarietà espresso dalla Giunta provinciale di Nuoro al sindaco di Siniscola Rocco Celentano.

TESTO DEL COMUNICATO

“La Giunta provinciale di Nuoro, presieduta dal Presidente Roberto Deriu, riunitasi questa mattina, esprime tutta la solidarietà al Sindaco di Siniscola, Rocco Celentano, e all’intera comunità che rappresenta per il grave atto di intimidazione ed il gesto ignobile di cui è stata oggetto l’amministrazione.

La giunta condanna fermamente il grave e sconsiderato episodio di violenza ed invita il sindaco a continuare, con l’immutato impegno e determinazione, nel mandato elettorale assegnato con piena fiducia dagli elettori”.

Provincia di Nuoro

(DA: comunicato della Provincia di Nuoro-12 nov 2012)

Due milioni di euro per cambiare volto alla borgata di Santa Lucia e renderla più funzionale, risolvendo gran parte delle criticità del paesino e attivando una serie di servizi che miglioreranno la vivibilità dei residenti e richiameranno molti più turisti.

È questa, in sostanza, l’intenzione della giunta comunale di Siniscola, che ha appena approvato il progetto definitivo per la riqualificazione della frazione marina, una delle località più suggestive della costa orientale sarda. Il progetto fa capo al programma integrato d’area Pia Nu, sottoscritto dalla Regione e dal Comune di Siniscola per rilanciare il porto della Caletta.

Una parte di quel finanziamento è stata destinata proprio per Santa Lucia. In particolare spicca la riqualificazione del lungomare, che con l’antica torre in pietra costituisce l’elemento più rappresentativo del villaggio. Nel borgo sono previste nuove strade di raccordo, che renderanno il traffico più fluido e meno caotico. La riqualificazione della passeggiata comprende inoltre il restauro dei muraglioni e del pavimento, che mostrano gli effetti negativi dell’usura del tempo. Sono poi in programma diversi altri accorgimenti, tra i quali gli interventi migliorativi alla passeggiata lungo la spiaggia delle Barche.

Nuovo assetto anche per il viale di ingresso al paesino, con il miglioramento della strada, e per la regolamentazione viaria che vigerà una volta conclusi i lavori. Il fronte-mare diventerà infatti una grande piattaforma pedonale, con il traffico indirizzato verso l’area periferica, rendendo Santa Lucia una località più a misura d’uomo. Look inedito anche per i parcheggi, con il rifacimento delle zone usurate seguendo lo stile del borgo.

Tanti progetti, quindi, che si aggiungono agli altri previsti nella frazione. «Il costo totale delle operazioni è di un milione 880mila euro – spiega il sindaco di Siniscola, Rocco Celentano – utilizzato per realizzare un progetto che mira a trasformare in meglio il borgo di Santa Lucia, confermandolo il fiore all’occhiello del patrimonio storico-architettonico del territorio di Siniscola. Questo e altri interventi intendono dare una spinta allo sviluppo turistico ed economico».

(Da:La Nuova-Salvatore Martini- 17 apr 2012)

Per gli eventi calamitosi

Siniscola diventa punto strategico a livello provinciale per gli interventi della Protezione Civile in caso di eventi calamitosi.

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Rocco Celentano, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Associazione nazionale per le pubbliche assistenze, per dislocare in città un unità mobile attrezzata. Colonna mobile, è il termine tecnico riferito a un mezzo che può spostare in brevissimo tempo l’occorrente per allestire un’area di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite.

L’INTESA Grazie a un accordo con la Blue Tech, azienda bresciana che qualche anno fa aveva rilevato il capannone che una volta ospitava l’ex calzificio della Ros Mary, il Comune potrà usufruire in comodato d’uso gratuito il capannone industriale attualmente in disuso, per creare un centro strategico di pronto intervento a disposizione di tutto il territorio provinciale.

IL SINDACO «Il gruppo comunale di Protezione civile farà un importante salto di qualità», dice Rocco Celentano. «Il centro, oltre tutto, diventerà sede per corsi di formazione di addetti di assistenza verso le popolazioni eventualmente colpite da calamità naturali». Nel capannone della Blue Tech, che è situato all’interno dell’area industriale, troveranno posto tende da campo insieme a kit di sopravvivenza e tutto il materiale necessario per questo tipo di interventi.

(Da:L’Unione Sarda-Fabrizio Ungredda -28 mar2012)

Continua la distribuzione dei kit per smistare i rifiuti

 I contenitori per la differenziata stanno facendo il loro ingresso nelle case dei siniscolesi.

Gli operatori autorizzati dal Comune stanno rifornendo a domicilio tutti gli utenti del territorio con i kit necessari a smistare i rifiuti per generi. La distribuzione ha già riguardato il 40 per cento della popolazione. Circa 2500 kit sugli oltre seimila in dotazione sono stati assegnati agli utenti, che dovranno conservarli con cura. A quei cittadini che al momento della consegna non sono presenti in casa, viene lasciato un avviso. Solo a quel punto dovranno recarsi in uno dei quattro punti di distribuzione (Ecocentro della zona industriale e magazzino Ponte di ferro a Siniscola, ex casello del Genio civile alla Caletta e Centro ambientale a Santa Lucia) per ritirare i kit personalmente. La distribuzione andrà avanti ancora per giorni. La raccolta differenziata partirà infatti il 19 marzo col sistema porta-a-porta. Ogni kit per smistare i rifiuti in casa è composto da un sottolavello da sette litri per la frazione umida, un contenitore per l’umido, uno da 20 litri per l’indifferenziata, un altro recipiente per vetro e lattine più 175 buste mater-bi e calendario. Per plastica e carta, invece, basterà raccogliere i rifiuti nelle buste trasparenti.

«Decolla un servizio importantissimo – spiegano il sindaco Rocco Celentano e l’assessore Danila Pusceddu – che farà fare a Siniscola un notevole salto di qualità. Sono inoltre in corso degli incontri con la popolazione per illustrare lo svolgimento del servizio».

(Da:La Nuova-Salvatore Martini-9 mar 2012)

bus navettaIl sindaco Rocco Celentano ha infatti accolto positivamente la proposta del gruppo di minoranza Liberamente, che ha chiesto l’istituzione del servizio affinché vengano collegati i punti più importanti della cittadina, venendo incontro alle esigenze di centinaia di abitanti.

«rocco celentanoEsprimo piena condivisione alla proposta – scrive il primo cittadino di Siniscola – perché, anche per la maggioranza, la navetta risponderebbe alle esigenze di mobilità urbana dei cittadini. Un punto, questo, posto nelle nostre dichiarazioni programmatiche. Stiamo lavorando ad un piano del traffico. Ci siamo già attivati in questo senso, vietando l’ingresso dei mezzi pesanti nel centro abitato della Caletta, indirizzando i tir verso le direttrici apposite».

«Siamo all’opera anche per la realizzazione di un piano specifico per il trasporto delle persone mediante autoservizi pubblici non di linea – conclude il sindaco Rocco Celentano – per consentire e sostenere lo sviluppo turistico e sociale del nostro territorio. Nei prossimi giorni si svolgerà un tavolo di lavoro tra Comune, Provincia e Cirem per valutare lo stato dei trasporti nel nostro distretto con l’obiettivo di inserire Siniscola nel piano del sistema di trasporti minimi urbani, da presentare in Regione».

Un «pendolino» che circoli per Siniscola e frazioni è un’esigenza comprovata, soprattutto per anziani e giovani. Maggioranza e opposizione hanno dimostrato un’intesa. Il servizio è destinato a partire.

(Da: La Nuova-salvatore martini-4 ago 2011)

UNA MIA NOTA:

“L’UNIONE FA LA FORZA!” Così suona un saggio proverbio che applicato alla politica amministrativa per venire incontro e risolvere le esigenze dei cittadini non può che generare soddisfazione a tutti i livelli. L’approvazione e condivisione  bipartizan di una proposta della minoranza del consiglio siniscolese non può che rappresentare un buon esempio da… EMULARE.

Un saluto

Marco Camedda

lacaletta-panoramica-portoIl Comune impone il silenzio generale. L’ordinanza del sindaco Celentano sarà valida dal 7 al 22 agosto

rocco celentanoIl sindaco Rocco Celentano non si fa trovare impreparato davanti alle possibili (e solite) lamentele di turisti e villeggianti.

Il primo cittadino, infatti, ha firmato nei giorni scorsi una ordinanza con la quale impone lo stop forzato ai cantieri edili in tutte le zone a vocazione turistica di Siniscola nel periodo di tempo compreso tra il 7 e il 22 agosto. Niente macchine operatrici e mezzi di cantiere nei giorni clou dell’estate, che dovrebbero coincidere con l’apice delle presenze di vacanzieri nel territorio. Il provvedimento è ormai diventato una consuetudine che si ripete da tempo.

Lo stop forzato viene imposto regolarmente da diversi anni a questa parte, proprio per assicurare la quiete nelle zone turistiche, dove la gente cerca riposo e relax.

lavori ediliPer le due settimane centrali di agosto, tutti a Siniscola e dintorni sono obbligati a rispettare l’ordinanza firmata da Rocco Celentano, che impone di fermare i martelli pneumatici e compressori, montacarichi esterni, betoniere, impastatrici, ruspe, escavatori, gru e carrelli motorizzati tipo Dumper per il trasporto di materiali. Con questo provvedimento anche il capoluogo della Baronia si mette in linea con le regole vigenti in quasi tutti i centri vicini, dove ad agosto questo genere di ordinanze firmate dai diversi sindaci sono ormai di routine.

(Da:La Nuova-salvatore martini- 22 lug 2011)

siniscola-panoramaModificati gli orari di apertura al pubblico

degli uffici comunali

Molti utenti se ne sono già accorti. La nuova amministrazione comunale ha apportato diverse modifiche a proposito del funzionamento degli uffici municipali.

rocco celentanoGli orari di apertura al pubblico di alcuni servizi, ad iniziare da anagrafe e stato civile, sono stati allungati di qualche ora. In certi adesso si chiude alle 13 anziché alle 11, per venire incontro ad una fetta potenzialmente più vasta di cittadini. «Teniamo fede ad un impegno preso in campagna elettorale» commenta il sindaco Rocco Celentano. Che per martedì prossimo, 28 giugno, ha convocato il consiglio comunale per adeguare al decreto legislativo 150/09 i criteri generali per l’adozione di un nuovo regolamento dell’ordinamento degli uffici e dei servizi.

Tira quindi aria di novità negli anditi del palazzo municipale di via Roma. La riunione dell’assemblea civica si terrà alle 18.30. L’approvazione dei nuovi criteri è preludio di possibili cambiamenti. Il consiglio comunale dovrà esprimersi anche sulla designazione dei rappresentati del Comune di Siniscola all’interno di enti, aziende ed istituzioni pubbliche. Si parlerà inoltre di patrimonio comunale, con l’acquisizione di alcuni beni immobili dello Stato. In chiusura, il consiglio comunale di martedì prossimo si dovrà occupare dell’approvazione della convenzione tra i Comuni di Siniscola e Posada e del protocollo d’intesa con l’Istituto tecnico “Luigi Oggiano” per la realizzazione e la diffusione di servizi innovativi a sostegno dell’utenza turistica della Baronia.

(Da:La Nuova-salvatore martini- 23 giu 2011)

rocco celentanoIl nuovo consiglio comunale si insedierà ufficialmente venerdì prossimo, 3 giugno.

La seduta è stata disposta dal nuovo sindaco Rocco Celentano a partire dalle ore 18. Sono sei i punti in agenda che verranno discussi. Come da consuetudine verranno convalidati tutti gli eletti, procedendo ad eventuali surrogazioni. Ci sarà poi il giuramento del neo-sindaco e la presentazione della nuova giunta, che resterà in carica cinque anni.

Nella seduta di insediamento si procederà inoltre alla costituzione dei gruppi consiliari, con l’individuazione dei relativi capigruppo, e alla nomina della commissione elettorale del Comune.

Il primo cittadino, infine, presenterà all’assise civica nonchè ai cittadini che interverranno alla seduta le linee programmatiche di base che intende realizzare nel corso del mandato elettorale di cinque anni.

(Da:La Nuova-salvatore martini-27 mag 2011)

Rocco Celentano nuovo sindaco di Siniscola

Rocco Celentano nuovo sindaco di Siniscola

Rocco Celentano riparte dal suo programma amministrativo

Omaggio in cimitero a Bovore Mogno, il primo sindaco del Partito socialista

Il primo giorno da sindaco di Siniscola, Rocco Celentano, lo passa per buona parte stringendo mani a molta gente e parlando a lungo al telefono. Tutti lo cercano, tutti lo vogliono. Insomma, molte centinaia di persone si affrettano a congratularsi con lui. Dopo dieci anni di governo Pau, gli elettori hanno scelto la continuità politica e amministrativa.

Tra Celentano e il principale dei suoi quattro rivali, l’ingegnere di centrodestra Marco Fadda, ci sono 208 voti e quasi tre punti percentuali di scarto. La lista di centrosinistra «Orizzonte Siniscola» ha vinto con 2198 voti, quasi il 30% del totale. Marco Fadda, leader di Idea Siniscola, si è fermato a 1990 voti, pari al 27%. La civica Liberamente Siniscola, rappresentata da Pier Paolo Coronas, ha conquistato 1400 voti e il 19% dei consensi. Per Zente nova le preferenze sono 1212 (16%), mentre per Donne uomini idee sono 629. L’8,5 per cento. Siniscola si affida al suo politico più navigato.

Completo scuro, occhiali rotondi e immancabile cravatta, Celentano, 64 anni, campano ma residente a Siniscola da 40 anni, non perde il suo aplomb. È il primo sindaco del Partito socialista da quasi mezzo secolo. Dai tempi di Bovore Mogno, al quale ieri, in cimitero, ha voluto rendere omaggio. Sulla scrivania del suo nuovo ufficio, ieri il sindaco ha trovato la fascia tricolore e un biglietto scritto a mano: «Ti auguro buon lavoro». Li ha lasciati Lorenzo Pau il giorno del suo congedo. A Siniscola inizia una nuova fase. Rocco Celentano ha vinto in otto sezioni su undici. Fadda si è imposto nel seggio 5 (la zona di via De Gasperi e Sa Sedda) e per pochissimi voti alla Caletta.

Il nuovo sindaco sciorina le prime tappe del suo mandato. «Intendo valorizzare il ruolo dei cittadini nella vita amministrativa – spiega – istituendo commissioni aperte al contributo della popolazione. Il nostro programma elettorale è stato premiato perché si basa su presupposti certi. Si apre a lotte globali, come il no al nucleare, alla privatizzazione dell’acqua e al caro traghetti».

Musi lunghi tra gli avversari. La presenza di troppe liste ha avuto il suo prezzo. «I voti che abbiamo ottenuto rappresentano comunque una grande soddisfazione – dice Marco Fadda – e auguro un buon lavoro al nuovo sindaco. Faremo una opposizione seria e costruttiva». Il risultato del nostro gruppo è buono – spiega Pier Paolo Coronas – anche perché la presenza di molte liste e di “parentele incrociate” non ha consentito di esprimere del tutto il «miglior voto possibile».

«A Siniscola tocca ciò che ha avuto negli ultimi dieci anni – polemizza Antonio Satta – ma noi andremo avanti costruendo il cambiamento senza compromessi».

(Da: La Nuova- Salvatore Martini-18 mag 2011)