Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: sassari

FESTA PER GLI ANZIANI

5 gennaio 2018, dalle ore 17.00,

al Centro Polifunzionale di via Brigata Sassari

COMUNE DI NUORO

Settore Politiche Sociali

Il Sindaco Andrea Soddu e l’Assessore alle Politiche Sociali Valeria Romagna, sono lieti di invitare tutti gli anziani della Città di Nuoro alla festa organizzata per il giorno venerdì 5 gennaio 2018, dalle ore 17.00, presso il Centro Polifunzionale “Arcobaleno” di Via Brigata Sassari.

(DA: sito istituzionale Comune di Nuoro)

UNDER16 ZONA SS/NU

SABATO 27 MAGGIO ALLE 18,30

ALL’ INTERNO DEL “TORNEO SANTA MARIA ” DI VOLLEY

ORGANIZZATO DALLA SIRIO OROSEI.

LA PARTITA E’ DECISIVA PER LA VITTORIA FINALE

DEL CAMPIONATO ” FASE A OROLOGIO “,

OROSEI vs TERZOTEMPO SASSARI..

VI ASPETTIAMO NUMEROSI PER SOSTENERE I NOSTRI GIALLOBLU

IN UNA GRANDE SERATA DI SPORT PER IL NOSTRO PAESE.

(Da:comunicato Pallacanestro Orosei)

Corsi di apicoltura di secondo livello

-Annualità 2016-

L’Agenzia Laore Sardegna organizza cinque corsi di formazione teorico-pratici di secondo livello, da realizzare nel corso dell’anno 2016 nei comuni di Pattada, Sassari, Ottana, Isili e Carbonia. I corsi, il cui obiettivo è quello di approfondire le conoscenze e favorire la crescita professionale degli operatori del settore, sono rivolti alle seguenti figure:

  • - imprenditori agricoli professionali, coltivatori diretti, imprenditori agricoli in forma singola e/o associata
  • - apicoltori che possiedano alveari regolarmente iscritti all’Anagrafe apistica nazionale (BDA)
  • - coloro i quali abbiano frequentato almeno l’80% delle lezioni del corso di primo livello/di base nell’annualità 2014/2015 organizzati dall’Agenzia.

Le domande di partecipazione devono essere inoltrate presso l’Agenzia Laore Sardegna, entro il 22 aprile 2016, secondo le condizioni e la modulistica indicati nella documentazione allegata, attraverso le seguenti modalità:

  • - via e-mail all’indirizzo: protocollo.agenzia.laore@legalmail.it
  • - a mano presso il protocollo generale in via Caprera n. 8 a Cagliari
  • - a mano presso gli Sportelli unici territoriali dislocati nel territorio
  • - per posta all’indirizzo seguente:

Agenzia Laore Sardegna – Servizio Sviluppo delle filiere animali

Via Caprera n. 8 – 09123 Cagliari

Qualora i posti disponibili eccedessero le richieste verrà redatta una graduatoria secondo i criteri riportati nella documentazione allegata, accessibile attraverso il link sotto riportato.

Consulta le pagine: Documenti nella sezione Concorsi e selezioni

Per informazioni:

Unità Organizzativa Sviluppo filiere carni e allevamenti minori

Daniela Sardo – tel. 070 6026 2291 – e-mail: danielasardo@agenzialaore.it

Paola Murru – tel. 070 6026 2428 – e-mail: paolamurru@agenzialaore.it

(DA: comunicato Laore Sardegna-8 Aprile 2016)

In arrivo l’approvazione delle Norme

per il funzionamento del Registro

È in dirittura di arrivo l’approvazione, da parte del Garante della privacy, del Regolamento per la protezione dei dati personali del Registro Tumori regionale, varato dalla Giunta della Regione Autonoma della Sardegna.

Nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali (Codice della Privacy) occorreva, infatti, un atto normativo – legislativo o regolamentare – nel quale fossero specificati i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili, le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite, i soggetti che possono trattare i dati medesimi, nonché le misure per la sicurezza.

Insieme al Registro è stato approvato uno schema di “Regolamento Regionale contenente le Norme per il funzionamento del Registro Tumori della Regione Sardegna, istituito con Legge Regionale 7 novembre 2012, n. 21″, corredato da apposito “Disciplinare Tecnico in Materia di Misure di Sicurezza per il Funzionamento del Registro Tumori”, da sottoporre al parere obbligatorio del Garante per la protezione dei dati personali ai sensi del sopra richiamato art. 20 del Decreto Legislativo 196/2003.

Di questo Registro, secondo un modello federato, farà parte il Registro Tumori di Nuoro.

È quanto ha affermato l’assessore della Sanità, Luigi Arru, durante la conferenza stampa di presentazione del Registro Regionale, tenutasi a Cagliari lo scorso 14 gennaio.

Secondo la proposta della Giunta Regionale verrà adottato un modello di tipo federato, costituito da tre Registri Tumori Locali, corrispondenti alle altrettante macro-aree della Sardegna Settentrionale (con competenza per i territori delle ex province di Sassari e Olbia Tempio), della Sardegna centrale (con competenza per i territori delle ex province di Nuoro, Ogliastra e Oristano) e della Sardegna meridionale (con competenza per i territori delle ex province di Cagliari, Sanluri e Carbonia); per ciascuna macro-area si individuano come ASL capofila rispettivamente quelle attuali di Sassari, Nuoro e Cagliari, in modo da valorizzare e dare continuità all’esperienza dei Registri Tumori locali già operanti e integrare la raccolta ed elaborazione dei dati con gli ambiti territoriali mancanti.

Il Registro Tumori regionale permetterà la quantificazione dell’incidenza e prevalenza delle patologie oncologiche e la loro distribuzione spaziale e temporale in una determinata area. In Sardegna esistono attualmente due Registri Tumori di popolazione su base locale, entrambi accreditati sia a livello nazionale (AIRTUM), sia a livello internazionale (IARC): quello di Sassari e quello di Nuoro, operativi a livello di Azienda Sanitaria Locale e operanti sui territori provinciali di Sassari e Olbia-Tempio e su quelli di Nuoro e Ogliastra, con una copertura pari al 43% dell’intera popolazione regionale, che rappresentano l’ideale base di partenza per estendere la copertura della rilevazione a tutta la popolazione sarda, sfruttando l’organizzazione, la professionalità e l’esperienza degli operatori sanitari in essi già da tempo operanti.

«Il Registro tumori – ha spiegato l’Assessore Arru – è universalmente riconosciuto quale strumento per la programmazione degli interventi di sanità pubblica nell’ambito della prevenzione, diagnosi e cura delle patologie neoplastiche e per la conseguente organizzazione, controllo e valutazione dei servizi che tali interventi devono realizzare».

I tre Registri Tumori Locali saranno sottoposti ad una struttura unitaria di Coordinamento regionale del Registro Tumori.

(DA: comnicato Asl3 Nuoro-8 Febbraio 2016)

SPORTISSIMO SS vs PALLACANESTRO OROSEI

Campionato Reg.le Under 16 -

Zona NU-SS- Play out : 1^ giornata

sabato 30 gennaio 2016 h.20 – Palestra Bunker

via Poligono Sassari

Arbitri:  BATTAGLIA GIANMARIO di SASSARI (SS) e

MULAS MATTEO di SASSARI (SS)

il pallone della gara e’ offerto da :

www.hotelmariarosaria.it

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-29 Gennaio 2016)

 ” Processo a Emilio Lussu- Un volto alle carte”

2 ottobre nell’aula magna

della Corte d’appello di Cagliari.

La compagnia teatrale Figli d’Arte Medas, con l’associazione Nonsoloavvocati onlus e il patrocinio dell’ordine degli avvocati, presenta l’allestimento che ripercorre gli atti del procedimento contro Lussu, finito alla sbarra per l’omicidio di uno degli squadristi che stava assalendo la sua casa.

Appuntamento venerdì 2 ottobre alle 16:30 nell’aula magna della Corte d’appello di Cagliari in piazza Repubblica 18.

Dai libri di storia alle aule del tribunale.

1999-Ritratto di Emilio Lussu (una mia grafica 30x42 cm.)

Grazie a uno spettacolo teatrale, il processo a Emilio Lussupadre costituente sardo, ufficiale della Brigata Sassari, parlamentare, antifascista e fondatore del Partito Sardo d’Azione – verrà nuovamente celebrato nelle aule del palazzo di Giustizia di Cagliari. Ideato, scritto e diretto da Gianluca Medas, direttore artistico della compagnia Figli d’Arte Medas, una dei più noti gruppi teatrali isolani, che da anni si interessa ai principali fatti della storia sarda, l’allestimento, intitolato “Processo a Emilio Lussu – Un volto alle carte”, ha l’obiettivo di riportare in vita gli atti del procedimento contro Lussu, processato per aver ucciso un ragazzo che, assieme a una squadra di fascisti, stava assalendo la sua casa sulla scia dei disordini scatenati in Italia nel 1926, dopo un attentato a Mussolini.

Lo spettacolo, previsto per venerdì 2 ottobre alle ore 16:30 nell’aula magna della Corte d’appello in piazza Repubblica 18, vedrà in scena gli avvocati-artisti dell’associazione Nonsoloavvocati onlus, impegnati a dare voce e volto ai protagonisti della vicenda storico-giuridica di Lussu. La rappresentazione ha inoltre il patrocinio dell’ordine degli avvocati e vanta l’apporto costumistico del Teatro Lirico di Cagliari, che ha preparato gli abiti d’epoca.

L’evento è valido ai fini della formazione e aggiornamento professionale forense e la partecipazione da diritto a 3 crediti formativi.

L’iscrizione avverrà all’ingresso dell’aula della corte mediante esibizione e registrazione del badge. È esclusa la prenotazione on-line. Per ragioni di sicurezza l’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti a sedere. A processo iniziato non sarà più possibile entrare in Aula.

–– Info e contatti ––

Associazione Figli d’Arte Medas

Direzione artistica: Gianluca Medas – 335.5324232gianluca.medas@gmail.com

Ufficio stampa: Matteo Mazzuzzi – 347.2145374ufficiostampa@figlidartemedas.org

facebook.com/figlidartemedas – youtube.com/figlidartemedas

www.figlidartemedas.org

(DA: comunicato Figli d’Arte Medas-25 Settembre 2015)

Con la vittoria di ieri in casa col Cus Sassari nell’ultima gara Under 13 regionale e’ praticamente finita la stagione agonistica delle squadre della Pallacanestro Orosei che chiudera con Aquilotti ed Esordienti domenica 14 giugno a Mamoiada le sue partite.

Un annata ricca di soddisfazioni con ottime prestazioni e crescita collettiva in tutte le categorie disputate, coronate da ottimi piazzamenti nelle varie classifiche.

Crescita per la quale non ci stancheremo mai di ringraziare i cugini della Vbc Volley , grazie ai quali i ragazzi hanno potuto usufruire di piu ore di allenamento e inaugurare un processo di collaborazione tecnico-societaria che e’ appena all’inizio.

Entro la fine di questo mese contiamo di portare a temine il progetto del campo delle elementari , delimitandolo e tracciandolo, e registriamo soddisfazione per la sempre piu numerosa frequentazione di tale sito da parte dei ragazzi di Orosei. Sito che ha delle potenzialita’ enormi per ogni tipo di manifestazione sportiva all’aperto e per il quale attendiamo ancora proposte delle altre Associazioni Sportive per creare davvero una struttura polifunzionale.

Salutiamo con entusiasmo e fiducia la ripresa dei lavori della Palestra dell ‘ITC, sperando che questa sia la volta buona per portarli a termine.

Infine comunichiamo che anche quest’anno dal 5 all’11 luglio al Marina Beach e nella Palestra Comunale si terra per il secondo anno consecutivo il Dinamo Camp, opportunita per i ragazzi della Baronia e non solo di allenarsi per una settimana con i campioni dei loro sogni, magari con lo scudetto cucito sul petto, e nel contempo usufruire di una struttura da favola.

Per info e iscrizioni:

www.dinamobasket.com/it/camp2015

Buone vacanze a tutti.

==================================================================

DINAMO CAMP FA TAPPA ANCHE AD OROSEI

Dinamo Camp fa tappa anche a Orosei: viste le numerose richieste Dinamo e Costa Eventi hanno deciso di allargare l’offerta anche alla Baronia

Anche quest’anno il Club biancoblu, in collaborazione con Costa Eventi, dà il via al progetto itinerante di promozione del basket dedicato ai giovani, che porterà l’esperienza tecnica e i colori biancoblu in diverse località in tutta l’Isola. Accanto alla Dinamo ci sarà la Costa Eventi (società esperta in organizzazione di camp ad altissimo livello soprattutto in ambito calcistico), che si occuperà dell’organizzazione logistica, dell’ accoglienza e delle attività di intrattenimento fuori dal campo.

Ecco l’aggiornamento delle location e delle date disponibili

  • Olbia – GeoVillage – Full Camp e Day Camp, 21- 27 giugno

  • Nuoro – Hotel Sandalia – Day Camp – 29 giugno – 4 luglio

  • Orosei – Marina Beach – Full Camp e Day Camp, 5 – 11 luglio

  • Cagliari – Hotel Panorama – Full Camp e Day Camp, 12 – 18 luglio

Due le formule proposte e riservate ai cestisti in erba di età compresa tra i 6 e i 14 anni:

  • Full camp (quota di partecipazione 600 euro), che prevede una settimana con vitto e alloggio/pernottamento e il kit con tutto l’occorrente per le attività: due t-shirt, due magliette da gara, uno zaino, una polo, un bermuda e un cappellino;
  • Day camp (quota di partecipazione 320 euro), che prevede la partecipazione al ciclo di allenamenti della settimana senza l’alloggio/pernottamento e il kit attività con due t-shirt, due magliette da gara e uno zainetto

Dinamo Camp. Gioco, tecnica, divertimento, passione per il basket da vivere con i giocatori della prima squadra e i tecnici dello staff biancoblu: coach Meo Sacchetti, i suoi assistenti Paolo Citrini e Massimo Maffezzoli e con lo staff del settore giovanile guidato da Massimo Bisin.

La nuova edizione del Dinamo Camp 2015 è già in agenda e prevede quattro settimane in giro per l’isola con tappe a Olbia, Nuoro e Cagliari. Un progetto fa parte della pianificazione della formazione dei giovani su cui la Dinamo fa un lavoro strutturato attraverso il settore giovanile. L’ obiettivo è quello di portare l’ esperienza della società al servizio di tutta l’isola, non solo dal punto di vista della crescita tecnica e professionale ma anche umana.

Un’opportunità unica per i ragazzi, che per una settimana avranno la possibilità di fare una esperienza straordinaria con uno staff tecnico di altissimo livello e di eccellente professionalità: i coach Meo Sacchetti, Paolo Citrini e Massimo Maffezzoli che lavoreranno insieme con gli allenatori del settore giovanile Luciano Murgia e Guglielmo Roggiani, il responsabile tecnico Massimo Bisin, il preparatore atletico Matteo Boccolini e i giocatori della prima squadra.

Costa Eventi. Un marchio di eccellenza che ormai da anni affianca la Dinamo affinché la professionalità sportiva sia accompagnata dalla migliore piattaforma organizzativa e logistica. I giovani che parteciperanno al camp saranno trattati come veri atleti con tutto il supporto necessario perché sia un’esperienza unica.

Ufficio Stampa Dinamo(DA: comunicati Pallacanestro Orosei e Dinamo Sassari-8 Giugno 2015)

Trasmetto le dichiarazioni del

sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi

sul tema delle riforme istituzionali

“Ha ragione Gianfranco Ganau: la riforma del sistema istituzionale della Sardegna deve essere equilibrata e condivisa da tutti. Per questo ribattiamo sulla nostra idea di Nuoro Metropolitana, per proporre al dibattito politico la necessità di includere Nuoro come città di riferimento per la Sardegna Centrale.

La nostra non va vista come semplice rivendicazione: nel momento in cui si andrà a definire il nuovo ordinamento istituzionale della Sardegna Nuoro deve essere considerata  fondamentale, così come altre città dell’isola.

Eliminare Nuoro dal quadro istituzionale creerebbe scompensi enormi, non a questa zona, ma a tutta la Sardegna e dunque lo sviluppo armonico dell’isola non può prescindere da Nuoro.”

Il Sindaco di Nuoro

Alessandro Bianchi

(DA. comunicato Comune di Nuoro-12 Maggio 2015)

-nella foto una panoramica parziale della città-

 relative alla bozza di riforma istituzionale

all’esame del consiglio Regionale.

 

ALESSANDRO BIANCHI:

Nuoro città metropolitana.

Le riforme considerino anche la Sardegna Centrale.

“La Sardegna non è solo Cagliari, Sassari e Olbia. Nuoro pretende di entrare di diritto nel dibattito sulle riforme consapevole del suo ruolo di città di riferimento, di guida e di erogatrice di servizi per un grande territorio.

Nuoro non solo ambisce, ma ha tutte le carte in regola per essere considerata città metropolitana e denuncia con forza il tentativo di estrometterla dall’insieme delle città sarde che avranno questo ruolo.

La marginalizzazione a cui il centrodestra ha costretto il nostro territorio nella scorsa legislatura e che ha portato alla attuale crisi delle istituzioni non può essere risolta polarizzando l’isola senza tener conto della storia e della tradizione di questa città.

Ci opporremo con ogni mezzo, chiamando a raccolta anche i cittadini del nostro territorio, perché le riforme necessarie per ridare forza alla nostra isola attribuiscano a Nuoro responsabilità d’area vasta, convinti che questa città abbia le capacità per assumerle ed onorarle”.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-28 Aprile 2014)

Intervista alle atlete

Silvia Basolu e Paola Delussu

di Stefania Vatieri (*)

Nessun traguardo è impossibile da raggiungere. Impegno, tenacia e una giusta dose di “balentìa nugoresa” sono stati gli ingredienti che hanno portato la Star Solar Nuoro al successo, chiudendo il campionato di pallamano femminile della massima serie con ottimi risultati.

Nel fine settimana del 28 e 29 marzo si giocheranno le semifinali Scudetto tra le quattro squadre ancora in corsa. La Star Solar Nuoro chiude la stagione portandosi a casa un buon sesto posto che significa la permanenza in serie A, ma anche un quinto posto aggiudicato in Coppa Italia, dove le atlete barbaricine hanno dato prova di un crescente impegno.

<< L’esperienza in Coppa Italia per noi è stata una grande soddisfazione. Infatti nonostante la partenza nel Campionato sia stata un po’ in salita, siamo cresciute molto sotto tutti gli aspetti, conquistando sia il quinto posto a Conversano che la permanenza in massima serie>>.

Soddisfatta e orgogliosa dei risultati, Silvia Basolu commenta con queste parole la fine del campionato.

Ala sinistra e punta di diamante della Star Solar Nuoro, la giovane promessa nuorese, classe 1997, poco più che bambina inizia a giocare a pallamano tra le fila dell’Hac Nuoro << ho iniziato a giocare a pallamano alle medie. Mi ricordo che un giorno accompagnai un’amica agli allenamenti, e qualche giorno dopo iniziai ad allenarmi anche io- racconta Silvia- Fu amore a prima vista>>.

Nel frattempo la giovane atleta nuorese continua gli allenamenti riscuotendo successi anche nel campionato under 18, dove attualmente gioca.

<<Per adesso continuo ad allenarmi e giocare con l’under 18. Per l’anno prossimo l’auspicio è quello di continuare a giocare e magari riuscire a conquistare una posizione migliore nella serie A, abbiamo tutte le carte in regola per farlo>>.

È dello stesso parere anche Paola Delussu, pivot della Star Solar e atleta di grande talento ed esperienza. La giocatrice, classe 1985, pensa già al futuro

<< Sono certa che se inizieremo il campionato con gli stessi presupposti con cui abbiamo chiuso questo, otterremo ottimi risultati. Nel tempo si è formato un gran bel gruppo sia fuori che dentro il campo- spiega l’atleta- Spero che l’anno prossimo riesca a conciliare il lavoro con la pallamano, mollare dopo 20 anni non sarebbe facile per me>>.

Paola Delussu proviene dal vivaio nuorese, iniziando a giocare a pallamano a dieci anni con la polisportiva giovani salesiani. << L’anno successivo ho giocato il primo anno in A1 quando all’Hc Nuoro c’era Lucio Ribaudo>>. Qualche anno dopo ha giocato una stagione nel campionato di massima serie a Sassari, per tornare poi a Nuoro e continuare la sua avventura agonistica nella squadra di Roberto Deiana. << Tutti ci davano per spacciate, retrocessione garantita- spiega Paola -Ma come dice un famoso detto ‘niente è impossibile’ e noi lo abbiamo dimostrato >>.

(*)Addetta stampa della Star Solar Nuoro-23 Marzo 2015

Campionato Reg.le U14, 6^ ritorno :

DINAMO BASKET 2000 SASSARI

vs PALLACANESTRO OROSEI

domenica 15-3-2015 h. 11,30

PALESTRA L. SIMULA Via Poligono 2 SASSARI (SS)

Arbitro: Solinas Alessandro SASSARI (SS)

Classifica provvisoria :

  • 1 DINAMO 2000 SASSARI 20
  • 2 PALLACANESTRO OROSEI 20
  • 3 ICHNOS BASKET NUORO 12
  • 4 PALLACANESTRO ALGHERO 10
  • 5 NUOVA PALL. SORSO 10
  • 6 TERZOTEMPO SASSARI 8
  • 7 BASKET 90 SASSARI 6
  • 8 SANT’ORSOLA SASSARI 4
  • 9 NOVA LA MADDALENA 2

RADUNO PROVINCIALE PULCINI (bambini nati nel 2008-09) e PAPERINE (bambine nate nel 2007-08-09) – OROSEI: Palestra Comunale di Via Verdi, ore 9,30

con la partecipazione delle Societa’ della Provincia di Nuoro

Due importanti appuntamenti per il movimento cestistico oroseino, i piu grandi viaggiano a Sassari per lo scontro al vertice con la Dinamo 2000 con la pesantissima assenza del lungo Walid Saki causa infortunio dell’ultim’ora mentre i piccolissimi saranno impegnati a Orosei in una mattinata di gare , tiri e mini partite nel Raduno Provinciale organizzato dalla FIP provinciale a stretto contatto con la nostra Societa’ che vedra’ protagonisti, tra gli altri,  di Nuoro, Mamoiada e Macomer, Bono , Siniscola, Dorgali .

Nelle foto: la guardia Alessandro Pezza , tra i sicuri protagonisti dell’incontro di domani a Sassari e una delle formazioni Pulcini con la coach Graziella Chessa.

palloni della manifestazione sono offerti da :

CENTRAL BAR , P.ZZA DEL POPOLO 9 A OROSEI , il caffe’ degli sportivi …

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-14 Marzo 2015)

CORSO DI TEATRO

al Centro Polifunzionale del Comune di Nuoro

Il Comune di Nuoro, Assessorato ai Servizi Sociali, informa che sono aperte le iscrizioni a un nuovo Corso di Teatro 2014-15 condotto dalla regista Patrizia Viglino, presso il Centro Polifunzionale “Arcobaleno” del Comune di Nuoro, in via Brigata Sassari.

Il Corso è aperto a tutti e si terrà il giovedì e il venerdì dalle 16:00 alle 17:45, per concludersi entro giugno 2015 con saggio finale.

Informazioni e iscrizioni presso il Centro Polifunzionale.

Per Info tel 0784/399091

mail raffaela.coghe@comune.nuoro.it

emanuela.lai@comune.nuoro.it

(DA: comunicato Comune di Nuoro-20 Gennaio 2015)

Campionato Reg.le Under 13 Zona NU/SS 1^ di ritorno :

Basket 90 Sassari vs Pallacanestro Orosei

sabato 17-1-2015 h.18,30

- Palestra “Le Piscine” Loc. Latte Dolce, Sassari

Arbitro : Muzzoni Vincenzina di Sassari

Campionato Reg.le Under 14 Zona NU/SS 8^ di andata :

Nova La Maddalena vs Pallacanestro Orosei

domenica 18-1-2015 h.10,30

- Palazzetto Comunale, via Lamarmora, La Maddalena

Campionati Interprovinciali Nuoro-Ogliastra Minibasket :

Basket Borore vs Pallacanestro Orosei categorie:

Scoiattoli (2006-07) ed Esordienti (2003-04-05)

domenica 18-1-2015 h. 16,30

- Palazzetto dello Sport , via Dello Sport, Borore

IL GRANDE SPETTACOLO DEL BASKET CONTINUA

…FORZA OROSEI !!

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-17 Gennaio 2015)

 

Campionato Reg.le Under 14 Zona NU/SS

 sabato 10/01/2015 – h. 17

Palestra Comunale Via Verdi , Orosei

Arbitro: D’Amato Marco di Sassari (SS)

Dopo la sconfitta casalinga di sabato scorso con la capolista Dinamo 2000 Sassari i gialloblu cercheranno di riprendere la strada della vittoria per stare a ridosso dei sassaresi stessi.

Il pivot Jordan Boe (in compagnia dell’ex Dinamo Sassari Amedeo Tessitori) cannoniere della squadra con 108 punti realizzati in 5 partite

La guardia Matteo Loi in penetrazione offensiva.

ACCORRETE NUMEROSI

a sostenere i nostri gialloblu !!!

FORZA OROSEI !! 

(DA: comunicato e foto Pallacanestro Orosei-9 Gennaio 2015)

Campionato Reg.le Under 14 Zona Nu/SS

Pallacanestro Orosei 54 Dinamo 2000 Sassari 72

I tabellini :

Orosei : Boe 20, Loi F. 11, Alessandro Pezza 8, Robert Ionut Balsanu 4, Saki 4, Loddo Gabriele 4, Loddo Giovanni 2, Ruiu 1, Gianpaolo Pittalis , Loi M. All. Sebastiano Tondo ;

Dinamo 2000 SS : Cherchi 18, Oronti 14, Usai 10, Perantoni 8, Sanna 7, Scano F. 6, Manca 1, Scardaccio 2, Gutierrez 2, Pirisino 1, Scano A , Uzzanu 2 All. Paolo Merella

Sebastiano Tondo in una foto dell'agosto 2010 scattata nella palestra delle S.Medie (foto m.camedda)

Nelle foto sopra in primo piano Francesco Loi  che ha messo a segno un prodigioso 3 su tre sulle triple, dietro di lui Jordan Boe, ancora miglior realizzatore dell’incontro con 20 punti , protagonisti con gli altri compagni di una buona partita che non e’ bastata per battere la fortissima squadra sassarese. Nella foto centrale Sebastiano Tondo , coach della squadra e sotto Paolo Merella, coach benemerito dei sassaresi.

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-6 Gennaio 2015)

 

Lunedi 05/01/2015 – ore 11:30

Palestra Comunale-Via Verdi

PALLACANESTRO OROSEI

vs 

DINAMO 2000 SASSARI

Classifica squadre alla 6^ giornata di andata :

1 -A.S.D. DINAMO BASKET 2000

2 -ASD PALLACANESTRO OROSEI

3 -SCUOLA ADD. PALL. A.S.DIL.

4 -A.S.D. NUOVA PALL. SORSO

5 -ASD ICHNOS BASKET NUORO

6 -A.S. DIL. SANT’ORSOLA TEAM 98

7 -A.S.DIL. BASKET 90

8 -TERZOTEMPO BASKET SASSARI

9 -ASD NOVA PALLACANESTRO LA MADDALENA

LE DUE IMBATTUTE CAPOLISTE SI AFFRONTANO

A OROSEI PER IL PRIMATO NEL GIRONE ,

>>>VI ASPETTIAMO NUMEROSI<<<

PER SOSTENERE I COLORI GIALLOBLU

….FORZA OROSEI !!!

(DA:comunicato della Pallacanestro Orosei -l 4 Gennaio 2014)

Campionato Reg.le Under 13 Zona NU/SS

PALLACANESTRO OROSEI

vs

TERZOTEMPO BASKET SASSARI

domenica 04/01/2015 – h.11:00

Palestra Comunale – Via Verdi OROSEI (NU)

Vi aspettiamo numerosi per sostenere

i nostri gialloblu alla ricerca della

prima vittoria in questo campionato.

FORZA GIALLOBLU, FORZA OROSEI !!

(DA: comunicato Pallacanestro Orosei-3 Gennaio 2015)

AVRA’ INIZIO DOMANI

la messa in sicurezza del

“pino di Grazia Deledda”.

Si tratta di un progetto che l’Amministrazione comunale (Assessorati all’Ambiente e alla Cultura) sta ponendo in essere insieme con l’Università di Sassari e in collaborazione con l’Ente Foreste, l’Ispettorato Forestale, l’Associazione Ortobenessere, il Comitato di quartiere C10, il Coro Grazia Deledda e l’Associazione Segni delle Radici.

Il primo passo del progetto è la messa in sicurezza dell’albero e dell’area circostante. Lo stato di pericolo è stato certificato dall’Università di Sassari e dall’Ispettorato Forestale di Nuoro e la messa in sicurezza prevede il taglio delle diramazioni dell’albero e la raccolta e pulizia dei residui.

Gli obiettivi del progetto, oltre che la messa in sicurezza, riguardano la rigenerazione della pianta da se stessa grazie ad un programma predisposto dall’Università di Sassari, la trasformazione delle parti recise in elementi di arredo dell’area circostante e la creazione, nella medesima area, di un percorso botanico e letterario, così da trasformarla in una area fruibile da parte dei cittadini.

L’Amministrazione vuole conservare questo importante luogo della nostra memoria – ha detto l’Assessore all’Ambiente, Luca Lapia – preservando il ricordo e l’aspetto storico-culturale dell’area. Verranno poste in essere tutta una serie di iniziative, in collaborazione con le Associazioni interessate e il comitato di quartiere, fra cui la riqualificazione ambientale dell’intera area.”

E’ fondamentale l’aspetto della sicurezza, ma è importante la conservazione dell’aspetto culturale dell’area” hanno detto i professori Camarda e Franceschini dell’Università di Sassari, presenti ad un incontro svoltosi nei giorni scorsi con i rappresentanti del comitato di quartiere e delle Associazioni interessate al progetto.

Per quanto riguarda la conservazione dell’albero verranno utilizzate apposite resine ed impregnanti e si potrà successivamente procedere ad una tomografia utile per appurare le condizioni della pianta.

Si tratta di un progetto – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura, Leonardo Moro – che vede insieme ambiente e cultura per la valorizzazione di un luogo caro ai nuoresi e conservarne così la memoria storica.”

(DA: comunicato Comune di Nuoro-11 Dicembre 2014)

L’assessore all’Ambiente Luca Lapia

rende noto che:

oggi 8 e nei prossimi giorni  9-10 e 13 Ottobre nelle vie Attilio Deffenu e via Costituzione, e in Piazza Italia, verranno operati degli interventi sugli alberi, per la lotta alla cocciniglia nidularia pulvinata, insetto che può condurre alla morte dei lecci infestati.

Tale intervento nasce dalla collaborazione con la Università di Sassari, Dipartimento di Agraria e con il Corso di Scienze Forestali di Nuoro, in particolare con il prof. Pietro Luciano e si rende operativo grazie all’interessamento e all’intervento del Servizio Disinfestazione del settore Ambiente della Provincia di Nuoro e la Polizia Municipale.

L’intervento si realizzerà secondo il seguente calendario

08 Ottobre 2014 (oggi): Via Deffenu nel tratto compreso fra le vie Dante e Veneto (entrambi i lati della strada);

09 Ottobre 2014: via Deffenu nel tratto compreso fra le vie Roma e Dante (entrambi i lati della strada) e Piazza Italia;

10 Ottobre 2014: Via Costituzione dal civico 55 all’intersezione con la via Aosta (entrambi i lati della strada);

13 Ottobre 2014: Via Costituzione dal civico 55 all’intersezione con la via della Resistenza (entrambi i lati della strada);

e comporterà l’irrorazione di tronchi e chiome dei lecci, per mezzo di naspi e atomizzatori, con prodotti fortemente diluiti in acqua e classificati come non tossici per l’uomo.

(DA:  comunicato Comune di Nuoro-7 Ottobre 2014)

Astinenza da alcol blocca memoria.

Ecco lo studio dei ricercatori sardi

Lo studio è stato fatto da un’équipe di ricercatori delle Università di Sassari, Cagliari e Palermo.

L’astinenza da alcol rallenta le funzioni fondamentali del cervello, come l’apprendimento e la memoria, e questo meccanismo provoca la necessità di assumere altro alcol. Manca infatti la dopamina. E’ la scoperta fatta da un’equipe di ricercatori delle Università di Sassari, Cagliari e Palermo, ed è stata pubblicata sulla rivista scientifica Pnas.

Secondo lo studio, gli esseri viventi ricevono e rispondono agli stimoli ambientali durante tutta l’esistenza, questa monumentale quantità di informazioni è immagazzinata nel sistema nervoso centrale e assicura la plasticità comportamentale dell’organismo. Mantenere un cervello altamente flessibile, quindi non solo generare nuove memorie ma anche dimenticare, è essenziale per adattarsi all’ambiente costantemente mutevole che ci circonda.

Questo comportamento virtuoso non si riscontra nel cervello dell’alcolista in astinenza a causa della mancanza di dopamina. Tale insufficienza è alla base del processo che impedisce la formazione di meccanismi come “long term depression” e “decision making” dell’alcolista, ha spiegato Marco Diana, dell’Università di Sassari, che ha coordinato il team di ricercatori composto da Saturnino Spiga ed Enrico Sanna dell’ateneo di Cagliari e Carla Cannizzaro dell’Università di Palermo.

(DA: L’Unione Sarda.it-12 Agosto 2014)

L’amministrazione non farà pagare

l’Imu prima casa, la Tasi, l’Irpef e ridurrà la Tari

con i fondi a disposizione in cassa

«Nessun moto di piazza, nessuna rivolta nonostante la miriade di tasse imposte dal governo (Tasi, Tari, Imu) e nonostante i comuni vengano ormai delegati al compito ignobile di riscuoterle».

E’ l’amaro commento del sindaco Stefano Ruiu e degli amministratori comunali di Sedini che, vista la situazione, hanno deciso di adottare questo comportamento:

«Lo Stato e la Regione diminuiscono i trasferimenti? E noi allora diminuiamo le tasse e azzeriamo quelle nuove, perché i soldi delle tasse imposte dal governo servono di più ai nostri concittadini.

Prima delle poltrone di Roma vengono le nostre famiglie, i nostri imprenditori, i lavoratori, i disoccupati, i pensionati, i giovani».

E allora a Sedini zero Imu prima casa, zero Tasi, zero addizionale Irpef e in più 50.000 dalle casse comunali per diminuire la tassa dei rifiuti.

«Avremmo voluto fare di più – precisa Ruiu – ma la legge non ce lo consente. Intanto ci accontentiamo di essere uno dei paesi in cui si pagano meno tasse. La nostra amministrazione con un lavoro silenzioso e certosino è riuscita nonostante i tagli e il patto di stabilità ad evitare gli aumenti delle vecchie tasse e l’imposizione delle nuove, proprio in considerazione del momento di grave difficoltà economica che stiamo attraversando. Ci siamo chiesti – prosegue il sindaco – come avremmo potuto aiutare la nostra comunità e abbiamo studiato un metodo per far pagare meno tasse e per dare una risposta concreta alla triplice e “diabolica” tassazione Iuc (Imu, Tasi e Tari), salvaguardando l’economia delle nostre famiglie e dei nostri imprenditori e allo stesso tempo mantenendo inalterati tutti i servizi a disposizione della nostra comunità».

Nella seduta del consiglio comunale per l’approvazione del bilancio si è stabilito che a Sedini non si pagherà l’Imu per la prima casa (c’e’ stato un lieve aumento per l’Imu seconde case ma nel contempo si è assimilata ad abitazione principale l’abitazione ceduta in comodato d’uso gratuito a parenti, per cui si è ampliato notevolmente il numero delle seconde case che non dovranno pagare), la Tasi è stata azzerata per un gettito complessivo di 53.000 euro aumentando il tributo alle categorie D1 e D7 (parco eolico, ripetitori Rai e telefonia mobile) e non è stata introdotta l’addizionale comunale Irpef.

Per quanto riguarda la Tari l’amministrazione anche quest’anno si è fatta carico di compartecipare con un fondo di 50.000 euro del bilancio comunale al servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti.

«Solo così – ammette Ruiu – abbiamo la consapevolezza e la serenità di aver contribuito a migliorare la vita dei nostri concittadini, considerando che nella stragrande maggioranza dei comuni italiani sono costretti a pagare il salasso della Iuc».

(DA: La Nuova Sardegna-Mauro Medde-3 Agosto 2014)-foto da internet

UNA MIA NOTA:

Notizie come queste aprono il cuore alla speranza e, se pur “una rondine non fa (purtroppo) primavera” è sempre un comportamento contro tendenza in questa Italia dove questi gesti si dovrebbero moltiplicare a livello di Enti Locali.

Visto che l’amministrazione comunale di Sedini lo ha fatto e non vedo perchè questo esempio da imitare non venga raccolto in massa dalle altre amministrazioni comunali con l’obiettivo di ” diminuire le tasse e azzerare quelle nuove, perché i soldi delle tasse imposte dal governo servono di più ai nostri concittadini” come giustissimamente commenta Stefano Ruiu, sindaco del bellissimo paese di Sedini in Provincia di Sassari.

Un pauso personale a questo Sindaco e alla sua Amministrazione per questa decisione di alto valore solidale che ci restituisce intimamente e, ai suoi concittadini realmente, un pò di sollievo per il futuro.

Grazie Sig. Sindaco Ruiu e spero che questa vicenda ottenga molti proseliti presso i Suoi Colleghi.

Marco Camedda

Bel gesto di madre e figlia a Sassari,

la somma smarrita da un’agenzia alla Motorizzazione

Tremila euro in contanti trovati in una busta e restituiti ai proprietari con l’aiuto dei carabinieri. Madre e figlia si sono accontentate dei ringraziamenti di chi aveva smarrito l’importante somma di denaro e non hanno accettato neppure la ricompensa che era stata proposta (200 euro).

L’episodio si è verificato giovedì mattina, davanti agli uffici della Motorizzazione dove la donna sassarese di 52 anni e la figlia di 20 si sono recate per definire una pratica. La loro attenzione è stata attirata da una busta per terra e all’interno c’erano 30 banconote da 100 euro oltre ad alcuni numeri di riferimento per pratiche da sistemare negli uffici della Motorizzazione.

A quel punto, madre e figlia – non sapendo come rintracciare direttamente chi aveva smarrito la busta – hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri del comando provinciale.

I militari in servizio negli uffici, proprio partendo dagli elementi di riferimento disponibili nel plico con il denaro, sono riusciti a rintracciare una agenzia di Porto Torres che ormai aveva già maturato la consapevolezza di avere perso tutto.

Quando ha recuperato i 3mila euro, il titolare dell’agenzia per sdebitarsi ha proposto una ricompensa di 200 euro alle due donne che, però, hanno rifiutato.

Un bel gesto di onestà che fa onore a madre e figlia.

E di questi tempi non è proprio scontato.

(DA: La Nuova Sardegna-2 Agosto 2014)

DINAMO CAMP 2014 A OROSEI

Pallacanestro Orosei

LA TAPPA DI OROSEI DEL DINAMO CAMP SI SVOLGERA’

DAL 14 AL 20 LUGLIO c/o IL MARINA BEACH

” Giocare, imparare e divertirsi, coltivando la passione per il basket con Manuel Vanuzzo, Jack Devecchi, Brian Sacchetti, Amedeo Tessitori e Massimo Chessa, e allenandosi sotto lo sguardo di coach Meo Sacchetti e dei suoi assistenti Paolo Citrini e Massimo Maffezzoli”

UNA GRANDE OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI CESTISTI

DI OROSEI E DELLA PROVINCIA DI NUORO !!

Le iscrizioni scadono il 30 Aprile alla mail dinamocamp@dinamobasket.com o contattare il dirigente responsabile Roberta La Mattina al 3899277860.

Camp2014 Nuova edizione dei camp estivi biancoblu, un’opportunità itinerante offerta all’intera Sardegna!

Stop alle iscrizioni il 30 aprile 2014

Estate biancoblu. Un’edizione speciale e itinerante, con la Dinamo Sassari sempre più patrimonio dell’Isola che va incontro alla Sardegna e ai suoi giovani, pronta a regalarsi a loro nelle sei tappe del Dinamo Camp 2014. Un’estate indimenticabile da vivere, in campo, assieme ai grandi beniamini del pubblico biancoblu, punti di riferimento per tutti i ragazzi che vogliono giocare a basket. Giocare, imparare e divertirsi, coltivando la passione per il basket con Manuel Vanuzzo, Jack Devecchi, Brian Sacchetti, Amedeo Tessitori e Massimo Chessa, e allenandosi sotto lo sguardo di coach Meo Sacchetti e dei suoi assistenti Paolo Citrini e Massimo Maffezzoli. Una nuova edizione del Dinamo Camp è pronta a partire.

Sardegna biancoblu. La Dinamo che va incontro ai ragazzi, al suo territorio, alla sua Sardegna. Due settimana a Sassari nel mese di giugno a Monteoro, poi tappe sul Golfo dell’Asinara a Stintino, a Olbia (ospitata nella splendida e futuristica location offerta dal Geovillage, partner biancoblu, e già SOLDOUT), a Cagliari e a Orosei, in un vero e proprio “giro di Sardegna”, tour che consentirà al maggior numero di giovani possibile di partecipare ai Dinamo Camp 2014. Istruttori qualificati, location suggestive, programma e giornate organizzate al dettaglio in modo da ottimizzare e rendere complementari i tempi dedicati alla pratica sportiva, al relax e al divertimento.

Info. Per prenotare sarà necessario inviare una mail all’indirizzo dinamocamp@dinamobasket.com o contattare il dirigente responsabile Roberta La Mattina al 3899277860 con termine per la scadenza prenotazioni fissato inderogabilmente per il 30 aprile 2014.

IL PROGRAMMA:

- 9/14 giugno 2014Sassari (Monteoro) – 70 posti disponibili – costo 170 euro Day Camp tutto compreso

- 16/21 giugno 2014 Sassari (Monteoro) – 70 posti disponibili – costo 170 euro Day Camp tutto compreso

* nel caso in cui si desiderasse partecipare a entrambe le tappe di Sassari il costo complessivo, tutto compreso, sarà di 300 euro

- 23/29 giugno 2014Stintino – 70 posti disponibili – costo 450 euro all inclusive (pernottamento, vitto, assicurazione e materiale compreso)

- 30 giugno 2014/6 luglio 2014 – Olbia (Geovillage) – SOLDOUT

- 7/13 luglio 2014Cagliari – 70 posti disponibili – costo 450 euro all inclusive (pernottamento, vitto, assicurazione e materiale compreso)

- 14/20 luglio 2014Orosei – 70 posti disponibili – costo 450 euro all inclusive (pernottamento, vitto, assicurazione e materiale compreso)

* in riferimento alla tappa di Orosei è possibile scegliere la formula del day camp al costo di 270 euro

(DA: comunicato Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna-Sassari 8 aprile 2014)

 Un’iniziativa della Provincia di Nuoro

e Regione per promuovere

e valorizzare la lingua sarda

Nei 52 comuni del Nuorese

laboratori per i piccoli e corsi per gli adulti 

Preparare una merenda con alimenti tipici di produzione locale e poi fare la raccolta differenziata. Gesti semplici e preziosi che, se fatti parlando in sardo possono avvicinare i bambini al bilinguismo, mettendo insieme valori identitari, promozione del territorio ed educazione ambientale.

È questa la brillante iniziativa promossa dalla Provincia di Nuoro e dalla Regione Autonoma della Sardegna per valorizzare la lingua sarda in ognuno dei 52 comuni della zona, coinvolgendo le istituzioni scolastiche e municipali.

Il progetto sarà realizzato dagli operatori dell’Istituto Camillo Bellieni di Sassari e dai loro colleghi del Nuorese che, oltre ai laboratori di due ore per i bambini di cinque anni e i loro genitori, realizzeranno corsi specifici per gli adulti.

Il primo appuntamento si è svolto la scorsa settimana nella scuola materna di Bortigali dove l’animatrice Maria Antonietta Fois, assistita dall’educatrice Gianfranca Fara e suor Gracy Vavachen-Manayth, ha illustrato ai piccoli tutti gli elementi che compongono una genuina merenda con prodotti locali. Se assemblati nel piatto in modo diverso, questi alimenti permettono di realizzare figure come “sa barca, su paràcua, su vasu de frores” ecc. Un modo simpatico e appetitoso per dare sfogo alla fantasia dei bimbi che, di volta in volta, apprendono i termini associati a “sas figuras”.

Anche la differenziazione dei rifiuti può diventare un gioco: “sos mascros nche frundint s’ùmidu, sas fèminas sa plastica, sas maistras s’indiferentziadu”. Ai genitori degli scolari sono spiegati i vantaggi del bilinguismo nello sviluppo cognitivo infantile e l’importanza di utilizzare il sardo in famiglia.

I corsi intensivi per gli adulti avranno invece durata di 4 ore. Partendo da un breve excursus sulla storia del sardo e sulle leggi di tutela delle minoranze linguistiche, si approfondiranno le regole principali della Limba sarda comuna e il rapporto tra lingua parlata e scritta.

Un appuntamento da non perdere. A tutti i partecipanti saranno regalati poster, magliette, matite e shopper con su scritto: «Su sardu est in totue».

Per informazioni è possibile rivolgersi

alla segreteria organizzativa dell’Istituto Bellieni al numero 079/230268.

(DA: comunicato e foto Istituto Bellieni-Sassari-13 feb 2014)

Oggi, Domenica 16/02/2014 – 13:30

Campionato Regionale Under 13 Zona Nu/Ss

DINAMO BANCO SARDEGNA SASSARI

vs

ASD PALLACANESTRO OROSEI

al PALASERRADIMIGNI – Piazzale Segni SASSARI (SS)

a seguire

la FESTA PER LA CONQUISTA

DELLA COPPA ITALIA DELLA DINAMO

(DIRETTA SU VIDEOLINA DALE 16,45)

Corsi di formazione in agricoltura

Selezione per l’ammissione ai corsi

del progettoIsidoro-Cultivar

Sono aperte le iscrizioni ai corsi del progetto “Isidoro–Cultivar”, organizzato dal Centro Servizi Promozionali per le Imprese della CCAAA di Cagliari in rete con l’Università degli studi di Cagliari e l’Università degli studi di Sassari

Il progetto, finanziato dall’Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, prevede la realizzazione di percorsi formativi finalizzati all’adeguamento/certificazione delle competenze di 870 addetti del settore agricolo e forestale, coerentemente coi fabbisogni formativi indicati dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura e Riforma Agro Pastorale.

I corsi, che si svolgono in più edizioni sull’intero territorio regionale, interessano i seguenti ambiti di competenza:

  • - Acquisizione di nuove competenze dell’imprenditore agricolo professionale (i.a.p.)
  • - Acquisizione di competenza per addetti del comparto apistico della Sardegna
  • - Acquisizione di nuove competenza per addetto forestale nella decortica delle piante di sughera
  • - Acquisizione di nuove competenze in agricoltura e multifunzionalita dell’azienda agricola
  • - Adeguamento di operatori di fattoria di didattica
  • - Acquisizione di nuove competenze per operatori di fattoria didattica

Info: http://www.isidoroformazione.it/

Laore Sardegna SUT Baronia

Via Nazionale, 60 – 08028  Orosei (NU)

Tel. 0784/98715 – 997057

(DA: comunicato Laore Sardegna SUT Baronia- 14 feb 2014)

Nuoro, martedì 18 febbraio-ore 18,00

presentazione nella Biblioteca Satta

“NEL SEGNO DELL’ACQUA”

Santuari e bronzi votivi della Sardegna Nuragica

 

un nuovo, suggestivo volume dedicato ai tesori archeologici della nostra Isola scritto dal’archeologa Maria Ausilia Fadda, direttrice della soprintendenza dei Beni Archeologici della Provincia di Nuoro, ed edito da Carlo Delfino.

(DA: comunicato Direzione Generale Banco di Sassari-14 feb 2014)

Domani, Domenica 12  gennaio 2014,

si conclude la mostra di Gavino Tilocca.

Ceramiche. Il progetto, a cura di Giuliana Altea, realizzato da EIKON snc (Nuoro), espone per la prima volta oltre 110 pezzi della produzione ceramica dell’artista.

Nucleo centrale della mostra sono le piccole plastiche cui Tilocca deve soprattutto la sua fama, ispirate al passato nuragico o al mondo popolare della Sardegna e incentrate sul motivo dell’accostamento tra figura umana e animale.

Accanto a queste opere la mostra presenta gli altri generi e filoni tematici che hanno impegnato l’artista, come gli oggetti per l’arredamento, (che privilegiano motivi associati alla tradizione sarda come le stilizzate figure femminili in costume regionale, o animali carichi di valenze simboliche come il cinghiale), la decorazione architettonica, che rappresentava un aspetto importante nella carriera di ogni ceramista, e che viene documentata in mostra attraverso bozzetti, piccoli pannelli e ingrandimenti fotografici, infine, i ritratti, che costituiscono un momento di continuità con la scultura.

Gavino Tilocca (Sassari,1911-1999).

Formatosi a Carrara con Arturo Dazzi, esordisce come scultore verso la metà degli anni Trenta, segnalandosi nelle mostre sindacali sarde. Sul finire del decennio debutta nella decorazione pubblica, con la statua della Santa Barbara per la Parrocchiale di Carbonia (1938) e i rilievi dei Dieci comandamenti (1939) eseguiti in collaborazione con Eugenio Tavolara per il Tribunale di Sassari. Durante il servizio militare prosegue l’attività espositiva, con la partecipazione alla XXII Biennale di Venezia (1940) e alla Mostra artisti italiani in Armi a Roma (1942).

GAVINO TILOCCA

La crisi del monumentalismo fascista lo spinge ad abbandonare il classicismo appreso da Dazzi per una maniera più espressiva e sensibile, percorsa da una tenue inquietudine sentimentale, rispecchiata dai molti ritratti di fanciulle e di adolescenti.

L’approdo alla ceramica arriva nel 1955, in un momento che vede in Italia un rilancio di questa tecnica nell’ambito decorativo e in Sardegna un forte risveglio delle attività artigiane, che sarà coronato nel 1956 dalla costruzione del Padiglione dell’Artigianato di Sassari e nel 1957 dalla fondazione dell’ISOLA (Istituto Sardo Organizzazione Lavoro Artigiano). Il nuovo terreno di ricerca suggerisce a Tilocca inedite esperienze formali che lo condurranno a rinnovare anche la produzione scultorea. In veste di ceramista ottiene immediato successo di pubblico e un’ottima accoglienza da parte della critica.

Protagonista nelle Biennali dell’artigianato sardo indette dall’ISOLA a partire dal 1957, partecipa ripetutamente ai concorsi nazionali di ceramica di Faenza, in cui è premiato nel 1959, 1960, 1961 e 1962; altri riconoscimenti ottiene nelle Mostre Nazionali dell’Arredamento di Monza (1958, 1959), nelle mostre dell’artigianato di Firenze (1956, 1959, 1960) e nelle rassegne ceramiche di Gubbio (1962), Cervia (1963, 1964) e Laveno Mombello (1965).

La produzione di oggettistica prosegue fino all’inizio degli anni Settanta, quella di pezzi unici qualche anno in più. Negli anni Novanta l’artista rivisita il proprio percorso nella ceramica dipingendo a freddo terrecotte eseguite in precedenza e realizzando una serie di figure femminili nere, spoglie ed essenziali, alcune delle quali oggi sono nella collezione del MAN.

Informazioni e prenotazioni

MAN_Museo D’arte Provincia Di Nuoro

Via Sebastiano Satta 27 – 08100 Nuoro – tel +39 0784 25 21 10

Orari: 10:00 – 13:00/15:00 – 19:00 (Lunedì chiuso)

www.museoman.itnuoro.museoman@gmail.com

Biglietteria

Intero 3,00 € – Ridotto 2,00 € (dai 18 ai 25 anni)

Gratuito: under 18 e over 65 -Gratuito: ultime domeniche del mese

(DA: comunicato Museo MAN-Nuoro-9 gen 2014)

Manuelle Mureddu, illustratore nuorese

di talento presenta “OI MAMA”:

«Un tratto scarno per rendere l’inquietudine»

SASSARI: Raccontare la Sardegna per immagini. Storie piccole ma universali che fanno parte di una Storia più grande, di un’identità che non si può imprigionare in una definizione univoca, perché la ricerca è sempre viva e continua. Con la voglia di raccontarsi e raccontare la propria terra come nessuno lo hai mai fatto prima, a livello grafico e narrativo.

È la costante dei lavori di Manuelle Mureddu, illustratore e fumettista nuorese, il primo a pubblicare con continuità storie scritte e disegnate in sardo. Classe 1980, ha illustrato decine di pubblicazioni per le più importanti case editrici e la carta Vir di Liberos, la comunità dei lettori sardi. “Arbarèe, Contos de sa Terra de s’Arbore” (Domus de Janas), una raccolta di storie brevi uscita nel 2008, è il primo libro interamente curato da lui, nei disegni e nei testi.

Qualche mese fa invece è arrivato in libreria il suo secondo lavoro, “Oi Mama” (Edizioni Condaghes, 10 euro) che l’autore ha presentato mercoledì pomeriggio a Sassari alla libreria Koinè, in un incontro organizzato in collaborazione con la libreria Azuni all’interno del ciclo di “Scrittori a piede Liberos”.

Manuelle Mureddu, intervistato da Emiliano Longobardi della Libreria Azuni, ha raccontato il suo percorso artistico, fino alla scelta del fumetto come linguaggio espressivo d’elezione. «Non ho la minima idea di come sia arrivato a fare fumetti. Ho sempre disegnato e sempre scritto, ma in fondo questa è una cosa che fanno tutti – ha spiegato Mureddu – ho sempre provato a raccontarmi, ma attraverso storie che non raccontassero direttamente di me, storie che nonostante parlassero di cose lontane dalla mia vita riuscissero a raccontare invece cose vicine alla mia vita.

Negli anni Novanta sono stato colpito dall’ondata dei Manga in Italia, e ho iniziato a disegnare, a mettere da parte gli albi che mi colpivano per i disegni». Gli albi di Topolino disegnati da Gottfredson, i lavori di Andrea Pazienza – scoperto a diciassette anni – e quelli di un autore che considera imprescindibile: Magnus, creatore grafico di Alan Ford e di altre icone del fumetto italiano. Dopo il diploma all’Istituto d’arte di Nuoro, dal 2003 al 2005 Mureddu frequenta la Scuola internazionale di Comics di Roma, una delle più importanti in Italia.

Tema ricorrente delle sue storie, la Sardegna. Soprattutto quella di età medievale, vista la sua grandissima passione per il Medioevo sardo.

«Un periodo storico che secondo me rifulge nella storia d’Europa – ha detto l’autore – la ricerca dell’identità personale è una cosa molto complessa perché tutti siamo risultato di decine d’identità. Io ho cercato risposte a delle domande a cui mi sono trovato davanti. Per esempio a scuola mi piaceva tantissimo la Storia dell’Arte, mi appassionava studiare gli artisti italiani finché a un certo punto mi sono venuti in mente i sardi. Mi sono chiesto perché non se ne parlasse e allora li ho cercati e studiati per conto mio. Il problema vero non è raccontare o no una leggenda sarda. Il problema è raccontare la Sardegna. Che è una cosa molto diversa. Da Roma allora ho fatto le valigie e sono tornato a Nuoro per provare a fare quello che io volevo.

Così sono nate le storie del primo libro. Esistevano anche prima storie a fumetti che raccontavano storie sarde. Ma non come le ho raccontate e disegnate io». Dopo “Arbarèe” arriva il secondo libro, “Oi Mama”: cinque racconti, tre storie brevi e due più ampie di ambientazione storica. Storie tragiche, diverse da quelle eroiche del primo libro. Disegnate, ha spiegato Emiliano Longobardi, utilizzando «un registro stilistico non realistico ma grottesco, in qualche modo onirico che pesca dalla tradizione orientale». Un approccio che cerca di restituire l’emozione, arrivando al cuore e allo stomaco di chi legge. «Ho molta difficoltà a individuare i miei modelli di riferimento grafici – ha detto l’autore – una cosa che cerco sempre di fare quando scelgo delle storie e le racconto, è provare a fare in modo che testo e immagini siano la stessa cosa, che portino verso un’emozione.

In questo libro ho cercato di scarnificare il mio segno, utilizzando un tratteggio fitto è spezzato nelle storie brevi, usando pennelli fini, scarichi. Ho provato a rendere il senso di inquietudine tramite l’utilizzo della materia, usando delle carte ruvide, con la penna che crea una superficie più nervosa. Ho provato a usare questi strumenti in maniera espressiva, per renderli utili alla narrazione.

Queste scelte dipendono dall’oggetto narrativo. La grandezza delle storie piccole è che a differenza delle storie grandi, quelle con la Esse maiuscola, sono tutte universali».

(DA: La Nuova-Anna Sanna-15 nov 2013)

SCIENZA-GENETICA: SCOPERTA SARDA

Lo studio su tremila isolani pubblicato su Cell e su Science è stato coordinato da Francesco Cucca dell’università di Sassari

E’ sarda l’équipe di scienziati del Consiglio Nazionale delle Ricerche che ha scoperto l’ereditarietà del sistema immunitario.

Di che cosa si tratta?

Il sistema immunitario spiegano gli scienziati, è un complesso network di cellule, tessuti e organi che lavorano insieme per combattere gli agenti patogeni. Il numero delle cellule immuni è particolarmente importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario e per il nostro stato di salute, ma non è chiaro se esso dipenda semplicemente dalla reazione rispetto alle infezioni o se sia anche soggetto a fattori genetici. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista “Cell” con oltre 30 autori italiani a poche settimane di distanza da un’altra pubblicazione dello stesso gruppo su Science.

Il gruppo di ricerca guidato da Francesco Cucca, direttore dell’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche (Irgb-Cnr) e professore di Genetica medica dell’Università di Sassari, ha evidenziato come la genetica giochi un ruolo fondamentale nella regolazione dei livelli circolanti di cellule del sistema immunitario. «Obiettivo dello studio è capire se e in che misura le cellule circolanti del sistema immune siano ereditate per linea famigliare e quali geni siano eventualmente implicati», afferma Serena Sanna, ricercatrice dell’Irgb-Cnr che ha coordinato le analisi statistiche.

«I risultati del lavoro hanno dimostrato che i livelli delle cellule hanno una forte base ereditaria e, ad avvalorare questa tesi, sono stati identificati numerosi siti del genoma umano coinvolti in tale regolazione genetica». Il team di ricercatori ha analizzato il ruolo dei geni nella regolazione dei livelli di circa 100 differenti tipi cellulari attraverso uno studio di associazione condotto in un totale di 2.870 individui provenienti da quattro paesi della Sardegna e appartenenti al progetto ProgeNIA/SardiNIA, che studia le basi genetiche di oltre 800 parametri di rilevanza biomedica. In questo studio inoltre il profilo genetico individuale è stato esaminato a un livello di risoluzione senza precedenti, grazie al sequenziamento dell’intero genoma di molti individui inclusi nello studio.

«Sono state identificate 23 varianti genetiche indipendenti associate a particolari cellule immunitarie, in maggior parte nuove, sebbene alcune fossero già state proposte in altri studi ma senza una solida significatività statistica», aggiunge Maristella Steri, statistico presso l’Irgb-Cnr. I ricercatori hanno poi confrontato i risultati ottenuti con i dati presenti in database pubblici scoprendo che in alcuni casi questi geni erano già associati a celiachia e malattie autoimmuni come colite ulcerosa, diabete di tipo I, sclerosi multipla, artrite reumatoide. Studi precedenti dell’Irgb-Cnr, nell’ambito del progetto ProgeNIA/SardiNIA, hanno identificato geni associati ad altezza, glicemia, colesterolo, lipidi ematici e parametri ematologici come l’emoglobina fetale.

«I sardi – dice Cucca – rappresentano una popolazione ideale per gli studi di genetica, con risultati che spesso hanno una valenza più generale per il resto dell’umanità: in questo caso, capire come la genetica regoli il sistema immunitario e l’autoimmunità ci avvicina allo sviluppo di terapie nuove e più efficaci per il trattamento di patologie autoimmuni».

**DA: La Nuova p.p.-27 set 2013**

-foto da internet-