Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: satta

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-21 Novembre 2017)

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-23 Ottobre 2017)

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-15 Giugno 2017)

Antonio Rojch intervista Massimo Pittau.

(locandina scaricata da Facebook)

(DA: comunicato della Biblioteca Satta Nuoro-6 Giugno 2017)

(DA: comunicato Biblioteca Satta-29 Maggio 2017)

Venerdì 28 Aprile 2017-ore 18,30

Sala Consiliare-Irgoli

(Libro liberamente tratto dal “Giorno del Giudizio” di Salvatore Satta)

Venerdì 28 aprile alle ore 19.00 presso la sala consiliare, in occasione della giornata dedicata alla festa della Sardegna, prenderà il via il percorso “Storie dentro le storie. Rileggere i classici della letteratura sarda in chiave moderna”.

Tre incontri voluti dall’Amministrazione Comunale – Area Socio – Culturale e organizzati in collaborazione con S’Ufitziu limba sarda e la Biblioteca Associata di Irgoli, Loculi, Onifai, Galtellì. Un’occasione per riscoprire tre pilastri della letteratura della nostra Isola: Il giorno del giudizio di Salvatore Satta, presentato attraverso la rivisitazione di Manuelle Mureddu che ha reso omaggio all’opera con la graphic novel “La danza dei corvi”, Sos Sinnos di Michelangelo Pira, la cui rilettura sarà affidata a Bachisio Bandinu, Miele amaro di Salvatore Cambosu di cui ci parlerà Paolo Pillonca.

L’intento dell’Amministrazione Comunale è quello di analizzare il genio e la profezia di questi grandi autori, mettendoli sotto la lente di ingrandimento della modernità, attraverso gli ospiti che si confronteranno di volta in volta sull’attualità di questi testi e sulla capacità di interrogare la posizione umana di ciascuno. Tanti i temi da trattare perché la letteratura offre spunto e al contempo interroga, mette in discussione, appura.

Ogni appuntamento offrirà inoltre l’occasione per un omaggio letterario da fare ai presenti.

All’inizio dell’incontro saranno distribuiti dei biglietti numerati e a fine serata ci sarà l’estrazione, al fortunato possessore del numero vincente andrà un pacco dono di libri selezionati tra pubblicazioni locali e opere di autori sardi.

(DA: comunicato della Biblioteca Comunale di Irgoli-24 Aprile 2017)

(DA: comunicato Biblioteca Satta -28 Aprile 2017)

(DA: comunicato del giornalista e regista Antonio Rojch)

(DA: comunicato Biblioteca Satta-Nuoro)

( Comunicato tratto da Facebook)

Incontro sul futuro della

Biblioteca e dell’Università

Si terrà a Nuoro il 21 c.m. alle 16.00, presso gli uffici del Comune, l’incontro fra l’Amministrazione Regionale, l’Amministratore Straordinario della Provincia e il Sindaco di Nuoro Andrea Soddu.

L’invito, partito dal Sindaco di Nuoro il 13 luglio e confermato in una comunicazione del 14 c.m. dovrà stabilire le modalità del passaggio della gestione della Biblioteca Satta dal Consorzio per la Pubblica Lettura, alla Regione Sarda così come previsto dalla legge regionale n° 2 del 2016.

Sarà occasione gradita, anche perché potrà permettere una visita conoscitiva e propedeutica al fine di una possibile valutazione della situazione reale della struttura in questione.

In particolare, per quanto riguarda il Consorzio per la Pubblica Lettura, non sfugge l’esigenza di individuare una soluzione che garantisca il mantenimento degli standard qualitativi dei servizi, ma anche le necessarie tutele nei confronti dei lavoratori, su questo rassicura quanto affermato dall’assessore Firino alla stampa, in cui si forniscono le massime garanzie sulla disponibilità delle risorse regionali

Verrà approfondito inoltre, dopo il mancato riconoscimento da parte della Giunta Regionale della Fondazione per gli studi universitari e la ricerca scientifica della Sardegna centrale, quale potrà essere la figura giuridica più confacente per l’Università Nuorese ove sia possibile un coinvolgimento pieno degli Enti locali del territorio, della Camera di Commercio e quindi delle imprese.

Il lavoro sarà complesso, impegnativo ma verrà condotto da parte dell’Amministrazione Comunale Nuorese con spirito di collaborazione, consapevole che solo agendo con tale spirito, si potranno dare i migliori risultati possibili, impegnandosi con lealtà a superare le criticità emerse al momento in cui si è passati alla fase applicativa della legge regionale n°2 del 2016 riguardante la riforma degli enti locali.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-20 Luglio 2016)

Presentazione “Le carte Liberate”

In Sardegna le colonie penali nascono alla fine dell’Ottocento con l’obiettivo di bonificare e rendere produttivi terreni marginali, isolati, generalmente paludosi e infestati dalla malaria.

Ad oggi sono  otto le esperienze che possono essere analizzate e raccontate: i due pionieristici esperimenti di San  Bartolomeo e Cuguttu, poderi di modesta estensione annessi rispettivamente al bagno penale di  Cagliari e di Alghero; le tre colonie dismesse di Castiadas, Tramariglio e Asinara e quelle ancora attive di Isili, Mamone e Is Arenas.

Nonostante l’importanza nel territorio e la superficie occupata, poco  si conosce sulla loro organizzazione, sulla complessità della gestione, sul lavoro di redenzione, sui  delicati rapporti umani tra i detenuti e gli agenti di polizia penitenziaria, sul ruolo del direttore, del cappellano e dell’agronomo.

Il presente volume cerca di colmare questa carenza di informazioni e  rompere quell’isolamento non solo fisico tra il mondo del carcere e la società civile. L’intento è quello di  offrire una descrizione divulgativa attraverso la narrazione storica e fotografica delle diverse colonie  penali della Sardegna, tramite la proposizione di centinaia di documenti, evidenziati per temi e per  specificità all’interno di ciascuna area geografica di pertinenza.

Si tratta di uno straordinario  caleidoscopio di luoghi, vite umane, intime considerazioni e curiosi aneddoti, affiorato dalle migliaia di  fascicoli custoditi negli archivi, che ha suscitato anche l’interesse creativo di un artista del calibro di Piero  Marras, dando vita a una mirabile sintesi poetico-musicale riassunta in un’originale performance intitolata  “Storie liberate”.

(DA: comunicato Biblioteca Satta-14 Giugno 2016)

Titolo:“Credenze religiose degli antichi sardi”

Libro: “Credenze religiose degli antichi sardi”

Il giornalista Antonio Rojch intervista Massimo Pittau.

Si comunica che a Nuoro, lunedì 6 giugno 2016, alle ore 18,30, nell’Auditorium della Biblioteca “S. Satta”, si terrà la presentazione del libro del prof. Massimo Pittau “Credenze religiose degli antichi sardi”.

Programma:

Saluti del Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, del Commissario del Consorzio Satta Vannina Mulas, dell’Editore Salvatore Fozzi; il giornalista Antonio Rojch intervista Massimo Pittau; coordina Tonino Cugusi Direttore della Biblioteca “S. Satta”.

MASSIMO PITTAU

Massimo Pittau, Professore ordinario nella Facoltà di Lettere e già Preside di quella di Magistero dell’Università di Sassari, è nato a Nùoro nel 1921, dove ha seguito tutti gli studi elementari e medi.

Iscrittosi all’Università di Torino, sotto la guida di Matteo Bartoli si è laureato in Lettere con una tesi su «Il Dialetto di Nùoro»; si è dopo iscritto all’Università di Cagliari, dove si è laureato in Filosofia con una tesi su «Il valore educativo delle lingue classiche».

Nell’anno accademico 1948/49, nella Facoltà di Lettere di Firenze, ha seguito come perfezionamento corsi di Carlo Battisti, Giacomo Devoto, Emidio De Felice, Bruno Migliorini e Giorgio Pasquali.

Nel 1959 ha conseguito la libera docenza e nel 1971 la cattedra in Linguistica Sarda nell’Università di Sassari. Contemporaneamente ha tenuto a lungo l’incarico di Glottologia oppure quello di Linguistica Generale.

Ha conosciuto personalmente il linguista Max Leopold Wagner, Maestro della Linguistica Sarda, col quale è stato in rapporto epistolare nell’intero decennio precedente alla morte di lui.

È autore di una cinquantina libri e di più di 400 studi relativi a questioni di linguistica, filologia, filosofia del linguaggio.

Per le sue pubblicazioni ha ottenuto nel 1972 un “Premio della Cultura” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e nel 1995 il premio del Gruppo Internazionale di Pisa per la sezione “Letterati del nostro tempo” per la sua opera Poesia e letteratura – Breviario di poetica (Brescia 1993). Ha inoltre ottenuto due segnalazioni in altrettanti premi nazionali per opere di filosofia del linguaggio e altre due nel “Premio Grazia Deledda” per la saggistica. Nell’ambito del “Premio Ozieri” per la letteratura in lingua sarda gli è stato assegnato il premio per la Cultura per l’anno 1995. Inoltre gli è stato assegnato il «Premio Sardegna 1997» di Sassari per la sezione «Linguistica» e un diploma di benemerenza nel “1° Festival della letteratura sarda“, Bono, agosto del 2004. Infine gli è stato assegnato il “Premio Città di Sassari – Lingue Minoritarie, Culture delle Minoranze” per il 2009.

È da 40 anni socio effettivo della «Società Italiana di Glottologia» e da 30 anni del «Sodalizio Glottologico Milanese»

(DA: comunicato Biblioteca Satta-4 Giugno 2016)

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-3 Giugno 2016)

CONVEGNO DEL GRUPPO “MAMAS”

sabato 28 maggio 2016 dalle ore 10 alle ore 13

con il patrocinio del Comune di Nuoro

presso la sede della Biblioteca Satta

Il gruppo Mamas nasce nel 2014 all’interno del Centro famiglia Consultorio Diocesano che da circa 40 anni opera nel territorio con professionisti volontari che vanno in aiuto alla famiglia e al singolo individuo.

Mamas è un gruppo di mutuo aiuto da mamma a mamma, un gruppo di mamme che credendo fermamente che l’allattamento al seno sia la forma migliore e naturale per nutrire e crescere i propri piccoli, sono riuscite a superare timori, paure, insicurezze e dubbi maturando nella loro esperienza genitoriale, tanto da poter essere un valido supporto a tutte le mamme che attraversano prima o dopo il parto quell’iter di paure che le porta a non sapere quale sia la cosa più giusta per se stesse e per il proprio bambino.

Mamas non vuole sostituirsi agli esperti operatori del settore, ma vuole mettersi al servizio di chi desidera conoscere l’arte dell’allattare. In questa prospettiva, Mamas consapevole che per una eccessiva medicalizzazione del parto e di una cattiva cultura della nascita diffusasi negli ultimi 40 anni l’allattamento al seno non sia più naturale e fisiologico, ritiene che sia un arte che vada appresa e coltivata.

Nelle società industrializzate come la nostra è molto comune la convinzione che “una buona nascita” sia quella in ospedale e continuamente monitorata da macchine tecnologiche sempre più evolute e da operatori con varie specializzazioni. Anche noi mamme eravamo convinte di questo fino a quando non abbiamo scoperto che le difficoltà sperimentate nell’allattamento avevano origine non da una nostra incapacità o patologia, ma dai nostri comportamenti conformisti alle regole sociali apprese per impregnazione che risultavano molto distanti dalla fisiologia, ossia dai bisogni di genitori e figli.

Questo creava un conflitto difficilmente esprimibile razionalmente. Man mano abbiamo scoperto che il nostro corpo e quello di nostro figlio è sapiente e competente.

È stato necessario fare un lavoro di “decontaminazione” dalle “credenze” e dalla “ritualità” socialmente approvate e prendersi del tempo e dello spazio per una riflessione critica prima di capire i nostri reali bisogni, quelli dei nostri figli e del loro padre, questo ha comportato un cambiamento nel nostro agire, nell’interpretazione delle dinamiche genitori-figli, coniugali e familiari.

Informare e sensibilizzare su nuove e differenti opportunità riguardo la nascita, è infatti uno tra gli obiettivi che il gruppo Mamas si prefigge di raggiungere col proprio contributo che indaga ad ampio spettro e li supporta, promuovendo soluzioni ed indicazioni personalizzate, i vari aspetti legati all’attesa e alla nascita e le successive sfide ad esse strettamente connesse.

La nascita è un’esperienza individuale sia per i genitori che per il nascituro e su questa base riteniamo importante che ciascuna famiglia abbia il diritto di trovare la condizione più appropriata e consapevole per essa, in condizioni di sicurezza, serenità e totale coinvolgimento.

Per perseguire ciò riteniamo occorrano conoscenze, collaborazione, comprensione dei propri bisogni e per far ciò è necessario attivare una rete sociale di divulgazione che coinvolga e motivi la comunità a riflettere sulle tematiche sopra elencate.

All’interno di questo nuovo paradigma il gruppo MAMAS ha voluto realizzare un Incontro Pubblico con l’ostetrica Ruth Ehrhardt e la consulente de La Leche Legue Hilda Garst per sabato 28 maggio 2016 dalle ore 10 alle ore 13 presso la sede della Biblioteca Satta, con il patrocinio del Comune di Nuoro e la collaborazione della Biblioteca S. Satta e l’associazione Viche Viche.

Chi sono Ruth Ehrhardt e Hilda Garst:

Ruth è una madre di 4 figli, ostetrica, doula e paramanadoula e facilitatrice – formatrice di corsi di rianimazione neonatale.

Vive e lavora a Città del Capo in Sud Africa. Accompagna donne con parto a domicilio, in case maternità e in strutture ospedaliere.

Dal 2010 gestisce con Lana Petersen, un sito internet dove raccoglie informazioni e consigli per donne che desiderano partorire a casa.

Ruth è parte del team che organizza “The Cape Town Midwifery and Birth Conference”, “La conferenza di Città del Capo di Ostetricia e Nascita” che si propone di creare collaborazione e condivisione tra i professionisti della nascita al fine di poter promuovere esiti di gravidanze e nascite positivi e sicuri. Ruth è l’autrice del libro “I bisogni di base di una donna in travaglio”, un libro basato sul lavoro del Dr Michel Odent, che riassume in concetti semplici e chiari i bisogni di base universali delle madri della specie homo sapiens durante gravidanza-parto-avvio allattamento e che esplora il ruolo cruciale dell’ormone ossitocina e le interferenze ambientali che ne inibiscono l’efficace rilascio.

Hilda Garst è madre di 3 figli, co-madre, facilitatrice di incontri “da mamma a mamma a comunità” per la nascita-allattamento-salute primale attivista per la comprensione e protezione dei bisogni di base del continuum madre/bambino durante l’allattamento e l’intero periodo primale.

(DA: comunicato del Gruppo Mamas-26 Maggio 2016)

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-16 Maggio 2016)

“Cuore di rondine”, del Comandante Alfa

mercoledì 4 maggio, ore 18.30

Auditorium della Biblioteca Satta

Questa è la storia di “Cuore di rondine”,

firmata da Comandante Alfa, un nome dietro cui si nasconde un uomo del corpo speciale del GIS, il Gruppo Intervento Speciale, conosciuto anche come “teste di cuoio”.

L’autore svela i retroscena delle vite di questi uomini coraggiosi che non possono rivelare il loro ruolo nemmeno ai familiari più stretti, perché potrebbe essere pericoloso…

Uomini pronti a tutto, eroi dei nostri tempi, raccontati attraverso le ansie e le preoccupazioni delle missioni di cui sono protagonisti.

 

Il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta

segnala le attività culturali per questa settimana.

Venerdì 22 aprile 2016 alle ore 18,30

presso l’auditorium della Biblioteca S. Satta

Comunione e Liberazione di Nuoro, Ufficio missionario Diocesano

e Caritas Diocesana promuovono

“PERSEGUITATI MA NON ABBANDONATI”

Incontro con GEORGES ABOU-KHAZEN

Vicario apostolico di Aleppo, in Siria

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-18 Aprile 2016)

Il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta segnala le attività culturali per questa settimana.

Giovedì 21 aprile 2016 alle ore 18,30

presso l’auditorium della Biblioteca S. Satta

verrà presentato il libro

“L’Isola delle torri-Giovanni Lilliu e la Sardegna Nuragica”

Catalogo della mostra tenutasi a Cagliari, Roma e Milano.

Saluti: Antonio Sanciu, Soprintendenza archeologica Sardegna

Agostino Cicalò, Presidente Camera di Commercio di Nuoro

Relatrice: Maria Ausilia Fadda

Interventi di: Gianfranca Salis e Luisanna Usai

Sarà presente l’Editore

Coordina: Vannina Mulas

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-18 Aprile 2016)

Il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta

in collaborazione con RP Sardegna Onlus, Fondazione con il Sud, AISM Nuoro, Associazione Parkinsoniani di Nuoro,

presentano il libro di Francesco Bachis e Antonio Maria Pusceddu

COSE DA PRENDERE SUL SERIO,

le antropologie di Giulio Angioni,

edizioni il Maestrale.

Saluti di: Vannina Mulas

Introduce e coordina: Giorgio Serra

Francesco Bachis dialoga con Giulio Angioni

A conclusione : i diversi modi di leggere. Il progetto Penta libro e il libro accessibile.

Venerdì 15 aprile 2016, ore 17,30

Auditorium Biblioteca Seb. Satta Nuoro

(DA: comunicato Biblioteca Satta-12 Aprile 2016)

(DA: comunicato dell’Autore)

Definite distinte sedi e spazi per

cerimonie di Matrimoni Civili

L’amministrazione comunale della città di Nuoro ha definito, con apposita delibera di Giunta del 23 febbraio, le sedi e gli spazi di proprietà pubblica da destinarsi a distinto Ufficio di Stato Civile.

Con il presente provvedimento la giunta presieduta dal sindaco Andrea Soddu indica i siti pubblici al di fuori del Palazzo Civico dove è possibile svolgere la cerimonia del matrimonio civile.

Si ritiene che il matrimonio celebrato in luoghi particolarmente significativi della città possa essere un modo per promuovere e valorizzare il nostro patrimonio storico, artistico, architettonico e paesaggistico.

Un’iniziativa che potrebbe dare una mano a rilanciare l’economia della città soprattutto per ciò che concerne le strutture ricettive e della ristorazione.

L’amministrazione ha individuato i seguenti siti: Monte Ortobene (Parco e Belvedere ai piedi della statua del Redentore), Piazza Sebastiano Satta, Parco di Tanca Manna e il Belvedere di Viale Francesco Ciusa.

A questi si aggiungono la sede dell’ISRE sotto il colle di S.Onofrio e la casa natale di Grazia Deledda che, non facendo parte del patrimonio comunale, necessitano di opportune e formali intese con gli Enti che ne detengono la proprietà e la disponibilità.

Così il sindaco Andrea Soddu: “Con questa iniziativa daremo ai tanti nuoresi e ai tanti visitatori innamorati della nostra città la possibilità di vivere uno dei giorni più importanti della loro vita in uno scenario fantastico. Per la  città un’opportunità di crescita in più grazie all’importante operazione d’immagine strettamente legata ai nostri luoghi più suggestivi e alla possibilità di indotto economico per le attività che operano nel settore ricettivo”

(DA: comunicato Comune di Nuoro-3 Marzo 2016)

Evento “Il Giorno del Giudizio”

sabato 13 febbraio alle ore 10:30

L’evento si terrà presso l’auditorium dell’ITC Salvatore Satta in via Biscollai ed è a cura dell’Associazione Culturale “I segni delle radici”ed è organizzato in collaborazione con il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta e il Comune di Nuoro.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-10 Febbraio 2016)

ONORFICENZA SPECIALE

A TONI SERVILLO

Dopo il grande successo del reading radiofonico su “Il Giorno del Giudizio” interpretato dall’attore Toni Servillo, il comune di Nuoro, per iniziativa dell’assessore alla cultura Sebastian Cocco, ha deciso di conferire un’onoreficenza speciale all’attore napoletano che sarà ospite della città il prossimo 3 agosto.

Un riconoscimento alla magistrale interpretazione dei brani tratti dall’opera di, protagonista di tredici puntate della trasmissione di Radio3 “Ad Alta Voce”, dove importanti nomi del cinema e del teatro, attraverso le frequenze della terza emittente radiofonica nazionale, leggono estratti delle più importanti opere letterarie italiane e internazionali.

“Il Giorno del Giudizio” è sicuramente uno dei pilastri della letteratura sarda del 900, un romanzo che racconta la vita di un paese, Nuoro, che stava diventando città.

L’assessore Cocco, facendosi voce del sentimento di gratitudine della città, si è da subito attivato per organizzare un incontro con Servillo, che con il suo lavoro ha dato visibilità e lustro all’opera di Salvatore Satta.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-4 Febbraio 2016)

-foto da Internet-

*GIORNATA DELLA MEMORIA*

AUDITORIUM BIBLIOTECA S. SATTA

MERCOLEDI’ 27 GENNAIO ORE 18,30

Donne e bambini nei lager:

“Le Rose di Ravensbrück”

“Per i bambini senza figli”

Milioni di donne e bambini furono perseguitati e uccisi durante l’Olocausto, crimini ignorati e sottovalutati dalla storia per un lunghissimo periodo.

Il Consorzio per la pubblica lettura S. Satta e la Compagnia Shardana Teatro, per la Giornata della Memoria presentano l’evento multimediale Donne e bambini nei Lager: Le Rose di Ravensbrück – Per i bambini senza figli”.

Per una conoscenza che non sia rivolta solo al passato ma che tenta di interpretare i fatti storici, per capire il presente e costruire il futuro.

La Memoria come tassello essenziale delle basi di conoscenza, di sensibilità umana e morale, di combattività in difesa della pace e dei diritti umani che sono la base della nostra democrazia.

Una democrazia che non può in nessun momento ignorare i rischi cui possono essere esposti donne, bambini, innocenti e indifesi di sempre.

La Memoria come punto di partenza irrinunciabile per la costruzione di una società più libera e giusta.

 

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-23 Gennaio 2016)

L’Acquario di Cala Gonone riapre per le festività natalizie con la mostra-evento “Libridamare” e con limuli!

Dal 26 dicembre al 6 gennaio, per la riapertura natalizia, l’Acquario di Cala Gonone attende i suoi visitatori con tante novità e un fitto calendario di attività.

La mostra-evento “Libridamare… libri e letture in barca”, nata dalla collaborazione con il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta e la Biblioteca G. Mulas di Dorgali, è dedicata soprattutto ai bambini.

Una selezione di testi di letteratura per ragazzi, al fine di sensibilizzarli allo studio del mondo marino ed alla sua salvaguardia, esposti su una splendida imbarcazione posizionata nella hall dell’Acquario.

Un mondo magico, uno spazio quasi parallelo nel quale i bambini potranno avere un contatto diretto con i libri non solo attraverso la lettura ma anche, soprattutto i più piccoli, attraverso l’esperienza tattile, che stimolerà la loro naturale curiosità e creatività.

Potranno poi esprimere le loro sensazioni grazie ai laboratori didattici lungo il percorso espositivo dell’Acquario. Gli elaborati dei bambini verranno poi pubblicati in un libro che uscirà a primavera.

I Limuli! Animali marini, imparentati però incredibilmente più con ragni, zecche e scorpioni, arrivati immutati fino a noi dalla lontana preistoria!

Grande novità acquariologica per questo Natale: i limuli! Animali marini, imparentati però incredibilmente più con ragni, zecche e scorpioni, arrivati immutati fino a noi dalla lontana preistoria!

L’Acquario sarà aperto tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10:00 alle 18:00, con ultimo ingresso alle 17:00.

Nelle giornate 27 e 29 dicembre e 2 – 5 -6 gennaio 2016 dalle ore 16,00 alle ore 18,00 si terranno delle letture animate per i bambini a cura di Graziella Sale e Maria Antonietta Bacchitta.

Per info e prenotazioni: 

chiamare allo 0784/920052 o scrivere a info@acquariocalagonone.it.

(DA: comunicato Biblioteca Satta Nuoro-15 Dicembre 2015)