Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: studio

50 anni fa, il 24 agosto del 1966,  la band

entrò in studio per registrare il loro album di debutto

Mezzo secolo di Doors,

la band americana che ha fatto la storia del rock

L’agosto del 1966 segnò infatti una tappa decisiva per Jim Morrison, Ray Manzarek, Robbie Krieger e John Densmore, all’epoca giovani musicisti sulla cresta dell’onda grazie all’ingaggio al “Whisky a Go Go” di Los Angeles. Il 24 agosto il gruppo entrò nei Sunset Sound Recording Studios e nel giro di una settimana registrò il primo album della loro carriera.

Il disco, che per titolo ha il nome della band, uscì nel gennaio del 1967 spalancando loro le porte del mito. Fu un debutto clamoroso: Morrison, Manzarek, Krieger e Densmore avevano messo a punto repertorio e stile durante l’ingaggio al “Whisky a Go Go”, così la loro prima prova su vinile offrì già alcuni titoli destinati a diventare dei classici.

All’interno di “The Doors” ci sono infatti “The Cristal Ship“, la versione di “Alabama Song” di Bertolt Brecht e Kurt Weill, i dodici minuti di “The End“, “Break on Trough” (che uscì come primo singolo) e “Light My Fire“, che rimane il piu grande successo della loro carriera.

(DA: articolo di TGcom24-24/08/2016)-foto da internet

GALTELLI': edificio Scuola Media di Galtellì (Nu)

Nuova sala informatica nelle Scuole Medie

Ultimata nella prima settimana di questo mese la nuova aula informatica delle scuole medie.

Grazie al contributo dell’amministrazione comunale di € 9.000, son stati acquistati e installati 22 nuovi computer. I ragazzi potranno quindi riprendere a tempo pieno lo studio e l’apprendimento di nuovi programmi informatici supportati da macchine di ultima generazione

 ”E’ Un’importante esigenza- afferma Pina Cosseddu, Assessore alla Cultura e Vice-Sindaco che la scuola aveva evidenziato a fine del l’anno scorso e che prontamente l’amministrazione ha soddisfatto, andando a reperire le risorse confermiando ancora una volta la massima attenzione per il mondo della scuola Inoltre ora, grazie al progetto di Edilizia Scolastica, siamo rientrati nel decreto Renzi, avendo spazi finanziari per 260 mila €uro   con i quali in quel plesso andremo a fare dei lavori per renderelo sempre più moderno ed efficiente”

(DA: comunicato Comune di Galtellì-11 Maggio 2016)

A Onifai, riapre il “Punto Studio”

Per l’occasione si sta organizzando un incontro rivolto ai genitori che si terrà Mercoledì 18 novembre, ore 17.00 in Biblioteca, per presentare orari e obiettivi del servizio.

Con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Onifai, riapre per il quarto anno consecutivo un servizio in  collaborazione con la Cooperativa Milleforme e la Biblioteca Comunale.

“Punto Studio” è stato ideato per venire incontro alle esigenze dei ragazzi che frequentano la biblioteca come spazio comune per lo studio pomeridiano.

Il servizio gratuito di aiuto nello svolgimento dei compiti e recupero scolastico, è dedicato agli studenti di ogni grado scolastico residenti ad Onifai, che sentono la necessità di avere un affiancamento costante di una figura con la quale confrontarsi e farsi aiutare durante le attività didattiche.

Sarà aperto ogni il mercoledì e il giovedì dalle 15.00 alle 19.00

Il servizio si avvale degli operatori qualificati della Cooperativa Milleforme di Nuoro e della figura dell’assistente di biblioteca della Cooperativa Servizi Bibliotecari di Nuoro, entrambe aziende che operano nell’ambito dell’Area Socio Culturale del Comune di Onifai.

(DA: comunicato Biblioteca Comunale-12 Novembre 2015)

Secondo uno studio

della Pennsylvania State University, questo alimento infatti sarebbe ricco di sostanze nutritive capaci di ridurre il colesterolo, mantenere la linea e di allontanare il rischio di sviluppare una malattia cardiaca.

Per questo i ricercatori sono convinti che consumare circa 42 grammi al giorno di mandorle potrebbe ridurre il rischio di morte precoce. Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sul Journal of the American Heart Association, i ricercatori hanno confrontato le diete di 52 persone in sovrappeso, di adulti di mezza eta’ con colesterolo alto per 12 settimane.

Gia’ studi precedenti hanno dimostrato che una dieta ricca di mandorle e’ legata a un miglioramento della salute del cuore, ma questo e’ il primo grande studio condotto sull’argomento. Come parte dell’esperimento meta’ dei soggetti e’ stato invitato a mangiare dei muffin di banane per sei settimane che hanno fornito la stessa quantita’ di calorie delle mandorle intere naturali, mangiare dall’altra meta’ del gruppo.

Nonostante le differenze di peso fra i due gruppi di soggetti, la dieta a base di mandorle e’ stata associata a una riduzione significativa del grasso che si accumula sul girovita e sulle gambe. Non solo. Le mandorle sono state associate anche a una riduzione del colesterolo e, di conseguenza, a una riduzione del rischio si sviluppare malattie cardiache.

(DA: Agi.it-9 Gennaio 2015)

 

La dipendenza dal proprio cellulare

sta diventando un problema grave.

Tanto che se ci si separa dal proprio telefonino si rischia una sorta di crisi d’astinenza che puo’ portare a un aumento della frequenza cardiaca e dei livelli di pressione arteriosa, nonche’ a sentimenti di sgradevolezza e ansia.

A scoprirlo e’ stato uno studio della University of Missouri, pubblicato sulla rivista Journal of Computer-Mediated Communication said. Lo studio e’ stato condotto eseguendo una serie di test sugli utenti dell’iPhone.

“I nostri risultati suggeriscono che la separazione dall’iPhone puo’ avere un impatto negativo sulle prestazioni nei compiti mentali”, ha spiegato Russell Clayton, autore dello studio.

“Inoltre, i risultati del nostro studio suggeriscono – ha continuato – che l’iPhone e’ in grado di diventare un prolungamento di noi stessi in modo tale che, quando ci si separa, sperimentiamo una diminuzione del nostro ‘se” e uno stato fisiologico negativo”.

(DA: comunicato Agi.it-9 Gennaio 2015)

 

Il Dirigente del Servizio Pubblica Istruzione

del Comune di Nuoro comunica che

dal 01.12.2014, sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l’assegnazione di borse di studio a sostegno della spesa per le famiglie per l’istruzione per l’anno scolastico 2013/2014 (contributo per spese scolastiche) in favore degli alunni delle scuole elementari, medie inferiori e della scuola secondaria superiore e per l’assegnazione di contributi per la fornitura dei libri di testo per gli alunni della scuola secondaria inferiore e superiore per l’anno scolastico 2014/2015.

Beneficiari dell’intervento di cui alle Leggi n.62/2000 e n.448/1998 sono gli studenti appartenenti ad un nucleo familiare il cui reddito per l’anno 2013 sia equivalente o inferiore ad un ISEE in corso di validità di € 14.650,00.

Le domande devono essere presentate direttamente all’ufficio protocollo del Comune di Nuoro entro il giorno 07/01/2015.

La modulistica è a disposizione c/o la guardia giurata del Comune, oppure può essere scaricata dal sito internet del Comune di Nuoro www.comune.nuoro.it

Per informazioni rivolgersi alla Sig.ra Graziella Mula, Tel. 0784/216841 o alla Sig.ra Salvatora Moledda, Tel. 0784/216721 – Ufficio Pubblica Istruzione.

(DA: comunicato Comune di Nuoro-27 Novembre 2014) 2a foto: da internet

Astinenza da alcol blocca memoria.

Ecco lo studio dei ricercatori sardi

Lo studio è stato fatto da un’équipe di ricercatori delle Università di Sassari, Cagliari e Palermo.

L’astinenza da alcol rallenta le funzioni fondamentali del cervello, come l’apprendimento e la memoria, e questo meccanismo provoca la necessità di assumere altro alcol. Manca infatti la dopamina. E’ la scoperta fatta da un’equipe di ricercatori delle Università di Sassari, Cagliari e Palermo, ed è stata pubblicata sulla rivista scientifica Pnas.

Secondo lo studio, gli esseri viventi ricevono e rispondono agli stimoli ambientali durante tutta l’esistenza, questa monumentale quantità di informazioni è immagazzinata nel sistema nervoso centrale e assicura la plasticità comportamentale dell’organismo. Mantenere un cervello altamente flessibile, quindi non solo generare nuove memorie ma anche dimenticare, è essenziale per adattarsi all’ambiente costantemente mutevole che ci circonda.

Questo comportamento virtuoso non si riscontra nel cervello dell’alcolista in astinenza a causa della mancanza di dopamina. Tale insufficienza è alla base del processo che impedisce la formazione di meccanismi come “long term depression” e “decision making” dell’alcolista, ha spiegato Marco Diana, dell’Università di Sassari, che ha coordinato il team di ricercatori composto da Saturnino Spiga ed Enrico Sanna dell’ateneo di Cagliari e Carla Cannizzaro dell’Università di Palermo.

(DA: L’Unione Sarda.it-12 Agosto 2014)

APERTI I TERMINI PER LE DOMANDE

L’ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Nuoro comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l’assegnazione di borse di studio a sostegno della spesa per le famiglie per l’istruzione per l’anno scolastico 2012/2013 in favore degli alunni delle scuole elementari, medie inferiori e della scuola secondaria superiore.

Beneficiari dell’intervento di cui alla Legge 62/2000 sono gli studenti appartenenti ad un nucleo familiare il cui reddito sia equivalente o inferiore ad un ISEE in corso di validità di € 14.650,00.

Le domande devono essere presentate direttamente all’ufficio protocollo del comune di Nuoro entro il giorno 11 Novembre 2013.

La modulistica è a disposizione presso la guardia giurata del Comune, oppure può essere scaricata dal sito internet del Comune di Nuoro www.comune.nuoro.it

Per informazioni rivolgersi alla Sig.ra Graziella Mula, Tel. 0784/216841 o alla Sig.ra Salvatora Moledda, Tel. 0784/216721 – Ufficio Pubblica Istruzione.

 **DA: comunicato Comune di Nuoro-7 ott 2013**

Il settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico – Servizio Pubblica Istruzione, Università, Pari Opportunità e Politiche Giovanili – del Comune di Nuoro, comunica che dal 05/07/2013 al 14/07/2013 sono in pubblicazione le graduatorie provvisorie relative alla assegnazione di borse di studio 2010/2011 – Rimborso spese scolastiche -

Il termine ultimo per la presentazione di eventuali ricorsi è il 15/07/2013.

Le graduatorie possono essere consultate all’ingresso del Palazzo Municipale presso la guardia giurata e sul sito internet del Comune www comune.nuoro.it

Per eventuali chiarimenti rivolgersi alle Sigg.re Graziella Mula (0784/216841) e Salvatora Moledda (0784/216721) – Ufficio Pubblica Istruzione – dalle ore 11,00 alle ore 13,00 dal lunedì al venerdì.

**DA: comunicato Comune di Nuoro-5 Lug 2013**

Chi vuole perdere peso

impari a masticare lentamente.

Per ogni boccone, il tempo di permanenza in bocca dovrebbe essere di circa mezzo minuto, ben di più di quanto siamo abituati a fare mangiando il classico panino in tutta fretta.

È il consiglio che viene da uno studio dell’Università di Birmingham apparso sulla rivista Appetite, che ha preso in esame 43 studenti. Risultato: quando si mantiene più a lungo il boccone in bocca è più semplice poi controllare meglio l’impulso di sgranocchiare merende caloriche e più in generale a diminuire l’assunzione di alimenti nel corso della giornata.

Il consiglio per chi vuole mettersi a dieta è quindi semplice: oltre a scegliere alimenti sani come frutta e verdura, ricordate di masticare a lungo.

(DA: L’Unione Sarda-26 mar 2013)

Sposi: un delicato e noto disegno di Peynet.

Rischio morte precoce raddoppiato per i single. Se state sempre a battibeccare col vostro amato consorte e lo criticate per ogni cosa che fa, vi sentirete di certo un po’ in colpa sapendo che, forse, è proprio grazie a lui o lei che giungerete alla vecchiaia.

Infatti essere single è associato a un rischio più che doppio di morire precocemente, o meglio di non superare la mezza età e non raggiungere gli anni della saggezza. Lo rivela uno studio statunitense condotto da Ilene Siegler della Duke University Medical Center presso Durham i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Annals of Behavioral Medicine.

La differenza tra single e coniugati è rilevante, tanto che secondo gli esperti lo stato civile o la ‘situazione sentimentale’ di una persona potrebbero essere presi in considerazione nel valutare i fattori di rischio di un individuo di mezza età e stimare il pericolo che muoia prematuramente. Che la vita di coppia sia un toccasana per la salute sembra testimoniato da svariati studi: per esempio una ricerca pubblicata sul Journal of Health and Social Behavior svela che divorziare fa male lasciando sugli ex coniugi effetti negativi a lungo termine, soprattutto malattie croniche come problemi di cuore o diabete.

Una ricerca condotta da Linda Gallo e Wendy Troxel presso la San Diego State University e l’Università di Pittsburgh e pubblicata sulla rivista Health Psychology mostra che le donne stanno fisicamente meglio quando vivono un matrimonio felice, hanno meno fattori di rischio cardiovascolari come colesterolo alto, sovrappeso e pressione alta.

E non è finita, una ricerca condotta dall’italiano Dario Maestripieri che lavora all’Università di Chicago, pubblicata sulla rivista Stress, svela che il matrimonio o la convivenza riducono lo stress per lui e lei; le persone in coppia producono meno ormone dello stress, il cortisolo, rispetto ai single.

Il cortisolo, specie se prodotto in quantità eccesive come in caso di stress cronico, ha molteplici effetti negativi sull’organismo. Il nuovo studio mostra qualcosa in più: la vita da single potrebbe minare la salute al punto da aumentare il rischio di non superare la mezza eta’ e morire precocemente. Gli esperti hanno tenuto sotto osservazione oltre 4800 individui per moltissimi anni vedendo quali di loro raggiungevano la vecchiaia e quali invece morivano precocemente, quando erano adulti di mezza età.

E’ emerso che i single o coloro che non erano più sposati avevano un rischio più che raddoppiato di morire precocemente, senza raggiungere la vecchiaia. Il matrimonio evidentemente garantisce un sostegno fisico e psicologico e fa guadagnare in salute. ”I nostri risultati suggeriscono che è importante porre attenzione allo stato civile di un individuo di mezza età”. I legami sociali e il grado di supporto emotivo in questa fase della vita possono, infatti, suggerire qualcosa sul suo rischio di morte prematura.

(DA: TelevideoRai.it-12 gen 2013)

PRIMO STEP PER LA DEFINIZIONE DELLO STRUMENTO

DEL CONTRATTO DI FIUME DEL BACINO DEL CEDRINO

LUNEDì  12 novembre  2012, ALLE ORE 10,00, èconvovato un incontro nella Sala Consiglio della provincia di Nuoro per la per la presentazione dei risultati dello studio condotto sul Fiume Cedrino.

 Per tale motivo si trasmette il documento che l’assessore provinciale all’ambiente Ivo Carboni ha inviato a tutti i soggetti interessati per la convocazione della riunione prevista per lunedì 12 novembre che si terrà nella Sala Consiglio della Provincia di Nuoro. L’incontro riguarderà la presentazione dello studio sul fiume Cedrino condotto dall’Università di Sassari (Dipartimento Scienze della Natura e del Territorio) e recentemente concluso.  La presentazione dello studio costituisce il primo step per la definizione dello strumento del Contratto di Fiume del bacino del Cedrino.

Tale documento è stato indirizzato al’“Unione dei Comuni “Valle del Cedrino“.ai Comuni di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai, Orosei, Dorgali, Mamoiada, Nuoro, Oliena, Orgosolo, Orune .Inoltre all’Autorità di Bacino Regionale della sardegna (Ass.LL.PP.), Autorità d’Ambito della Sardegna, ARPAS (Agenzia Regionale per la Protezione della Sardegna-Dipartimento Provinciale di Nuoro), ENAS ( Ente Acque della Sardegna), Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale-Nuoro, Abbanoa Spa-direzione amministrativa-Cagliari, Confederazione Italiana agricoltori Nuoro, Federazione Provinciale Coldiretti Nuoro-Ogliastra, COPAGRI-Nuoro, Confagricocoltura-Unione Provinciali agricoltori-Nuoro, Biosardinia-Nuoro- Capitaneria di Porto-Olbia, Università degli studi di Sassari (Dipartimento di Scienza della Natura e del Territorio)-Att.ne Prof. Nicola Sechi.

TESTO DEL DOCUMENTO SOPRACITATO

“La Giunta provinciale ha approvato con deliberazione N° 43 del 30marzo 20122, l’adesione al Protocollo d’intesa proposto dall’Unione dei Comuni “Vallle del Cedrino”, volto a definire attraverso ad un processo partecipativo, le azioni da intraprendere per la predisposizione del Contratto di Fiume.

Lo strumento del Contratto di Fiume,consentirà, tra l’altro, di costruire uno scenario strategico, condiviso, di sviluppo durevole e sostenibile del territori0,coniugando sicurezza,qualità ambientale e fruibilità, di costruire altresì un sistema informativo territoriale di politiche,progetti e programmi integrati e di dare concreta attuazione ad un sistema di interventi integrati di riqualificazione del bacino, finalizzati al risanamento delle acque.

Il protocollo è aperto alla sottoscrizione degli Enti ed Istituti a vario titolo portatori di interessi e competenze attinenti la gestione e le tutele della risorsa idrica del bacino idrografico del Cedrino.

Recentemente è stato concluso all’Università dei Sassari uno studio finalizzato a monitorare sia il comportamento lentico del bacino, attraverso l’analisi di impatto territoriale (zootecnia, agricoltura,carico energetico e altro) analisi fisico-chimiche e analisi biologiche condotte su situazioni di punti nevralgici che sottendono i Comuni di Nuoro,Orune, Lula, Irgoli, Galtellì, Orosei.

Gli Enti a cui è stato indirizzato il sopracitato documento sono invitati a partecipare all’incontro per la presentazione di risultati dello studio citato,incontro che si terrà in dada 12 novembre  presso la sala conciliare della Provincia in Piazza Italia 22, con inizio alle ore 10,00.

In occasione di tale incontro potrà essere avviata la duiscussione per definire il successivo iter procedurale e le inizative da intraprendere”.

Cordiali saluti

l’ Assessore provinciale all’ambiente

Ing. Ivo Carboni

(DA: comunicato della Provincia di Nuoro- 11 nov 2012)

L’Associazione Croce Bianca di Orosei, organizza per i propri soci una giornata di studio e documentazione presso la sede del centro operativo di  Protezione Civile del Medio Campidano a Villacidro.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle attività connesse alla costituzione del nucleo di Protezione Civile che l’Associazione porta avanti, ed intende fornire ai propri soci una prima occasione di conoscenza dei vari aspetti organizzativi ed operativi che un’associazione di volontariato operante in questo settore dovrà affrontare.

Il servizio di Protezione civile del Medio Campidano di Villacidro è riconosciuto come uno dei più dotati ed efficienti della Sardegna.

L’incontro prevede un aggiornamento sui vari aspetti riguardanti la Protezione Civile, la presentazione e il funzionamento delle varie attrezzature operative, alcune simulazioni pratiche “sul campo”.

La visita è prevista per domenica 5 febbraio p.v. e si prevede la partecipazione di ca. 50 soci. Sono stati invitati a partecipare il Sindaco, i componenti il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile e l’intera Giunta Comunale.

  (Da:Comunicato della Croce Bianca di Orosei-21 gen 2012)

Per quelle che non danno importanza ai beni materiali, invece, più stabilità nel matrimonio

coppia-che-scoppiaAnche i Beatles cantavano l’amore come “il genere di cosa che il denaro proprio non può comperare”.

Ora, uno studio scientifico pubblicato sul ‘Journal of Couple & Relationship Therapy’ conferma che le coppie più materialiste sono anche quelle meno felici.

Lo hanno rilevato i sociologi della Brigham Young University, intervistando e studiando 1.734 mogli e mariti.

Ogni coppia ha completato un questionario in cui veniva valutato il livello di interesse di entrambi i coniugi nei confronti dei beni materiali. Una coppia su cinque ha rivelato un vero e proprio ‘amore’ nei confronti del benessere economico.

Ma ne è risultato che chi dà meno importanza al denaro e agli oggetti di lusso ha il 15% di chance in più di avere un matrimonio stabile rispetto alle coppie in cui uno o entrambi gli sposi sono materialisti. Queste ultime “stanno peggio sotto ogni punto di vista preso in considerazione – ha detto Jason Carroll, autore principale dello studio – In particolare soffrono di un grave deficit di comunicazione, di capacità di risoluzione dei conflitti e di scarsa reattività gli uni nei confronti degli altri”.

(Da:Televideo.Rai.it-13 ott.2011)-foto da internet

impianto fotovoltaicoCina e Taiwan in testa

L’industria del settore ha raggiunto una fabbricazione di pannelli solari pari a 23,5 GW, più che doppia rispetto al 2009 e di ben 500 volte maggiore rispetto al 1990, anno che ermaniasegna gli inizi del mercato.

Boom della produzione di fotovoltaico nel mondo. L’industria del settore ha infatti raggiunto una produzione di pannelli solari pari a 23,5 GW, più che doppia rispetto al 2009 e di ben 500 volte maggiore rispetto al 1990, anno che segna gli inizi del mercato. Quattro i Paesi che scalano la vetta. In testa compaiono Cina, Taiwan e Germania, mentre al quarto posto tra i Paesi maggiori produttori mondiali di celle solari e pannelli fotovoltaici compare il Giappone. E non solo.

La crescita di produzione industriale corrisponde anche una crescita di innovazione tecnologica, con celle solari attuali più efficienti, stabili e più affidabili, tanto da garantire un funzionamento di almeno 25 anni. A rilevarlo è il rapporto, del Joint Reserach Centre della Commissione europea dal titolo “Pv, Status Report 2011″. Secondo il Rapporto, le nuove installazioni di fotovoltaico nel 2010 state pari a 17-19 GW di potenza e l’Italia si attesta seconda in Europa dopo la Germania.

Tra le più grandi industrie mondiali di produzione di pannelli e celle solari, secondo lo studio Eu-Jrc solo quattro grandi imprese hanno stabilimenti in Europa di cui tre sono in Germania: la First Solar, la Q-Cells, e la Solarword, mentre la quarta, la Rfec, ha sede in Norvegia. Positive novità anche sul fronte dei prezzi del fotovoltaico. Lo studio rileva infatti che con l’aumento della produzione, i prezzi di pannelli e celle solari si sono dimezzati nel giro di tre anni.

(Da;Adnkronos-6 set 2011)

latteSecondo uno studio pubblicato sul British Food Journal, i fosfolipidi contenuti nella bevanda agiscono in modo positivo anche sul tono dell’umore e sulle funzioni cognitive.

TRIER (GERMANIA) – Vuoti di memoria, difficoltà di concentrazione, umore sotto i piedi e stress a livelli galattici? Ci vuole un bicchiere di latte, il rimedio più naturale e “dolce” per combattere gli effetti della frenetica vita moderna. Infatti, secondo uno studio pubblicato sul British Food Journal, i fosfolipidi contenuti nel latte hanno la capacità di agire in modo positivo sul tono dell’umore, sulle funzioni cognitive e sulla risposta allo stress.

TEST SU 46 ADULTI. Lo studio, condotto dall’università tedesca di Trier, si è svolto per tre settimane su 46 adulti e ha evidenziato come l’assunzione quotidiana di fosfolipidi del latte si sia accompagnata con un miglioramento della memoria e della capacità sia psicologica che endocrina di reagire allo stress, soprattutto in soggetti sottoposti a elevati e cronici livelli di stress. Tra i fosfolipidi, che costituiscono l’1% della frazione di grassi del latte e che sono anche i principali costituenti della membrana cellulare, gli scienziati hanno analizzato in particolare la fosfatidilserina (PS) di cui è stata studiata l’utilità nei casi di calo di memoria e di attenzione.

ELEMENTO FONDAMENTALE NELL’ALIMENTAZIONE. Un effetto prezioso durante tutta la vita, e in particolare mano a mano che avanza l’età, visto che con il passare degli anni il livello di questo fosfolipide diminuisce rapidamente. Per questa ragione è importante non farlo mai mancare nell’alimentazione quotidiana, scegliendo gli alimenti che forniscono naturalmente la fosfatidilserina, come il latte. Visto l’interesse di questi risultati, i ricercatori hanno espresso l’intenzione di proseguire ed estendere i loro studi per indagare più a fondo gli effetti positivi del consumo di latte sull’umore e sulle funzioni cognitive.

(Da:TG1online-22 apr 2011) -foto da internet

melaIl frutto contiene polifenoli in grado di allungare la vita del 10 per cento. Lo rivela uno studio condotta da un’Università cinese.

Le mele non solo tolgono i medici di torno, come recita un famoso proverbio popolare, ma allungano anche la vita. Di un buon 10%: tutto merito dei polifenoli in essa contenuti, in grado di invertire i livelli dei marker dell’invecchiamento.

LA RICERCA CONDOTTA SUI MOSCERINI. La scoperta arriva da uno studio condotto sui moscerini della frutta della specie Drosophila melanogaster – apparentemente molto diversi dagli uomini, ma utilizzati per gli esperimenti grazie al loro Dna, con caratteristiche simili a quello umano – da cui emerge che i piccoli animaletti, grazie alla somministrazione dei polifenoli della mela, oltre a vedersi allungata la durata della vita si vedono preservate le capacità di camminare, arrampicarsi e muoversi. Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Chinese University of Hong Kong guidati da Zhen-Yu Chen e pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry.

(Fonte:RAI online-04 mar 2011)

la solitudine fa male come 15 sigarette al giorno

AMMENTOS:GALTELLI - Ungruppo di amici  in una foto del 1940.

GALTELLI - Un folto gruppo di amici si divertono in una foto del 1940-42.

Studio dimostra che non avere rapporti sociali è più dannoso del non fare attività fisica, due volte più nocivo dell’obesità.

Non è una telefonata ad allungarti la vita, ma un amico. Stare in compagnia fa sopravvivere ben del 50% in più. E non è un detto popolare per cui «chi trova un amico, trova un tesoro». E’ una verità scientificamente provata: uno studio della Brigham Young University, pubblicato sulla rivista Plos Medicine dimostra che le relazioni sociali, con amici, familiari, vicini o colleghi che siano, allungano le nostre possibilità di sopravvivere ben del 50%. Al pari di altri fattori, quali l’alimentazione, l’attività fisica o il non fumare.

Chi ha pochi rapporti sociali ha dunque meno possibilità di avere una vita longeva.

I ricercatori hanno addirittura comparato l’impatto di una vita povera di amicizie con altri fattori di rischio per la salute, stilando una vera e propria lista. Non avere o avere pochi rapporti sociali equivale ad esempio a fumare 15 sigarette al giorno o ad essere un alcolizzato, è più dannoso del non fare attività fisica ed è due volte più nocivo dell’obesità. Gli scienziati hanno analizzato i dati di 148 studi pubblicati che misuravano la frequenza delle relazioni umane e l’impatto sulla salute per un periodo di 7,5 anni, senza però considerare la qualità della relazione.

«Ci sono molte strade attraverso cui gli amici e la famiglia possono influire in meglio sulla nostra salute, dal calmarci con una carezza al farci trovare un significato nella vita – spiegano Julianne Holt-Lunstad e Timothy Smith, coordinatori dello studio – Quando si è legati a un gruppo e ci si sente responsabilizzati verso le altre persone, il senso di avere uno scopo si traduce nel prendersi maggior cura di noi stessi e caricarci di meno rischi. E questo è un effetto che si può riscontrare a tutte le età».

(Fonte:Messaggero.it)

sorriso

Incapaci, ma almeno col sorriso!

Sembra proprio che le persone preferiscano avere a che fare con un interlocutore gentile, anche se incompetente, piuttosto che con uno maleducato ma preparatissimo.

Lo rivela uno studio condotto dall’University of Southern California Marshall School of Business (Usa), che ha indagato sulle preferenze dei clienti di ristoranti, banche, uffici governativi, negozi, universita’. Ebbene, secondo la ricerca – articolata in quattro lavori che saranno pubblicati sul numero di agosto del ‘Journal of Consumer Research’ – e’ meglio avere rapporti con una persona educata e gentile, anche se poco preparata, piuttosto che con un operatore maleducato. E questo anche se i gesti poco civili non sono rivolti direttamente al cliente.

Questi risultati sottolineano la necessita‘, per le organizzazioni, di promuovere la buona educazione fra i dipendenti”, sintetizza Deborah MacInnis, docente di Business Administration dell’ateneo Usa. Insomma, anche solo il fatto di vedere un manager che maltratta in pubblico un suo dipendente basta per far trarre conclusioni negative sull’intera azienda. Cosa che non accade, ad esempio, nel caso in cui si e’ testimoni dell’incompetenza del dipendente. Non solo, sembra che il giudizio negativo scatenato dalla maleducazione arrivi anche quando l’incivile, in realta’, sta cercando di essere di aiuto all’intervistato.

Insomma, per risultare vincenti e lasciare un’impressione positiva, sorriso e cortesia sono davvero fondamentali.

(Adnkronos/Adnkronos Salute:23-Lug.2010-ore 18:19)


BORSE DI STUDIO A SOSTEGNO DELLE SPESE SOSTENUTE DALLE FAMIGLIE PER L’ISTRUZIONE NELL’ANNO SCOLASTICO 2008/2009

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO
RENDE NOTO
ENTRO IL 31 OTTOBRE 2009
devono essere improrogabilmente presentate le domande per l’assegnazione di borse di studio a  sostegno delle spese sostenute dalle famiglie per l’istruzione nell’anno scolastico 2008/2009.
L’intervento è destinato agli alunni della scuola dell’obbligo e secondaria superiore le cui condizioni di reddito familiare, riferito all’anno 2008, sono pari o inferiori ad un ISEE di € 14.650,00.
Le Borse di studio saranno concesse in base
alla fascia di valore ISEE di appartenenza:
- Fascia A: ISEE da euro 0 a euro 4.880,00
- Fascia B: ISEE da euro 4.881,00 a euro 9.760,00
- Fascia C: ISEE da euro 9.761,00 a euro 14.650,00
Le spese effettivamente sostenute dalle famiglie, alla cui copertura sono destinate le borse di tudio, sono relative alla frequenza, sussidi e attrezzature didattiche, trasporti, mense, viaggi e visite i istruzione.
L’importo minimo delle spese dichiarabili non deve esser inferiore a euro 52,00.

Le domande, compilate sugli appositi modelli A e B, corredate dall’attestazione Isee e ei giustificativi di spesa, pena l’esclusione, potranno essere presentate tutti i giorni all’Ufficio rotocollo con i seguenti orari dalle ore 11.00 alle ore 12.30.

L’Isee, dovrà essere riferito al reddito familiare percepito nell’anno 2008.

Gli interessati dovranno richiedere la modulistica presso le scuole di frequenza e farsi ssistere per la corretta compilazione della medesima.

Si procederà all’esclusione delle domande
al verificarsi delle seguenti condizioni:
- pervenute oltre la data del 31 Ottobre 2009;
- prive dell’attestazione Isee;
 Galtellì, lì 30.09.2009
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO
Dr.ssa Lina Testone