Vai ai contenuti

NONSOLOBARONIA: Blog di Marco Camedda

LA NOSTRA "PIAZZETTA VIRTUALE" DOVE CI SI INCONTRA TRA BUONI AMICI

Archivio

Tag: uffitziu

(In Italiano)

Giovedì 26 settembre 2013

Giornata europea delle lingue

Museo MAN

dalle ore 15.30 alle 18.30

In tutta Europa, 800 milioni di europei, rappresentati dal Consiglio d’Europa con 47 stati membri, sono incoraggiati a imparare più lingue, a ogni età, dentro e fuori dalla scuola. Nella convinzione che la diversità linguistica è uno strumento per ottenere una migliore comprensione interculturale e un elemento chiave nel ricco patrimonio culturale del nostro continente, il Consiglio d’Europa promuove il pluralismo in tutta Europa.

Per celebrare la Giornata europea delle lingue la Regione Sardegna ha promosso la presentazione di alcune delle traduzioni in lingua sarda pubblicate di recente, secondo il programma in allegato.

L’Ufìtziu Limba Sarda della Provincia di Nuoro, in collaborazione col Museo MAN, presenta Su Corsaru Nieddu e Su Giornalinu de Giamburrasca.

Prendendo spunto dalle traduzioni del Corsaro Nero e del Giornalino di Giamburrasca, per i più piccoli verranno fatti giochi linguistici, letture animate in lingua sarda per entrare in un mondo fantastico e divertente, nel quale i bambini sono chiamati a interagire con il libro, reinventandolo con parole e immagini, lasciandosi trasportare dalla loro creatività.

L’ingresso è libero e gratuito.

Informazioni e prenotazioni:

MAN_Museo d’arte Provincia di Nuoro

Via Sebastiano Satta 27 – 08100 Nuoro – tel +39.0784.252110

Orari: 10:00 – 13:00/15:00 – 20:00 (Lunedì chiuso)

(In Limba Sarda)

Giòbia su 26 de Cabidanne de su 2013

Die europea de sas limbas

Museu MAN

dae sas 15.30 a sas 18.30

In totu s’Europa, 800 milliones de europeos, rapresentados dae su Consìgiu de Europa cun 47 Istados membros, sunt incoragiados a imparare àteras limbas, a ogni edade, intro e foras de sas iscolas. Sende cumbintu chi sa diversidade linguìstica est una crae pro megiorare sa cumprensione intre sas culturas e chi est un’elementu fundamentale de sa richesa culturale de su continente nostru, su Consìgiu de Europa promovet sa pluralidade in totu s’Europa.

Pro alabantzare sa Die europea de sas limbas sa Regione Sardigna est promovende sa presentada de unas cantas tradutziones in sardu publicadas como a ùrtimu, segundu su programma chi si bidet in sa locandina.

S’Ufìtziu de sa Limba Sarda de sa Provìntzia de Nùgoro, in collaboratzione cun su Museu MAN, presentat Su Corsaru Nieddu e Su Giornalinu de Giamburrasca.

Partende dae sas tradutziones de Su Corsaru Nieddu e de su Giornalinu de Giamburrasca, b’at a àere giogos linguìsticos pro sos minores, leturas animadas in sardu pro nch’intrare in unu mundu de fantasia e divertimentu in ue sos pitzinnos ant a interagire cun su libru, imbentende.lu dae nou cun paràulas e figuras e lassende.si.nche leare dae s’immaginatzione.

S’intrada est lìbera.

Informatziones e prenotatziones:

MAN_Museu de arte Provìntzia de Nùgoro

Carrera de Sebastiano Satta 27 – 08100 Nùgoro – tel +39.0784.252110

Oràriu: 10:00 – 13:00/15:00 – 20:00 (Lunis tancadu)

=====================================

**DA: comunicato dell’Ufìtziu de sa Limba Sarda-Provincia di Nuoro-24 settembre 2013**
**DAE: comunicadu de S’Ufìtziu de sa Limba Sarda-Provintzia de Nugoro-24 capidanne 2013**

Due progetti approvati dai Comuni di Lei e Silanus

 SILANUS. Un interessante progetto sulla valorizzazione della lingua sarda è stato messo a punto dall’Ufficio linguistico “de Sa limba sarda” dei Comuni di Silanus e Lei con i rispettivi assessorati ai servizi culturali. Si tratta di due distinti progetti attraverso i quali si punta a fare entrare il sardo nelle scuole con appositi laboratori. A Silanus il progetto è rivolto agli alunni che frequentano il triennio della scuola elementare. L’attività prevede la presenza di un esperto animatore che attraverso la drammatizzazione simultanea di racconti in sardo per bambini dia loro la possibilità di conoscere la letteratura e al contempo di esercitarsi a capire e parlare in lingua sarda. A Lei invece il progetto “Vivimos sos libros” è rivolto agli alunni della scuola primaria. L’iniziativa prevede una serie di incontri, coordinati da un esperto animatore, volti alla conoscenza della letteratura che li riguarda. Attraverso i libri si cercherà di insegnare ai bambini come capire e parlare la lingua sarda.

Il progetto, redatto dallo sportello linguistico territoriale (Ufitziu de sa limba sarda) della provincia di Nuoro è finalizzato al coinvolgimento degli alunni delle scuole elementari nella divulgazione della lingua sarda e della parlata locale. Entrambi i progetti sono stati approvati dalle giunte municipali che li hanno ritenuti meritevoli di attenzione e hanno conferito il mandato ai responsabili del settore affinchè adottino tutti gli adempimenti per sostenere l’iniziativa.

Da:La Nuova-t.c.-23 nov 2011

 

siniscola-panorama“S’ufitziu de sa limba sarda” apre uno sportello in città

Già attivati i servizi a Posada, Lodè e Torpè. Interventi anche nelle scuole.Un piano di intervento per salvare e garantire vitalità alla lingua dei padri.

DIFENDIAMO E USIAMO "SA LIMBA SARDA"...quella di nostri padri e nonni!A breve a Siniscola verrà istituito “S’uffitziu de sa limba Sarda”, sportello della Provincia che ha già portato all’attivazione del servizio nei comuni di Torpè, Posada e Lodè. Il provvedimento rientra nell’ambito del progetto “Guvernare cun sa limba” che è stato finanziato dal Governo allo scopo di promuovere le lingue autoctone all’interno delle pubbliche amministrazioni e in particolare nelle comunità locali.

GLI OPERATORI: L’iniziativa coinvolge in tutto 46 comuni della provincia di Nuoro (che è anche capofila e coordinatore) ed è nata con l’obiettivo di valorizzare la lingua in modo da passare da una situazione di diglossia a una di bilinguismo. Sono due i tipi di intervento previsti: il primo, mediante i cosiddetti “servizi linguistici territoriali”, che garantiscono la presenza di un operatore che organizza le attività all’interno della pubblica amministrazione, coordinando e portando a termine gli obiettivi previsti dal progetto. Il secondo invece, attraverso una forte promozione culturale e linguistica affinchè si perpetui quello scambio generazionale della lingua sarda all’interno delle famiglie e delle stesse comunità di appartenenza dove la tradizione del parlato locale si sta pericolosamente affievolendo.

L’ATTIVITÀ: Per fare in modo che il progetto venga portato a compimento c’è la necessita di una forte collaborazione tra gli ambiti istituzionali, ma anche dei servizi pubblici e dei mezzi di comunicazione. Ecco gli orari degli sportelli che sono stati già attivati: il lunedì a Torpè, il martedì a Posada, il mercoledì a Lodè sempre dalle 8 alle 13. Il venerdì invece, tra qualche settimana, l’apertura anche a Siniscola.

(Da: Unione Sarda-Fabrizio Ungredda-20 apr 2011)