Oliena scommette sulla tradizione e apre uno sportello di lingua sarda

LIMBA SARDADal 15 aprile ha aperto i battenti lo sportello della lingua sarda, su Ufitziu de sa Limba Sarda. Finanziato dalla legge 482 del 1999 resterà aperto fino al 31 dicembre nella struttura del comune di Oliena al piano terra ex protocollo.

L’operatrice, Valentina Schirru sarà a disposizione ogni lunedì dalle 9 alle 13 degli utenti che abbiano bisogno di qualsiasi tipo di consulenza, soprattutto relativamente alla scrittura che è in genere un’ azione in cui può trovare difficoltà anche chi fa uso quotidiano del sardo nell’oralità. «La finalità de su Ufitziu de sa limba sarda è la divulgazione e la promozione della lingua sarda nell’amministrazione e nella quotidianità, collaborando anche con le associazioni culturali, le scuole e tutti gli appassionati e i cultori di lingua e cultura sarda – spiega l’assessore alla cultura di Oliena, Gianfranca Salis -.

L’operatore promuove l’uso della Lingua sarda in qualsiasi ambito comunicativo: il progetto attuale si incentra sulla trasmissione intergenerazionale de desa limba sarda e sul ruolo delle giovani famiglie nella conservazione e diffusione di questo bene alle generazioni future». Con l’assessorato alla cultura del comune di Oliena l’Ufficio ha iniziato tra le altre attività, la collaborazione per un progetto relativo alla valorizzazione della toponomastica locale, e alla realizzazione di itinerari turistico-culturali localizzati in particolare all’interno del centro storico del paese.

(Da:La Nuova-nino muggianu-1 giu2011)